Cerca nel blog

2010/07/05

Panico da pantera palermitana [UPD 2011/03/03]

Palermo, pantera produce plurime palpitazioni, probabile panzana


L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. L'immagine qui accanto NON si riferisce alla presunta pantera palermitana.

Se vi state chiedendo cosa c'è dietro le notizie di avvistamenti di una pantera dalle parti di Palermo, Query ha un articolo che fa il punto della situazione di questo e altri casi precedenti di avvistamenti analoghi in giro per il mondo, che hanno molto in comune (in termini di psicologia e processi di percezione, diffusione e autenticazione ingannevole) con gli avvistamenti di dischi volanti.

Come mai, infatti, ci sono avvistamenti in mille posti nel mondo (New York, Nuova Zelanda, Irlanda, Inghilterra, per non parlare di quella romana che ispirò il nome al movimento studentesco della Pantera), ma mai (per quel che mi risulta) nessuna cattura documentata e neanche una foto o un video inequivocabile? Eppure una pantera non vive d'aria: si dovrebbero rinvenire i corpi degli animali che uccide per nutrirsi, o ferite caratteristiche su quelli che aggredisce ma non riesce a uccidere o a portarsi via. Ma in tutti i casi che ho trovato, alla fine non s'è documentato nulla. Solo aneddoti. Se qualcuno ha esempi contrari precisi, me li segnali.

Per carità, una pantera o un grosso felino non sono implausibili quanto una visita aliena, ma in attesa di prove l'ipotesi più probabile è che si tratti di abbagli (per esempio, la foto qui sopra mostra un gatto o una pantera?) e purtroppo, in alcuni casi, di stupido protagonismo che spinge a mentire pur di finire per un microsecondo in televisione.

Forse dovremmo creare una nuova categoria di fenomeni da studiare: gli organismi felinoidi non identificati. Unidentified Felinoid Organisms.


2010/07/11


Livesicilia dice che "alle 00:28 (per la precisione) una postazione della Forestale del servizio boschivo antincendio a Manche di Bellolampo, proprio sopra Borgo Nuovo, ha avvistato l’animale sopra un muretto di recinzione dalla torretta di controllo della Forestale." Qui aggiunge che verrà effettuato un confronto fra il pelo di tre pantere ospitate presso l'ex Zoo-Fattoria di Terrasini e i peli "attaccati al collare ritrovato qualche settimana fa in via Del Bronte che si ipotizza possa appartenere alla pantera che si aggira per Palermo". Purtroppo durante l'anestesia necessaria per il prelievo dei peli, una delle tre pantere è morta, sembra per cause accidentali (patologia preesistente).

Sempre Livesicilia, nello stesso articolo, nota che "l’esito delle analisi sul collare per confermare le tracce del felino arriveranno sic] solo nei prossimi giorni" e che è stata "abbandonata la strategia con la grande gabbia e l’esca viva, adesso si procederà solo con esche morte e telecamere a raggi infrarossi". Infine la medesima fonte pubblica un'intervista con il responsabile del Corpo Forestale Regionale, Giuseppe Chiarelli, che evidenzia fra le altre cose la quantità di segnalazioni certamente false o erronee.


2010/07/15


È stata diffusa una fotografia della presunta pantera, scattata dalla Forestale "nella zona di Borgo Nuovo, alla periferia Sud di Palermo... in via Bronte" (ANSA). L'immagine è sgranatissima e priva di riferimenti dimensionali inequivocabili. Un'altra versione della stessa immagine è presente su Geapress: è un'inquadratura più ampia che mostra segni di elaborazione digitale per ridurre il rumore. Un'altra versione ancora è su Libero-News.it.

Più che concentrarsi sull'analisi dell'immagine, in questo caso è utile considerare le circostanze di ripresa. La foto, infatti, è stata appunto scattata da quattro membri del Corpo Forestale, non da persone qualunque: questo dovrebbe ridurre drasticamente le possibilità di burle o inganni o momenti di mitomania.

Inoltre i testimoni presumibilmente hanno potuto vedere l'animale in movimento. La natura del movimento permetterebbe di distinguere abbastanza facilmente fra un canide e un felino, ma non ho ancora trovato una descrizione fatta dai testimoni.

Non so con che apparecchio fotografico sia stata scattata l'immagine, ma Cronacalive.it dice che la foto è stata "scattata di notte", "intorno alle 21", e che il dirigente della Forestale Giuseppe Chiarelli, uno dei testimoni, l'ha vista "a circa 5 metri di distanza". Una distanza alla quale l'identificazione dovrebbe essere assolutamente inequivocabile. Tuttavia la foto mostrata è stata scattata quando la presunta pantera era assai più lontana, come si può notare dall'ampiezza dell'inquadratura. Non è chiaro come mai sia trascorso così tanto tempo fra l'avvistamento e lo scatto, considerato che la "pantera" non era in fuga, ma descritta come un "felino sdraiato su uno spuntone di roccia".

Prima di dichiarare autentica la pantera, per prudenza è meglio restare in attesa di ulteriori notizie e di rilievi effettuati sul posto con fotografie un po' meno sgranate. Sarebbe molto bello se la Forestale diffondesse la foto originale, in modo da permetterne l'analisi da parte dei fototecnici.


2011/03/03


Studio Aperto annuncia di avere la prova video dell'esistenza della pantera. Ma è un gatto. Non si vergognano neanche un po' di dare credito a questi allarmi inutili?

220 commenti:

1 – 200 di 220   Nuovi›   Più recenti»
Pietro_d ha detto...

secondo me in foto c'è una bufala.... :D :D :D



un bel micino nero in allerta e pronto all'attacco!

martinobri ha detto...

Forse dovremmo creare una nuova categoria di fenomeni da studiare: gli oggetti felinoidi non identificati.

Per formare correttamente gli osservatori, che quindi siano in grado di distinguere tra gatti e pantere, bisogna far loro vedere il numero più elevato possibile di immagini di gatti. Urge condivisione archivio.

Anonimo ha detto...

Macché felino: a Borgo Nuovo si aggira il cantante di Ramacca, un siciliano doc, per promuovere il suo disco.

Rodri ha detto...

Io la sanguinaria e temibile pantera nera l'ho vista.
Un paio di sere fa dormiva su una delle tue sedie in soggiorno.

Gino ha detto...

Complimenti per l'allitterazione nel titolo.

Da un altro Mondo ha detto...

Bellissimo titolo, degno di Anacleto Bendazzi!

Andrea Sacchini ha detto...

Io ho un'altra teoria: armi di "distrazione" di massa. Ovvero come cercare di parlare il meno possibile di quella che attualmente è la vera tragedia di Palermo. Altroché la pantera...

Anonimo ha detto...

Per Andrea Sacchini

Io ho un'altra teoria: armi di "distrazione" di massa. Ovvero come cercare di parlare il meno possibile di quella che attualmente è la vera tragedia di Palermo. Altroché la pantera...

Spesso è così; in questo caso il problema della spazzatura a Palermo è già finito sui tg nazionali, direi che non servono a nulla queste operazioni diversive. Il motivo è più banale: è estate, la stagione delle scemenze da ombrellone e pedalò.

Turz ha detto...

Dopo la pantera ci sarebbe anche un pitone. Solo non si vedono i due liocorni.

@Andrea Sacchini:
Io ho un'altra teoria: armi di "distrazione" di massa. Ovvero come cercare di parlare il meno possibile di quella che attualmente è la vera tragedia di Palermo. Altroché la pantera...

Il tchaffico?

Jarod ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=1b1AaShsUDA

Ghizza ha detto...

Panzana, panzana! Peraltro pareva piuttosto palese.

Turz ha detto...

@Gino:
Complimenti per l'allitterazione nel titolo.

Titolo? Trattasi tautogramma.

Topone tuttavia trasmette trimestralmente, tra taglienti titoli, troppi triti tautogrammi, tediando Turz :-)

ilpeyote ha detto...

Io ho un chupacabra in giardino

Anonimo ha detto...

@ilpeyote
LOL!

L'economa domestica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Fabio ha detto...

Guardate che Palermo non è sulle Montagne Rocciose. Non c'è il bosco nella zona in questione, c'è solo la montagna brulla e una cava.

Non ci sono altresì animali di grandi dimensioni con cui confondersi.
Se una persona sostiene di aver visto l'animale nelle traverse di Via Erice (sulla strada, con i riferimenti usuali per valutarne la dimensioni, quali automobile etc.) difficilmente potrà aver visto un gatto.

Insomma, o le persone che hanno avvistato il felino mentono, o sono sciroccate, ma vi dico che è molto difficile incorrere in un falso avvistamento qui.

Infine vorrei ricordarvi che le pantere esistono, che gli avvistamenti precedenti conclusisi con un nulla di fatto possono anche essere dovuti alla fuga degli animali e che c'è il precedente della leonessa di via Bronte.

Meg ha detto...

A quando l'avvistamento del sarchiapone americano???
http://www.youtube.com/watch?v=sm-a8Xm1oMU

;-) ;-)

Federico ha detto...

l'unica certezza è l'orso Dino

Massimo ha detto...

"la foto qui sopra mostra un gatto o una pantera?"
un gatto, la pantera ha le orecchie arrotondate.
Massimo

L'economa domestica ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marco ha detto...

@Fabio
Forse nessuno si è confuso, semplicemente, come ha già messo in guardia Paolo, potrebbe trattarsi di uno scherzo. "Per vedere di nascosto l'effetto che fa".

Andrea Sacchini ha detto...

@Accademia dei pedanti,

il problema della spazzatura a Palermo è già finito sui tg nazionali

Beh, se è successo, sono sincero, mi dev'essere proprio sfuggito. ;)

Cristofaro ha detto...

Più che Unidentified Felinoid Objects, non sarebbe meglio Unidentified Felinoid Organisms?

Fabio ha detto...

@Marco

Anche quelli della forestale fanno gli scherzi?

Paolo Attivissimo ha detto...

Più che Unidentified Felinoid Objects, non sarebbe meglio Unidentified Felinoid Organisms?

Trasecolo e concordo! Correggo subito, grazie.

balloto ha detto...

@ilpeyote
Dopo questa tua dichiarazione sai già vero che ti ritroverai i MIB a casa tua? :P

Anonimo ha detto...

In effetti sembra un gatto

Gavagai ha detto...

Veramente, Paolo, gli alieni felinoidi fanno già parte della tradizione ufologica, sotto il nome di ABC (alien big cats). Vedasi per maggiori esplicazioni siti come "Chupacabramania" (ma la dicitura ABC compare anche nella wiki inglese):

http://www.chupacabramania.com/articoli/paranormale/alien_big_cat.htm
http://en.wikipedia.org/wiki/Phantom_cat

Comunque, sei scusato: so bene che in questi casi vale il principio "se una teoria appare talmente incredibile da apparire idiota, sicuramente qualcun altro ci avrà già pensato in precedenza"...

Gavagai ha detto...

To Turz:
Tu, Turz, tenace tautogrammatore, trovi tediosi titoli tautogrammatici? ...Tragico! :D

Snark ha detto...

Eh, comunque riesco a capire, grandi e piccoli felini sono molto facili da confondere, come illustra questa maglietta della Puma:

http://images4.wikia.nocookie.net/nonciclopedia/images/6/6e/Maglietta_Puma.jpg

Gatto del Cheshire ha detto...

Concordo! Stessa spiegazione: su questa storia, una settimana fa, ho fatto una vignetta.

ivan.spagnoli ha detto...

qui a Verona abbiamo l'orso Dino, che dopo aver ucciso diversi animali (compreso l'asinello usato per S.Lucia) mi sta troppo sulle balle... :(
se lo vedo gli sparo per legittima difesa...

http://www.larena.it/stories/392_in_piazza/148260_era_lasinella_di_santa_lucia_quella_straziata_dallorso_dino/

Paolo Attivissimo ha detto...

Veramente, Paolo, gli alieni felinoidi fanno già parte della tradizione ufologica

Lo so, l'ho visto durante le ricerche per questo articoletto, ma non ho saputo resistere al gioco di parole.

the job hunter ha detto...

Attenzione alla feroce pantera mignon acquatica domestica!

:P

Joe Pontello ha detto...

A me il titolo ricorda il mitico "Passionate Patti in Pursuit of the Pulsating Pectorals" del 1989.

Ma la Pantera originaria, quella romana (della stessa epoca dei Pulsating Pectorals perché "avvistata anche dalla Polizia a fine 1989) non era stata davvero catturata da un attore-domatore a cui ogni tanto veniva (summertime news) dedicato un articolo con tante foto su "gente" e "oggi"?
O rigirando il discorso; gli articoli che d'estate apparivano sui giornali ritraendo il baffuto domatore e la sua "bella" pantera riguardavano il fatto di cronaca in oggetto o un "altro" UFO?

Gavagai ha detto...

@Attivissimo
Lo sapevo che non avrei dovuto dubitare... :)

Mousse ha detto...

Gavagai: non lo sapevo! Tra gli stereotipi felinoidi spaziali però preferisco le "blue catgirls" :D Non so te..

theDRaKKaR ha detto...

se lo vedo gli sparo per legittima difesa...

e quale sarebbe la sua colpa? mangiare? doveva accorgersi che l'asino fosse speciale? mah

Il rospo dalla bocca larga ha detto...

Ma non era scappata da un circo?

Gio ha detto...

ma chi se ne frega della pantera, su "Il giornale" di oggi c'è un articolone sul raggio della morte inventato da Marconi e rapito dal Vaticano...
http://www.ilgiornale.it/interni/il_raggio_che_produce_energia_gratis/06-07-2010/articolo-id=458609-page=0-comments=1

BewareOfTheVlaPlayer ha detto...

visto che parliamo di bufale... questo dovrebbe essere divertente:

http://www.ilgiornale.it/interni/il_raggio_che_produce_energia_gratis/06-07-2010/articolo-id=458609-page=0-comments=1

Mousse ha detto...

Il "raggio della morte"... io dico che qualcuno a "Il Giornale" sta tentando il colpaccio per pubblicare dei romanzi.

E' il solito discorso, ma pensate che se fosse vero non l'avremmo usato? Se è vero che i nazisti cercavano di costruire una bomba atomica pensate che non avrebbero usato un fantomatico "cannone a microonde"?

Mike J. Lardelly ha detto...

Forse dovremmo creare una nuova categoria di fenomeni da studiare: gli organismi felinoidi non identificati. Unidentified Felinoid Organisms.

In realtà la categoria esiste già e si chiama "Alien big cats". La vicenda viene seguita da anni dai criptozoologi. Quasi tutti, ad eccezione dei criptozoologi americani che sono notoriamente più creduloni e fantasiosi, gli avvistamenti di felini esotici sono per la maggior parte imputabili a gatti di dimensioni eccezionali. Se vengono scambiati per pantere è perché la mente umana fa molta fatica a stimare le reali dimensioni quando c'è di mezzo l'effetto sorpresa e il timore.

e.manu ha detto...

@ Andrea Sacchini
"Il vero problema di Palermo, è il tcraffico".
:)

cavaliere errante ha detto...

Posto per prova, prudenzialmente, percepisco problema persistente, prego Paolo: provvedi! Pigia pulsante "più post per popolo"!

helen norwood ha detto...

1) la foto non ha nulla a che vedere con la pantera in questione
2) cortesemente prima di scrivere cavolate, bastava comporre il numero del corpo della forestale di palermo e prendere informazioni
3) la pantera c'è veramente
4) la zona in cui è stata avvistata è tutt'altro che brulla e di alberi ce ne sono in grande quantità
5) le pantere non lasciano in giro le carcasse delle prede di cui si cibano, ma le portano nel loro rifugio x evitare che altri predatori gliele sottraggano
6) al 90% trattasi di animale cresciuto in cattività, forse incrocio non ancora verificato e molto probabilmente non ha mai cacciato e nn sa farlo

ripeto, prima di gridare alla bufala, bastava chiamare il corpo forestale di palermo.
bello fare informazione con i titoloni attirasciocchi.

Mousse ha detto...

Ecco il troll :D

Personalmente finchè non vedo una foto o un filmato autentico della pantera non ci credo.

helen norwood ha detto...

visto che il primo commento lo avete rimosso, vi pregherei cortesemente di chiamare il corpo forestale di palermo ed informarvi prima di gridare alla bufala!

Mousse ha detto...

Credo ci sia un problema con la pubblicazione dei commenti. Appaiono nela pagina ad essi riservata ma non in quella dell'articolo...

Smiley1081 ha detto...

Potrebbero dargli la caccia col Raggio della Morte...

http://tinyurl.com/RaggioDellaMorte

p-alfa ha detto...

nella foto c'e' un gatto: la pantera non ha un 'culone' cosi' grosso.

Gavagai ha detto...

Vengo qui e trovo un articolo con questo titolo... Vado sul sito di Query, e mi trovo un articolo che si intitola "Paul, polpo (e) profeta". Cos'è, vi siete messi d'accordo o è la settimana internazionale del palindromo in P???

@Mousse
Mha, vossero almeno dei "blue catboy"! ...Ma l'uomo gatto no, proprio non mi ispira...
http://img413.imageshack.us/i/catssfj9.jpg/

scdcs ha detto...

Lungi da me accreditare la notizia, ma carcasse di animali dilaniati (conigli e altre bestiole domestiche) sono le evidenze che hanno imposto l'intervento della forestale nelle ricerche.

Paolo Attivissimo ha detto...

1) la foto non ha nulla a che vedere con la pantera in questione

Certo che no. Forse non hai visto come si chiama la foto. Ti pare che Canterbury stia dalle parti di Palermo?

2) cortesemente prima di scrivere cavolate, bastava comporre il numero del corpo della forestale di palermo e prendere informazioni

Perché? Le dichiarazioni già pubblicate rendono piuttosto chiaro quello che ritiene la Forestale. Nessuno di loro ha la certezza che si tratti di una pantera.


3) la pantera c'è veramente

Su che basi lo dici con così tanta certezza?


4) la zona in cui è stata avvistata è tutt'altro che brulla e di alberi ce ne sono in grande quantità

Sufficiente a nascondere a lungo una pantera nonostante assidue ricerche?


5) le pantere non lasciano in giro le carcasse delle prede di cui si cibano, ma le portano nel loro rifugio x evitare che altri predatori gliele sottraggano

Di tutto questo trasporto si dovrebbe vedere qualche traccia. Ne sono state viste?


6) al 90% trattasi di animale cresciuto in cattività, forse incrocio non ancora verificato e molto probabilmente non ha mai cacciato e nn sa farlo

Al 90%? Come mai non al 56 o al 42%? Su che basi fai quest'affermazione?


ripeto, prima di gridare alla bufala, bastava chiamare il corpo forestale di palermo.

Prima di fare affermazioni così categoriche, dovresti documentarle.


bello fare informazione con i titoloni attirasciocchi.

Sì, e devi ammettere che funzionano.

Paolo Attivissimo ha detto...

visto che il primo commento lo avete rimosso

Nessuno ha rimosso nulla, Helen, tanto che ti ho risposto.

Paolo Attivissimo ha detto...

carcasse di animali dilaniati (conigli e altre bestiole domestiche) sono le evidenze che hanno imposto l'intervento della forestale nelle ricerche.

Interessante. Hai una fonte?

Ivan B. ha detto...

Sono palermitano e posso dire che, con le dovute cautele, la cosa non è tanto surreale.
In zona vi sono ville di personaggi "potenti" e già in passato è fuggita, ed è stata in seguito catturata, una leonessa appartenuta a un pellicciaio...non è tanto inverosimile che qualcuno abbia una sorta di zoo privato...

per quanto riguarda il felino gli avvistamenti si susseguono (qui l'intervista all'ultimo "avvistatore" http://www.livesicilia.it/2010/07/05/ho-visto-la-pantera-e-ho-paura/ ).
Attualmente è stata montata una trappola con un'esca viva ma, considerato che ipoteticamente il felino è sempre vissuto in cattività, non saprà mai che un maialino vivo è roba da mangiare...
Ci sono tutti gli elementi sia per una bufala che per una reale e triste storia di ecomafie...

Astarotte ha detto...

visto che parliamo di bufale... questo dovrebbe essere divertente:

Ivanoe Fossati è Sir Wilfred quando canta "questi posti davanti al mare"?

Paolo ha detto...

Noooo....
Una bufala pubblicata su "Il Giornale"?
Non puo' essere, senza alcun dubbio ti sbagli!
:-)

Astarotte ha detto...

Ha provato a telefonare al direttore Leonardi, che tra l'altro vive a Lugano, ma non ha mai avuto una spiegazione per quello strano comportamento

Uh uh... e chi conosciamo che abita a Lugano e si intende di megacomplotti?

Astarotte ha detto...

visto che parliamo di bufale... questo dovrebbe essere divertente:

http://www.ilgiornale.it/interni/il_raggio_che_produce_energia_gratis/06-07-2010/articolo-id=458609-page=0-comments=1


Letto tutto! Ah ah ah da morire!
Ma non era più semplice prendere una DeLorean, andare nel futuro, e comprarsi un Mr Fusion?

Astarotte ha detto...

1) la foto non ha nulla a che vedere con la pantera in questione

Helen (o John Locke?), le foto di gatti negli articoli di Paolo Attivissimo non hanno mai niente a che fare con le pantere in questione!

Milo ha detto...

Niente Paolo, questa volta purtroppo un mezzo buco nell'acqua.
Perche' non si puo' essere esperti di tutto e nemmeno imparare tutto quello che serve da una mattinata di ricerche in rete.

Pantere in liberta' ne ho vista solo una, nella zona dei colli berici (Vicenza), che poi' e' stata anche filmata e che non e' mai stata catturata.
Forse il video si trova ancora da qualche parte se e' stato pubblicato in rete. Me lo ricordo perche' contribuii all'identificazione del felide insieme a dei colleghi di Scienze Naturali e del Museo.

Pur essendo verissimo che e' il periodo delle notizie da ombrellone e che spesso avvistamenti di animali "strani" sono il risultato di fervida immaginazione e di qualche bicchiere di troppo e' difficile generalizzare per tutti i casi.

Pantere ed altri animali scappano in continuazione da circhi ma anche da case private. Negli anni ho visto: tarantole, un piccolo coccodrillo, diversi serpenti, una pantera. Chissa' quello che non ho visto.
La maggior parte muoiono perche' incapaci di nutrirsi e perche' si trovano in un ambiente per loro ostile.

Quindi in sostanza:
E' possibile che abbiano visto una pantera? Si
Quella avvistata a Palermo e' una pantera? Non lo so, a giudicare da chi ha commentato prima di me direi che e' probabile,

Mousse ha detto...

E' comunque curioso che non si trovino i resti di questi grossi felini (che immagino muoiano di fame dopo un pò). Un gatto vabbè, altri animali che si cibano di carogne lo fan fuori, ma una pantera è come minimo un cane di grossa taglia..

Ci sono video e filmati ma curiosamente poche impronte.. Ora non nego che alcuni casi siano reali, ma temo che la maggior parte siano bufale.

Milo ha detto...

Spiace vedere che il mio commento precedente e' stato cancellato. Spero in un errore piu' che per intenzione..

Piccola Romana ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Piccola Romana ha detto...

Io! io! io!
io ho fotografato un Unidentified Felinoid Organism!
Chiamate Giacobbo e rosicate, UFOscettici che non siete altro!!!
il Fantasmagattico

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Milo e ad altri che magari sospettano una censura

Oggi Blogger fa le bizze, oppure abbiamo un'allucinazione collettiva da scie chimiche :P

Anche i miei commenti, nel primo pomeriggio, erano scomparsi, adesso sono ricomparsi.

Elragno ha detto...

Quasi ogni anno qui da noi a Torino scappa una fantomatica pantera che si aggira per le campagne...
Decine e decine di testimoni che dicono di averla vista, impronte che si rivelano di gatto, foto o filmati che si rivelano falsi o troppo confusi...

ha detto...

Per the job unter e Piccola Romana:
doppio LOL! :-)

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Nel frattempo è stato avvistato anche l'immancabile pitone :)

helen norwood ha detto...

ho parlato con la sala operativa della forestale, perchè abito in via erice, dove sono stati fatti gli altri avvistamenti e volevo capire la veridicità della cosa.
Mi è stato risposto che trattasi di felino di grosse dimensioni, pantera o incrocio e che abitando nella zona degli avvistamenti è meglio prestare particolare attenzione soprattutto dal tramonto all'alba.
le orme che hanno trovato vicino la cava sono quelle di un felino di grosse dimensioni che peserebbe all'incirca 50/60kg.
se chiami ti diranno le stesse cose.
ah con google earth cercati via bronte palermo e vedi te se ci sono abbastanza alberi nella zona.
E vorrei ricordare che chi ha dichiarato di averla vista non l'ha fatto in maniera anonima, e un procurato allarme laddove non sussistono i fatti è sancito penalmente dalla legge.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"ah con google earth cercati via bronte palermo e vedi te se ci sono abbastanza alberi nella zona. "

Mah insomma... due boschetti da 300 per 200 metri non è che siano una giungla impenetrabile :)

Ghizza ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Ghizza ha detto...

Pantera palermitana = probabile panzana. Però paiono piuttosto paranormali pure previsioni Polpo Paul!

Da un altro Mondo ha detto...

Però... perennemente pantere? Proprio preclusi primati, proscimmie, pachidermi...?

Gavagai ha detto...

@Ghizza
Polpo Paul prevede, per prossima partita, prussiani perdenti. Presumo popolo prussiano preoccupato, palparsi palesemente pudenda per propiziare propria prova (per plurime persone, pare portafortuna).

Però, pensandoci, pure pronostici polipeschi paiono poco paranormali:
...Pensaci!

Paolo Attivissimo ha detto...

Spiace vedere che il mio commento precedente e' stato cancellato. Spero in un errore piu' che per intenzione..

Non è stato cancellato.

Replicante Cattivo ha detto...

Spero che appaia qui.
Nel caso in cui non vi appare il commento nella pagina della sindone, dovete raggiungere MANUALMENTE l'ultima pagina.

Copiate e incollate questo link

http://attivissimo.blogspot.com/2010/07/sindone-intervista-garlaschelli.html?commentPage=3#comments

ed ecco che vedrete tutti i commenti che avete postato ma non sono comparsi.
Nel caso in cui i commenti arrivino oltre il 600esimo (cosa molto probabile) basta sostituire il "3" alla fine con il numero della pagina dei commenti.

Milo ha detto...

Ho visto Paolo. Sapevo che blogger stava facendo le bizze ma il commento (inserito come n.46) e' scomparso per un po' di ore per poi riapparire all'attuale n.66.

Tranquilli, non pensavo a nessuna censura o complotto.

puffolottiaccident ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Leopardo

Un leopardo di solito se la prende con prede più piccole di lui, penso che avendo il corpo di un leopardo con relative doti atletiche e capacità distruttiva sia possibile sostentarsi anche nella campagna italiana, dopo tutto è un felino di 80 kg, non un' armata di lanzichenecchi ubriachi.
Quanto al nascondersi, dubito molto che potrebbe farlo a lungo.

Paolo Attivissimo ha detto...

Helen,

Mi è stato risposto che trattasi di felino di grosse dimensioni, pantera o incrocio

Sulla base di quali fatti è stato detto? L'animale è stato visto? Fotografato? Ha lasciato segni verificati da un esperto?


le orme che hanno trovato vicino la cava sono quelle di un felino di grosse dimensioni che peserebbe all'incirca 50/60kg.

Orme identificate da chi?


se chiami ti diranno le stesse cose.

Helen, il mio articoletto propone l'abbaglio o il protagonismo come ipotesi più probabile sulla base delle esperienze precedenti. Non voglio fare polemica: dico solo che di solito questi avvistamenti finiscono per essere abbagli o fandonie. Proprio per questo ci vogliono prove. Ne abbiamo? Se non ne abbiamo, fino a quel momento l'affermazione straordinaria "c'è una pantera che si aggira per Palermo" ha bisogno di prove altrettanto straordinarie.

E' semplicemente questione di metodo.


chi ha dichiarato di averla vista non l'ha fatto in maniera anonima, e un procurato allarme laddove non sussistono i fatti è sancito penalmente dalla legge.

Leggi bene in cosa consiste il procurato allarme e considera che anche i sostenitori delle scie chimiche parlano di aerei avvelenatori mettendoci il proprio nome e cognome. Questo non toglie che stiano dicendo idiozie.

Gino ha detto...

Anch'io sono palermitano, e propendo per la bufala. Da alcuni commenti di concittadini, devo però constatare ancora una volta quanto sia fin troppo facile urtare la suscettibilità di certe equazioni: Pantera fuggita=pantera in cattività= ecomafia, quindi guai a dire che la pantera non c'è, sarebbe come dire che la mafia l'ha inventata Sciascia. E ancora: pantera a piede libero = quartiere insicuro = vittime.
Conosco la zona di via bronte, c'è qualche albero non ancora sfuggito alle recinzioni, quest'ultime sì, davvero invadenti e, temo, forse troppo numerose per rendere la vita facile a una pantera fuggita.

markogts ha detto...

OT Paolo su FB impazza la bufala che oggi sarebbe il giorno di arrivo della DeLorean nel futuro.

axlman ha detto...

Piccola nota sui commenti, che inserisco giusto perché imbecilli, maleducati, diffamatori e cacciaballe in mala fede assortiti mi stanno sulle scatole.


Allora, helen norwood, tu hai mandato un commento a questo articolo che non solo è stato pubblicato, ma ha pure ricevuto risposta da Paolo. Dopo ne hai mandato un altro ma in esso di scuse per la tua insinuazione malevola non ne vedo: come mai?

Eppure tu ti dici molto preoccupato/a della correttezza delle infomazioni fornite e, sempre a parole, sostieni che fare sparate senza verifica è molto grave da parte degli altri: e da parte tua?

Eppure un altro utente che ha fatto la tua stessa insinuazione, Milo, dopo essersi accorto che ci sono problemi su Blogger per quanto riguarda la pubblicazione dei commenti e che Paolo non ha cancellato proprio nulla, lo ha fatto, cioè ha spiegato la faccenda e ritrattato l'accusa: ti ritieni forse superiore a lui e a tutti, tanto da essere convinto/a che non devi a nessuno le scuse per i tuoi errori?


Se fosse solo per questo probabilmente non sprecherei manco un secondo per ribattere a certa gentucola che non ha il coraggio delle proprie affermazioni, ma il fatto è che la stessa insinuazione malevola, spacciata per certezza, l'hai fatta altrove, più precisamente qui sul sito dei Marcianò Bros.

Il bello è che nel commento subito successivo Rosario "Straker" Marcianò si lamenta che ci sono problemi su Blogger riguardo la pubblicazione dei commenti, e lo ripete pure più sotto, salvo poi risponderti (qui):
@ helen norwood
E' consuetudine della guardia svizzera rimuovere i commenti non allineati, così sembra che siano tutti con lui. :-D


Ora, noi sappiamo tutti di che pasta sia fatto quel tizio: megalomane paranoico all'ultimo stadio convinto che tutto il mondo complotti contro di lui e suo fratello, per cui se lui ha problemi con Blogger è perché Goolge lo ostacola deliberatamente mentre se gli stessi identici problemi e nello stesso identico periodo di tempo li hanno gli altri (in questo caso Paolo) è perché sono dei censori a tutto spiano delle idee altrui.


Quello che non sappiamo, e che io vorrei sapere per potermi regolare con te, è di che pasta sei fatto/a tu. Una persona che non sia né imbecille, né maleducata, né un diffamatore cacciaballe in mala fede farebbe questo:

- chiedere scusa per le proprie infondate e malevole supposizioni spacciate per certezze, ovunque siano state fatte, quindi sia qui sul blog di Paolo sia sul blog dei Marcianò Bros

- se sul blog dei due esaltati le proprie precisazioni e scuse non vengono pubblicate, venire a testimoniare qui che quello che ha la "consuetudine di rimuovere i commenti non allineati, così sembra che siano tutti con lui" non è Paolo bensì sono Rosario Marcianò e fratello Antonio al seguito.

Visto che fondamentalmente sono ottimista, attendo fiducioso in un riscontro positivo da parte tua, altrimenti verrai trattato/a per quello che si è dimostrat0/a con le tue sparate senza senso e difamatorie, non seguite dalle dovute e doverose rettifiche e scuse, quelle stesse rettifiche e scuse che tanto veementemente pretendi dagli altri quando ritieni che siano in errore. Considerato poi che per quanto ti riguarda è dimostrato il tuo errore e non è solo una mera opinione non supportasta da fatti come lo è la tua sulla pantera palermitana.

Ghizza ha detto...

@Gavagai

:-)))

Polpo Paul *palesemente* privo poteri paranormali.
Purtuttavia, parasportivi poco praticanti paiono prendere pronostici polpeschi per precisi... Poverini! Personalmente preferisco persone più professionali.

pistry ha detto...

Per prossima partita polpo pronostica problemi per primo posto.
Prevedo prossima portata: polpo più patate.
Peccato Paul, potevi pensarci prima...Porca puttana!

Astarotte ha detto...

In realtà la categoria esiste già e si chiama "Alien big cats". La vicenda viene seguita da anni dai criptozoologi

Gli Alien big cats esistono, si chiamano coeurl e sembrano micioni pacifici, simpatici, amichevoli.... sembrano! :)

Turz ha detto...

@Astarotte:
Ma non era più semplice prendere una DeLorean, andare nel futuro, e comprarsi un Mr Fusion?

A proposito, la notizia della data di "Ritorno al Futuro" "5 luglio 2010" o "6 luglio 2010" è una bufala.

Mike J. Lardelly ha detto...

Ultimamente i commenti agli articoli stanno diventando di una superficialità impressionante.

Vorrei chiarire alcune cose.

1) I testimoni che hanno detto di avere visto una pantera non necessariamente mentono. Possono avere visto un gatto di dimensioni eccezionali e averlo scambiato per pantera.

2) Per chi dice che in casi analoghi sarebbero state trovate le carcasse di questi animali rispondo che non è così scontato trovare una carcassa di un animale, soprattutto se predatore o addirittura un esemplare unico. Pensate anche solo ai gatti randagi, o ai piccioni: se fosse semplice trovare le loro carcasse, ne troveremmo a decine ogni giorno ad ogni angolo della strada.

3) Possibile che la forestale non abbia identificato il felino? Cos'è, un leone, un leopardo, una tigre o altro?

Turz ha detto...

@Gavagai:
Polpo Paul prevede, per prossima partita, prussiani perdenti. Presumo popolo prussiano preoccupato, palparsi palesemente pudenda per propiziare propria prova (per plurime persone, pare portafortuna).

Però, pensandoci, pure pronostici polipeschi paiono poco paranormali:
...Pensaci!


Pezzo porta posizioni particolarmente ponderate: premonizioni polpo Paul preludono pagliacciate.

Precisazione: prussiani poco puntualmente palpano proprio pube; perlopiù, per portare possibilità propizie, prediligono pigiare pollici.

Turz ha detto...

@Mike J. Lardelly:
Ultimamente i commenti agli articoli stanno diventando di una superficialità impressionante.

Chiedo venia, anzi prego per pperdono :-)

1) I testimoni che hanno detto di avere visto una pantera non necessariamente mentono. Possono avere visto un gatto di dimensioni eccezionali e averlo scambiato per pantera.

È infatti la cosa più probabile. Esattamente come succede ai testimoni di UFO, che vedono luci aerei che si muovono con angolazioni eccezionali e le scambiano per dischi volanti.

2) Per chi dice che in casi analoghi sarebbero state trovate le carcasse di questi animali rispondo che non è così scontato trovare una carcassa di un animale, soprattutto se predatore o addirittura un esemplare unico. Pensate anche solo ai gatti randagi, o ai piccioni: se fosse semplice trovare le loro carcasse, ne troveremmo a decine ogni giorno ad ogni angolo della strada.

Beh, infatti le troviamo. Comunque la tua obiezione è sensata.

3) Possibile che la forestale non abbia identificato il felino? Cos'è, un leone, un leopardo, una tigre o altro?

Ma non si era detto che fosse una pantera?

Comunque per le pantere il Principio di Babbo Natale va applicato con più cautela, perché le pantere non devono fare viaggi di svariati anni luce.

Paolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo ha detto...

Nonostante la sostanza dell'articolo sia condivisibile, mi sembra che la tradizionale precisione e puntigliosita' del padrone di casa sia stata un po' messa da parte.

Affermare che di tutti i mille avvistamenti in giro per il mondo poi non ci sia MAI stata nessuna cattura o nessun video mi sembra un po' azzardato e trasmette (nonostante la precisazione successiva di probabile bufala) nel lettore l'idea che trattasi sempre e comunque di bufale in questi casi.

Rispondere al punto 5 delle obiezioni di helen in quel modo, somiglia molto a quando si rimprovera agli altri di spostare i paletti della questione.
Se prima affermi che si dovrebbero rinvenire i resti delle carcasse non puoi dopo spostare la questione e dire che comunque qualche traccia si deve pur trovare.
Se e' vero che qualche traccia si dovrebbe trovare allora potresti correggere il testo dell'articolo in tal senso piuttosto che lasciarlo invariato in quel passaggio.

Poi ci sarebbe anche il commento di Milo (n. 66 credo) che fornisce degli ottimi spunti di discussione, che non sembra provenire da un troll e che non e' stato preso in considerazione.

puffolottiaccident ha detto...

Astarotte, il Coeurl è la trasposizione fantascientifica di una bestia immaginaria dell'epoca antica, nella versione fantascientifica estrae (mi pare di ricordare) il potassio dagli organismi che attacca...

Mi pare che il bakeneko in particolare, sia l'anima di un defunto che prende possesso del gatto di casa del defunto stesso, per esprimere rancore nei confronti degli eredi avidi.

Ma il punto è che, in una AES... il Coeurl arriva a mangiarne un paio, poi lo tirano giù e imparano la tecnica generale per far fuori anche i coeurl.

è certo un'opera di fantasia, ma la morale (nella storia) è che l'essere umano è l'animale più terrificante anche a livello galattico.

Paolo ha detto...

@Turz
Ma non si era detto che fosse una pantera?

Per quel che ne so io, la pantera e' un leopardo col manto nero.

Da Wikipedia:
"La pantera nera non è una specie a sé stante ma un esemplare di leopardo con la particolarità di avere il manto di colore nero (o fortemente maculato) per un eccesso di pigmentazione (melanismo)"

Itwings ha detto...

Axlman, tu sai bene fin dai primi miei interventi sulle scie chimiche quanto io ti stimi e quanto sia allineato sulle tue posizioni. Ho però la forte impressione che da un po' di tempo anche su questo blog si stiano adottando atteggiamenti che richiamano quelli di stile complottistico. Guarda un po' come sono stato trattato nel post riguardante le bici a motore, dopo commenti asolutamente tranquilli. E di scuse proprio non se ne è parlato, anzi...

granmarfone ha detto...

Possibile che la forestale non abbia identificato il felino? Cos'è, un leone, un leopardo, una tigre o altro?

poi

Ma non si era detto che fosse una pantera?

Ricordo che la pantera è un leopardo (Panthera pardus).
Pantera è un nome comune o locale.
Pantera nera viene volgarmente chiamato il leopardo con manto nero.

geo ha detto...

se non vuoi pigiare i pollici puoi tenermi i pugni...basta che me li ridai

In ogni caso volevo assicurare che in svizzera ci sono circa 100 linci in libertà nel milione e passa di ettari di bosco. Ieri una mi ha detto che tuttavia le pantere prediligono le città, perché il rapporto qualità-prezzo del cibo è migliore

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo,

Affermare che di tutti i mille avvistamenti in giro per il mondo poi non ci sia MAI stata nessuna cattura o nessun video mi sembra un po' azzardato

Io non ne conosco. Se hai dei controesempi, li aggiungo.


e trasmette (nonostante la precisazione successiva di probabile bufala) nel lettore l'idea che trattasi sempre e comunque di bufale in questi casi.

Per questo gli articoli vanno letti fino in fondo.

Paolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Paolo ha detto...

Paolo,

non vorrei essere polemico ma anche i commenti andrebbero letti fino in fondo. ;-)

"Io non ne conosco. Se hai dei controesempi, li aggiungo."

Il commento di Milo (da me citato nel mio post) che sembra vantare esperienze dirette con situazioni del genere ti fornisce un primo piccolo contro-esempio.

Poi la mia obiezione era sull'utilizzo del "MAI" che rende la frase categorica e tende a rafforzare il concetto "sono sempre tutte bufale". Basterebbe rimpiazzarlo con "nella maggior parte dei casi".

Cosi' come ribadisco (nonostante tu abbia saltato l'obiezione) che, a mio modo di vedere, anche il passaggio sui resti delle carcasse delle eventuali prede andrebbe rivisto.

Saluti.

Anonimo ha detto...

Se posso aggiungere un commento basato solo sulla mia memoria (che, credetemi, è da elefante): di casi di fuga di mammiferi esotici da circhi, o da giardini zoologici, regolarmente denunciati dai possessori, ce ne sono stati anche in Italia, con le forze dell'ordine che in genere tiravano moccoli perché non erano attrezzate per simili compiti. Ma di pantere, leopardi o coguari avvistati e poi trovati davvero, non ne ricordo nemmeno uno. Voci da ombrellone tante, fatti zero.
Ma se qualcuno ha dati diversi, scriva.

Paolo ha detto...

@Accademia

Milo, commento n. 66

helen norwood ha detto...

@ axlman..sceriffo del luogo, se hai già decretato che la pantera non esiste, così come tutti quelli che non abitano sul posto, che non hanno parlato con la forestale e che non conoscono la zona..non credo di dover dire altro.
per riassumere, ciò che ho appreso qui è:
se la pantera non la prendono vuol dire che non c'è, è escluso che siano i mezzi di chi dovrebbe catturarla a non essere idonei.

Mousse ha detto...

@tutti: ma chiedere prove delle proprie affermazioni è un stteggiamento complottista?
Non mi pare.

Le prove a sostegno della teoria della bufala ci sono (tanti casi segnalati e poche catture) e sembrano più solide di foto mosse o video sgranati. Ora non sarò stato attento io ma finora non ho visto niente di tuto ciò.

Dire che l'avvistamento della pantera è una "cosa eccezionale che richiede prove eccezionali" è forse un tantino eccessivo, ma qui non son state portate ancora prove nemmeno "normali".

Dire che "un funzionario della Forestale ha detto che ci sono delle orme", per guanto la Forestale sia affidabile, non ha lo stesso peso di una foto o un calco di una impronta.

geo ha detto...

Accademia

per fortuna l'elefante bagnate di zurigo l'hanno ritrovato :)

Anonimo ha detto...

Per Paolo

Dal commento di Milo:

Pantere in liberta' ne ho vista solo una, nella zona dei colli berici (Vicenza), che poi' e' stata anche filmata e che non e' mai stata catturata.
Forse il video si trova ancora da qualche parte se e' stato pubblicato in rete. Me lo ricordo perche' contribuii all'identificazione del felide insieme a dei colleghi di Scienze Naturali e del Museo.


Non so se ricordi le sei domande del giornalista anglosassone: chi cosa quando dove perché e come. Non vedo soddisfatta nemmeno una di queste, non in modo chiaro almeno.

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo (potresti scegliere un nick che non si confonda col mio nome?),

non vorrei essere polemico ma anche i commenti andrebbero letti fino in fondo. ;-)

Ho infatti letto il tuo commento fino in fondo. Le parole di Milo che segnalavi sono interessanti ma un po' deboli. Sono un commento anonimo in un blog. Andrebbero documentate un po' meglio. Inoltre si riferiscono a un altro caso:

Pantere in liberta' ne ho vista solo una, nella zona dei colli berici (Vicenza), che poi' e' stata anche filmata e che non e' mai stata catturata. orse il video si trova ancora da qualche parte se e' stato pubblicato in rete. Me lo ricordo perche' contribuii all'identificazione del felide insieme a dei colleghi di Scienze Naturali e del Museo."

È una base un po' labile.


Helen,

per riassumere, ciò che ho appreso qui è: se la pantera non la prendono vuol dire che non c'è, è escluso che siano i mezzi di chi dovrebbe catturarla a non essere idonei.

Niente affatto. Semplicemente, visti gli abbagli precedenti, prima di accettare che si tratti davvero di una pantera e non, che so, di un gattone o di mitomania, si chiedono delle prove concrete; in attesa di prove, si presuppone l'abbaglio. Chiedere prove non mi pare una pretesa esagerata.

Mousse ha detto...

Beh io vedo solo il cosa ed il dove.

Il resto un pò meno. La data per esempio sarebbe un buon passo avanti.

Paolo ha detto...

Quando qui in valle è stato avvistato un'esemplare rarissimo di camoscio bianco, dopo poco tempo è stato immortalato a 3000 m di quota (non proprio dietro casa). E la foto è nitida e inequivocabile. Con tutte le fotocamere digitali, telefonini e videocamere....non è possibile fare la stessa cosa anche a Palermo nelle vicinanze di un centro abitato?

Paolo ha detto...

@Accademia

La premessa di fondo e' che, da come parla, sembra che Milo abbia avuto esperienze dirette con queste situazioni (parla di un suo contributo diretto all'identificazione di un felide).
Quindi non sara' una fonte attendibilissima, ma in linea di principio gli concedo il beneficio del dubbio e penso sia in buona fede.
Comunque basterebbe chiedergli ulteriori dettagli (sia sulle vicende da lui riportate che sul suo campo di attivita') e non ignorarlo come fatto finora.

Poi, invece di selezionare la parte un po' vaga del suo commento (forse il video...) potresti guardare con attenzione anche a queste sue affermazioni:
"Pantere ed altri animali scappano in continuazione da circhi ma anche da case private. Negli anni ho visto: tarantole, un piccolo coccodrillo, diversi serpenti, una pantera. Chissa' quello che non ho visto.
La maggior parte muoiono perche' incapaci di nutrirsi e perche' si trovano in un ambiente per loro ostile."
Qui parla di esperienze dirette che sono in contrasto con alcune affermazioni contenute nel testo dell'articolo di Paolo.
Sono vere? Non sono vere?

Non lo so, di sicuro le definirei verosimili.
Da come scrive sembra una persona pacata e non un troll, quindi io magari chiederei ulteriori dettagli chiarificatori.
Ma qui nei commenti sembra si preferisca inseguire e stare addosso a chi, in maniera evidente, sembra un provocatore con argomenti deboli e facili da smontare ed ignorare chi magari potrebbe dare un contributo significativo anche se opposto alla propria tesi.

Paolo ha detto...

stambecco bianco...scusate

Anonimo ha detto...

Per Paolo

La premessa di fondo e' che, da come parla, sembra che Milo abbia avuto esperienze dirette con queste situazioni (parla di un suo contributo diretto all'identificazione di un felide).
Quindi non sara' una fonte attendibilissima, ma in linea di principio gli concedo il beneficio del dubbio e penso sia in buona fede.
Comunque basterebbe chiedergli ulteriori dettagli (sia sulle vicende da lui riportate che sul suo campo di attivita') e non ignorarlo come fatto finora.


Scusa, chiediglieli tu, no?! Personalmente non mi accende l'interesse chi scrive in maniera tanto vaga da non sforzarsi nemmeno di riportare l'anno in cui è avvenuto, e un'indicazione di luogo un po' più precisa di Colli Berici, un'area di circa 165 km².

Pablo ha detto...

Nick cambiato!!
Per evitare confusione, nei miei commenti precedenti ero semplicemente "Paolo", ma i commenti n.114 e 116 sono di un altro Paolo "aggiuntivo" che probabilmente crea ulteriore confusione.

@Paolo Attivissimo
Anche tu, come Accademia dei Pedanti, hai selezionato la parte del commento di Milo con la base piu' labile.

Ricopio parte della mia ultima replica ad accademia:

-------------------------
"Pantere ed altri animali scappano in continuazione da circhi ma anche da case private. Negli anni ho visto: tarantole, un piccolo coccodrillo, diversi serpenti, una pantera. Chissa' quello che non ho visto.
La maggior parte muoiono perche' incapaci di nutrirsi e perche' si trovano in un ambiente per loro ostile."
Qui parla di esperienze dirette che sono in contrasto con alcune affermazioni contenute nel testo dell'articolo di Paolo.
Sono vere? Non sono vere?

Non lo so, di sicuro le definirei verosimili.
Da come scrive sembra una persona pacata e non un troll, quindi io magari chiederei ulteriori dettagli chiarificatori.
Ma qui nei commenti sembra si preferisca inseguire e stare addosso a chi, in maniera evidente, sembra un provocatore con argomenti deboli e facili da smontare ed ignorare chi magari potrebbe dare un contributo significativo anche se opposto alla propria tesi.
-----------------

L'ultima mia considerazione e' rivolta anche a te.
Perche' continui ad inseguire Helen che sembra comunque non essere in grado di fornire ulteriori elementi o addirittura da l'impressione di voler solo provocare e ignori Milo che sembra avere un atteggiamento un po' piu' costruttivo anche se opposto a quello del tuo articolo?

Paolo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Paolo (potresti scegliere un nick che non si confonda col mio nome?),"

Ma tu guarda che richieste! Abbassa la crest...ehm...le appendici! :D

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

E tu che lo assecondi pure Paolo/Pablo! Chissà, la prossima richiesta sarà di cambiare il mio nick perché si confonde con la tappezzeria del salotto! :D

Mousse ha detto...

Usa: 'sti rettiliani pretenziosi :D

Pablo ha detto...

Milo,

se ci sei batti un colpo! ;-)

Potresti darci ulteriori dettagli su tutti questi animali "esotici" che hai visto in prima persona e magari farci capire se te ne sei occupato anche dal punto di vista professionale?

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo,

La premessa di fondo e' che, da come parla, sembra che Milo abbia avuto esperienze dirette con queste situazioni (parla di un suo contributo diretto all'identificazione di un felide).
Quindi non sara' una fonte attendibilissima, ma in linea di principio gli concedo il beneficio del dubbio


Infatti anch'io presumo che Milo stia dicendo il vero. Ma sta riferendo di altri episodi (non ancora precisati). Potrei chiedere chiarimenti, ma quanto tempo posso dedicare a un'indagine del genere? Anche perché è un dettaglio, non è il tema centrale. Potrà eventualmente rispondere documentatamente alla domanda "sono mai state avvistate davvero, da parte di esperti, pantere scappate in Italia?", che però è molto secondaria rispetto a "C'è davvero una pantera che scorrazza per Palermo?"

Questa della pantera è per me solo una delle mille indagini aperte o approfondibili. Devo fare attenzione a come investo il tempo.

Pablo ha detto...

@Usa Free
Io lo assecondo perche' ne capisco la motivazione che ho ritenuto valida, ovvero evitare la confusione che si genera quelle (poche) volte che intervengo e che mi fa pure perdere tempo in precisazioni varie (tipo il Paolo del commento x non sono io ma quello del commento y si...) :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Pablo,

erche' continui ad inseguire Helen cheP sembra comunque non essere in grado di fornire ulteriori elementi o addirittura da l'impressione di voler solo provocare e ignori Milo che sembra avere un atteggiamento un po' piu' costruttivo anche se opposto a quello del tuo articolo?

Perché Helen sta parlando dell'avvistamento di Palermo. Milo di un altro.

Da un altro Mondo ha detto...

Quello che mi meraviglia, in questi casi, oltre al fatto che si parla sempre di pantere e mai, che ne so, di ghepardi, giaguari etc. è che non ho mai sentito parlare del ritrovamento di una carcassa, anche di uno scheletro, di questi animali fuggiti. Mi spiego: si dice che queste povere bestie muoiano in quanto incapaci di procurarsi il cibo. Quindi il loro corpo viene mangiato, distrutto etc. ma immagino che le ossa rimangano almeno per un po': nessuno che trovi nei boschi un cranio felino un po' troppo grande, oppure dei grandi ossoni che non si sa di chi siano?

Pablo ha detto...

@Paolo
"Questa della pantera è per me solo una delle mille indagini aperte o approfondibili. Devo fare attenzione a come investo il tempo."

Condivisibile, pero' il Paolo che conosco non giustificherebbe la mancanza di precisione con il poco tempo a disposizione rispetto al tanto lavoro.

Non voglio certo dirti cosa fare o non fare, se correggere o meno il testo dell'articolo, ma il "MAI" categorico da te usato non lo condivido, cosi' come la certezza che si debbano trovare i resti di carcasse.
Tu mi hai chiesto un contro-esempio ed io ti ho fatto notare il commento di Milo.
Ora visto che anche tu ritieni verosimile ed in buona fede quel commento, le affermazioni categoriche del tuo articolo (benche' secondarie) potrebbero essere prudentemente ritoccate.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ora visto che anche tu ritieni verosimile ed in buona fede quel commento, le affermazioni categoriche del tuo articolo (benche' secondarie) potrebbero essere prudentemente ritoccate.

Concordo. Fatto.

So' L'enigmista ha detto...

E' consuetudine della guardia svizzera rimuovere i commenti non allineati, così sembra che siano tutti con lui. :-D

Ho avuto una visione di Paolo Attivissimo vestito da guardia "sguizzera". Inquietante.
Strakkino evidentemente è troppo "limitato" per rendersi conto che tutti i blog di Blogger avevano problemi ieri... perfino quello del grande Camionista!

Mike J. Lardelly ha detto...

@ da un altro mondo

Hmmm... in genere è molto più probabile avvistare un animale vivo che uno morto. In un bosco con normale copertura vegetale la carcassa marcirebbe, si seccherebbe o sarebbe spolpata nel giro di un paio di giorni. Le ossa e i rimasugli vari probabilmente sarebbero coperti dalla vegetazione o dalle foglie se fosse autunno. Bisogna che in quel lasso di tempo qualcuno vada in quel bosco e si incammini fuori dal sentiero imbattendosi casualmente proprio nel mucchio d'ossa...
Per quanto riguarda i predatori, inoltre, si dice che quando sentono di dover passare a miglior vita si rifugino in luoghi tranquilli ed isolati.
Quindi la probabilità di trovare il cadvere della pantera è pari a zero.

Tra l'altro, chi ha detto che è una pantera? I leopardi melanici sono abbastanza rari non solo nelle giungle dell'Asia orientale, dove c'è la maggiore concentrazione di questo fenotipo, ma anche nei giardini zoologici. Non è che in questo caso si tratta di un avvistamento notturno, quando tutto sembra color pece, o di un gatto nero troppo cresciuto?

@ Paolo Attivissimo
Vado a cercare le fonti dal gruppo criptozoo.com

Da un altro Mondo ha detto...

@Mike,
parafrasando un vecchio proverbio, che recita Di notte, tutti i gatti sono bigi si potrebbe allora dire: Di notte, tutti i gatti son pantere! :)

Grezzo ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
geo ha detto...

Avvistamenti di animali che sono stati messi in discussione (a torto o a ragione) ce ne sono sempre stati.

Chi si ricorda di questo del 2007?

A proposito: chi mi sa dire se si tratti di una bufala o questo animale è ancora fra di noi?

So' L'enigmista ha detto...

parafrasando un vecchio proverbio, che recita Di notte, tutti i gatti sono bigi si potrebbe allora dire: Di notte, tutti i gatti son pantere! :)

rotflmao, anzi, rotfl-MIAO !

Anonimo ha detto...

Per geo

Avvistamenti di animali che sono stati messi in discussione (a torto o a ragione) ce ne sono sempre stati.

Chi si ricorda di questo del 2007?


Se era pubblicità virale, so automaticamente di quale prodotto: il bagnoschiuma Vidal!
http://www.youtube.com/watch?v=mbsL3TzvCPE (da 0:28 in poi).

Ahahaha, oggi faccio lo scemo!!!

theDRaKKaR ha detto...

ritrovata!

axlman ha detto...

helen norwood ha commentato:
@ axlman..sceriffo del luogo, se hai già decretato che la pantera non esiste, così come tutti quelli che non abitano sul posto, che non hanno parlato con la forestale e che non conoscono la zona..non credo di dover dire altro.

Cos'è, fai il finto tonto o sei tonto sul serio? Secondo te il mio intervento parlava della pantera? O parlava di te e del tuo comportamento?
Ci provo ancora una volta: mi scuso con gli altri per la brutalità e per le noiose ripetizioni, ma almeno mi esprimerò a prova di tonto, vero o finto che sia.

A me della tua pantera non me ne può fregare di meno, e quindi non me ne può fregare di meno neanche la tua diatriba con Paolo riguardante la pantera stessa, chi ha ragione e chi ha torto.

A me interessa che hai accusato Paolo di aver cancellato un tuo commento solo perché "scomodo", accusa che è palesemente falsa visto che il tuo commento non solo è stato pubblicato ma ha pure ricevuto risposta, così come i commenti successivi che hai inviato.
La cosa grave è che hai ripetuto fuori di qui l'accusa fatta. E nel caso volessi ancora fare il finto tonto e ti chiedessi perché è grave, ecco la spiegazione: perché mentre qui la gente può subito constatare che a fare un'accusa del genere hai sbagliato, e pure di grosso, da altre parti non può farlo e devi essere tu a correggerti e scusarti per l'errore commesso.

Ora, tu sei venuto qui ad insegnare agli altri come ci si comporta, e nello specifico che bisogna controllare per bene e informarsi prima di fare affermazioni sbagliate e che non bisogna fare sparate solo per attirare gli sciocchi: bene, bravo, bis.

Peccato che subito dopo te ne sei andato a sbandierare in giro, e senza controllare prima, una cosa del tutto falsa, sparando la cavolata "Attivissimo censurta i commenti", giusto per attirare gli sciocchi (e infatti non per niente sei andato a farlo sul sito di TankerEnemy, noto ritrovo di fessacchiotti).
A questo punto, dopo le belle parole, dovrebbero seguire fatti altrettanto belli e coerenti con esse, e cioè dovrebbe seguire una tua ritrattazione, con scuse, ovunque sia stata fatta la sparata.


Per essere più precisi, e a prova di tonto vero o finto che sia, a questo punto ci sono tre possibilità.

La prima possibilità riguarda una persona onesta e in buona fede che crede davvero in quello che afferma e quindi lo applica prima di tutto a se stessa invece di limitsarsi a predicarlo agli altri: nel caso in questione quindi una persona di tal fatta rettificherebbe le sue accuse e si scuserebbe sia qui che sul sito dei Marcianò Bros, eventualmente comunicando che in quel sito il messaggio di rettifica e scuse non è stato accettato.

La seconda possibilità riguarda una persona disonesta e in malafede, che molto ipocritamente predica bene ma razzola male assai: nel nostro caso tale persona non farebbe nulla di ciò che ho descritto prima o addirittura continuerebbe a raccontare la balla di Attivissimo che censura i commenti, ormai ben sapendo che di balla si tratta.

La terza possibilità riguarda una persona disonesta e in malafede, che molto ipocritamente predica bene ma razzola male assai e che in più preferisce passare per cretina piuttosto che ammettere di avere sbagliato: nel nostro caso tale persona continuerebbe a rispondermi parlando della pantera invece che dei fatti che le sto contestando, che con l'argomento pantera non c'entrano nulla.

In quale caso rientri tu lo deciderai tu stesso con le tue azioni future. Basta che poi non ti lamenti per le conseguenze di esse, quando verrai trattato di conseguenza.

theDRaKKaR ha detto...

@axlman

ma come? il creatore benemerito e rettiliano del Credo del Fuffaro che perde tempo con un fuffaro pure mediocre?

basta con le irrorazione, maledizione abbiamo bruciato le cervella anche l'Eminenza Grigia del Comitato Nazionale Banfer Enemy

hanno ragione i complottisti, siamo così scemi che ci autodistruggiamo :D

theDRaKKaR ha detto...

io per esempio non riesco più a scrivere O_O

Fabio ha detto...

Ecco l'intervista al responsabile del Corpo Forestale Regionale sulla vicenda della Pantera.

http://www.livesicilia.it/2010/07/07/troppo-pochi-per-la-pantera/

;)

martinobri ha detto...

Polpo Paul prevede, per prossima partita, prussiani perdenti

Ehi, il mollusco ci ha azzeccato ancora! Meglio lui di tanti commentatori nostrani.

theDRaKKaR ha detto...

guarda che i polpi sono tra gli animali più intelligenti, aprono anche i barattoli :)

martinobri ha detto...

guarda che i polpi sono tra gli animali più intelligenti, aprono anche i barattoli

Anche Galeazzi li apre, però poi...

theDRaKKaR ha detto...

guarda che Galeazzi è un cetaceo

martinobri ha detto...

E Costanzo, allora?

E’ un focide?

Prez ha detto...

Vi segnalo il seguente gustosissimo scambio di battute tra helen norwood e il noto ricercatore indipendente, direttamente dal blog del terrazzino:

helen norwood ha detto...

volevo raccontarvi questa, magari è il luogo sbagliato lo so. quindi chiedo venia ma devo raccontarlo.
voi conoscete bene paolo attivissimo, ebbene, ha scritto un articolo sul suo blog gridando alla bufala sull'avvistamento di una pantera nera a palermo, dove vivo.
ho commentato il suo articolo dicendogli che prima di usare titoloni acchiappasciocchi avrebbe potuto telefonare al corpo forestale di palermo ed informarsi.
mi ha rimosso il commento! forse perchè dal mio google account ha notato che seguo voi...non aggiungo altro!
buon lavoro ragazzi.
06 luglio, 2010 11:56



In serata il geometra risponde:

Straker ha detto...

@ helen norwood

E' consuetudine della guardia svizzera rimuovere i commenti non allineati, così sembra che siano tutti con lui. :-D
06 luglio, 2010 20:28


Non so voi, ma io ho riso per un quarto d'ora.

Prez ha detto...

Accidempoli, dovrei leggere tutti i commenti prima di aggiungerne un altro.

Chiedo scusa per il doppione, ma stavo ancora ridendo.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Stavolta l'ha (l'avrebbe) avvistata la Forestale.
http://www.livesicilia.it/2010/07/08/stavolta-lha-avvistata-la-forestale/

Fabio ha detto...

Ho letto che qualcuno ha avuto da ridire sul fatto che la zona è brulla. Ebbene, la zona è più o meno questa.

Ad ogni modo, io sostengo che qui sia difficile fare un falso avvistamento, perché appunto non siamo nella giungla nera.
Oggi arriva la notizia di un avvistamento ufficiale. Insomma, tutti mi porta a pensare che sia vero.

axlman ha detto...

@ Itwings

Due parole sul mio ruolo qui: aiuto Paolo per la parte tecnica del blog ma non ho alcun potere come moderatore. E soprattutto non lo voglio, vista la mole di commenti che riceve questo blog e che non so proprio come Paolo riesca a seguire (per di più rispondendo) con tanta assiduità. Naturalmente, come amministratore, tecnicamente ho i mezzi per fare quello che mi pare, compreso bannare la gente, ma non li uso perché questo non è il mio compito.

E infatti se noti io qui intervengo molto raramente, anche solo in veste di semplice commentatore.

Se sono intervenuto oraè perché, come ho già spiegato, helen norwood non si è limitato a fare le sue accuse qui, dove chiunque può verificare che sono sparate infondate, ma lo ha fatto anche altrove. E per lo stesso motivo pretendo le scuse oltre alla rettifica, scuse che di solito invece non mi fanno né caldo né freddo, bastandomi e avanzandomi la rettifica.

Cosa che ad esempio ha fatto Milo: pur senza scusarsi ha rettificato, e mi va benissimo così e non pretendo scuse, dato che non è andato altrove ad infangare il nome di Paolo o di altri.
E la stessa cosa ha fatto Paolo nei tuoi confronti nei commenti all'articolo che mi hai indicato, almeno da quello che ho visto.

theDRaKKaR ha detto...

@axlman

guarda che tu sei Paolo Attivissimo

theDRaKKaR ha detto...

@axlman

mi sembra che l'utente in questione stia semplicemente cercando di carpire un momento di visibilità, anche se riflessa

vanaglorie di disperati....

axlman ha detto...

Tornando a helen norwood, noto che non solo non si vedono ritrattazioni e scuse da parte sua, ma al contrario ieri ha continuato a sostenere le sue false accuse fuori di qui, con questo commento:
@ straker: l'ho capito tardi purtroppo.

in risposta a questo di Rosarione nostro:
E' consuetudine della guardia svizzera rimuovere i commenti non allineati, così sembra che siano tutti con lui. :-D

Quindi ora sappiamo senza tema di smentita a che categoria di persone appartiene helen norwood: cacciaballe e diffamatori in malafede e pure ipocriti, che predicano bene ma razzolano da schifo.
Infatti se l'accusa infondata scritta l'altro ieri poteva essere stata fatta in buona fede e frutto solo di poca dimestichezza con Blogger (anche se condita da un po' troppa sicumera e arroganza), ieri mattina helen norwood sapeva benissimo come erano andate le cose e, se davvero buona fede ci fosse stata, avrebbe dovuto ritrattare invece di insistere.

E lo stesso si può dire di Rosario Marcianò che conosceva benissimo i problemi di Blogger, sia perché li aveva sperimentati in prima persona sia perché sapeva che erano errori comuni nella piattaforma (qui):
Comunque nella pagina del codice di errore inviato, c'erano, se ricordo bene, sette segnalazioni in tutto, più la mia. Non ho approfondito la questione, ma mi pare che su "altri" blogs non si è manifestato il medesimo problema.

Rosario Marcianò che, come avevo abbondantemente previsto (non me ne vanto, era una previsone elementare visto che si comporta sempre così), da come scrive "altri" tra virgolette non ha potuto resistere alla tentazione di insinuare che tra i blog colpiti non potessero esserci quelli dei debunker, né ha rinunciato a fare la sua solita piangina da povera vittima insinuando il complottone contro di lui e i suoi blog, qui:

AVVISO AI LETTORI:
Si continuano a registrare "problemi" con la piattaforma Blogger. I commenti dei lettori non vengono pubblicati e quelli inseriti da noi spariscono pochi minuti dopo essere stati regolarmente pubblicati.
Ci scusiamo per l'inconveniente, forse dovuto a problemi tecnici o forse...



e qui:

Avviso importante: a causa di un problema (sabotaggio?) indipendente dalla mia volontà, mi risulta impossibile pubblicare i commenti dei lettori né riesco ad inserire i contributi, ricopiandoli dalla posta elettronica. Mi scuso per l'inconveniente che spero possa essere presto risolto.


Insomma proprio vero che chi si assomiglia si piglia, ma bisogna dire che tu, helen norwood, hai scelto di pigliarti come compare un vero e proprio campione di menzogne e ipocrisia (per tacer di paranoia e megalomania): complimenti vivissimi per l'occhio finissimo che dimostri.

axlman ha detto...

Scusate gli invii multipli del commento precedente, ho cancellato i doppioni.

Elena (quella del 3D epico) ha detto...

Ho fatto una piccoola ricerca sui casi di avvistamento di grossi felidi nell'archivio storico dell'Ansa.
Nelle segnalazioni le pantere la fanno da padrone (quasi una all'anno), sono assenti i leopardi e poco presenti i ghepardi, il che fa pensare che la gente si suggestioni quando vede un grosso animale nero, che magari è un cane randagio molto snello o un gattone.
Però risulta almeno un caso in cui una pantera è stata catturata in Italia: è successo nel 1993 dalle parti di Fiuggi. Però all'epoca fu avanzato il sospetto che tutta la faccenda, dalla fuga alla cattura, fosse stata organizzata dal proprietario dell'animale, un attore in cerca di pubblicità.
Queste notizie escono soprattutto d'estate per mancanza d'altro. Durante ogni stage estivo che ho svolto in un quotidiano o in un'agenzia di stampa, in un giorno particolarmente morto, tipo domenica d'agosto, il caposervizio mi ha chiesto di telefonare alla protezione animali per fare il punto sulla situazione degli abbandoni e farmi raccontare eventuali ritrovamenti di animali strani, che puntualmente ci sono. Purtroppo, malgrado le leggi, gli imbecilli che si prendono in casa serpenti e altre bestie che non sono in grado di gestire abbondano. E finisce, puntualmente, che queste povere creature vengono abbandonate.

Antonio Lo Nardo ha detto...

Elena, l'ipotesi più accreditata qui a Palermo è proprio quella alla quale fai riferimento nelle ultime righe.
Poi, certo, tutti i warning di Paolo fanno riflettere.

enza ha detto...

Questa notizia mi ha incuriosito non poco perché tempo fa la stessa identica notizia è balzata agli onori della cronaca con le stesse modalità dalle mie parti (Benevento ed Avellino): http://tinyurl.com/2wab6gf
Questo solo per fare un esempio, ma se googlate "pantera in irpinia" trovate tante di quelle fonti...
All'epoca scrissi un post sul mio blog in cui espressi più o meno lo stesso concetto di Paolo :D

Zazzà

Anonimo ha detto...

Per enza

Questa notizia mi ha incuriosito non poco perché tempo fa la stessa identica notizia è balzata agli onori della cronaca con le stesse modalità dalle mie parti (Benevento ed Avellino): http://tinyurl.com/2wab6gf
Questo solo per fare un esempio, ma se googlate "pantera in irpinia" trovate tante di quelle fonti...


Le riserve che esprimono qui gli scettici allegri, me compreso, sono basate soprattutto sulla ricorrenza di alcuni animali e sull'assenza o scarsa rappresentanza di altri, altrettanto feroci, come ha scritto Elena del 3D epico. Come mai tantissime pantere, ma pochi giaguari, nessuna tigre della Siberia oppure rinoceronte bianco? La mia risposta, che non esclude la somiglianza con un gattone nero o con un cane, è che l'immaginario cinematografico ha proposto soprattutto pantere come animali infidi e pericolosi: vedi ad esempio questo. E le fantasie di soggetti impressionabili hanno moltissimi punti di contatto con quelle cinematografiche.

theDRaKKaR ha detto...

qualcuno ha già detto che con tutte 'ste pantere avvistate in Italia ormai 'st'animale avrebbe dovuto insediarsi in pianta stabile e proliferare, in altre parole diventare fauna locale? da magnare c'è (tutti i rifiuti alimentari degli umani per esempio), da girare c'è, partner per la riproduzione ce ne sono

ergo...

Astarotte ha detto...

Avviso importante: a causa di un problema (sabotaggio?) indipendente dalla mia volontà

AH AH AH ! Già lo vedo! E quando gli si impalla il PC, cos'è, un complotto di Bill Gates, Steve Jobs e Linus Torvalds contro di lui?

theDRaKKaR ha detto...

vorresti dice che Bill Gates non pilota i miei computer? allora sono i rettiliani, non c'è altra spiegazione

Turz ha detto...

Ricordo che la pantera è un leopardo (Panthera pardus).
Pantera è un nome comune o locale.
Pantera nera viene volgarmente chiamato il leopardo con manto nero.


Quindi non un leone o una tigre come chiedeva Mike J. Lardelly.

Oppure definiamo pantera nera = felino con manto nero e allora un gatto nero è una pantera ;-)

theDRaKKaR ha detto...

in realtà Pantera Nera è una definizione multispecifica:

http://en.wikipedia.org/wiki/Black_panther

theDRaKKaR ha detto...

e, sì, anche un gatto nero è tecnicamente una Pantera Nera, anche se tale definizione è poco usata :)

Milo ha detto...

Urca, parecchi di commenti dall'ultima volta che sono passato..scusate il ritardo, vi sto scrivendo da una stazione scientifica al confine tra lapponia finlandese e russia, ben oltre il circolo polare, dove sto lavorando da qualche giorno. Direi che avere internet e' gia' tanto.

Cominciamo dall'inizio: ovviamente Axlman le scuse pensavo fossero implicite all'ultimo post di spiegazione. Avevo un mezzo sentore del possibile problema dei commenti gia' mentre scrivevo. Non ho comunque problemi a chiarire: scusate, non intendevo offendere nessuno o insinuare che ci sia una censura in tal senso. Sono sempre stato un ospite su questo blog dove trovo sempre informazioni interessanti e persone preparate, non vedo il motivo di cambiare :)

Accademia dei Pedanti: hai ragionissima, il mio era solo un post con scarsi riferimenti. L'anno non me lo ricordo con precisione, direi tra il 2001 e il 2003 ma sono passati quasi 10 anni e tanta acqua sotto i ponti che mi riesce difficile essere piu' preciso. Il video me lo ricordo molto bene, era girato vicino ad un ex cava dei colli e mostrava (per quanto fosse a camera mossa) una pantera che si muoveva lungo il costone e si infilava nella foresta, lo vidi in VHS fai te..
Vennero contattati tra gli altri dei miei colleghi che collaboravano con il museo tridentino di scienze naturali e per questo ci venne chiesta un'opinione.
Altre indicazioni non te ne saprei dare. Non conosco la localita' esatta del video e non sono mai venuto a sapere se questa pantera l'abbiano poi trovata (presumo di no).
Era solo un aneddoto che ho riportato per esperienza diretta, ha il valore che ha.

Milo ha detto...

Io non sono un esperto di felidi, specialmente non di felidi criptozoologici. Mi occupo di tutt'altro.

Pero' ho studiato Scienze Naturali e lavoro nello stesso campo da ormai una decina d'anni. Con una passione come la mia si finisce per passare la maggior parte del tempo fuori casa e imparare qualcosa da tutti i libri che si leggono. Vorrei solo aggiungere qualche riflessione, senza nessuna pretesa di autorita'.

E' difficile che personale di forze armate come i Carabinieri riesca a trovare animali di questo tipo. Forse i forestali ma anche tra loro pochi.

Quando la popolazione e' veramente scarsa e' quasi impossibile avere una buona foto nitida in tempi brevi, occorrono persone in gamba che non solo conoscono il territorio ma che sanno muoversi e che sanno il fatto loro in termini animali. Oppure una trappola fotografica, un'esca e un po' di culo.
Questo non vuol dire che sia impossibile o irragionevole richiederlo. Andrebbe semplicemente fatto (se si possono sprecare risorse in inutili rastrellamenti non penso ci siano problemi di soldi).
Per esempio adesso sono sicuro che intorno a me ci sono un orso, 3 linci e almeno 5 ghiottoni in un raggio di 10 chilometri. Vederne anche uno solo, per caso, e' molto difficile.

La maggior parte di questi avvistamenti sono decisamente delle bufale. Fatti in buona fede (e pessime condizioni) da gente che e' molto suggestionabile e poco esperta. Basterebbe pensare a tutti i coccodrilli che vengono avvistati in Italia (praticamente tutte balle) o alla presenza di tartarughe alligatore (purtroppo verissima e conclamata). Quello che gli esperti potrebbero fare sarebbe analizzare bene le tracce, perche' se e' vero che vederli o fotografarli non e' facile e' anche vero che le tracce, a cercarle bene, si trovano.

Carcasse di animali? Teschi strani? Forse non si ha ben presente come funziona la natura..Dopo qualche mese, se va bene, di un animale della taglia di una renna rimangono solo pochi peli e qualche frammento di osso sparso. Sicuramente il teschio puo' rimanere ma quanti saprebbero riconoscerlo? Di roba della taglia di un gatto o piccione invece, si troverebbe poco o niente.
Basterebbe cercare escrementi e impronte. Quelle si si trovano.

Insomma il mio non voleva essere un intervento a supporto di tutti i casi di avvistamenti di animali esotici (e nemmeno di questo). Solo una riflessione, peraltro recepita benissimo da Paolo, a non essere categorici nell'escluderne la possibilita'.

theDRaKKaR ha detto...

@Milo

ti dico due cose: una conferma quello che dici, l'altra lo contraddice, ma sono entrambe vere

non sono impazzito: un guardiaparco del PNALM in tutta una vita di lavoro non è mai riuscito a vedere un lupo mentre bazzicava libero nei selvaggi meandri del Parco, lo ha affermato quando, per motivi di lavoro, è venuto in Piemonte nell'ambito della reintroduzione naturale di questo canide

pensa che in Piemonte i lupi, oltre che essere avvistati con relativa facilità, sono stati in tre occasioni addirittura investiti e purtroppo uccisi da automobili su strade statali...

come è possibile? dipende soprattutto dalla conformazione del territorio e dalla sua densità di popolazione umana

ergo, sono convinto che in alcune occasioni la pantera se ci fosse stata avrebbe potuto essere filmata e fotografata anche con grande nitidezza...

theDRaKKaR ha detto...

mi sa che la mia chiosa finale non è chiara, riformulo:

credo che sia strano che la pantera non sia mai stata filmata o fotografata nitidamente stante il fatto che, per mere questioni statistiche, avrebbe anche dovuto "perdersi" in zone densamente popolate

anzi aggiungo, se la pantera viene da cattività le zone non popolate o scarsissimamente popolate siano da escludere a priori, almeno all'inizio della fuga

Milo ha detto...

Confermo quello che dici.

Ma per avere una foto nitida bisogna andare apposta per fotografarla, con l'equipaggiamento adeguato, sapendolo usare e soprattutto sapendo dove andare (e magari tornarci con costanza). Purtroppo non e' cosa che si riesca a fare in una settimana..

Di lupi ne ho visti persino sulle piste da sci (in Abruzzo) e hanno una densita' ben piu' elevata di 1 esemplare in centinaia di chilometri quadrati.

Questo non toglie che una foto sia possibile e che sia possibile (e molto piu' facile) anche l'identificazione tramite tracce.

Tony Siino ha detto...

Tutti gli aggiornamenti qui. :)

Tony Siino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Tony Siino ha detto...

Tutti gli aggiornamenti qui. :)

Antonio Lo Nardo ha detto...

Oggi sul Giornale di Sicilia c'è un'ìntervista a Giuseppe Chiarelli, "responsabile delle ricerche e della cattura della pantera per conto della forestale".
Parole di buon senso, che fanno il punto sulle trappole, sulle analisi di laboratorio, e sulle incongruenze tra i numerosi "avvistamenti".

Alberto Verdugo ha detto...

Cari amici, comincia a insinuarsi il sospetto, anche tra i più entusiastici fautori dell'epopea felina, che la mitica pantera non esista affatto.
La bufala, purtroppo, si sta sgonfiando, e con essa la poesia di un predatore primitivo che si aggira tra i rifiuti di palermo. http://www.gds.it/gds/sezioni/cronache/dettaglio/articolo/gdsid/118914/

Antonio Lo Nardo ha detto...

Colpo di scena ?
I principali siti di informazione siciliana (Livesicilia, Sicilia Informazioni, Giornale di Sicilia) annunciano che la Forestale avrebbe fotografato la pantera ieri sera.
Annunciata una conferenza stampa per le 12,30.

Lore' ha detto...

Aggiornamento dall' ANSA

http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/inbreve/2010/07/15/visualizza_new.html_1852988851.html

theDRaKKaR ha detto...

attendo con molta curiosità la conferenza stampa della Forestale

Antonio Lo Nardo ha detto...

Anch'io.
Intanto Repubblica-Palermo ha già messo in rete una foto.

theDRaKKaR ha detto...

eccola:

http://palermo.repubblica.it/images/2010/07/15/120716577-1e11577f-cef2-455f-88ac-ac506097201c.jpg

foto troppo piccola per le mie capacità di giudizio

Paolo M ha detto...

Cioè, i forestali fanno una battuta per trovare la pantera, armati evidentemente di macchina fotografica, e scattano una singola foto dove si vede una macchia nera su una roccia?

Ivan B. ha detto...

http://www.geapress.org/esotici/pantera-palermo-gli-ultimi-aggiornamenti-e-tutte-le-foto/2344

Lohengrin ha detto...

Aspetto i pareri degli esperti, ma io da queste foto non capisco nemmeno se sia felide o canide O_o

Gatto del Cheshire ha detto...

Infatti! Le foto fanno talmente schifo che potrebbe benissimo essere un Pit Bull!

ValterVB ha detto...

Me è peggio che con gli UFO, giorni di appostamento e tutto quello che si ottiene è una foto sgranata di 300x200. Ma neanche una webcam è così scarsa.

Ciao
VB

Piccola Romana ha detto...

"sul posto con fotografie un po' meno sgrante."
Avvistata la A mancante di Polo ttivissimo...a breve le fotografie! :-)

theDRaKKaR ha detto...

il Corpo Forestale è un corpo di polizia civile: gli appartenenti sono in tutto e per tutto pubblici ufficiali e come tali hanno particolari doveri. Non direbbero mai di aver visto una pantera se non fossero realmente convinti: ne andrebbe del loro futuro nel corpo! Sarebbe come se un investigatore della polizia dicesse di aver visto un'impronta di un noto assassino sul luogo di un delitto: non lo direbbe se non ne fosse sicuro: sbagliando, oltre lo sberleffo dei colleghi si metterebbe in cattiva luce coi superiori e magari in guai giudiziari.

Diciamo che in questo momento gli agenti forestali stanno combattendo tra il legittimo desiderio di scoprire la pantera per primi e l'altrettanta legittima paura di non diventare gli zimbelli del corpo scambiando un cane per un grosso felino...

Detto ciò è possibile che gli agenti sbaglino e fino a che le immagini saranno solo queste non abbiamo altri elementi se non quello che i nuovi testimoni non sono persone che non hanno niente da perdere a fare certe dichiarazioni.

theDRaKKaR ha detto...

da sottolineare la bruttanotizia che una delle quattro pantere usate per il prelievo di DNA è morta dopo la somministrazione dell'anestetico da parte degli specialisti della Forestale: il proprietario ha denunciato i responsabili

qui altri particolari della triste notizia

FiglioDiAnubi ha detto...

in un intervista al telegiornale delle 20 (credo tg5) un agente ha detto che sono arrivati a 4-5m dall'animale prima che questo scappasse.

Ha precisato che si tratta di un "grande felino". Non si è voluto sbilanciare sul dire che era una pantera.

FiglioDiAnubi ha detto...

Sul sito del tg5 non riesco a vedere i video di ieri.

Non so se dipende da me o è un problema del sito.

theDRaKKaR ha detto...

Ha precisato che si tratta di un "grande felino". Non si è voluto sbilanciare sul dire che era una pantera.

Rinnovo la spiegazione visto che l'equivoco persiste: una "pantera nera" è per definizione un individuo di qualsiasi specie felina, soggetto a variazione melanica Se l'agente dice "grande felino" si riferisce a tutti i felini tranne gatti e linci.

Lohengrin ha detto...

Per la serie "felini alieni nella fantascienza": "Il verde millennio" di Fritz Leiber è piuttosto divertente (sorvolando sulla traduzione del '64 che a orecchio mi sembra approssimativa). Anche se in questo caso il micio darebbe un po' nell'occhio. :D

FiglioDiAnubi ha detto...

Da ignorante pensavo che la pantera fosse una specie a se stante, invece, da quanto mi pare di capire, quella che erroneamente è considerata pantera in realtà è un Leopardo o un Giaguaro...

Fonte: http://it.wikipedia.org/wiki/Panthera_pardus


"La pantera nera non è una specie a sé stante ma un esemplare di leopardo con la particolarità di avere il manto di colore nero (o fortemente maculato) per un eccesso di pigmentazione (melanismo): in effetti, se si fa attenzione si possono scorgere delle macchie di colore leggermente diverso dal manto. Oltre al leopardo anche il giaguaro (Panthera onca) può andare incontro a questo fenomeno di pigmentazione."

theDRaKKaR ha detto...

@figlio

aspe' aspe' non è ancora giusto :)

Panthera è un genere che contiene leoni, tigri, giagauri e leopardi

Pantera nera è invece un grande felino nero

theDRaKKaR ha detto...

PS lascia perdere it.wiki...

Anonimo ha detto...

@Per the drakkar:

"Pantera nera" è il nome "volgare" con cui vengono designati i leopardi asiatici affetti da melanismo. Non tirare in ballo cose del tipo "tutti i grandi felini neri vengono chiamate pantere" perché è un'amenità immensa.

Anonimo ha detto...

Oltretutto i casi di grandi felini affetti da melanismo, in letteratura riguardano solo leopardi e giaguari(anche questi ultimi vengono chiamati "pantere", ma questo nome è nato inizialmente per indicare i leopardi neri), quindi di altri "grandi felini neri" (puma, ghepardi, tigri, leoni, etc.) non ne esistono proprio.

theDRaKKaR ha detto...

@lince

perché non sarebbe corretto "tutti i grandi felini neri"?

theDRaKKaR ha detto...

lince non ti seguo O_O

Anonimo ha detto...

Dato che ci sono concludo citando una fonte autorevole, l'ultima edizione della "Grzimek’s
Animal Life Encyclopedia" in cui alla voce Leopard è riportato quanto segue:

OTHER COMMON NAMES
English: Panther; French: Léopard, panthére; German: Leopard,panther;
Spanish: Leopardo, pantera.

Anonimo ha detto...

per The Drakkar

Non ho dubbi del fatto che tu non segua, ma non posso farci niente.

Non sono io che ho deciso i nomi "volgari" che l'uomo ha assegnato agli animali lungo il corso della storia e che sono rimasti di uso comune, ma dal blasonato "Walker's mammamals of the world" al più umile "Il regno animale", il sunto non cambia... "le pantere nere non sono altro che leopardi il cui mantello ha assunto una colorazione scura a causa dell'abbondante presenza di melanina".

Posso anche mettermi a consultare tutti gli altri libri e manuali di zoologia che ho in casa, ma il sunto non cambierebbe.

theDRaKKaR ha detto...

@Lince

Un po' sbruffone, eh...

1)Prima mi dici che solo i leopardi asiatici affetti da melanismo possono "fregiarsi" della definizione di pantera nera.
2)Poi mi dici che in realtà altri grandi felini possono essere affetti da melanismo: leopardi e giaguari. Ma altri "grandi felini neri" non ne esistono proprio.
3)Infine mi citi che in altre lingue il leopardo è chiamato anche pantera (non pantera nera, pantera e basta).

Ti rispondo:
1) è sbagliato
2) è corretto in parte: ci sono casi non certificati di avvistamenti di altri grandi felini neri (ad es. i puma) e anche di linci; inoltre il melanismo teoricamente può affliggere tutti i felini. Per questo è corretta la definizione "grandi felini neri".
3)Il fatto che in alcune lingue il leopardo venga chiamato pantera non significa proprio nulla. Il leopardo è (genere) Panthera (specie) Pardus. Il leone Panthera Lio. E allora? Mah.

Saluti.

Anonimo ha detto...

@Drakkar

non c'è proprio trippa per gatti, ti assicuro.

I casi di melanismo documentati in natura per quanto concerne i GRANDI felini riguardano leopardi e giaguari (esistono però casi di pseudo melanismo molto (ma molto) parziale, come tigri "dalle strisce più grosse", ma non è vero melanismo).

Circa i presunti puma neri si entra nel campo della criptozoologia, ma per il momento è meglio lasciare perdere whiskeypedia da cui hai tratto questa fonte e limitarsi alla letteratura scientifica. Teoricamente possono anche esistere tigri blu, ma la realtà delle cose si limita ai fatti. Poi se per arrampicarti sugli specchi le testimonianze esclusivamente oculari di presunti puma neri diventano attendibili, il problema diventa più socioantropologico che zoologico.

Qualche anno fa fu catturato un bobcat tutto nero, ma le linci rientrano nei felini di media dimensione e non tra quelli che in lingua angolofona vengono definiti "big cats".

Ma anche se esistessero i leggendari "puma neri", il problema circa la denominazione "pantera" non si pone proprio.

Come ho già cercato si spiegarti citando la Grzimek, "Pantera" è uno dei nomi comuni del leopardo. Ora ho sottomano "Mammals of Nepal", ti cito pag 147: "The leopard or Panther is perhaps [...]". Essendo panther (o pantera in italiano) uno dei nomi comuni, è abbastanza pacifico che un esemplare nero venga indicato come "pantera nera" o "black panther".
Poco a poco questo termine ha iniziato ad essere usato da alcuni anche per i giaguari neri, ma non posso farci niente.

Nel punto quattro confondi nomi scientifici (che scrivi sbagliandone anche la grafia) e nomi comuni, o volgari.

Il leopardo è Panthera pardus (il genere si scrive in maiuscolo e la specie in minuscolo) e il leone è Panthera leo (e non lio)... quindi?

"Panthera" in latino indica una "belva feroce" e Linneo ha usato questo suffisso per designare il genere dei "grandi felini". Del perché nell'uso comune "pantera" sia rimasto per designare il leopardo, non so dare spiegazione (e tanto meno potrebbe fregarmene di meno), ma in tutti i libri e manuali di zoologia le cose stanno a questo modo e tant'è.

«Meno recenti ‹Vecchi   1 – 200 di 220   Nuovi› Più recenti»