skip to main | skip to sidebar
116 commenti

Video della bimba cinese investita e ignorata da tutti: non è un falso

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Da vari giorni circola in Rete un video scioccante (attenzione: è davvero molto impressionante), ripreso da una telecamera di sorveglianza, che mostra una bambina investita da un furgone e poi ignorata da tutti i passanti nonostante giaccia in mezzo alla strada. Addirittura a un certo punto la bimba viene investita di nuovo.

Molti, me compreso, hanno sperato che si trattasse di un falso, anche perché le circostanze sembravano incredibili nel loro cinismo, ma stavolta (diversamente da altri casi celebri) tutto sembra indicare che il video sia autentico.

Il Washington Post cita il Beijing News, che segnala l'arresto di due conducenti sospettati di aver travolto la bambina, che si chiamava Wang Yue (altre fonti la chiamano Yueye o Yueyue), aveva due anni ed è morta una settimana dopo l'investimento, avvenuto il 13 ottobre scorso a Foshan, nella provincia del Guangdong. Affaritaliani, uno dei siti italiani di notizie che aveva pubblicato il video, ha aggiornato il proprio articolo per dare la notizia della morte della bambina.

Molti si sono chiesti come sia possibile arrivare a questi livelli di inumanità. Il Guardian cerca di dare una spiegazione ricordando che in Cina c'è una diffusa paura d'intervenire in casi come questi perché è già successo che i soccorritori siano stati incolpati dell'incidente e condannati.

Altri dettagli di questa tristissima vicenda sono su China Daily.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (116)
Povera bambina.
Raccapricciante saggezza cinese ...
Certo che dopo quello che si è visto ieri in Malesia, anche questo video è un bel pugno allo stomaco. Rimango molto colpito soprattutto dall'indifferenza della gente. Veramente non ci sono parole.
Ne ho visti video raccapriccianti nella mia vita, ma questo è il peggiore di tutti.
Non sono solito cliccare su tali contenuti. Oggi non so perché ma l'ho fatto. É straziante.
Mi ha sconvolto.
Grazie Paolo per avermi avvisata che purtroppo qui non si tratta di bufala, seppure lo avevo sperato tanto ....
Trovo in questo video un vergognoso atto di inciviltà... Ancora una volta si dimostra che la cattiveria umana non ha colore della pelle nè nazionalità.
Un popolo senza radici diviene incapace di commuoversi, cioè di muoversi.
È la triste realtà che si vede in quel video.

Hanno fatto fuori il loro passato, malcelandolo dietro un'ideologia, e hanno fatto fuori Dio (e lo fanno fuori tutti i giorni) volendolo rendere "cosa di stato".

Il risultato è che hanno perso il senso del destino. E non sanno più commuoversi.
non pensavo fosse umanamente possibile che accadesse una cosa simile
Non Ho Parole! Non posso credere che un umano possa lasciare a terra una bambina investita per paura di essere accusato. Ma che Nazione è? Spero vengano tutti condannati per omissione di soccorso! Tutti quanti i passanti!!!
cacchio, quanto ho sperato che fosse un rickrolling... che schifo
Grazie per aver cercato la bufala. Peccato non averla trovata.
Ma il primo furgoncino che la investe, si ferma anche, poi riparte ... E' possibile essere così cinici ed egoisti? Un incidente può capitare, ma probabilmente se non ripartiva, passandoci sopra anche con la ruota didietro, se la soccorreva subito, la bimba poteva farcela ...
Spero che gli diano la galera a vita ...
Che spaventosa disumanità metropolitana.
Sapevo già dell'esistenza del video, speravo fortemente anch'io fosse un falso ma a quanto pare la realtà può superare la fantasia anche in certi momenti...
Mi mancava tutta la parte delle persone che passando la ignorano completamente...
Potrebbero avere tutte le ragioni del mondo, ma mi chiedo come sia possibile passare a lato di una bambina morente rimanendo impassibili senza aiutarla e poi andare a dormire con la coscienza pulita.
Incredibile, fatico ancora a crederci. Ma non bisogna andare lontano per trovare cose simili purtroppo:

http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_09/fedrigotti_sanremo_uomo_coma_351126c0-3c6b-11de-a760-00144f02aabc.shtml
Ho avuto la fortuna di non avere ancora visto il video e grazie a Paolo ora so che devo evitare di guardarlo. Sarà che sono padre da 4 mesi ma solo leggere la dinamica mi fa venire la pelle d'oca, e mi basta (e avanza) per esprimere tutta la mia pena per quella povera bambina (oltre che per i suoi genitori, e anche per quei disgraziati che hanno assistito alla scena, per aver represso gli istinti che stanno alla base dell'umanità).
Potrebbero avere tutte le ragioni del mondo, ma mi chiedo come sia possibile passare a lato di una bambina morente rimanendo impassibili senza aiutarla e poi andare a dormire con la coscienza pulita.

Magari la coscienza pulita non l'avevano. Questo non è compreso nel video.
E se fossi uno di loro, ora avrei paura di essere punito. Non credo che il governo cinese abbia gradito una pubblicità simile. Credo che farà di tutto per punire l'omissione di soccorso. Spero.

P.S. voglio ricordare a tutti quanti pirati della strada ci sono anche in Europa.
Quando vedo cose come queste vorrei veramente vivere un universo alternativo, alla Futurama o alla Star Trek... e non me ne frega un piffero di avere 50 anni. Questa umanita' fa schifo...
Non sapevo nulla di questo video ed era meglio così. Non dovevo fare click sul video. :-(
Abominevole.
Però:
alcuni miei conoscenti residenti in Messico mi hanno detto più volte "nel caso tu dovessi venire in Messico e girare in auto e avessi un incidente o dovessi assistere a un incidente, non fermarti MAI. Che tu sia colpevole o no oppure che tu sia solo testimone correresti il rischio di essere linciato dai parenti o amici della vittima e comunque di essere arrestato in ogni caso dalla polizia. Devi fare come fanno tutti qui: SCAPPARE".

PS:
il Messico non ha un regime comunista;
il Messico è un paese fin troppo legato a Dio.
Il Guardian cerca di dare una spiegazione ricordando che in Cina c'è una diffusa paura d'intervenire in casi come questi perché è già successo che i soccorritori siano stati incolpati dell'incidente e condannati.

Non è il caso di andare fino in Cina per trovare la stessa situazione Quante volte abbiamo sentito di persone che, dopo aver causato incidenti gravi o mortali, non si fermano a dare soccorso per poi costituirsi alla polizia poche ore dopo?
Lo shock per la situazione, unito al panico per la "condanna preventiva" e il timore del linciaggio, può spingere molti a fare la stessa cosa.
Ci ho sperato anche io che fosse un falso di cattivo gusto.
C'è poco da fare, la Cina è una nazione palese fin da subito, è perfettamente inutile cercare di capire il perché ed il per come, siamo noi occidentali che non riusciamo a capire che il nostro modello non è esportabile in certe nazioni, la vita in Cina non vale niente.
Ed è un puro esercizio di stile occidentale il soffermarsi su esercizi di retorica comprendenti parole come: non facciamo di tutta l'erba un fascio, non sono tutti così, ecc
Questo preciso caso va stereotipato in toto, e non mi importa di passare per quello che dice che i tedeschi mangiano crauti o gli italiani spaghetti, nel caso specifico è tutto perfettamente plausibile e provabile.
La Cina sta esportando il suo modello nel mondo occidentale, questo fa meditare non poco.
@ Stupor Mundi 83

"Tornava a casa nel condominio senza ascensore ormai abitato quasi solo da im­migrati filippini"

Si, bisogna andare lontano e precisamente nelle Filippine, il fatto che fossero qui è irrilevante, non sono stati gli italiani a non vederlo, ma gli immigrati, grande risorsa per il nostro paese, basta che non ti senti male, perché sennò ti lasciano lì a morire come fanno a casa loro.
Oltre al fatto che la vita in Cina non vale nulla da sempre, mi fa anche riflettere la giustizia che c'è li, se è vero che sono stati puniti i soccorritori, come riferito dal Guardian
Io spero che a me non capita mai una cosa del genere, spesso ho pensato ad un tragedia del genere.

Se mi capitasse, non vivrei più, la mia coscienza mi direbbe di suicidarmi.

Ho visto solo i primi secondi di questo video terrificante, e ho un blocco allo stomaco, e come se respirassi a fatica, eppure sono di stomaco molto forte.
Ma un video come questo scoppia come una bomba all'idrogena nella coscienza.
Il mio consiglio è: non vedetelo.

Credete sulla parola quel che vi raccontano perchè è veramente scioccante.
Sono contento di non aver visto il video. E non credo proprio lo vedrò. So che esiste una schifezza simile, ma sono stanco di cibarmi di immagini come queste che ti sporcano dentro. Ed una volta che le hai viste, le hai viste. Non puoi ripulirti e tornare indietro.
ALLUCINANTE
Sarebbe interessante sapere che cosa si dice in Cina di questa faccenda.
Se ha causato orrore anche li o se la notizia è passata senza troppi commenti.

Ci vorrebbe qualcuno che parli Cinese per fare una piccola ricerca...

Leggendo l'articolo del Guardian sembra la Cina sia shoccata, il video è stato visto moltissimo, gli autisti sono stati arrestati e si vocifera di una nuova legge sull'omissione di soccorso.
L'omissione di soccorso è una cosa tremenda purtroppo abbastanza frequente, avviene praticamente in tutte le nazioni, qui fa scalpore semplicemente perché l'evento è accompagnato da un video. Anche i casi di investimento multipli di una stessa persona non sono così rari.
Secondo me non è SOLO questione di ideologia o religione. Non in prima battuta almeno.
Purtroppo dipende dalla cultura e dalla mentalità che, al limite, sono alimentate e stimolate da orizzonti di valore.

Mi spiego: Che sia messicano, siciliano, cinese, eschimese, maghrebino o maori (senza offesa per nessuno) se attorno a me c'è un clima di terrore come raccontato da GRANMARFONE, ci vuole una enorme forza di volontà per rimanere ancorato ai miei valori.
es. non credo sia difficile trovare italiani che si vergognano di "pretendere" lo scontrino, solo per il rischio di ricevere una risposta scostante.
Laddove rischi un arresto immotivato, per aver fatto del bene, a lungo andare finisci col diventare disumano.

L'ideologia positiva (intesa come sistema di pensiero, non come sistema di governo), ma anche la religione (e lo dico da cattolico) perdono di efficacia se non mi posso fidare neppure del bene che mi viene da fare "spontaneamente".

Non giustifico l'orrore, ma ritengo che non basti dire comunista - non comunista... con Dio - senza Dio... Va cambiata la mentalità, la cultura, con l'aiuto di "sistemi di pensiero" positivi, (e quindi facendo pressione affinchè vengano meno regimi o distorsioni che allontanano dal bene comune).

I principi positivi del comunismo muoiono se inseriti in una dittatura.
Il Vangelo in mano alla superficialità e all'opportunismo diventa un terribile scandalo!

Imparare a capire che il bene mio non è poi così lontano dal bene tuo penso sia la strada per far incontrare molto del "pensare bene" che riguarda l'umanità tutta...

Concordo con Battiato (qualcuno mi conferma se la frase è di Mao Tse-Tung?): "l'evoluzione sociale non serve al popolo se non è preceduta da un'evoluzione di pensiero"!

uhm... Sto diventando troppo serio in questo blog?
un saluto a tutti :)
Molti commenti straparlano delle differenze di mentalità tra noi e la Cina (intendendo una nostra supposta superiorità).
Consiglio ai signori di ricordarsi dei simpatici eredi della cultura greco-romana e rinascimentale che passavano i pomeriggi tirando sassi dal cavalcavia sulle auto in corsa.
Nel merito della notizia ho parenti in Cina (che capiscono la lingua) mi hanno detto che il filmato ha provocato grande scandalo e dibattito anche tra i cinesi. Mi hanno spiegato che la cosa nasce dal fatto che, per una serie di sentenze, tra i cinesi c'è la fobia di essere accusati di aver provocato l'incidente se ci si ferma ad aiutare.
@ Fozzillo
"Ci vorrebbe qualcuno che parli Cinese per fare una piccola ricerca..."

Qui un elenco di quotidiani asiatici:
http://www.ipse.com/estero/qasia.html#cn
Alcuni cinesi sono in lingua inglese, oltre il China Daily ia` citato da Paolo.
Oggi no... Non ne ho il coraggio.
Vivo in Cina da troppo tempo ormai e vi posso confermare che uno dei grandi problemi della societa' cinese e' l'indifferenza totale. Nonostante le diverse classi sociali piu' o meno convivano (non e' raro che un lussuoso complesso sia circondato da vicoli fatiscenti), i poveri sono sostanzialmente invisibili ai ceti benestanti, letteralmente. I bambini che vivono nei vicoli vicino a casa nostra ad esempio non vanno a scuola, giocano nella e con la immondizia, lavorano a sei anni, etc. I bambini dei ricchi invece passano le giornate nelle scuole (semi) private, a lezione di violino o di danza classica. Ormai il solco scavato dal benessere improvviso e' profondo ed e' come se coesistessero due popoli: i reietti e i neo ricchi. Su Mop.com recentemente, proprio in seguito a questa vicenda, e' stata pubblicata una significativa galleria fotografica dedicata all' indifferenza. Un ultima cosa, non si tratta assolutamente di paura di intervenire. Purtroppo accade sempre cosi', nessuno interviene, mai. La pieta' e' come se fosse stata sradicata dalle loro anime. Non e' per fare facile moralismo, ma purtroppo, per quanto assurdo possa sembrare e' proprio un dato di fatto. Di storie tristissime, purtroppo ne abbiamo da raccontare tantissime.
@ Fozzillo

In Cina se ne e' parlato parecchio. I cinesi piu' intelligenti sono perfettamente consci dei limiti della loro societa'. Infatti il video e' apparso prima online nei siti cinesi, e, dopo aver scandalizzato tanti cinesi e' arrivato in Occidente. L'indifferenza e' un problema diffuso in Cina, ma a contrario di quello che diceva qualcuno, non bisogna fare di tutta un' erba un fascio. E' come se in Cina si stesse svolgendo una titanica battaglia tra due correnti di pensiero: l'una concentrata esclusivamente nella ricerca affannosa dei soldi, in tutti i modi possibili immaginabili, che lascia sul campo innumerevoli vittime, a cominciare dai poveri che non valgono nulla; l'altra, minoritaria senza dubbio, ma che ad ogni modo e' ugualmente in grado di farsi sentire, e' molto, molto critica e illuminata, perfettamente conscia delle orribili deviazioni della societa' cinese attuale.
Pare che ci sia la paura di essere ritenuti responsabili dell'incidente.

In pratica in una situazione come quella se si contattano le autorità si è sospettati di aver causato l'incidente e poi chiamato i soccorsi dicendo che di aver trovato la persona già in quello stato.

Probabilmente ciò è determinato dal fatto che c'è un difetto nello Stato di Diritto in Cina: invece di applicare il principio "in dubio pro reo" si applica quello contrario. Nota: tale principio in Italia fa spesso smadonnare per le assoluzioni che sembrano facili, ma in effetti è l'unico efficace per evitare di condannare un innocente.

Come ci comporteremmo noi in Cina? Io non sono sicuro di voler rischiare di essere accusato di un omicidio se non l'ho commesso... bisognerebbe vivere in quell'ambiente per capire come si reagirebbe. Probabilmente chiamerei i soccorsi segnalando il fatto ma me ne andrei di corsa: ma c'è il problema che in Cina risalgono a te dal telefono che usi, in quattro e quattro otto. Quindi ripensandoci non farei nemmeno questo, forse. Toh proprio come fanno i cinesi nel video...

No, direi che non riusciamo bene a capire come stanno messi, è un mondo troppo distante dal nostro.

In ogni caso è una di quelle cose che mi fa dire: meno male che vivo in Italia.
Ché anche se cose del genere capitano anche qui, difficilmente arriviamo ai livelli cinesi.
Si, bisogna andare lontano e precisamente nelle Filippine, il fatto che fossero qui è irrilevante, non sono stati gli italiani a non vederlo, ma gli immigrati, grande risorsa per il nostro paese, basta che non ti senti male, perché sennò ti lasciano lì a morire come fanno a casa loro.

Tu stesso hai citato una frase in cui si dice "quasi solo".

Ma te ne cito un'altra:

"Sono gli extracomunitari che non conoscono le regole del vivere civile, dirà magari qualcuno, ma, a parte il fatto che nello stesso condominio vi­vono anche alcuni italiani, le re­gole del vivere civile si stanno appannando un po’ per tutti. Le ragioni? Volendo essere otti­misti si può dire che la causa principale è la fretta."

Non è certo il primo caso in Italia. Aspettiamo a metterci su un piedistallo perché qui siamo in uno stato di diritto: i passanti non hanno motivo di temere accuse ingiustificate...
Non è assolutamente una questione razziale, i comportamenti non sono scritti nei geni...
[quote-"granmarfone"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c6180868729370861127"]
alcuni miei conoscenti residenti in Messico mi hanno detto più volte "nel caso tu dovessi venire in Messico e girare in auto e avessi un incidente o dovessi assistere a un incidente, non fermarti MAI. Che tu sia colpevole o no oppure che tu sia solo testimone correresti il rischio di essere linciato dai parenti o amici della vittima e comunque di essere arrestato in ogni caso dalla polizia. Devi fare come fanno tutti qui: SCAPPARE".[/quote]

Anche qui, non è molto diverso da ciò che succede in Italia. Immaginate di investire una persona che si trovava dove non doveva essere e ci sono persone che hanno visto la scena.
Indipendentemente dal fatto che foste sobri o aveste bevuto una birra, indipendentemente dal fatto di essere entro i limiti o 10km/h al di sopra...voi cosa fareste?
Rispondetevi da soli, con calma, valutando pro e contro.

Ora provate a immaginare di farvi la stessa domanda in quella situazione ed avere pochi secondi per rispondere, stravolti dal panico.

Se in Italia valesse ancora la presunzione d'innocenza e se non ci fossero giornalisti troppo zelanti, forse qualcuno avrebbe un senso di responsabilità maggiore.
avevo letto la storia su "parte cinese parte nopeo" un diario dalla Cina http://partecinesepartenopeo.wordpress.com/2011/10/21/morta-la-bambina-investita-due-volte-e-lasciata-per-terra-nellindifferenza/ eviterò di vedere il video...
[quote-"granmarfone"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c6180868729370861127"]Abominevole.
Però:
alcuni miei conoscenti residenti in Messico mi hanno detto più volte "nel caso tu dovessi venire in Messico e girare in auto e avessi un incidente o dovessi assistere a un incidente, non fermarti MAI. Che tu sia colpevole o no oppure che tu sia solo testimone correresti il rischio di essere linciato dai parenti o amici della vittima e comunque di essere arrestato in ogni caso dalla polizia. Devi fare come fanno tutti qui: SCAPPARE".

PS:
il Messico non ha un regime comunista;
il Messico è un paese fin troppo legato a Dio. [/quote]




Io in Messico ci vivo e ti informo che sono tutte cazzate. Ovviamente, se investi e ammazzi qualcuno, la polizia ti arresta, DUH.
Se passi per di là mentre succede, la sola idea che tu possa essere "linciato dai parenti o amici della vittima" è risibile, e dico risibile per non usare termini non adatti ad un blog che legge gente perbene.
Ho letto l'abstract sull'aggregatore di thunderbird, mezz'ora prima di andare in riunione.
C'ho messo venti minuti a rimettere in carreggiata il cervello e non ho avuto il coraggio di vedere il video e non lo vedrò.
Questo è il mio unico ed ultimo commento (inutile) su questo post.
Non è una esclusiva cinese. Chi si ricorda quella persona freddata a Napoli, all'uscita di un bar coi passanti che manco urlavano? Nella mia città, Cagliari, in mezzo ad una via trafficata, soprattutto di passanti intenti a fare shopping una persona è morta chiedendo aiuto, siccome non era in giacca e cravatta avranno pensato che era un tossico, quindi non degno delle attenzioni che si darebbero anche a un cane. Poi ci sono gli extracomunitari vessati e picchiati nei pulman carichi di gente, eccetera. Credo che la spiegazione del Guardian non sia molto esaustiva. Tenuto conto che questi episodi stanno diventando ordinaria amministrazione. Una "sedazione di massa"; non sto parlando di sciocchezze alla Dan Bronw, ma delle conseguenze di un sistema insostenibile non solo a livello economico, ma anche mentale.
Quando vedo cose come queste vorrei veramente vivere un universo alternativo, alla Futurama o alla Star Trek... e non me ne frega un piffero di avere 50 anni. Questa umanita' fa schifo...

A dire il vero non mi pare che in Futurama ci sia questo gran senso di responsablità verso il prossimo...
[quote-"Rado il Figo"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c2955278562321234933"]
Quando vedo cose come queste vorrei veramente vivere un universo alternativo, alla Futurama o alla Star Trek... e non me ne frega un piffero di avere 50 anni. Questa umanita' fa schifo...

A dire il vero non mi pare che in Futurama ci sia questo gran senso di responsablità verso il prossimo...
[/quote]

Caro Rado, il commento che ho fatto era sicuramente ironico. Anche se di un'ironia che lascia l'amaro in bocca. A volte si può fantasticare su mondi di cartone o di celluloide che riprendono a modello i nostri sentimenti e li esasperano, nel bene e nel male.

E comunque anche un'umanità alla Futurama, o alla Simpson se preferisci, è di gran lunga superiore a questa fogna nauseabonda.A 50 anni suonati mi guardo intorno e vedo indifferenza, ipocrisia e chi più ne ha più ne metta.

Le giustificazioni "di destra" o "di sinistra" fanno... ridere, per non usare un termine che il buon Paolo censurerebbe.

Il problema siamo noi. Noi esseri umani sempre più schiavi di noi stesi e sempre più incapaci di sentire, di simpatizzare (nel senso greco del termine) col prosimo.Vedendo questo video la mia fiducia nell'essere umano perde 100 punti.... e di motivi per non avere fiducia ne avrei già a sufficienza.
China Smack offre la traduzione in inglese delle principali e più scioccanti notizie riguardo la Cina, compresi i commenti tradotti dei cittadini cinesi. Questo è il link che parla del video in questione, se volete farvi un'idea di cosa pensino i cinesi a riguardo: http://bit.ly/oVHKPK

Ho vissuto per anni in Cina e vi posso solo dire: ricordatevi che lì non si rischia "solamente" la galera, ma molto più facilmente la pena di morte. Andreste ad auto-denunciarvi (o interverreste a rischio di essere "messi in mezzo") sapendo che al 99% paghereste con la vita?
Con questo non giustifico nessuno, né approvo il comportamento dei primi passanti.
Per mia esperienza NON è comunque un comportamento comune, anzi, ho visto più volte il comportamento opposto.
@ Stupur Mundi 83

Non mi piace far lavorare Paolo per questi inutili "flame", però quando ce vo' ce vo'.
Spacchiamo il capello in quattro dunque, il "quasi solo" e le solite odiose scemenze sulla questione razziale ecc..
E' ovvio che il palazzo non fosse abitato "solo" da Filippini o extracomunitari che dir si voglia, però quello che conta è che è successo proprio in un palazzo dove di italiani non ce ne sono (oddio, magari ci sono 5 o 6 italiani che vivono blindati in casa e si fanno gli affari loro? Si chiama eccezione che conferma la regola).
E' altresì palese e lapalissiano che in molti di quei paesi in via di sviluppo la vita non vale molto, non perché ci sia cattiveria in chi ci vive, ma semplicemente perché non ci si occupa della psicologia del cane di Paris Hilton o del Grande Fratello.
Evidentemente sono paesi in cui per cultura millenaria e per abitudini consolidate, la gente non ha la stessa sensibilità di noi occidentali, questo è ovvio se si pensa che vengono chiamati appunto "paesi in via di sviluppo".
Per cui lascia perdere il DNA e le eccezioni che confermano la regola, se vai in certi paesi a fare il fighetta occidentale non ci mettono ne due e ne quattro a farti fuori.
Un aneddoto:
Un mio ex collega si recò in Namibia per installare dei ripetitori gsm, quando arrivò in Hotel nella capitale, vide quello che gli sembrava a prima vista una burla pazzesca:
un uomo impiccato ad un palo della luce.
Sconvolto chiese alla reception dell'hotel spiegazioni,
Il responsabile gli disse con un gran sorriso e un certo sgomento che l'impiccato avevo rubato un motorino, per cui era li appeso per un valido motivo.
Inoltre il fatto che fosse appeso serviva da monito ai futuri ladri.
Notò anche che chi passava vicino al palo non prestava alcuna attenzione al cadavere.
Qui non è neppure pensabile un comportamento del genere, ma evidentemente in quei paesi è normale, ed è per questo che quando vengono qui si portano dietro quel tipo di cultura, non ci vedo nulla di scandaloso, io non giudico, a casa loro fanno quello che vogliono, qui invece no, ma evidentemente non cambi una cultura millenaria in pochi decenni.
i comportamenti non sono scritti nei geni

Vero, però sono scritti nelle dinamiche di gruppo.
Dalle quali per fortuna ci si può affrancare, dai geni no.
Ma certi sembrano non vederla proprio... tipo il primo ragazzo passa come se nulla fosse... Io avrei immediatamente cambiato strada per non vomitare, per poi chiamare i soccorsi ovviamente
@Machine Pistole

In ITALIA non si rischia la pena di morte per omissione di soccorso, eppure la cornaca è piena di investimenti con automobilista in fuga.
Per non parlare di sassi lanciati dal cavalcavia, pestaggi a diversi di vario genere, ecc.

L'Homo sapiens sapiens è un predatore e quindi ha una elevata dose di aggressività naturale, unitamente ad un istinto che porta a fuggire da ciò che è percepito come un pericolo. Cronache di eventi simili (palesi manifestazioni di indifferenza, vigliaccheria e\o violenza) ne abbiamo fin dall'antichità (già greci e romani lo riportano). Questi fenomeni hanno teso a diminuire dal 20° secolo in avanti grazie all'imporsi di costrutti morali non naturali come il concetto di diritti umani. Tanto più le società sono tese all'artficiale, tanto più queste tendenze distruttive vengono sublimate.
Restando in Europa i paesi più calmi sono anche quelli più tecnocratici, vedi scandinavia e le eccezioni (vedi oslo) sono dovute propio ad indiviui incapaci di vivere la modernità.

La Cina è in una fase di enorme cambiamento dove forze conservatrici e innovatrici si scontrano non solo metaforicamente e le nuove tecnologie sono armi. Le masse vessate (sia sotto il comunismo puro prima che sotto l'attuale capital-comunismo) hanno fame e paura, ci vorra tempo perchè si sveglino.
io chiudo... per oggi ne ho avuto abbastanza... chi è che ha detto "stay human"? ecco... il difficile è questo... che tu viva in una megalopoli o in una baita... STAY HUMAN! (e non me ne frega se suona bene in inglese oppure no)
Scusate ma come sarebbe a dire che "i comportamenti non sono scritti nei geni"?

E da quando abbiamo cassato l'ereditarietà etologica? Mica lo sapevo.

Sapevo invece che è difficile discriminare tra comportamenti genetici e comportamenti culturali...
Sia chiaro che le affermazioni di Machine Pistole non sono supportate da nessun antropologo, sociologo o etologo umano...
Spero che l'indignazione mondiale provocata da questo video spinga i cinesi a una rivoluzione morale. Oddio, non ci spero troppo. Un gran numero di esseri umani è motivato solo dal pararsi il culo o dal guadagnare soldi. Da noi c'è il reato di omissione di soccorso. Se chi si ferma ad aiutare la vittima di un incidente rischiasse grane, non so in quanti lo farebbero. Vorrei essere nata su Vulcano.
@Giovanni Pili.
Riguardo alla persona ammazzata a Napoli all'uscita del bar bisogna dire che le dinamiche sono molto diverse... I passanti non erano indifferenti, erano terrorizzati dalla camorra e non volevano avere niente a che vedere con quel delitto rischiando magari una pallottola.

Però, volevo ricordare quella donna (rumena, mi pare) che è stata stesa a terra agonizzante alla stazione Termini di Roma con un pugno da un ragazzo e c'è voluto un po' prima che venisse soccorsa.
Scusate ma come sarebbe a dire che "i comportamenti non sono scritti nei geni"?

I comportamenti della specie Homo sapiens sono certamente scritti in parte nei geni. I differenti comportamenti delle razze umane (che esistono, sia le razze che le diversità di comportamento*) no. Sono eredità culturali, di gruppo per l'appunto.

*Questo dato di fatto ovviamente non autorizza nessuno, benchè in passato (e non solo) sia stato fatto ampiamente, a dire "la mia razza/popolo/gruppo è meglio della tua"
[quote-"Adriano Esposito"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c8994429646670450814"]
Scusate ma come sarebbe a dire che "i comportamenti non sono scritti nei geni"?

E da quando abbiamo cassato l'ereditarietà etologica? Mica lo sapevo.

Sapevo invece che è difficile discriminare tra comportamenti genetici e comportamenti culturali...
[/quote]

È appunto un argomento complesso. Sicuramente c'è una componente istintiva e innata. E poi c'è la cultura. Le tendenze istintive possono essere egoiste che altruiste.
@Jotar
Però, volevo ricordare quella donna (rumena, mi pare) che è stata stesa a terra agonizzante alla stazione Termini di Roma con un pugno da un ragazzo e c'è voluto un po' prima che venisse soccorsa.
Giusto, hai fatto bene a ricordarlo. Riguardo l'episodio di Napoli, quelle sono solo scuse. Non si chiedeva niente più che telefonare una ambulanza.

Poi in generale, tornando sulla tesi del Guardian; non regge proprio. Infatti molti di quelli che sono passati avanti erano privi di un mezzo. Anche qui inoltre bastava una telefonata. Le storie cambiano di caso in caso, ma le scuse sono sempre le stesse.
Il comportamento non è scritto nei geni. In generale è inesatto anche solo affermare che qualcosa è scritto nei geni. Ogni gene rende suscettibili di qualcosa (da qui anche la differenza tra genotipo e fenotipo)anche a più di una.

Il comportamento è impensabile senza una interazione col mondo esterno e con la memoria di esperienze precedenti. Non torniamo alle vaccate lombrosiane. Perché è lì che si va a finire ragionando così.
Però, volevo ricordare quella donna (rumena, mi pare) che è stata stesa a terra agonizzante alla stazione Termini di Roma

Questa, all'Anagnina, giusto un anno fa.

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/10_ottobre_12/donna-aggredita-metro-finisce-coma-1703931880338.shtml
OT
Ma compare anche a voi sulla barra del titolo del browser "Il Disio" (anzichè "Il Disinformatico")?
@ pistol machine
Al di là dell'episodio terrificante della bambina investita, lascerei perdere le solite generalizzazioni sugli immigrati. Non è proprio il caso.


Augustin è uno degli immigrati che, per usare le tue precise parole, se ne fregano. (vedi commento #23:
"non sono stati gli italiani a non vederlo, ma gli immigrati, grande risorsa per il nostro paese, basta che non ti senti male, perché sennò ti lasciano lì a morire come fanno a casa loro.")

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2011/07/05/AOCEfRi-augustin_notizia_ivoriano.shtml

Lui, quest'estate, ha salvato due bambini dall'annegamento, sacrificando la sua vita.
Nell'articolo, volendo, trovi altri esempi di "stranieri che ti lasciano a morire come fanno a casa loro".
Sono d'accordo che l'interazione tra geni e fattori esterni, nel comportamento umano, è molto complicata. Ma, dato che in casi simili, il comportamento di altri gruppi umani è opposto, è evidente che sono in gioco dei fattori sociali e culturali, sui quali, per fortuna, è possibile intervenire.
sulla barra del titolo del browser "Il Disio" (anzichè "Il Disinformatico")?

Sì (uso Firefox).
Sarà perchè il sito volge il disìo e ai naviganti (del web) intenerisce il core
nuovo soprannome di Attivissimo, il Disio.

Uela, Disio, come butta?

Suona bene.
Ma compare anche a voi sulla barra del titolo del browser "Il Disio" (anzichè "Il Disinformatico")?

Sì, io uso Chrome...
Non guardatelo!!! Credetemi!!! Sto ancor male.
Tutti,

"Disio" è un bug, non è intenzionale :-)
Uela, Disio, come butta?

Disio di nome e Sgomberonte di cognome
@Adriano Esposito

Aspetta, questa mi viene di getto:
Nomen Omen.
sulla barra del titolo del browser "Il Disio" (anzichè "Il Disinformatico")?

Adesso esce Il Dis - Etichetta.

Un sito maleducato...
assurdo
Io i cinesi non li capisco. Passano la vita a lavorare, accumulano, producono, passano 20 ore al giorno a lavorare, aprono attivita' e ci passano la vita a mandarle avanti, e tutto per cosa? Per passare davanti a una bambina che sta morendo? Perche' la propria dittatura mascherata da governo e' talmente contorta da farti rischiare di venire accusato se presti il dovuto soccorso? Forse i cinesi pensaso solo al lavoro per non dover vedere che razza di brutta gente sono!
Scusate l'OT, ma soprattutto perché scrivo senza citare le fonti dirette.
Comunque Nonciclopedia (da me normalmente apprezzata) riporta battute di spirito sulla tragica morte di Marco Simoncelli che vanno secondo mio modesto parere oltre alla satira.
Questo è sicuramente disdicevole, ma ho letto su diverse testate online che Vasco Rossi avrebbe colto la palla al balzo per infierire su Nonciclopedia. Ora, non ho verificato le dichiarazioni del cantante e di questo mi scuso, ma non sono un giornalista e l'ora è tarda, ma in ogni caso spero tanto non sia notizia vera, sarebbe decisamente meschino sfruttare questa triste occorrenza, tanto quanto pubblicare battute di certo non-gusto.
Raccapricciante, senza dubbio.

Inutile perdersi in facili accuse a questo o quel sistema. Deve essere da monito per tutti, per capire cosa andrebbe fatto in questi casi e cosa invece non è stato fatto.
Seguono semplicemente il motto "chi si fa i fatti suoi campa cent'anni!"
Non ho ben capito, si giustifica quanto successo dando la colpa alla "razza" degli "spettatori"? Ora, mi permetterei di lasciare Lombroso e compagnia bella dove stanno.
Indubbiamente le culture determinano, parzialmente, il comportamento dell'essere umano, spero nessuno voglia dubitarne. Se anche l'esistenza di un'ereditarietà etologica fosse confermata non importerebbe più di tanto, data la socializzazione e la cultura dei popoli umani, che come è evidente, hanno imparato a controllare buona parte degli istinti tempo fa.

Quindi la colpa dei cinesi presente non è "essere cinesi". Tantomeno non avere un Dio, di qualsiasi tipo esso (non) sia. E ancor meno l'esser comunista.
La colpa è personale o della società. E lì vanno risolti i problemi che hanno portato a ciò. Sempre che problemi vengano considerati.

Non mi permetto di abbozzare un'analisi a riguardo, ma a primo acchito sembrerebbe un problema più esteso di quanto non si figuri, e non coinvolge solamente la Cina. E potrebbe essere, almeno apparentemente, legato con l'ignavia e l'alienazione tipica di questa società post-industriale.

Razionalmente e provocatoriamente, in base a cosa dovrei aiutare una persona ferita o soffrire per una persona che non conosco? In base a cosa dovrei piangere per la morte di una bambina che con ogni probabilità non avrebbe influenzato minimamente la mia vita? (questo solo a sottolineare come le cose non siano bianche e nere come vengono dipinte in diversi commenti)
@Giovanni

Lombroso era colui che dalla fisionomia voleva leggere una personalità delinquenziale. Questo non ha niente a che vedere coi comportamenti determinati dalla genetica. Negare che ci siano comportamenti di questo tipo è davvero bizzarro. Perlomeno la comunità scientifica è concordo nel ritenere che ci sia una componente genetica dei comportamenti. Addirittura ultimamente nelle neuroscienze si dibatte se esiste davvero il libero arbitrio: pare infatti che non ci sarebbe tempo sufficiente per modificare con la coscienza i processi neurobiochimici innestati per uno specifico comportamento. La questione è, ripeto, molto complessa e non sono certo le battute a farcela capire meglio.

@Machine Pistole

Non capisco perché devi parlare del mio nome, hai esaurito gli argomenti?
@Flavio

e anche l'esistenza di un'ereditarietà etologica fosse confermata non importerebbe più di tanto, data la socializzazione e la cultura dei popoli umani, che come è evidente, hanno imparato a controllare buona parte degli istinti tempo fa.

Non credo proprio che l'uomo abbia imparato a controllare gli istinti, né buona parte, né una parte consistente. Basta uscire di casa ogni giorno per rendersene conto.

Io ripeto che la tesi della paura di essere incriminati non è da scartare: ed è una paura (istinto? comportamento genetico?) molto universale quella di essere considerati colpevoli quando si è innocenti.
Comunque Nonciclopedia (da me normalmente apprezzata) riporta battute di spirito sulla tragica morte di Marco Simoncelli che vanno secondo mio modesto parere oltre alla satira.
Questo è sicuramente disdicevole...


Sì infatti è per questo che l'UNICA richiesta sensata di Vasco (che per me è ormai partito di testa...) è quella di introdurre la moderazione delle correzioni anche so onestamente non so se sia così fattibile...
Però, volevo ricordare quella donna (rumena, mi pare) che è stata stesa a terra agonizzante alla stazione Termini di Roma con un pugno da un ragazzo e c'è voluto un po' prima che venisse soccorsa.

Ma non era stato un caso montato ad arte mediaticamente? A memoria mi pare che siano passati un po' di minuti prima che qualcuno la soccorresse, ma solo perché non era passato nessuno in quel lasso di tempo.
[quote-"Machine Pistole"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c656918413942807263"]
@ Stupor Mundi 83

"Tornava a casa nel condominio senza ascensore ormai abitato quasi solo da im­migrati filippini"

Si, bisogna andare lontano e precisamente nelle Filippine, il fatto che fossero qui è irrilevante, non sono stati gli italiani a non vederlo, ma gli immigrati, grande risorsa per il nostro paese, basta che non ti senti male, perché sennò ti lasciano lì a morire come fanno a casa loro.
[/quote]

Mi spiace, ma questo commento è davvero di una superficialità (giusto per restare nel politically correct) ingiustificata. Ricordo diversi casi, in modo particolare di persone che rischiavano di annegare, in cui ad intervenire sono stati proprio degli extracomunitari, mentre i nostri fieri compatrioti stavano a guardare.

E come non parlare delle vittime degli agguati di camorra a Napoli, lasciate agonizzanti per strada, ignorate dai passanti che pure le scavalcano se intralciano i passaggio?

Se poi il problema è la pirateria della strada, il nostro bel paese ce ne regala ogni giorno di questi episodi con gente che, ubriaca e/o drogata, causa incidenti per poi darsi alla fuga. E non venitemi a dire che anche qui "sono sempre gli immigrati".
@Orwell1974
La pagina di Marco Simoncelli è, al momento, quasi in versione "celebrativa". Si può leggere "AAHHHHH... Nonciclopedia non ha ancora una pagina su di me?
Lui lo avrebbe pensato davvero!"
Un modo abbastanza strano di ricordarlo (meglio dei soliti "ci mancherei" in giro per la rete.

con una suo foto piuttosto buffa. Non so se vi siano altre battute, ma per una volta nonciclopedia dimostra tatto.
C'è un articolo su China Files a proposito delle reazioni della società cinese.
Se siete persone sensibili o avete un bambino piccolo come me NON GUARDATE questo video, limitatevi alla descrizione, basta e avanza per capire la dinamica. Io continuo a rivedere la scena.
[quote-"lufo88"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c2792702347325228671"]
Non so se vi siano altre battute, ma per una volta nonciclopedia dimostra tatto.
[/quote]

Leggi prima quella su Valentino in "Notizie Flash" e poi possiamo discutere se questa volta nonciclopedia sta dimostrando tatto.
@Paolo (Attivissimo)

Per favore, per il beneficio di altri, potresti avvisare nell'articolo che il video e' molto sconvolgente? Mi pento di aver cliccato, ma se puo' servire ad altre persone, ben venga. Caspita, se ci sono rimasto male...
Luca,

ho aggiornato l'articolo come suggerivi.
[quote-"Giovanni Pili"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c6100162291555445796"]Non torniamo alle vaccate lombrosiane. Perché è lì che si va a finire ragionando così.
[/quote]

Non credo che ammettere un certo grado di innatismo implichi necessariamente una conclusione lombrosiana. È un tema molto interessante, ma non ho tempo per commentare in proposito, consiglio di ascoltare questo discorso di Steven Pinker.

[quote]Addirittura ultimamente nelle neuroscienze si dibatte se esiste davvero il libero arbitrio[/quote]

Ahò ma quanti OT vogliamo creare? :-)

[quote-"Adriano Esposito"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c1446258455131910292"]Non credo proprio che l'uomo abbia imparato a controllare gli istinti, né buona parte, né una parte consistente.
[/quote]

Anche per questo ho un video di Steven Pinker molto illuminante da consigliare. In parole povere: io non sarei così negativo.
La donna che ha aiutato la bimba è stata ricompensata con 25000 Yuan.

http://www.chinasmack.com/2011/stories/lady-who-helped-little-girl-run-over-by-van-rewarded-25k.html
@rado

Ma non era stato un caso montato ad arte mediaticamente? A memoria mi pare che siano passati un po' di minuti prima che qualcuno la soccorresse, ma solo perché non era passato nessuno in quel lasso di tempo.

Montato ad arte non so, effettivamente non passarono molti minuti, passarono però molte persone giacché è una stazione della metropolitana molto trafficata. Il teppistello fu tra l'altro fermato da un militare in borghesse che passava di là.

@Gwilbor

Può darsi che io pecchi di negatività, tuttavia mi basta che si sia capito che il comportamenti scritti nel dna esistono eccome e non sono da sottovalutare. Per esempio i comportamenti sessuali... NSFW :D
Sono papà da un anno e mi sono dovuto fermare a metà. Rivedo quella scena davati ai miei occhi da 2 giorni.

E' da tempo che penso che il sistema dei trasporti nelle città debba essere profondamente cambiato. Non possono esserci persone a piedi e veicoli in moto a pochi metri di distanza.

Di fatto, abbiamo costruito città in cui passeggiamo fianco a fianco con dei proiettili.
non son riuscito a vederlo, e ad essere sincero non voglio. appena è stata colpita mi son dovuto fermare.... dio mio che impressione.


nell'articolo citato da simone però, per fortuna, c'è scritto che la bambina è sopravvissuta. si parla infatti di ferimento. qual'è la versione corretta?
chiedo scusa, l'articolo di cui parlavo non era aggiornato.
[quote-"lufo88"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c2792702347325228671"]
Non so se vi siano altre battute, ma per una volta nonciclopedia dimostra tatto.
[/quote]

Quella che riporti tu potrebbe anche starci, io mi riferivo a QUESTO
Sono due giorni che rivedo quella scena... allucinante... anche quella di Simoncelli mi ha colpito ma non così... eppure sono due morti in diretta... (tre se ci mettiamo anche quella di Gheddafi). Quando diremo basta a questo scempio? La colpa, lo so, è anche mia che, nonostante abbia atteso alcuni giorni non ho resistito alla curiosità (o morbosità?) ed ho cliccato sul video. Ora me ne pento... temo che quelle immagini le avrò di fronte agli occhi ancora per molto... non tanto per la loro tragicità quanto per quello che segue... Spero che questo fatto faccia scattare qualche molla di rifiuto nella società Cinese (ed anche in quella occidentale). Non si può continuare a mettere il profitto di fronte a tutto... che futuro ci attende? Ammesso che vi sia un futuro per questa razza umana?
Che schifo e che vergogna, essere anche solo simile a quella gente.
Ne ho totale ribrezzo.

E per "quella gente" intendo tutti, dal primo investitore all'ultimo passante indifferente.

Io li metterei in gabbia tutti, e non per una notte...

Una idiozia impossibile da immaginare anche per il più audace dei visionari.

Certe volte mi chiedo se non era meglio che l'Universo si facesse i fatti suoi o che la Terra si sciogliesse al Sole.
@orwell
Quello non l'avevo visto, ho cercato la voce Simoncelli e ho cercato sulla voce di Valentino (non compare né Simoncelli né Marco almeno ora e quando ho guardato).

Per quella pagina: che dire, certa gente non ha di meglio da fare!
Orwell,

il cinismo e' e sara' sempre controverso. Io comunque preferisco una satira di cui e' possibile dire che NON fa ridere o che e' di cattivo gusto, alla censura.

Mi limito a ricordare che non e' storia di oggi. I lettori piu' vecchi ricorderanno la foto di Moro ai tempi del suo rapimento da parte delle BR, con la scritta, riecheggiante uno slogan pubblicitario molto in voga "Scusate, ma abitualmente vesto Marzotto". Ricordo che erano forse i tempi piu' atroci e violenti della storia d'Italia del dopoguerra. A base di piombo, non di battutine.

Interessante l'analisi di questo tipo di umorismo da parte del critico Andrea Tramonte, disponibile a http://maurobiani.splinder.com/post/16365613/moro-30-anni-fa dove e' riportata anche la battuta.

un saluto
pgc
Tuttavia pgc è anche giusto che se qualcuno si sente offeso da una satira che lo chiama in causa, possa chiederne conto all'autore in tribunale.

Non si può chiamare censura il diritto di vedere rispettata la propria persona. Altrimenti chiunque può insultare chiunque dicendo "Eh ma stavo facendo satira".

La questione non è così semplice. Io non sono certo un amante della censura, ma non posso nascondermi che spesso la satira diventa oltraggio.
[quote-"Adriano Esposito"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/10/video-della-bimba-cinese-investita-e.html#c5870426800727397977"]
Tuttavia pgc è anche giusto che se qualcuno si sente offeso da una satira che lo chiama in causa, possa chiederne conto all'autore in tribunale.

Non si può chiamare censura il diritto di vedere rispettata la propria persona. Altrimenti chiunque può insultare chiunque dicendo "Eh ma stavo facendo satira".

La questione non è così semplice. Io non sono certo un amante della censura, ma non posso nascondermi che spesso la satira diventa oltraggio.
[/quote]

Esatto. Anche perchè, teoricamente, la satira ha senso se c'è qualcosa su cui "satirizzare". Nel caso di Simoncelli non esistono motivi: persona pulita, non mi pare abbia evaso le tasse, e pure la questione sulla sicurezza o sui ritardi dei soccorsi è stata immediatamente ridimensionata (della serie: è stata una fatalità e nessuno ha colpe).
Qualsiasi umorismo sulla sua morte non può definirsi satira; al limite è humor nero che, come tale, per molta gente è solo cattivo gusto, mentre per altri è un genere che non può avere dei limiti (proprio perchè non può dire "fin qui si può scherzare" stabilendo un criterio universale).
Ovviamente chiunque ha il diritto di sentirsi offeso e comportarsi di conseguenza.

E quelli di Nonciclopedia non possono continuare a lavarsene le mani. Ovviamente, nel caso di Simoncelli, hanno cancellato subito, nonostante su NC io abbia letto bend i peggio: perchè? Perchè Simoncelli non è un personaggio che ispira antipatia come Vasco, quindi la storia del "chiudiamo baracca perchè non ci lasciano esprimere" non avrebbe avuto la stessa reazione di solidarietà verso il c.d. diritto di satira. Pensate se fosse morto Vasco cosa avrebbero scritto...
Tutto giusto, ma allora che vogliamo fare? Regolamentare l'humor nero o il cattivo gusto per legge?
Tutto giusto, ma allora che vogliamo fare? Regolamentare l'humor nero o il cattivo gusto per legge?

No. Come detto, la possibilità di querelare esiste già ed è un magistrato a decidere se la querela è consistente. A me basta così.

Era solo per sottolineare la potenzialità di fare porcate con la scusa della censura.

Ricordo a tutti la satira di Benigni su Almirante, che ha determinato la querela contro Benigni da parte della vedova.

http://www.youtube.com/watch?v=_BTEAgCgeKg
Anche se siamo off-topic, vorrei notare che la battuta su Simoncelli, per quanto di cattivo gusto, o gratuita per alcuni, non offende la memoria del ragazzo in quanto non fa riferimento a suoi comportamenti in particolare. E' appunto una battuta, esattamente come quella su Aldo Moro pubblicata a suo tempo su Il Male che ricordavo sopra.

Diverso e' il caso, per esempio, di quello che e' stato scritto su Vasco Rossi, con la quale si ipotizzavano comunque comportamenti illeciti e diffamanti. In questo caso, al di la' dell'opportunita' o meno di sporgere denuncia, e' comprensibile che la vittima si risenta.

Standard disclaimer: come sempre, in questo tipo di discussioni, ci si puo' incartare nel solito esercizio di tetratricotomia. Condivido quindi l'affermazione di Adriano "la questione non e' cosi' semplice". Questo tipo di questioni sono difficili da dirimere con certezza, sono "grey area", in cui si puo' dimostrare tutto e il contrario di tutto attraverso qualche esercizio retorico, e alla fine sta al singolo decidere cosa e' giusto, e alla giurisprudenza decidere come garantire una certa giustizia.
>tetratricotomia

Te la rubo
......Umanità a questo punti mi arrivi !
tetratricotomia

ROTFL, rubo anche io. La metto accanto a veritaschista e animalistaminkia.

Ho un arsenale che manco Catone :D
Ciao Paolo, questa notizia è stata pubblicata già dal 16 ottobre su ogni blog e giornale (anche ufficiale) cinese. Ma dietro ci sono alcuni dettagli che aiutano a capire. Provo a riassumerli.
- Cerca "Shanghai judge" su Google e trovi tutti i riferimenti a una folle sentenza di anni fa per cui un uomo, vedendo una persona morente sul ciglio della strada e portandola in ospedale, si è poi visto condannato per omicidio colposo per l'incredibile motivazione "avendo l'imputato portato in ospedale la vittima, appare plausibile il senso di colpa, e quindi risulta dimostrata la responsabilità dell'investimento". Da allora molto pochi, se non hanno un cellulare o una videocamerina a portata di mano per documentare l'accaduto, soccorrono persone per strada. Non si telefona nemmeno all'ambulanza, per paura che traccino la chiamata.
- La bambina poi viene raccolta dopo molto tempo e portata in ospedale, da un raccogliore di immondiazia, ossia da un poverissimo che non ha nulla da perdere. Sono i benestanti a non essersi fermati. Il raccoglitore di immondizia viene premiato con 25000 yuan (circa 3000 Euro), Qualche idiota, scatenando un'ulteriore indignazione generale, sostiene sui social network che il poveraccio ha raccolto il bvambino solo per cercare fama e soldi. L'esistenza di commenti del genere rende consapevoli i cinesi dell'esistenza di giovani ricchissimi e privi di morale, che considerano i poveri spazzatura, parassiti da sterminare. Il caso viene collegato con quello accaduto qualche mese fa: uno studente ricco investe una donna, si ferma, constata che non è morta e che è una contandina, quindi decide di finirla con 23 coltellate, risale in macchina e scappa. Viene trovato e processato. Al processo prima sostiene di avre ammazzato perché non aveva intenzione di essere ricattato da una schifosa contadina che cercava solo un risarcimento, poi sostiene di averla scambiata per un pianoforte, che lui odia perché da piccolo prendeva lezioni sotto tortura psicologica, e di averla perciò "suonata" col coletllo. Per la giuria è un'invenzione per avere l'infermità mentale. Lo studente viene condannato a morte, fa ricorso e perde altri due appelli fino alla Corte Suprema nonostante si paghi i tre avvocati più costosi della Cina. L'esecuzione avviene a due giorni dalla sentenza definitiva, tra la soddisfazione generale (vengono anche organizzati dei party).
- La bambina è viva: in tutta la Cina scatta un "human meat search", come lo chiamano loro, per scovare i bastardi che non si sono fermati, e l'investitore. Le autorità individuano la sera stessa i due investitori e li arrestano.
---- (continua) ----
---- (continua dal commento precedente) ----

- La zona in cui è accaduto il fattaccio è la periferia decadente di una grossissima città molto industriale, ma rinomata. È come se qui fosse accaduto a Milano, ma in un quartiere periferico e malfamato. Il dettaglio è importante perché si è scatenato anche un altro dibattito oltre a quello sulla sentenza assurda e a quello sulla moralità: i figli degli operai che non si possono permettere l'asilo o la baby sitter. Questi bambini, e sono tantissimi, vivono sostanzialmente per strada e questo caso è solo l'ultimo di una lunghissima serie di tragici investimenti. C'è quasi un filmato al giorno che ritrae bambini maciullati dalle ruote di un mezzo a motore in Cina. Questo filmato è particolare perché nessuno si ferma, non per il fatto in sé dell'investimento. Si sta discutendo moltissimo della mancanza di stato sociale, di asili, eccetera.
- Dopo 8 giorni la bimba, YueYue, di cui tutta la Cina parla, malauguratamente muore in ospedale per le troppe ferite riportate. A questo punto l'indignazione sale al massimo e il dibattito è ancora infuocato e vastissimo, su tutte le BBS, i forum, i media cinesi in generale.

Molto istruttivo leggere il blog "China Smack", che riporta, oltre alle notizie, anche i commenti nei forum e nei social network, tradotti in inglese, dei cinesi stessi.
Qualche riferimento interessante:

- La prima notizia e i commenti: http://www.chinasmack.com/2011/videos/2-year-old-chinese-girl-ran-over-by-van-ignored-by-18-bystanders.html
- Il primo commento aurtorevole che ha fatto divampare il caso scoprendo l'identità del raccoglitore di immondizia e cartoni: http://shanghaiscrap.com/2011/10/a-brief-note-on-chen-xianmei-chinas-most-famous-trash-collector/
- Gli ulteriori sviluppi e i link ai dibattiti: http://diaspora.chinasmack.com/2011/malaysia/christine-tan-yueyue-a-tragedy-of-3-seconds-flawed-heroism.html
Senbee, ho trovato estremamente interessante il tuo reportage. Tra l'altro conferma la tesi del Guardian che avevo fatto mia: è la paura ad aver condizionato così i cinesi.

Tuttavia, vorrei sapere qual è la tua opinione al riguardo, giacché, mi pare di aver capito, hai uno speciale interesse per la Cina.
Il mio interesse per la Cina è dovuto al fatto che ci sono stato spesso e che sto con una cinese ^_^
La mia opinione è piuttosto articolata e non è facile riassumerla. Certamente posso dire subito che quello che scrive il Guardian è sacrosanto, e che comunque la Cina è un insieme eterogeneo di mille realtà diversissime tra loro. Anche in questo caso, vedi quanti temi diverse, gente diversa, morali diverse, si stratificano e si mescolano? Oltretutto per noi è molto difficile parlare di Cina senza aver mai letto almeno Confucio e Lu Xun, rischiamo come al solito di incasellarli in categorie mentali occidentali, sbagliando totalmente l'interpretazione.
La Cina è certamente afflitta da terribili problemi e nobilitata da grandissimi pregi, ma sia i pregi sia i difetti non sono quelli che normalmente le attribuiamo. Due mesetti tra le province del nord, un mese nel centro, e un altro paio di mesi sulla costa sud, non da turisti, ti fanno tornare in occidente con una sola certezza: che tutto quello che hai letto e che sai sulla Cina e sui cinesi sono balle gigantesche.
Lu Xun l'ho letto e lo consiglio a tutti i commentatori: è un novellista con i controc...apitoli :)
Altro caso simile, sempre in Cina.
Stavola, dice Repubblica, c'è un lieto fine.
http://www.repubblica.it/esteri/2011/12/14/foto/miracolo_in_cina_suv_sulla_bambina_illesa-26579119/1/
Incuriosito, ho cercato tetratricotomia, finendo qui:

http://mauropiadi.splinder.com/tag/tetratricotomia
Paura di essere condannati? Per questo ci passano sopra più volte? Almeno nell'inciviltà potevano evitare di passarle sopra più volte, mi viene da vomitare, che gente di merda