Cerca nel blog

2008/05/06

Blu-Ray ha vinto, ma non vende

Vendite di Blu-Ray scarse, perché?


Cnet riferisce che nonostante il formato Blu-Ray abbia sconfitto il rivale HD-DVD, le vendite dei lettori scarseggiano. Per il segmento dei lettori stand-alone (escluse console), sono scese del 40% fra gennaio e febbraio, con un recupero minimo (2%) a febbraio-marzo.

Le ragioni sono molteplici, come commenta The Inquirer: lucchetti antipirateria inutili che danneggiano gli utenti legittimi mentre i pirati se la spassano indisturbati, sistemi di gestione lenti (BD-J) che hanno reso obsoleti i primi lettori (con grande gaudio degli acquirenti) e costi in salita dei lettori.

Di fronte a questi ostacoli, molti utenti hanno capito che non è il caso di farsi abbindolare da un'azienda che non ha esitato a infettare i propri utenti (il rootkit di Sony non ce lo siamo dimenticati, vero?) e conviene investire invece in lettori DVD che aumentano digitalmente la risoluzione dei DVD tradizionali, rendendoli più gradevoli anche sui televisori e videoproiettori di grande formato grazie all'upconverting o upscaling. Non occorre ricomperare i film, non serve cambiare TV per averne uno dotato di sistemi anticopia, e i DVD si possono trasferire legalmente ad altri supporti senza troppi problemi, per esempio per vederli in viaggio o immagazzinarli nel proprio jukebox domestico.

66 commenti:

Unknown ha detto...

Scusa Paolo, ma come puo' l'upscaling rendere piu' gradevoli i DVD normali su televisori HD? Forse la consapevolezza di usare un flusso di dati piu' elevato per vedere con la stessa definizione di un televisore normale (gradevolezza che deve essere parente con quella - orribile - di stretchare un filmato nativamente in 4:3 in 16:9 giusto per usare tutto il video)?

L'upscaling e' un solo un riscalamento dell'immagine. Non aggiunge definizione (puo' aggiungere invece artefatti...) all'immagine (la risoluzione e' quella e quel che e' perso e' perso) rispetto a quella visibile su un televisore non HD.

O forse intendevi dire altro?

Ciao
Jenner

Paolo Attivissimo ha detto...

Mi riferivo all'interpolazione per aumentare il numero di linee rispetto alla sorgente originale.

Se è fatta bene, chiaramente non aggiunge dettagli reali, ma rende meno vistosi i limiti di risoluzione del DVD.

Non c'è competizione con una sorgente realmente HD, ma al momento il divario di prezzi (di lettori e supporti) e gli ostacoli alla fruizione sono tali da scoraggiare la massa dei consumatori.

Io, per esempio, dovrei cambiare TV (ho un LCD non HDMI), comperare un lettore nuovo, ricomperare tutti i miei film preferiti... per avere cosa? Una risoluzione maggiore e un audio 7.1 che non potrò mai apprezzare appieno senza investire in un impianto che costa come un'automobile? Grazie, preferisco andare al cinema all'Arcadia di Melzo una volta ogni tanto :-)

Oppure guardarmi i rip dei Blu-Ray sul monitor del Mac. Là fuori, fra l'altro, c'è tanto materiale HD senza lucchetti (Nasa, Mariposa HD, eccetera).

Sheldon Pax ha detto...

Salve, sono un felice neopossessore di un videoregistratore digitale rigorosamente entry level perchè tanto deve convivere con un Trinitron, che mi tengo stretto almeno fino a quando non si capirà che televisori ci vorranno in italia, evitando tutta la sfilza di scatolotti aggiuntivi solo per vedere 3 canali in più rispetto al satellite.

Adesso ha senso pensionare le VHS definitivamente e i dischi li uso per lo più in lettura, mentre il grosso del lavoro lo fanno HD interno e chiavetta da 4 GB esterna.

Ho la presa HDMI pronta ad accettare un futuro pannello LCD, ma sta bene lì almeno per un altro paio di anni.

Dopo di che probabilmente prendo un lettore BD, magari una PS3 o quello che sarà, giusto per avere qualche funzione in più. Adesso non ha senso, se nel frattempo arrivassero i film su iTunes, però, la cosa andrebbe del tutto riconsiderata (non ho negozi raggiungibili a piedi da casa, fate voi).

Non so perchè ma credo che il deprofundis che Apple ha lanciato ai dischi ottici come dispositivo di distribuzione audiovisivo non sia stato così precipitoso (se si decidessero a firmare anche i distributori europei...); certo anche qui bisogna sganciarsi dal DRM ancora imperante ma un passetto alla volta si fa tutto. Ieri ho letto su una rivista che i due terzi del catalogo musicale di iTunes è privo di lucchetti, per i video ci sono più resistenze, ma almeno c'è un precedente su cui far leva.

blu-flame ha detto...

"Mi riferivo all'interpolazione per aumentare il numero di linee rispetto alla sorgente originale."

"che aumentano digitalmente la risoluzione"

OPS, nessuno puo' aumentare le linee di risoluzione. Si aumenta l'indirizzamento o la scansione.

Anzi, il problema e' che la riscalatura, anche ben fatta (3000 euri di processore video per esempio)peggiora notevolmente l'immagine.

Per il resto perfettamente d'accordo su rootkit, versioni, lucchetti & cimurri vari


http://allarovescia.blogspot.com/search/label/televisione

Per non dover riempire di miei sproloqui pagine non mie.
:-)

Unknown ha detto...

Si, certo, vengono aumentate le linee tramite interpolazione... cosa che dovrebbe fare automaticamente (a meno che non venga inibito manualmente dall'utente) un lettore HD. In generale l'applicazione dell'upscaling per sorgenti a bassa definizione e' trasparente all'utente (sono persuaso del fatto che nella maggioranza dei casi l'utente non sia consapevole di quel che fa il suo lettore HD).

E' stato il comparativo ("piu' gradevole") a suonarmi male. A parita' di pollici di diagonale del televisore, avendo una sorgente a bassa qualita' non hai miglioramenti passando ad un televisore HD che visualizza la medesima sorgente in upscaling. Volendo poi mantenere il comparativo c'e' da dire che la risoluzione del DVD a bassa qualita' non e' multiplo intero della risoluzione full-HD... e questo significa che, a seconda dell'algoritmo di upscaling, verranno creati artefatti: si puo' stare tranquilli che in upscaling non viene usata la band-limited interpolation (nota anche con il nomignolo di interpolazione "sinc") ... e ho seri dubbi anche in merito all'uso della bicubica.

Per il resto gia' altre volte ho chiarito che mi trovo perfettamente daccordo.

Ciao
Jenner

OrboVeggente ha detto...

beh io ho un lcd sony un po'grandino, che uso anche come monitor (50").
I DVD dal pc in effetti si vedevano piuttosto male, ma da quando ho preso un economico lettore dvd HDMI è tutta un'altra storia!
L'alta definizione è certamente bella, ma un sistema blu-ray sarà appannaggio del prossimo acquisto, quando i prezzi saranno certo più normalizzati di adesso.
A fine anno conto infatti di prendere un tv un po' più grande e un correlato sistema adeguato per i dvd.

Adriano F. ha detto...

L'unico lettore relativamente a basso costo e qualitativamente ottimo attualmente e' la PS3.

Per gli altri tocchera' attendere qualche anno, in fondo chi ha comprato un lettore blu-ray di prima generazione doveva aspettarsi i problemi di cui si parla nel post.

la stessa cosa è successa con i dvd. Vi ricordate i primi cassoni da 3 milioni?

OrboVeggente ha detto...

adrian:
Per gli altri tocchera' attendere qualche anno,

Quando il formato sarà definitivamente morto e sepolto dai mini-flash drive!!
Già entro l'anno venderemo le memorie da 128Gb,e distribuire film è molto più comodo ed economico tramite le flash drive che sull'obsoleto formato ottico!

Unknown ha detto...

"il rootkit di Sony non ce lo siamo dimenticati, vero?"

Io e molti altri no, ma ti suggerirei di metttere un link ai tuoi stessi post di qualche anno fa, per completezza.

Ciao

-Francesco

Paolo Attivissimo ha detto...

Fatto, grazie!

Unknown ha detto...

Bisognerebbe guardare le vendite dei supporti, per capire l'andazzo. Oggettivamente, il 90% dei lettori blu-ray fanno schifo: lenti nei menu, non pienamente compatibili con le specifiche e soprattutto maledettamente cari.
La PS3, di contro, è il miglior lettore Blu-ray in commercio, oltre che il più economico. E le vendite di PS3 stanno iniziando a macinare un pochetto ora come ora.

Pape

Unknown ha detto...

X Blu Flame:

No, un buono scaler non peggiora l'immagine. O, meglio, non su un TV HD, dove se non la fa uno scaler dedicato, viene fatta da quello del pannello, solitamente di qualità non eccellente (se non proprio pessima).

Certo, l'ideale sarebbe guardare il film a risoluzione nativa, ma con l'enorme diffusione di plasma ed LCD, il CRT è ormai rimasto in poche case. Personalmente, ho trovato la panacea con un HTPC, l'unica soluzione che mi da la flessibilità necessaria per godere MKV, Blu.ray, HD-DVD (lo so che è morto, ma mica mi va di buttare quelli che ho ^_^), DVD e DivX, ma mi rendo conto che non è cosa per tutti ^_^.

Pape

blu-flame ha detto...

"No, un buono scaler non peggiora l'immagine."

Ciumbia!

Anni fa mi trovai con in mano 2 rescaler (MUY costosi) rgb.
Ovviamente il produttore dicevano che MIGLIORAVA l'immagine...
Connetterli in cascata, il primo in up e il secondo in down avrebbero dovuto presentare la stessa immagine di partenza, se non perdevano nulla, no?

Secondo te quale era l'output?

Ti do un aiutino: le scritte che passavano in basso durante unomattina non si capiva se fossero testo o una sbavatura.

Certo la tecnica e' avanzata in questi anni, ma probabilmente le scritte non le leggeresti comunque.

Per quanto riguarda i me**a center ci sono 2 problemi:
1) il SO dovrebbe essere RT come sui DVD BD &c.
2) il processore dovrebbe non essere come architettura un X86 ma un DSP in grado di macinare SEMPRE a quella velocita'.


Il domino del tempo e' importante.
altrimenti si aprono diverse famiglie di distorsioni, certo purevideo&c attenuano ma non possono fare nulla dinnanzi ad un architettura e SO sbagliati.
Oppure vogliamo usare un server a 10 processori per fare quello che potremmo fare con 100euri di DSP?

Unknown ha detto...

Blu flame, leggi tutto: ho detto "non su una TV HD". Ovvio che una qualsiasi elaborazione dell'immagine in qualche maniera la degrada. Il fatto è che tanta gente una LCD o plasma con risoluzioni che non sono certo PAL o NTSC. Di conseguenza, uno scaling è per forza necessario. E uno scaler esterno, o un computer ben configurato (magari con un FFDshow ben tarato), sono meglio di quanto fanno mediamente le TV.

Per quanto riguarda i DSP... beh... le GPU moderne cosa credi che siano?

Ma il tema della discussione era un altro: perché i blu-ray non decollano, e tutti i lettori venduti sono PS3?
A mio avviso, perché attualmente la PS3 è il migliore (e più economico) lettore Blu-ray in commercio, e di conseguenza, devasta senza fatica i vari player stand alone, ancora costosi e immaturi.

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

mmmmm...ma non saranno tutte seghe mentali come le ben note degli audiofili? :D

ad esempio avere un audio 7.1 è sicuramente figo, ma ne vale la pena in una stanzetta scrausa dove i riverberi e altri impedimenti la fanno da padrone e tolgono buona parte del godimento?

ma Paolo: possibile cje nella tua opulenta Svizzera non ci siano sale paragonabili alla mitica sala energia di Melzo? :D

concordo pienamente con te comunque:preferisco staccare un biglietto per un film a Melzo, dove già solo l'intro THX mi fa tremare la ciccia della panza e vale i soldi spesi, piuttosto che spendere cifre astronomiche per sistemi domestici di discussa validità :D

poi vabbè c'è chi spende il biglietto per vedersi una commedia a Melzo, ma questo è un altro discorso :)

a chi diceva "adesso è il caso di pensionare il VHS" rispondo "da un bel pezzo,altro che adesso!"

il DVD è stato un salto qualitativamente enorme rispetto al nastro, e ne è valsa davvero la pena... infatti si è subito affermato :)

forse che il bluray non valga la spesa? forse che anche per questo non stradecolla?

e ancora: la distribuzione via internet! pirati o meno , dobbiamo fare i conti con la nostra infrastruttura nazionale: scaricarsi un DVD via bittorrent o quellochevuoitu rispettto alla banda media che i nostri provider ci offrono è ancora accettabile, ma scaricarsi una sleppa in HD da 20/30 GB? Frustrazione?

Non è meglio andare al cinema o in negozio? Sì ma così si taglia il mercato online! ;)

Unknown ha detto...

Non credo che la differenza fra BD e DVD risieda principalmente nel 7.1. Tutt'altro. è il video che fa da padrone. Ora, chi ci vede solo un marginale vantaggio qualitativo a passare dal DVD al Blu-ray, probabilmente ha un display penoso, o dei seri problemi di vista. Certo, non è un salto paragonabile a quello da VHS a DVD, siamo d'accordo, ma si tratta di un salto avanti notevole.

Poi sono pienamente d'accordo con tutte le menate del formato BD, che coi suoi maledetti profili e le sue pessime DRM crea non pochi fastidi. Non a caso, io scelsi HD-DVD inizialmente, proprio in quanto formato decisamente più aperto e comodo: schiaccio UP (o right, a seconda della major) e mi appare il mio bel menu, sovraimpresso al film, che continua a girare senza battere ciglio mentre gioco con le opzioni, attivo U-Control e via dicendo. Questo, con BD è una chimera, purtroppo.

Le scarse vendite stupiscono? Ci si stupisce che il lettore blu-ray più diffuso sia la PS3? Non ne capisco il motivo, a meno di avere poca memoria. Fate saltare la mente a qualche anno fa, e pensate a quanto ci ha messo il DVD a diffondersi, nonostante l'enorme differenza qualitativa dalle cassette. E poi, pensate un attimo a quando il DVD ha iniziato a macinare numeri importanti. Guarda caso, ha coinciso con l'enorme diffusione della PS2 (che era il lettore DVD più economico del periodo) ^___^

Pape

Unknown ha detto...

Dimenticavo. Sicuramente la Sala Energia è qualcosa di fenomenale, ma ovviamente nessuno pretende di riprodurre tali emozioni in casa, non senza spendere cifre folli. Del resto, solo una casa tanto grande da ospitare quello schermo costerebbe, ai prezzi di Milano, non meno di una milionata di euro ;-).

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

non c'è lo stesso salto qualitativo che c'è stato da vhs a dvd

è anche evidente perchè quello è stato un salto tecnologico mentre il bluray è più un affinamento.

intendo dire che far girare un dvd su un monitor scrauso dava una differenza evidente rispetto al vhs

per godere della qualità bluray devi riprogettare tutto il sistema, e non è poco

non è paragonabile al passaggio da vhs a dvd, e questo è uno dei motivi per cui non superdecolla, ma decollerà, non lo metto in dubbio :)

ci sono degli ostacoli, soprattutto rispetto alla distribuzione online, data la scarsa adeguatezza delle nostre infrastrutture di connettività :)

ma non è solo quello: la qualità dvd è un ottimo compromesso per le masse, che sono poi quelle che regolano il mercato :)

sta esplosione dell'hd io non la vedo e non la prospetto nemmeno a medio termine :P

Paolo Attivissimo ha detto...

possibile cje nella tua opulenta Svizzera non ci siano sale paragonabili alla mitica sala energia di Melzo?

Ahimé, che io sappia, in Ticino non c'è nulla di paragonabile.

Unknown ha detto...

Usa-free, l'esplosione dei lettori assolutamente non c'è. La cosa è ridicola, se consideri che da tempo i CRT non se li fila più nessuno, e le case sono piene di HD-Ready o FUll-HD, sui quali mediamente si vede male qualsiasi cosa non sia in HD.

Quando ci sarà l'esplosione dell'HD? Quando MS, Sony e Apple li distribuiranno massicciamente, a prezzi dignitosi, su PS Network, Live e iTunes, a mio avviso ^_^.

Pape

Unknown ha detto...

La necessità di acquistare un nuovo televisore è senz'altro l'ostacolo maggiore: i vantaggi del DVD sono evidenti anche con un TV-Color a valvole (non devi riavvolgere il nastro) ma per il blue-ray ci vuole un signor display! Probabilmente la PS3 vende perché il vantaggio rispetto alla PS2 è evidente indipendentemente dal display.

Una cosa sul prezzo dei supporti ... se ho già comprato il DVD (ovvero la licenza di vedere il film in DVD) perché devo pagare il prezzo pieno per il Blue-Ray (ovvero la licenza di vedere il film con qualità maggiore)? Se i signori che distribuiscono i film offrissero una 'licenza upgrade' a fronte delle restituzione del dvd forse le vendite aumenterebbero sensibilmente.

Unknown ha detto...

no, Massimo, la PS3 collegata a un TV a bassa definizione non se la fila nessuno. Come la 360. Sono tutte macchine che necessitano di display HD, che sono ormai diffusissimi: si vendono solo quelli, da qualche anno a questa parte.

Per l'upgrade, sarebbe certo una soluzione interessante, ma di difficile applicazione: tu non compri dei contenuti, ma delle licenze di utilizzo. Quindi non possiedi un DVD che puoi upgradare: hai la licenza di usare quel DVD, e se vuoi usare il BD, devi necessariamente pagare un'altra licenza. Personalmente, spero cvhe il download o lo streaming dei video HD prendano presto piede.

Pape

A̘͔̳ͩͭ́͑̽ͪ̉ǹ̖̪̩̯̲̋̽̾ͅo͔̯̙͆ͅń͕͎̫͙̆͂̈͗̽i̪̦̣̞̮̥̹ͦ͐ͪ̚m͚̙̤̝̞̥̌̌̃͌õ̜̜̤̣͊u͊͐ͬ̏͛̀s͍ͬ͛ͤ͒ ha detto...

@paolo

ma a Lucerna avete un imax
http://www.verkehrshaus.ch/home/home_imax.htm

meglio che niente ;)

Paolo Attivissimo ha detto...

Imax? Bellissimo, ci andavo spesso quando vivevo in GB, ma a parte che non proiettano i film normali, farmi 170 km di Lugano-Luzern per beccarmi 22.000 watt di audio in tedesco... ehm... non so se mi spiego.

Dan ha detto...

"mmmmm...ma non saranno tutte seghe mentali come le ben note degli audiofili? :D"
Risposta esatta!
Nel senso che l'HD mmi sembra che sia solo un pretendere troppo da mezzi altrimenti pienamente soddisfacenti. Come già detto già da nonricordochi, la qualità DVD è buona, il fattore "wow" del HD è un "di più" che a non tutti importa avere, e che ancora pretende troppo investimento per essere appetibile.
Io in casa ho un televisore CRT ~30 pollici molto vecchio, un lettore DVD (con un 5.1 che uso poco) e che dire... mi basta! Il passaggio da VHS A DVD è un po' come passare da coassiale a SCART, la differenza c'è e si vede, ma a quel punto sono soddisfatto, non mi importa di andare oltre (specialmente se la spesa per le macchine necessarie sfiora i quattro zeri...)

davidthegray ha detto...

Sono da sempre interessato all'HD per cui credo di saperne qualcosa.
Non ho ceduto negli anni degli HD ready (salvo un piccolo pannello per la cucina), ho aspettato, e l'anno scorso mi sono preso un Sony 46x3500, top di gamma da 3000+ euro,full HD con tre ingressi HDMI.
All'inizio ho collegato un lettore Samsung con upscaling, roba da 50 euro. Meraviglia! Altro che l'upscaling fa perdere qualità ed altro stupidaggini. E' chiaro che l'upscaling non aggiunge definizione, è chiaro che una sorgente full-HD è tutt'altra cosa, ma i DVD così non si sono mai visti prima.
Avere l'upscaler nel lettore anziché nel TV (anche se è un top di gamma come il mio) fa una grossa differenza: il trasporto del segnale. Avere un segnale che viaggia in digitale (o proprio al limite con le singoli componenti - non il composito!!) tra il lettore ed il tv è tutta un'altra cosa.

Ora mi sono preso la PS3 come lettore blu-ray (non credevo e non volevo, ma purtroppo mi sono accorto che anche i videogames sono dannatamente una figata!). Anche quella fa un ottimo upscaling dei DVD (meglio del Samsung che arrivava solo al 1080i, non progressivo), ma con i blu-ray è veramente spettacolare (anche se per un buon occhio risoluzioni ancora superiori sarebbero auspicabili su un pannello di quelle dimensioni).

Veniamo al punto: i blu-ray non vendono. Perché? Primo, un sistemino come quello che mi sono fatto costa un occhio e non è proprio alla portata di tutte le tasche. A molti dell'HD non frega molto, soprattutto perché non sanno nemmeno cosa permette (e un po' di interventi qui sopra danno l'idea). L'impressione che hanno è quella dei molti pannelli HD-ready da quattro soldi esposti al MediaWorld, dove si vede Canale 5 upscalato male da un segnale pessimo di partenza, con artefatti pazzeschi. A quel punto molto meglio un bel vecchio Trinitron.

Ma - almeno per quel che mi riguarda - il problema grosso sono i prezzi dei dischi. Tutti quelli che ho li ho comprati su Amazon USA (per fortuna il sistema di protezione regionale - sebbene teoricamente prevsito nello standard blu-ray, non è attivo). In Europa sono inavvicinabili. Sto puntando su Ratatouille (dove vorrei l'audio italiano per i bambini) ma non ho nessuna intenzione di spendere 27 euro per un film. Quando inizieranno a vendere i dischi blu-ray a 15 euro, credo che assisteremo ad una svolta.

Infine c'è il problemino che il disco blu-ray lo uso su quell'impianto e basta. Non sul pc, non sulla tv della cucina, non sulla macchina. Non lo posso prestare quasi a nessuno. Gli HD-DVD ibridi (una faccia SD e l'altra HD) erano una bella invenzione, almeno in questa fase transitoria che ci auguriamo duri poco ma temo andrà avanti per vari anni.

cate ha detto...

ahemm, vedo ancora una volta rootkit della Sony. non e' della Sony, produttrice di lettori di CD e DVD e che si guarda bene dal fare simili cose. Il rootkit e' di una join venture al 50% Sony e 50% della BMG. Perche' non si nomina mai ques'ultima? Da quello che ne so, la Sony se ne e' distaziata, la BMG un po' meno.

Paolo: piu' di precisione, non siamo la M$ con le varie FUD volutamente imprecise.

blu-flame ha detto...

" 50 euro. Meraviglia! Altro che l'upscaling fa perdere qualità ed altro stupidaggini. E' chiaro che l'upscaling non aggiunge definizione, è chiaro che una sorgente full-HD è tutt'altra cosa, ma i DVD così non si sono mai visti prima."

Beh, bisogna sempre vedere con cosa lo vai a confrontare!
Se hai un tvc economico, il prezzo dell'affare (2.6Keuri, non e' un top di gamma per essere un 46 ma e' quasi primo prezzo. I top costano 10volte tanto...) e' praticamente quello del pannello, se colleghi un dvd in PAL in cvbs avrai:
rigenerazione MPEG da parte del DVD (quanto costa?)
conversione DA da parte (spesso) di un DVD da pochi soldi
Miscelazione C/L
magari una scart da 3 euro dal gigante.....
demix
conversione AD da parte (spesso) di un TV da pochi soldi Rescaling da parte del DSP del TV

Ora se pensi che ogni passo e' peggiorativo anche il virtu' che spesso le perdite non si sommano ma si moltiplicano poiche' si parte da un segnale gia' alterato, usare il connettore DVI (o la versione luchettata hdmi) diviene un percorso cosi'
rigenerazione MPEG da parte del DVD
Rescaling da parte del DSP del TV

Mmmm, Cavolo!

2 passaggi anziche' 6!

Oppure lo confrontavi con un mivar oramai maggiorenne?


Noticella: molti LCD e plasma non sono in grado di vedere correttamente i BD, non riesono a sincronizzare correttamente i 48Hz.... nonostante sul catalogo sia scritto ben altro: dopotutto samsung e sony italia sono capaci di dire che 1080*1920 sia uguale a 6.000.000. La matematica e' un'opinione!

Unknown ha detto...

Blu Flame... ma tutto questo discorso... a cosa porta? Dove vuoi arrivare?

Ormai vendono solo tv LCD o plasma. La maggior parte della gente, non ha lo spazio per un CRT (troppo profondi e pesanti per i minuscoli mono o bilocali attuali), né vuole TV tanto piccoli. Ovvio che bisogna scendere a compromessi, o pretendi che tutti si dotino di un Sim2 o un Barco da 30.000 euro e un processore video da 10.000?

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

senza trascurare la questione energetica/elettrica.

Anche se io sono ancora un conservatore che preferisce il CRT all' LCD come qualità d'immagine, va detto che l'LCD è un vero toccasana sia come consumi che come ingombro che come abbattimento dei problemi di spunto!

sull'imapatto energetico/ambientale in fase di produzione non mi pronuncio perchè non so.

avendo allestito un buon numero di aule informatiche vi posso dire che lo spunto in accensione di un CRT è devastante, dare corrente anche solo a pochi CRT produce uno spunto tale da far scattare la corrente fino in Svizzera, tanto che per alimentare in sicurezza anche un'aula di più di 10 pc presuppone di portare una linea trifase (un 380 V) e dividere il carico sulle tre fasi!

adottando monitor lcd si annullano problematiche e costi, riducendo sensibilmente il consumo energetico: e considerato il costo esorbitante della corrente in Italia e i prezzi attuali degli LCD l'ammortamento per la spesa dei monitor si riduce sensibilmente (anche se bisogna aggiungere il costo non indifferente di smaltimento dei CRT -_-).

poi vabbeh il Barco è il Barco... :P

Unknown ha detto...

Ma visto che tutti parlano di Arcadia... chi è presente il 23 maggio in sala energia per Indiana Jones, a divertirsi lontani da cospirazioni e tecnicismi?

Pape

A̘͔̳ͩͭ́͑̽ͪ̉ǹ̖̪̩̯̲̋̽̾ͅo͔̯̙͆ͅń͕͎̫͙̆͂̈͗̽i̪̦̣̞̮̥̹ͦ͐ͪ̚m͚̙̤̝̞̥̌̌̃͌õ̜̜̤̣͊u͊͐ͬ̏͛̀s͍ͬ͛ͤ͒ ha detto...

@pape

201€ CRT simil mivar prodotto in turchia da 28" e sono soddisfattissimo :)

comunque il blog di blu-flame merita.

anche se io sono sempre scettico sull HD per quello che riguarda reateo di compressione e bitrate.

con 1.5Gbit/sec di flusso non compresso i compromessi da affrontare sono molti.

Unknown ha detto...

Anonimo: il problema del CRT non è certo il costo, che è irrisorio. è trovare lo spazio per metterlo. E non penso di essere l'unico che vive stipato in poche decine di metri quadri pagati a carissim prezzo.

Detto questo, non critico certo le argomentazioni Blu-flame, che espone critiche tecniche estremamente correte. mi limito a dire che la gente deve ricercare il compromesso. Per dire, nel mio caso (e sonoin tanti nella stessa situazione), ho bisogno di uno schermo HD sia per problemi di spazio, sia per poterci collegare la 360, che su un CRT fa schifo. Non vedrò i DVD né i blu-ray al meglio, ma ho un eccellente compromesso fra le due cose. Vedo dignotosamente i DVD upscalati con l'HTPC e decisamente bene i film in HD. E in più, guadagno spazio in salotto, quel tanto che basta per incastrare il Wii Fit fra il divano e la TV, olte che per mettere un piccolo tavolino dove appoggiare la boccia di vino e il posacenere quando mi guardo un film :-P

Pape

Unknown ha detto...

PS: per quanto riguarda il bitrate, i film in HD che possiedo sono mediamente attono ai 25/30 MB/S, con rare punte di 40. Per gestirli in real time, basta una scheda video da 40 euro (o una PS3 da 400, se proprio non si vuole usare un PC), e la qualità e decisamente migliore del DVD, anche agli occhi dell'inesperto.

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Ma visto che tutti parlano di Arcadia... chi è presente il 23 maggio in sala energia per Indiana Jones, a divertirsi lontani da cospirazioni e tecnicismi?"

Organizziamo? ^_*

Spero solo che mantengano il theme musicale della trilogia, che mi piace un sacco! :)

parapappaaaaaaaaa pararaaaaaaaaaa :P


e poi : lo sapevo che lo provavi il wii fit ! :D ma lo usi più tu o... qualcun altro? ^_*

a presto, magari per indiana! :D

roberto ha detto...

"abbindolare da un'azienza "

Paolo Attivissimo ha detto...

Sistemato, grazie!

blu-flame ha detto...

"l'LCD è un vero toccasana sia come consumi"

Mmm, dipende.

Il 26" sharp LCD e' dichiarato 115W

L'imperial 25" CRT (ormai esiste solo quella roba qui) consuma 80W

Ricordiamo che il 90% della luce viene "buttata" dai pannelli

Sono cattivo?

Unknown ha detto...

Ciao USA-Free Beh, lo si usa anche la dolce metà, soprattutto considerando che io ora sono in totale dipendenza da GTA4. Nico Bellic rulla più Tommy Vercetti e CJ messii assieme :-P

Per Indiana, io non manco, del resto l'Arcadia è a pochi minuti da casa mia ^_^

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

eh ero tentato di prendermela la console per GTA4, ma alla fine ho stoicamente resistito: aspetto la versione pc :D

davidthegray ha detto...

Blu-flame, scusa ma nel catalogo Sony (non Mivar) non trovo modelli superiori al 46X3500 (ovviamente di pari dimensioni) in prestazioni e prezzo.
Con cosa confrontavo l'upscaling? Con un DVD Player Pioneer non di primo prezzo, collegato via SCART RGB prima al "vecchio" Sony Trinitron pagato 3 milioni nel 2000, ed ora allo stesso 46X3500 (sempre via SCART RGB, inguardabile!).

L'upsampling della PS3 in 1080p non subisce nessun rescaling sul TV (è la sua risoluzione nativa).

A quali 48 Hz ti riferisci? Stai parlando del 24p? Ormai la nuova generazione è tutta compatibile, esclusi i pannelli economici. Se poi mi dici che sui cataloghi MediaWorld o UniEuro fanno pressioni per venderti ciofeche da più di 1000 euro che non sono nemmeno full-HD, ti do ragione.

Comunque, alla fine contano gli occhi. Mi sono appena visto Blade Runner in blu-ray (edizione 5 dischi, di cui 3 blu ray, pagata 20 euro negli USA). Un Blade Runner visto così è cosa che you people wouldn't believe....

USA-free (scusa ma il tuo nick mi fa un po' paura!). Il mio LCD purtroppo mangia 275W: quanto a consumo, credo che il vecchio CRT fosse molto meglio, spunto iniziale a parte...

pape, non parlarmi di GTA4. Veramente una gran figata!

Unknown ha detto...

Davidthegray, davvero l'hai trovato a quella cifra? A breve devo partire per gli states... se è veramente così, faccio un salto da Ameba e mi faccio scorta di BD ^___^

Per GTA 4, diamine se è bello ^___^

Pape

davidthegray ha detto...

pape, non per fare pubblicità, ma la trovi qui. Non so se nei negozi costa così (come minimo ci devi aggiungere il 3% circa di tasse, che con Amazon si evitano bellamente).

Unknown ha detto...

Ma... di solito da Ameba ho sempre trovato offertone anche migliori di Amazon... esci col carrello pieno di spesa musicale e filmica, e ti stupisci per quanto poco paghi. Ma grazie per il suggerimento: se non trovo una valida offerta, sfrutterò Amazon ^_^

Pape

blu-flame ha detto...

Pur essendo andati OT, l'argomento principe era comunque ciccioso e ha una LUNGA ed articolata risposta, a mio giudizio, accenata in maniera interessante ma non esaustiva da Paolo e gli altri, dicevo che sono finite sul piatto molte altre cose slurpose e che interagiscono molto con l'agomento del post.

Per esempio se ci si accontenta di vedere i film da "chiavetta esterna" magari compressi a 700MB: pensate che interessi la parola HDTV? Anzi il DVD e' fin trooopo avanti.

"spunto in accensione di un CRT è devastante, dare corrente anche solo a pochi CRT produce uno spunto tale da far scattare la corrente"
Da che mondo e mondo i tv e monitors accendono l'EAT in maniera soft, addirittura lo si faceva anche sull'alimentazione principale ai tempi delle valvole.
Il fatto che la gente acquisti prodotti pessimi "tanto funziona uguale" porta ad avere il risparmio di 500lire sul'alimentazione del monitor e problemi connessi. Monitor marcati ecstreme, multicolor o come la catena di negozi pincopallino non sono certo favolosi.
Altrimenti come facevo a dare tensione alla linea da 80/90 tv, compresi gli enormi 37 4/3, centrale nucleare? Solo i barbari orientali davano problemi...

"Ormai la nuova generazione è tutta compatibile con 24p"
Hem, harg, a catalogo SI, in funzione..... aherg... un'altra storia.
:-P
Alcuni entrano a 24, frullano fino a 96, stirato a 100 e presentato su di un lcd che al massimo va a 50 (6ms reclamizzati di salita sono SOLITAMENTE 18 di ciclo=55Hz con T=20C) A questo servono i 100Hz su di un LCD, a frullare i BD.
Un pannello che va alla velocita' corretta e' un'altra cosa.
La prima volta che mi resi conto della cosa, non capivo del perche', mi sembrava troppo pazzesca la possibilita'.
http://allarovescia.blogspot.com/2007/05/hdtvsi-ma-quando.html
Ovviamente il problema non e' solo quello.

Certo che se nel primi 90 hai visto la HDTV funzionare con un VPR da 150" (seleco sistema muse o HDmac) ed era in progetto di fornirla a breve a TUTTI, vedere dopo 20 anni scargnappole vendute come HDTV che van peggio del PAL quando usato su apparecchi "tosti" e' un po' triste.
Non trovate?


PS
nel catalogo Sony ITALIA (non ikegami, loewe, barco, panasonic pro) trov,i sulle 6 versioni consumer del 46 Sony, solo una versione...
Certo che aziende che facevano GRANDI televisori (esTFK) sono state ripudiate dal pubblico. La serieta' non paga.

Unknown ha detto...

Non è che sono state ripudiate. è che la gente non ha i soldi per acquistarli. Ho letto un ridicolo articolo su AF-Digitale che si chiedeva come mai la gente non ha premiato gli ottimi pannelli Kuro. Forse, non capiscono che 5000 euro per una TV non sono certo alla portata dell'italiano medio, che tira la cinghia già a metà mese e che ricorre alla finanziaria anche per una misera spesa da 500 euro.

Pape

davidthegray ha detto...

Sì, siamo andati un po' off-topic.

Il succo on-topic è che secondo me non c'entrano molto i problemi legati al DRM. Tanto quello prima o poi si aggira (c'è chi sostiene di aver già crackato la protezione blu-ray...).
Il problema è il prezzo assurdo dei dischi. Se negli States riescono a venderti un cofanetto con 3 blu ray e 2 dvd a 27 dollari, non capisco perché qui da noi un singolo blu ray debbano vendertelo a 28 euro. Ok che Blade Runner ha qualche anno, ok che Ratatouille è recentissimo, ok che il prezzo non lo fa il supporto, ma c'è un limite a tutto. Senza contare che la gran parte dei titoli disponibili in blu-ray sono o film che non attirano neanche un po', oppure film che difficilmente non si sono già acquistati in dvd (tipo i Kubrick). E prima di rimpiazzare i dvd che già si son pagati profumatamente...

Unknown ha detto...

David, lascia stare gli USA. I prezzi in europa sono, e saranno sempre, molto più elevati. Sia perché si fa una conversione 1:1 (30 dollari USA equivalgono a 30 euro), sia perché in ogni caso la vecchia Europa è tartassata da una VAT che si aggira, mediamente, sul 20%, contro i pochissimi punti percentuali dei vari stati americani (ah... ricordate che i prezzi in $ sono SEMPRE privi di VAT, al contraroi di quelli in euro che già le includono).

Cmq hai ragione: il costo ha sicuramente il suo grosso peso nella lenta diffusione delle nuove tecnologie. Le DRM sono un problema che tocca i geek: l'utente medio non sa cosa sono, e raramente si accorge che esistono.

E sì, il BD è craccato da tempo. E AnyDVD HD è la panacea per gli appassionati di film, quindi direi che proprio di menate il DRM non ne porta, non più di tante per lo meno ^_^

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

"ah... ricordate che i prezzi in $ sono SEMPRE privi di VAT, al contraroi di quelli in euro che già le includono"

scusa, quindi come si fa a capire il prezzo finale?

Unknown ha detto...

Dipende dallo stato. Mediamente, in USA, la VAT oscilla fra il 6 e il 10%.

Pape

davidthegray ha detto...

Se prendi su Amazon, paghi la VAT solo se stai in uno degli stati da cui spediscono. Cosa che a me non succede. Quindi è tutto tax free (anche se il 3-6% sarebbe comunque tollerabile), e con la loro supersaver crap, se hai pazienza, non spendi nemmeno nulla di trasporto! Peccato che con i DVD c'era il problema dei codici regionali. Ora col blu-ray da questo punto di vista la situazione è incerta. La PS3 legge tutto, ma chissà che un giorno abilitino il controllo del codice regionale.

Se lo facessero, davvero dovremmo ricorrere ad AnyDVD HD! (Blade Runner è comunque region free: anche i 2 dvd del cofanetto funzionano benissimo su tutti i lettori italiani che ho provato).

davidthegray ha detto...

(Con "legge tutto" intendevo i blu-ray, non i DVD!)

Unknown ha detto...

Tra l'altro, la questione dei codici regionali è veramente anacronistica e fastidiosa. E per una volta, la colpa non è di Sony: la PS3, per i giochi, è intelligentemente region-free. Purtroppo, le major insistono ancora per avere blocchi regionali sui film. E se l'HD-DVD è andato in vacca, dobbiamo ringraziare proprio le major che non apprezzavano i lucchetti troppo mordibi, a loro dire.
Mi sembra un po' come betamax e VHS: vince il peggiore. Perché per la mia esperienza, lo standard HD-DVD era decisamente migliore (non come qualità audio video, ma dal punto di visto dell'utilizzo)

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Perché per la mia esperienza, lo standard HD-DVD era decisamente migliore (non come qualità audio video, ma dal punto di visto dell'utilizzo)"

Cioè? Finiscilo un discorso ogni tanto lol! :D

Unknown ha detto...

Meno menoso in termini di DRM. Per dire, non era necessario una TV con HDMI: potevi godere il film anche in component o VGA senza dover usare AnyDVD. E tutti i film usciti in HD-DVD erano region free. I menu erano meglio realizzati su HDDVD: iniziavi il film, li aprivi e scorrevi i menu senza alcun rallentamento, mentre il film andava. Con il Blu-ray, il dynamic crypto crea non pochi problemi, e molti lettori i film scattano a bestia quando scorri i menu (spesso di una lentezza disarmante).

Già da subito le specifiche erano fisse, mentre con il Blu-ray hanno continuato ad aggiornare la gestione HDMI anche a macchine uscite, con il risultato che i primi lettori BD non supportano un sacco di tecnologie. Alcuni sono aggiornabili, altri no, e gli early adopter si sono trovati con lettori privi della connessione alla rete, che di conseguenza non possono sfruttare tutte le funzioni del formato.

Pape

Stepan Mussorgsky ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Stepan Mussorgsky ha detto...

non sono ferrato sull'argomento, ma vuoi dire che è stato scelto bluray perchè si sono fatti abbindolare da una supposta maggior protezione?

il layer bd+ mi pare che si chiami...

i primi cracker hanno trovato le chiavi nella memoria dei pc a causa di difetti di progettazione dei player...

che tristezza, sembra proprio come dici tu : la storia si ripete e un'altra volta ha vinto il peggiore :(

Unknown ha detto...

Le major hanno spinto per il BD, in quanto convinte offrisse una maggior protezione. Non tutte le major, ovviamente: alcune (poche, a dire il vero) parteggiavano per HD-DVD, altre tenevano il piede in due scarpe.

Poi, quel fatidico giorno del CES di quest'anno, Warner prese la sua decisione, e da quell'istante tutti seppero che BD aveva vinto, anche se solo qualche settimana dopo Toshiba annunciò ufficialmente che il formato non avrebbe avuto futuro.

E, maledizione, ancora aspetto che gli HD-DVD sugli scaffali vengano venduti un tanto al chilo...

Pape

crusaderky ha detto...

>> A parita' di pollici di diagonale del televisore, avendo una sorgente a bassa qualita' non hai miglioramenti passando ad un televisore HD che visualizza la medesima sorgente in upscaling.

Falso, su una TV LCD una sorgente di bassa qualità si vede PEGGIO che su un CRT, in quanto il CRT a causa del suo effetto "blur" intrinseco e del basso contrasto non ti permette di apprezzare gli artefatti di compressione.

I DVD erano stati progettati per i CRT... e sul mio monitor del PC 1280x1024 con contrasto 5000:1 vedo chiarissimamente la "nebbiolina verde" nei dvd dei concerti, causata da una qualità di compressione scadente, che invece su un CRT è assolutamente invisibile. Morale, devo tirare giù il contrasto del monitor. >< il nero diventa grigio, ma almeno la nebbiolina scompare.

P.S. se comprassi una PS3 e ci mettessi su linux, potrei rippare i BD in xvid per tenerli sull'hard disk? o non esiste ancora un software di ripping per linux?

davidthegray ha detto...

@Guido:
Vedo peggio, vedo meglio...
Insomma, seguendo la tua logica, se fossi miope e vedessi tutto sfuocato, non mi accorgerei dei nei e brufoli sugli altrui volti.

Si potrebbe per questo dire che se fossi miope vedrei meglio?

Iilaiel ha detto...

Io comprerò PS3 innanzitutto per i giochi, poi (da buona cinemaniaca) appena i prezzi dei film saranno potebili inizierò la collezione.

Il problema che ho, come tanti altri, è una casa piccola con un conto in banca altrettanto piccolo.
Spazio per videoproiettori e cinescopi nemmeno a a parlarne e, leggendovi, viene la deressione pensando che uno schermo decente sia decisamente fuori portata.

Ma uno sfigato cinefilo che non ha 5.000 euro da buttare per una tv che fà? Si spara?

Stepan Mussorgsky ha detto...

"Ma uno sfigato cinefilo che non ha 5.000 euro da buttare per una tv che fà? Si spara?"

Cerca di non pensarci...poi quando come ieri in un locale vede un barco in azione, cerca di dimenticare raddoppiando la dose di birra! :D

blu-flame ha detto...

Guido:
hai le idee molto strane sul contrasto.

Forse la "nebbiolina verde" che vedi, HARG!, e' proprio il rescaler......

E poi se parli di divx forse hai idee molto confuse anche sulla risoluzione. Se hai un BD e lo riduci di dimensione per metterlo dove vuoi forse non ha piu' la stessa qualita'.
a quel punto tieniti il DVD che misura solo 8GB.



E poi nessuno dice che SI DEVE spendere tanto...
pero'

se voglio il pannello
se voglio il pannello in risoluzione "sbagliata" e quindi voglio il rescale
se voglio lo schermo gigante
se voglio l'anticopia
se voglio raster 1080
se voglio il formato bizzarro 16/9
se voglio il
se voglio
se
.
Beh, se spendo meno di un fantastigliardo fara' pena.
e' questo il problema.

un CRT 32" eccellente black matrix, invar, nicasil costava meno di uno stipendio medio.

Se voglio uno schermo con caratteristiche MODAIOLE con le stesse performances debbo spendere ovviamente cifre automobilistiche.

Esempio banale: ho visto dei plasma "non malaccio per l'epoca" 32" 4/5 anni fa in risoluzione PAL che andavano meno peggio di pannelli 32" lcd oggi in vendita allo stesso prezzo (hd e ridi).

Vuol dire che non seguendo le stupidate oggi esisterebbero plasma DECENTI in formato PAL a prezzo umano (800euri).

La gente ha voluto l'etichetta fullHD che per vedere il PAL necessita di 3000 euri di elettronica in piu' ma non si vogliono tirar fuori dalla tasca.

Unknown ha detto...

Blu Flame... ma tu pensi veramente che tutti gli aquirenti di LCD e Plasma si limitino al PAL? Sicuramente molti, ma ce ne sono altrettanti che gli schermi HD se li sono comprati per un solo motivo: giocare con 360 e PS3 ^_^

Pape

Neff ha detto...

Io francamente credo che ci sia uno scompenso tra necessità reale e disponibilità tecnologica. Molte tra le persone che conosco si sono "fatte" un lettore DVD poco tempo fa e di certo non hanno voglia di cambiare di nuovo per l'ennesima tecnologia più o meno inutile in certi frangenti. La televisione HD è ancora qualcosa di sconosciuto e molti sono scettici sull'effettivo passo in avanti a cui questa tecnologia porterebbe. La qualità delle immagini migliora sicuramente, ma se non si guarda l'immagine da pochi centimetri di distanza alla fine HD o non HD se le immagini sono di buona qualità e non disturbate un film è godibilissimo anche in qualità del "normale DVD". Io credo semplicemente che la gente non sia convinta del beneficio reale del blueray, che alla fine il santo non valga la candela insomma. Credo che prima che il DVD venga totalmente sostituito ci vorranno ancora diversi anni... e naturalmente tutti si aspettano una retrocompatibilità col DVD!

Unknown ha detto...

Ciao Neff,

credo che non sia una cosa nuova quanto dici. è ovvio che le nuove tecnologie non sfondano subito: prima sono vendute a caro prezzo agli early adopter, e solo dopo tempo (anni, spesso), col calo dei prezzi, iniziano ad attirare il grande pubblico. Oggi hanno tutti, anche i meno abbienti, un lettore DVD e DivX in casa. Sembra scontato. Ma quanto ci hanno messo i DVD a diffondersi? E i CD?

Il Blu-ray esiste da nemmeno due anni: stupirsi del fatto che il grande pubblico ancora non se lo fili mi sembra assurdo. Sarebbe strano se avesse preso piede così presto, al massimo.

Pape