Cerca nel blog

2016/03/07

Ci vediamo a “Tesla Revolution” a Verona il 12 marzo?

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2016/04/19 21:00.

Il 12 marzo si terrà a Verona l’incontro Tesla Revolution: una giornata di relazioni e discussioni sul futuro e sul presente delle automobili elettriche Tesla (ma non solo), con esperti del settore e con proprietari di queste auto, per conoscerle meglio e smontare miti positivi e negativi. Sarà il primo raduno italiano di proprietari Tesla e si terrà al Crowne Plaza Verona, dove c’è un punto di ricarica rapida Supercharger.

Come noterete dal programma della manifestazione, insieme ai notevoli relatori ci sono anch’io, su invito di Redder, uno degli sponsor di Tesla Revolution. Non essendo un esperto di autotrazione elettrica o proprietario di Tesla (non ancora, perlomeno), che c’entro io? Semplice: nel mio intervento, dalle 10:40, userò gli strumenti tecnici del debunking per cercare di capire se Elon Musk, boss di Tesla, è, come recita il titolo, “visionario illuminato o folle ottimista”.

Tutti i posti disponibili per le conferenze e i dibattiti sono stati già prenotati, ma se siete da quelle parti e volete vedere un numero decisamente anomalo di Tesla, fatevi trovare in zona.


2016/04/19 21:00. È stato pubblicato il video del mio intervento.

9 commenti:

Mauro ha detto...

Ahinoi nessuna delle due categorie... ma un 'imprenditore' (a questo punto virgolette d'obbligo) che si troverebbe a suo agio in italia...
visto che a quel che mi risulta (spero di sbagliarmi) sta entusiasticamente appoggiando la
"Obama to propose $10-a-barrel oil tax A controversial new way to fund transportation.'
http://www.politico.com/agenda/story/2016/02/obama-oil-tax-budget-000038
neanche fosse un Agnelli qualunque...

Live long and prosper
Mauro

Donato ha detto...

Magari avvisa il dott. Agostino Re Rebaudengo (Presidente assoRinnovabili) che le polveri sottili NON SONO gas!

Anonimo ha detto...

Magari con lo swap delle batterie cariche e l'energia nucleare a costo irrisorio, potrebbe essere un idea vincente.
Ma le prestazioni del carburante sono inarrivabili,
anche a causa del rapporto joule/kg.

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Se venissi con la mia Uno, dalla Puglia, con la sola forza del suo motorino d'avviamento varrebbe lo stesso?

La mia auto rientrerebbe tra le ibride o tra le elettriche?

Guido Pisano ha detto...

finirai per comprartene una...

Lanf ha detto...

Qui ci sono i dati di vendita delle auto elettriche in Italia. Penso che non siano necessari ulteriori commenti oltre a quelli dell'articolo.
http://www.automotivespace.it/i-dati-di-vendita-delle-auto-elettriche-nel-2015-i-dati-unrae/

Maurizio ha detto...

Mi sembra un marchettone alla Tesla...oddio, non ci sono altri che facciano macchine elettriche seriamente o quasi. Io penso che alle case automobilistiche fare le macchine elettriche o ibride non freghi una beamata mazza. Ci vogliono troppi soldi in ricerca per arrivare a fare qualcosa che eguagli le prestazioni di una auto normale (autonomia, velocità di ricarica).
Del resto Tesla ne viene da un outsider, un pazzo scatenato che cerca pure di fare un razzo riutilizzabile, cosa che le industrie del settore si guardano bene dal fare per lo stesso motivo, ci vogliono soldi e tanti che devono essere sottratti ai profitti.

Stupidocane ha detto...

Paolo, essendo di zona ed i biglietti finiti e nel caso tu non avessi un'agenda troppo fitta, potremmo vederci per una pizza in compagnia. C'è un localino in centro che fa una focaccia/pizza da primo premio...

Anonimo ha detto...

La Tesla inquina piu della benzina ?
https://www.ansa.it/canale_motori/notizie/eco_mobilita/2016/03/09/autorita-singapore-accusa-teslaco2-peggio-di-motore-benzina_d1987087-97c1-424c-8be6-d914c3067745.html