Cerca nel blog

2007/02/27

Windows OEM senza computer? OK per Microsoft, illegale per BSA

Legale comperare in Svizzera Windows OEM sfuso? Microsoft: sì. BSA: no


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "info" e "antongiulio".

Nella puntata precedente del Disinformatico radiofonico ho parlato del problema e della confusione che circonda il mondo delle licenze del software, descrivendone le clausole talvolta demenziali che hanno ispirato il titolo Licenze da uccidere della puntata (che è temporaneamente scaricabile in podcast).

In particolare, avevo ricevuto una risposta chiara e inequivocabile dal servizio clienti Microsoft in Svizzera: sì, mi è stato detto, è legale la prassi, diffusa appunto in Svizzera, di vendere da sola la versione OEM di Windows (quella normalmente abbinata a un computer), e una copia acquistata in questo modo è legalmente utilizzabile anche all'estero, con risparmi fortissimi sui costi di licenza. Questa prassi è lecita, ha detto sempre il servizio clienti Microsoft svizzero, nei "paesi di lingua tedesca" (in originale "German-speaking countries", perché ci siamo parlati in inglese).

Ma avevo girato la stessa domanda anche alla Business Software Alliance, l'organizzazione "leader nella promozione di un ambiente online sicuro e conforme alla legge" e "portavoce dei settori software, hardware e Internet presso gli enti governativi e i consumatori finali nei mercati internazionali" (fonte) che ha fra i propri membri Adobe, Apple, Autodesk, Dell, HP, IBM, Intel, McAfee e la stessa Microsoft. In teoria la BSA dovrebbe sapere quali sono le regole delle licenze dei suoi membri. Eppure la risposta della BSA, giunta dopo la trasmissione, è completamente contraddittoria rispetto a quella di Microsoft.

Il signor Hoeppner, della BSA, mi ha infatti risposto che tutto dipende dalla lingua della versione di Windows Vista OEM. Se è una versione in tedesco, l'offerta di acquisto "potrebbe anche essere autentica e legale". Ma "con tutte le altre lingue, tuttavia, la vendita di versioni OEM di Vista è permessa soltanto insieme all'hardware associato".

E' possibile che per "hardware associato" si intenda anche soltanto un disco rigido o un mouse, come dicono i rivenditori? Mistero. Resta il fatto che alla fine della fiera, il consumatore resta totalmente disorientato. Se neppure Microsoft e BSA sanno cosa è legale e cosa non lo è, che speranze ha l'utente di avere la certezza di essere in regola?

Sono regole confuse e contraddittorie come queste che stimolano il disinteresse verso il rispetto delle licenze e la disinvoltura nei confronti della pirateria del software e al tempo stesso spingono gli utenti che vogliono essere onesti verso le soluzioni semplici del software libero, che è copiabile, scaricabile, distribuibile senza alcuna limitazione.

6 commenti:

_Stefano_ ha detto...

"Sono regole confuse e contraddittorie come queste che stimolano il disinteresse verso il rispetto delle licenze e la disinvoltura nei confronti della pirateria del software e al tempo stesso spingono gli utenti che vogliono essere onesti verso le soluzioni semplici del software libero, che è copiabile, scaricabile, distribuibile senza alcuna limitazione."

Quoto in pieno.Chiaro, non è solo questo il motivo che spinge verso la pirateria o il software libero, ma è anche questo, senza dubbio.

Poi non vedo perchè uno svizzero o un tedesco possa comprarsi windows OEM senza "pezzi" associati, e io che sono italiano no.

Idem per il discorso dei prezzi, almeno per i paesi dove c'è l'euro dovrebbero essere identici ma a quanto pare non è così, e comunque , anche in relazione ai paesi dove non c'è l'euro, è inaccettabile un divario di prezzi così marcato.

Stefano

rodri ha detto...

Il signor Hoeppner è un troll. In Svizzera si parlano 4 lingue ufficiali, quindi che la versione in lingua tedesca possa essere legale e quelle in lingua italiana e francese no, è un ragionamento tipico di coloro che meritano soltanto di andare a lavorare IN MINIERA!

>:-((

(scusate lo sfogo)

Vi ha detto...

Paolo, quando parli di licenza OEM specifica che è vero che si risparmia ma la licenza è MOLTO limitata rispetto a quella retail.
Per prima cosa la licenza è valida solo sulla macchina su cui viene installata la prima volta e perde di validità se vengono effettuati upgrade hw notevoli.

Garakkio ha detto...

A voler essere pignoli, non si può dire che il software libero sia "copiabile, scaricabile, distribuibile senza alcuna limitazione": le limitazioni ci sono e sono quelle della licenza (per esempio la GPL ne pone diverse)

franco ha detto...

Sono un rivenditore ed un mio cliente ha installato su 2 PC Win98 ora per esigenze di un aggiornamento al sw di gestione che utilizza gli hanno chiesto almeno Win98SE. Si è rivolto a me per sapere cosa si può fare. Ho chiamato MS e la risposta è che non esistono soluzioni se non quella di comprare un nuovo PC con XP Pro ed effettuare il downgrade.
Infatti la versione OEM è vendibile solo insieme ad un PC intero (fino al 31/12/2006 era vendibile anche da sola per regolarizzarsi) e la versione retail (ammesso che esista ancora) costa una esagerazione.
Mi sembra veramente demenziale!!

MG55 ha detto...

Sono stato all'Expo Elettronica di Faenza domenica scorsa. Un espositore aveva delle copie di Vista Home Basic e Home Premium, e mi pare ci fosse scritto sopra che fossero versioni OEM (in effetti era una scatola in plastica colorata, ma più piccola rispetto a quella retail di Vista, piu` simile ad una da DVD).