Cerca nel blog

2008/05/02

Internet e i minori, ne parliamo a Spotorno stasera

Questa sera alle 21 sarò alla Sala Convegni Palace, in via Aurelia 121, a Spotorno, ospite dell'associazione culturale "Il sole sulla terra del golfo", per parlare della storia di Internet, del bello e del brutto della Rete, in particolare per le famiglie e i bambini, con una parentesi sulle bufale e i loro meccanismi e tranelli.

L'incontro è gratuito e aperto; al termine ci sarà un rinfresco. Per maggiori informazioni, scrivete a info chiocciola ilsolesullaterradelgolfo.it e consultate il PDF con tutti i dettagli presso il sito dell'associazione.


Post eventum


Ecco la presentazione, con i link ai siti in lingua italiana che forniscono guide all'uso sicuro di Internet sia a livello tecnico, sia a livello sociale, con particolare orientamento ai minori. Il file è scaricabile.

Grazie a tutti coloro che sono intervenuti (anche a Giovanna, utente Skype finita involontariamente a chiacchierare in pubblico e col pubblico durante l'incontro quando ho fatto la demo di Skype, con gran divertimento di tutti) e a Gianluca, Elena e Paolo per l'ospitalità e l'organizzazione della serata. E ora, di corsa a Bologna per incontrare Ciubecca oggi pomeriggio!

9 commenti:

fabiux ha detto...

A Spotorno; non a StoPorno, vero? :-)

Stepan Mussorgsky ha detto...

Bel posto, io spesso vado a Noli, che è lì attaccato :)

Unknown ha detto...

Paolo, ricordati anche di fare promozione alla nostra estensione di Firefox, ProCon Latte
http://forum.mozillaitalia.org/index.php?topic=21697.0
Mi raccomando.
Grazie e ciao. :D

stefano664 ha detto...

Paolo, hai scritto nella presentazione, di fare (almeno) il backup dei dati... a cosa ti riferisci con "almeno"? Quali strategie aggiuntive consigli?

Carlo Molinaro ha detto...

Tematica interessantissima sempre, in Internet e altrove, conciliare l'indispensabile libertà di espressione con l'indispensabile tutela dei minori.

grAz ha detto...

@Franco
Credo intendesse il backup ALMENO dei dati... cioè, se non vuoi fare il backup (con acronis o simili) dell'intero hard disk e delle configurazioni varie (per non dover passare giornate a reinstallare e riconfigurare in caso di disastro)... ALMENO fai il backup dei dati, ché quelli non li puoi più "reinstallare" ;)
Se ho capito bene, almeno!

Paolo Attivissimo ha detto...

Paolo, hai scritto nella presentazione, di fare (almeno) il backup dei dati

Sì, esatto: almeno quello dei dati. Se poi, viste le capienze oceaniche dei dischi rigidi di oggi, si riesce a fare il backup dell'intero sistema (sistema operativo, applicazioni e dati), tanto meglio.

Mercuzio ha detto...

Ottimo lavoro!

Come sempre preciso e puntuale su temi che possono sembrare banali ma per i newbyes sono fondamentali.

Sopratutto contro quei vecchiardi che, puntando il dito contro il monitor del computer, dicono frasi del tipo

"ah io questi cosi non so e non voglio usarli mai!"

Michele

Unknown ha detto...

Ciao Paolo, sono Massimo (quello che nella tua presentazione ha ricevuto $1.000.000 da Bill Gates).
Sull'argomento del controllo dei minori su Internet non citi mai un prodotto che Microsoft ha sviluppato proprio a questo scopo.
Il presupposto è che ogni componente della famiglia abbia una utenza Messenger (e ti posso assicurare che dagli 8 anni i bambini iniziano a dialogare tra di loro così) ed il prodotto, che si chiama Family Safety, sinteticamente funziona così:
- l'adulto configura ogni utenza messenger della propria famiglia ed assegna le restrizioni sia riguardanti i nuovi contatti Messenger sia i siti accedibili
- ogni componente della famiglia che vuole accedere a Internet o a Messenger deve autenticarsi, altrimenti non accede (neanche con Firefox e altri browser), ed a quel punto viene tracciata ogni attività ed il resoconto viene reso disponibile on-line all'utenza del capofamiglia
- se il bambino vuole accedere ad un sito non elencato tra quelli permessi deve chiedere l'autorizzazione al genitore
- il genitore riceve on-line la richiesta di accedere al sito e può concederla oppure no dopo averlo visionato: inoltre può vedere tutte le attività su internet ed i contatti Messenger dei propri figli.
- tutto questo avviene on-line e la gestione del genitore può avvenire da qualsiasi computer connesso alla Rete.

Io lo sto provando in questo periodo, e devo dire che, almeno all'inizio, è molto restrittivo ed oneroso da gestire, ma credo sia questione di abitudine ed è sicuramente un prodotto completo e sofisticato per chi vuole controllare l'utilizzo di Internet dei figli anche se tutto il giorno è fuori casa per lavoro.