skip to main | skip to sidebar
17 commenti

MacOS, pasticci e gaffe negli aggiornamenti a High Sierra e iOS 11

Ultimo aggiornamento: 2017/10/06 16:20.

Se avete aspettato ad aggiornare il vostro macOS alla versione 10.13, denominata High Sierra, e ad aggiornare il vostro iPhone, iPad o iPod touch alla versione 11 di iOS, avete fatto bene: ci sono stati parecchi problemi, oltre a quelli segnalati la settimana scorsa, tanto che Apple ha pubblicato degli aggiornamenti agli aggiornamenti.

Per macOS è uscito il Supplemental Update, che oltre a risolvere alcuni problemi di stabilità del programma d'installazione, di Adobe InDesign e della mail di Yahoo aveva un difetto decisamente imbarazzante: le password di protezione dei dischi cifrati in formato APFS erano visualizzate sullo schermo quando si usavano le applicazioni di gestione dei dischi, come racconta Apple. I problemi con Unity, la suite di sviluppo di giochi multipiattaforma molto popolare fra gli utenti Mac e iOS, invece continuano e vale ancora la raccomandazione di non aggiornare macOS a High Sierra se usate Unity.


Per il mondo iOS, invece, sono stati distribuiti due aggiornamenti dopo il rilascio di iOS 11: il più recente, iOS 11.0.2, risolve i problemi di audio nelle telefonate fatte con l'iPhone 8, di sparizione di alcune foto (in realtà semplicemente nascoste ma non cancellate) e nella posta cifrata. Le magagne con chi usa Microsoft Exchange per la posta su iOS sono già state risolte con l'aggiornamento precedente (11.0.1).

Passati questi problemi di dentizione, per così dire, ora è probabilmente il momento giusto per aggiornare macOS e iOS se i vostri dispositivi lo consentono.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (17)
c'è un altro problema: da quando ho installato 10.13 - installazione senza problemi apparentemente - la mattina il computer si pianta non appena cerco di rientrare nel mio account. L'unica soluzione, apparentemente, è resettare il sistema. Sgradevole se si è dimenticati di salvare i propri lavori la sera prima.

"La mattina" probabilmente significa "dopo molte ore di inattività", sebbene mi capiti esclusivamente... la mattina, al primo login.
@pgc
la mattina il computer si pianta non appena cerco di rientrare nel mio account.

Sento spesso di gente che non spegne mai il pc.

Io lo faccio perché non sono dei server e non hanno sistemi operativi robusti come quelli dei server.

Ma forse sbaglio io...
io aspetto, non ho nessuna fretta; prima voglio aspettare che dei software che uso abitualmente esca una versione sicuramente funzionante con high sierra. Mi fanno ridere quelli che mi dicono: "Perché non aggiorni? E' gratis!"
Giusto un appunto: la frase "la popolare suite di sviluppo di giochi per Mac e iOS" sembra voler indicare che Unity sia un'esclusiva di questi due sistemi operativi, ma in realtà è un engine multipiattaforma che consente il deployment anche su macOS e iOS, tra gli altri.
IOS 11.0.2:
1) mi pare che i problemi della batteria non siano stati per niente risolti
2) In Mail sembra sparita la possibilità di regolare lo scarico della posta, prima c'era Push oppure Manualmente o ogni mezz'ora, ogni ora, ecc. ecc.
Davide,

ovviamente hai ragione: ho riformulato la frase, grazie.
Guastulfo,

Non sono d'accordo. I sistemi operativi moderni, soprattutto OSX, forniscono da tempo questa possibilità. Deve funzionare e ha funzionato egregiamente, almeno nel mio caso, fino all'installazione di 10.13 High Sierra.
@pgc
Non sono d'accordo.

Io, più che altro, non so cosa pensare.

Io uso al lavoro un pc vecchio di cinque o sei anni con Windows 7.

Ho provato a metterlo qualche volta in stand by ma mi è capitato che a volte (troppe volte per la verità) non si riprendesse e mi costringesse a resettare per "svegliarlo". Alla fine perdevo ancora più tempo perché poi partiva il controllo del disco.

Tenerlo acceso mi sembra uno spreco di corrente e, forse, proprio perché mi si impalla quando è in stand by, mi resta quella diffidenza ereditata da Windows 95/98 (gli albori del plug and play non per niente trasformato da molti in "plug and pray") quando, se lasciavi acceso un pc, non sapevi come lo ritrovavi.
Il mio capoturno mi conferma la bontà e fluidità di iOS 11, tranne che l'iPhone non riceveva più telefonate, cosa però risolta in fretta da Apple con iOS 11.0.2.
Il suo iPad invece, essendo uno dei primi e con processore 32 bit, non riceverà l'aggiornamento.
Il suo PC portatile? vecchio ma redivivo: gli ho installato Linux :)
Altro "problema": da questa versione non sono più supportate le applicazioni a 32 bit. Se avete programmi vecchi che non vanno a 64bit vi conviene non aggiornare.
Cosa che purtroppo non è specificata a chiare lettere.
ideomatic,

non mi sembra: high sierra sarà l'ULTIMA versione di macOS a supportare le app a 32 bits, che è diverso.
comunque il problema si porrà, e vorrei capire come prepararmi alla prossima versione.

La quantità di app installate a 32 bit è immensa (circa un centinaio ad occhio e croce). Alcune sono evidenti, come Acrobat Distiller. Altre non ho idea di cosa sia e quanto servano, e andarle a cercare una per una su internet sarebbe una perdita immensa di tempo. Spero che Apple o qualcun altro fornisca *gratuitamente* uno strumento per creare rapidamente un report delle applicazioni con informazioni sul loro uso e sul possibile aggiornamento. Altrimenti sarà un problema....
Se gli stessi problemi fossero capitati a Microsoft ci sarebbero orde di indinniati in piazza. Mac, niente... 😀
Nel dubbio, aspetto ancora un aggiornamento (in questo caso un aggiornamento dell'aggiornamento dell'aggiornamento) prima di passare ad High Sierra. Non ho fretta e fintanto che il system is running...
@Il Lupo
e gli stessi problemi fossero capitati a Microsoft ci sarebbero orde di indinniati in piazza. Mac, niente... ��

Forse perché, molti possessori di un iDispositivo, a differenza degli altri, ad ogni occasione elogiano la stabilità, la potenza e la qualità (comunque alta ma, a mio parere, fatta pagare a un prezzo troppo più alto) del prodotto. Quindi, se c'è un problema, lo nascondono per evitare brutte figure.

Lo stesso accade a chi è orgoglioso e si vanta della propria auto (o moto, asciugacapelli, lavatrice, saldatore).
Se poi di quell'auto (o moto, asciugacapelli, lavatrice, saldatore) scopre un difetto intollerabile per ogni altro automobilista, se ne starà zitto o cercherà di minimizzarlo. E, se gli si farà notare il difetto, attaccherà parlando dei difetti delle auto degli altri (nel mio caso avrebbe gioco facile: la mia auto ha quasi trent'anni :-D )
che il mac sia una merda rispetto al prezzo è evidente. Purtroppo per certi problemi, e/o dopo avere usato a lungo un mac, tornare indietro non è facile...
E oggi siamo ad iOS 11.0.3

> Risolve un problema per cui l'audio e il feedback aptico non funzionavano su alcuni iPhone 7 e iPhone 7 Plus.
>Risolve un problema per cui alcuni schermi di iPhone 6s non rispondevano all'input touch, perché erano stati riparati utilizzando parti non originali Apple.