skip to main | skip to sidebar
7 commenti

Il Pallido Puntino Azzurro di Carl Sagan illustrato da Zen Pencils

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “alex.gir”.

Zen Pencils ha illustrato The Pale Blue Dot, una delle più poetiche riflessioni sull'universo e sull'umanità scritte dall'astronomo Carl Sagan. Ne avevo parlato in questo articolo, traducendo come meglio potevo la prosa di Sagan, ispirata da un'immagine scattata dalla sonda Voyager 1, così lontana nel suo viaggio che la nostra Terra è poco più di un pixel nell'immensità del cosmo.

Ripubblico qui la mia traduzione, da leggere accompagnandola con le immagini di Zen Pencils.

Da questo lontano punto di osservazione, la Terra può non sembrare di particolare interesse. Ma per noi è diverso. Guardate ancora quel puntino. È qui. È casa. È noi.

Su di esso, tutti coloro che amate, tutti coloro che conoscete, tutti coloro di cui avete mai sentito parlare, ogni essere umano che sia mai esistito, hanno vissuto la propria vita. L'insieme delle nostre gioie e dolori, migliaia di religioni, ideologie e dottrine economiche, così sicure di sé, ogni cacciatore e cercatore, ogni eroe e codardo, ogni creatore e distruttore di civiltà, ogni re e plebeo, ogni giovane coppia innamorata, ogni madre e padre, figlio speranzoso, inventore ed esploratore, ogni predicatore di moralità, ogni politico corrotto, ogni "superstar", ogni "comandante supremo", ogni santo e peccatore nella storia della nostra specie è vissuto lì, su un minuscolo granello di polvere sospeso in un raggio di sole. La Terra è un piccolissimo palco in una vasta arena cosmica.

Pensate alle crudeltà senza fine inflitte dagli abitanti di un angolo di questo pixel agli abitanti scarsamente distinguibili di qualche altro angolo. Quanto frequenti le incomprensioni, quanto smaniosi di uccidersi a vicenda, quanto fervente il loro odio. Pensate ai fiumi di sangue versati da tutti quei generali e imperatori affinché, nella gloria e nel trionfo, potessero diventare i signori momentanei di una frazione di un puntino.

Le nostre ostentazioni, la nostra immaginaria autostima, l'illusione che abbiamo una qualche posizione privilegiata nell'Universo, sono messe in discussione da questo punto di luce pallida. Il nostro pianeta è un granello solitario nel grande, avvolgente buio cosmico. Nella nostra oscurità, in tutta questa vastità, non c'è alcuna indicazione che possa giungere aiuto da qualche altra parte per salvarci da noi stessi.

La Terra è l'unico mondo conosciuto che possa ospitare la vita. Non c'è altro posto, perlomeno nel futuro prossimo, dove la nostra specie possa migrare. Visitare, sì. Colonizzare, non ancora.

Che ci piaccia o meno, per il momento la Terra è dove ci giochiamo le nostre carte. È stato detto che l'astronomia è un'esperienza che suscita umiltà e forma il carattere. Non c'è forse migliore dimostrazione della follia delle vanità umane che questa distante immagine del nostro minuscolo mondo.

Per me, sottolinea la nostra responsabilità di occuparci più gentilmente l'uno dell'altro e di preservare e proteggere l'unica casa che abbiamo mai conosciuto. Questo pallido puntino azzurro.

– Carl Sagan, 1934-1996
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Siate civili e verrete pubblicati, qualunque sia la vostra opinione: gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo sito. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti.
Commenti
Commenti (7)
In questo momento sto leggendo Cosmos... Sebbene affronti temi anche complessi l'inglese con cui è scritto è di una semplicità e di una chiarezza da rendere tutto veramente molto semplice e immediatamente comprensibile. Sagan aveva un vero dono per la divulgazione scientifica, più mi interesso a lui più mi rendo conto di quanto il mondo abbia perso con la sua morte.
Semplicemente spettacolare. Grazie della condivisione.
Sarebbe stato ottimo, ma la scelta del romanzo di Burroughs...
...John Carter di Marte??????
Molto meglio Carson di Venere.

Ciao

Carson
Anche questo non e' per niente male...

http://zenpencils.com/comic/76-neil-armstrong-a-giant-among-men/
APPELLO A TUTTI COLORO CHE AMANO CARL SAGAN E CHE VORREBBERO LEGGERE I SUOI LIBRI IN ITALIANO:

I libri di Carl Sagan in italiano sono introvabili, non vengono più ristampati e l'usato è praticamente inesistente. E' veramente di una tristezza sconcertante e fa una certa rabbia, che qui in Italia dobbiamo essere privati di uno dei più grandi astronomi e divulgatori scientifici mai esistiti, e al contempo stesso trovare in libreria dei libri inutili, pieni di bufale di perfetti sconosciuti.
Vi chiedo di mandare una email agli editori facendo richiesta dei libri, forse se saremo in tanti si decideranno a ristamparli. Vi prego di far girare il più possibile questo appello tra gli appassionati e amanti del genere. Ringrazio Paolo Attivissimo per la pubblicazione, e se potesse dare pure lui una certa visibilità a questo appello approvandolo sarebbe un ottimo contributo.

Per qualsiasi idea, informazione o domanda scrivetemi pure. GRAZIE A TUTTI ANTICIPATAMENTE!
@antifuffa83
Ho inviato una e-mail alla Baldini & Castoldi qualche mese fa con la richiesta di ristampa del libro " Il mondo infestato dai Demoni" almeno in formato elettronico.
Ho anche segnalato su Amazon che avrei gradito la medesima opera in formato azw.
@giovbrunetti

Ciao, pure io avevo mandato 3-4 email diverso tempo fa agli editori ma non si sono degnati di darmi una risposta. Avevo provato anche online su una libreria che l'avrebbe cercato ovunque ma alla fine non sono riusciti a trovarlo nemmeno loro. Fammi sapere se ti rispondo e cosa dicono, almeno se dicono di no ci mettiamo il cuore in pace. Per ora ti ringrazio, ciao.