skip to main | skip to sidebar
181 commenti

Berlusconi su PhotoshopDisasters

Fotopropaganda falsificata di Berlusconi, media tradizionali battuti dai blogger


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

È approdata anche su PhotoshopDisasters la patetica foto truccata di propaganda di Silvio Berlusconi nel libro Noi amiamo Silvio edito da Peruzzo (che, stando al Corriere, s'è prestato al falso su richiesta diretta del Cavaliere). Ma il merito della scoperta spetta a Vacon Sartirani e al blog San Precario.

Ci sono pezzi di folla copiati, rovesciati e reincollati; bandiere aggiunte e duplicate dilettantescamente; un mazzo di fiori in mano a Berlusconi che pare disegnato da un bambino sotto Rohypnol; e altri dettagli squallidi che potete contemplare nelle versioni ad alta risoluzione che trovate per esempio qui. C'è persino il facepalm incorporato: la signora che si mette le mani nei capelli qui sopra è tratta dalla zona in basso a sinistra della foto.

La pagina di Photoshop Disasters.

Ditelo con i fiori.

Il lato destro e quello sinistro della foto.

Due bandiere con le stesse, identiche pieghe. Un nuovo miracolo italiano.

Complimenti a tutti i falsari interessati per la grande prova di onestà e per l'ennesima figuraccia internazionale regalata all'Italia.


14:45


Un lettore, Luca, segnala che la foto falsificata era già in circolazione dal 2003, data di pubblicazione di The Dark Heart of Italy, di Tobias Jones. Ma la didascalia della foto pubblicata da Peruzzo dice "Milano, 18 aprile 2008. Piazza del Duomo. Silvio Berlusconi saluta i simpatizzanti, convenuti da ogni città di Italia, per il 1°Congresso Nazionale di Forza Italia." Anche la didascalia, dunque, sarebbe falsa.

SirEdward mi ha mandato la scansione di una pagina del libro di 128 pagine "Una storia italiana", numero imprecisato della rivista "Linea Azzurra, periodico quindicinale, stampato da Mondadori Printing S.p.A., marzo 2001", distribuito a tappeto una decina d'anni fa prima delle elezioni, in cui compare una foto molto simile. C'è lo stesso mazzo di fiori fasullo, ma ci sono alcune differenze nel numero e nella posizione delle bandiere (alcune vistosamente già falsificate all'epoca) e nelle clonazioni di fette di pubblico. Questa versione della foto è datata, secondo la didascalia, "18 aprile 1998". Dieci anni prima di quanto scrive Peruzzo.

Eccola qua:

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE: l'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che per poterla visualizzare senza problemi dovete assicurarvi che il vostro browser (tramite l'azione di qualche estensione, tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o altri programmi di protezione (antimalware, tipo Kaspersky) non la blocchino per qualche motivo e inoltre che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (181)
Imbarazzante, anche perché avrebbero potuto utilizzare una foto di un qualsiasi congresso di partito per avere lo stesso effetto.
Mi ricordano i giornali iugoslavi negli ultimi tempi con Slobodan Milosevic al potere: stessa folla copiata ed incollata per riempire la foto.

Certo che non pensavo che Berlusconi fosse ridotto non tanto a fare di questi trucchetti ma pure eseguiti in maniera così cialtrona.
Ohi ohi, qui i berluscomplottisti ci sguazzeranno.
La persona ed i risultati devono andare a pari passo. È logico.

E ne abbiamo una dimostrazione bellissima.
Beh sono andati al risparmio... qual è il target di un libro fotografico intitolato "Noi amiamo Silvio"? Certo non un pubblico critico, semmai persone che nemmeno leggono Corriere o Repubblica, figuriamoci leggere blog politici (e quindi non leggeranno nemmeno la sbufalatura).

[per essere chiari, non sto dicendo che gli elettori di Berlusconi sono tutti ignoranti/passivi: ma certo gli elettori di destra intelligenti e informati non comprano questo tipo di libri, semmai i saggi di Tremonti e/o Brunetta]
Doom, evidentemente no.
Non credo che la propaganda di berlusconi sia affidata a dei dilettanti. Invece che usare una foto qualsiasi si sono presi la briga di falsificarne una allo scopo; significa che ne avevano bisogno.

Effettivamente il fotomontaggio in sé è dilettantesco, ma rientra negli standard delle foto pubblicitarie a cui siamo abituati. La differenza è che nessuno grida allo scandalo per un fotomontaggio nella pubblicità di una merendina.
Due domande:
- Perchè i vari complottisti "io so tutto, ho l'occhio di lince e non mi sfugge nulla" si sono fatti fregare da un blog internazionale che ha decine di segnalazioni per volta da esaminare?

- Berlusconi e lo staff che ne cura l'immagine non sono certo gli ultimi arrivati. Perchè ricorrere a un trucco così dilettantesco? Davvero gli addetti photoshop del PDL sono così incapaci? E poi, quando Berlusconi parla alle piazze, non si può certo dire che manchi la gente. C'era bisogno di taroccare una foto del genere per mostrare un consenso popolare che Berlusconi -purtroppo- già possiede anche senza doverlo photoshoppare?

Non è che invece, questa è l'ennesima mossa strategica per dare in pasto al popolo (e alla sinistra) qualcosa su cui scannarsi, mentre lui fa passare le sue leggi?
Non è che invece, questa è l'ennesima mossa strategica per dare in pasto al popolo (e alla sinistra) qualcosa su cui scannarsi, mentre lui fa passare le sue leggi?

Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega abbondantemente con la stupidità.

Se sfogli questo blog troverai altri esempi di idiozia photoshoppatoria di questo e altri leader che dovrebbero disporre di aiutanti un po' più svegli di Forrest Gump.
La stessa storia del libro "Noi amiamo Silvio" non è molto diversa da quella dell'eurocalcolatore, dell'inno "Meno male che Silvio c'è" e del libro inviato a tutte le famiglie...è qualcosa di estremamente trash, che si sapeva benissimo avrebbe fatto indignare molta gente e sorridere altra...

...eppure, ragionando in termini televisivi/pubblicitari, il trash funziona! Non passa inosservato, ha un "fascino" particolare anche verso chi lo disprezza.
Perchè infatti delle trovate di Silvio si parla sempre e della propaganda di sinistra mai? Perchè la propaganda di sinistra è ancora "tradizionale", e come tale risulta anonima. Però tutti noi ci ricordiamo il messaggio in inglese di Rutelli "pliis, cam tu itali".
@ Paolo Attivissimo
Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega abbondantemente con la stupidità.

Se sfogli questo blog troverai altri esempi di idiozia photoshoppatoria di questo e altri leader che dovrebbero disporre di aiutanti un po' più svegli di Forrest Gump.


Certo, lo so benissimo. E Photoshop Disaster è tra i miei feed, quindi ho la possibilità di vedere casi anche ben peggiori.

Solo che appunto...mi sembra davvero assurdo che uno che si mette le scarpe con i tacchi o che nelle foto di gruppo sale sui gradini per non essere il più basso, non si affidi al meglio del meglio per i suoi ritocchi fotografici.

Oltretutto (ripeto) lui non ne avrebbe nemmeno bisogno: la gente ai suoi comizi c'è, ed è festante. Taroccare una foto del genere è come se Manuela Arcuri si facesse photoscioppare le tette per averle di una misura in più.

Io comunque vorrei far notare altri due particolari decisamente divertenti: quei due lampi di luce alle spalle del premier che -anzichè essere i simboli della sua prossima santificazione- sembrano essere messi per nascondere le due impalcature, che evidentemente rovinano lo sfondo; e questo giustificherebbe anche quel mazzo di fiori (disegnato da qualche pittore impressionista) che non ha alcun motivo di esistere se non appunto tentare di nascondere l'inestetismo dell'impalcatura (o eventualmente nascondere uno scontorno della mano venuto male)
Ussignùr .... e il volto del nostro sorridente Signore l'avete guardato? Quando falsificavano le foto dell'uomo d'acciaio (Stalin) erano molto più bravi, e senza photoshop!
I fiori sono davvero terribili, manco un miope orbo si farebbe fregare. Che tristezza. Comunque in generale tutte le facce del pubblico hanno l'aspetto artificioso del taglia e incolla. E intendo proprio alla vecchia maniera, con forbici e vinavil.
Giusto una cosa riguardo alla pubblicazione.
A lottare contro i complottisti, a volte si diventa dietrologi di riflesso. Ogni fesseria del governo (ma solo di quello Berlusconi!) non può essere sempre e comunque un forzato dentativo di provare a distogliere gli sguardi altrui, inebetiti nell'osservare l'eurocalcolatore mentre si dimezzano le pensioni... mi pare alquanto semplicistico. Mi occupo di studi sociologici e di comunicazione, il mio parere, semplicemente, il libro che glorifica Silvio non è molto diverso dal calendario di Padre Pio, cioè un prodotto editoriale che ha un pubblico sicuro e un rientro in termini economici. Qualcuno mi ha già fatto notare che Padre Pio è un santo, io ho risposto che lo è anche San Carlo, ma non vedo calendari in vendita in edicola . Alla fine è una semplice evoluzione del merchandising politico, prima c'erano le bandierine, i cappellini, oggi la pubblicazione per fanatici del culto di Silvio.
come se Manuela Arcuri si facesse photoscioppare le tette per averle di una misura in più.

Come se non fosse mai successo.

Non mi tentare, il Disinformatico NSFW langue da un po' e potrei riesumarlo :-)
Secondo me invece il ritocco l'hanno fatto per far parlare a posteriori del libro, in modo che qualcuno incuriosito da questo scempio vada a comprarlo. Perchè ho troppo rispetto per l'intelligenza umana per pensare che ci siano così tante persone, per quanto evidentemente molti lo abbiano votato, siano disposte a comprare quell'aggeggio per non far ballare il tavolino in soggiorno con la faccia di Berlusconi.

Ma magari mi sbaglio, e Berlusconi è il nuovo Ron Hubbard, e la sua religione si chiamerà Piddiellology.
Appunto, le folle a Berlusconi non mancano (sfortunatamente). E nemmeno un 30 euro per un mazzo di fiori.
Semplicemente chi ha edito il libro ha pensato fosse più veloce taroccare una foto che perdere qualche ora nell'archivio di AP per trovare una foto vera e come la volevano loro.
Beh, questo e' un epic fail coi fiocchi, grande quasi quanto i missili di Ahmadinejad.
Le foto sono le stesse utilizzate circa 10 anni fa per quell'opuscolo che mandarono in tutte le case prima delle elezioni del 2001, non ricordo il titolo. Ricordo però il mazzolino disegnato e un fotomontaggio di lui accanto alla Thatcher, palesemente falsi anche in un'epoca in cui ero una adolescente di belle speranze, ignara dell'esistenza di Photoshop: rimasi traumatizzata dalla considerazione bassissima di noi che dimostravano, spacciandoci per reali quelle foto. E quell'opuscolo ce lo siamo dovuti sorbire tutti, questo libro per lo meno lo compra chi vuole. Cioè nessuno, mi auguro.
Mai attribuire alla malizia ciò che si spiega abbondantemente con la stupidità.

Quanto è vero, soprattutto perché la stupidità è vasta, e trasversale.
"TU SAI CHI" come Amadinejad...
Posso umilmente far notare che le persone sotto il palco, alla sinistra dello stesso guardano in qualunque direzione tranne quella "logica"? :D

GOMBLOTTO!!! :P

Saluti
Michele
'come se Manuela Arcuri si facesse photoscioppare le tette per averle di una misura in più.'

Come se non fosse mai successo.

Non mi tentare, il Disinformatico NSFW langue da un po' e potrei riesumarlo :-)


Beh, ammesso che sia successo in qualche foto, basta fare il confronto con qualche suo video per notare che...se è successo, è stato qualcosa di davvero minimale :)
Anche perchè in effetti a quel punto qualcuno potrebbe arrivare a pensare: "ma se lei è già 'dotata', perchè esagerare con i ritocchi? Si rischia solo di apparire ridicoli...tanto chi vorrà 'apprezzare' le doti di Manuelona sarà soddisfatto da ciò che le ha dato la natura".

Ora nessuno si preoccupa se a Berlu aggiustano le rughe, aggiungono i capelli o gli gonfiano il petto...fa parte del gioco.
Ma cavoli: la gente che lo acclama ce l'ha già! Davvero non esisteva una foto pubblicabile di una piazza festante?
Tanto per chiarire, e dato che è il mio lavoro,le luci di fronte a "Tu sai chi",dovrebbero essere dei sagomatori con ottica da 10 gradi (quelli che si usano per l'ingresso delle sfilate,ma non riesco a capire la differente altezza delle due torri di layer, redo proprio che si tratti di un collage di più foto,almeno tre.
Sarebbe bellissimo trovare l'originale.
Qualcuno ricorda questa canzoncina?

"michael jackson? ahh ahh, elton john ü,ü pavarotti ö,ö...
Non so che faaaare a diventare cosíi"

Turz, penso ti abbia risposto Anghelos: molti non hanno visto il libro in questione.

Quanto alla figuraccia...
Non parlerei di figuraccia, sarebbe come dire che l´avvocato di "not sure" in "Idiocracy" (2006) fa una figuraccia al processo per irreperibilitá e insolvenza.
La "figuraccia internazionale" dell'Italia? Per la millesima copertina di libro aggiustata con il photoshop?
Ma insomma, Paolo, aripijate, come dicono a Roma. Photoshop disasters è una caccia al tesoro goliardica, non di complotti o segreti di stato. La mania di aggiustare tutte le foto (principalmente di togliere i vuoti, bilanciare, equilibrare) è ridicola e ridicolizzabile ma non ha che fare con il "falso". La falsificazione in campo politico-giornalistico è ben altra cosa.
Mi sembra che ultimamente tu stia assumendo dei toni un po' troppo foschi...

postilla

Ci sono pseudo-inchieste e documenti falsi che girano da anni, anche ascrivibili a famosi giornalisti, che tu con il tuo metodo potresti degnamente sbufalare: solo che poi perderesti più di metà dei lettori...
Per Replicante Cattivo

- Berlusconi e lo staff che ne cura l'immagine non sono certo gli ultimi arrivati. Perchè ricorrere a un trucco così dilettantesco? Davvero gli addetti photoshop del PDL sono così incapaci? E poi, quando Berlusconi parla alle piazze, non si può certo dire che manchi la gente. C'era bisogno di taroccare una foto del genere per mostrare un consenso popolare che Berlusconi -purtroppo- già possiede anche senza doverlo photoshoppare?

Forse è il caso di lasciare da parte malignità di vario colore politico e pensare banalmente che di quel libro Silvio Berlusconi non ne sapeva assolutamente nulla fino al giorno dell'uscita dalla tipografia. Già il fatto che a stamparlo sia stato Alberto Peruzzo anziché la Mondadori la dice lunga. Chi è Alberto Peruzzo? Un carneade, una persona che si dichiara amica del presdelcons e si è improvvisata editore.
Non me ne voglia l'autrice dell'articolo del Corriere della Sera Elvira Pollina, ma sono assolutamente convinto che lo staff di Berlusconi e Berlusconi stesso stavolta non c'entri nulla: il che non significa che un'operazione così dilettantesca gli sia piaciuta comunque, è tutta pubblicità gratis che cola!
Errata corrige: il che non significa che un'operazione così dilettantesca non gli sia piaciuta comunque
La mania di aggiustare tutte le foto (principalmente di togliere i vuoti, bilanciare, equilibrare) è ridicola e ridicolizzabile ma non ha che fare con il "falso"

Davvero? Non sapevo avessero aggiornato la definizione di "falso" sui dizionari.



Ci sono pseudo-inchieste e documenti falsi che girano da anni, anche ascrivibili a famosi giornalisti, che tu con il tuo metodo potresti degnamente sbufalare: solo che poi perderesti più di metà dei lettori...

Non sapevo tu fossi attrezzato con un dispositivo che ti consente di conoscere le affiliazioni politiche e ideologiche dei lettori di un blog. In tal caso, sarei interessato ad acquistarne un esemplare. Te lo pago con il milione di dollari di James Randi, visto che la telepatia sulla quale evidentemente si basa il tuo ritrovato costituisce prova dell'esistenza del paranormale.
Certo Paolo fattelo proprio dire: ti stai proprio incattivendo... piu che incavolarti sul fatto che le foto siano photoshoppate male, incavolati sul fatto che sia stato concepito un libro del genere...
Secondo me all'origine della foto è la sindrome del ... "al capo piace chi ha il coraggio di dirgli che fa cagare?" ... succede dappertutto.

La figuraccia non sta nel avere una foto taroccata (ce l'hanno tutti ormai) ma di averla fatta così male! Ci spacciamo per un paese di creativi poi il capo del governo non riesce a trovare un grafico com si deve? (o probabilmente l'ha trovato ma non gli da retta)
@ F742ecc... (mannaggia al tuo nick)

Forse è il caso di lasciare da parte malignità di vario colore politico e pensare banalmente che di quel libro Silvio Berlusconi non ne sapeva assolutamente nulla fino al giorno dell'uscita dalla tipografia.

Lui ne sarebbe giustificato, dato che ha mille impegni decisamente più importanti. E' come se un sindaco si dovesse preoccupare di esaminare personalmente e i volantini di tutte le manifestazioni del suo paese, cercando errori di ortografia, imperfezioni o inestetismi.
E' chiaro che lui non ha tempo e voglia di farlo...ma ci sarà qualcuno addetto a questo lavoro, il cui controllo arriverà fin ai file PSD originali da cui deve partire la stampa.

Però se esce un volantino orribile, con errori di stampa o sbavature di colore, è lui che ci rimette la faccia, quindi è nel suo interesse avere garantita una certa qualità del lavoro, scegliendo persone capaci a fare il proprio mestiere.
O almeno questa dovrebbe essere la norma.
E come dimenticare *questo*...
@ Replicante Cattivo: "Non è che invece, questa è l'ennesima mossa strategica per dare in pasto al popolo (e alla sinistra) qualcosa su cui scannarsi, mentre lui fa passare le sue leggi?"

Mi sembra che sopravvaluti un po' la portata di un fotomontaggio. Per distrarre il popolo (e la sinistra, se esistesse) mentre si fanno i comodi propri, servono eventi che coinvolgano o almeno catturino l'attenzione di milioni di persone per giorni e giorni, non cose come questa che distraggono noi quattro nerd per cinque minuti...
Probabilmente è una delle mie tante devianze mentali, ma leggendo l'articolo mi è subito tornata alla mente la foto taroccata della folla che in Iran sosteneva Ahmadinejad o_O
Ah, poi i fiorellini naif sono spettacolari, di peggio ci sarebbe potuto essere solo l'albero fatto con un rettangolo e tre stanghette :D
OT TECNICO

A me le pagine del blog di Paolo, con Firefox (qualsiasi 3.x), non riescono mai a caricarsi per intero. Si piantano sempre su un elemento che punta a google.com oppure a googlesyndication.com e devo terminare manualmente il caricamento.

Succede solo a me?
Mi stupisce solo non abbiano aggiunto anche qualche capello in più!
Per Replicante Cattivo

Lui ne sarebbe giustificato, dato che ha mille impegni decisamente più importanti. [...]...ma ci sarà qualcuno addetto a questo lavoro, il cui controllo arriverà fin ai file PSD originali da cui deve partire la stampa.

Però se esce un volantino orribile, con errori di stampa o sbavature di colore, è lui che ci rimette la faccia, quindi è nel suo interesse avere garantita una certa qualità del lavoro, scegliendo persone capaci a fare il proprio mestiere.


Nulla da eccepire. Ripeto, però, che il libro è, o vorrebbe essere, un omaggio a Silvio Berlusconi. Non credo assolutamente sia stato commissionato da Silvio Berlusconi. È chiaro che ad un editore emergente come Alberto Peruzzo fa molto comodo farlo credere, e anche dichiarare un'amicizia personale con Silvio Berlusconi (e chissà se è proprio vero...).
Io sono arciconvinto che sia un'iniziativa privata di un privato pasticcione, e nulla di più. Già uno che come sito della sua casa editrice ha questa roba qui:
http://tinyurl.com/ybgrxn3
promette sfracelli! Con questa abilità, è già tanto che al posto della foto di Berlusconi non sia finita per sbaglio quella di Prodi...
Caspita, ma quell'uomo dovrebbe avere dei grafici con i controfiocchi (oggi sono fine) che lavorano per lui e se ne esce con questa porcata che mia nipote settenne farebbe meglio?
A proposito, sì, il NSFW latita.
Ci sono pseudo-inchieste e documenti falsi che girano da anni, anche ascrivibili a famosi giornalisti, che tu con il tuo metodo potresti degnamente sbufalare: solo che poi perderesti più di metà dei lettori...

Non sapevo tu fossi attrezzato con un dispositivo che ti consente di conoscere le affiliazioni politiche e ideologiche dei lettori di un blog. In tal caso, sarei interessato ad acquistarne un esemplare. Te lo pago con il milione di dollari di James Randi, visto che la telepatia sulla quale evidentemente si basa il tuo ritrovato costituisce prova dell'esistenza del paranormale.


@Fabio:
Non credo che Paolo abbia paura di perdere lettori con sbufalamenti "scomodi". Però 1)ci sono argomenti che non gli interessano, in fondo non è pagato per sbufalare, lo fa per hobby; 2)ci sono argomenti in cui non è esperto e/o non conosce esperti autorevoli, perciò, piuttosto che prendere cantonate come fanno i complottisti, preferisce stare zitto e occuparsi d'altro.
Comunque se chiarisci di che documenti parli magari è più facile per tutti giudicare se la 1) e la 2) sono vere.

@Paolo Attivissimo:
Tutti siamo dotati di un attrezzo per avere almeno una grossolana idea delle affiliazioni politiche, ideologiche e religiose della maggior parte dei lettori di un blog. Si chiama "cervello". Ad esempio, senza bisogno di telepatia, peschi un thread a caso con un dibattito religioso (come 4 dei 7 più commentati nella colonna qui a destra) e ti fai un'idea di che percentuale di cattolici e di atei frequenta il Disinformatico.

Il fatto è che, avendo gran parte dei lettori un approccio razionale, uno sbufalamento ben fatto (come la maggior parte degli articoli su questo sito) attira più lettori di quanti ne respinge.
Tutti siamo dotati di un attrezzo per avere almeno una grossolana idea delle affiliazioni politiche, ideologiche e religiose della maggior parte dei lettori di un blog. Si chiama "cervello"

Lo so, ma vedo che spesso arriva qui gente che pensa di aver capito che per il fatto di sbufalare le tesi di complotto sull'11/9 e sulle missioni lunari io sia per forza filoamericano o filo-Bush.

L'idea che io (o un lettore) sia filo-buon senso e filo-fattinonpugnette non li tocca nemmeno, e saltano subito a conclusioni politiche.

Pensare di poter interpretare l'affiliazione politica dei lettori del Disinformatico basandosi sul loro interesse per la scienza e per lo sbufalamento delle fandonie mi sembra ben diverso dal determinare quanti credenti e quanti atei frequentano questo blog.
@Replicante Cattivo:
Non è che invece, questa è l'ennesima mossa strategica per dare in pasto al popolo (e alla sinistra) qualcosa su cui scannarsi, mentre lui fa passare le sue leggi?

Cos'è, un'autocandidatura al Perlone 2010? ;-)
A proposito dell'opuscolo di dieci anni fa, io lo conservo ancora come a futura memoria di cosa sia in grado di fare la propaganda. Contiene inesattezze persino tra una pagina e l'altra. Non credo che in futuro potrebbero mai credere al livello di quell'opuscolo senza vederlo.
Pensare di poter interpretare l'affiliazione politica dei lettori del Disinformatico basandosi sul loro interesse per la scienza e per lo sbufalamento delle fandonie mi sembra ben diverso dal determinare quanti credenti e quanti atei frequentano questo blog.

Non è diverso, è pur sempre possibile, ma il risultato di una tale analisi, se ben fatta e non limitata alla superficie, crea scompiglio nel povero neurone complottista sopraffatto dall'esito inatteso.
Sir,

A proposito dell'opuscolo di dieci anni fa, io lo conservo ancora

Guarderesti per vedere se c'è la stessa foto come ho letto in un altro commento? Grazie.
Anche io ho il famoso opuscoletto...ma è ancora conservato nella sua lucida plastica azzurra, intonso come quando il postino ce lo consegnò.
L'ho lasciato chiuso, metti mai che un giorno valesse qualche cosa!
@Paolo Attivissimo

Sinceramente il fatto che tu finisca a parlare di telepatia e poteri paranormali, o anche di semplice pregiudizio, di fronte alla mia considerazione sui lettori del blog è abbastanza bislacco.
Io non ho passato il tuo blog ai raggi X. Semplicemente qui siamo quasi tutti italiani e gli italiani si dividono grosso modo in due. Non è più di metà, è meno, è un terzo... la sostanza non cambia.

Così come invocare la definizione del dizionario quando sostengo che gridare al "falso" (che in questo contesto non vuol dire solo che manca di autenticità, ma che costituisce un falso giornalistico, significativo) e alla propaganda per aggiustamenti estetici da quattro soldi è grottesco. Stai perdendo il senso della misura nei tuoi attacchi e questo non te lo sto facendo notare solo io...
Guarderesti per vedere se c'è la stessa foto come ho letto in un altro commento? Grazie.

Sì, la foto è presente, ma è tagliata in maniera differente. è divisa tra le due pagine ed è un casino scansionarla, comunque dopo provo.

Ad ogni modo: l'immagine ha un'inquadratura minore di quella postata su PsD:

I bordi sono:

a sinistra - l'asta della bandiera che si sovrappone al palloncino giallo, in basso e subito a sinistra dell'impalcatura, dove, nella foto di PsD, comincia l'aggiunta (chiaramente posticcia) del quadrato di sostenitori

a destra - subito a destra della luce che sovrasta la mano. il bordo taglia la mano di Berlusconi a destra del pollice e passa di poco a fianco del sedere. Bisogna dire che lo sfondo di manifestanti (lo stesso ricopiato dall'altra parte) qui sembra esserci e sembra essere originale, perché si intravede la sciarpa tenuta in mano da un sostenitore, la stessa che a sinistra appare tagliata a metà subito in basso a sinitra del palloncino giallo.

In basso - il bordo taglia la "O" di Torino e la faccia della ragazza con la casacca azzurra.

Il mazzo di fiori è, orribilmente, lo stesso, con i due operai che sembrano spuntare dal mazzetto stesso.
@Fabio:
Sinceramente il fatto che tu finisca a parlare di telepatia e poteri paranormali, o anche di semplice pregiudizio, di fronte alla mia considerazione sui lettori del blog è abbastanza bislacco.
Io non ho passato il tuo blog ai raggi X. Semplicemente qui siamo quasi tutti italiani e gli italiani si dividono grosso modo in due. Non è più di metà, è meno, è un terzo... la sostanza non cambia.


Non hai ancora detto quali documenti scabrosi Paolo non vorrebbe sbufalare per paura di perdere un terzo (la sostanza non cambia) dei lettori.
Qui non ti è consentito fare il misterioso. Chi getta il sasso qui deve essere pronto a mostrare la mano (e anche a calcolare scientificamente la traiettoria :-P)
Fabio, per un uomo politico, che cerca seguito, è molto desiderabile vedersi fotografato in mezzo a una folla inneggiante e adorante. Più è grande la folla, meglio è. Ci sono precisi effetti psicologici rispetto alla credibilità di una persona attorniata da migliaia di persone o solo da decine. Quello che chiamo "effetto pecora" si applica anche in politica (è lo stesso che fa attraversare la gente in branco ai semafori rossi (per i pedoni), che fa guardare tutti verso (con corollario di visioni para-mistiche) se solo due persone cominciano per scherzo o che scatena le mode del momento per oggetti fondamentalmente inutili).

Modificare le fotografie per far sembrare più ampia la folla del politico di turno è squallido e si chiama propaganda politica, non importa quanti lo fanno e chi lo fa.
Errata:

...che fa guardare tutti verso l'alto...

...propaganda politica... (inteso nel senso deteriore del termine)
o che scatena le mode del momento per oggetti fondamentalmente inutili

Ogni iAllusione a iFatti o iProdotti realmente esistenti è puramente iCasuale.
io non capisco questa vostra smania di attaccare Berlusconi pure in queste stupidagini. Io sono del pdl e voto berlusconi da diverso tempo e lo considero il più grande uomo politico della storia d'Italia e il più grande statista del mondo e trovo maleducato attaccarsi a dei ritocchi fotografici che tutti utilizzano. Io capisco che voi siete dei cultori di Stalin e che sperate che un giorno torni in Italia a rimettere a posto tutto ma è innegabile che sono solo vostre illusioni.
colgo l'occasione per farvi notare ciò che ha fatto Berlusconi in Italia negli ultimi anni:

- dimezzamento del debito pubblico
- riduzione del 50% della criminalità che come sapete in Italia è quasi esclusivamente ad opera di extracomunitari
- leggi che rinnovano e ammodernano il sistema legale, senza eguali nel mondo
- maggiore giustizia sociale e diritti per tutti i cittadini

a fronte di tutto ciò a noi importa poco di questi ritocchi fotografici che non intaccano minimamente il genio del Cavalier Berlusconi, la sua elevata moralità e onestà politica e la sua inarrivabile etica e cultura cristiana.

mi auguro che le vostre critiche non preludano a qualche gesto eversivo. Io sono democratico ma il terrorismo mediatico di internet lo vieterei subito.
Ah, dimenticavo. Io ti ho criticato perché tu hai scritto "ennesima figuraccia internazionale regalata all'Italia".
Se invece di fare le pulci ai commenti in modo specioso rileggessi quella riga con un minimo di distanza ti accorgeresti che è ridicola. Volevi calcare la mano e ne è uscita fuori una cosa deforme.
Non siamo tutti Michelangelo.
Sì, la foto è presente

Quindi anche "Milano. 18 aprile 2008." va a farsi benedire...

@Silvio_Minorini:
Era parecchio che non si vedeva un troll così smaccato da ste parti:)
Silvio_Minorini,

Trolleggio sciatto e poco creativo. Voto: 1/10.
@Sir Edward

Se hai bisogno di una foto di Berlusconi autentica con una folla enorme stai sicuro che la trovi. Molto semplicemente le foto costano, hanno un mercato e i disperati che hanno fatto questo libro questa avevano e questa hanno aggiustata. Per renderla più bella, più oceanica, più tutto. La propaganda non c'entra una cippa.
Questa serie di luoghi comuni orwelliani che tu mi vieni a snocciolare potrà anche essere vera e sensata ma è fuori luogo.

@Turz

Nessun problema a dettagliare.
La famosa intervista (penultima, non ultima) a Paolo Borsellino è un falso. Falso falso: domande e risposte scambiate di posto, taglia e cuci, tutto il peggio del repertorio del falsario documentato da due sentenze della magistratura.
E non solo il documento in sé è falso ma i suoi utilizzi nonché le difese della sua autenticità costituiscono ulteriori falsi giornalistici.

Ma non è necessario che se ne occupi Paolo, perché se ne é già occupato un blogger (di sinistra) con le palle cubiche, sconosciuto ai più e che attraverso il web riceve solo decine di insulti giornalieri.
io non capisco questa vostra smania di attaccare Berlusconi pure in queste stupidagini. Io sono del pdl e voto berlusconi da diverso tempo e lo considero il più grande uomo politico della storia d'Italia e il più grande statista del mondo e trovo maleducato attaccarsi a dei ritocchi fotografici che tutti utilizzano. Io capisco che voi siete dei cultori di Stalin e che sperate che un giorno torni in Italia a rimettere a posto tutto ma è innegabile che sono solo vostre illusioni.

O sei un troll, o vivi su un altro pianeta fatto di illusioni e fantasie.


colgo l'occasione per farvi notare ciò che ha fatto Berlusconi in Italia negli ultimi anni:

- dimezzamento del debito pubblico


falso


- riduzione del 50% della criminalità che come sapete in Italia è quasi esclusivamente ad opera di extracomunitari


falso e razzista


- leggi che rinnovano e ammodernano il sistema legale, senza eguali nel mondo


falso


- maggiore giustizia sociale e diritti per tutti i cittadini


incredibilmente falso


a fronte di tutto ciò a noi importa poco di questi ritocchi fotografici che non intaccano minimamente il genio del Cavalier Berlusconi, la sua elevata moralità


ROTFL


e onestà politica


ROTFL x2


e la sua inarrivabile etica e cultura cristiana.


ROTFL x4

dài... ammettilo, stai cercando di ucciderci dalle risate...


mi auguro che le vostre critiche non preludano a qualche gesto eversivo. Io sono democratico ma il terrorismo mediatico di internet lo vieterei subito.


Sì, sei un troll; nessuno può essere -così- deficiente.
@Silvio Minorini:
io non capisco questa vostra smania di attaccare Berlusconi pure in queste stupidagini. Io sono del pdl e voto berlusconi da diverso tempo e lo considero il più grande uomo politico della storia d'Italia e il più grande statista del mondo e trovo maleducato attaccarsi a dei ritocchi fotografici che tutti utilizzano. Io capisco che voi siete dei cultori di Stalin e che sperate che un giorno torni in Italia a rimettere a posto tutto ma è innegabile che sono solo vostre illusioni.
colgo l'occasione per farvi notare ciò che ha fatto Berlusconi in Italia negli ultimi anni:

- dimezzamento del debito pubblico
- riduzione del 50% della criminalità che come sapete in Italia è quasi esclusivamente ad opera di extracomunitari
- leggi che rinnovano e ammodernano il sistema legale, senza eguali nel mondo
- maggiore giustizia sociale e diritti per tutti i cittadini

a fronte di tutto ciò a noi importa poco di questi ritocchi fotografici che non intaccano minimamente il genio del Cavalier Berlusconi, la sua elevata moralità e onestà politica e la sua inarrivabile etica e cultura cristiana.

mi auguro che le vostre critiche non preludano a qualche gesto eversivo. Io sono democratico ma il terrorismo mediatico di internet lo vieterei subito.


ROTFL!
Ora non esageriamo. Come puoi vedere da questo post e da molti altri, questo non è un blog politicamente schierato pro o contro il tuo omonimo presidente, ma solo contro le falsificazioni, di qualunque tipo e chiunque le faccia.

Tra noi c'è gente che ha lottato in prima persona contro stalinismo e derivati, quindi piano con le offese.

Permettimi però di dire che questa tua difesa a spada tratta del Cavaliere è un po' caricaturale, dubito che tu stesso creda davvero al 100% in ciò che hai appena detto.
@ Silvio_Minorini commento #53
io non capisco questa tua smania di voler portare sul piano politico, un post che di politico non ha assolutamente nulla.
Sei assolutamente fuori luogo.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@SirEdward:
Sì, sei un troll; nessuno può essere -così- deficiente.

Di fatto volevo dire la stessa cosa ma cercando di essere più educato :-)
- dimezzamento del debito pubblico

Link

Mah forse la matematica è una opinione
Purtroppo questo thread promette bene in quanto a commenti.

A malincuore fornisco i link brevi:
http://tinyurl.com/berlushop
http://tinyurl.com/berlushop2

@airone76:
Per dimezzare il debito pubblico italiano qualunque governo avrebbe bisogno di poteri paranormali.
Ma un troll non si convince così facilmente.
per fortuna esistono gli originali :P

http://lamerotanti.files.wordpress.com/2010/02/thetruth.jpg
Ah, dimenticavo. Io ti ho criticato perché tu hai scritto "ennesima figuraccia internazionale regalata all'Italia".
Se invece di fare le pulci ai commenti in modo specioso rileggessi quella riga con un minimo di distanza ti accorgeresti che è ridicola. Volevi calcare la mano e ne è uscita fuori una cosa deforme.
Non siamo tutti Michelangelo.


Fabio, secondo me questa "è" una figuraccia. Berlusconi è già talmente preso in giro fuori dall'Italia che ogni nuovo passo falso, suo o di suoi collaboratori, viene semplicemente aggiunto a onta dell'intero paese.

Se hai bisogno di una foto di Berlusconi autentica con una folla enorme stai sicuro che la trovi.

Non lo metto in dubbio (davvero). Per questo mi fa ancora più tristezza vedere che hanno usato questa.

E poi... 2008??? per favore!


Molto semplicemente le foto costano, hanno un mercato e i disperati che hanno fatto questo libro questa avevano e questa hanno aggiustata.


Ancora più triste che un uomo tanto ricco debba ricorrere a gente del genere. Ma dà loro le foto! Anche gratis! Che cavolo ti costa!


Per renderla più bella, più oceanica, più tutto.


Perché c'è bisogno di renderla più bella, più oceanica, più tutto? L'unico motivo è per cercare di convincere qualcuno. Ma la pubblicità fatta usando foto modificate è squallida e, in fondo, si tratta di una truffa (tento di convincerti facendoti credere cose non vere). Ora, finché si tratta di un cantante, ancora ancora, ma se si tratta di un politico no! Che è, il popolo dei deficienti che devono essere presi all'amo delle proprie pulsioni psicologiche? Alla faccia della libertà di scelta, dell'autodeterminazione e della democrazia!

Vorrei dire che modificare le foto è un indizio di chi considera i cittadini come burattini, ma non vorrei esagerare.


La propaganda non c'entra una cippa.
Questa serie di luoghi comuni orwelliani che tu mi vieni a snocciolare potrà anche essere vera e sensata ma è fuori luogo.


Se è vera e sensata, non è fuori luogo.
questi ritocchi fotografici che non intaccano minimamente il genio del Cavalier Berlusconi, la sua elevata moralità e onestà politica e la sua inarrivabile etica e cultura cristiana.

AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH

(riprendo fiato)

AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH AH !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Noi abbiamo Kim Il Sung al governo ed è normale si comporti così.
La dittatura si regge da sempre grazie alla manipolazione dell'informazione: questo è solo un piccolo esempio, magari molto risaltante, ma è una goccia nel mare.
Nel mare di schifo in cui stiamo.
Dimezzamento del demito pubblico?!?!?!?!?!!?!?!?!?!

Mmmm, sssssssì, certo. A tra i miracoli di Berlusconi aggiungiamoci il dimezzamento degli altri capi di governo degli altri paesi per farlo sembrare della stessa statura. Qualcuno mi trova la famosa foto in cui si mette su un gradino più alto degli altri per non sembrare un nano?
@ Turz
Cos'è, un'autocandidatura al Perlone 2010? ;-)

Guarda, lungi da me dal fare dietrologia. Però tutte le varie storie "alternative" a quelle politiche (la foto con le corna, il gesto del mitra, le frasi nell'orecchio a Sarkozy..) possono essere considerate pura demenza senile oppure lo squallido tentativo di un 70enne di voler fare il "simpatico".
Però non credo sia dietrologia far notare come l'interesse su certe vicende sia maggiore rispetto ciò che accade intorno a quel singolo episodio.

Ti ricordi la frase nell'orecchio di Sarkozy (in cui avrebbe fatto qualche commento sulla Bruni)? Tutti ne hanno parlato, hanno cercato di leggere il labiale, si sono sollevate le solite critiche riguardo i suoi comportamenti imprevisti...ma intanto pochi hanno parlato del fatto che in quell'occasione Italia e Francia hanno sancito i loro accordi sul nucleare (con tanti saluti al referendum).

E' vero che su questa foto si discuterà al massimo 2-3 giorni; ma a volte bastano quei 2-3 giorni di distrazione, per far passare in secondo piano,ad esempio, l'approvazione di una legge.
Poi ovviamente ci può anche stare che questo episodio sia imputabile all'incompetenza degli addetti photoshop del sig. Peruzzo (e che magari lo stesso Berlusconi sia inferocito).
Ma non sottovalutiamo certi comportamenti, visto che comunque in passato si sono dimostrati -purtroppo- sempre vincenti.
Silvio_Minorini ha commentato:
io non capisco questa vostra smania di attaccare Berlusconi pure in queste stupidagini. Io sono del pdl e voto berlusconi da diverso tempo e lo considero il più grande uomo politico della storia d'Italia e il più grande statista del mondo


Non e' contagioso, vero?

VERO???

Saluti
Michele
Replicante, sulla questione referendum questo non riguardava assolutamente la domanda "volete l'energia nucleare in Italia?". Probabilmente la gente l'ha inteso così, ma la formulazione non era certamente questa, perchè lo stato non poteva certo precludersi la possibilità futura di ritornare a questa fonte di energia.
Ironia della sorte: L'immagine è già stata usata come copertina della prima edizione di "The Dark Heart Of Italy" ;-)
The Dark Heart Of Italy on Amazon
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@Kra - Commento #68
La dittatura si regge da sempre grazie alla manipolazione dell'informazione

Perfetto. Centrato il problema.

Vi è una vasta letteratura sulla manipolazione delle immagini in varie epoche, regimi e dittature - esemplificando: Stalin e poi Kruscev, la Spagna franchista, Nord Corea e anche durante il ventennio fascista in Italia - di qualunque colore politico esse siano o fossero.

Se poi si accetta il fatto che le dittature non sono sempre ben percepibili perché violente e repressive ma possono presentarsi in modo molto soft, allora si può tentare di fare una comparazione con un altro metodo utilizzato per la manipolazione dell'informazione in parallelo con la manipolazione delle immagini da regimi e dittature di cui sopra: gli scandali sessuali per danneggiare i politici della parte avversa o i concorrenti interni.
Non credo manchino interessanti esempi in questi ultimi anni.

Per tornare alla falsificazione delle foto occorre ricordarsi che una immagine fotografica è una raccolta di informazioni da trasmettere e che la ripresa fotografica fissa e cristallizza un momento e uno solo.

Se la foto è la foto di una sfera di acciaio realizzata per motivi commerciali (pubblicitari) la posso ritoccare quanto voglio perché serve solo a raggiungere il risultato che volevo ottenere.

Ma se la foto ripropone un momento di vita pubblica di vita politica, un istante della vita politica di un protagonista allora il semplice ritocco per nascondere un brufolo E' UNA falsificazione.

E dato che per mestiere macino foto tutti i giorni lo posso affermare con una certa sicurezza.
@ Silvio_Minorini

Non puoi aver scritto seriamente quella caterva di idiozie. Eri ironico vero?
Perché altrimenti dire che Berlusconi ha dimezzato il debito pubblico può essere solo indice di totale mancanza di informazione, oltre che essere la prova di un lavaggio del cervello perfettamente riuscito.
Magari prova per una volta ad andare oltre il TG4 per informarti seriamente.
Sentendo queste cose mi stupisce un po' meno che per anni la gente abbia creduto che i comunisti mangiassero davvero i bambini...
È una cosa by partizan La I politici hanno sempre tentato di apparire più belli, bravi, buoni di quel che sono, non credo ci sia nulla di nuovo. Segnalo che Facebook ha qualcosa contro questo post, perchè se lo segnalo mi chiede un captcha e poi mi dice «abbiamo dei problemi, riprova più tardi», forse hanno messo qualche filtro? Ho fatto una prova inserendo la foto di apod.nasa.gov e non mi ha chiesto nulla e ha inserito la segnalazione, riprovando poi con questo post e edulcorando il mio commento lo ha inserito ma sempre chiedendomi il captcha :-?
Noto a malincuore che nessuno segue la mia convinzione che sia un'iniziativa maldestra del signor Alberto Peruzzo. :-(
Non credo che per questa storia Berlusconi sia arrabbiato, come sospetta Replicante Cattivo: probabilmente non gliene importa minimamente, uno che ha un impero televisivo può infischiarsene totalmente dei libri, per quanto mal fatti siano, in un paese in cui la gente non legge libri. Mai.
Forse però un po' di imbarazzo ai vertici del pdl l'episodio lo può dare, e non escludo che fra qualche giorno qualcuno del pdl dica la sua per qualche distinguo.

Sulla questione delle centrali nucleari, confermo quanto detto da Grezzo. Come ha scritto Sergio Romano sul Corriere della sera in una risposta alla milionesima lettere che gli arrivava sul tema: «Cari lettori, non c'è peggiore dibattito di quello che muove da premesse sbagliate e costruisce su di esse il castello delle sue argomentazioni»": leggete, se la cosa vi interessa:

http://tinyurl.com/yd7nybp
Non sono finte solo le persone, anche i suoi capelli.
@Hanmar: ahimé sì, è contagioso... e ha già infettato molti, troppi italiani.

Forse Silvio Minor è solo un troll, e banale, per giunta. Lo spero. Ma non mi stupirebbe se fosse vero.
Ciao,
tanto per parcondicio, così anche Minorini è contento, una decina di anni fa il manifesto elettorale della CGIL aveva esattamente lo stesso trucchetto. Era stampato e non disponibile su file, per cui non posso mandarlo, ma il delegato sindacale ancora adesso mi guarda storto per aver evidenziato le faccine doppie.

Era un falso. Come anche questo è un falso. E' un problema dire che è un falso? Poco politically correct? Dobbiamo dire che è diversamente vero? Propaganda politica basata sulla falsità, tutto qui.

Ed è una figuraccia internazionale? Beh, ho letto solo io la didascalia di PSD? Vedete voi.

il genio del Cavalier Berlusconi, la sua elevata moralità e onestà politica e la sua inarrivabile etica e cultura cristiana.

Non riesco a smettere di ridere... Ti prego, Minorini, scrivine altre...

Beato te che ci credi, va là!

Ciao, Paolo l'altro.
possono essere considerate pura demenza senile oppure lo squallido tentativo di un 70enne di voler fare il "simpatico".

La seconda che hai detto.

Però non credo sia dietrologia far notare come l'interesse su certe vicende sia maggiore rispetto ciò che accade intorno a quel singolo episodio.

Questa non è dietrologia. Ma pensare che faccia il buffone apposta per distogliere l'attenzione è secondo me dietrologia.

@F7428476:
Noto a malincuore che nessuno segue la mia convinzione che sia un'iniziativa maldestra del signor Alberto Peruzzo. :-(
Non credo che per questa storia Berlusconi sia arrabbiato, come sospetta Replicante Cattivo: probabilmente non gliene importa minimamente, uno che ha un impero televisivo può infischiarsene totalmente dei libri, per quanto mal fatti siano, in un paese in cui la gente non legge libri. Mai.
Forse però un po' di imbarazzo ai vertici del pdl l'episodio lo può dare, e non escludo che fra qualche giorno qualcuno del pdl dica la sua per qualche distinguo.

Sulla questione delle centrali nucleari, confermo quanto detto da Grezzo. Come ha scritto Sergio Romano sul Corriere della sera in una risposta alla milionesima lettere che gli arrivava sul tema: «Cari lettori, non c'è peggiore dibattito di quello che muove da premesse sbagliate e costruisce su di esse il castello delle sue argomentazioni»": leggete, se la cosa vi interessa:

http://tinyurl.com/yd7nybp


Letto, approvato e sottoscritto.
Soprattutto la questione dei libri.
C'è però da precisare che il referendum aveva anche un significato politico che andava oltre la pura legge (e che dal 1986 a ora non può che aver perso).
Ehi, uomini, certo che ultimamente ironia poca eh!
Siete davvero convinti che Silvio_Minorini sia uno convinto di quello che ha scritto o un troll?
Satira, ironia... effateve una risata no! :D
A proposito della didascalia: nel testo del discorso al primo congresso di Forza Italia c'è scritto "Forum di Assago, 16 aprile 1998".
Nel 2008 si chiamava già "Popolo della Libertà" e poi che senso avrebbe avuto organizzare una manifestazione 4 giorni dopo le elezioni politiche?
@quelli che danno del troll a Silvio_Minorini

Ma vi rendete conto che dando del troll a lui , è come se deste del troll alla gran parte dell'elettorato del pdl (e non solo) !?

No, cioè, se volete scatenare un flame almeno ditelo chiaramente... no, non flame, volevo dire "religion war" :D
È una cosa by partizan

Belgrado?

Noto a malincuore che nessuno segue la mia convinzione che sia un'iniziativa maldestra del signor Alberto Peruzzo. :-(

Si io ti do ragione, sicuramente averlo pubblicato in questo libro è responsabilità loro.
Ma, come puoi vedere dagli aggiornamenti, parte del fotomontaggio era già nel libro del 2001, quello sicuramente opera del suo staff.

Piuttosto, ma per pubblicare un libro su una persona, pieno di foto e informazioni su quella persona, non è richiesta comunque una qualche autorizzazione da parte sua?
O se è un personaggio pubblico non ce n'è bisogno?
Confrontando la scansione dell'opuscolo del 1998 e la foto attuale, non vedo le differenze riportate dell'update: sono la stessa foto.

A ben pensarci, i fotoritocchi così grossolani sarebbero già più "accettabili" se retrodatati al '98, o sbaglio?

Circa il problema della data, come è già stato fatto notare, la didascalia riporta: Milano, 18 Aprile 2008 [...] 1° Congresso Nazionale di Forza Italia.
Si tratta di un evidente errore, non penso proprio si possa parlare di falsificazione.

Insomma, questo libello è stato prodotto con materiale d'archivio vecchio di almeno 10 anni, e senza neanche prestare troppa cura.

E' triste però vedere come una cosa così stupida abbia infiammato una discussione politica degna più di blog complottisti che altro.

P.S.
Ieri sera, a Ballarò, hanno mostrato un breve servizio che giusto mostrava, per par condicio, come le foto di Silvio fossero ritoccate per mostrarlo "più bello", mentre i volti della gente comune nei manifesti del PD fossero stati ritoccati per aumentare sofferenza ed occhiaie.
La maggior parte dell'elettorato di destra sarebbe come quel troll? mah... su una cosa lo pseduo Minorini forse ha ragione.. non serve mica un sondaggio per capire l'orientamento politico di chi commenta. Daltronde i luoghi comuni non muiono mai, è un peccato che le persone intelligenti stiano tutte dall'altra parte... che sfortuna.
Ma poi.. 20 comemnti di argomentazioni contro un palese Troll, che sostiene cose che non sosterrebbe nemmeno Berlusconi in persona... io mi farei delle domande...
Ieri sera, a Ballarò, hanno mostrato un breve servizio che giusto mostrava, per par condicio, come le foto di Silvio fossero ritoccate per mostrarlo "più bello", mentre i volti della gente comune nei manifesti del PD fossero stati ritoccati per aumentare sofferenza ed occhiaie.

Emilio Fede, se non altro, era molto più avanti. Non aveva mai avuto di bisogno di Photoshop: bastava prendere le foto di Silvio bello e sorridente e, un secondo dopo, mostrare quella celeberrima di Prodi con la faccia da ebete mentre solleva un calice di vino.
@Salvatore:
Non ti sei proprio accorto che quella di ǚşå÷₣ŗẻễ era una battuta? È lui il vero troll (oltre a me, naturalmente).
"Emilio Fede, se non altro, era molto più avanti. Non aveva mai avuto di bisogno di Photoshop: bastava prendere le foto di Silvio bello e sorridente e, un secondo dopo, mostrare quella celeberrima di Prodi con la faccia da ebete mentre solleva un calice di vino."

Senza contare quella, che usa ancora adesso, di Di Pietro stile copertina dei King Crimson :D
Mah... certo che ci vuole davvero del coraggio per difendere una foto del genere dicendo "nella pubblicita' lo fanno tutti". Questa non e' una pubblicita' di una merendina, o una foto di un'attrice su Cosmopolitan, ma una foto con tanto di didascalia apparsa in un libro mandato a tutti gli italiani da un esponente politico.
il fatto che questa foto sia stata ritoccata è la dimostrazione che Silvio non è mai stato sulla Luna.
no, spetta... sto facendo un po' di confusione...
Ah... la parola "coraggio" l'ho usata ironicamente, eh... prima che arrivi qualche Studio Aperto o TG4 e portasse commenti come quello come "manifestazioni di solidarieta' a Silvio Berlusconi"...
Ops, scusate, "porti", non "portasse"...
Per un disastro photoshoppato, un disatro vero, quello del tesseramento. :-)

p.s.
Minorini è un troll, l'ho sopportato per un po' nel mio blog poi ho cominciato a bannargli i commenti. Adesso pare essersi stancato.
A ben pensarci, i fotoritocchi così grossolani sarebbero già più "accettabili" se retrodatati al '98, o sbaglio?

Ho detto una fesseria, riflettendoci un lavoro del genere è impresentabile in quasiasi epoca storica.
Pure i Romani con la damnatio memoriae facevano ritocchi migliori...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Avete in mente negli articoli sulle manifestazioni la classica frase "secondo la polizia erano presenti 50.000 persone, ma secondo gli organizzatori erano 100.000"?
La nuova versione potrebbe essere "erano presenti 10.000 persone, ma con Photoshop 200.000".
Se uno spende 9,90 euro per una pubblicazione che si chiama "Noi amiamo Silvio", si merita le foto tarocche. E altro.
Se uno spende 9,90 euro per una pubblicazione che si chiama "Noi amiamo Silvio", si merita le foto tarocche. E altro.

No, nemmeno lui se le merita, altrimenti sarà incentivato a spendere altri 9,90 € per altre pubblicazioni analoghe. Magari anche questa l'ha comprata perché influenzato da altre pubblicazioni simili. Dove finisce la truffa e dove comincia la libera scelta?
meglio il falso in fotografia che il falso in bilancio...
meglio il falso in fotografia che il falso in bilancio...

:D

Beh, sì...

Ma è come dire: è meglio un calcio nel sedere o un calcio nelle p***e?
A mio modesto giudizio ci sono troppi sottintesi non provati nei commenti a questo post.
Per esempio, che Berluska sapesse del libro, che abbia chiesto di taroccare una foto, e che in generale il 'mandante' della cosa sia lui.

Sue foto circondato da folle festanti ne esistono tante (pure troppe) da rendere necessario a lui di chiedere un taroccamento (ed in caso avrebbe gente più esperta a disposizione).

La cosa che a me da fastidio è che quando a taroccare le foto sono altri (vedi le foto dei partigiani a cui sono state concellate armi e bombe, Genova 2008 o 2009 non ricordo), non si grida allo scandalo.

Quando invece è Berluska, qualsiasi cosa è valida per dargli addosso (ma non bastano le fesserie che comunque fa? Anche a questo bisogna attaccarsi? Come accusarlo di nefandezze sessuali varie per poi cadere sotto colpi di trans...)

Invece, per me, è uno scandalo aver taroccato questa foto, uguale allo scandalo dei taroccamenti di foto di altri indirizzi politici. Ed è giusto segnalare i taroccamenti (tutti), senza però farci sopra ragionamenti senza prove.
Notiziona:
La folla della divisione dei pani e dei pesci erano i dodici apostoli copiati e incollati.
ahahah
Una volta, quando photosciop non c'era ancora e bisognava arrangiarsi, ho partecipato a un evento di massa (500.000 persone, a Roma). Verso la fine, mancavano 10 minuti all'inizio delle riprese TV, sono arrivati quelli di un certo sindacato (la CISL). Erano in 15, ciascuno con una bandiera. Si sono sparpagliati in mezzo alla folla, equidistanti l'uno dall'altro; cosicchè a chi vedeva la TV, con tutte queste bandiere ben distribuite, sembrava che tutta quella folla fosse stata radunata lì dalla CISL.
Niente di nuovo, purtroppo.
va be ora vi siete fatti quattro risate. Ho amplificato un po' il sentimento che provo verso il pdl e Berlusconi. forse ho superato il limite della parodia ma se voi foste uomini di fede sareste d'accordo con quanto ho scritto. Perché la politica è, in primo luogo, fede. e la fede non si discute: o si ha o non si ha.

guardate che fotomontaggi simili li fanno anche negli Usa, negli Usa che voi adorate, gli stessi Usa in cui scrivere contro il Presidente degli Usa comporta il carcere e ogni informazione va vagliata da un comitato prima di essere pubblicata; gli usa dove la satira non è consentita in alcun modo.
Loro hanno delle regole e un giorno le avremo pure noi e quando ci saranno queste regole molti di voi forse andranno in carcere solo per aver scritto o criticato senza motivo la politica.

la politica non si critica si vive
i politici non si discutono si crede in loro o si è fuori!

voi siete fuori o siete dentro

in o out??

decidete
Il Corriere della sera riporta una dichiarazione dell'editore Peruzzo che sostiene che sia stato proprio Berlusconi a chiedere la modifica delle immagini. link
guardate che fotomontaggi simili li fanno anche negli Usa, negli Usa che voi adorate, gli stessi Usa in cui scrivere contro il Presidente degli Usa comporta il carcere

Lei, signore, è un artista nel condensare in pochi caratteri un enorme numero di fesserie.

In sostanza, lei è il PKZIP della stupidità.

La prego di continuare, le sue dettagliate e documentate asserzioni colmano il mio cuore d'ilarità.
va be ora vi siete fatti quattro risate. Ho amplificato un po' il sentimento che provo verso il pdl e Berlusconi.

Spero che tu lo abbia amplificato "molto", perché, a giudicare dalle tue parole, se lo hai amplificato solo "un po'", sei già un caso molto molto serio.


forse ho superato il limite della parodia ma se voi foste uomini di fede sareste d'accordo con quanto ho scritto.


Se tu non fossi un troll, magari avresti scritto cose più sensate, e allora forse noi saremmo d'accordo. Oppure no.


Perché la politica è, in primo luogo, fede. e la fede non si discute: o si ha o non si ha.


Che la politica sia una fede è un'idiozia. Se tu non fossi un troll ti farei un panegirico infinito sul perché è un'idiozia.


guardate che fotomontaggi simili li fanno anche negli Usa, negli Usa che voi adorate,


voi chi?


gli stessi Usa in cui scrivere contro il Presidente degli Usa comporta il carcere


.....sssssssì....


e ogni informazione va vagliata da un comitato prima di essere pubblicata;


Ti stai confondendo con una qualsiasi dittatura del secolo scorso (o anche di quello attuale).


gli usa dove la satira non è consentita in alcun modo.


ROTFL x6


Loro hanno delle regole e un giorno le avremo pure noi e quando ci saranno queste regole molti di voi forse andranno in carcere solo per aver scritto o criticato senza motivo la politica.


Da come lo dici, sembra che tu non veda l'ora.


la politica non si critica si vive
i politici non si discutono si crede in loro o si è fuori!


Ripeto: per me sei un troll, perché nessuno può essere -così- deficiente.
In sostanza, lei è il PKZIP della stupidità.

ROTFL x8
In riferimento al commento di Anghelos

Il Corriere della sera riporta una dichiarazione dell'editore Peruzzo che sostiene che sia stato proprio Berlusconi a chiedere la modifica delle immagini.

Per la verità quel link già era nell'articolo di Paolo Attivissimo... :-)

Riporto per chi non ha voglia di leggerlo le dichiarazioni di Alberto Peruzzo, che non vota alcun partito ma è amico personale del presdelcons, rilasciate a Elvira Pollina:

Prima di mandarlo in stampa però, Peruzzo fa visionare il libro al Cavaliere. «Sapeva che lo stavo preparando, e mi ha chiesto di fargli avere una bozza in anteprima per vedere se le immagini erano a posto» racconta Peruzzo, il quale non ha problemi a dire che è stato lo stesso premier a suggerire alcuni cambiamenti. «Cosa vuole che le dica, io avrei lasciato tutto al naturale, lui ha voluto cambiare un po' la scenografia. D'altronde la gente è abituato a vederlo in un certo modo e magari senza quegli accorgimenti non l'avrebbe riconosciuto».

Peruzzo non si riferisce necessariamente a quella foto, che era già ampiamente ritoccata nella precedente pubblicazione, ma ad altre; forse tutte le altre.

A me pare un fanfarone matricolato, ma tant'è.
"Oh Silvio. I have no problem with your mafia connections, your masonic lodge business, the tax fraud, the false accounting, the bribing of judges, embezzlement, seducing young girls" il tarocco c'è, è indubbio, i commenti del sito sono però un pò gratuiti
Perché la politica è, in primo luogo, fede.

Guardando come l'uso delle maiuscole sia sconosciuto a Silvio Minorini, non mi stupisco che anche in quella frase, "Fede" andasse scritto con la lettera maiuscola :D
@Paolo... a ridacce NSFW!!! ;-) Sennò faccio sabotaggio alla cabina di regia alla STICCon! :-)
...mbah...

Secondo il mio modesto parere, il cavaliere manco l'ha visto quell'opuscolo. Ha solamente trovato un altro modo per farsi rifondere millemila euro dallo stato per una pubblicazione elettoral-politica costata un decimo.

Politica=fede. D'accordissimo e ben contento di essere ateo pure politicamente. Il Minorini è un fanatico estremista pidiellino e credo che qualsiasi altro commento possa essere benissimo cestinato. Solo per l'estremismo manifesto, non per le idee politiche, sia chiaro.
Sperando di non essere fuori tema, avrei una curiosità da soddisfare se qualcuno può darmi una mano. Dato che si parla di lui, c'è qualcuno che sa dirmi se è vero che l'attuale presidente del consiglio arriva al 68% di gradimento presso il popolo italiano (eventualmente contando anche i troll ...)?
Grazie e complimenti sinceri a tutti. Questo è probabilmente il blog più interessante tra quelli che seguo, anche se mi rendo conto di essere il meno preparato di tutti un po' in tutto.
Marco
è vero che l'attuale presidente del consiglio arriva al 68% di gradimento presso il popolo italiano (eventualmente contando anche i troll ...)?

Io un po' di tempo fa ho fatto due conti. Direi proprio di no.
[i]"Oh Silvio. I have no problem with your mafia connections, your masonic lodge business, the tax fraud, the false accounting, the bribing of judges, embezzlement, seducing young girls" il tarocco c'è, è indubbio, i commenti del sito sono però un pò gratuiti.[/i]

Non per fare il precisino della situazione, però:
- mafia connections: stalliere mafioso a casa;
- false accounting: vedi leggi sul falso in bilanco;
- the bribing of judges, embezzlement: vedi processo mondadori;
- seducing young girls: vedi lettone di putin.

A dire il vero non ne ha sbagliata una :P

Ma mi scuso con Paolo, non vorrei creare una polemica politica fuori luogo nel suo blog (anche se con un post così se la doveva immaginare :P)
"Perché la politica è, in primo luogo, fede. e la fede non si discute: o si ha o non si ha."

Io ho due fedi contradditorie.

Ho fede che la cultura che soccorre e conforta gli infermi sia superiore alla cultura che li emargina ed abbandona.

Ma contemporaneamente:

Ho fede che senza ******* *** ****** ** **** ** *********** *********** *** ******** *** ******* ** ****** * **** ***, su marte non ci arriveremo mai.

(chiave di decrittazione: ogni lettera é indicata da un asterisco, ma potrei aver sbagliato il conteggio in una o piú parole)
@74

A me pare un fanfarone matricolato, ma tant'è.

Chi? Berlusconi?
Qua la mano.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
questo cartonato di B. era sicuramente di migliore fattura, potrebbe stare tranquillamente come sfondo in una puntata di Blu Notte

cartonato di mr.B

(vediamo mr.B. in questa foto con l'autista di craxi, la segretaria di de mita e la nipotina del conte mascetti)
Ormai è il leader di una piccola dittatura comunista con il culto della personalità sovietico e queste pubblicazioni sembrano la Pravda dell'immediato dopoguerra....
Vergognoso, lui e chi gli ha dato e continua a dargli il potere che ha.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@Claudio Casonato
Quando invece è Berluska, qualsiasi cosa è valida per dargli addosso (ma non bastano le fesserie che comunque fa? Anche a questo bisogna attaccarsi? Come accusarlo di nefandezze sessuali varie per poi cadere sotto colpi di trans...)

Scusa, ma non sono d'accordo. Il problema delle "nefandezze sessuali", come le hai chiamate, non sta nella cosa in se', ma nell'aver cercato di far eleggere le sue "amiche" per meriti non certamente connessi alla politica. Questa secondo me e' una cosa molto criticabile: e in effetti e' stata criticata, non solo da sinistra, ma anche da destra (vedi Paolo Guzzanti, o la fondazione di Fini). E se con i trans ti riferisci a Marrazzo, mi viene da dire che almeno in quel caso il protagonista ha avuto il buon gusto di dimettersi...

Ma poi, perche' dobbiamo proprio buttarla in politica? In questo post si sorrideva semplicemente su una "photoshoppata" disastrosa. Non credo che nessuno abbia mai fatto equazioni del tipo "la foto e' un falso, quindi anche tutto cio' che dice Berlusconi e' un falso". Non credo ci si attacchi a questa cosa, come dici tu, per criticare Berlusconi: se lo si critica, sara' per altre ragioni, mentre se si e' un suo elettore non credo che si cambieranno le proprie idee politiche solo per questo.

E dai, era solo un modo per sorridere un po'. Peace and love, Claudio. :)
D'altronde la gente è abituato a vederlo in un certo modo e magari senza quegli accorgimenti non l'avrebbe riconosciuto

Ma cos'è? Una autorete coi fiocchi questa? La gente non riconoscerebbe Berlusconi se non quando circondata da cose farlocche? :-)
Comunque ricordiamoci che anche un photoscioppo realizzato TROPPO bene può essere considerato un disaster, quando il risultato è ineccepibile, ma si discosta troppo dalla realtà

Qualcuno si ricorda le celeberrime foto di
Letizia Moratti ai tempi della sua candidatura a sindaco?
Il lavoro è apparentemente molto buono, peccato che tutti noi avessimo ben presente com'è la vera Moratti.
@Gavagai
Non credo che nessuno abbia mai fatto equazioni del tipo "la foto e' un falso, quindi anche tutto cio' che dice Berlusconi e' un falso"
.
Perché altrimenti sbufalare il "finto" attentato di Tartaglia.

L'equazione non è esatta ovviamente ma può comunque essere ustata come postulato.
@puffolottiaccident:
Ho fede che senza ******* *** ****** ** **** ** *********** *********** *** ******** *** ******* ** ****** * **** ***, su marte non ci arriveremo mai.
(chiave di decrittazione: ogni lettera é indicata da un asterisco, ma potrei aver sbagliato il conteggio in una o piú parole)


*** ** ** ****** *** *****
(per i non puffolottesi: non ci ho capito una mazza)
@boxbuilder
Ok, riformulo la frase: non credo che il lettore quadratico medio di questo blog faccia equazioni del tipo: "la foto e' un falso, quindi anche tutto cio' che dice Berlusconi e' un falso". Ovviamente, IMHO. Va meglio cosi'? :)
@turz
La soluzione che hai fornito:

"Ho fede che senza cremare col napalm un paio di cerebrolesi delusionali che eleggono una squadra di calcio a loro Dio, su marte non ci arriveremo mai."

È ovviamente corretta, complimenti.
Non é il tipo di cosa che amo dire loud and clear.
@puffolottiaccident:

In realtà mi era sfuggita la parola "delusionali" ;-)
@Turz
Tengo a precisare che, se al di lá dello scherzo, sul serio fosse indispensabile obliterare una confessione attraverso lo sterminio per permettere i viaggi di esseri umani su marte mi ci opporrei.
Allora, secondo me Berlusconi di questo opuscoletto ha poca o niente responsabilità. è Alberto Peruzzo ad averlo realizzato di propria iniziativa, puntando a un preciso target: quella parte dell'elettorato del Pdl che ama Silvio con una devozione tale da suscitare in me un conflitto tra la tenerezza e la voglia di strappargli a pezzettini il certificato elettorale.
Sono un po' come i vecchi comunisti semianalfabeti dell'Emilia Romagna di una volta, che pendevano dalle labbra del capo del partito senza un milligrammo di senso critico e credevano davvero che l'URSS fosse un paradiso in terra. La politica, per loro era proprio una fede religiosa. E il paragone con i devoti di Padre Pio non è sbagliato.
Ovviamente nel Pdl, come nel Pc di una volta, ci sono invece teste pensanti, che però non comprano emerite boiate come Noi amiamo Silvio, per lo stesso motivo per cui i cattolici con un po' d'istruzione e cervello tendono a evitare il calendario di Padre Pio.
Secondo me è successo così:
1) Peruzzo ha mandato le bozze del libercolo a Berlusconi dato che ingraziarsi il premier non fa mai male, chissà che non gli avanzino un po' di contributi per l'editoria.
2) Berlusconi si è lamentato che in qualcuna delle foto scelte appariva vecchio, brutto, pelato o con pochi seguaci.
3) Peruzzo aveva due possibilità: procurarsi immagini migliori, che però vanno comprate dalle agenzie fotografiche e costano oppure arrangiarsi con photoshop e quello che aveva in casa.
4) Siccome il target non ha alte disponibilità economiche, non potendo aumentare il prezzo e non volendo ridurre il proprio margine di guadagno, Peruzzo ha preso una foto di 10 anni fa e si è arrangiato, con i risultati che sappiamo.

Peruzzo la farà franca: il target di Noi amiamo Silvio non va su internet. è gente che s'informa solo sul TG 4 perché gli altri Tg la irritano, dando qualche secondo di voce all'opposizione. Sono fatti così, sono cittadini italiani e il loro voto vale quanto il nostro.
Per Elena

Finalmente la cerchia delle persone che la pensa come me si allarga un pochino. Proprio non so come mai tanti commentatori si sian fatti l'idea che dietro una iniziativa così dilettantesca ci sia Berlusconi in persona, proprietario della Mondadori e con consulenti di fotoritocco un po' più capaci: non molto forse, ma un po' più di Alberto Peruzzo sicuramente.

Un solo appunto sui potenziali acquirenti: quel tipo di persona esiste eccome, ma non legge, non ha mai letto e mai leggerà un libro in vita sua. È possibile che lo comprino solo per regalarlo ad amici, oppure per far scena nella libreria in salotto, dicono che sarà un volume di un certo peso. Oppure che non lo vengano nemmeno a sapere, e a questo punto l'iniziativa sarà un fiasco. :-)
Elena, se non ho capito male, Peruzzo avrebbe taroccato una vecchia foto taroccata.
Ieri sera su Rete4 hanno, mandatgo in onfda lo spot e se non vado errato hanno scelto proprio quella foto farlocca per la pubnblicità!

Scusate gli errori di battoitura ma< sopno a -10 e sto screivendo coi guanti, anche se qualcuno avrà pensatop a una diversa parte anatomica :D
@Elena dixit
"un conflitto tra la tenerezza e la voglia di strappargli a pezzettini il certificato elettorale."

Mon bleu, passiamo alla prossima.

@Gavanai dixit

"far eleggere le sue "amiche" per meriti non certamente connessi alla politica"


Che differenza fa?
Cosa c´entrano i meriti connessi alla politica con la politica??????

Cioé, mica perché vinci 2 euro al videopoker é garantito che al colpo successivo ne vinci altri 2...

forse sarebbe stato meno nepotista se avesse tirato dei gettoni alla folla e chi riesce a riportargliene uno viene "promosso" al posto delle squinzie... ma non mi pare che tale comportamento sia lesivo in quanto si guasta la politica...

Parlare di politica che si corrompe é come parlare del piazzale dei cantieri banglistani che si riempie di rottami.
Fuffolottiaccident, mi sfugge il senso di cio' che stai dicendo; come sarebbe "che differenza fa"? Normalmente quando si mette qualcuno in un posto di responsabilita', lo si fa sulla base di competenze specifiche, non sulla base di chissa' cosa (amicizie o competenze in cose completamente diverse). In un mondo non di pazzi funziona cosi'. Non credo che un'azienda seria si possa mettere ad assumere un programmatore o un avvocato perche' sanno giocare bene a calcio o cantano bene.
@TNT dixit
"Non credo che un'azienda seria si possa mettere ad assumere un programmatore o un avvocato perche' sanno giocare bene a calcio o cantano bene."

scusa, se non ti spiace il troll giullaresco che fa battute facete qua sono io.

Scherzo, circa.

Ma vedo che hai una gran fede nella "politica"... che deve governare l´economia e non viceversa... traspare la convinzione che chi se ne occupa ci capisca realmente qualcosa... da questa altra frase che hai detto:

"Normalmente quando si mette qualcuno in un posto di responsabilita', lo si fa sulla base di competenze specifiche, non sulla base di chissa' cosa [...]. In un mondo non di pazzi funziona cosi'. "

Well, mio esplosivo amico, come funzioni su saturno o sul tuo pianeta non lo so, ma tralasciando il fatto che stai parlando di un campo in cui non esistono le "competenze specifiche" il problema é che la terra é un sostanzialmente un mondo di pazzi.

Il fatto che non lapidiamo a furor di popolo chi si propone come politico nell´istante in cui lo fa dovrebbe dare ampia prova di ció.
Mi dispiace che i commenti a questa notizia abbiano sterzato decisamente verso il politico, quando invece il contenuto era semplicemente la maggior velocità dei media del web rispetto a quelli tradizionali, i quali poi ne attingono a piene mani.

Visto che si parla di persone messe lì non per meriti politici, ma per altro, vorrei ricordare il caso di Leonilde Iotti detta Nilde: siete proprio sicuri che fosse solo ed esclusivamente bravura sua ― perché brava era brava ― o sull'appoggio incondizionato che ebbe sempre dal PCI ebbe un ruolo la sua relazione con Palmiro Togliatti, sposato e di 27 anni più anziano?
Sapete com'è, a pensar male si pecca... (completate voi il proverbio)
@F7428476 A pensar male si fa peccato, ma [...]

qui ce n´ho due

1)

Ma i peccatori, dopo una vita fra ******* e champagne, senza preoccupazioni al mondo, e dormendo 9 ore a notte come pupetti per molti anni, senza malattie di sorta, si presentano alla porta del paradiso col ticket che hanno fregato a qualche proba anima, questa cerca di protestare presso San Pietro, il quale ammaliato dall´attitudine e dal fascino del peccatore gli crede sulla parola e calcia il non-peccatore nella bolgia dei traditori di chi si fida.

2) Ma a non far peccato la razza umana si estingue per morte demografica

Quanto ai bloggers che battono in velocitá i mangiapane a tradimento che (poiché ai dementi bisogna assecondarli) vengono chiamati organi d´informazione... parli di storia antica.

La volta che una bomba mi é scoppiata a circa un km dall´ufficio avevo pubblicato sul mio blog di facezie la notizia con oltre un´ora di anticipo sull´ANSA. Strano che loro ci abbiano messo tanto perché... vabbé quella é un´altra storia.

Firmato: la voce dell´ottimismo.
@F7428476

Prima stigmatizzi la "deriva" politica dei commenti e poi tiri fuori Nilde Iotti e Togliatti (morto nel 1964).

Grat grat...
@F7428476

Come espempio la Iotti??
Dunque.. quando incontro' Togliatti era gia' laureata, era gia' deputata del parlamento e faceva parte della assemblea costituente che ha scritto la nostra costituzione.
Mi sa che hai sbagliato esempio...
Nota letteraria:

Il termine: "Assassino di alpini in Russia" volto ad indicare chi utilizza le risorse aziendali con insufficiente riguardo si riferisce in qualche modo a Palmiro Togliatti.
Come sarebbe "un campo in cui non esistono competenze specifiche"? Allora mi stai dicendo che nella politica di oggi TUTTI potrebbero fare, che so, il ministro dell'economia o della sanita', tanto uno vale l'altro? Beh, certo... secondo la politica italiana spesso l'impressione e' stata quella (che chiunque potesse essere messo in qualsiasi posizione, anche se non aveva un minimo di conoscenza delle problematiche del settore). Ma non mi sembra certo un buon esempio di politica.

Continuo a non capire dove vuoi arrivare, francamente.
@TNT

Si, penso che chiunque possa prendere una patente di guida di classe B valida potrebbe fare il ministro dell´economia o della sanitá.

Sarebbe poco carino prendere un ragioniere o un anestesista di grido per tali posizioni.

sarebbe mancanza di rispetto nei confronti di chi ha passato l´etá fra i 15 e 30 anni a non far altro che leccar boffici e prendere per il **** i loro coetanei al preciso scopo di infilarsi in quegli ingranaggi...

Sarebbe interessante vedere cosa potrebbero fare delle persone realmente qualificate, ma disgraziatamente succede che appena una cosa del genere viene loro proposta stendono l´interlocutore con una testata (gli anestesisti esperti in generale hanno un gancio sinistro che non perdona) e scappano via.
@F24 (scusa l'abbreviazione)
Certo che il target del libercolo non ha mai letto niente in vita sua, se non non sarebbe nel target. Però anche le bimbeminkia fan di questo o quel bellone comprano il massa la sua biografia, specie se corredata di molte immagini.
Sapendo bene di rivolgersi a gente che non frequenta le edicole e tantomeno le librerie, Peruzzo ha programmato una massiccia campagna di spot televisivi.
Per quanto riguarda il discorso sulla competenza dei politici, fare bene il ministro non è mica facile: bisogna avere le idee chiare su cosa fare e destreggiarsi tra mille interessi contrapposti per realizzare i propri obiettivi. Questo tipo di competenza si acquisisce in anni di militanza, facendo magari prima il consigliere di zona o il sindaco di un paese, poi passando al comune, alla regione ecc.
Quanto ai professionisti del settore (sanità, economia, scuola ecc...) un bravo politico se li prende come consulenti. Il suo lavoro è realizzare i loro consigli tenendo conto delle richieste delle varie parti in causa, dei fondi che i suoi colleghi di governo accettano di stanziare per quell'obiettivo, delle reazioni dell'opinione pubblica ecc.
Per Roberto

Prima stigmatizzi la "deriva" politica dei commenti e poi tiri fuori Nilde Iotti e Togliatti (morto nel 1964).

Puoi immaginarti quanto io sia contento di parlare di simili argomenti! Non vedevo l'ora, guarda....
Visto che questa deriva non si può frenare, qui non siamo a scuola dove la maestra batte un pugno sulla cattedra e strilla "Zitti! Ora basta, o vi mando dal direttore tutti quanti!", tanto vale dare un contributo alla materia. C'è gente che pensa che prima del 1994 certe cose non succedevano e non potevano succedere; meglio eradicare subito questo equivoco.

Per wikid

Come espempio la Iotti??
Dunque.. quando incontro' Togliatti era gia' laureata, era gia' deputata del parlamento e faceva parte della assemblea costituente che ha scritto la nostra costituzione.
Mi sa che hai sbagliato esempio...


Non credo. Nessuna donna nel suo partito ha fatto una carriera sugli allori come lei. Anche le donne del PCI-PDS-DS-PD che son venute dopo, come Livia Turco e Angela Finocchiaro, godono di un decimo della stima che aveva Nilde Iotti da parte della dirigenza del partito.

L'esempio è da prendere con le pinze per un altro motivo: il PCI è sempre stato all'opposizione, a parte la breve fase costituente, e ovviamente un capo dell'opposizione, per quanto di peso, non poteva imporre la sua amante a un ministero.
Per Elena

Non sapevo nulla di questa campagna pubblicitaria, alla luce di questa notizia ti do perfettamente ragione. Ma su che canali va? È vero che vedo poco la tv, ma davvero non l'ho notata nemmeno di striscio.
Interessi pedissequamente cogenti agli interessi del cittadino.

Obbiettivi ovviamente orientati al progresso assoluto della civiltá.

Il tutto attraverso un´efficienza che richiede 4 cifre significative per essere espressa.

Cioé, briganti extraurbani che si sono inventati un mestiere un po´meno onesto e dignitoso.
lo ha fatto così riesce a vendere tutte le copie che ha stampato! per quale altro motivo lo avrebbe comprato la gente!!!
;)
@Elena:

@F24 (scusa l'abbreviazione)

Problemi con le tasse? :-D

@TNT:
Tieni conto che molti lettori di questo blog sono palesemente schierati con quel partito di schifosi meritocrati che pur di evitare di godere degli splendidi ed efficienti meccanismi di avanzamento professionale della Grande Patria Italiana l'hanno spudoratamente rinnegata come terra di residenza, ingrati nei confronti di quella classe di grandi statisti che negli ultimi 60 anni ha fatto di tutto per trattenere i migliori cittadini italiani nel Bel Paese con alti stipendi, una scuola efficiente e una pressione fiscale misurata ed equa.
@Turz

Tieni conto che molti lettori di questo blog sono palesemente schierati con quel partito di schifosi meritocrati che pur di evitare di godere degli splendidi ed efficienti meccanismi di avanzamento professionale della Grande Patria Italiana l'hanno spudoratamente rinnegata come terra di residenza, ingrati nei confronti di quella classe di grandi statisti che negli ultimi 60 anni ha fatto di tutto per trattenere i migliori cittadini italiani nel Bel Paese con alti stipendi, una scuola efficiente e una pressione fiscale misurata ed equa.

Sei sublime.

@F74(etc. etc.)

Ma si potrebbe pure accettare qualcuno che candida una persona -competente- anche se è la sua amante. Non è il meglio cui si possa aspirare, ma per lo meno le cose funzioneranno. Invece, se la persona è incompetente, le cose cambiano di molto.

@Elena

dicevi:

Peruzzo la farà franca: il target di Noi amiamo Silvio non va su internet. è gente che s'informa solo sul TG 4 perché gli altri Tg la irritano, dando qualche secondo di voce all'opposizione. Sono fatti così, sono cittadini italiani e il loro voto vale quanto il nostro.

Ma dal momento che l'irrazionalità, l'irragionevolezza e, più in generale, la stolidità di una parte degli elettori (bipartisan) è uno dei lati negativi più grossi della democrazia, non è criminale proporre un prodotto (perché di questo, purtroppo, si tratta) che non solo non li aiuta a uscire da una condizione svantaggiata ma anzi asseconda i loro più biechi istinti di pigrizia intellettuale e le loro false certezze?
Per Turz

@F24 (scusa l'abbreviazione)

Problemi con le tasse? :-D

Questa proprio non l'ho capita... :-(
Non ho mai scritto di capitale o diritto fiscale.
Intendevi le femmine del tasso? Nessun problema, vanno d'amore e d'accordo coi maschi e presto nasceranno molti tassini (o si chiamano balzelli?).
@F74

Non è un'ammissione su qualcosa, è un pensiero.

Errata:

...ma per lo meno le cose funzionerebbero...
Per SirEdward

Ma si potrebbe pure accettare qualcuno che candida una persona -competente- anche se è la sua amante. Non è il meglio cui si possa aspirare, ma per lo meno le cose funzioneranno. Invece, se la persona è incompetente, le cose cambiano di molto.

Tengo a precisare che molti commenti qui stigmatizzano il fatto stesso di candidare amanti, a prescindere dal resto; o almeno, il tono era quello.
Purtroppo di ministri competenti nella loro materia la storia della Repubblica ne ha avuto davvero pochi, che fossero amanti o amici del segretario del partito di turno. Certo, alcuni ebbero l'umiltà di affidarsi ad esperti e consulenti per le questioni più tecniche; altri, secondo me la maggior parte, si son basati sulla propria abilità, combinando disastri. Ti faccio un esempio fra mille: Carlo Donat-Cattin, ministro della sanità fra il 1986 e il 1989. Non solo non era stato eletto dagli italiani (lo fecero entrare in parlamento costringendo alle dimissioni un altro esponente della DC), non solo non era medico né aveva alcuna preparazione su ospedali, USSL, e simili. Ma si definì pubblicamente e con orgoglio "un ignorante di sani princìpi".
Nulla di nuovo sotto il sole, quindi.

Ma dal momento che l'irrazionalità, l'irragionevolezza e, più in generale, la stolidità di una parte degli elettori (bipartisan) è uno dei lati negativi più grossi della democrazia, non è criminale proporre un prodotto...

Esagerato, SirEdward! Non è criminale, è funzionale al governo di un paese che non è mai stato facile da governare.
@F74(...)

SirEdward! Non è criminale, è funzionale al governo di un paese che non è mai stato facile da governare.

Beh, questo è un paese che non è mai stato facile da governare anche perché gli elettori tendono a pensarla tutti in maniera diversa e a credere tutti di avere ragione. Queste pubblicazioni possono pure essere funzionali (anche se la gente che le compra è già ultra-fidelizzata, quindi...), ma non fanno nulla per cambiare il problema di fondo, anzi... In sostanza, questo tipo di pubblicazioni favorisce proprio la non governabilità a lungo termine del paese, e di sicuro è contrario (perché vendere una posizione politica attraverso il falso è una truffa per definizione) allo spirito democratico in cui tutti sono chiamati a scegliere con l'idea che tutti possano dare un contributo costruttivo. Qui è il contrario, tutti sono chiamati a scegliere con l'idea che così, facendo partecipare anche gli incompetendi o i "tifosi" è più facile trovare (o creare) abbastanza tonni manipolabili per vincere le elezioni e fare quello che si vuole.
@Friatipo (sostituire ogni lettera minuscola col corrispondente tasto del cellulare):

@F24 (scusa l'abbreviazione)

Problemi con le tasse? :-D

Questa proprio non l'ho capita... :-(
Non ho mai scritto di capitale o diritto fiscale.
Intendevi le femmine del tasso? Nessun problema, vanno d'amore e d'accordo coi maschi e presto nasceranno molti tassini (o si chiamano balzelli?).


Si vede che è da molto che manchi dall'italia.

Era solo una battuta sul fatto che ti aveva chiamato F24.
@puffolotti
sono d'accordo con tutto quello che hai detto. A parte la marcia indietro sul tema eugenetica-conquista del pianeta rosso.
@Turz
Mi fai arrossire con questi inestimabili complimenti.

Comunque penso che non si possa spiegare la "fuga di cervelli*" a chi non puó prendervi parte. Chi avesse le facoltá per comprenderla, di sicuro non avrebbe problemi, né a spostarsi, né ad affrancarsi restando in Italia.

*wow, ció implica che ne avrei uno... sono commosso.
boxbuilder dixit:
@puffolotti
sono d'accordo con tutto quello che hai detto. A parte la marcia indietro sul tema eugenetica-conquista del pianeta rosso.

Ottimo, boxbuilder: non posso diventare re del mondo se la mia "lista di gente da mandare in siberia appena ne ho la facoltá" é vuota.
@puffolottiaccident:
Chi avesse le facoltá per comprenderla, di sicuro non avrebbe problemi, né a spostarsi, né ad affrancarsi restando in Italia.

Non sono d'accordo sulla seconda opzione. A meno che tu per "affrancarsi" non intenda "farsi raccomandare" (beh, in fondo una raccomandata va affrancata, no?).
@Turz

"emanciparsi"(da "emancipazione") non so se sarebbe il termine corretto, mi fa un po´strano usarlo: dovrebbe riferirsi a ragazzi fra i 16 ed i 18 anni, non a pescarane che han piú 40 che 30 anni...

Forse intendi dire che chi si emancipa in Italia, viste le condizioni che affronta, é piú tosto di chi si stabilisce all´estero.

Verissimo, ma chi fa questa scelta preferirá fare il metallurgico a 10Eurozzi/h reali piuttosto che fare il capro espiatorio del mobbing celeste a 10,03 Eurozzi/h teorici, e alla parola "Garibaldi" reagirá uccidendo con una testata chi la ha pronunciata in sua presenza.
Egli é uomo di temperanza ammirevole, ma non é l´uomo giusto per stra******* a freddo la Siemens.
@Turz
Io personalmente faccio moltiiiiiiiissimo per arginare i danni della fuga di cervelli: rifiuto i lavori che tali aziende ogni tanto provano ad offrirmi dicendo che non riescono a dormire la notte pensando che sono "ridotto" a fare il pizzaboy a RGB...

Ma questa é un´altra storia...
Per SirEdward

Queste pubblicazioni possono pure essere funzionali (anche se la gente che le compra è già ultra-fidelizzata, quindi...), ma non fanno nulla per cambiare il problema di fondo, anzi...

Dubito che la preoccupazione principale degli editori, e di Alberto Peruzzo in particolare ― uno che dichiara di non votare per nessun partito ― sia quella di risolvere il nodo politico dell'Italia.

In sostanza, questo tipo di pubblicazioni favorisce proprio la non governabilità a lungo termine del paese, e di sicuro è contrario (perché vendere una posizione politica attraverso il falso è una truffa per definizione)...

Oggi sei in vena di esagerazioni, SirEdward. :-)
Riprendo per un attimo le vesti da giurista, e ricordo che la truffa per la legge italiana è un reato punibile con la reclusione da sei mesi a tre anni (art. 640 del codice penale). O forse quella che tu intendevi è la "frode nell'esercizio del commercio"? Consiste nella consegna all'acquirente di un prodotto per un altro, oppure di un prodotto che per origine, provenienza, qualità o quantità, è diverso da quello dichiarato; pena fino a due anni di reclusione (art. 515 del codice penale). Va da sé che accusare qualcuno, foss'anche Alberto Peruzzo, di un'azione che reato non è, costituisce un illecito. :-|

L'unica cosa che si può imputare a Peruzzo è, forse, quello di "pubblicità ingannevole": ma a giudicarlo deve essere l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato. E non son previste sanzioni la prima volta, se non la cessazione della pubblicità stessa.

... allo spirito democratico in cui tutti sono chiamati a scegliere con l'idea che tutti possano dare un contributo costruttivo. Qui è il contrario, tutti sono chiamati a scegliere con l'idea che così, facendo partecipare anche gli incompetendi o i "tifosi" è più facile trovare (o creare) abbastanza tonni manipolabili per vincere le elezioni e fare quello che si vuole.

Da parte mia, cosa vuoi che ti dica? Rivolgi queste preoccupazioni in una lettera privata ad Alberto Peruzzo, se pensi possa distoglierlo dai suoi intenti...

Già dobbiamo ringraziare che esista internet e il servizio antibufala che rimane sul web a futura memoria. Nell'epoca precedente al 1994 una tal notizia, se mai fosse stata notata da qualche giornalista della stampa tradizionale, sarebbe stata pubblicata nelle pagine interne dei quotidiani e dimenticata in pochi giorni: perché si sa, "col giornale di ieri ci si incarta il pesce".
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
L'unica cosa che si può imputare a Peruzzo è, forse, quello di "pubblicità ingannevole"

mmmh... in fondo temo di sì...

Però... (in maniera più faceta che seria) in fondo... la pubblicità ingannevole è volta a far credere all'acquirente che il "prodotto" che sta acquistando (votando) è diverso da quello che realmente è, quindi la direzione è quella della frode. Parlando di politica, poi, dal momento che il "prodotto" (persona o partito votato) lo puoi verificare solo molto dopo l'effettivo acquisto e non lo puoi riportare indietro avvalendoti del diritto di recesso, l'ipotesi di frode potrebbe essere pure sensata. (puoi verificare il prodotto solo dopo l'acquisto, ma una volta che te lo sei portato a casa non si torna indietro, sono solo Cat Sitwoy).

Se poi, addirittura, il "prodotto" in questione promettesse di garantire più soldi all'acquirente ma la sua azione si risolvesse in una diminuzione del conto in banca dell'acquirente invece che in un aumento (cose già viste), si potrebbe parlare di vera e propria truffa, o no? (ricordando che l'uomo politico votato ottiene un profitto attraverso il suo stipendio da parlamentare)

(Peruzzo sarebbe comunque già fuori questione, è una problematica legata agli uomini e partiti politici in generale).
wow... ecco, questo è un pensiero ingarbugliato...

Non ho tempo di riscriverlo decentemente. Non ora, almeno.
@ Sir Edward
Sul giudizio morale concordo con te. Speculare sull'ignoranza e la stupidità della povera gente, alimentandola per fare più soldi, è disgustoso.
Il compito di un editore e dei giornalisti che lavorano per lui, invece, dovrebbe essere quello di comunicare contenuti veri con parole semplici, perché anche i meno dotati e fortunati possano partecipare degnamente alla vita democratica.
Lo so, purtroppo questa è quasi sempre un'utopia. Non solo in Italia. I tabloid anglosassoni, per esempio, mi fanno vomitare perché rafforzano i peggiori istinti e pregiudizi dei lettori, invece di aiutarli a superarli.
@Elena, le opzioni sono due:

O i giornalisti si estinguono come spadari & arrotini...

O si inventano scuse per ciucciare soldi al cittadino...

La seconda non mi sembra il top della dignitá.
É per questo che mi sembra la piú probabile.

Il giornalismo é come il sesso: perché andare da professionisti quando ci sono dilettanti che lo fanno meglio e piú volentieri?
per la serie "meglio tardi che mai", oggi ne parla anche il Corriere :) http://www.corriere.it/politica/10_febbraio_02/libro-berlusconi-foto-ritoccata_70d1b068-1018-11df-9603-00144f02aabe.shtml
in risposta agli utenti che sostenevano che il Cavaliere non era al corrente delle foto.... enjoy!
Paolo complimentissimi per il sito :) ti cito spesso con i miei amici e contatti su fb, che hanno il brutto vizio di non verificare mail e messaggi... (i vari "automation lab", facebook a pagamento etc.). Grazie di esistere!! :)

Barbara
È questo il punto, per la serie "meglio tardi che mai"... per chi deve comprarsi una sciarpa per l´inverno e vorrebbe sapere di che colore va di moda...

Ma se devono prendere al cittadino soldi dalle tasse per dargli informazioni che, o non gli servono servono oppure possiede giá... e senza garanzia di autenticitá... allora forse é meglio mai che tardi & a pagamento.

Ovviamente nessuno mi costringe a comprare questo o quel giornale... ma mi risulta (e mi si corregga se sbaglio) che alcune testate non hanno tiratura sufficiente e ricevono delle sovvenzioni.

Questa é la domanda: Esattamente, questi giornali... cosa offrono per i soldi che vengono direttamente prelevati dalla busta paga del cittadino per sostenerli?

Tempestivitá?
Accuratezza?
Completezza?
Sfida ai malvagi?
Sinceritá?
OBBIETTIVITÀ??

Libertá di stampa ad ogni costo, si intende, ma penso che se quello che qualcuno ha da dire é interessante a sufficienza... verrá pagato di buon grado il prezzo che chiede.
ma si vede lontano un miglio che non può essere due anni fa, senza tanti ritocchi, che giovine il premier :)
il balconcino sembra in particolar modo creato dal nulla, con ombre da gradiente, quindi sarebbe il complesso quasi totalmente inesistente..
magari, appunto, un collage da giornalino..
Per Barbie@ (e chi ha letto il suo commento)

per la serie "meglio tardi che mai", oggi ne parla anche il Corriere :) http://www.corriere.it/politica/10_febbraio_02/libro-berlusconi-foto-ritoccata_70d1b068-1018-11df-9603-00144f02aabe.shtml...

Ehm, ehm... nel testo dell'articolo quel link c'è già, qui: «...stando al Corriere, s'è prestato al falso su richiesta diretta del Cavaliere...».
In più bastava leggerlo fino in fondo per vedere la data: 2 febbraio. Non è di oggi, quindi, ma di 5 giorni fa (4 rispetto a quando hai commentato).

Per Marvey!

ma si vede lontano un miglio che non può essere due anni fa, senza tanti ritocchi, che giovine il premier :)
il balconcino sembra in particolar modo creato dal nulla, con ombre da gradiente, quindi sarebbe il complesso quasi totalmente inesistente..
magari, appunto, un collage da giornalino..


Come ricordato nell'aggiornamento, la foto, già ritoccata, era comparsa nel libro "Una storia italiana" del marzo 2001 (tra l'altro vedo ora che è in vendita su ebay!!!), e risalirebbe secondo la didascalia al 18 aprile 1998. Anche io credo che sia stata originariamente pensata per un manifesto, un poster, un'inserzione su giornale o rivista, visto il modo in cui son stati fatti i ritocchi. Poi è stata riciclata più volte come se fosse una foto d'agenzia. Alberto Peruzzo, più realista del re, ha ritoccato una foto già ritoccata; o forse l'ha avuta così come la vediamo da una fonte intermedia, ancora da individuare: Peruzzo infatti parla di ritocchi di immagine del presdelcons al plurale, evidentemente non si riferisce solo a questa.
@Orsovolante:
All´epoca ero un pupetto, ma ricordo che forza italia é stato preceduto da quelli che sembravano spot motivazionali anonimi.

cioé, musichetta, bandierina... fine.

Un nome cosí generico che sembrava un´esortazione a non deprimersi... forse l´immagine risale a quell´epoca.
Mi riallaccio per un attimo al discorso dell'accidente puffesco per dire la mia:

Ricordo che prima dell'entrata nell'agone politico del cav. Berluscaus, nelle città si vedevano girare gli autobus con dei manifesti in cui era fotografato un infante sorridente ed a pugni chiusi, davanti al quale capeggiava la scritta FOZZA ITAIA! e nulla più.

Googolando un po' ecco cosa ne risulta:

http://tinyurl.com/yz7722o

Ora, è vero che è già stato spiegato il motivo di quella campagna (incentivare le affissioni...) ma mi sembra molto opportuno che l'anno dopo (N.B. l'anno dei mondiali di calcio) nasca un partito con il nome di Forza Italia...

Starò diventando complottardo pure io o il cav. sa fare il suo dannato mestiere?
A proposito di
... manifesti in cui era fotografato un infante sorridente ed a pugni chiusi, davanti al quale capeggiava la scritta FOZZA ITAIA! e nulla più.

Può essere vera qualunque versione.
A volte un annuncio ne provoca un altro e poi un altro ancora, magari modificato.

Vi ricordate?
- Il tonno A nell'headline dice "Così tenero che si sbriciola con un grissino!".
- Il tonno B ne approfitta con un attacco "La qualità non è mai in briciole".
- Il tonno A risponde modificando "Così tenero che si taglia con un grissino".

Da quelle parti è altissimo lo sfruttamento delle tecniche di comunicazione, ma è altrettanto basso il livello qualitativo: basti pensare al logo ITALIA proposto per la promozione e il turismo, recentemente presentato dalla ministro Brambilla.

Potrebbe benissimo essere lo sfruttamento di un idea altrui, già usata per altro.