Cerca nel blog

2008/04/26

11/9, pronti tutti i video

Pronti tutti i video dell'incontro di Verrès


Sono ora disponibili su Youtube tutti i video dell'incontro La Cospirazione Impossibile che ho tenuto a Verrès (Aosta) l'11 aprile scorso. I video sono catalogati e presentati in questo articolo. Sono il mio primo esperimento con Final Cut Express HD e sono stati realizzati con due videocamere digitali sincronizzate in post-produzione.

Chi volesse una versione scaricabile in alta qualità dei video è pregato di contattarmi via mail.

42 commenti:

Cristian Leandri ha detto...

Grande Paolo! Ti ho messo nel blogroll del mio sito "Commodore64" www.cristian79.tk ... Potresti dedicare un articoletto nel tuo weblog dedicato al mio sito retrò?

Attendo risposta... Se puoi!!!


Cristian79.

stevin ha detto...

Mentre stanno accelerando i tam tam mediatici per fabbricare a tavolino una “giustificazione” per un attacco (magari nucleare) all’Iran, perpetuando la guerra Sionista – Neocon che è stata resa possibile dagli eventi epocali dell’11 settembre, mi sembra quanto mai evidente che le seguenti tre caratteristiche
– essere sano di mente, essere intellettualmente onesto e credere alla versione ufficiale dell’11 settembre -
non possano coesistere nella stessa persona.

Due qualunque di queste possono coesistere, ma la terza è impossibile.

D’altra parte si è visto recentemente di che pasta sono fatti i “giornalisti” che supportano le tesi del Pentagono. Se n’è accorto il NY Times; al confronto la scoperta dell’acqua calda è da premio Nobel. (http://www.nytimes.com/2008/04/20/washington/20generals.html)

Ma anche i comunicati di Al Qaeda, che sono annunciati da Associated Press con due settimane d’anticipo e regolarmente rispettano le scadenze, “scovati” con abilità sorprendente da Rita Katz (figlia di un agente del Mossad) e trasmessi da siti web che nonostante la tecnologia sorprendente del Pentagono, in 7 anni non sono mai stati tracciati, sono un’autentica sfida al ridicolo.

E i video di Al Qaeda, “curati” da Adam Gadahn, alias “Azzam l’Americano”, al secolo Adam Pearlman, giovanotto californiano già nipote di un direttore della Anti Defamation Ligue (importante organo di propaganda sionista).
In tali video, poi compaiono improbabili Osama Bin Laden ringiovaniti o pezzi di film di repertorio, ma sorvoliamo …

Il tutto passando dalla serie di balle spaziali già vendute dall’amministrazione Bush, come le armi di distruzione di massa e l’uranio del Niger di Saddam Hussein, la bustina di antrace di Colin Powell all’ONU, i legami tra Saddam e Bin Laden, la pista siriana nell’omicidio Hariri, ecc. ecc. ecc.

Ma il vero debunker è di bocca buona, quando si tratta di accettare tutto ciò che viene dal potere costituito. Diventa invece implacabile quando si parla di teorie “cospirazioniste”.

E’ proprio il caso di citare, sia pur mancando di originalità, lo stolto che guarda il dito di colui che indica la luna…

A questo punto, vorrei accontentare anche chi obiettasse la mancanza di argomentazioni tecniche, ma perdonatemi se non riprendo l’elenco completo, che ormai francamente mi è venuto a nausea. Affido il compito ad un link dove sono riassunte molte delle considerazioni tecniche.

http://www.serendipity.li/wot/bollyn2.htm


Avvicinandomi alla conclusione, vorrei porre alla vostra attenzione alcune delle prese di posizione più autorevoli contro la versione ufficiale dell’11/9.

http://www.prisonplanet.com/articles/april2007/130407insidejob.htm
(Victor Gold giornalista repubblicano denuncia false flag 9/11)

http://www.infowars.com/?p=1304
(ex governatore Minnesota Jesse Ventura scettico su crollo WTC 1-2-7)

http://www.corriere.it/politica/07_novembre_30/osama_berlusconi_cossiga_27f4ccee-9f55-11dc-8807-0003ba99c53b.shtml
(dichiarazione Cossiga al Corriere: 9/11 ad opera CIA/Mossad)

http://www.lookingglassnews.org/viewstory.php?storyid=1043
(Paul Craig Roberts già membro staff Reagan considera 9/11 un “inside job”)

http://www.lewrockwell.com/orig4/reynolds5.html
(Morgan Reynolds, già membro staff Bush critica fortemente versione ufficiale 9/11)


Desidero infine tornare alla considerazione iniziale: l’asse Washington – Tel Aviv sta preparando il terreno, con tutta la disinformazione del caso, per un attacco contro l’Iran.

L’ultimo pseudo-comunicato di Al Qaeda, per chi ha un po’ di cervello, va in questa direzione.

L’opinione pubblica dormiente continuerà in buona parte a bersi tutte queste frottole, compreso il prossimo falso evento che potrebbe dare il via all’attacco.

E se l’opinione pubblica continua a dormire, è anche grazie a gente come voi.

Paolo Attivissimo ha detto...

– essere sano di mente, essere intellettualmente onesto e credere alla versione ufficiale dell’11 settembre - non possano coesistere nella stessa persona.

Secondo il classico copione del Vero Complottista, si parte subito con gli insulti.


D’altra parte si è visto recentemente di che pasta sono fatti i “giornalisti” che supportano le tesi del Pentagono. Se n’è accorto il NY Times; al confronto la scoperta dell’acqua calda è da premio Nobel.

Il secondo step è accusare di collusione tutti coloro che non credono ciecamente alla tesi complottista.

Ma guarda: i giornalisti non sono tutti onesti. Che scoperta. Però quando fa comodo sono onesti, come il Chris Bollyn che presenterai tra poco e che fabbrica le prove di nepotismo puramente sulla base di un cognome (Chertoff) e frequenta David Duke del KKK.


Il terzo step è il pensiero monolitico: siccome i governi spesso mentono, devono mentire sempre e comunque, anche quando la verità farebbe comodo:

Il tutto passando dalla serie di balle spaziali già vendute dall’amministrazione Bush, come le armi di distruzione di massa e l’uranio del Niger di Saddam Hussein, la bustina di antrace di Colin Powell all’ONU

E allora? Non importa chi siede alla Casa Bianca, gli incendi in un edificio abitativo bruciano sempre e comunque a oltre 900 gradi e le strutture in acciaio continuano a crollare se surriscaldate. Lo confermano i Vigili del Fuoco italiani. Fanno parte anche loro della cospirazione?


Quarto step: appello all'autorità.

vorrei porre alla vostra attenzione alcune delle prese di posizione più autorevoli

Nessuno dei politici che hai citato è un esperto di aeronautica, radaristica o ingegneria strutturale. Molti di loro hanno oltretutto chiarito che le loro parole sono state manipolate.

Che noia. Sempre lo stesso schema.

Chiamami quando avrai delle prove, invece che i soliti rantoli incoerenti. Chiamami quando saprai spiegare come sono crollate le Torri Gemelle: esplosivo o termite? Dopo sette anni, i cospirazionisti non si sono ancora decisi quale dei due metodi sarebbe quello "vero".

Se c'è qualcuno che sta lavorando sodo per seminare bugie e disinformazione, è il movimento cospirazionista. A chi giova? Prova a chiedertelo.

Emanuele Ciriachi ha detto...

Stevin, non ho tempo nè voglia di replicare alle tue fanfaluche geoplitiche.

Ho solo da dire che la tua accusa di disonestà intellettuale verso chi non la pensa come te è il tratto distintivo dell'odiosa intolleranza dei complottisti più fanatici, come te.

La vostra cecità e impermeabilità alla ragione e all'analisi razionale si possono spiegare solo con un disperato attaccamento all'ideologia, all'anti-americanismo, al comunismo becero secondo cui tutti i ricchi sono cattivi, tutti i poveri sono buoni, tutte le bombe sono fasciste o americane.

Matz ha detto...

http://www.infowars.com/?p=1304
(ex governatore Minnesota Jesse Ventura scettico su crollo WTC 1-2-7)


Beh Paolo ma come fai a non credere a questa testimonianza così qualificata!!!!!!!

Stiamo parlando di Jesse "The Body" Ventura, un mito del Wrestling, stiamo parlando di questo qui

Come non credergli :-DD

Paolo Attivissimo ha detto...

Emanuele, attenzione a non cadere nella trappola retorica della politica. Ti esporresti all'accusa di strumentalizzazione a scopo ideologico.

Il cospirazionismo undicisettembrino esiste anche negli USA, dove ha una valenza anti-governo centrale. Ben diversa da quella che ha in Europa, dove certamente è alimentata dall'antiamericanismo. Non le affibbierei, però, un'etichetta politica come "comunista" o altro.

stevin ha detto...

He he divertente essere psicanalizzato da Attivissimo.

Provate anche a dare una spiegazione alle registrazioni dei sismografi (nel link di serendipity che ho incluso); per quanto riguarda gli edifici incendiati, ci sono decine di esempi precedenti o seguenti di incendi che non hanno provocato il crollo.

Cito il Dott. Ray Griffin:

"Per comprendere quanto sia ridicola la teoria che i brevi incendi nelle torri abbiano potuto portarle al crollo strutturale, possiamo confrontarle con degli altri esempi. Nel 1988, un incendio nel First Interstate Bank Building a Los Angeles è divampato per 3.5 ore ed ha distrutto 5 dei 62 piani dell'edificio, ma non sono stati registrati significativi danni strutturali (FEMA, 1988). Nel 1991, un enorme incendio al Philadelphia's One Meridian Plaza è durato 18 ore ed ha distrutto 8 dei 38 piani dell'edificio, ma, secondo il rapporto della FEMA, anche se "travi e putrelle si piegarono e torsero ... a causa della pesante esposizione al fuoco... , le colonne continuarono a supportare il loro carico senza danni evidenti " (FEMA,1991). A Caracas, nel 2004, un incendio in un edificio di 50 piani è durato 17 ore, devastandone completamente i 20 piani della parte superiore, tuttavia non è crollato (Nieto, 2004). E noi dovremmo credere che un incendio durato 56 minuti abbia portato al crollo della torre sud."

Tuttora non avete mai spiegato in modo convincente la dinamica del WC7 sovrapponibile a quella delle demolizioni controllate. Nè la presenza di pozze di metallo a 3.000 gradi un mese dopo i crolli.

Ma poi, c'è poco da fare: negli States meno della metà della gente ci crede.

E cosa ve ne pare dei filmati di Al Qaeda annunciati in anticipo e presentati in esclusiva dal S.I.T.E. di Rita Katz?

Come diceva Totò ... ma ci faccia il piacere!...

stevin ha detto...

He he divertente essere psicanalizzato da Attivissimo.

Provate anche a dare una spiegazione alle registrazioni dei sismografi (nel link di serendipity che ho incluso); per quanto riguarda gli edifici incendiati, ci sono decine di esempi precedenti o seguenti di incendi che non hanno provocato il crollo.

Cito il Dott. Ray Griffin:

"Per comprendere quanto sia ridicola la teoria che i brevi incendi nelle torri abbiano potuto portarle al crollo strutturale, possiamo confrontarle con degli altri esempi. Nel 1988, un incendio nel First Interstate Bank Building a Los Angeles è divampato per 3.5 ore ed ha distrutto 5 dei 62 piani dell'edificio, ma non sono stati registrati significativi danni strutturali (FEMA, 1988). Nel 1991, un enorme incendio al Philadelphia's One Meridian Plaza è durato 18 ore ed ha distrutto 8 dei 38 piani dell'edificio, ma, secondo il rapporto della FEMA, anche se "travi e putrelle si piegarono e torsero ... a causa della pesante esposizione al fuoco... , le colonne continuarono a supportare il loro carico senza danni evidenti " (FEMA,1991). A Caracas, nel 2004, un incendio in un edificio di 50 piani è durato 17 ore, devastandone completamente i 20 piani della parte superiore, tuttavia non è crollato (Nieto, 2004). E noi dovremmo credere che un incendio durato 56 minuti abbia portato al crollo della torre sud."

Tuttora non avete mai spiegato in modo convincente la dinamica del WC7 sovrapponibile a quella delle demolizioni controllate. Nè la presenza di pozze di metallo a 3.000 gradi un mese dopo i crolli.

Ma poi, c'è poco da fare: negli States meno della metà della gente ci crede.

E cosa ve ne pare dei filmati di Al Qaeda annunciati in anticipo e presentati in esclusiva dal S.I.T.E. di Rita Katz?

Come diceva Totò ... ma ci faccia il piacere!...

CheshireCat ha detto...

Nè la presenza di pozze di metallo a 3.000 gradi un mese dopo i crolli.

Stevin... se sono riusciti a "creare" delle "pozze di metallo" che hanno bollito (quindi intorno ai 1000°) per dei mesi... non credi che da un pezzo avremmo risolto ogni problema energetico MONDIALE?

Hai idea di che quantità di energia termica serva per ottenere un risultato simile? (non è difficile calcolarlo, ma si può fare un conto approssimativo partendo da: massa del metallo, capacità termica, durata del fenomeno... se mi manca qualche dettaglio è perchè sono MOLTO assonnato...). Una quantità di energia tale NON può essere data dalla termite: altrimenti la userebbero al posto dell'uranio nelle centrali! Invece che per saldare i binari del treno...

Seconda affermazione: come mai non c'è NEMMENO UNA FOTO di questo fenomeno straordinario? Se si afferma qualcosa occorre portare delle prove... O sbaglio? NO?! Allora credo molti qui potrebbero essere interessati alla mia rivendita di unicorni volanti...

Come direbbe Totò: PUNTO... DUE PUNTI (abbondiamo)

CheshireCat ha detto...

Tuttora non avete mai spiegato in modo convincente la dinamica del WC7 sovrapponibile a quella delle demolizioni controllate.

Invece voi l'avete fatto in maniera assolutamente impeccabile...

Emanuele Ciriachi ha detto...

per quanto riguarda gli edifici incendiati, ci sono decine di esempi precedenti o seguenti di incendi che non hanno provocato il crollo.

Stevin,

perlomeno nel tuo secondo intervento fai affermazione inerenti all'argomento, perciò meriti una risposta educata ed in tema.
Se hai dubbi circa qualsiasi affermazione che faro' nella mia risposta, segnalalo ed elaborerò ulteriormente.

Allora: le T.T. sono state colpite dall'aereo E incendiate da oltre 30.000 litri di kerosene. Il crollo è sopraggiunto a causa dell'ammorbidimento (non fusione) delle strutture portanti in acciaio, già danneggiate dall'impatto.

E' possibile dimostrare che l'incendio abbia generato temperature prossime ai 900 gradi (vedi articolo sul flashfire e relativo grafico della temperature fornito dai pompieri Italiani).

Non esistono precedenti di danni a grattacieli di questo tipo, per cui il paragone con altri incendi di A
grattacieli non regge.
Anche la teoria della demolizione controllata non regge - si vede chiaramente dai filmati che il crollo comincia nella zona colpita.

Non ho finora visto, inoltre, nessuna foto di queste fantomatiche pozze di metallo fuso, ma anche se vi fossero non vedo perché l'unica spiegazione debba essere il complotto/bomba atomica/raggio laser del sattelite/ecc.

Dalle affermazioni che fai sembri proprio aver letto soltanto qua e la alcuni degli slogan dei complottisti, senza esserti informato dei fatti... in questo sito c'è stata una ricerca certosina dell'argomento, da fonti autorevoli ed imparziali. Hai dato un'occhiata ai temi da te trattati prima di parlarne avendo sottomano solo le fonti cospirazioniste?

stevin ha detto...

Qualcuno ha richiamato foto o filmati delle pozze di metallo fuso e delle "fontane" incandescenti prima dei crolli.

http://www.supportthetruth.com/joes.php

Nei filmati è nuovamente riproposto il crollo del WTC7 che da solo - ripeto, da solo - dovrebbe bastare a troncare qualunque discussione essendo quest'ultimo dannegggiato solo marginalmente e da un lato, ciononostante crolla in pochi secondi esattamente su se stesso.

Senza parlare dei presunti terroristi-piloti fai-da-te che, senza essere grandi esperti di volo, dirigono gli aerei senza (evidentemente) pilota automatico, si dirigono senza esitazioni su New York e compiono manovre definite eccezionalmente difficili da piloti esperti.

Vorrei inoltre informare che tra l'1 e l'8 di maggio sono in programma nuove esercitazioni con simulazioni di uragani ed eventi terroristici, nello Stato di Washington (come l'11 settembre negli USA e il 7 luglio a Londra, guarda caso).

Vedremo se in tale occasione sarà messo in atto il nuovo false-flag necessario per mettere in pratica il sospirato attacco all'Iran ...

Paolo Attivissimo ha detto...

Nei filmati è nuovamente riproposto il crollo del WTC7 che da solo - ripeto, da solo - dovrebbe bastare a troncare qualunque discussione

Senza parlare dei presunti terroristi-piloti fai-da-te che, senza essere grandi esperti di volo

Stevin, guarda che non è una gara a chi dice più scempiaggini. Documentati meglio, prima di dire queste cose, e scoprirai che chi ti sta prendendo per il naso non è Bush o i Neocon o i Rettiliani, ma i cospirazionisti che ti nascondono i fatti.

Vedremo se in tale occasione sarà messo in atto il nuovo false-flag necessario per mettere in pratica il sospirato attacco all'Iran ...

Dimmi, Stevin, e se non succede niente, verrai invece qui a dire che hai fatto la figura dell'imbecille?

No: farai sicuramente come negli altri infiniti casi di previsto allarme. Verrai qui a dire che grazie al vostro intervento avete smascherato l'operazione, che quindi è stata rinviata.

Vi credete i salvatori del mondo.

Emanuele Ciriachi ha detto...

Uff... avevo scritto un lungo commento, ma Internet è venuta a mancare prima che venisse postato e l'ho perso.
Riassunto:

Nei filmati è nuovamente riproposto il crollo del WTC7 che da solo - ripeto, da solo - dovrebbe bastare a troncare qualunque discussione essendo quest'ultimo dannegggiato solo marginalmente e da un lato, ciononostante crolla in pochi secondi esattamente su se stesso.

Questa frase dovrebbe bastare a troncare qualunque discussione e a capire che ci troviamo davanti all'ennesimo bot complottista "copy & paste X-22" dell'ultim'ora:

1) Affermazioni secche e perentorie pur non essendo avallate da spiegazioni tecniche;

2) Mancata risposta e/o ritrattazione dei propri argomenti dinanzi alle nostre osservazioni precedenti e passaggio ad un altro diverso argomento - "spostare i paletti", appunto;

3) Cieca e assoluta convinzione pur in assenza di prove certe.


Ora, magari saremo noi che siamo una manica di fessi e tu ad essere l'unico in grado di giudicare ad occhio come dovrebbe cadere un grattacielo anche se i migliori ingegneri del mondo la pensano altrimenti, chissà - però, detto così, non dai proprio l'impressione di avere queste competenze.
Senza rancore.

Dan ha detto...

"mi sembra quanto mai evidente che le seguenti tre caratteristiche
– essere sano di mente, essere intellettualmente onesto e credere alla versione ufficiale dell’11 settembre - non possano coesistere nella stessa persona."

Sai, questo passaggio mi ha ricordato una barzelletta... quella in cui Dio sta dando due qualità a tutti i popoli europei, e quando arriva agli italiani dice che gli italiani "saranno onesti, intelligenti, e di Forza Italia". Un angelo, o San Pietro, obietta che quelle sarebbero TRE qualità, e allora Dio decreta che gli italiani potranno averne solo due per volta: chi è intelligente e di FI non può essere onesto, chi è onesto e di FI non può essere intelligente, e chi è intelligente e onesto non può essere di FI...
Ora, non me ne vogliano quelli di FI (non è mia intenzione entrare in una discussione politica), ma questo tuo decretare assoluto che tali e tali caratteristiche non possono stare insieme... è ridicolo al pari della barzelletta. E come essa, buona solo per una risata e niente più.

"Cito il Dott. Ray Griffin:"
Certo, 'dottore'.
Ma dottore di cosa..? Tu lo sai?

"il crollo del WTC7 che [...] essendo quest'ultimo dannegggiato solo marginalmente e da un lato, ciononostante crolla in pochi secondi esattamente su se stesso."
Danneggiato marginalmente... ma certo, un jet di linea quasi a pieno carico di passeggeri e carburante, e spinto quasi alla massima velocità, cosa vuoi che gli abbia fatto? Dopotutto, trent'anni fa i grattacieli li costruivano con putrelle in adamantio...

Quanto al resto, potresti evitare di ripetere le solite storie che già in duemila hanno già riportato a pappagallo, e che se avessi la bontà e onestà intellettuale di cui sopra di leggere un pochino di questo blog, vedresti sono già state debunkate da mesi e mesi? Capisco che vedere smontate e smentite le proprie fantasie preferite non sia piacevole, però...

Emanuele Ciriachi ha detto...

Dan, piccolo appunto - il WTC7 non è stato colpito da nessun jet, ma dai detriti delle due torri.

Leonardo Salvaggio ha detto...

Ciao Stevin,

tu che spiegazione dai delle "fontane incandescenti" e delle "pozze di metallo fuso"?

Non si è mai sentito, se non in Inganno Globale... ma lasciamo perdere, che le demolizioni controllate causino questo tipo di fenomeni.

Attendo la tua versione.

logan7 ha detto...

stevin ha detto...

...niente di cui valga la pena parlare.

psionic ha detto...

stevin, sei in ritardo di qualche anno con le tue teorie complottiste...

Dai, se proprio devi, almeno dacci materiale nuovo da smentire! :D

psionic ha detto...

Ah ah ah, matz! :D

Voglio anche ricordare che Jesse Ventura e' stato pronosticato da Matt Groening come futuro presidente americano in Futurama.

Quello si' che ha visto avanti, mi sa che anche Groening fa parte dell'"Enorme Complotto"

stevin ha detto...

Dice Attivissimo:

"Dimmi, Stevin, e se non succede niente, verrai invece qui a dire che hai fatto la figura dell'imbecille?"

Tra le due, dovendo scegliere ritengo preferibile far la figura dell'imbecille piuttosto che aver avuto ragione... Quando si parla di certe cose si tratta sempre di probabilità non di certezze.


"No: farai sicuramente come negli altri infiniti casi di previsto allarme. Verrai qui a dire che grazie al vostro intervento avete smascherato l'operazione, che quindi è stata rinviata.

Vi credete i salvatori del mondo."

Già, manca sempre la controprova, vero? E' duro il mestiere di salvatore del mondo ... :P

OrboVeggente ha detto...

stevin:
Tra le due, dovendo scegliere ritengo preferibile far la figura dell'imbecille piuttosto che aver avuto ragione... Quando si parla di certe cose si tratta sempre di probabilità non di certezze.

Qui, invece, si preferisce partire dalla certezze, per escludere con metodo tutte le probabilità.

studente88 ha detto...

stevin

citi il NYT per dimostrare "di che pasta sono fatti i giornalisti" ma ti dimentichi di una piccola cosa: il NYT e' un giornale, scritto da giornalisti (e sono anche americani, azzzzz, i cattivoni....).
Quindi usi una fonte che accusi di far parte del complotto (perche' dubito che un giornale importante come il NYT non faccia parte di questa cospirazione globale....)

Per il resto, niente di nuovo, niente di vero.
Sempre gli stessti vaneggiamenti che mi fanno desiderare che il complottismo diventi un reato perseguibile con l'abolizione del diritto d'espressione (e' bello vivere in una democrazia, ma purtroppo quando se ne abusa e' davvero troppo)

OT

Paolo,
grazie davvero per i video, era da un po' di tempo che cercavo dell'intrattenimento di questa qualita'. Vedere come reagivano i complottisti esattamente come avevi descritto all'inizio della presentazione e' stata una soddisfazione davvero rara :-)
grazie davvero

roberto ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
roberto ha detto...

OT:
Nel frattempo pare che la lista degli scienziati che parlano di scie si sia allungata...

Dan ha detto...

"Dan, piccolo appunto - il WTC7 non è stato colpito da nessun jet, ma dai detriti delle due torri."
Giusto, errore mio, ho letto male e preso il 7 per 1+2...
Ciò non toglie che il "marginalmente" se lo siano sognato la notte. Il giorno, purtroppo, vengono qui a straparlare di cose vecchie quanto il cucco.

"Tra le due, dovendo scegliere ritengo preferibile far la figura dell'imbecille piuttosto che aver avuto ragione..."
Non preoccuparti, ce ne eravamo accorti da tempo. A quanto sembra, tra i complottisti non sei il solo.
A proposito: grazie per l'autogol servito su un piatto d'argento.

"OT: Nel frattempo pare che la lista degli scienziati che parlano di scie si sia allungata..."
Anche il numero di mosche nel mondo. Aspetterò con ansia la notizia del tuo cambio di alimentazione...

stevin ha detto...

Cari i miei debunker,

mentre Jimmy Carter è preoccupato per i nuovi venti di guerra e auspica nuove investigazioni sull'11/9, ritenendo quelle fin qui fatte quantomeno sospette, e Gary Hart si unisce al coro dei personaggi di spicco che temono a breve un altro attentato false flag, vorrei esporre un concetto attinente ai precedenti ma di vedute un po' più larghe.

Mi sembra ovvio che chi ritiene falsa la versione ufficiale degli attentati dell'11/9 e chi invece ritiene una bufala le teorie cospirazioniste, si debbano pur fare un'idea del contesto che sta attorno ai meri fatti dell'11/9, un'idea che sia auspicabilmente coerente con la propria presa di posizione.

Da qusto punto di vista allargato, devo dire che personalmente, pur conscio della drammaticità del momento (e da questo punto di vista vi invidio molto) non ho difficoltà a mettere insieme una certa sequenza di eventi in una situazione d'insieme globalmente coerente. Basata, evidentemente su una volontà di mantenere un perenne stato di guerra giustificato con la lotta al "terrorismo globale".

Non riesco invece molto a calarmi nei panni di qualcuno che crede (o fa finta) alla versione ufficiale dei fatti.
Il mio senso critico mi obbligherebbe perlomeno a pormi delle domande di cui per esigenze di spazio citerò solo alcune:

- Com'è possibile che da almeno sei anni i sedicenbti membri di Al Qaeda continuino la loro propaganda, incitazione alla rivolta e possibile invio di messaggi in codice attraverso siti internet e nessuno in sei anni (sei) sia mai riuscito ad oscurare questi siti o magari a rintracciare l'ubicazione dei server?

- Com'è possibile che dopo più di sei anni (sei) di occupazione dell'Afghanistan, per sgominare Al Qaeda, con costi astronomici, beneficiando del totale dominio dell'aria e disponendo di satelliti, le truppe occupanti non si siano fatte nemmeno un'idea di dove possono essere ubicati i nascondigli dei terroristi, tanto che periodicamente la catena "ABC" mostra riunioni all'aperto di terroristi mascherati in radure che sembrano la Pianura Padana?

- Com'è possibile che prima di invadere l'Iraq si siano prodotte giustificazioni che poi sono via via state smentite totalmente, nell'ordine l'uranio dal Niger, le ADM, il legame di Saddam con Al Qaeda, e che l'esercito abbia distrutto il Paese, speso 2.000 miliardi di dollari, perso da 10.000 a 15.000 soldati (le cifre ufficiali sono addolcite), senza aver ottenuto alcun risultato?

- Perchè nessuno parla più dell'omicidio Hariri dopo che il commissario ONU per la giustizia Serge Brammertz ha escluso il coinvolgimento della Siria? Se non è stata la Siria chi è stato? Che sia "scoppiato di salute"?

- Come mai stranamente l'ultimo comunicato di Al Qaeda "denuncia" l'intromissione degli Sciiti iraniani nelo scenario iracheno, cosa che guarda caso sposa proprio le attuali teorie dei neocon?

- Come mai Washington tira fuori freneticamente adesso le prove di esistenza di un'installazione nucleare nel sito siriano bombardato da Israele nel settembre scorso, quando già allora una fornitura nucleare dall Corea del Nord alla Siria era ritenuta poco credibile dagli esperti (Uranio del Niger docet)?

Bene, a queste e molte altre domande dovreste saper rispondere per pretendere di avere una credibilità a 360° e non soltanto andando a cercare il pelo nell'uovo nelle teorie complottiste.

Perchè, cari debunkers glass-climbers, se nelle teorie complottiste cercate il pelo in un nuovo, dovreste esaminare con la stessa attenzione le conclusioni "ufficiali". In quel caso, vi ritrovereste a cercare il pelo non in un uovo ma in una noce di cocco, con dispendio di energie assai minore ...

Paolo Attivissimo ha detto...

Caro Stevin,

tutte le domande che fai non c'entrano un fico secco con le teorie cospirazioniste. Non dimostrano che le Torri Gemelle sono state demolite con l'esplosivo o le microonde e che al Pentagono non c'era alcun aereo.

Se tu conoscessi la tecnologia militare vera, anziché le fantasie di Hollywood, non ti porresti neppure queste domande.

E non cadere nella classica metodologia complottista del "Si', ma..." che ho illustrato proprio in questi video.

I cospirazionisti si attaccano a qualche oscuro microdettaglio irrisolto e pensano di aver "dimostrato" con quel microdettaglio che l'intera ricostruzione ufficiale non sta in piedi.

Che noia.


se nelle teorie complottiste cercate il pelo in un nuovo

A parte il lapsus "nuovo" -- "uovo", non hai capito un concetto fondamentale: non è questione di pelo nell'uovo. Abbiamo esaminato oltre 110 affermazioni complottiste. Tutte sono risultate false. Qui, se togliamo tutti i peli, dell'uovo non rimane più nulla.

dovreste esaminare con la stessa attenzione le conclusioni "ufficiali"

Quello già lo fanno i complottisti, e in sette anni non hanno cavato un ragno da un buco. Perché dovremmo farlo anche noi? Stai dicendo che loro sono stupidi e incapaci?

stevin ha detto...

Attivissimo dice:

"...tutte le domande che fai non c'entrano un fico secco con le teorie cospirazioniste. Non dimostrano che le Torri Gemelle sono state demolite con l'esplosivo o le microonde e che al Pentagono non c'era alcun aereo."

Mi sembra di sentire l'avvocato di un gangster che cerca di smontare la teoria dell'accusa ... Come è possibile prescindere dalla inattendibilità di tutto il contesto?


"Se tu conoscessi la tecnologia militare vera, anziché le fantasie di Hollywood, non ti porresti neppure queste domande."

Già, se avessi la perizia dei giornalisti di Popular Mechanics, vero? Quelli sì che sono dei veri esperti.
Il loro tentativo di "smascherare" i complottisti è stato subito stroncato, per non parlare delle strane "purghe" all'interno della redazione prima dell'uscita del servizio (il libro poi se non sbaglio riporta la prefazione di Mc Cain a sottolinearne l'indipendenza).


"I cospirazionisti si attaccano a qualche oscuro microdettaglio irrisolto e pensano di aver "dimostrato" con quel microdettaglio che l'intera ricostruzione ufficiale non sta in piedi."

E chiamali microdettagli.



"Abbiamo esaminato oltre 110 affermazioni complottiste. Tutte sono risultate false. Qui, se togliamo tutti i peli, dell'uovo non rimane più nulla."

Le affermazioni "complottiste" paragonate agli strafalcioni della commissione ufficiale 9/11 sono Vangelo.

Ripeto, siete come avvocati che vi siete dati un compito ben preciso (non so per quale motivo) e giocate sulle parole per raggiungere il vostro obiettivo.

Non è possibile prescindere dal contesto, non fare 2+2. O è tutto credibile oppure è tutto un inganno.

E io (purtroppo: ne farei anche a meno) non concepisco proprio come si faccia a non vedere l'inganno.

Paolo Attivissimo ha detto...

Come è possibile prescindere dalla inattendibilità di tutto il contesto?

Ah, la solita storia del "quadro generale". E' vecchia, Stevin, non attacca.

Il "quadro generale" è fatto di tante pennellate. Se scopri che ognuna è falsa, il quadro non c'è più: è una crosta.

Tutte le teorie cospirazioniste che abbiamo esaminato si sono rivelate false. Spesso i sostenitori di queste teorie hanno falsificato intenzionalmente le "prove".


Già, se avessi la perizia dei giornalisti di Popular Mechanics, vero? Quelli sì che sono dei veri esperti

I giornalisti no. Ma i 300 esperti che hanno intervistato sì. E la comunità tecnica mondiale concorda con loro. Fattene una ragione.

Vai a parlare ai Vigili del Fuoco locali e chiedi come si comporta una struttura d'acciaio in caso d'incendio. Chiedi che temperature si raggiungono in un incendio domestico. Studia cos'è la curva ISO degli incendi.


Il loro tentativo di "smascherare" i complottisti è stato subito stroncato

Solo nella fantasia di qualche svitato.


il libro poi se non sbaglio riporta la prefazione di Mc Cain a sottolinearne l'indipendenza

Che scuse patetiche, Stevin. Siccome non riesci ad attaccare le questioni tecniche, ti butti sulle oscure trame politiche.

Per questo i complottisti fanno la figura degli imbecilli.

Le affermazioni "complottiste" paragonate agli strafalcioni della commissione ufficiale 9/11 sono Vangelo

Eccone un altro che e' rimasto fermo al rapporto della Commissione. Leggiti i rapporti _tecnici_ di NIST, FEMA, ASCE, FAA, MCEER, prima di criticare.


Ripeto, siete come avvocati che vi siete dati un compito ben preciso (non so per quale motivo)

Come, non l'hai ancora capito? Ci paga la CIA i mesi pari, il Mossad i mesi dispari.


E io (purtroppo: ne farei anche a meno) non concepisco proprio come si faccia a non vedere l'inganno.

Concordo. Quando i guru come Thierry Meyssan dicono che gli aerei hanno il carrello a discesa automatica, o che il buco nel Pentagono è largo "cinque metri ripeto cinque metri", mi chiedo anch'io quanto bisogna essere gonzi per fidarsi di chi dice simili scempiaggini.

psionic ha detto...

Solo un piccolo ulteriore commento:

O è tutto credibile oppure è
tutto un inganno


...e questo secondo quale logica? Forse questo succede nei giochetti di logica. Uno dice sempre la verita', uno mente sempre...
Ma dai, come fai a venirtene fuori con certe sparate?

stevin ha detto...

Che la comunità scientifica concordi con le conclusioni di Popular Mechanics può essere vero solo con un distinguo: i funzionari governativi o gli istituti, enti, ecc. che stanno in piedi grazie a finanziamenti o sponsor concordano certamente.

Chi ha i titoli per parlare e può permettersi di dire quello che pensa le trova semplicemente ridicole. Leslie Robertson, progettista delle Torri: "Erano progettate per resistere all'impatto di un Boeing 707 e conseguente incendio".
Ing. Jonathan Barnett - Worcester Polytecnic Institute - specializzato nella protezione degl edifici dagli incendi: "In oltre 20 anni non avevo mai visto una struttura in acciaio di questo tipo crollare per un incendio".

Per quanto riguarda il fuoco e l'acciaio, può essere vero che in generale un incendio può provocare il crollo di strutture metalliche ma non del tipo delle TT con 47 colonne di acciaio garantito alla resistenza a 1000°C per 6 ore, e comunque un crollo per cedimento strutturale causato da un evento "asimmetrico" non si tradurrebbe mai in un crollo verticale con accelerazione di 1 g e totale polverizzazione del cemento.

Il grosso del combustibile verosimilmente è volato fuori al momento dell'impatto nella palla di fuoco che si vede nei filmati; quel che è restato ha continuato a bruciare con carenza di ossigeno come si vede dal fumo denso e scuro. In queste condizioni le fiamme difficilmente avrebbero potuto raggiungere la temperatura a cui brucia il kerosene con abbondanza di ossigeno, comunque inferiore ai 900°C; inoltre la colonna d'acciaio più vicina non avrebbe raggiunto la stessa temperatura delle fiamme: pensare che l'avrebbero raggiunta 47 colonne è assolutamente assurdo.
Il fatto che la parte di edificio interessata all'impatto non abbia raggiunto globalmente temperature lontanamente paragonabili con i 1000 °C è testimoniato dal fatto che diverse persone che si trovavano nella seconda torre, ai piani interessati dalla collisione, siano riuscite a salvarsi scendendo da una delle due scale (centrali)rimasta praticabile.

Inoltre: prima dei crolli sono state avvertite esplosioni fortissime. Ciò è riportato nei servizi di giornalisti della CNN, CBS, ecc. e in decine di interviste con i pompieri o normali citadini. Anche i sismografi della Columbia University registrano due eventi compatibili soltanto con esplosioni, proprio all'ora in cui sono cominciati i crolli.

Ma vogliamo poi parlare del terrorista ai comandi del boeing 757 (incapace di pilotare anche un piper) che con volo a vista trova il Pentagono e lo colpisce orizzontalmente dopo un volo radente a 800 km/h a 5 metri da terra? Ma il debunker si focalizza sul buco di 5 metri o 10 metri.

Ricordo un passaggio di Attivissimo a Matrix: la sua attenzione era posta sui particolari che sarebbero stati trascurati nelle teorie "cospirazioniste".
In particolare il fatto che il WTC 7 era interessato (molto parzialmente) da un incendio, cosa mai menzionata dai "cospirazionisti"; oppure il cedimento di una piccola struttura sul tetto del WTC7 prima del crollo, a dimostrazione che non è vero che il crollo è iniziato dal basso. Ricordo che già all'epoca ho trovato tali precisazioni assolutamente marginali.

Mi sono fatto un'idea divertente del modo di procedere di voi debunker. Vediamo se anche voi trovate questo esempio divertente.

Mettiamo che ad un certo punto la versione ufficiale citi: "c'era un asino che volava ..." .

Di conseguenza, qualcuno obietterà, dicendo: "Questa versione non sta in piedi, perchè nessuno ha mai visto un asino volare ... Ritengo che in realtà si trattasse di un cavallo che faceva salti di tre metri".

A questo punto interviene il debunker che, dopo aver etichettato il primo come "cospirazionista", inteso come sinonimo di visionario, dirà: non esistono cavalli che compiono salti di tre metri: al massimo possono saltare due metri e mezzo".
E con questo avete smentito la tesi cospirazionista senza peraltro esprimervi sul fatto che gli asini volino o no.

Se dovessi definire questo modo di procedere con un unico aggettivo proporrei: ri-di-co-lo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Che la comunità scientifica concordi con le conclusioni di Popular Mechanics può essere vero solo con un distinguo: i funzionari governativi o gli istituti, enti, ecc. che stanno in piedi grazie a finanziamenti o sponsor concordano certamente.

Ah, quindi chiunque lavori per un governo, direttamente o indirettamente, fa parte del complotto. Geniale.

E dimmi, Stevin, come si assicurano che nessuno mai spifferi nulla? Non sono riusciti a tenere segreto il passatempo dalla Lewinski, e tu credi che possano tenere zitte centinaia di migliaia di persone?

Dici che gli ingegneri cubani o nordcoreani stanno zitti per fare una cortesia al governo USA?

Leslie Robertson, progettista delle Torri: "Erano progettate per resistere all'impatto di un Boeing 707 e conseguente incendio".

Falso. Fai la citazione giusta, e vedrai cos'ha detto realmente.

Il resto del tuo commento è la migliore dimostrazione della psicologia di cui ho parlato.

Emanuele Ciriachi ha detto...

"In oltre 20 anni non avevo mai visto una struttura in acciaio di questo tipo crollare per un incendio"

"...non si tradurrebbe mai in un crollo verticale con accelerazione di 1 g e totale polverizzazione del cemento."

"...quel che è restato ha continuato a bruciare con carenza di ossigeno come si vede dal fumo denso e scuro."

"...prima dei crolli sono state avvertite esplosioni fortissime."

"Ma vogliamo poi parlare del terrorista ai comandi del boeing 757 (incapace di pilotare anche un piper)."



Stevin,
ANCORA a discutere di questi argomenti già smentiti n-mila volte? Dobbiamo ripetere le stesse cose all'infinito soltanto perché tu non vuoi informarti?

Facci un favore, vatti a leggere perlomeno i dati di base degli argomenti che hai citato:

http://undicisettembre.blogspot.com/2006/07/indice-delle-prove-di-complotto.html

stevin ha detto...

Caro Attivissimo, Forse la tua intensa attività ti lascia poco tempo per replicare, o forse cominci ad essere a corto di argomenti.

“Che la comunità scientifica concordi con le conclusioni di Popular Mechanics può essere vero solo con un distinguo: i funzionari governativi o gli istituti, enti, ecc. che stanno in piedi grazie a finanziamenti o sponsor concordano certamente.

Ah, quindi chiunque lavori per un governo, direttamente o indirettamente, fa parte del complotto. Geniale.”


Non è geniale. E’ triste. Quante persone pensi che da noi sappiano benissimo chi sono i mandanti delle stragi di Piazza Fontana, di Bologna, dell’omicidio Moro? Parecchie. Quelli che ogni tanto parlano, ad esempio Cossiga, vengono considerati pazzi. Un altro che ha parlato, dei retroscena del delitto Moro, è l’ex ministro Galloni. Quanto spazio gli hanno dato i giornali?



”E dimmi, Stevin, come si assicurano che nessuno mai spifferi nulla? Non sono riusciti a tenere segreto il passatempo dalla Lewinski, e tu credi che possano tenere zitte centinaia di migliaia di persone?”

Ci sono due modi di tenere zitte le persone: fornire loro motivi convincenti per non parlare, o non divulgare ciò che dicono.
Ad esempio, i responsabili dell’aeronautica militare responsabili dell’inefficienza del sistema di difesa, tutti promossi ad incarichi superiori (invece di essere degradati come ci si potrebbe aspettare) hanno i loro buoni motivi per tacere.
Oppure, il Luogotenente Ausiliario dei vigili del fuoco Paul Isaac che dopo aver affermato che "c'erano sicuramente bombe in quegli edifici (Twin Towers)", ha aggiunto che "molti altri pompieri sapevano che c'erano bombe negli edifici, ma temono di perdere il loro lavoro ammettendolo, dato che "ordini dall'alto" hanno proibito di discuterne" .
Inoltre, quando alcune persone come Isaac e William Rodriguez hanno parlato, la stampa semplicemente non ha riportato le loro affermazioni.
Ma ci sono altre persone che invece hanno parlato, ad es. l’agente dell’FBI Coleen Rowley, che ha denunciato i l’azione del direttore Robert Mueller per fermare l’indagine sulle attività di Zacarias Mussaoui, che avrebbe potuto permettere di risalire a ciò che si stava preparando. La Rowley peraltro proprio nei prossimi giorni dovrà deporre davanti al Congresso.



”Dici che gli ingegneri cubani o nordcoreani stanno zitti per fare una cortesia al governo USA?”


Per carità, Chavez da tempo ha sposato pubblicamente le tesi di Thierry Meyssan, mentre anche i Giapponesi a quanto pare si danno da fare … (http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=2382)



”Leslie Robertson, progettista delle Torri: "Erano progettate per resistere all'impatto di un Boeing 707 e conseguente incendio".

Falso. Fai la citazione giusta, e vedrai cos'ha detto realmente.”


Mi dispiace, ma ho visto l’intervista filmata. E dice proprio così.



”Il resto del tuo commento è la migliore dimostrazione della psicologia di cui ho parlato.”


Acc… Lo sapevo che non vi sarebbe piaciuta.

stevin ha detto...

"Emanuele Ciriachi ha detto...

"In oltre 20 anni non avevo mai visto una struttura in acciaio di questo tipo crollare per un incendio"

"...non si tradurrebbe mai in un crollo verticale con accelerazione di 1 g e totale polverizzazione del cemento."

"...quel che è restato ha continuato a bruciare con carenza di ossigeno come si vede dal fumo denso e scuro."

"...prima dei crolli sono state avvertite esplosioni fortissime."

"Ma vogliamo poi parlare del terrorista ai comandi del boeing 757 (incapace di pilotare anche un piper)."


Stevin,
ANCORA a discutere di questi argomenti già smentiti n-mila volte? Dobbiamo ripetere le stesse cose all'infinito soltanto perché tu non vuoi informarti?

Facci un favore, vatti a leggere perlomeno i dati di base degli argomenti che hai citato:

http://undicisettembre.blogspot.com/2006/07/indice-delle-prove-di-complotto.html"



Ho guardato queste "smentite" e non sono nulla di più di un chiacchiericcio, buono per generare confusione nel pubblico più disattento (purtroppo, la maggioranza).

Non avete niente di meglio?

Paolo Attivissimo ha detto...

Stevin:

forse cominci ad essere a corto di argomenti

Due libri, oltre 500 articoli, l'intera letteratura ingegneristica a supporto, e sarei "a corto di argomenti"? Il tuo senso dell'umorismo è secondo solo alla tua percezione della realtà.


Quante persone pensi che da noi sappiano benissimo chi sono i mandanti delle stragi

Errore fondamentale: stai paragonando l'istigazione politica di attentato con un fatto tecnico.

Che c'entra la natura dei mandanti di un delitto con il modo in cui crollano o bruciano i grattacieli?


Ci sono due modi di tenere zitte le persone: fornire loro motivi convincenti per non parlare, o non divulgare ciò che dicono.

Stranamente, gli unici che blaterano impunemente sono i non addetti ai lavori. A loro non vengono forniti "motivi convincenti"? Come mai?


Ad esempio, i responsabili dell’aeronautica militare responsabili dell’inefficienza del sistema di difesa, tutti promossi ad incarichi superiori (invece di essere degradati come ci si potrebbe aspettare) hanno i loro buoni motivi per tacere.

E allora? Questo cambia il modo in cui volano gli aerei o crollano gli edifici?

Stai inanellando una rara collana di non sequitur.


Oppure, il Luogotenente Ausiliario dei vigili del fuoco Paul Isaac che dopo aver affermato che "c'erano sicuramente bombe in quegli edifici (Twin Towers)", ha aggiunto che "molti altri pompieri sapevano che c'erano bombe negli edifici, ma temono di perdere il loro lavoro ammettendolo, dato che "ordini dall'alto" hanno proibito di discuterne" .

Ma davvero? Una fonte per questa storiella ce l'hai? E gentilmente, mi spieghi come mai ha l'ordine di stare zitto ma ne sta parlando lo stesso?


Inoltre, quando alcune persone come Isaac e William Rodriguez hanno parlato, la stampa semplicemente non ha riportato le loro affermazioni.

Senza offesa, ma questa è una balla totale. Ho in archivio anche le interviste di Fox News in cui Rodriguez è libero di parlare e dire la storia del doppio botto.


Ma ci sono altre persone che invece hanno parlato, ad es. l’agente dell’FBI Coleen Rowley, che ha denunciato i l’azione del direttore Robert Mueller per fermare l’indagine sulle attività di Zacarias Mussaoui

E questo cambia il modo in cui crollano i grattacieli?


La Rowley peraltro proprio nei prossimi giorni dovrà deporre davanti al Congresso.

Ehm.... ma non si era detto che le autorità non volevano indagare e volevano insabbiare?


Per carità, Chavez da tempo ha sposato pubblicamente le tesi di Thierry Meyssan

Chavez è notoriamente un ingegnere strutturista di prim'ordine.


Mi dispiace, ma ho visto l’intervista filmata. E dice proprio così.

L'ho vista anch'io, e quello che gli attribuisci è errato.


Acc… Lo sapevo che non vi sarebbe piaciuta.

"Piaciuta"? No. Ha annoiato, perché è il solito minestrone di menate paranoiche. In sette anni di "ricerca della verità", non vi siete neanche messi d'accordo su un'unica "verità"... che noia. Chiamami quando siete riusciti almeno a mettervi d'accordo fra voi (termite o esplosivo? aerei radiocomandati o missili o caccia?).

OrboVeggente ha detto...

Paolo:
Ha annoiato, perché è il solito minestrone di menate paranoiche. In sette anni di "ricerca della verità", non vi siete neanche messi d'accordo su un'unica "verità"... che noia. Chiamami quando siete riusciti almeno a mettervi d'accordo fra voi (termite o esplosivo? aerei radiocomandati o missili o caccia?).

Se serve, con il vostro permesso, quasi quasi mi metto a fare il complottista.
Mi sembra desolante che in sette anni si è arrivati a tale sfacelo di versioni, in cui l'unico tratto d'unione è il più vuoto nulla.
Anche il titolo del film di Chiesa è almeno onesto nel dichiararlo.
Dai ragazzi, mi preparo un po' sugli articoli tecnici e sparo un po' di "verità celate" anch'io così al prossimo incontro pubblico con Attivissimo sul tema 11/9 forse farò fare una figura un po' meno barbina al complottismo italiano.
ok?

Emanuele Ciriachi ha detto...

Stevin,

riassumo brevemente gli argomenti trattati dal nostro scambio di battute:

a) tu hai parlato di esempi di grattacieli incendiati e non crollati;
b) io ho risposto nel mio 2° intervento, che tu hai ignorato cambiando argomento: hai proseguito con il crollo del WTC7.
c) sei ritornato con una gragnuola di affermazioni su 5 argomenti diversi, su una delle quali (il crollo del grattacielo in acciaio a seguito di incendio) ti era già stata fornita una risposta, da te neanche commentata.

Reitero che, sulla base di dati inoppugnabili, tutti i tuoi 5 argomenti sono bubbole, a cominciare dal primo. Ricopio la mia risposta alla tua obiezione:


Risposta:
le T.T. sono state colpite dall'aereo E incendiate da migliaia di litri di kerosene. Il crollo è sopraggiunto a causa dell'ammorbidimento (non fusione) delle strutture portanti in acciaio, già danneggiate dall'impatto.

E' possibile dimostrare che l'incendio abbia generato temperature prossime ai 900 gradi
(vedi articolo sul flashfire e relativo grafico dell'andamento delle temperature durante un incendio fornito dai pompieri Italiani).

Non esistono precedenti di danni a grattacieli di questo tipo, per cui il paragone con incendi di altri grattacieli non regge.


Commento infine che liquidare come "chiacchiericcio buono per generare confusione nel pubblico più disattento" le oltre 110 dettagliate indagini del gruppo UndiciSettembre necessiti di una vera e propria sospensione della realtà.

E' incomprensibile che nel 2008, dopo tutte le analisi e i dati di cui si dispone, si continui a sostenere una macro-assurdità come quella dell'inside job. Chi si ostina contro ogni evidenza a farlo non può che essere una persona male informata, o prevenuta per motivi ideologici, come hai abbondandemente dimostrato di essere.

P.S.: risparmiaci pure la fatica di citarti la citazione corretta di Leslie Robertson, e valla a recuperare tu stesso invece di leggerne la versione distorta che riportano Mazzucco & co.

markogts ha detto...

"Vorrei inoltre informare che tra l'1 e l'8 di maggio sono in programma nuove esercitazioni con simulazioni di uragani ed eventi terroristici, nello Stato di Washington (come l'11 settembre negli USA e il 7 luglio a Londra, guarda caso)."

Che giorno è oggi? Successo qualcosa?

mike ha detto...

Cari complottisti leggete :
George W. B***: "ragazzi sentite ho voglia di fare una bella guerra che ne dite?"
Donald & Condoleeza: "è un'ottima idea signor presidente! Stiamo già preparandoci infatti per l'Iraq e..."
GWB: "No no no! Che palle 'sto Iraq! Non possiamo rimandarlo? Ho voglia di fare un'altra guerra quella in Iraq la facciamo in seguito"
D&C: "..."
GWB: "Afghanistan, che ne dite?"
D&C: "Beh è difficile ma si potrebbe fare... dobbiamo organizzarla bene però..."
[DRIIIIN]
GWB: "O cax... scusate ragazzi è quel rompielettoridicentrosinistra di Osama Bin L**** che mi chiama... SI? Ciao Osama dimmi! ... No no senti non si può proprio fare... no no ... lo sai con tutti i buoni rapporti che abbiamo da tempo ma non si pulò proprio fare! Va bene ciao!"
D&C: "Affari... segreti?"
GWB: "??? No è che Osama aveva prenotato il campo di calcetto senza dimri nulla, ora gli manca il quinto e voleva andassi io. Non è che non ci voglio andare... è che loro sono 37 fratelli e noi sempre in 5... mi sono rotto di regalare dollari al mio amico italiano Luciano M**** per farci vincere le partite mandando un arbitro buono... insomma! Dove eravamo rimasti?"
D&C: "L'Afghanistan presidente! Ci serve una scusa... potremmo organizzare un bell'auto-attentato!"
GWB: "Ottimo!"
D&C: "Potremmo fare una cosa molto semplice: lanciare aerei di linea contro obiettivi sensibili e dare la colpa ai terroristi!"
GWB: "Benissimo! Gliela farò pagare a Osama, darò la colpa a lui! Però..."
D&C: "Sì?"
GWB: "Un finto dirottamento non è un po' troppo prevedibile? La gente crederà in un gombloddo"
D&C: "Beh..."
GWB: "Facciamo così: allora sulle Torri gemelle mandiamo due aerei radiocomandati. Facciamo montare il radiocomando da un mio fidato amico Silvio B********* che di telecomandi se ne intende... Il radiocomando è un po' ingombrante e va montato come una gigantesca scatola sotto la carlinga, però mi pare la soluzione più adatta..."
D&C: "Non sarebbe più semplice farlo dirottare e basta?"
GWB: "No no ragazzi! E' che voi non ragionate quadrimensionalmente! La genete crederebbe in un gombloddo! Montare un gigantesco radiocomando è molto più verosimile... certo poi se le torri non cadono..."
D&C: "Signor presidente anche se le torri non cadessero l'impatto mediatico sarebbe in ogni caso elevatissimo!"
GWC: "Eh no ragazzi se dobbiamo fare le cose, facciamole per bene! Le torri devono cadere per forza! Allora: radunate circa un migliaio di ebrei e mandateli la sera del 10 Settembre a imbottire di tritolo le Torri, dovrebbe funzionare. Non dimenticate di fornire loro l'apparato anti-forza di Coriolis che abbiamo trovato sull'UFO parcheggiato nell'AREA51... sia mai che le Torri crollassero storte, la gente sgamerebbe il gombloddo..."
D&C: "Bene..."
GWC: "Dategliene un po' di più di tritolo che se avanza possono utilizzarlo con un edificio a caso lì accanto... tanto hanno tutta la notte per farlo... che ci vuole?"
D&C: "Continuaiamo a ritenere che dirottare e basta gli aerei sia meglio..."
CONTINUA...

mike ha detto...

PARTE 2
GWB: "Ma no no... e comunque le torri da sole non bastano! Sfragnamo pure er Pentagono!"
D&C: "Ma signor presidente esistono altri mille obiettivi molto meno auto-lesionistici per noi che colpire il Pentagono!"
GWB: "No no il pentagono è meglio, ho saputo tra l'altro che la mattina dell'11 tutte le videocamere in alta definizione olografiche che a migliaia circondano l'edificio saranno in manutenzione e quindi inutilizzabili!"
D&C: "Vabbè... organizzare dirottamento per abbattere aereo di linea su Pentagono..."
GWB: "NO NO NOOOOO!!! E che mo ci facciamo fuori tutti gli aerei di linea così? Che vi credete che ce li regalano? E io paaaaago!"
D&C: "..."
GWB: "Ma dai spariamo un bel missile! Di quelli che fanno un buco di 4-5 metri assolutamente incompatibile con l'impatto di un aereo! Poi per evitare che sgamino il gombloddo portiamo pezzi di un aereo e li spargiamo sul piazzale antistante, il tutto mentre centinaia di troupes TV di tutto il Paese sono collegate in mondovisione lì a 10 metri... non se ne accorgerà nessuno vedrete! Per rendere ancora più verosimile la cosa facciamo atterrare un vero aereo nell'AREA 51 e facciamo uccidere uno per uno i passeggeri. Occhio a non graffiare l'UFO che già per smontare il coso anti-Coriolis si è rigata tutta la plastica del cruscotto!"
D&C: "Probabilmente, signor presidente, dirottare e basta l'aereo sarebbe una soluzione molto più semplice..."
GWB: "Guardate manco vi ascolto più! Ma ci volete far sgamare il gombloddo? [DRIIIIIN] Che palle è di nuovo Osama... Pronto? Oh bella Osa'... hai trovato il quinto? Romano P**** e chi caxxo è?!?!?!? Un ciclista fallito? Vabbè contento tu... Dai cmq la prossima volta gioco io... se ci sarà una prossima volta ASD... Eh? No no... una cosa mia... ciao buona partita, 'se beccamo' come diciamo noi in Texas!"
D&C: "Allora signor presidente ricapitoliamo: montiamo un gigantesco radiocomando sotto gli aerei che si schianteranno sulle torri, che però saranno imbottite di tritolo per una esplosione controllata che salverà tutti gli ebrei nell'edificio. Facciamo abbattere per sport anche il WTC7. Per il pentagono mandiamo un missile sulla facciata, gli agenti della CIA spargeranno rottami di aereo tutto intorno l'edificio e abbatteranno i pali della luce lungo una ipotetica traiettoria di un aereo. Altri agenti si occuperanno di convincere migliaia di persone a fornire una unica versione come testimoni oculari. I passeggeri del vero aereo verranno uccisi a sangue freddo uno a uno dai corpi speciali. Bene così?"
GWB: "Perfetto! Non ci sopriranno mai!"
D&C: "E se si dovessero alzare i caccia?"
GWB: "E che palle! Fategli abbattere un aereo a casaccio, poi ci pensiamo noi a ricostruire una scatola nera perfettamente compatibile coi dati di volo, simulando una rivolta dei passeggeri! E ora toglietevi dalle palle che devo visitare il sito di Attivissimo per vedere se ancora scrive caxxate come 'Siamo davvero stati sulla Luna' "
D&C: "Con rispetto..."
GWB: "Bella raga' alla prossima e ricordatevi i joypad della play che i miei sono rotti..."