Cerca nel blog

2010/02/11

Google Buzz un po’ ficcanaso, come impostarlo

Buzz, Google copia l'idea da Twitter e il rispetto per la privacy da Facebook


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "1Axya1" e "alessiobea" ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Ieri è comparsa nella mia interfaccia Web su Gmail una nuova opzione: Buzz. Google Buzz è la risposta di Google, presentata pochi giorni fa, a Twitter e Facebook: si va su Gmail, si clicca sull'opzione Buzz (se c'è; arriverà gradualmente a tutti gli account Google) e compare una finestrella nella quale immettere un messaggio, un'immagine o un video, che verrà immediatamente condiviso con gli utenti che sono stati definiti "amici" dai misteriosi meccanismi automatici di Google.

È tutto automatico e non c'è nulla da installare: Buzz sceglie persino gli amici per voi. Quando ho cliccato su Buzz per la prima volta ho scoperto che (a mia insaputa) già stavo seguendo le Buzzate di sei persone e che quaranta follower erano già in posizione per seguire le mie (inesistenti) Buzzate. La cosa, per dirla tutta, non m'è piaciuta.

Sono andato a documentarmi un po' e ho scoperto che ci sono un po' di problemi di privacy con Google Buzz, segnalati per esempio da Gizmodo e Business Insider: gli "amici" vengono scelti da Google sulla base degli utenti con i quali ho scambiato il maggior numero di e-mail o messaggi in chat. I suoi criteri sono un po' nebulosi, perché dei sei "amici" che mi ha proposto di seguire ne conosco solo uno.

Già a questo punto avrei avuto da obiettare, perché io scambio parecchia mail anche con gente che non mi è affatto amica (i vari complottisti, ufologisterici, paranormalisti, sciachimisti, spammer e altri simpatici personaggi della Rete). Ma pazienza, perché posso sempre modificare la lista degli "amici". L'ho fatto subito, prima ancora di mandare la prima Buzzata. Fra l'altro, il pulsante OK nella pagina non serve ad attivare Buzz: si limita a chiudere la pagina delle impostazioni di Buzz.

I veri problemi di privacy riguardano la lista dei miei "amici": stando alle fonti sopra citate, infatti, la lista è automaticamente pubblica per chiunque guardi il mio profilo su Google o Blogger (qui o qui), se io non modifico le impostazioni predefinite.

Un momento. Saranno pure fatti miei chi sono o non sono i miei amici e le persone alle quali scrivo di più, giusto? Trovarsi l'elenco spiattellato in pubblico non è molto cortese da parte di Google. Non ho dato a Google il permesso di far sapere al mondo con chi corrispondo. Già così ho una focosa rete di ficcanaso che cerca in tutti i modi di farsi i fatti miei, e non certo per amore sbocciato a Sanremo. Figuriamoci se voglio rendere loro la vita più facile.

Non ho niente da nascondere, ma come ben sa chiunque segua le questioni di privacy in Rete, non è questione di nascondere: è il sacrosanto diritto a farsi i fatti propri senza che altri ci mettano il naso e saltino a conclusioni sbagliate. E come giornalista ho scambi di corrispondenza per i quali mi è stata chiesta la riservatezza. Trovare pubblicati gli indirizzi delle persone che mi hanno mandato informazioni confidenziali non sarebbe molto elegante.

Ho controllato subito: prima di Buzzare, nel mio profilo non c'era nessuna lista di "amici". Bene. Ho provato a Buzzare ed è comparso quest'invito. Notate la scritta piccina piccina: "Il tuo profilo include il tuo nome, la tua foto, le persone di cui segui gli aggiornamenti e quelle che seguono i tuoi."


Per il bene della scienza, ho cliccato su Salva profilo e continua, poi mi sono precipitato a vedere il mio profilo aggiornato. Ebbene sì: a questo punto conteneva due link in più, che portavano all'elenco dei miei follower (Google Buzz li chiama così anche in italiano; "seguaci" pareva forse un po' morboso) e dei miei "amici" che seguo via Buzz. Erano link visibili non solo a me, quando faccio login al mio account Google, ma a qualunque altro utente Google (non erano visibili a chi visita il profilo senza aver fatto login a Google). Questo conferma le segnalazioni di Gizmodo e Business Insider. Decisamente è il caso di seguire le loro indicazioni e mettere il bavaglio a quella portinaia garrula che è Google Buzz. Ecco come ho fatto.

Ho cliccato sul mio nome nella pagina di impostazioni di Buzz e poi sul link al mio profilo Google. Nel mio profilo, ho cliccato su Modifica il profilo e ho disattivato la casella Visualizza l'elenco delle persone di cui seguo gli aggiornamenti e delle persone che seguono i miei aggiornamenti. Suvvia, Google, ci voleva tanto a lasciarla disattiva per default?


In fondo alla pagina ho cliccato su Salva modifiche. A questo punto il mio profilo indica che i follower e i followati (orrido neologismo, scusatemi, ma è sempre meglio che buzzurri) sono visibili solo a me. Andando a visitare il mio profilo da un altro account Google, l'elenco dei seguiti e seguaci non è più visibile a tutti.

Adesso che questa magagna è risolta, com'è Buzz? Lo provo un po', poi vi racconto.


11:40


L'arrabbiatura degli utenti si dev'essere fatta sentire: Google ha già annunciato cambiamenti importanti alla visibilità e alla trasparenza delle impostazioni di Buzz, che diverranno attive nelle prossime ore.

Non dimenticate, inoltre, che in fondo alla pagina delle impostazioni di Gmail c'è anche l'opzione Disattiva Buzz.

61 commenti:

L'economa domestica ha detto...

Ecco, ero curiosa su quello strano avviso, vediamo cosa succede. Seguirò i tuoi consigli.

Willy ha detto...

Scuole che ho frequentato...

Lol un paio le ho pure cercate su google :D

Tharon ha detto...

Problemi di privacy a parte a me sembra molto carino. In fin dei conti è una sorta di "aggregatore" delle utility di google e mi sembra più improntato alla comunicazione rispetto al continuo cazzeggio di facebook.

oscar ha detto...

Ho cliccato sul mio nome nella pagina di impostazioni di Buzz
scusate, saro imbranato io ma non capisco dove sia la pagina di impostazioni di Buzz o.O

Qualcuno mi sa dare la dritta?

oscar ha detto...

e poi un'altra cosa: io non ho il profilo accessibile...a quanto pare...quindi ho risolto il problema alla radice? o no?

Anonimo ha detto...

Paolo, voglio l'indirizzo della scuola:
Sarah Palin School for the Differently Gifted, per favore!!!

oscar ha detto...

Pierluigi
quell'indirizzo che cerchi la Palin se l'è segnato sulla mano col pennarello :)

Anonimo ha detto...

LOL

oscar ha detto...

ecco ecco, ho trovato quelle impostazioni di buzz.

dovevo andare su "modifica il profilo".

oscar ha detto...

okay allora faccio un'altra domanda. Se io volessi apparire nella ricerca col mio nome e cognome però senza che gli altri vedano poi quali sono i contatti che mi seguono e che seguo, basta tenere spuntate le prime due flag? mentre se io lasciassi solo la prima flag a quel punto uno mi trova ma non mi può aggiungere. Giusto? ho capito bene?

Francesco P. ha detto...

Io ho risolto alla radice disattivando Buzz.
In realta`, ho scritto questo commento solo per ringraziarti di avermi fatto scoprire che esistono pure gli sciachimisti (da non crederci)!

Claudio Casonato ha detto...

Io non ho profilo pubblico.... credo che questo tagli la testa al torero (tifo per i tori, io).
Qualcuno vuole provare e dirmi che cosa vede di me?

oscar ha detto...

claudio
è quello che stavo cercando di capire anch'io. perchè io come piattaforme "blogger" non ho il profilo pubblico ma non ho capito se quello implichi che non si vede nemmeno il profilo di google quello generale.

io mettendo il tuo nome e cognome attaccati dopo google.com/profile non vedo nulla. Se mettete nickblu voi vedete qualcosa?

Fozzillo ha detto...

Claudio,
io non ti trovo, anch'io non ho profilo pubblico, ho provato a cercarti per "seguirti" ma non ti ho trovato.

Se cerco me stesso, con nome e cognome, mi trovo, come Fozzillo no.

Credo che per trovare qualcuno devi prima averlo nella tua lista contatti, ma non ci ho capito un torero incornato!

oscar ha detto...

fozzilo
in realtà credo che quello che va scritto dopo google.com/profiles/ è quello che c'è prima della chiocciolina. Credo.

E se guardi nel profilo di google, puoi scegliere di lasciare quello oppure mettere una serie numerica del tipo 00879342927848924 ecc.

Unknown ha detto...

C'è molta confusione in queste prime fasi! Nemmeno io trovo la voce dell'articolo, però anch'io ho non ho un profilo pubblico...

Anonimo ha detto...

Comunque pare che se uno vuole essere un "buzzurro" deve avere per forza un profilo pubblico:

http://googlesystem.blogspot.com/2010/02/google-buzz-makes-your-profile.html

Barba ha detto...

Mi puzza terribilemnte da faccialibro, alias Grande fratello...
Sono contro i social network e ho disattivato immediatamente l'opzione buzz: basta un clic sul link Disattiva Buzz nella parte inferiore di Gmail (accanto al link HTML di base).
Buon divertimento a voi che provate, non ho niente contro di voi, ma per me la privacy è una questione di principio, e mi secca che Google me lo abbia attivato di default.
Grazie per la recensione Paolo!!!
Sei sempre molto accurato.

fede ha detto...

Ho un quesito per voi. Uso Feedly per seguire i feed (anche di questo blog), che è un'estensione di Firefox che si appoggia a Google Reader. Ho notato che quando segnalo con un "pollice su" un articolo che mi è piaciuto, questo viene automaticamente "buzzato" a tutti i miei followers. E nondimeno mi viene mandata una notifica per email, cosa quanto mai inutile visto che sono io a segnalare l'articolo a me stesso.

C'è un modo per evitare questi due fastidiosi comportamenti?

nnzeus ha detto...

disattivato immediatamente.
non capisco perche' dovrei usare il medesimo strumento per lavorare e per c@zzeggiare...

Unknown ha detto...

Gentili amici, vi informo che, in fondo (ma davvero in fondo) alla pagina di GMAIL, c'è scritto, con un carattere microscopico, DISATTIVA BUZZ! Cliccando lì, tutto torna come prima!

Gian Piero Biancoli ha detto...

Paolo Attivissimo ha scritto "Non ho niente da nascondere, ma come ben sa chiunque segua le questioni di privacy in Rete, non è questione di nascondere"

Sottoscrivo in toto, perchè, come direbbe il cardinale Richelieu, "Se mi si dessero sei righe scritte dal pugno del più onesto degli uomini, vi troverei certo qualcosa per condannarlo all'impiccagione".

Salutoni a tutti e state benone

Fozzillo ha detto...

Oscar,
Sono tornato dopo un po' ed è comparso magicamente il mio profilo, ho disabilitato un po' di tutto, visualizza nome, lista followers, ecc.
Ho salvato, sono uscito, rientrato, ed ho trovato tutto abilitato come prima!!!

Fozzillo ha detto...

Odio comparire con nome e cognome su social network e simili, e visto che gmail ce l'ho con il mio nome credo che disabiliterò buzz, per ora, visto anche che il mio profilo si è finalmente aggiornato correttamente, lo tengo in prova.

Niulai ha detto...

buzz è la dimostrazione che anche se una persona si è sempre tenuta alla larga dai social network prima o poi ci cade dentro, o ancora peggio ci è risucchiata...

Il Lupo della Luna ha detto...

Paolo, come sempre il tuo blog è utilissimo per capire come gestire meglio la privacy online!

Grazie!

Ketty Formaggio ha detto...

Nel mio profilo e quello del mio ragazzo le impostazioni non erano di condivisione... Forse sei sfortunato? Però hai ragione, come si fa ad azzerare i propri followers? non ho alcuna voglia che mi seguano!!

Brazov ha detto...

Questa "magagna", come la chiama Paolo, per me è una mossa folle di Google.

Dobbiamo renderci conto che una cosa sono le lacune in fatto di privacy di facebook, una cosa sono quelle di Google.

Dobbiamo renderci conto che Google va a scegliersi i contatti guardando nella nostra corrispondenza (che secondo l'art. 15 della Costituzione Italiana è inviolabile). E facendo un distratto click i nostri inviolabili contatti diventano di dominio pubblico. Per impostazione di default.

Si sono proprio bevuti il cervello. Che sia l'inizio della fine?

oscar ha detto...

Fozzillo
eh..io non ho ancora capito se profilo blogger e profilo google siano la stessa cosa.

ovvero, se ho nascosto il primo ho nascosto anche il secondo? e se no, da dove si nasconde il secondo? comunque per il momento ho fatto come dice paolo, se non altro perchè tra i vari contatti c'erano quelli di mia madre o mie zie e non è il massimo che gente sconosciuta veda tutti quegli indirizzi e-mail anche perchè poi magari la colpa è tua che non hai defrecciato le caselle.

A mia madre semplicemente non le ho fatto attivare buzz e ho nascosto la scritta sul lato, però se come dite voi sotto c'è scritto disattiva allora, per lei, lo disattivo radicalmente.

Io lo lascio anche se devo capire bene l'utilità ancora, nel senso che qua non si sa più cosa usare per scriversi e la cosa meno usata stanno diventando gli SMS :)

Gianluigi Filippelli ha detto...

Da quando ho iniziato a curare il blog scientifico Science Backstage, ho aperto (dopo averci pensato per parecchi mesi, comunque) il mio profilo on-line su Google.
Ho impostato Buzz per fare giusto un paio di cose automatiche: distribuire i nuovi post del blog personale ai miei "segugi" (lo preferisco a "seguaci"!) e collegarsi con Picasa. Ho disattivato anche il collegamento con GReader, altrimenti in quel modo mi ritrovo a "buzzurrare" i "segugi" con una vagonata di "buzzurrate".
L'unica cosa che non riesco ancora a fare è collegare Buzz con il feed rss di Science Backstage (in qualche modo riesco a farlo con twitter, ma la procedura sembra lunga visto che a twitter il feed lo mando tramite twitterfeed...)
Saluti a tutti!

Anonimo ha detto...

Una domanda: ma i tuoi contatti visibili in buzz erano registrati nella rubrica di google o erano proprio presi dal campo "to" delle mail?

Giako ha detto...

In genere mi tuffo su tutte le novità internettiane. Ma stavolta, sarà che la scelta delle opzioni non era così immediata e chiara, ho optato per disattivare Buzz in attesa di capirne un po' di più. Non sono riuscito proprio a capire cosa condivido o meno, cosa che un po' di pazienza ero riuscito a fare con facebook. E alla fine la mia domanda è: che me ne fo di 2 facebook?

Patrick Costa ha detto...

GRAZIE 1000 Paolo!

Ti ringrazio soprattutto perchè sei sempre aggiornato sul mondo della grande G e mi dai sempre delle interessanti dritte!

In effetti avevo notato questa fastidiosa "pubblicazione in piazza" di seguaci e persone seguite, ma non sapevo come disattivarlo! Le opzioni di Buzz sono praticamente nulle in gmail e il mio profilo pubblico era già tutto bello configurato prima dell'arrivo di Buzz quindi non pensavo avessero aggiunto opzioni di default "brutte" da andare a modificare!

GRAZIE.

In ogni caso meglio 1000 Buzz che 10 Facebook!!!

davser ha detto...

Se non si riescono a disattivare le notifiche via mail, dubito che userò mai questo servizio.

Qualcuno sa se si possono disattivare?

Claudio Casonato ha detto...

Decisamente con il profilo pubblico di Google disattivato, Buzz non mi vede...

Verzasoft ha detto...

Ho sempre avuto l'impressione che Goooogle oltre a essere il gigante dalle mille mani che si occupa di un gazilliardo di cose fosse anche così illuminato da non sbagliare mai il colpo e realizzare sempre ottimi prodotti (escludendo il fatto che, per farlo, ha necessariamente in mano tutti i miei dati).
Spero che anche stavolta non si sia sbagliato, anche se sarà dura: ho un odio congenito per i social network di qualsiasi razza.

Un'ultima osservazione: perchè integrarlo così fortemente in gmail? Di solito crea servizi separati che se vuoi puoi poi integrare. Questa integrazione così forte è veramente una mossa per conquistare il mercato dei social network, se l'avessero proposto come servizio separato ben pochi l'avrebbero usato.

nk02 ha detto...

beh ma infondo se faccio un buzz (o condivido un articolo da greader, che crea sempre un buzz) è nel mio interesse venga letto!

a dirla tutta, se posto da google maps (mobile) il buzz è visibile da tutti quelli che usano google maps (mobile), non solo ai followers, compresa la mia posizione: ma l'email non è scritta da nessuna parte. io la trovo una bella cosa, riesco a vedere i buzz di chi sta intorno a me e rispondere pur non sapendo chi solo, e senza doverli aggiungere tra gli amici!

@davser se proprio vuoi togliere le notifiche (che poi non sono proprio notifiche.. ti arriva proprio il buzz per mail, almeno su gmail web :P ) basta che crei un filtro!

nk02 ha detto...

@Verzasoft la mia idea è che buzz serva per aprire la strada al futuro wave!

SAL ha detto...

Grazie per la spiegazione Paolo, la mia pigrizia mi aveva portato a sottovalutare questa questione. In effetti mi sono trovato fin troppi indirizzi di gente che per la maggioranza non ho idea di chi siano, che ho scoperto che mi "seguivano"...

Gabriele Massari ha detto...

La cosa buona é il poter seguire ( ad esempio ) tutti i tuoi blog da un'unica applicazione, invece che sottoscrivere n diversi feed.

Stessa cosa riguardi gli amici "veri", posso seguire le loro twitterate, le foto su flickr e gli aggiornamenti Delicious, da un'unica pagina.

Mica male...

Stepan Mussorgsky ha detto...

Altro articolo, altro refuso :D

"E come giornalista ho scambi di corrispondenza per i quali mi è stato chiesta la riservatezza."

usa-free correttore rompipalle

Paolo Attivissimo ha detto...

Usa-free, correggi pure, figurati!

nk02 ha detto...

aggiornamenti da google:
http://feeds.gawker.com/~r/lifehacker/full/~3/H_MYtCfoTAA/google-updates-explains-buzz-privacy-setup

Mazzolator ha detto...

Grazie per questo prezioso allerta.
Io sono impazzito cercando di seguire le tue indicazioni, ma poi ho visto che l'utente Barba ha postato un consiglio ancora migliore: in fondo, ben poco visibile, c'e' un "turn off buzz" che e' la soluzione migliore. Se un giorno vorro' buzzare, apriro' un account apposito. Per ora, a chiunque mi chieda di usare social networks, continuero' a rispondere "buzz off" :-)
Potresti aggiornare l'articolo con il consiglio di Barba, non tutti leggono i commenti.

Sheldon Pax ha detto...

Ciao Paolo alcune perplessità le ho condivise nei primi post di prova due giorni fa ma l'elenco pubblico di follower e following Google lo ha copiato da Twitter.

Bene vado a vedere che hai scritto di bello su Buzz (e a togliere la spunta da qualche casellina) :-)

Barba ha detto...

OT Grazie Mazzolator e soprattutto a Paolo per aver considerato il mio consiglio...
veramente mi è bastato guardare quì.
E' un onore contribuire a questo blog.

Patafrulli ha detto...

Vorrei avere un chiarimento, perchè non ho ben capito una cosa:
se io disattivo Buzz, poi divento invisibile a tutti, amici compresi, e nessuno degli "amici di amici" può vedere la mia mail?

mi spigo meglio:
se io sono Buzz-off, ma il mio amico Caio, a cui scrivo spesso, è Buzz-on, i suoi followers (con cui non ho alcun contatto), possono vedere la mia mail?

Grazie, spero di eesere stata spiegata (come diceva la grande Sconsy...).

markogts ha detto...

Non dimenticate, inoltre, che in fondo alla pagina delle impostazioni di Gmail c'è anche l'opzione Disattiva Buzz

Fatto.

Patrick Costa ha detto...

Ho fatto un po' di prove, se un utente con un account gmail va su un profilo pubblico di buzz che ha lasciato pubblico tutto, può vedere tutti i follower, ma nessun indirizzo email che non abbia già. Sono solo pubblici i profili pubblici ( e meno male) delle persone... e se queste poi rendono pubblico l'email è un altro discorso.

Patrick Costa ha detto...

Se uno va su un profilo pubblico buzz e non ha nemmeno un account google, non vede nulla... (a mio avviso scomodo...)

KoShiatar ha detto...

Pare che io abbia fatto bene a volere aspettare prima di attivare Buzz.

Sheldon Pax ha detto...

Uso Buzz da un paio di giorni e devo dire che non è male (sprattutto usato via cellulare), ma sto pensando di disattivarlo per un semplice motivo.

Ho cercato di fozare il mio profilo a mostrare pubblicamente non il mio nome ma il mio nickname (dovrebbe essere sempre così tranne per i pochi casi in cui è necessario/importante metterci la faccia), l'impostazione va in porto e provo a fare un buzz di prova. SORPRESA mi viene forzato l'uso del nome e non per il solo buzz ma come impostazione generale.

Google ha un buon motore di ricerca ma come interfacce per l'utente batte in schifezze anche la peggiore Microsoft

44rivax ha detto...

ciao!

anch'io adesso sto provando Google Buzz. Devo capire bene come funziona.
ciao!

boxbuilder ha detto...

Mi sembra l'ennesimo clone di facebook, non ne ho proprio bisogno.
Vi faccio un esempio paradossale. Immaginate cosa succederebbe se domani facebook decidesse di propinarci il suo motore di ricerca o la sua webmail... questa volta è il caso di dirlo:
- A ciascuno il suo-

Sheldon Pax ha detto...

@Boxbuilder guardala dal punto di vista di un utente Android / Chromium. LA cosa che mi ha fatto riflettere è che le interfacce per cellulari siano molto più funzionali e pulite rispetto a quella che ci propina da un browser "maggiore". Sembra quasi invitarci a usarlo in mobilità più che da casa/ufficio. In questa ottica un servizio di messaging evoluto è un tassello essenziale nell'ecosistema Google.

Thomas Morton ha detto...

A me sembra una pessima idea integrare un social network dentro uno strumento che uso principalmente per lavoro. Il fatto che l'opzione di default poi non sia quella di lasciarlo inattivo non mi pare carino.

spacesurfer ha detto...

A proposito di profili: Paolo, ho visto citato nel tuo profilo di Blogger il libro "The Distant Songs of Earth".
Magari è un libro differente, ma se ti riferisci al libro di Arthur C. Clarke (e anche al disco di Mike Oldfield ispirato al libro) il titolo corretto è "The Songs of Distant Earth" ("Voci di Terra lontana" nella versione italiana).
Saluti e complimenti da un lurker temporaneamente disoccultato.

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Spacesurfer, errore mio. Sistemato.

Gino il Camionista ☂ ha detto...

È uscito un nuovo annuncio ufficiale di Google sull'argomento Buzz.

Manuki ha detto...

IO l'ho attivato un po' controvoglia e ho aggiunto il link del mio blog... morale: ho cominciato a fare un mail bombing involontario a tutti i miei followers con i buzz dello stesso post. Per due giorni p arrivato un buzz su quello stesso medesimo posto ogni due ore a tutti quanti (meno male non erano tanti). Altra cosa strana a me arrivano solo i miei Buzz e non quelli scritti o condivisi da altre persone... Mi sa che ci devono lavorare ancora un po'!!!

Willy ha detto...

Non c'è modo di disabilitare le notifiche?
Io ho trovato solo articoli che parlano di filtrarle.