skip to main | skip to sidebar
237 commenti (ultimi)

Nuovo scoop degli sciachimisti: c’è la prova schiacciante… che non hanno il senso del ridicolo

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "antoniusblock" e "mykeike". L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2010/07/25.

Torno brevemente a parlare della bufala delle "scie chimiche" per segnalare un episodio decisamente divertente per tutti tranne che per gli sciachimisti, che non hanno capito di essere stati presi in giro neanche dopo che gliel'hanno spiegato. L'episodio è una perfetta dimostrazione di uno dei sintomi classici dei cospirazionismi: la totale scomparsa del senso dell'umorismo e del ridicolo. Per qualche bizzarro motivo, credere a una tesi di complotto elimina la capacità di distinguere fra chi fa una battuta e chi parla seriamente. Ecco cos'è successo.

Qualche giorno fa è apparso su Youtube un bel video (successivamente rimosso) che mostra un aereo in volo mentre rilascia una classica scia di condensazione aerodinamica: una di quelle che si formano per via della variazione di pressione dell'aria mentre scorre sulle ali. Qui sotto vedete due fotogrammi che permettono di notare l'iridescenza della scia e la sua formazione lungo tutta l'estensione dell'ala.




Nel video, due voci fuori campo dialogano divertite da 1:00 in poi (prima non c'è parlato):

Persona che riprende: "You see it... You see him spraying that chemtrail?" [Lo vedi... Lo vedi che sta spruzzando quella scia chimica?]
Altra persona: "Yeah. Good luck we're above him." [Sì, per fortuna siamo sopra di lui]
PCR: "I know" [Lo so]
AP: "'Cause we'd be dead right now!" [Perché adesso saremmo morti!]
AP: [incomprensibile]
PCR: "I'm gonna put this on Youtube" [Questo lo metto su Youtube]
AP: [Risata] "Are you videoing it right now?" [Lo stai riprendendo adesso?]

[pausa]

AP: "Oh God, don't... don't video it right now!" [Oddio, non... non riprenderlo adesso!]
PCR: "It's like it's spraying out of the top of its wings." [È come se spruzzasse dalla parte superiore delle sue ali]
AP: "Don't... don't do any [incomprensibile]." [Non... non fare nessun [incomprensibile]]

Naturalmente per gli sciachimisti (quelli dei soliti "nemici delle cisterne", ai quali non voglio regalare neppure la dignità di un link) gli autori del video stanno parlando assolutamente sul serio. Perché a un pilota che sa delle teorie demenziali sulle "scie chimiche" non verrebbe mai e poi mai in mente di vedere una bella scia aerodinamica dalle delicate rifrazioni arcobaleno e filmarla per poi metterla su Youtube e burlarsi degli sciachimisti che abboccano. Così come a nessuno verrebbe in mente di fotografare una sorpresa degli ovetti Kinder e spacciarla per un UFO. Nooooo.

Anzi, quando gli autori del video, soddisfatti del risultato raggiunto, hanno avvisato che si trattava di una burla, gli sciachimisti hanno gridato al complotto nel complotto: secondo loro il video non è una burla e gli autori in realtà sono stati costretti da qualcuno a fingere che lo sia, ma gli sciachimisti se sono accorti. L'idea che qualcuno voglia prendersi gioco di loro non li sfiora neppure. A giudicare da quanto sono mortalmente impermeabili a ogni forma di ironia, i sostenitori delle "scie chimiche" devono essere l'anima di ogni festa.

Sul canale Youtube degli autori del video è comparsa la prima smentita degli autori: "La verità è che il video è autentico e non tagliato ma il titolo è stato creato per prendere in giro la gente delle scie chimiche. Questo video mostra semplicemente un paio di KC-10 che volano in formazione. Quando ho visto le scie di condensazione che provenivano dal KC-10 di testa, ho tirato fuori la mia videocamera, sapendo che avrei fatto questa burla, e i piloti mi hanno assecondato recitando. Ecco qui. È semplicemente uno scherzo fatto a tutti gli sciachimisti. Mi spiace, Tim."

In originale: "The truth is, the video is real and unedited but the title was created to poke fun at the chemtrail people. All this video shows is a couple of KC-10's flying in formation. When I saw the contrails coming from the lead KC-10 I pulled out my video camera knowing I was going to pull this prank and the pilots played along. So there you have it. It's just a prank on all the chemtrailers. Sorry, Tim".

Poi, quando gli sciachimisti hanno gridato al complotto-matrioska, gli autori hanno pubblicato una nuova smentita: "Voi che continuate a dire "TROPPO TARDI" dovete pensare prima di aprire la bocca... non m'importa se i video sono ancora là fuori e stanno diventando virali. ERA PROPRIO QUESTO LO SCOPO DELLA BURLA!!!!... fare in modo che tutti voi idioti delle scie chimiche vi eccitaste come se questi video fossero il Santo Graal e permettere a me e ai miei amici di ridere di voi mentre li diffondete. Più vi infervorate su questa cosa, più è divertente per quelli di noi che vivono nel mondo reale. Quindi continuate a diffondere i video, amici. Divertitevi, io lo sto facendo!"

In originale: "You guys who keep saying "TOO LATE" need to think before you open your mouth...I don't care that the videos are still out there and going viral. THAT WAS THE WHOLE POINT OF THE PRANK!!!! ...for all of you chemtrail idiots to get all excited as if these videos are the holy grail of chemtrail videos and for me and my friends to laugh at you while you spread them. The more passionate you guys are about this, the more entertaining it is for those of us who live in the real world. So, keep on spreading the videos my friends. Have fun, I am!"

A parte questo, la nuova prova schiacciante di chi crede che migliaia di aerei svolazzino giorno e notte a stormi spruzzando appositamente robaccia per avvelenarci sistematicamente è un video girato chissà dove e chissà quando, a chissà quale quota, da chissà chi, in chissà quali condizioni. Ma questo, agli sciachimisti, a quanto pare basta e avanza per considerarla una prova inconfutabile. E naturalmente l'iridescenza della scia viene interpretata come prova della sua natura "chimica": chissà se gli sciachimisti hanno mai visto un arcobaleno.

Per chi non avesse mai visto una scia di condensazione aerodinamica (da non ridurre alle sole "trecce di Berenice", che sono una particolare forma di scia aerodinamica dovuta ai vortici alari di estremità), ecco qualche foto.


Airbus A340 della Virgin Atlantic, marche G-VBLU, fotografato in Cina il 24 luglio 2006 da un aereo di linea che stava circa 1000 m più in basso. Fonte: JeffWell su Airliners.net.


Airbus A340 della Scandinavian Airlines nei cieli della Cina, 12 giugno 2005. Fonte: Jeffwell su Airliners.net.

Altre immagini di scie di condensazione aerodinamica sono disponibili qui, qui (fatte da un aereo Alitalia), qui e qui.

Il fenomeno è documentato e spiegato anche da fonti specialistiche, come per esempio Paragonair.com: "nell'aria quasi satura, la riduzione aerodinamica della pressione intorno alle superfici alari, alle gondole dei motori e alle eliche raffredda l'aria fino alla saturazione, lasciando scie di condensazione prodotte da questi componenti. Questo tipo di scia solitamente non è né denso né persistente quanto le scie prodotte dallo scarico dei motori. Tuttavia in condizioni atmosferiche critiche una scie di condensazione aerodinamica può innescare la formazione e la diffusione di uno strato di cirri" ("In air that is almost saturated, aerodynamic pressure reduction around airfoils, engine nacelles, and propellers cools the air to saturation leaving condensation trails from these components. This type of trail usually is neither as dense nor as persistent as exhaust trails. However, under critical atmospheric conditions, an aerodynamic contrail may trigger the formation and spreading of a deck of cirrus clouds.")

Già che c'ero, ho ripreso in mano il dibattito con Tom Bosco sulle "scie chimiche". Se vi interessa, lo trovate qui e qui su La bufala delle scie chimiche, dove trovate anche delle ampie FAQ aggiornate che rispondono alle domande più frequenti sull'argomento.


Aggiornamento 2010/07/25


Il video è stato rimosso, ma ne ho conservato una copia. Ho incluso in questo articolo degli screenshot al posto del video che avevo inserito inizialmente.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (237)
E chi se lo scorda?

A Paradiso Tom Bosco lanciò "tra le righe" l'illazione che HAARP avesse scatenato il terremoto in Abruzzo, poi quando gli chiesi di affermarlo in maniera chiara o di far marcia indietro, fece una decisa marcia indietro.

Mi piaci, Tom.
PRIMERRIMO! Rodri non conta perché é del clan! :D
gli sciachimisti mi fanno sempre piu' tenerezza
No ilPeyote, una simile pervicacia nell'idiozia merita un agguerrito perculamento! Non intenerirti!

( il mio tono deriva dal fatto che mi sono rasato la crapa a sottozero e tutti mi dicono "sembri Mussolini!") :D
devo comunque dire che mi fa piacere che quella con Tom Bosco si stia rivelando una discussione come si deve, pacata.
"devo comunque dire che mi fa piacere che quella con Tom Bosco si stia rivelando una discussione come si deve, pacata."

Mah, secondo me é un puro divertissement a cui si presta Paolo :D
La frase incomprensibile potrebbe essere "don't do any evidence" ?

Lo so che è sgrammaticata, ma ci sta con un errore di recitazione.
Su altri blog suppongono che non siano scie di condensazione, ma un caso di fuel dumping:

http://www.abovetopsecret.com/forum/thread595196/pg1
Rodri non conta perché é del clan!

Gnente saccio, io.
Sono una spia infiltrata nell'NWO, perché non sono incluso nella lista degli occultatori.

Infatti io e Tom Bosco eravamo d'accordo, e l'avergli fatto tana era tutta una finta.
Siccome ho usato anch'io lo stesso termine abbastanza impreciso in una discussione in un altro sito, mi permetterei di suggerirti un piccolo cambiamento.

Agli sciachimisti non manca "il senso dell'umorismo". Più esattamente, manca "il senso del ridicolo".
Il caro vecchio tom bosco...

Colui che prese per buona l'assurda affermazione (con relativo video del comandante) sui droni da 50 metri in decollo dagli aeroporti italiani.

Video pubblicato su Nexus ma che non riesco a trovare, magari puoi chiederli che fine ha fatto.

Peccato fosse un TU-154M. Io gliel'ho pure scritto a tom, ma dall'alto del suo "brevetto da pilota" mi rispose che secondo lui c'erano delle "incongruenze" in quell'aereo.

Ma va la, va...

Saluti
Michele
Anche io avevo letto trattasi di fuel dumping. Comunque, Fuel Dumping o scia di condensazione, era chiaro fin dall'inizio che gli autori stessero prendendo in giro tutti gli sciachimisti :D ahahahahahahahahahh che coglioni!

Paolo,
Dove trovo l'ammissione degli autori che si trattava di una presa in giro?
A me iniziano a fare un po'tenerezza. Porelli.

L'Economa Domestica.
Paolo,
Dove trovo l'ammissione degli autori che si trattava di una presa in giro?


Nei commenti ai video caricati dal pilota. Qui c'è il link al suo canale youtube.

Tra l'altro questo è uno dei suoi ultimi commenti:

USAFFEKC1O (7 ore fa)
You guys who keep saying "TOO LATE" need to think before you open your mouth...I don't care that the videos are still out there and going viral. THAT WAS THE WHOLE POINT OF THE PRANK!!!! ...for all of you chemtrail idiots to get all excited as if these videos are the holy grail of chemtrail videos and for me and my friends to laugh at you while you spread them. The more passionate you guys are about this, the more entertaining it is for those of us who live in the real world. So, keep on spreading the videos my friends. Have fun, I am!


AndreaS
Più esattamente, manca "il senso del ridicolo".

Giusto. Aggiorno!


Dove trovo l'ammissione degli autori che si trattava di una presa in giro?

Sul sito dei Nemici delle Cisterne: "20 luglio 2010 USAFFEKC1O - "The truth is, the video is real and unedited but the title was created to poke fun at the chemtrail people. All this video shows is a couple of KC-10's flying in formation. When I saw the contrails coming from the lead KC-10 I pulled out my video camera knowing I was going to pull this prank and the pilots played along. So there you have it. It's just a prank on all the chemtrailers.

Sorry,
-Tim".
Da notare la situazione esilarante che è venuta a crearsi: nel canale youtube di colui che dice
...for all of you chemtrail idiots...
compaiono tra gli amici un po' di sciacomicari nostrani tra cui, primo della lista, il nemico delle cisterne numero uno.

AndreaS
Uhm, leggo sulla puntata 3 del dibattito Il 16/12/2009 Tom Bosco mi segnala una lettera di un esperto meteo alla rivista Nimbus, ecc.
Ma... poi non è mai stata pubblicata, VERO??? Siccome sono iscritto alla SMI (e quindi ricevo Nimbus... e quindi faccio automaticamente parte del complottone globale) questa sera ricontrollo sugli ultimi 2 numeri. Non mi pare proprio di aver visto questa lettera e sono ragionevolmente sicuro che non abbiano avuto il cattivo gusto di pubblicare una schifezza del genere.
p.s. Su ogni numero di Nimbus ci sono sempre delle bellissime foto di nuvole!
Non riesco a smettere di ridere.
Quasi quasi mi sento in colpa.
Siccome sono iscritto alla SMI (e quindi ricevo Nimbus... e quindi faccio automaticamente parte del complottone globale) questa sera ricontrollo sugli ultimi 2 numeri.

Gian, potresti mandarmi una scansione dell'articolo di Nimbus per i miei archivi? E' nel n.47/48, agosto 2008, e s'intitola "Scie chimiche: un'improbabile cospirazione"
Che idoli!!!!!!!!!!! ahhahaha
@Paolo
Guardo questa sera. Perché devo anche capire - non ricordo a memoria la dicitura - se il 2008 è l'anno di pubblicazione o l'anno "di riferimento". Perché c'è una cosa un po' strana in Nimbus: siccome la rivista negli anni ha accumulato ritardo attualmente ogni numero ha, per scelta editoriale, un anno di pubblicazione successivo a quello di riferimento . Il numero 47/48 comunque è univoco: quindi se l'anno 2008 fosse quello dell'invio il numero potrebbe essere del 2006 o 2007 e in quel caso non ce l'ho perché all'epoca non ero iscritto; se invece è l'anno di riferimento del numero dovrei averlo. Alla peggio posso sempre richiedere un numero arretrato: ci mette un po' ma arriva... Insomma ti faccio sapere questa sera!
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
@Paolo
Ho controllato sul sito della SMI: il numero 47/48 non ce l'ho. Ma siccome dovevo comunque ordinare altre pubblicazioni in tema ho preso la palla al balzo e richiesto anche quel numero della rivista. Quando mi arriva mi faccio vivo.
gian
ho preso la palla al balzo e richiesto anche quel numero della rivista.

Gentilissimo, grazie!
Tutti concentrati a guardare le scie chimiche e nessuno si è accorto che l'aereo è circondato da "orbs"
Che ci sia una correlazione? :0
Grazie a questo video, dopo una lunga discussione con un mio amico/nemico di Facebook, ho scoperto che questo mio "amico boccalone" (che crede a tutti i complotti possibil ed immaginabili, agli Ufo e a Malanga, per continuare con i rettiliani e la terra cava), sarebbe, udite udite, addirittura un ingegnere meccanico!!!!
Complimenti per la laurea buttata alle ortiche!!!
Se davvero costui è un laureato, allora io sono contento di non esserlo!
Vi lascio immaginare con che convinzione e con che tono di superiorità sosteneva che questo video era genuino!!!!
Naturalmente non ha mancato di darmi dell'ignorante!!!
Meglio, dunque, essere ignorante ma scettico, che ingegnere ma boccalone!!!
è uno spasso assicurato, quando si incontra un complottista, atteggiarsi da complottista ancora più estremo, un po' triste: qualsiasi cosa proponeste non gli sembrerà mai crudele o controproducente.
Sul canale di CisternaNemico compare in primo piano questo video, col pomposo nome di THE PROOF, rimontato evidenziando fantomatici spruzzatori e dicendo che probabilmente chi l'ha postato è un militare, un cane sciolto, una falla nel sistema, ecc.
E si conclude con la scritta "CONTRAILS DON'T EXIST!"
Io mi sento male dalle risate.
Prossimamente su "Nemici delle Cisterne".
In realtà quella è veramente una scia chimica, l'autore del filmato non lo sapeva ma i piloti si, e sono stati al gioco! Si sente chiaramente dal tono della voce, da cui traspare paura di essere scoperti, rimorso per lo sterminio in atto, timore per le loro famiglie, disgusto per il pessimo pranzo. L'autore crede di aver giocato un tiro a noi spigolatori della verità, ma in realtà ha svelato il Grande Complotto Mondiale (da qui GCM) portato avanti dai cavalieri di Malta, da quelli di Rohan e dai loro perfidi alleati, primissimi fra tutti i disinformatori prezzemolati. Diffondete il filmato ovunque, trasmettelo a reti unificate, poichè il tempo è vicino e grande sarà il pianto e lo stridore di denti!
Geniale.
Questa delle scie chimiche è una specie di fede con tanti credenti :)
"strisce bianche nel cielo azzurro
per incantare e far sognare i bambini"

lo cantava nel 1970 Sergio Endrigo, Ne 'l'arca di Noè'....

http://www.youtube.com/watch?v=oCJBd4kMTHg al minuto 0:40

riscoperta solo ora che metto le canzoncine per mia figlia!
Per luigi

Grazie a questo video, dopo una lunga discussione con un mio amico/nemico di Facebook, ho scoperto che questo mio "amico boccalone" (che crede a tutti i complotti possibil ed immaginabili, agli Ufo e a Malanga, per continuare con i rettiliani e la terra cava), sarebbe, udite udite, addirittura un ingegnere meccanico!!!!

Soprattutto nelle discussioni sull'11 settembre, di "ingenieri" ne abbiamo visti più d'uno partecipare e commentare. Tutti espertissimi, come potrai immaginare.

Complimenti per la laurea buttata alle ortiche!!!
Se davvero costui è un laureato, allora io sono contento di non esserlo!


Senza voler dare la croce addosso a una categoria, ricordo che un partecipante al Grande Fratello 7, Massimo Brozzi, soprannominato Orsacchio, è ingegnere. Era lo zimbello degli altri concorrenti, della Gialappa's, e poco dopo anche degli utenti Youtube che commentano ancoras le sue memorabili gesta. Ad esempio quando non riusciva ad accendere la macchina del caffè, o quando giocava a scacchi da solo e si lanciava da solo battute di scherno.
Per carità, il Grande Fratello è puro intrattenimento, e ieri abbiamo avuto la conferma dall'ultimo vincitore che il casting viene effettuato fra i presenti negli ospedali psichiatrici (come molti sospettavano da tempo).
Non dimenticare in linea generale che la laurea in ingegneria è altra cosa da lavorare come ingegnere, con responsabilità conseguenti.
Paolo, ma ha ancora senso perdere tempo a sbufalare i nemici delle cisterne? La gente è stanca e preferisce il fai-da-te come i due "cani sciolti" del KC-10...
:-)
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questa volta i cisternofobi si smentiscono da soli sul loro blog e per non passare dalla parte dei pagliacci si inventano la seconda bufala dei "durissimi provvedimenti disciplinari". Manca la terza ... dove i due piloti si ammalano misteriosamente di "morbo di Mortadellum".
:-)
Grazie a questo video, dopo una lunga discussione con un mio amico/nemico di Facebook, ho scoperto che questo mio "amico boccalone" (che crede a tutti i complotti possibil ed immaginabili, agli Ufo e a Malanga, per continuare con i rettiliani e la terra cava), sarebbe, udite udite, addirittura un ingegnere meccanico!!!!

Sara' mica un certo Marco di nostra conoscenza? :P

Saluti
Ps: io conosco un geologo credulone, ma tanto tanto...
"nemici delle cisterne".....
fantastico... :-D


Visti i discorsi fatti prima riguardo al valore degli studi, voglio rendervi partecipi di una massima che ha sempre detto mio padre, saggio uomo...

"meglio un buon falegname che un cattivo dottore"...


Francesca
Hanmar, ho avuto lo stesso pensiero. Mica mi starai controllando telepaticamente grazie alle porcherie sparse dalle sc?
Paolo, ma ha ancora senso perdere tempo a sbufalare i nemici delle cisterne?

No, infatti segnalo solo questo episodio come nuovo divertente scivolone. Per tutto il resto c'è già la FAQ del Cicap e quella su La Bufala delle Scie Chimiche.
Ma qual è lo scopo di spacciarsi per ingegneri se non lo si è, in questo forum? Non lo sanno che gli verranno chieste le credenziali via e-mail, anche dallo stesso padrone di casa, con la promessa di non divulgare l'identità?
O forse proprio non se l'aspettano, che qualcuno voglia vedere le carte.
Paolo,
per dovere di cronaca, (e di amor proprio)

http://photobuster.blogspot.com/2009/04/pf-2-il-caso-punta-raisi-kinder.html
relativo al caso "Kinder"

http://photobuster.blogspot.com/search/label/Punta%20Raisi
gli sviluppi delle indagini condotte.

Le mie analisi poi sono state riprese da Hw22, e da altri siti.
Un minuto di silenzio per la morte degli ultimi neuroni sciachimisti.
@ Grezzo:
credo tu volessi dire per l'anniversario...

Saluti
Michele
Grazie Skure, errore mio. Ho messo il link al tuo articolo e all'ampliamento di Hw22.
Ennesima dimostrazione della cialtronaggine di certa gente:

Link a nexus

Saluti
Michele
Certo che ci sono cascati con tutte le scarpe, come si dice.

Ed ora gli rode ancora maggiormente perchè si sono resi conto di essere stati presi in giro.

Tra l'altro nei commenti ce n'è uno che prende particolarmente di mira Paolo, tradotto a occhio con un traduttore automatico.

Ma quello che gli sciacomici non sanno è che ogni traduzione automatica richiesta riguardo le scie chimiche viene archiviata dall'NWO per futura memoria ^^
Volevo segnalare che domenica 11 luglio a Stintino, mentre prendevo tranquillamente il sole, ho avvistato una serie interminabile di aerei che rilasciavano scie chimiche bianche e grigie, alcuni dei quali in formazione.
La sequenza si è conclusa con una pattuglia di 9 aerei più uno che gli ronzava intorno, che rilasciavano scie verdi, rosse e bianche.
Da quel giorno ho uno strano dolore al ginocchio destro.
Ma che ridere!

Ho io la risposta alla bufala delle scie chimiche. In vignetta, ovviamente.
Tutte chiacchiare da bar le vostre. L'autore del video sostiene che il video e' vero, e' stato ripreso da lui e ha dei testimoni che lo hanno visto riprendere la scena del loro usuale lavoro, e quel che e' certo e' che sono dei militari.
Spostare l'attenzione dalle immagini (prova inoppugnabile che gli aerei cisterna esistono, fanno azioni di aereosol e che sono pilotate da militari che operano per conto dei capi militari) a queste chiacchiere da bar per cercare di sminuire l'impatto che ha avuto questa rivelazione al mondo (in paticolare sui sciachimisticomplottistiantisemiti) e' proprio infantile. Come dire.. sento il rumore di gente che si sta arrampicando sugli specchi...
prova inoppugnabile che gli aerei cisterna esistono, fanno azioni di aereosol e che sono pilotate da militari che operano per conto dei capi militari

Già. Per non parlare dei misteriosi arcobaleni comparsi nell'acqua potabile.
@Alberto
Innanzi tutto non capisco se parli sul serio oppure stai scherzando, ma ammettendo che tu stia seriamente sostenendo che in quel video è stato filmato un aereo che sta "irrorando" sostanze nocive: perché quelle risate da parte delle voci fuori campo? Perché il video è nella categoria "umorismo"? Come fai a sostenere che quelle non sono scie di condensazione?
Si potrebbe andare avanti ancora...
L'autore del video sostiene che il video e' vero

E chi ha mai detto il contrario?
@Rubio
Come fai a sostenere il contrario? Per sentito dire? In tribunale il sentito dire non viene preso in considerazione. Quello che hai e' un video e dei giovani colleghi che stanno ridendo mentre uno di loro sta riprendendo il lavoro giornaliero. Non puoi sostenere che quelle sono scie di condensa perche' non le hai potute misurare, come io non posso sostenere che sono scie chimiche perche' anchio non le posso misurare. Ma non puoi sostenere che qualcosa non esce dalle ali quando si vede chiaramente dal filmato che l'ampiezza di queste scie prende tutta l'apertura alare del velivolo mentre quelle dei motori si distinguono chiaramente.
Per AlbertoGas

...Non puoi sostenere che quelle sono scie di condensa perche' non le hai potute misurare,

Casomai analizzare. Delle dimensioni di una scia, chimica o comica, non ci interessa qui.

come io non posso sostenere che sono scie chimiche perche' anchio

Facciamo come Madonna al suo primo concerto in Italia:
Siete pronthi? Siete cauldi? Bene, anchio.
Posso sostenere che sono scie di condensa perché è scientificamente dimostrato che gli aerei producono scie di condensa, siete VOI sciachimisti che dovete dare delle prove certe che quelle non sono scie di condensa, bensì scie chimiche! E devono essere delle prove inconfutabili, esattamente come devono essere inconfutabili le prove a favore di QUALSIASI altra teoria perché essa venga considerata vera.
Altrimenti posso affermare che c'è un complotto da parte dei pony express atto a dominare il mondo mettendo sostanze nocive nelle pizze.
si vede chiaramente dal filmato che l'ampiezza di queste scie prende tutta l'apertura alare del velivolo mentre quelle dei motori si distinguono chiaramente

Esatto. Vale a dire, queste scie hanno esattamente le caratteristiche di una contrail aerodinamica.
AlbertoGas: puoi tranquillamente dire che sono "scie aerodinamiche" perchè le scie aerodinamiche si comportano esattamente come quelle che vedi. Vedi il link postato da Paolo.

Assomiglia a un cane, abbaia come un cane, molto probabilmente è un cane.

Tra l'altro scie di quel genere le puoi vedere anche durante le gare di F1... senza cristalli di ghiaccio ma simili ^^
@ AlbertoGas

.. sento il rumore di gente che si sta arrampicando sugli specchi...

Anch'io, è il rumore di tutti gli asciachimisti che si arrampicano.

(prova inoppugnabile che gli aerei cisterna esistono, fanno azioni di aereosol e che sono pilotate da militari che operano per conto dei capi militari)

Sì, è un complotto per farci crepare tutti. Dalle risate. Alle spalle vostre.

Non puoi sostenere che quelle sono scie di condensa perche' non le hai potute misurare,

Invece quale sarebbe il tuo ragionamento? Che siccome non le hai misurate sono scie chimiche? Certo che ne avete di roba strana nel cervello. A proposito, come le misuriamo? Con goniometri gassosi?
@Paolo Attivissimo
"Esatto. Vale a dire, queste scie hanno esattamente le caratteristiche di una contrail aerodinamica."

No, la mia frase intendeva far apparire che le uniche scie di condensa sono quelle dei motori perche' la loro struttura e' visibile sia quando non ci sono le altre scie sia quando ci sono le altre scie (che hanno una struttura piana e non cilindrica. A parte le turbine dei motori non vedo quali altre turbine o aggeggi possano far apparire le scie che non appartengono ai motori che si vedono chiaramente attaccati alle ali. In piu' le scie di condensa dinamica (come quelle di F1 per intenderci) appaiono piu' marcate ai lati degli alettoni e non al centro degli stessi (perche' la velocita' dell'aria e' superiore alle estremita' dell'ala rispetto al centro sull'intera ala), inoltre passano sopra alle ali e non sotto come si nota nel filmato. Se fossero scie di condensa dinamiche dovrebbero essere ben visibili all'estremita' delle ali (in punta) e si dovrebbe vedere che passano sopra l'ala e non sotto come si vede nel filmato.

@mousse
Tra l'altro scie di quel genere le puoi vedere anche durante le gare di F1... senza cristalli di ghiaccio ma simili ^^

Le scie di cui parli non possono essere quelle che vengono fuori a colpi sulle ali dell'aereo: la velocita' dell'aereo e' costante per cui dovrebbero esserci sempre, mentre in F1 le macchine non girano sempre al massimo della velocita' per cui a tratti le puoi vedere e a tratti no.


P.S. Non sono uno sciachimista, forse un po troll ma non piu' di tanto.
non sono uno sciachimista
e meno male, se no chissà cos'altro avresti sparato!!!
@ AlbertoGas




Le scie di cui parli non possono essere quelle che vengono fuori a colpi sulle ali dell'aereo: la velocita' dell'aereo e' costante per cui dovrebbero esserci sempre, mentre in F1 le macchine non girano sempre al massimo della velocita' per cui a tratti le puoi vedere e a tratti no.

E questo l'hai deciso tu oppure è una cosa ben conosciuta? Sai come e perchè si formano le scie dinamiche?

Inoltre, mi sa che ti stai dimenticando che le F1 vanno all'altezza del suolo, gli aerei vanno oltre i 10.000 metri di quota. C'è qualche strano meccanismo per cui la vostra psiche non riesce a capire che c'è una gigantesca differenza tra le due cose?
@Grezzo
"E questo l'hai deciso tu oppure è una cosa ben conosciuta? Sai come e perchè si formano le scie dinamiche?

Inoltre, mi sa che ti stai dimenticando che le F1 vanno all'altezza del suolo, gli aerei vanno oltre i 10.000 metri di quota. C'è qualche strano meccanismo per cui la vostra psiche non riesce a capire che c'è una gigantesca differenza tra le due cose?"

Sono le leggi della velocita' dei fluidi abbinate all'aereodinamica: la psiche non centra.
Quando avviene la penetrazione dell'aria l'aria viene compressa per cui scorrera' piu' velocemente dove trovera' meno resistenza e cioe' le estremita'. Ed alle estremita' l'aria avra' una velocita' superiore rispetto dell'ala. Piu' veloce vai piu' l'effetto e' visibile e non conta a che altezza sei: hai mai visto i caccia sfrecciare a qualche decina di metri a velocita' elevata? Se li osservi alle estremita' delle ali vedi le scie di condensa dinamica.
Per AlbertoGas

P.S. Non sono uno sciachimista, forse un po troll ma non piu' di tanto.

La giustificazione del giovane inesperto e sprovveduto: "Sì, l'ho messa incinta, ma appena appena!"
AlbertoGas,

A parte le turbine dei motori non vedo quali altre turbine o aggeggi possano far apparire le scie che non appartengono ai motori che si vedono chiaramente attaccati alle ali.

Non servono turbine o aggeggi. Basta la forma dell'ala e una mano del buon Bernoulli. Leggi le info sulle scie aerodinamiche linkate nell'articolo.
AlbertoGas,

Quando avviene la penetrazione dell'aria l'aria viene compressa per cui scorrera' piu' velocemente dove trovera' meno resistenza e cioe' le estremita'.

Assolutamente no. Mi permetto di suggerire un ripasso delle leggi di aerodinamica o almeno del buon Bernoulli.
@paolo Attivissimo

Ciao, leggiti il mio commento numero 63.
@Paolo Attivissimo

Estratto da Wiki:
Essendo la velocità dell'aria maggiore sull'estradosso (parte superiore dell'ala), e minore sull'intradosso (parte inferiore dell'ala), la conseguente differenza di pressione genera la portanza.

Per cui la velocita' maggiore dell'aria e' sopra per cui le scie di condensazione dinamica devono apparire sopra l'ala. Nel filmato in questione si vede chiaramente che passano sotto, il che scientificamente non puo' essere pena la perdita di portanza. E se osservi bene i vari filmati di caccia o F1 noterai che le scie di condensa dinamica sono molto visibili alle estremita' delle ali che al centro.
Paolo, troppo gentile, grazie per il link.

Ricambierò con pacchi di foto nufologiche e perizie sulle foto degli scaracchi sul vetro di Tom Bosco :)
Albertogas,

Nel filmato in questione si vede chiaramente che passano sotto, il che scientificamente non puo' essere pena la perdita di portanza

No, non passano sotto. Sono visibili sopra il bordo d'attacco dell'ala e dietro l'ala. Osserva le ombre. Se fossero sotto, l'ombra delle ali impedirebbe loro di riflettere il sole. A 12 secondi c'è una bella zoomata.
@Paolo Attivissimo

Se invece guardiamo il secondo 13 vediamo appunto che passano sotto e non e' visibile la scia di condensazione dinamica all' estremita' dell'ala di sinistra dell'aereo (visto da dietro) che e' prevista dalle equazioni di Navier-Stokes (Wiki).
In pratica, se manca la scia all'estremita' dell'aereo non siamo in presenza di scie di condensazione dinamica per cui le scie che si estendono verso il centro non possono essere scie di condensazione dinamica.
Albertogas,

Se invece guardiamo il secondo 13 vediamo appunto che passano sotto

No. Questo è quello che tu vuoi vedere, ma non è così.


e non e' visibile la scia di condensazione dinamica all' estremita' dell'ala di sinistra dell'aereo (visto da dietro) che e' prevista dalle equazioni di Navier-Stokes (Wiki).

Un suggerimento: non citare equazioni di cui non hai dimestichezza, e soprattutto non accompagnarle con un riferimento a Wikipedia. Rivela che non sai di cosa stai parlando.

Avresti una fonte aeronautica o un manuale di fisica dal quale citare le equazioni pertinenti al fenomeno descritto? Sei un esperto di aerodinamica?


In pratica, se manca la scia all'estremita' dell'aereo non siamo in presenza di scie di condensazione dinamica per cui le scie che si estendono verso il centro non possono essere scie di condensazione dinamica.

Davvero? Sulla base di quale autorità o competenza (tua o di altri) dici questa cosa?
L'episodio è una perfetta dimostrazione di uno dei sintomi classici dei cospirazionismi: la totale scomparsa del senso dell'umorismo e del ridicolo.

Be', logicamente un complottista non può avere un grande senso dell'umorismo. Voglio dire, i complottisti in generale, e gli sciachimisti in particolare, sono tutti seriosi e compresi nel loro ruolo di genii che disvelano arcane verità e smascherano giganteschi complotti, e di eroi senza macchia e senza paura che, soli e standosene seduti dietro un monitor, avversati da tutto e da tutti, salveranno il mondo e l'umanità intera (che considerano un branco di pecoroni decerebrati rispetto ai quali loro sono superiori in tutto e per tutto), sia da se stessa che da un nemico tanto enormemente potente da sfiorare il soprannaturale, quanto ferocemente malvagio da sfiorare il demoniaco.

Altrettanto logicamente quello che temono non sono insulti o minacce, anzi: cose del genere, da gente del genere, potranno essere interpretate (o strumentalizzate, nel caso si parli dei capibranco alla Marcianò Bros) solo e unicamente per rafforzare le proprie (o quelle dei seguaci, nel caso si parli degli auto-proclamatisi guru alla Marcianò Bros) paranoie e manie di persecuzione.
Come anche tu ben dicevi qui:
Ho chiesto agli psicologi. Ho delineato loro i comportamenti dei vari complottisti e mostrato alcuni esempi pratici diretti. La diagnosi è stata di paranoia e delirio strutturato, ossia persone con le quali non è materialmente possibile ragionare. Così ho chiesto cosa fa mandare in bestia persone di questo tipo, in modo da far vedere chiaramente a chi li osserva che si tratta di persone instabili. L'esperienza degli psicologi insegna appunto che il ridicolo è la cosa che più li irrita. Essere insultati o perseguitati è per loro motivo di conferma del proprio delirio. Essere ridicolizzati li spiazza completamente.
Basta toccare i tasti giusti e partono in quarta, e chi li vede si accorge subito da che parte sta il delirio e il torto.


Ecco perché io sostengo da anni che gli sciacomici non vanno aggrediti verbalmente e neppure bisogna andarli a stuzzucare nelle loro tane: vanno sbugiardati a distanza, quando sconfinano dai loro recinti, e se è il caso anche derisi per mostrarli anche a chi non li conosce per quelli che sono. Ma non di più.
@Paolo Attivissimo

Se citi tu Wiki si puo' se lo cito io non si puo'?
Beh, guarda se quello che scrive Wiki e' opinabile, e' opinabile anche quello che scrivi tu: quello che scrivo io hai gia' deciso che e' opinabile.
Sei laureato in fluido dinamica? Hai un manuale di fisica che ti certifica che quelle sono scie di condensazione? Hai un manuale di fisica che ti certifica che le scie che si vedono non sono scie chimiche?

Hai mai visto qualche documentario sulla progettazione dell'aereodinamica delle auto di F1 alla galleria del vento? (su Sky qualche anno fa l'hanno passato)

Siccome le scie di condensazione dinamica le vedi maggiormente alle estremita' (se vuoi guardati tutti i filmati di F1 se vuoi, tanto e' cosi' e noterai che se non c'e' quella all'estremita' non c'e' nemmeno quella centrale) se questa scia manca all'estremita' le scie che vedi dietro l'ala non sono scie di condensazione dinamica.
Va anche detto però che essere ironici con loro è difficile, proprio perché non hanno senso dell'umorismo, e l'unica ironia che capiscono è quella diretta, al limite dell'insulto, tipo l'ormai celeberrimo Straker puppa. Ma se l'umorismo è già solo un pelo più elevato, vanno in confusione e ricominciano a starnazzare di complotti e persecuzioni.
Ad esempio quando un pilota si è prestato a fare questo scherzo, Rosario ha subito cominciato a gridare al fotomontaggio, invece di farsi una risata: figurati che effetto parossistico su di loro può avere uno scherzo "elaborato" come quello del video in questione.

E comunque i capi-setta ci vivono di queste prese in giro e di questi scherzi, perché sanno benissimo che razza di paronoici all'ultimo stadio compongono le fila di coloro che li stanno a sentire.

Per esempio, chi si ricorda quando sia i blog dei debunker sia quelli dei perculatori degli sciachimisti hanno chiuso praticamente tutti?
Il Marcianò ha fatto la piangina per mesi, lamentandosi di essere una vittima un povero perseguitato, e andava dicendo che tale "persecuzione" fosse prova che lui fosse nel giusto e le "scie chimiche" fossero quindi realtà.
Dopo la chiusura dei blog avversi, invece di gioirne, cha ha fatto? Ha cominciato a lamentarsi di un "attacco all'informazione": giuro, diceva proprio "attacco all'informazione" perché non lo considerava più nessuno manco di striscio. Il che, di nuovo, secondo lui, dimostrava quanto lui fosse nel giusto e le "scie chimiche" fossero quindi realtà.

Un vero "matto" alla Eco, insomma, per cui tutto è la prova di tutto e specialmente della sua idea fissa (da "Il Pendolo di Foucault"):
Il matto lo riconosci subito. E' uno stupido che non conosce i trucchi. Lo stupido ha una logica sbilenca ma ce l' ha. Il matto invece non si preoccupa di avere una logica, procede per cortocircuiti. Tutto per lui dimostra tutto. Il matto ha una idea fissa, e tutto quel che trova gli va bene per confermarla. Il matto lo riconosci dalla libertà che si prende nei confronti del dovere di prova, dalla disponibilità a trovare illuminazioni.

Oppure uno che sa di avere a che fare con "matti" alla Eco e sa come trattarli e aproffitarne.
@axlman

Chi e' Marciano'?
Per AlbertoGas

Sei laureato in fluido dinamica?

Già in partenza non credo ci si possa laureare in una branca così specifica della fisica. In più è scritta pure sbagliata: fluidodinamica.
@Accademia dei Pedanti

Infatti ci si laurea in ingegneria aereospaziale.
Ma qual è lo scopo di spacciarsi per ingegneri se non lo si è, in questo forum?

Accademia, potresti chiederlo al mitico Davide Torta, ingegnere del Politecnico di Torino che si presentava come tale e poi si firmava Massimo Ing. Torta (qui).
O a Marco da Fano (il cui nick ora è MarcOriginn), il quale da una parte si presenta come ingegnere meccanico e dall'altra come ingegnere gestionale (ma appassionato di fisica quantistaca, bada bene, parola che fuffari DOC di ogni genere e grado adorano).
Insomma se uno è così cretino da raccontare balle per poi dimenticarsi quali balle ha raccontato, andandosi a contraddire da solo, ti meraviglia sia anche così cretino da sperare di farla franca?
@AlbertoGas

ormai sono anni che seguo queste diatribe. il punto è sempre il solito: poichè per il 99,999% dell'umanità quelle sono contrails, ai pochi che le credono chemtrails spetta l'onere della prova.
Che non si puo' ridurre a wikipedia o "ma io vedo che". Deve essere scientifica. Tutto il resto è fuffa.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AlbertoGas,

Se citi tu Wiki si puo' se lo cito io non si puo'?

Primo: io non ho citato Wikipedia. Secondo: quello che afferma che non si tratta di contrail aerodinamica, diversamente da quanto confermato dalla letteratura tecnica, sei tu. Quindi sta a te documentare le tue affermazioni.

Sei laureato in fluido dinamica? Hai un manuale di fisica che ti certifica che quelle sono scie di condensazione? Hai un manuale di fisica che ti certifica che le scie che si vedono non sono scie chimiche?

Assolutamente no. Ma del resto, a me queste cose non servono. Io mi appoggio sulle spalle degli esperti. Tu? Su un "documentario sulla progettazione dell'aereodinamica delle auto di F1 alla galleria del vento"?


Siccome le scie di condensazione dinamica le vedi maggiormente alle estremita'

Stai confondendo le trecce di Berenice (wingtip vortex) con le contrail aerodinamiche. Senza offesa, ma questo dimostra senza ulteriore dubbio che non sai di cosa stai parlando.

Naturalmente sei libero di andare contro i manuali e gli esperti di aeronautica, di fisica e di meteorologia e continuare a dire che nel video si vedono scie di natura misteriosa. Ma in tal caso, non t'arrabbiare se non t'ascolterà nessuno.
@AlbertoGas.
Hai, non so se volontariamente o no, sollevato un punto contro le scie chimiche.
Senza essere laureato in niente, seguimi:

Le scie dell'aereo e della formula 1 stanno da parti opposte: perchè le ali dell'aereo servono a tenerlo su, e quelle della F1 a tenerla giù! Quindi sfruttano lo stesso principio in modi opposti... ed ecco che le conseguenze saranno... opposte! Inclusa la posizione della scia di condensazione.

Convincente?
@AlbertoGas:
Infatti ci si laurea in ingegneria aereospaziale.

Aerospaziale.
Bellissimo comunque il filmato, bellissimo lo scherzo (pienamente riuscito, direi) e impagabili le reazioni degli sciachimisti!
Piccola nota indicativa del (poco) ragionamento usato da certa gente: nel commento #70 Paolo fà notare come la scia passi SOPRA l'ala (cosa che di per sè esclude in maniera categorica la possibilità di diffusori SOTTO l'ala), il troll, al commento successivo, non confuta questo "macigno" ma sostiene che in un altro momento la scia passi sotto l'ala. Si è scavato la fossa e sepolto da solo (diciamo che Paolo gli ha giusto passato una vanga ;) ).
Per chi ha tirato in ballo il fuel dumping: non c'entra nulla, si tratta di scie di condensazione di origine aerodinamica.
La depressione nella parte superiore dell'ala causa raffreddamento: la depressione sfavorisce la condensa, il raffreddamento la favorisce. Nelle opportune condizioni il secondo effetto prevale sul primo e si ha condensazione. Tali scie possono formarsi a qualsiasi quota e anche a temperature atmosferiche prossime se non superiori a 0°C, visto che la depressione provoca un elevato raffeddamento, è solo necessaria un'umidità relativa atmosferica abbastanza elevata. Lo sa persino la Wikipedia in lingua italiana, il che è tutto dire...

Il motivo per cui si formano è praticamente identico a quello per cui si formano le trecce di Berenice, che però non sono certo le uniche contrail di origine aerodinamica possibili, anche se sono le più famose.
E allo stesso modo neanche le scie lungo l'intera ala o quasi, non sono le uniche contrail aerodinamiche possibili: sono le più spettacolari, specie quando la luce solare si rifrange su esse formando un arcobaleno (vedere rainbow contrail).

AlbertoGas, Rosario Marcianò in arte "Straker" è, insieme al fratello Antonio in arte "Zret", l'auto-proclamatosi guru della Sacra Setta delle Scie Chimiche, nonché co-fondatore e presidente del comitato "nazionale" TankerEnemy e stilatore di liste di proscrizione dal sapore quanto meno nazi-mafioso. Ma è anche il genio che ha spammato il video in questione come prova finale dell'esistenza delle "scie chimiche" e che adesso si arrampica sugli specchi saponati per non ammettere la figura da cioccolataio fatta.

E guarda caso è anche la persona che sostiene (seguito a ruota dai suoi seguaci) la stessa sciocchezza che sostieni tu, o per lo meno una molto simile: lui confonde le generiche contrail aerodinamiche con le più specifiche trecce di Berenice e non riesce a farsi entrare in zucca che non coincidono (secondo lui esistono solo e unicamente le trecce di Berenice, infischiandosene dell'evidenza di foto e video che ne mostrano altri tipi), tu a quanto ho capito (correggimi se sbaglio) non concepisci esistano scie aerodinamiche non accoppiate a trecce di Berenice.

Già che sono in argomento approfitterò per commentare una delle solite sparate d'o comandante, e quindi fornire qualche link che magari puoi consultare (devi avere pazienza, ci vorrà qualche commento visto la limitazione del numero di caratteri nei commenti stessi e la mia connessione zoppicante).
Ci troverai sia immagini sia video di scie aerodinamiche molto simili a quella qui esaminata, cioè scie che interessano solo il bordo alare senza per forza interessare le estremità, anche se naturalmente esistono casi in cui ciò accade.

Con una semplice ricerca su Google si trovano facilmente pure degli studi in proposito.

Quindi, dato che ci sono sia le prove dell'esistenza di tale fenomeno, sia la sua spiegazione fisica, è inutile contestarlo starnazzando di scie chimiche o di equazioni di Navier-Stokes alla membro di segugio: se proprio vuoi dimostrare qualcosa, applicale 'ste benedette equazioni, invece di citarle solamente (da Wikipedia o da altre fonti non fa differenza), e vediamo cosa riesci a tirarci fuori.
Infatti ci si laurea in ingegneria aereospaziale.

aereospaziale?

A quando la metereologia
Per AlbertoGas

Infatti ci si laurea in ingegneria aereospaziale.

(Sull'ortografia mi ha preceduto Turz).
O anche in fisica, con tesi di laurea sulla fluidodinamica; o anche in fisica dell'atmosfera e meteorologia; le possibilità sono diverse.
Ma se lo sai, perché hai scritto lo sproposito?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Questo articolo di Attivissimo non serve a nulla per un credente nelle scie chimiche

Domenico, non c'è articolo al mondo che serva a un credente. Proprio perché è credente. Crede per partito preso, non perché i fatti supportano la sua opinione.

Non scrivo articoli come questi per i credenti. Li scrivo perché per il resto del mondo è divertente vedere gli abissi di ridicolo ai quali porta il cospirazionismo.
Nel tentativo di voler modificare i miei commenti li ho cancellati! Rieccoli

Come qualcuno ha evidenziato, i pazzi, gli esaltati e i mitomani sono pericolosi proprio per questo: non hanno il senso del ridicolo, e quindi a volerli prendere per il culo, si finisce solo per rafforzarli ancora di più nella loro paranoia.

Se i piloti, oltre a ridacchiare, si fossero scambiati commenti a proposito di Templari, NWO, Bilderberg, 2012 e i Rettiliani, la gente di "Tanker Enemy" si sarebbe tranquillamente bevuta tutto.


Le spiegazioni non servono a nulla, nei commenti di youtube le persone che hanno postato più volte il video mi hanno chiesto più volte ed insistetemente le spiegazioni dettagliate e:
- o mi hanno bloccato dopo avermi chiesto spiegazioni così non potevo rispondere loro
- oppure mi hanno bloccato dopo che ho scritto la spiegazione del fenomeno accusandomi di spam

Senza contare quelli che sono venuti nel mio profilo di youtube, mi hanno lasciato insulti e poi mio hanno bloccato così non potevo risponderli.

C'è qualcosa di profondamente malato nelle teste di chi crede nelle scie chimiche

Ovviamente poi impossibile spingere questi individui a documentarsi su siti appositi, quindi si nomina ad esempio Attivissimo sparano giudizi da psicopatici dimostrando palesemente di non aver mai letto le faq sulle scie chimiche fatte da ATtivissimo, ma intanto si sentono bestialità di ogni tipo, come quando mi rispondono inferociti che Attivissimo e soci non sanno spiegare alcune cose o non ne sono a conoscenza, quando poi basta andare sul sito di Attivissimo dedicato alle scie chimiche per trovare già in prima pagina i link agli articoli che parlano esplicitamente e chiaramente proprio di quegli argomenti.

Non abbiamo a che fare con gente normale, e tantomeno copn gente in buonafede. Non sottovalutate la loro deficienza mentale.


oltre agli interessanti commenti di alxman qui sopra raccomando anche i comemnti di
Mikhail Lanart-Hastur
presenti sull'apposito articolo pubblicato sul blog
strakerenemy

se uniamo i commenti qui sopra di alxman a quelli di Mikhail Lanart-Hastur abbiamo una specie di devastante ridicolizzazione di Straker e di chi lo circonda
d'inverno gli sciachimicisti trattengono il fiato per tutto il tempo in cui la temperatura è sotto i 14°C?
Sin dall'inizio sono andato a comunicare ai credenti delel sci chimiche quanto segue, tra l'altro sono cose che sono dette nei commenti di strakerenemy. Il risultato è che hanno fatto la corsa a censurarmi, manco chissà cosa avessi detto, e questo lo hanno fatto perfino persone apparentemente non fanatiche dell'argomento.

La disinformazione di tankerenemy vuol far credere agli occhi poco attenti di chi osserva i video proposti che tali video sono prova del rilascio di scie chimiche, ma la realtà è molto differente, il video proposto come "cani sciolti" è in realtà la ripresa ad alta quota di un normale effetto aerodinamico "filetti di condensa aerodinamici" descritti anche nei testi di fluidodinamica di base.
Infatti osservando il video è ben visibile come tali scie di condensa avvolgano in parte la fusoliera la coda e anche la parte superiore delle ali. Vengono inoltre individuati come ugelli di possibile irrorazione gli attuatori dei flap e delle superfici mobili pertanto il video non fa altro che dari a chi lo visiona falsi pretesti per credere in ciò che non esiste volendo far passare per artificiale un fenomeno naturale dovuto ai principi dell' aerodinamica.

Tralascio il fatto che nel video originale è ben udibile il commento goliardico dell' autore con tanto di risata finale mentre dice che lo pubblicherà su youtube. il ridere dell' autore è una chiara presa in giro verso tutti coloro che crederanno davvero di aver visto uno dei tanti fantomatici aerei tanker per irrorazioni clandestine.
(continua dal mio commento precedente)

Quelle nel video sono molto semplicemente scie di condensazione di origine aerodinamica. Chiunque abbia solo un'infarinatura di fisica sa che il cambiamento di fase di una sostanza dipende sia dalla temperatura che dalla pressione. Se poi parliamo di una miscela di più sostanze, come è l'atmosfera, va anche valutata la presenza in proporzione della sostanza che interessa, cioè nel nostro caso l'umidità relativa.

Succede semplicemente che le ali di un aereo modificano la pressione intorno a loro (è così che riescono a tenere in aria l'aeroplano) e così facendo, se temperatura e umidità relativa sono nel range favorevole, possono far condensare l'umidità atmosferica: tutto qui, niente di misterioso.
Per esempio, lo stesso identico fenomeno si vede certe volte dietro gli alettoni delle macchine di Formula 1.

A questo tipo di scie di condensazione ne accenna pure l'apposita voce di Wikipedia in italiano, il che è tutto dire.

Giusto per completezza aggiungo che mentre per la formazione di scie di condensa da gas esausti (quelle che escono dai motori) il parametro dell'atmosfera più importante da considerare è la temperatura (che deve essere abbastanza rigida, mentre l'umidità relativa può benissimo essere anche zero), nel caso delle scie di condensazione aerodinamiche esso è l'umidità relativa (che deve essere abbastanza elevata, mentre la temperatura è un parametro meno stringente e può anche essere superiore a 0°C).

Questo perché i due fenomeni fisici sono diversi, quindi hanno diverse caratteristiche.
Tutti,

lascio i vostri commenti perché contengono dati tecnici molto utili e ben esposti, ma per favore evitate di dare appellativi a chicchessia.

Primo, perché sminuite i vostri stessi commenti.

Secondo, perché date un appiglio di lagnanza alle persone dileggiate.

Terzo, perché nominandole le fate sentire importanti, ed è l'unica cosa che bramano.

Se aveste voglia di riscrivere i vostri commenti senza le parti di dileggio e senza i nomi, ve ne sarei grato.

Grazie.
Tutti? Io, non c'è bisogno di giri di parole, non mi offendo.
Anche perché i commenti li avevo scritti per Straker Enemy e mi ero scordato di riadattarli per un sito meno scanzonato, sorry.


Straker ha detto...
Per quanto riguarda ipotetiche contrails aerodinamiche, queste non hanno alcun fondamento fisico. Quelle che vediamo nel filmato del KC-10 non sono assolutamente assimilasbili al fenomeno delle trecce di Berenice. Se poi intendono inventarsi un nuovo tipo di scia di condensa, allora scendiamo nel ridicolo, visto che la classica scia di condensa, se e laddove si formi, necessita di una fonte di calore e dappertutto vediamo scaturire scie, nel filmato in questione, fuorché dai motori.
21 luglio, 2010 21:42


Come preannunciato prima, ma anche qui, Straker non riesce a concepire altro che "scie chimiche" o trecce di Berenice, quando si tratta di scie di aereo: per lui le scie da gas esausti (quelle classiche dai motori per intenderci) sono passate da rare a rarissime a inesistenti a mai esistite, mentre le scie di condensa aerodinamica sarebbero solo e unicamente le trecce di Berenice, quando invece esse ne sono un solo un caso particolare (quindi esistono anche contrail aerodinamiche che NON sono trecce di Berenice).

Già su come e in che condizioni si formano le scie da gas esausti non ci ha mai capito un beneamato, lui e suo Santissimo Trittico della Sacra Setta delle Scie Chimiche, che poi sarebbe un collage di frasi scopiazzate male e capite peggio.

Figuriamoci se può capire come e in che condizioni si possono formare le scie di condensazione aerodinamiche, dati i meccanismi di formazione molto diversi.
Figuriamoci se può capire che esse si possono formare anche dove le scie da gas esausti non possono, addirittura a temperature atmosferiche maggiori di 0°C se l'umidità relativa è abbastanza elevata (mentre per la formazione delle scie da gas esausti è importante avere temperature atmosferiche rigide ma l'umidità relativa atmosferica può anche essere nulla).
Figuriamoci se può capire che possono anche (ma non solo), formarsi al decollo e all'atterraggio, quindi a bassissima quota se non praticamente al suolo.

E sì che nel suo blob ha copincollato lo stesso post che ho indicato io per spiegare come si formano le trecce di Berenice, eppure evidentemente non ci ha capito proprio niente (per rendersene conto basta vedere le stupidaggini che scrive a tal proposito, come avevo evidenziato qui).
Insomma Straker ha la speranza di comprendere, entro questa vita, i fondamenti fisici che spiegano la formazione delle contrail aerodinamiche in genere, quante speranze ha un rabbino di diventare Papa.
Eppure quando vuole raccattare immondizia sciachimista in giro per la rete, Straker riesce a usarlo, Google, e pure a piene mani. Che gli costa fare una bella googlata con chiave di ricerca "aerodynamic contrail" (con virgolette) oppure "scie condensazione aerodinamiche" (senza virgolette)?

Facendolo Straker troverebbe un sacco di cose interessanti, come ad esempio degli studi dedicati alle contrail aerodinamiche, come questo oppure questo.
D'accordo, sono scritti in inglese e trattano di fisica con tanto di formule e definizioni, quindi per lui sarebbero comprensibili tanto quanto lo sarebbe per un nematelminta un trattato di paleontologia scritto in esquimese con inchiostro simpatico, però gli basterebbe guardare le date per accorgersi che nessuno si sta inventando un "nuovo tipo di scia di condensa" alla bisogna.

Scoprirebbe poi che quei cattivoni di piloti, gli staranno pure tanto antipatici, ma loro almeno sono gente che di aeronautica ne capisce qualcosa, al contrario suo, e loro di scie di condensa aerodinamiche ne hanno abbondantemente parlato nella loro sbufalata (qui), anche se lì vengono chiamate "scie nebbiose" o "aloni vaporosi".

Idem scoprirebbe che anche quegli altrettanto cattivi e antipaticissimi di debunker sono anni che conoscono l'esistenza delle scie di condensazione aerodinamiche, e da anni ne parlano e le descrivono e le mostrano: mica se le sono inventate ora, ché almeno loro si documentano prima di aprire bocca, al contrario di Straker.

Restando in Italia, Paolo Attivissimo ne parla dal 2007 (qui e qui): è certo che Straker abbia letto quest'ultimo articolo, dato che dopo la sua pubblicazione, lui si è subito scapicollato a modificare il suo post ivi sbufalato. Ma evidentemente fa il finto tonto e finge di non sapere dell'esistenza delle scie di condensa aerodinamiche (oppure non ci ha capito un ciufolo e allora non solo è un tonto vero, ma pure all'ennesima potenza, visto che non dico i concetti, ma neanche le immagini riesce a comprendere).

Il CICAP ne parla dal 2008 (qui, FAQ ripresa, ampliata e illustrata da Attivissimo qui).

Oppure se andiamo al di fuori dei confini nazionali, troviamo in Contrail Scienze questo articolo anch'esso del 2008.

E mi sono fermato ai primi risultati: a cercare, e limitandosi a inglese e italiano, si trovano riferimenti a decine di migliaia.
@axleman: "Anche perché i commenti li avevo scritti per Straker Enemy". Grazie di averlo detto, perché leggendo i commenti qua ho avuto uno strano senso di déjà vu che non riuscivo a capire :-)

Ciao
VB
Non basta: persino io, facendo tali ricerche, ho fatto una scoperta che non immaginavo. Ero convinto che per essere sciachimisti bisognasse essere non solo stupidi come galline e matti come cavalli, ma anche viscidi come serpenti, infidi come iene nonché ignoranti come capre su praticamente tutto lo scibile umano, specie quello tecnico-scientifico.
Invece ho scoperto che queste ultime due condizioni sono sì di moltissimo aiuto per entrare nel club degli sciacomici, ma non sono proprio strettamente indispensabili. Infatti in rete si trovano anche sciachimisti convinti, che però sanno cos'è una scia di condensa aerodinamica e non si fanno prendere da convulsioni e orgasmo quando ne vedono una, ma anzi ne parlano pacatamente.

Ad esempio qui, tal STOPCHEMTRAILS ne mostra una in un video: vorrebbe chiaramente farla passare per scia chimica, ma almeno dimostra di sapere che sa dell'esistenza delle aerodynamic contrail, ed è anche abbastanza onesto da fare una domanda invece che affermazioni perentorie, urlando alla prova finale come certi dementi nostrani.

Oppure andando qui si scopre che su Chemtrail Central le contrail aerodinamiche sono note, e se ne discute, almeno dal 2002.

Verrebbe da dire che gli statunitensi sono davvero avanti a noi su tutto, se persino i complottisti da loro sono avanti anni luce rispetto ai nostri.

Intendiamoci, di stupidaggini ne pensano e ne dicono a iosa anche i chemtrailer statunitensi, ché se così non fosse non sosterrebbero una tesi ridicola come quella delle "scie chimiche".
Ma almeno là le fesserie più macroscopiche (come scie che non potrebbero assolutamente formarsi sotto una certa quota o che non potrebbero perdurare più di qualche secondo) le hanno smascherate come le balle che sono e non tutti cadono in ridicole burle come le confessioni anonime di un improbabile meccanico pentito (qui).
E almeno là, appunto, conoscono le scie di condensa aerodinamiche.

Qui in Italia invece chi abbiamo come araldi del movimento sciachimista? Non lo specifico altrimenti Paolo mi caccia, ma siamo proprio il paese dei cachi, anche per ciò che riguarda i complottisti...
spero che attivissimo sia almeno d'accordo riguardo alla segnalazione della seguente pagian, che tutti dovrebbero leggere:

http://ipensieridelfioba.blogspot.com/2010/03/la-carta-didentita-di-rosario-marciano.html

è una pagina informativa che fa capire bene chi sia Rosario Marciano (Straker), la persona che ha diffuso in Italia uesto video come la prova definitiva delle scie chimiche, la persona auto-proclamatosi guru della Sacra Setta delle Scie Chimiche, nonché co-fondatore e presidente del comitato "nazionale" TankerEnemy e stilatore di liste di proscrizione dal sapore quanto meno nazi-mafioso.
Tutti? Io, non c'è bisogno di giri di parole, non mi offendo.

No, non ci sei solo tu, altrimenti te l'avrei chiesto direttamente. C'era anche Domenico, per esempio.
Mi erano sfuggiti i commenti di Domenico.

E adesso che li vedo devo chiederti una cosa, Domenico: noto che questo tuo commento è il copincolla parziale di questo mio commento.

Liberissimo di riportarlo, anzi sono onorato che tu lo abbia gradito tanto.
Ma preferirei che in futuro, se usi pezzi di miei scritti, tu riferissi da dove provengono o per lo meno dicessi chiaramente che stai citando me.

Beninteso che non te lo chiedo perché io sia particolarmente geloso dei miei commenti o per rivendicare chissà quale paternità intellettuale o perché la cosa mi offenda in qualche modo.

Sono solo un po' stufo di vedere gente con l'eco nel cranio, che va in giro a scrivere che io userei tanti nick diversi per parlare male delle "scie chimiche" e della banda Marcianò: così non è, e sono insinuazioni fastidiose proprio perché false.

Grazie e ciao.
Ehehe... ho riso tanto... Grazie a Turz, Tuckler, AndreaS per le segnalazioni, chicche, correzioni, battute, grazie a Paolo axlman ed Acca. Ma soprattutto grazie ai sciachimisti, veri cabarettisti involontari.

Finalmente ho compreso il profondo significato dell'impegno profuso dai vari "deb" contro gli sciachimisti. Lo fanno perché ci si sganascia dalle risate.

All'inizio del mio viaggio nel mondo sciachimista mi comportavo con astio verso di loro, irridendo la loro scarsa intelligenza, puntando il dito sulle loro deficienze mentali, insomma, cercavo rogna. Ai miei occhi, lo facevo per cercare di far ragionare un mio simile, per trovare la chiave di volta di quell'immenso castello di panzane per toglierla e farlo crollare.

Ora invece mi diverto a leggere queste cose. Sono andato oltre l'odio per lo scempio intellettuale, anzi, ne godo quando lo riconosco. Chissenefr... che me ne cale se questo o quello fanno la figura degli scoppiati, dei dementi, degli imbecilli. Ora l'importante è che continuino ad esistere.

Almeno so che ogni tanto posso farmi delle grasse risate in faccia ad uno psicolabile senza tema di passare per str..aleducato.

Hasta l'irroracion siempre!
Errata

grazie aGLi sciachimisti...
infatti quel commento che ho lasciato è il continuo del commento precedente in cui dicevo che sono tutte cose prese dai commenti di strakerenemy. E poi non ti preoccupare che straker puppa sa bene chi sono, tanto è vero che ogni tanto mi manda un e-mail con le solite volgarità
Il fatto, Stupidocane, è che quando ci si imbatte nei complottisti in genere, si possono evidenziare sostanzialmente due categorie:

- quelli che ci credono davvero, che sostanzialmente sono incurabili paranoici.

- quelli che ci credevano o che son stati sin dal primo momento opportunisti in mala fede, ma che ormai son talmente sputtanati che , incapaci di ammetere i loro errori, sono condannati a sostenere la loro tesi ad oltranza, lanciati verso il paradosso tragicomico.

Sono naturalmente portato al perculamento di entrambi, specialmente dei secondi, ma non ho volontà di brutale accanimento: penso che l'ironia possa fare molto di più delle maniere forti, che dovrebbero essere usate solo in casi estremi. Anche perché usare le maniere forti conferirebbe a questi soggetti una dignità che, sinceramente, non hanno. Insomma, sono dei fanfaroni, dei cacciaballe. L'importante è che rimangano tali, possibilmente disarmati, per il bene nostro e loro :)
OT: Ma quanto è bella RaiStoria? Mi faccio delle scorpacciate epiche! Adesso sto vedendo Pertini e Saragat! :D
Scusate, volevo segnalare questo video, che mi ha fatto ridere un casino

http://www.youtube.com/watch?v=zTAEwmrUEas

lo switch on/off è quello, se ho ben capito, per scaldare i piedi.
@axlman
"Il motivo per cui si formano è praticamente identico a quello per cui si formano le trecce di Berenice, che però non sono certo le uniche contrail di origine aerodinamica possibili, anche se sono le più famose."

Non so se si e' capito, ma io contesto questo fatto: nel momento in cui le trecce di Berenice appaiono e' evidente che siamo in condizioni atte ad evidenziare il formarsi dell'effetto scia di condensazione dinamica visto che anche il vortice raffredda l'aria come questa viene raffreddata passando sopra il profilo superiore dell'ala a causa dell'aumento di pressione. Per cui mi aspetterei di vederle sia alle estremuta' delle ali dove l'effetto e' piu' marcato sia lungo il profilo alare ma molto meno marcato(come avviene nelle gare di F1 sugli alettoni delle monoposto). Nel video le trecce di Berenice non si vedono, ergo le scie dietro all'aereo non possono essere scie di condensazione dinamica in quanto la velocita' dell'aria non riesce a formarle, tutto qua.
@Paolo Attivissimo

Ti prego di mandarmi via email gli estremi (se puoi ovviamente) degli esperti, il loro curriculum vitae ed i loro contatti email a cui ti affidi perche' vorrei far loro qualche domandina di fluidodinamica.
Se accetti te ne faccio richiesta esplicita attraverso la tua email: io non faccio uso di esperti, mi basta la letteratura scientifica che posso trovare sia su internet sia sui libri e le mie esperienze personali osservative.
Sono meravigliosi. A che serve Zelig quando ci sono gli sciachimisti? Si fanno prendere in giro una volta, e non contenti insistono... fantastici!!!!
albertogas ha sentenziato:
Le scie di cui parli non possono essere quelle che vengono fuori a colpi sulle ali dell'aereo: la velocita' dell'aereo e' costante per cui dovrebbero esserci sempre, mentre in F1 le macchine non girano sempre al massimo della velocita' per cui a tratti le puoi vedere e a tratti no


Cosa ti sfugge del concetto "Anisotropia dell'atmosfera"?

Ti do un'indizio, visibile e verificabile da terra: le nuvole.

Saluti
Michele
@hanmar

Rileggiti il commento 114 per favore, grazie.
No, sei tu che non leggi.
Se avessi voluto commentare il post 114 avrei parlato di corda, profilo e svergolatura, come minimo.

Tu hai cianciato di scie che vanno e vengono, affermando che, dato che l'aereo va a velocita' costante (io infierisco, costante rispetto a cosa? Al terreno, groundspeed, o all'aria, airspeed?) le scie dovrebbero essere costanti.

Da quello che hai scritto si capisce che non conosci le basi della fisica dell'atmosfera, tra i quali la sua anisotropia e disomogenita' nelle tre dimensioni, fonte della sua dinamica.

Ora, se proprio vuoi confrontarti sull'argomento, almeno studialo.

Saluti
Michele
Ps: un altro indizio: la turbolenza
Albertogas,

Nel video le trecce di Berenice non si vedono, ergo le scie dietro all'aereo non possono essere scie di condensazione dinamica in quanto la velocita' dell'aria non riesce a formarle, tutto qua.

Scusami, tu mi vieni a chiedere esperti e referenze, e mi fai queste sparate? La velocità dell'aria forma le scie?

Ti invito a leggere il lavoro di Appleman, che è in giro da soli 50 anni. Scoprirai che la velocità dell'aria è del tutto ininfluente.


Ti prego di mandarmi via email gli estremi (se puoi ovviamente) degli esperti, il loro curriculum vitae ed i loro contatti email

Non ti sembra di avere un po' troppe pretese? Vuoi anche il colore delle loro mutande preferite?


io non faccio uso di esperti

Non ho altro da aggiungere.

Mi perdonerai, quindi, se a questo punto ti lascio alle tue inossidabili certezze e ti saluto cordialmente ringraziandoti per la magnifica dimostrazione offerta.
Albertogas

Perché ti sei incaponito sulle trecce di Berenice? E perché continui a fare esempi di Formula 1?

Io non sono laureato in niente, ma mi ci vuole poco a capire che gli alettoni di una F1 e le ali di un aereo hanno forme ben diverse.

Mi ci vuole poco a capire che le condizioni atmosferiche che ci possono essere a livello del suolo sono ben differenti da quelle in quota.

Mi ci vuole poco a capire che la sola osservazione oculare, senza alcun esperimento o prova scientifica (principio tanto caro agli sciachimisti), può ben poco in un video fatto con una fotocamera digitale.

Mi ci vuole poco a capire che la cultura internettiana non ha nulla da spartire con lo studio della "fluido dinamica" o dell'"aerEospaziale".

Mi ci vuole poco a capire che un laureato nelle branche sopraesposte ne sa più di me.

Mi ci vuole poco a capire che ha ragione lui.

Ma tu no. Tu insisti che hai ragione perché vedi i folletti gialli con le mutande in testa, internet ti dice che hai ragione, sky ti dice che hai ragione, i tuoi occhi ti dicono che hai ragione, ma il tutto non è collegato al cervello, al pensiero, alla ragione.

Ecco perché ti stai coprendo di ridicolo, ecco perché tutti ti trattano con sufficienza, ecco perché mentre scrivo ho il sorriso sulle labbra.

Aggiungo anche che stai facendo la figura dello sfigato rompiammennicoli che crede di sapere tutto lui, che sostiene tesi indimostrabili scientificamente con alcuni laureati in quella materia, che parla a vanvera citando fenomeni slegati l'uno dall'altro. Insomma, "tutto sbagliato, tutto da rifare" (Cit.) ma niente.

A te non interessa. A te piace solo essere preso in giro. E così sia.

Lo sapevi che d'inverno, espirando l'aria (buttando fuori l'aria dalla bocca nel caso non sapessi cosa significa espirare), si formano scie di condensa a livello del suolo?

Sai qual'è la differenza tra queste ultime e quelle che si agitano nel cranio vuoto degli sciachimisti?

Nessuna. Sempre di aria in movimento si parla.
Gente, ma lui è quello che per mangiare aspetta che i frutti cadano dall'albero...

...è quello che fa entrare le formiche in casa perchè gli puliscono la tavola...

...è quello che sosteneva che le persone nate nelle zone più disastrate del mondo, per un motivo o per l'altro, se lo meritavano...

...è quello che digiunava per 10 giorni di fila...

...è quello che sosteneva che, se una persona può permettersi di mangiare solo ciò che vuole, non è a causa dei privilegi in cui la società l'ha inserito...

...ecco. E' la dimostrazione che mangiare un po' di carne ogni tanto fa solo bene.
Anzi, quasi quasi organizzo un'altra grigliata. Chi si unisce?
IO!
Paolo Attvivissimo dixit:

"Scoprirai che la velocità dell'aria è del tutto ininfluente"

Nì... nel senso che hai ragione in termini di fluido indisturbato; laddove sono attivi fenomeni di perturbazione locale, intesa come perturbazione dell'oggetto fisico all'interno di una corrente stabile (e quindi anche relative turbolenze), la velocità del fluido assume importanza primaria (così come le sue derivate spaziali e temporali).
Nulla toglie che il ragionamento di AlbertoGas è fallace a priori proprio perchè non tiene conto delle aree locali di perturbazione considerando invece il fluido intorno alla semiala come omogeneo
Finalmente !!
ecco qua la chiave di tutto:

... e le mie esperienze personali osservative.

Che diamine! Basta alzare gli occhi al cielo, no?
Non vorrei ricordare proprio male ma posto comunque quanto segue come dato che altri possono confermare o smentire ma il fluido si ritiene in prima istanza non più perturbato dall'ala (e sottolineo dall'ala) a 6/7 volte il valore della corda alare media
Per Epsilon

Non vorrei ricordare proprio male ma posto comunque quanto segue come dato che altri possono confermare o smentire ma il fluido si ritiene in prima istanza non più perturbato dall'ala (e sottolineo dall'ala) a 6/7 volte il valore della corda alare media

La gatta frettolosa fa i gattini ciechi: e anche le frasi senza nemmeno un segno d'interpunzione, parentesi a parte. :-)
@ AdP

Lo so :-)
Dopo aver inserito il commento l'ho (ri)riletto ed ho visto il secondo "ma"; sono stato indeciso sul correggere o meno ma non ho voluto dar adito a dubbi sul fatto di aver modificato i concetti invece della sintassi.
Mi chiedevo solo quanto tempo ci avresti messo a comparire ;-)
Probabilmente però avrei fatto meglio ad aggiungere un ulteriore commento come errata coCCige: purtroppo ci ho pensato soltanto ora.

Aspettavo la prima occasione utile di averti "sotto alle grinfie" per sottoporti una piccola questione linguistica: qual è la parola italiana contenente più sillabe contigue? Ogni tanto me lo chiedo e, molto superficialmente, ho pensato ad "Angstrom" in quanto unità di misura ma è mooooolto al limite come validità.
Penso sarebbe divertente trovarne a mente senza cercare su dizionari o su Internet: chi riuscirà a scovare la vincitrice?
Dai, parto io con 4: inscrivere
4 però è proprio livello base :-)
Scusa, ma cosa sono le "sillabe contigue"? Esistono anche parole con sillabe non contigue?
Giusto per rimanere nel tema della gatta frettolosa che ha fatto i gattini nel giardino del re, tanto il re è cieco (cit.).
Perché mi ostino a lavorare mentre scrivo i commenti? :-)

Ovviamente "consonanti" e non "sillabe".

Altra domanda: perché tutti il venerdì non fanno un cimbero ed io sono sempre pieno di lavoro e pure del tipo rognoso?
Io ci metto un cognome: SMRZ Jakub, che corre in SBK.

Lo so che non è una parola ma è il cognome più figo che abbia mai sentito. Io ed i miei amici lo chiamiamo ESSEEMMEERREZETA, mio padre SmErz o SmErs, dipende...
Dunque AlbertoGas, la prima cosa che dovresti capire è che qui non si sta discutendo di filosofia , di calcio, di cucina o di altri argommenti dove le opinioni, anche del più ignorante in materia, possono comunque avere dignità. Qui si parla di fisica e di fatti, sarebbe opportuno farsi almeno un minimo di cultura a riguardo prima di iniziare coi "secondo me", e tu, visto come rispondi, questo minimo non lo hai. Se non vuoi far spazientire i tuoi interlocutori, quindi, dillo subito che sei totalmente digiuno di fisica invece di farti bello citando equazioni alla cavolo, altrimenti sembra che vuoi prendere in giro chi ti risponde.

Detto ciò provo a spiegarti meglio la faccenda, ma solo in modo qualitativo, che i commenti di un blog non sono certo il luogo adatto per scriverci trattati di fisica: se poi l'argomento ti interessa, dimostri il tuo interesse andandoti a cercare fonti più specialistiche e approfondendo per conto tuo.

Primo, l'ala non ha una sezione costante ma variabile da punto a punto, quindi varieranno da punto a punto le condizioni presenti. La variazione delle condizioni segue le variazioni della forma geometrica, nel senso che è molto graduale fino a che non si arriva a un brusco cambiamento nella geometria (tipicamente l'estremità dell'ala, ma anche ad esempio le estremità degli alettoni quando sono alzati o abbassati).

Secondo, certi fenomeni esistono sempre, che tu li veda o no. Ad esempio la depressione sopra l'ala esiste sempre, altrimenti l'aereo cadrebbe, così come esiste sempre un vortice in corrispondenza delle discontinuità geometriche. Ma di solito non li vedi: a renderli visibili è la condensazione dell'umidità. Condensazione che però non sempre si verifica, in quanto quello che non sempre e ovunque esiste sono le condizioni favorevoli alla condensazione stessa.

Terzo, non esistono valori precisi e indipendenti di pressione, temperatura e umidità atmosferica che permettano di stabilire con certezza se ci sarà condensazione o meno, e questo vale sia per le scie da gas esausti sia per le scie aerodinamiche. Nel senso che, a meno di valori estremi, non puoi dire "a tot gradi la condensa può/non può esserci": devi rapportare la temperatura con la pressione e l'UR per poter fare una previsione degna di questo nome. Lo stesso naturalmente vale per pressione e UR, che non puoi considerare singolarmente, slegati tra di loro e dalla temperatura. Questo significa che due condizioni anche molto diverse potranno ugualmente dare origine al fenomeno di condensa: potrai avere ad esempio anche una differenza di 10°C tra una situazione e l'altra, ma al contempo anche una differenza di pressione e/o di UR tale da permettere comunque la condensa.

Da tutto ciò ne consegue che, pur essendoci lungo il bordo dell'ala condizioni diverse da punto a punto e in particolare diverse da quelle alle estremità, può accadere che le condizioni favorevoli alla condensa esistano ovunque (borso ed estremità), come può benissimo accadere che ci siano in alcuni punti sì e in altri no (bordo sì ed estremità no, oppure viceversa).
La cosa importante è che, a priori, nessuno può dire "la condensa si potrà formare qui sì e qui no" oppure "se si forma qui allora si deve formare anche lì" oppure "se non si forma qui allora non si deve formare neanche lì" o ancora "se si forma qui allora non si deve formare lì".

Per esempio:
- ci può essere condensazione solo sulla fusoliera
- ci può essere condensazione vicino alla fusoliera, poi niente o quasi lungo l'ala e poi le trecce di Berenice alle estremità
- ci può essere condensazione solo lungo tutta l'ala, senza trecce di Berenice alle estemità
- ci può essere condensazione lungo tutta l'ala e in più anche le trecce di Berenice alle estremità
- ecc ecc ecc
"Io ci metto un cognome: SMRZ Jakub, che corre in SBK."

Quando poi corre a BRNO, si verifica una congiunzione astrale col centro della galassia e una persona a caso, nel mondo, diventa di colpo sciachimista :D
La possibilità di inserire immagini è un privilegio dei rettiliani al settimo dan o è accessibile a tutti? :)
Riassumendo, riguardo a dove si formerà la condensa, a priori sono possibili tutte le combinazioni che ti vengono in mente e se tu fossi andato a controllare i link che avevo messo, ti saresti già accorto che nelle immagini portate ad esempio sono contemplati tutti i casi che ho descritto e anche altri.

Non ho problemi comunque a rimetterti i riferimenti e aggiungercene pure:

Aerodynamic and Rainbow Contrails

Le trecce di Berenice: tip vortex condensation

Scie chimiche, nuova “prova” sbufalata

Scie chimiche in TV

Incontri a Mestre ed Aviano; scie chimiche in TV; radio

1.06. Perché ci sono anche fotografie in cui si vede una scia emessa lungo tutta l'ala dell'aereo e non solo dai motori? E' comunque acqua?


Se non ti bastano questi esempi puoi anche andare a cercartene altri, usando le parole di ricerca "aerodynamic contrail" o "rainbow contrail" o "wingtip vortex" (che sarebbero le trecce di Berenice).
Ne trovi a iosa, come ad esempio le foto a seguire, che ti mostro direttamente, così non puoi fare finta di non vederle.

In questa si vede bene che le contrail aereodinamiche sono presenti soprattutto vicino alla fusoliera e non ci sono trecce di berenice:
[img]http://cdn-www.airliners.net/aviation-photos/middle/5/9/8/1232895.jpg[/img]

e la stessa situazione abbiamo in questa:
[img]http://4.bp.blogspot.com/_ebKDfm0h1oI/R02jZZRT45I/AAAAAAAABK0/Gwx8GJhW8vs/s1600/chemtrails-0883594.jpg[/img]

Naturalmente troverai immagini dove sono presenti sia trecce di Berenice che contrail aereodinamiche sulla fusoliera e/o su parti di ala e/o su tutta l'ala, e altre immagini ancora dove sono presenti solo trecce di Berenice.

Ci sono persino foto che testimoniano come possa avvenire condensa solo sull'estremità dell'elica (è un caso particolare di treccia di Berenice):
[img]http://cdn-www.airliners.net/aviation-photos/middle/2/6/0/1484062.jpg[/img]

A questo punto, anche se non riesci a capire la fisica che c'è dietro il fenomeno, dovresti almeno credere ai tuoi occhi.
Se invece preferisci essere convinto che, se tu non capisci qualcosa, non può assolutamente essere un tuo limite ma è quella cosa deve essere per forza di cose falsa o misteriosa, allora io posso solo consigliarti di consultare qualcuno che possa curarti dal tuo complesso di superiorità.
"In questa si vede bene che le contrail aereodinamiche"

ARGH! :P
Fischia che foto... che "cannoni" saranno stati usati? Anzi, che "obici"...
Scusa versione rococò di usa-free, ogni tanto un errore di ortografia mi scappa, anche perché non uso il correttore ortografico.
Per ciò che mi riguarda l'importante è non farlo come abitudine, e non sono un grande ammiratore di chi rileva ogni minimo errore di scrittura altrui: so di non essere perfetto, quindi cerco anche di non essere perfettino, per lo meno nelle questioni di poca o nulla rilevanza. Quindi di solito non mi curo degli altrui errori di ortografia, grammatica e neppure sintassi.

Certo, è tutto un altro paio di maniche se uno che scrive da cani poi si permette di fare ironia su come scrivono gli altri: in quei casi intervenire per metterlo al suo posto è quasi un obbligo, è già successo e in quel caso ho reagito, e reagirò di nuovo se risuccederà.
E va anche benissimo far notare i typo a Paolo, visto che lui l'articolo lo può correggere, al contrario dei commenti.
Ma per il resto, a questo riguardo, mi va benissimo il detto "vivi e lascia vivere", anche perché ormai si leggono più commenti di correzioni ortografiche che altro, e sta diventando una tortura.


Specifico che ho ripostato il commento con le foto perché non ne visualizzava una, ecco perché il commento di usa-free dove si informa sulle immagini nei commenti è prima del mio.

Postare immagini, video e audio nei commenti è per ora una prerogativa di Paolo e mia, perché Paolo giustamente teme che se ne abusi. Anche noi due non usiamo mai la funzione: che mi risulti questa è la prima volta che viene utilizzata.

L'ho fatto solo perché non ho voglia di dare risposte all'infinito.
Ci sono certi casi in cui fornire anche mille link per spiegare e provare meglio quello che si afferma è inutile, tanto non verranno mai controllati da chi fa le domande, semplicemente perché in realtà non interessano le risposte ma interessa solo rompere le scatole.

Se questo è uno di quei casi, adesso che ho inserito direttamente le immagini, AlbertoGas non potrà più far finta di non averle viste.
Aggiungo una precisazione: Paolo ha tirato in ballo i grafici di Appleman, ma questi sono validi solo per le contrail da gas esausti, non per quelle aerodinamiche. Essendoci un meccanismo di formazione diverso fisicamente, saranno anche diverse le variabili di cui tenere conto, nonché il loro valore.

Più precisamente, per la formazione delle prime non è richiesta un'elevata UR atmosferica (che può essere anche totalmente assente), mentre per la formazione delle seconde sì. Inoltre per la formazione delle prime sono necessarie temperature abbastanza rigide, mentre per la formazione delle seconde vanno bene temperature anche intorno a 0°C.

E' comunque esatto che la velocità relativa tra ala e aria non ha rilevanza nella condensazione: quello che importa è la diminuzione della pressione atmosferica provocata dal passaggio dall'aereo e il conseguente raffreddamento dell'aria nell'area interessata dalla depressione.
Giro qui un commento che ho già postato anche da Hanmar, e poi esco che è venerdì sera!
Com'è possibile (se fosse vero che le scie chimiche esistono) che un aereo produca una scia persistente e così densa per così tanto tempo? Quanto capienti dovrebbero essere questi aerei per ottenere questi risultati? Un aereo tipo borsa di Mary Poppins?
Fuori piccolissimo dentro spaziosissimo?
Per esempio: 75 litri di vaselina danno ad un MB339 PAN la possibilità di lasciare una scia di colore bianco per non più di 5/6 minuti. 2 minuti o poco più per quella colorata. Scia decisamente esile (http://tinyurl.com/35d7n2t)se paragonata a quella di una scia di condensazione.
Quanti litri/min ci vorrebbero per irrorare a questo modo(http://tinyurl.com/3x23pgy)?
Ammetto che la mia teoria non è avvalorata da nessun supporto di dati, solo da una stima visiva e superficiale, ma chissà, magari può essere la base per partire, parlando di qualcosa di diverso, visto che dall'orecchio "meteorologico" certuni non ci sentono molto bene.
Grazie come sempre per lo spazio...
@ masdeca

Qualcuno, da qualche parte (come sono preciso!) aveva fatto qesto tipo di calcolo.
L'avevo letto.
Forse (acc. che preciso!) Gianni Comoretto?
Per Epsilon

Aspettavo la prima occasione utile di averti "sotto alle grinfie" per sottoporti una piccola questione linguistica: qual è la parola italiana contenente più sillabe contigue? Ogni tanto me lo chiedo e, molto superficialmente, ho pensato ad "Angstrom" in quanto unità di misura ma è mooooolto al limite come validità.
Penso sarebbe divertente trovarne a mente senza cercare su dizionari o su Internet


In italiano sono solo quelle che hanno il gruppo in+ scr, in + str (inscritto, instradare). Non so che senso abbia cercare parole straniere di basso uso per trovare quella con più consonanti consecutive.
Colgo l'occasione per ricordare che non in tutte le lingue la generazione di sillabe segue gli stessi criteri: i nomi cechi Brno (città un tempo chiamata Bruna) e Vltava (nome locale del fiume Moldava) hanno rispettivamente una e due sillaba per noi, due e tre sillabe per loro: R ed L sono considerate, ai fini prosodici, vocali.
@axlman

Ero ironico. Lo so che sono il primo a scrivere a pene di segugio. Sì , è vero, spesso segnalo i refusi ma nello spirito di non sporcare,seppur marginalmente, dei post ineccepibili sul piano concettuale. E' (scusate l'apostrofo) un infinitesimo contributo a chi sacrifica , per sua stessa ammissione, tempo prezioso per, in fondo, regalarci un blog come questo. Piccole segnalazioni che mi risulta siano apprezzate dall'autore del blog. Tutto qui.
Buongiorno carissimo Paolo e grazie per il tuo splendido lavoro di caccia alle bufale!
Ho visto questo video e a me pare chiarissimo che le due voci fuori campo se la stiano ridendo alla grande! (Saremmo morti se fossimo stati sotto la scia è la parte che mi fa scompisciare più di tutte....!) Al di là delle ovvietà volevo portare il mio contributo riguardo l'audio: l'ultima frase è "don't do any evidence".
Grazie ancora per il tuo lavoro e buona estate! Ezio
Guarda usa-free che avevo capito che la tua era un'osservazione scherzosa, l'ho vista l'emoticon.
Ciò non toglie che segnalare i refusi "nello spirito di non sporcare,seppur marginalmente, dei post ineccepibili sul piano concettuale" ha oggettivamente poco senso, qui e su Blogger in generale.

Ho già specificato perché: non si possono modificare i commenti, al contrario del post.
Se segnali un typo contenuto nell'articolo, fai opera meritoria: Paolo ringrazia e corregge.
Se lo segnali quando è contenuto in un commento, che dovrebbe fare l'autore del commento, visto che correggerlo non può? Lo cancella e lo riposta corretto, quando c'è già chi ha fatto dei riferimenti ad esso (almeno uno c'è, quello in cui è stato segnalato l'errore), rendendo la lettura incomprensibile?
Riempiendo quindi l'area commenti di commenti rimossi e magari anche di commenti di spiegazione ("Il mio commento era là, adesso è qua perché l'ho rimesso, che prima avevo scritto così, e poi ho corretto cosà, e badabim e badabam")?
Oppure lo lascia lì "sporco" com'è, e alla sua "sporcizia" si aggiunge quella di commenti inutili che lo correggono e magari si aggiunge pure la "sporcizia" di ulteriori commenti di scuse ("Ops, hai ragione ho sbagliato" e similari)?

Anche io avevo letto cosa ne pensa Paolo sui commenti di correzione, e perciò all'epoca non ero intervenuto, ma siccome non è mai troppo tardi lo faccio adesso.
Prova a metterti nei panni di un nuovo lettore che capita qui perché è interessato all'argomento X.
Va all'articolo riguardante X e vede che ci sono commenti a decine. Probabile che pensi: "Che bello, chissà quante cose interessanti su X avranno scritto in 100 e passa commenti".
Poi comincia a leggerli e si accorge che prima di trovarne uno, non dico interessante riguardo X, ma almeno riguardo X, se ne deve smazzare una decina che parlano di tutt'altro, specie di correzioni ortografiche. Mi vengono in mente parecchie reazioni possibili, però nessuna tanto lusinghiera nei confronti del blog.
La meno cattiva che immagino è: "E io dovrei buttare del tempo per scrivere un commento strutturato e interessante, solo per sentirmi rispondere non nel merito ma su dove ho fatto dei veniali errori ortografici? Seee, ciao".
Questo beninteso se si tratta di una persona seria che vorrebbe intervenire costruttivamente, mentre i troll saranno attratti come mosche al miele da certe situazioni.

E a parte la mania correggiutrice che sta imperversando, a me sembra che, sempre più spesso e da sempre più gente, i commenti agli articoli vengano scambiati per una chat, con OT chilometrici che letteralmentre sotterrano i commenti pertinenti. Ora, se proprio non ci si vuole mandare e-mail o andare su una vera chat, qui sul Disinformatico c'è il Thread Epico, volgarmente detto L'angolo del cazzeggio libero.
Se esce fuori un argomento interessante ma completamente OT ci vuole poco a continuarlo là, mi sembra: si va là, si lascia un commento del tipo "Qui [link] Tizio ha detto 'sta cosa interessante, e io vorrei commentarla così e cosà", si copia il permalink di tale commento, si torna all'articolo di origine dell'OT e lì si scrive qualcosa del tipo "Interessante 'sta roba, continuiamo sul Thred Epico, ti ho risposto qui [link al commento inserito sul Thread Epico]".
Almeno si prendono due piccioni con una fava: meno OT chilometrici e finalmente il Thread Epico arriva agli agognati diecimila.

Anzi comincio a dare il buon esempio io: se vuoi continuare a discuterne fammi un fischio e ci trasferiamo di là, va bene?
Ok, ti rispondo sul Thread Epico ;)
@Giuliano47

Qualcuno, da qualche parte (come sono preciso!) aveva fatto qesto tipo di calcolo.
L'avevo letto.


Senza andare nel campo delle ipotesi basta andare a vedere quando le irrogazioni chimiche le facevano sul serio: Operation Ranch Hand- Vietnam 1962/ 1971.

Un paio d'immagini:

Aerei in formazione

Primo piano

Per far questo utilizzavano un C-123 Provider appositamente modificato che rilasciava 1000 galloni (ca 4550 litri) di "agent orange" in 4,30 min su una fascia larga 80 m per 16 km di lunghezza.
:(
Chissà come mai irroravano a quota foresta invece che a quota cumulo...
Per axlman

Prova a metterti nei panni di un nuovo lettore che capita qui perché è interessato all'argomento X.
Va all'articolo riguardante X e vede che ci sono commenti a decine. Probabile che pensi: "Che bello, chissà quante cose interessanti su X avranno scritto in 100 e passa commenti".
Poi comincia a leggerli e si accorge che prima di trovarne uno, non dico interessante riguardo X, ma almeno riguardo X, se ne deve smazzare una decina che parlano di tutt'altro, specie di correzioni ortografiche. Mi vengono in mente parecchie reazioni possibili, però nessuna tanto lusinghiera nei confronti del blog.
La meno cattiva che immagino è: "E io dovrei buttare del tempo per scrivere un commento strutturato e interessante, solo per sentirmi rispondere non nel merito ma su dove ho fatto dei veniali errori ortografici? Seee, ciao".


Ecco! Mi hai dato un ulteriore stimolo a correggere utenti nuovi e meno nuovi che fanno errori di ortografia. Rigida selezione all'ingresso: chi non ha abbastanza senso dell'umorismo per riconoscere i propri errori, lievi o gravi non importa, non deve venire a perdere il suo tempo qui. Perfetto!
Quando si dice l'eterogenesi dei fini, axlman...
Accademia, ti sei "distrattamente" dimenticato di citare la mia frase subito successiva e cioè: "Questo beninteso se si tratta di una persona seria che vorrebbe intervenire costruttivamente, mentre i troll saranno attratti come mosche al miele da certe situazioni".
Quindi la selezione all'ingresso, secondo me, la fai, sì, ma al contrario: attiri troll e perdaballe, al contempo allontanando persone serie che non hanno voglia, giustamente, di discutere con chi non sa far altro che non sia fare le pulci all'ortografia altrui.

Immagino che tu conosca il detto "est modus in rebus" o anche il più prosaico "il troppo stroppia": la pedanteria già di suo può essere molto difficilmente divertente o simpatica o umoristica se messa in pratica una volta ogni tanto, figuriamoci quanto può esserla se elevata all'ennesima potenza e portata avanti ad oltranza e con costanza certosina.

Che poi, parliamoci chiaro, questo è il blog di Paolo, non tuo: ti ha nominato lui come buttafuori che deve fare le selezioni all'ingresso? Se hai tanto da dire e ritieni che sia tanto interessante e soprattutto così "simpatico" da attrarre solo gente con uno spiccato senso dell'umorismo, perché non ti fai un blog tuo e vai lì a fare le selezioni all'ingresso, invece di approffittare del blog di Paolo e della sua visibilità per metterti in mostra?

Ora, dato che quando hai letto il mio commento precedente eri evidentemente molto distratto, ti scuso per non aver capito subito che la mia richiesta di smetterla di sporcare qui e trasferirsi sul Thread Epico era rivolta a chiunque volesse continuare con questo OT, non solo a usa-free (Replicante Cattivo, per esempio, l'ha capito senza doverglielo spiegare direttamente).
Adesso che l'ho scritto in modo chiaro e a prova sia di distrazione che di pedanteria, mi perdonarai se d'ora in avanti, qui, ignorerò qualsivoglia ulteriore tentativo di tirarmi dentro nel continuare nell'OT.
Mamma mia che permaloso, axlman...
Non è solo axlman. La tua idea di fare selezione all'ingresso (perdipiù rigida!) mi sembra il modo ideale per uccidere uno spazio di discussione. Ne ho visti tanti di newsgroup e di forum morire a causa dei top poster che impongono una specie di "linea editoriale".
Per Gwilbor

Non è solo axlman. La tua idea di fare selezione all'ingresso (perdipiù rigida!) mi sembra il modo ideale per uccidere uno spazio di discussione. Ne ho visti tanti di newsgroup e di forum morire a causa dei top poster che impongono una specie di "linea editoriale".

Naturalmente la storia della selezione all'ingresso era una battuta, almeno per quanto mi riguarda: sono convinto che il commentatore medio raramente analizza di che tipo sono gli altri interventi, e anche quando lo fa non si pone alcun problema a intervenire scrivendo come su qualsiasi altro forum: bene, se è abituato a scrivere bene, e male, se è abituato male.
Io ho passato almeno due anni a sbirciare i commenti prima di intervenire, ma non mi considero un commentatore medio! :-)

Quindi, se è vera la mia analisi riguardo ai commentatori nuovi, la selezione all'ingresso non la può fare nessuno. Era una provocazione, e nulla più.
Paolo, i nemici delle cisterne, non contenti della beffa dei due piloti militari, cambiano discorso scrivendo che le scie di condensa ed i vortici aerodinamici non sono applicabili alla foto di quel KC-10...in pratica altro non rimane che considerarli "spruzzi" di aerosol velenoso.
Hanno scritto anche che sei un essere "innominabile" quindi scusa se ho esordito il post con "Paolo"...non volevo proprio..
:-)
Qello che manca non è solo il senso del ridicolo ma l'onestà e l' obbiettività di dire "abbiamo preso una cantonata" invece persistono a voler sostenere la loro idea nonostante siano stati messi davanti all' evidenza di un fenomeno fisico ben preciso. ma loro parlano parlano parlano....parlano e basta..... e le prove che forniscono sono il risultato di tre parole buttate dentro google......patetico
Se uno sapesse davvero perché e percome si formano i vortici di estremità e quali conseguenze hanno, non si stupirebbe di scoprire che le ali degli aerei sono disegnate per minimizzarli. Così come non farebbe confusione fra le foto di assetti ad alto angolo d'attacco e assetti da crociera.

Ma, chiaramente, se si arriva qui citando a pene di segugio le equazioni di Navier-Stokes e i vortici che "raffreddano" l'aria "a causa dell'aumento di pressione", l'intenzione non è quella di capire, ma solo di propugnare la propria convinzione.
<<"vortici che "raffreddano" l'aria "a causa dell'aumento di pressione">>

Comecome? Questa è più bella del Teorema di Marcianò: "la lunghezza dell'ipotenusa è uguale alla somma delle lunghezze dei cateti".

Quindi volete dire che quando gonfio ad esempio la bicicletta raffreddo l'aria? ;) Devo ricordarmelo, con una pompa da bicicletta potrei fare a meno del condizionatore.

Sono veramente ridicoli, il fatto è che chi legge quella roba vede due paroloni "tecnici" e li prende per buoni.

Purtroppo ignorarli serve a poco.
Infatti non si ignorano. Si perculano.
@Paolo Attivissimo
"Ti invito a leggere il lavoro di Appleman, che è in giro da soli 50 anni. Scoprirai che la velocità dell'aria è del tutto ininfluente."

Allora le gallerie del vento a velocita' variabile a che servono, a scoprire l'acqua calda? E' palese che piu' un'ala si muove veloce nell'aria piu' crea turbolenza, piu' velocita' ha l'aria e piu' il profilo superiore dell'ala fa aumentare la pressione dell'aria (che viene compressa) e piu' aumenta la pressione dell'aria piu' l'aria si raffredda: mi sono sempre chiesto a che serve il ventilatore prima che costruissero il climatizzatore. A proposito: piu' un gas viene compresso piu' diminuisce la sua temperatura e l'aria e' una miscela di gas. Controlla la temperatura di una bombola di gpl piena: non usare il compressore d'aria non ci sono abbastanza atmosfere a meno che tu non abbia un mostro di compressore.

@Paolo Attivissimo
"Non ti sembra di avere un po' troppe pretese? Vuoi anche il colore delle loro mutande preferite?"

Haha, spiritoso. Ma vedi, come faccio a credere io che tu ti appoggi a degli esperti se non dici chi sono? E poi una cosa, non e' che appoggiandoti a degli esperti tu assumi per incanto il verbo: se non hai una laurea nella materia i tuoi commenti valgono quanto i miei: poi per me tutti si possono sbagliare compresi i cosiddetti esperti e laureati. Se gli scienziati fossero realmente capaci non saremmo un mondo nella merda come lo siamo in questo preciso momento storico.

@Paolo Attivissimo
"Mi perdonerai, quindi, se a questo punto ti lascio alle tue inossidabili certezze e ti saluto cordialmente ringraziandoti per la magnifica dimostrazione offerta."

Ti perdono, non preoccuparti.. e scusami se non mi fido di nessuno..sono proprio malfidente. Mi perdonerai se ogni tanto seguiro' anche Marciano'....a proposito ho visto che ha rilanciato...non ha detto esattamente le stesse cose che ho scritto io...forse le ha scritte meglio...
Per AlbertoGas

Haha, spiritoso. Ma vedi, come faccio a credere io che tu ti appoggi a degli esperti se non dici chi sono?

Per esempio chiedendo ad altri esperti di analizzare le sue FAQ sulle scie chimiche e sentire cosa dicono. Esperti nel campo, si intende.

E poi una cosa, non e' che appoggiandoti a degli esperti tu assumi per incanto il verbo: se non hai una laurea nella materia i tuoi commenti valgono quanto i miei:

A parte il fatto che sulla "laurea nella materia" hai già fatto uno scivolone, con la domanda priva di senso "hai una laurea in fluido dinamica?" (laurea che non esiste). Forse non è il caso di insistere, insomma.
In più, ragionando così, un divulgatore scientifico da circa 40 anni come Piero Angela sarebbe ridotto al rango del primo passante per via Teulada a Roma. Per le sue puntate televisive, anche Angela si appoggia agli esperti.

poi per me tutti si possono sbagliare compresi i cosiddetti esperti e laureati.

La sottile differenza è che gli esperti del campo, che con meteorologia e ingegneria aeronautica si guadagnano il pane, se sbagliano hanno tutto l'interessse a correggersi e a evitare lo sbaglio in futuro, a sé e ai propri colleghi. I simpatici esperti in nulla stile Marcianò, che a te piacciono, questa accortezza non l'hanno.

Se gli scienziati fossero realmente capaci non saremmo un mondo nella merda come lo siamo in questo preciso momento storico.

Il buon folletto si vede dal mattino...
@Accademia dei pedanti

Sento sempre di piu' il rumore di persone che cercano di arrampicarsi sugli specchi...

Marciano' non e' il mio mito..., non ne ho nessuno

Resta il fatto che i tuoi commenti valgono quanto i miei ... visto che non sei laureato in materia...
Per AlbertoGas

Sento sempre di piu' il rumore di persone che cercano di arrampicarsi sugli specchi...

Io no. Sento solo ciò che il filosofo medioevale Roscellino chiamava flatus voci (frase attribuita). Se ti incuriosisce, va' a vedere cosa intendeva.

Marciano' non e' il mio mito..., non ne ho nessuno

Non ho detto questo. Ma se hai concluso il tuo commento con «Mi perdonerai se ogni tanto seguiro' anche Marciano'....a proposito ho visto che ha rilanciato...non ha detto esattamente le stesse cose che ho scritto io...forse le ha scritte meglio» chiunque penserà che non ti è indifferente. Con tutte le conseguenze del caso.

Resta il fatto che i tuoi commenti valgono quanto i miei ... visto che non sei laureato in materia...

Sul punto della "laurea in fluido dinamica" forse i miei valgono un filino di più, guarda un po'. E non mi sono mai appoggiato, per sostenere qualcosa, a wikipedia, quella italiana poi!
AlbertoGas dice: "piu' un gas viene compresso piu' diminuisce la sua temperatura"...

Ora, io gli esamini di fisica li ho fatti qualche secolo fa, ma ricordo che i gas si comportano secondo la legge PV=RT dove P=Pressione V=Volume T=Temperatura e R è una costante.
Quindi se uso un volume costante posso semplificare in P=T che significa che se aumento la Pressione (comprimere significa aumentare la pressione tenendo costante il volume) allora la Temperatura aumenta in maniera proporzionale.

Mi sbaglio o l'età fa brutti scherzi alla memoria?
Nel dubbio vado a spegnere il frigorifero...
Resta il fatto che i tuoi commenti valgono quanto i miei ... visto che non sei laureato in materia...

AlbertoGas, la differenza è che i tuoi commenti sono basati su zero documentazione e si sono rivelati più volte grossolanamente errati.

Quelli di Accademia, come del resto i miei, sono invece basati sulla letteratura tecnica.

Se vuoi essere preso sul serio, presenta dei documenti tecnici. Non le tue impressioni, non un video su Youtube, non una fotografia. Ma documenti redatti da esperti.

Nessuno qui sta tentando di arrampicarsi sugli specchi. Siamo troppo presi a ridere di chi pretende una laurea in materia per poter discutere di scie, senza rendersi conto che in questo modo squalifica tutti i sostenitori delle "scie chimiche" e salva solo i meteorologi. Che, appunto, sono laureati in materia e dicono che le "scie chimiche" sono una bufala.

Vuoi dei nomi? Pietro Pallini (pilota di linea), Mario Giuliacci (meteorologo), Pier Luigi Randi (meteorologo). Giusto per cominciare e per limitarsi a quelli italiani. Poi, se vuoi, ci sono cinquant'anni di letteratura tecnica che studia le scie di condensazione e smonta tutte le asserzioni degli sciachimisti.

Dimmi, AlbertoGas, pensi di saperne di più degli esperti?
@AlbertoGas

"e piu' aumenta la pressione dell'aria piu' l'aria si raffredda: mi sono sempre chiesto a che serve il ventilatore prima che costruissero il climatizzatore".

Quante barzellette carine. Grazie.

Seriamente, ti consiglio comunque il "Termodinamica" di E. Fermi. E' un testo molto chiaro.
@Paolo Attivissimo
"Pietro Pallini (pilota di linea), Mario Giuliacci (meteorologo), Pier Luigi Randi (meteorologo). Giusto per cominciare e per limitarsi a quelli italiani. Poi, se vuoi, ci sono cinquant'anni di letteratura tecnica che studia le scie di condensazione e smonta tutte le asserzioni degli sciachimisti."

Pensavo nominassi qualcuno che lavora in galleria del vento, visto che e' li dove ci si guadagna il pane quotidiano per un progettista aereodinamico con specializzazione in fluidodinamica.

Resto della mia idea e continua pure a ridere se ti fa sentire felice, son contento per te.
@Giuliano47

Ho come l'impressione che dovrai darti una ripassatina al ciclo di Carnot.
AlbertoGas,

Pensavo nominassi qualcuno che lavora in galleria del vento, visto che e' li dove ci si guadagna il pane quotidiano per un progettista aereodinamico con specializzazione in fluidodinamica.

Continui a cambiare le tue pretese.

A proposito, tu ne conosci qualcuno che sostiene la tesi delle "scie chimiche"?

Vedi, AlbertoGas, alla fine il problema è tutto lì: porta delle prove documentate, non delle chiacchiere. Il resto è chiacchiera: divertente, specialmente quando scrivi "piu' aumenta la pressione dell'aria piu' l'aria si raffredda", ma pur sempre chiacchiera.
Sono io che sono rimasto indietro? Il mio frigorifero raffredda grazie all'espansione di un gas, ma probabilmente gli ultimi ritrovati della tecnica hanno un gas che raffredda mentre viene compresso.
(chissà se possiamo usare anche noi la loro tattica del ripetere mille volte le domande e prendere la gente per sfinimento)
Alberto, mi spieghi che cosa verrebbe diffuso dagli aerei cisterna?
Con che scopo?
Chi ci guadagna?
Come mai non ci sono prove di quanto affermi?
Paolo e Sioropa, non fate troppo gli spiritosi, altrimenti AlbertoGas consiglia anche a voi di fare un giretto sulla bicicletta di Carnot...
Paolo e Sioropa, non fate troppo gli spiritosi, altrimenti AlbertoGas consiglia anche a voi di fare un giretto sulla bicicletta di Carnot...

Intendi questa?

O questa, rigorosamente senza sellino?
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
AlbertoGas dixit:
"piu' velocita' ha l'aria e piu' il profilo superiore dell'ala fa aumentare la pressione dell'aria (che viene compressa) e piu' aumenta la pressione dell'aria piu' l'aria si raffredda"

In merito alle conclusioni che trai, già altri te ne hanno fatto notare l'inconsistenza; io voglio solo ricordarti che il "profilo superiore" (più tecnicamente dorso od estradosso) di un'ala portante genera sempre, al contrario di quanto da te sostenuto, depressione a causa dell'aumento della velocità del fluido che deve seguire un percorso più lungo rispetto all'andamento lineare del fluido indisturbato
AlbertoGas wrote:
"@Giuliano47

Ho come l'impressione che dovrai darti una ripassatina al ciclo di Carnot."

Perchè mai dovrebbe?
Non dirmi che oltre che oltre che riscrivere l'equazione di stato dei gas perfetti hai riscritto pure il ciclo di Carnot.

Io mi ricordavo che la seconda trasformazione del ciclo è (l'uso dell'indicativo è voluto) una adiabatica durante la quale si produce ancora un'espansione del fluido con produzione ulteriore di un lavoro con l'esterno. Tale lavoro viene compiuto a spese di una parte dell'energia interna del fluido che quindi si raffredda passando ad una temperatura T1 < T2.

Ma se sei convinto che aumentado la pressione di un gas la sua temperatura diminuisca, possiamo fare una paio di prove.

Prendiamo una bomboletta del gas a temperatura ambiente di quelle che si usano per caricare gli accendini.
Il gas in esso contenuto è ad una pressione superiore a quella dell' atmosfera (se fosse inferiore non sarebbe il gas ad uscire ma l' aria ad entrare).
Facciamo uscire un po' di gas, dirigendolo verso un coltello.
Controlliamo se espandendosi il gas (cioè DIMINUENDO di pressione essendo costante la quantità di gas) ha raffreddato o se ha riscaldato il coltello.

Possiamo poi provare a gonfiare una gomma di bicicletta (una bicicletta qualunque, non serve sia il ciclo di Carnot, basta solo che non sia quella di Cassani che è ancora sotto indagine).
Controlliamo la temperatura di una gomma sgonfia.
Gonfiamo detta gomma con una semplice pompa da bicicletta (per cui con aria a temperatura ambiente).
Se la pompa ha anche il manometro potrai verificare che la pressione dell' aria all' interno del pneumatico AUMENTA.
Controllare la temperatura del pneumatico al termine dell' operazione.

La mia bomboletta del gas e le mie gomme di bicicletta (entrambe) danno ragione a Mistero Voyager e a Giuliano47.
E le tue?

Ciao

Carson
Ma se sei convinto che aumentado la pressione di un gas la sua temperatura diminuisca, possiamo fare una paio di prove.

Quiz per AlbertoGas: in un motore diesel, quando il pistone sale, come mai il carburante detona anche se non c'è la candela? Dovrebbe congelare, secondo la tua affermazione. E invece...
@ Albertogas
piu' un gas viene compresso piu' diminuisce la sua temperatura

Già da questo si comprende che sei un ignorante abissale. Non è la compressione di un gas che ne diminuisce la temperatura, bensì l'espansione.

Come puoi essere considerato diversamente da un troll se fai degli errori del genere?
@Epsilon

Non e` detto che l`estradosso crei sempre portanza, questa e` in funzione dell`angolo di attacco dell`ala, altrimenti non si spiegherebbero le picchiate o il volo rovesciato.
@ Zio Feng
E' per questo che ho parlato non di "ala" ma di "ala portante" ;-)
Se per ala portante intendi un`ala che effettivamente sta sostenendo il peso di un aeroplano, nel volo rovesciato a creare portanza e` l`intradosso; se e` pur vero che gli aerei acrobatici di solito hanno profili simmetrici, tutti i velivoli abbastanza resistenti possono volare rovesciati, indipendentemente dal profilo alare.
177 commenti, e nessuno ha ancora scritto la parola Reynolds. Lo trovo preoccupante.

Ah, peraltro confermo: PV=RT, ma come dice correttamente Mistero Voyager, vale solo per i gas, non per i liquidi, come sostiene qualcuno...
@ Zio Feng

E dire che il mio scopo di parlare di "ala portante" era solo quello di evitare possibili fraintendimenti da parte di Alberto Gas :-)

Non essendo l'ala l'oggetto del mio commento (che voleva solo indicare ad Alberto Gas un'ulteriore incongruenza nel suo ragionamento) mi sembra palese che abbia voluto intendere un'ala "normale" in una situazione "normale" altrimenti avrei dovuto anche citare, ad esempio, il piano stabilizzatore che in genere è deportante (per chi non lo sapesse e fosse interessato, lo è per questioni di stabilità) e che è anch'esso un'ala di pari dignità di tutte le altre :-)
Oppure uno stivale che è un'ala poiché, ad esempio, posso stilarne senza dubbio la funzione Cp/α (e chi me lo vieta?)

L'importante per me in quel commento era farmi comprendere da Alberto Gas senza che potesse fraintendermi.

E' come se io avessi scritto che la mia bimba n°2 (di ventitre mesi) corre a 300 km/h e sabato, mentre eravamo all'IKEA, il tempo di guardare un mobile e lei ha preso una sedia per evitare il blocco antibimbo applicato alla scala e si è arrampicata su un letto a castello* e tu mi facessi notare che non è vero che corre a 300 km/h perché se lo facesse all'indietro correrebbe più piano; è vero, hai ragione ma non c'entra col messaggio trattato dal commento :-)

* a ventitre mesi quelli della mia generazione stavano seduti con la bocca aperta con una bolla alla narice destra che si gonfiava e sgonfiava :-)
@Epsilon

Il volo rovesciato e` un esemplificazione per dire:

Come puo` la differenza del percorso dell` aria, dovuta alla differente lunghezza del profilo superiore e inferiore, spiegare la portanza se e` vero che gli aerei possono volare (in volo livellato) rovesciati?

Infatti non la spiega ;-)

La portanza e` dovuta alla diversa velocita` dei due flussi e questa dipende dall`angolo di attacco.
@AlbertoGas: "E' palese che piu' un'ala si muove veloce nell'aria piu' crea turbolenza"

Veramente non è così automatico, visto che dipende anche da com'è disegnata l'ala. Chiedi a un tecnico.
Zio Feng dixit:
"Infatti non la spiega ;-)"

e non c'era bisogno di spiegarla visto che quello che interessava è che l'aumento di velocità dell'aria crea depressione :-P

Zio Feng dixit:
"La portanza e` dovuta alla diversa velocita` dei due flussi"

'peta che chiedo ad un mio amico gnegnere aereospiziale:
"Ehi Epsilon, è vero?"
"Mah, i fighetti dicono che è demodé e che è più elegante la teoria della circuitazione (o circolazione) ma tu ed io, Epsilon, siamo un po' all'antica e diamo perfettamente ragione a Zio Feng"
"Ah, va bene, grazie Epsilon"
"Figurati Epsilon"
"Hai ragione Zio Feng"
:-)
Ah, Epsilon, birichino!

Comunque si tratta di nozioni che si insegnano ai ragazzi che frequentano corsi seri di aeromodellismo.
Non occorre essere ingegneri aereospiziali.
Ricordo quanto avevo studiato. Era estate durante le vacanze scolastiche e faceva caldo, ma per fortuna avevo un ventilatore (brevetto A. Gas) che, comprimendo l'aria, la raffreddava.
Giuliano47 Ma come facevi a respirare se l'aria andava tutta dietro al ventilatore?

Io quel modello lo uso per far asciugare le colle idrauliche.
Per Giuliano47

...ma per fortuna avevo un ventilatore (brevetto A. Gas) che, comprimendo l'aria, la raffreddava.

In questo forum bisogna farsi una cultura parallela, oltre a quella ufficiale, che si studia sui libri di scuola. In geografia: la collina Fo. In tecnologia: il brevetto A.Gas per refrigerare l'aria. C'è anche la qualifica di ingegniere, se ho ben capito, anche se non so da quale commento sia scaturita.
"ingegniere in fluido dinamica" ricordiamolo....

E c'è anche il numero magico 1561. O era 1651?

Si, questo è spam :D
In questo forum bisogna farsi una cultura parallela, oltre a quella ufficiale, che si studia sui libri di scuola.

Vero! Ormai i memi generati sono tanti, bisognerebbe farne una compilation, un dizionario. Credo che sarebbe molto divertente da leggere.

C'è qualche volontario? :-)
Fantastico, in questa discussione ha partecipato una persona che ci ha fatto capire che esiste anche un colossale complotto nel settore dell'autotrazione, in particolare i fabbricanti di motori, i petrolieri e i produttori di fluidi termovettori.
Ho finalmente inteso che il dispositivo a 4 cilindri 2000 cc turbo collegato alla frizione, cambio, differenziale e ruote, presente nel cofano della mia automobile, fa solo il condizionatore. Sono stato costretto a fare continui e costosissimi rifornimenti di gasolio solo per rinfrescare l'abitacolo, anche quando fa freddo.
Invece vero dispositivo che fa "camminare" l'auto è un robo cilindrico collegato al resto con delle esili cinghie di gomma alimentato da un gas con incredibili proprietà espandenti che non si consuma mai.
Che fregatura! soldi buttati in gasolio mentre in tutti questi anni mi sarei accontentato di viaggiare gratis con i finestrini aperti.
E c'è anche il numero magico 1561. O era 1651?

1561, ripeto 1561.
@Paolo Attivissimo:
Vero! Ormai i memi generati sono tanti, bisognerebbe farne una compilation, un dizionario. Credo che sarebbe molto divertente da leggere.

C'è qualche volontario? :-)


In genere queste cose le faccio io, però la questione delle scie chimiche mi è sempre sembrata talmente ridicola che ho seguito un articolo sì e tre no, per non parlare dei video di YouTube e dei blog paralleli. I miei neuroni ringraziano, purtroppo però una mia compilation sull'argomento avrebbe gravi lacune :-)
Per Turz

Vero! Ormai i memi generati sono tanti, bisognerebbe farne una compilation, un dizionario. Credo che sarebbe molto divertente da leggere.

C'è qualche volontario? :-)

In genere queste cose le faccio io, però la questione delle scie chimiche mi è sempre sembrata talmente ridicola che ho seguito un articolo sì e tre no,


Non credo che Paolo Attivissimo intendesse solo i memi relativi alle scie chimiche. Vanno bene anche quelli sul creazionismo, sull'11 settembre (la già citata collina Fo), sul risparmio energetico "creativo", sui danni dei telefonini... Purché siano condensabili in due o tre parole e siano stati scritti davvero da un commentatore del forum.
Me ne sono venute in mente due che pubblico di seguito.
Simpaticissimo il signore che sostiene che comprimendo un gas lo si raffredda! Deve esserci un qualche complotto nei costruttori di compressori d'aria, visto che quando comprimono scaldano come pazzi, o nei produttori di intercooler per motori turbo, visto che ora sappiamo che l'aria compressa in realtà non ha bisogno di essere raffreddata!
Scherzi a parte, non vorrei che la cantonata sia originata partendo dal fatto che, riscaldando un gas in un volume chiuso, la sua pressione aumenti. Può essere questo il problema?

Bestialità a parte, intervengo solo per far notare che, contrariamente a quanto detto da alcuni, non è necessariamente vero che il dorso di un profilo alare presenti sempre pressioni negative e il ventre pressioni positive rispetto alla corrente indisturbata (asintotica). Sebbene sia una situazione comune è possibilissimo che, sopratutto per ridotti angoli di incidenza e/o profili poco asimmetrici, il coefficente di pressione sia mediamente negativo su entrambi i lati dell'ala. Questo può facilmente spiegare la comparsa di condensa simmetricamente all'ala. Ovviamente la differenza di pressione media tra dorso è ventre è tale per cui la portanza è comunque assicurata.
Ecco due esempi di scienza alternativa documentati sul forum del Disinformatico:

1) Il "trauma massiccio facciale":

http://attivissimo.blogspot.com/2009/12/berlusconi-aggredito-internettardi.html?commentPage=4#c4562849674661556105

2) E "mai sentito parlare di warmholes?"

http://attivissimo.blogspot.com/2010/03/detective-del-mistero-stasera-report.html?commentPage=3#c8547385892027836018

Sono fuori concorso, benché insuperabili, quelle degli impianti bioplasmatici e dei Gigabyte di watt. :-D
Sono stati citati molte volte, ma nessuno qui dentro lo ha mai fatto seriamente: erano citazioni, anzi, omaggi all'altrui genialità.
Beh, ma come avevo già accennato nel commento 122, lo stesso utente se ne era uscito con delle interessantissime teorie già questo thread.
A parte alcune uscite opinabili, come il fatto che la Bibbia vada interpretata alla lettera o una filosofia di vita eccessivamente new age (che vi lascio il piacere di scoprire), ecco alcune teorie, più o meno scientifiche, decisamente bislacche:

# 158 Ognuno nasce dove si merita di nascere (in risposta al fatto che alcune persone nascono in zone del mondo dove non possono permettersi di selezionare il cibo: per lui questa è una specie di punizione). Ribadita al commento 168 e spiegata "scientificamente" (ovvero con una leggenda) al 176.

# 158 Con una dieta vegetariana ti si abbassa la temperatura corporea e le zanzare non ti prendono piu' come bersaglio.

# 198 Sono sempre stato (da 46 anni a questa parte) un autodidatta ed il mio motto e' come quello di San Tommaso: provare per credere. Ora, parliamoci francamente, ci sono un sacco di diete, un sacco di libri, un sacco di medici che dicono cose diverse. Un povero cristo che cosa deve fare per poter cercare di capire dove sta una parte della verita' in mezzo a tutto questo bailamme? L'unica cosa che uno puo' fare, dopo aver provato tutti i tipi di diete, e' di provare anche quella frugivora-vegetariana.
Sono quasi sicuro che un qualsiasi medico potrebbe pensarla diversamente sulle diete fai da te....e soprattutto su chi le consiglia così a cuor leggero

# 200 L'autodidatta tira una croce sul libro di Dulbecco e sostiene che una dieta onnivora accelera i tempi di sviluppo di patologie come il diabete. Fonti, statistiche, dati non servono...la fonte è LUI STESSO.

# 200 Altra teoria: un cane sviluppa le stesse malattie del padrone. Quando si dice la fedeltà assoluta

# 206 -Appunto, dillo ai medici che sperimentano sulla nostra pelle!
-Non e' mai morto nessun vegetariano per quello che mangia: frutta e verdura!
-quella giusta [dieta] e' quella vegetariana.

TRIPLETTA!

# 225 Perche' tutte le violenze dell'uomo sull'uomo dipendono dal fatto che l'uomo gia' uccide gli animali
Per chi non lo ricordasse, a tutti i militari prima di una battaglia, veniva somministrato un bel piattone di carne: adesso si usano altri tipi di stimolatori. Nell'antica Roma, solo i militari potevano cibarsi di carne..
Non si potevano tralasciare queste perle di new age. Interessante la teoria per cui la carne, anzichè essere fonte di energia, avrebbe dovuto essere una fonte di "cattiveria".

# 231: meraviglioso il punto in cui viene addirittura tirato in ballo AVATAR

# 233 Riguardo al fatto che l'uomo sia onnivoro: Lo scheletro, i denti, il tipo di apparato digestivo etc etc, dicono il contrario:
Questa l'ho già letta altre volte, e a me è sempre sembrata una colossale scemenza, non fosse per il fatto che se un non-onnivoro si mette a mangiare carne, facilmente dovrebbe avere seri problemi di salute (come soffocamento o pesanti indigestioni dovuti alla scarsa masticazione).
Ma magari qualche esperto potrebbe dare un parere ufficiale.

#### non cito i commenti in cui viene ribadito che l'uomo sarebbe, per natura, frugivoro, tantomeno le questioni sul latte materno, che eventualmente lascio a chi ha maggiori competenze in materia.
@ Giuliano47

A dire il vero sono 'gnegnere aereonatico ma visto che quando mi sono laurato (si dice così, vero?) la denominazione era già cambiata allora in genere quando me lo chiedono mi qualifico come 'gnegnere aereospiziale (tanto sono assolutamente sovrapponibili)
RB 1205 dixit:
"pressioni negative"

A dire il vero questo tipo di definizione non mi è mai piaciuta sebbene spesso utilizzata; ritengo sia molto meglio parlare di depressione visto che la pressione non può ovviamente assumere valori negativi.
Chiaramente ho comunque ben inteso il senso di quanto da te esposto poiché in realtà parlavi di gradiente.

Al di là di ciò, non ho tempo di rileggere i vari commenti ma sinceramente non mi sembra che nessuno abbia affermato quello che dici tu; si parlava solo della differenza tra pressione sull'estradosso e sull'intradosso.
"mai sentito parlare di warmholes?"

Una volta tanto fui il primo a replicare:
http://attivissimo.blogspot.com/2010/03/detective-del-mistero-stasera-report.html?commentPage=3#c5113020693637861977

:-)