skip to main | skip to sidebar
13 commenti

Sì, una cometa passerà “vicino” alla Terra a marzo. MORIREMO TUTTI

Non ho foto di comete adatte alla notizia, per cui
metto la foto di un gatto, che ci sta sempre bene.
Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento).

Moriremo tutti, sì; ma di noia. Il 23 marzo la cometa P/2016 BA14 raggiungerà la propria distanza minima dalla Terra, pari a circa tre milioni e mezzo di chilometri, grosso modo nove volte la distanza fra la Terra e la Luna, ma il suo passaggio non causerà alcun effetto e non ci sarà nulla da vedere: si stima che sarà un oggetto di magnitudine 13 (21 assoluta), quindi completamente invisibile a occhio nudo.

Il pericolo comportato da questo passaggio “ravvicinato” è zero. O meglio, c’è il pericolo che i soliti catastrofisti a caccia di notizie acchiappaclic ne approfittino bassamente. Per cui pubblico qui quest’antibufala astronomica preventiva includendo i dati del Minor Planet Center, riferimento mondiale per asteroidi e comete. L’MPC, fra l’altro, segnala che altre comete si sono avvicinate alla Terra più di questa e non siamo morti. Neanche di noia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (13)
Ma i tuoi gatti li hai addestrati per fare i modelli?!? Sempre in pose perfette.... chissà quanto ti costano questi artisti!
Peccato è dal 97 che non riesco a vedere una cometa
Invece del gatto, potevi mettere un quadrato nero e la didascalia "Ecco come appairà la cometa nel punto di massimo avvicinamento alla Terra" :-)
io son salvo avendo già acquistato il casco di cui accennavi qua ?
http://attivissimo.blogspot.it/2016/02/il-6-febbraio-lasteroide-2016-cg18.html
La cosa figa di questo post, è che se te lo vedono quelli di TZETZE o Libero, te lo copiano subito.

Prima o poi qualche giornalista conierà il termine "CLICKBAITING ART" e sdoganerà tutto.
Un po' come si fa da quando esiste il concetto di "trash".
sullo stesso stile della scoperta per la cura del cancro.
habbiamo scoperto che gli anticorpi attaccano le cellule malate.. e grazie.
e prima o poi arriveremo alla terapia genetica mirata... e me pare ovvio.
ma intanto prendetevi il solito articolo giornalistico 3x2
e pure il siero Bonifacio.
purtroppo per gli interessati morire di noia sarebbe gia una vittoria.
Moriremo tutti? Allora compro la barca, l'auto è la casa a rate.
Ci conto, eh!? 😀
Euro quellacosalà...

"habbiamo"? Seriamente?

:)
È un modo per rimediare a quel "Oggi un asteroide colpirà la Terra? No!" ? :-)
Certo che moriremo tutti!!!

prima o poi..... :-)

@Tullio Andreatta

Oppure un quadrato nero... con un gatto addormentato. Che non si fa problemi che non esistono.
Ok, ma che sia la volta buona, sono stufo di gente che promette la fine del mondo e poi non mantiene la promessa! #vogliolafinedelmondo
L'ultima volta è successo a Čeljabinsk, oggi a Spezia (goo.gl/RYdY0q). Basta previsioni! :D