Cerca nel blog

2016/03/23

Attentati di Bruxelles, immagini-bufala e complottisti sciacalli

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Ultimo aggiornamento: 2016/03/24 13:45.

Come al solito, anche per gli attentati di Bruxelles di ieri è esplosa la mania di pubblicare qualunque immagine senza verificarne la fonte. Non è soltanto superficialità: è molto chiaramente voglia di guadagnare clic e quindi far soldi su un tragedia.

Per fortuna ci sono dei debunker che cercano di contrastare il fenomeno, come in questo caso: una manciata di minuti dopo gli attentati PressTV ne pubblica già un video, dichiarando che si tratta di una ripresa tratta da una telecamera di sorveglianza dell’aeroporto di Bruxelles nel momento dell’esplosione, ma ben presto arriva @FinnJulle a sbugiardarlo: è infatti un video che risale al 2013. Notate la data aggiunta in sovrimpressione, a conferma che si tratta di una falsificazione intenzionale e non di un equivoco.


Questo video falso è stato pubblicato anche da varie testate giornalistiche italiane, che l’hanno poi rimosso (solitamente senza alcuna rettifica). Una delle ultime a rimuoverlo è stato Il Giornale, che lo proponeva (a firma di Claudio Torre) ancora la sera del 23 marzo come se fosse stato autentico, e lo faceva nonostante Marcello Foa, sul proprio blog ospitato dal Giornale, lo avesse già sbugiardato alle dieci del mattino dello stesso giorno.

Lo screenshot della cache di Google documenta che
l'articolo di Claudio Torre era ancora online alle 20:31 GMT.

Un altro esempio di false immagini e riprese video riguardanti gli attentati di Bruxelles e spacciate per vere anche da testate giornalistiche estere è su Snopes.com. Il vizietto di pubblicare qualunque cosa purché faccia scoop, insomma, è assai diffuso.

Il debunking richiede tempo e bravura e non tutti possono fermarsi a fare ricerche su ogni immagine, ma tutti noi possiamo contribuire a contrastare questo sciacallaggio evitando di cliccare, inoltrare e retweetare qualunque immagine non autenticata; nel dubbio, meglio non inoltrarne nessuna, neanche quelle pubblicate dalle testate giornalistiche, anche per non incoraggiare il voyeurismo macabro che riemerge sempre in queste occasioni.

Naturalmente anche i complottisti non hanno colto una buona occasione per starsene dignitosamente zitti e hanno rigurgitato in Rete i propri deliri. Di solito non perdo tempo a segnalarli, ma faccio un’eccezione per un caso particolarmente patetico che dimostra eloquentemente come ragionano i complottisti: David Puente segnala che sul profilo Facebook di Rosario Marcianò (sostenitore del complotto delle “scie chimiche”) è stata infatti annunciata (copia su Archive.is) la clamorosa “scoperta” che Wikipedia sapeva già tutto degli attentati prima che avvenissero (“Questi alle 08:20 gia [sic] sapevano tutto”).


Marcianò incalza, frugando nella cronologia di Wikipedia, e sottolinea una potente rivelazione:


Marcianò, a quanto pare, non si rende conto che c'è una spiegazione banalissima: Wikipedia usa come orario il GMT, che attualmente è un’ora indietro rispetto all’ora italiana o di Bruxelles, e quindi non ha anticipato un bel niente.

Chissà se adesso i giornalisti che hanno invitato Marcianò in televisione e le amministrazioni comunali che hanno dato il patrocinio o il sostegno alle sue conferenze capiranno a chi hanno regalato un pulpito e un megafono.

22 commenti:

Straniero ha detto...

Se gli attentati fossero stati effettuati dopo Pasqua pensa te che delirio avrebbe generato...

Valerio ha detto...

Caro Paolo, non stai pensando quadrimensionalmente (cit.): anche l'utilizzo di orari diversi fa parte del complotto.

Il Lupo della Luna ha detto...

Tra poco se ne accorgeranno anche quelli che lo seguono visto che arriveranno le sentenze

rico ha detto...

MarciaNò: Non marcia, non va, non funziona. Nomen Omen, dicevano gli antichi latini.
Per Press TV, la cosa è grave: falsificazione di prove, li si può addirittura accusare di ostacolo alla giustizia.

Guido Baccarini ha detto...

Sono le 18:53 e il link che punta al post di facebook di Marcianò (su donotlink) non funziona più, almeno sul mio pc.

Guido Baccarini ha detto...

Rettifico: se si punta a facebook escludendo il donotlink, compare una pagina in cui Marcianò denuncia il video falso!!!!
Paolo, "tira" fuori la copia cache dal cassetto!!!

Paolo Attivissimo ha detto...

Guido,

A me il link funziona; in ogni caso ho aggiunto il link alla copia su Archive.is.

Darshan ha detto...

Rosario Marcianò xD non era quello che misurava la temperatura delle scie chimiche con un misuratore a infrarossi? Che genio!

Claudio Fe ha detto...

voyeurismo macabro
Sei troppo raffinato per il mio vocabolario.
Io avrei scritto "pornografia della morte".

Cyrillontis ha detto...

I tempi cambiano, gli stronzi non si evolvono, i più importanti muoiono, i più viziati ottengono quello che vogliono...

Guido Pisano ha detto...

come commentavo su butac, al nwo bisogna smettere di far fare certe cose agli stagisti, fanno solo casino...

Luca Zanzottera ha detto...

Ma questa PressTV non si può denunciare in qualche modo? Se la passano sempre liscia non finiranno mai di ingannare la gente!

Harry Haller ha detto...

Paolo, controlla la frase "Ultimo aggiornamento: 2016/03/25 13:45"...

Paolo Attivissimo ha detto...

Harry,

sistemato, grazie. Avevo calibrato male il TARDIS :-)

Infinity ha detto...

Paolo, a proposito del patrocinio concesso per le conferenze sulle scie chimiche, leggi qui e divertiti. :-)
http://www.unita.tv/focus/il-convegno-sulle-scie-chimiche-e-il-dietrofront-degli-organizzatori-cosa-e-successo-a-perugia/

Guido Pisano ha detto...

Comunque Rosariuccio bbello e' quello che ha usato il necrologio della madre per parlare di scie chimiche...

Gianluca Cavallini ha detto...

Intanto per iniziare è doveroso fare una premessa: non esiste una verità assoluta, ognuno di noi in base alle informazioni ricevute, alle proprie conoscenze e al proprio pensiero svilupperà una sua verità; perciò se vogliamo rendere pubblico il nostro personale punto di vista abbiamo il dovere di rispettare e non ridicolizzare chi la pensa in maniera diversa. Ora io non so di preciso cosa è successo a Bruxelles o a Parigi , quello che so è che le immagini fatte vedere sono immagini taroccate e molto di quello che ci hanno raccontato appare inverosimile: il ritrovamento di documenti dei terroristi ( corpi dilaniati e carta d'identità integra, dimenticati in auto), l'arresto del presunto leader dei terroristi e mente organizzativi, poi rilevatosi un delinquente comune già noto alle forze dell'ordine per motivi di spaccio e prostituzione! Non credo di essere un complottista, piuttosto mi ritengo una persona curiosa costantemente alla ricerca della mia verità . per esempio io sono abbastanza convinto che gli americani sulla luna ci sono stati però poi sono assolutamente convinto che molte foto che ci hanno fatto vedere sono false( la bandiera che sventola.....)

pgc ha detto...

Gianluca,

sono d'accordo con te: i FATTI sono i FATTI, ma anche se pochi se ne rendono realmente conto, già quando si parla di INTERPRETAZIONE DEI FATTI, ancora prima di farsi un'opinione, le cose sono molto meno certe, e da li viene fuori la difficoltà di capire gente che stimiamo per le sue posizioni assolutamente incomprensibili per noi.

Detto questo, mi sta bene quello che dici, basta che si accetti a priori di cambiare idea se arrivano nuove informazioni che dimostrano che le nostre interpretazioni erano errate.

Se questo è vero nel tuo caso, ti consiglio di rivedere la tua posizione sulla bandiera US sulla luna che "sventola", perché a meno che tu non abbia accesso a documenti video di cui non sono al corrente, la bandiera US nelle foto della NASA non "sventola" affatto, ma rimane tesa, perchè la NASA, prevedendo il fatto che non avrebbe sventolato mai, in mancanza di atmosfera, sulla Luna, inserì una semplice bacchetta di metallo per tenerla tesa. La spiegazione è accessibile ovunque su internet e nei documenti ufficiali.

Bottom line: "tesa" è diverso da "sventola", termine che richiede movimento.

Paolo Attivissimo ha detto...

Gianluca,

Intanto per iniziare è doveroso fare una premessa: non esiste una verità assoluta, ognuno di noi in base alle informazioni ricevute, alle proprie conoscenze e al proprio pensiero svilupperà una sua verità

Ma questa tua dichiarazione la presenti come una verità assoluta, quindi ti sei già contraddetto da solo :-)


quello che so è che le immagini fatte vedere sono immagini taroccate

No. Sono state trasmesse inizialmente delle immagini pescate su Internet da un giornalista imbecille che non le ha verificate; poi è stata diramata la smentita e sono state pubblicate le immagini vere.


il ritrovamento di documenti dei terroristi ( corpi dilaniati e carta d'identità integra, dimenticati in auto)

Perdona la domanda, ma sei un esperto forense? Hai mai visitato il luogo di un attentato? O sei uno dei tanti esperti in poltrona che pensa di sapere tutto perché ha visto una volta un video su Youtube? No, perché se leggi le perizie che vengono fatte dopo gli attentati scopri che ritrovare cose integre accanto a cose e persone dilaniate è normalissimo. Quindi smorza i tuoi sospetti :-)


per esempio io sono abbastanza convinto che gli americani sulla luna ci sono stati però poi sono assolutamente convinto che molte foto che ci hanno fatto vedere sono false( la bandiera che sventola.....)

Oddio no, non dirmi che ti hanno fregato con la storiella della bandiera che sventola :-)

Tre consigli:

1. Leggi meno cretinate complottiste.
2. Leggi la documentazione tecnica (anche russa) che conferma le missioni lunari.
3. Chiediti se è credibile che tutti gli astronauti confermano che ci siamo andati ma soltanto tu sei più intelligente di loro e hai capito quello che loro non riescono a capire.

Per maggiori informazioni, rileggi questo commento. Buona giornata.

SirEdward ha detto...

@ Gianluca Cavallini

Intanto per iniziare è doveroso fare una premessa: non esiste una verità assoluta,

Ma esiste una -realtà- assoluta, dalla quale ognuno di noi trae la propria verità.

Se la tua verità ignora la realtà, allora è stupida e non vale granché.

Le opinioni non sono tutte uguali. Alcune sono scemenze.


abbiamo il dovere di rispettare e non ridicolizzare chi la pensa in maniera diversa.


Se uno mi dice che il cielo è verde, e io verifico che è blu, e quello insiste, qual è il limite oltre il quale non sono più io che ridicolizzo lui ma io che metto un freno al suo farmi perdere tempo?


molto di quello che ci hanno raccontato appare inverosimile


"Appare"? Appare a chi? Ma soprattutto: lo è davvero? Come dice il saggio Yoda: "essere, o non essere, non c'è apparire".


Non credo di essere un complottista, piuttosto mi ritengo una persona curiosa costantemente alla ricerca della mia verità


Se cerchi la tua verità, troverai prima o poi una tua verità. Ma anche se non la cerchi, troverai una tua verità. L'unica cosa che puoi trovare solo cercandola è la realtà, e quella non sarà mai solo "tua".


. per esempio io sono abbastanza convinto che gli americani sulla luna ci sono stati però poi sono assolutamente convinto che molte foto che ci hanno fatto vedere sono false( la bandiera che sventola.....)


E' la "tua" verità. Nella tua verità la bandiera che sventola è falsa. La tua verità però è una tua invenzione, perché la bandiera può tranquillamente fare quello che fa senza infrangere nessuna legge fisica conosciuta. La "realtà" è che la tua idea sulla bandiera è una tua pura invenzione, dovuta alla mancanza di sufficiente informazione.

La tua verità è diversa dalla realtà. Come facciamo? Abbandoni la tua verità o ignori la realtà?

puffolottiaccident ha detto...

@Gianluca

La verità è che la giustizia intesa come applicazione di un compendio di leggi viene imposta con la forza bruta, e chi ne stabilisce i parametri può farlo perchè dispone di forza bruta.

Le rimostranze di chi non ha potere si possono riassumere in: "Il fatto che la rete gerarchica sia stabilità dalla capacità di giocare a calcio e di suonare l'ocarina mi sfavorisce in quanto non so fare queste due cose. Sarei favorito se la rete gerarchica fosse stabilita dalla capacità di leggere fumetti e di mimare il suono di una spada laser"

Faber ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.