skip to main | skip to sidebar
131 commenti

Gabriella Mereu, radiata dall’Ordine dei Medici italiano, opera in Canton Ticino e “cura” consigliando medagliette della Madonna in vagina

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora (anche con un microabbonamento). Pubblicazione iniziale: 2016/04/25 16:28. Ultimo aggiornamento: 2016/04/25 17:55.

Gabriella Mereu dice di far camminare i paraplegici usando solo esortazioni e insulti e di poter curare disturbi e problemi sessuali facendo inserire in vagina una medaglietta della Madonna. Per lei l’AIDS non esiste e i suoi malati sono stati uccisi dai farmaci. Gli epilettici, a suo dire, sono semplicemente “degli esibizionisti”. Non sono i deliri di un complottista qualsiasi: sono le affermazioni di un medico. O meglio, di un ex medico, dato che la Mereu è stata radiata dall’Ordine dei Medici italiano nel 2015, come riferisce l’Unione Sarda.

Ora Gabriella Mereu ha trasferito la propria residenza in Canton Ticino, a Stabio, a una ventina di chilometri da casa mia. E ha ripreso a operare, offrendo consulti senza avere un’autorizzazione né come medico né come terapista complementare.

La Mereu è una vecchia conoscenza di chi si occupa di pseudoscienze e ciarlatani: il CICAP ha raccontato una sua conferenza in provincia di Cuneo nel 2012; il medico Salvo di Grazia ne ha parlato qui nel 2015 e qui nel 2012; se ne è anche occupato Le Iene e il 2 aprile scorso ne ha parlato il programma Patti Chiari della Radiotelevisione svizzera di lingua italiana, con un’inchiesta devastante, che parla di “affermazioni pericolose per l’incolumità dei pazienti”, chiedendosi come faccia Gabriella Mereu a “esercitare nel Canton Ticino senza l’autorizzazione, obbligatoria per legge”. Trovate altre dettagli su Tvsvizzera.it.

Quest’inchiesta ha fatto esplodere il caso Mereu e in generale quello della presenza sul territorio svizzero di persone che praticano e propongono rimedi pseudoscientifici. O come li chiama l’interrogazione presentata al Consiglio di Stato, “guaritori e ciarlatani”. C’è stata anche una presa di posizione del sindaco di Lugano, Marco Borradori, “fortemente impressionato dai metodi di questa persona”, interpellato dal Giornale del Popolo perché Gabriella Mereu è stata invitata a tenere una conferenza a Lugano dagli organizzatori di Tisana, “fiera del benessere olistico, della medicina naturale e del vivere etico”, il prossimo 28 aprile, e il Comune di Lugano offre da anni gli spazi espositivi a questa fiera; se insultare i pazienti paralizzati e dir loro di mettersi una medaglietta della Madonna nella vagina è il tipo di “vivere etico” e di “medicina naturale” che Tisana vuole importare dall’Italia, quest’ospitalità espositiva rischia di essere compromessa.

A mio parere, vietare l’intervento della Mereu a Lugano rischierebbe di essere un autogol che permetterebbe ai suoi sostenitori di atteggiarsi a vittime di censura. Inoltre ognuno è libero di curarsi come meglio crede (anche con le panzane) e di esprimere le proprie opinioni. Ma per evitare che qualcuno speculi sulle malattie e sulla disperazione sarebbe buona cosa se chi va a sentire Gabriella Mereu venisse informato molto chiaramente dei fatti. Un po’ come si fa con le sigarette: sei libero di comprarle e di avvelenarti, ma sulla confezione c’è scritto chiaramente che il fumo nuoce gravemente alla salute. Poi se decidi di avvelenarti lo stesso, non puoi dire che non sei stato avvisato.

Se volete far sapere il vostro parere agli organizzatori di Tisana, il modulo di prenotazione per la sua conferenza ha uno spazio per le eventuali note. Siate educati.


2016/04/25 17:55. Ho ricevuto un comunicato stampa di Tisana che annuncia che l’intervento della signora Mereu è stato cancellato. La pagina dedicata alla conferenza della Mereu ora riporta la dicitura “Conferenza annullata”. Ho corretto il luogo della sua conferenza del 2012, che avevo indicato erroneamente come Varese e invece era Saluzzo, in provincia di Cuneo.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (131)
oddio... io fumo e pertanto non so se posso rispondere. :)
ma, a parte questo dettaglio, di ciarlatani ne ho visti tanti. dalle mie parti ne abitava una famosa, più volte incarcerata e sempre recidivamente tornata sulla propria via.
questi soggetti, che sfruttano l'ignoranza della genate, non è possibile definirla altrimenti, sono talmente radicati nei loro atteggiamenti (... non so se anche nelle loro convinzioni) da richiedere provvedimenti restrittivi e di controllo più drastici di quelli normalmente a disposizione. ci vorrebbe un osservatorio stabile per monitorare e segnalare le attività illecite di certi figuri!

certo di aver inanellato una serie di banalità, vi saluto
"ognuno è libero di curarsi come meglio crede " neanche per sogno!! Il modo di curare ébun problema che attiene alla scienza medica e alla legge, in quanto questione di salute pubblica.
Come cattolico aggiungo anche che le pratiche di questa signora non sono solo pseudoscientifiche, ma anche psuedoreligiose, anzi esplicitamente anticattoliche, blasfeme e superstiziose.
Secolo XXI, anno 2016, l'uomo è arrivato sulla Luna, la medicina a fatto passi stupefacenti grazie anche alla moderna tecnologia,eppure ci sono ancora stregoni da strapazzo e gente che continua a cadere nelle loro grinfie. La stupidità e l'ingenuità umana non cambierà mai...
A quello detto giustamente da Fabrizio Sebastiani aggiungo che curare una persona che deliberatamente si intossica (fumo, alcol, ecc) o si rivolge in prima battuta a questi ciarlatani, costa e costa molto all'intera comunità. Pertanto dopo, quando si accorgono della cavalota che hanno fatto, non vengano a chiedere aiuto alla medicina ufficiale: vadano nel deserto ad impregnarsi di luce solare ...
QWERT
Non male.
In piccolo, ma speculare allo scivolone di Deniro sul film farlocco anti-vax.

Che il "benessere olistico e il vivere etico" sono rispettabilissimi propositi. Difficilmente la scienza potrà misurarne gli effetti, ma perché no?
Già la medicina naturale è pericolosa se non pensata come integrazione, non sostituzione, della medicina scientificamente provata.
Finché uno sta nei limiti del suo e del vero, faccia quel che crede.

La ciarlataneria è tutta un'altra cosa. Ammazza la gente.

E già portare gli etici olistici a staccarsi dai talebani è un passo importante.
Peccato, conferenza annullata :-)
ma siamo sicuri che sia stata radiata?

https://snag.gy/729WQm.jpg
"Ora Gabriella Mereu ha trasferito la propria residenza in Canton Ticino, a Stabio, a una ventina di chilometri da casa mia."...Paolo, questo e' chiaramente un GomBloDDo!!! :)
Dopo aver visto che esistono gruppi di gente fermamente convinta che la terra sia piatta e che ci sia una cospirazione per convicere il mondo del contrario, non mi stupisco che ci sia gente che crede anche a questa. La diffusione di Internet fra le "masse" ha davvero aperto una finestra sul mondo deprimente, se 20 anni fa mi avessero raccontato che esisteva una nutrita schiera di gente con idee tanto balzane non ci avrei creduto.
Però la cura delle malattie sessuali potrebbe funzionare:
Se insulti il tuo compagno/a continuamente, non farà più sesso con te, problema risolto!
La medaglietta poi è un colpo di genio, risolve pure la carenza di ferro :-)
Sbronzo,

ma siamo sicuri che sia stata radiata?

Ragionevolmente: lo ha dichiarato lei direttamente e lo ha scritto l'Unione Sarda. Per contro, la RSI ha scritto che la procedura per radiarla è ancora in corso.
lette alcune risposte, inizio subito a dubitare di essere capiatato nel posto giusto.
non si può pretendere troppo, capisco.... ma in fatto di "bufale" alcune asserzioni mi suonano già fuori luogo.

vendere oppio è una pratica illecita. farsene scudo, un'attitudine da ricettatore.
pauca intelligentibus
@Paolo
Poi se decidi di avvelenarti lo stesso, non puoi dire che non sei stato avvisato.
No, non sono d'accordo, o almeno lo sono ma con dei distinguo. Nel senso finche' si tratta del singolo che agisce su se stesso va bene il libero arbitrio, ma quando ci sono di mezzo dei minori (Clara Palomba - io non dimentico) i cui genitori (non do' loro epiteti ma solo per pieta') vengono traviati da una demente che scelta ha avuto Clara? O che colpa ha avuto? Quella di avere dei genitori poco intelligenti. E perche' ha dovuto pagare lei? Idem con patate per gli antivaccinisti. Se non ti vaccini non e' un problema solo tuo e' un problema di tutta la collettivita'. Ci sono persone che non possono essere vaccinate (perche' hanno problemi o perche' sono ancora troppo piccole). Perche' questa gente deve mettere a repentaglio la salute degli altri? Bisogna informare e certe scelte quando queste riguardano tutti e non solo il singolo...
@QWERT
ti vuoi curare dai ciarlatani? Benissimo liberatoria per il SSN per cui se dopo ti penti le cure non sono a carico dello Stato ma a carico tuo...
Giusto un paio di giorni fa la Toffa (iene) ha rifatto un servizio su di lei, dicendo che non era ancora stata radiata.
Per quanto riguarda l'AIDS questa signora nega la sua esistenza in toto oppure nega l'ipotesi virale come causa della sindrome? E' importante precisarlo.
Fortunatamente la conferenza è stata annullata, in ogni caso:
"vietare l’intervento della Mereu a Lugano rischierebbe di essere un autogol che permetterebbe ai suoi sostenitori di atteggiarsi a vittime di censura" su questa affermazione non sono assolutamente d'accordo perchè quello che lei fa è dannoso e si trova sullo stesso piano dell'omeopatia per curare i tumori. Quand'anche la procedura di radiazione dall'albo non sia ancora effettiva è in ogni caso in corso e solo per questo è necessario per la salute pubblica imporle il divieto di nuocere ulteriormente.
Domanda, ma in Svizzera c'è una legge che vieta ai ciarlatani di spacciare consigli medici?
Fabrizio Sebastiani

tirare in ballo la scienza quando serve... che ti frega se la mereu usa sistemi blasfemi, anticattolici, superstiziosi? la tua religiosità ti permette di giudicare? magari anche sì in certi casi, ma devi comunque perdonare e accogliere tutti nel regno tuo e del dio senza guardare in faccia a nessuno, e porgere l'altra guancia pure. o si prende il pacchetto completo o niente. facile prendere ciò che piace e lasciare ciò che non piace.
E' la stessa Mereu che lo diceva gia' qualche tempo fa
così, per scherzarci un po' su: io che non ho la vagina essendo maschio, dove la dovrei mettere la medaglietta...? (anche da certi particolari si può arguire lo spessore scientifico di certe dichiarazioni)
Ma sbaglio o trasferire la propria residenza nella Vicina Confederazione non è esattamente una passeggiata? Avrà fatto un accordo fiscale?

E*
Avrei due domande:

- ma questa Mereu ha la cittadinanza svizzera?

- in Svizzera esistono i manicomi o gli opg?
Avranno annullato la Mereu, ma guardando il programma della conferenza c'è poco da stare allegri. Un'accozzaglia di pseudoscienze e boiate, fra cui segnalo:

- Allineamento spirituale della colonna vertebrale
- Campane sonore di cristallo, benefici e applicazione di trattamenti sonori
- Ipnosi Regressiva, Evolutiva e Spirituale
- I 22 arcani maggiori dei tarocchi
- Educazione di Luce (con puntuale supercazzola quantistica)
- inEquilibrio fra corpo mente e spirito
- Il massaggio ayurvedico: su quali principi si basa? A cosa serve?
- Gli dei all’opera dentro di noi
- Reiki guarigione naturale e crescita spirituale
- Transformational breath cosi’ come respiriamo, cosi’ viviamo la nostra vita
- Il riallineamento spirituale secondo Pjotr Elkunoviz
- Lo Spirito degli Alberi: rimedi del nuovo millennio
- Astrologia e Tarocchi: dalla conoscenza di sè all’esercizio del libero arbitrio
- Vivi le frequenze curative dell’Arcangelo Metatron: I Chakra nella luce dell’era d’oro
- Energie sottili per la salute
- I 7 corpi eterici o invisibili e le relazioni fisiche ed emozionali nell’uomo
- Feng Shui: il benessere arriva/parte/inizia dalla casa
- Chakra: vivere meglio attraverso la conoscenza dell’allineamento dei chakra
- Una umanità separata: programmi spaziali segreti e colonizzazione dello spazio
- Risvegliarsi dal coma per risvegliare l’anima e accompagnarla alla sua perfezione
E... udite udite:
- Applicazione delle 5 leggi biologiche del dottor Hamer (!)

Insomma, potevano anche tenersi la Mereu.
ma soprattutto, avete dato un'occhiata al costo della singola giornata di 10 ore di "corso"?

"siòri e siòre, e tutto questo non ve lo do per 50, né per 100, né per 150, ma per solo 183 eurini, iva al 22% compresa (almeno in italia)"

senza considerare che il rilascio dell' "attestato" prevede 50 ore di "frequenza"
fatevi due conti da soli... 5 x 183 = ?
Rubik ha commentato:

Avranno annullato la Mereu, ma guardando il programma della conferenza c'è poco da stare allegri. Un'accozzaglia di pseudoscienze e boiate, fra cui segnalo [...]
Insomma, potevano anche tenersi la Mereu.


Alla lista di Rubik va aggiunta la peggiore:

“Marketing Della Pazzia” ma Siamo tutti Matti? "

Organizzata dal «Comitato dei cittadini per i diritti dell'uomo» (CCDU), gruppo che definire discutibile è fargli un complimento.

Il Municipio chiese allora agli organizzatori di riflettere sulla presenza alla fiera (confermata anche quest'anno) di un gruppo vicino a Scientology

Corriere del Ticino
@Motogio

han problemi immaginari, che van risolti con rimedi immaginari...

Io dicE:
"F*CK the night terror!"
Mi curero' con le medicine alternative quando avro' una malattia alternativa (W.Allen)
@Puffolotti

Non sempre i problemi sono immaginari e curarli con rimedi immaginari non sempre è una buona idea.

Se uno crede di trarre beneficio allineando i Chakra sono Chakra suoi ma non fa male a nessuno ma quelli che sostengono che la dislessia va curata con rimedi immaginari giocano in un altro campionato.
@guido pisano

in effetti, mi sembra non ci siano altre alternative.
Si accende una lampadina, la si svita e si ficcano le dita dentro il portalampada: ecco come ho inventato la medicina "alternata", nel senso di corrente :D
Della lista di Rubik mi piace l'arcangelo Metatron. Chissà se c'è anche la sua nemesi, Optimum Price...
Puffolotti

Tu dicE:
"F*CK the night terror!"

Io diChE:

"In pieTO"
@Motogio

Il problema si pone per i minori.
@puffolotti
ma anche l'immunita' di gregge (p.es antivax)
@ Paolo Alberton
la tua religiosità ti permette di giudicare? magari anche sì in certi casi, ma devi comunque perdonare e accogliere tutti

Perdonare e approvare sono due cose molto diverse.
Io mi limito a segnalare questa chicca:
https://www.change.org/p/tutte-le-persone-che-vogliono-una-medicina-libera-giustizia-per-gabriella-mereu-e-per-la-sua-terapia-verbale.
Poi cercherò il modo di emigrare su marte a coltivar patate.
pgc

Il mio catechista non mi ha mai insegnato a distinguere tra approvare e perdonare. Non mi ha mai insegnato a dire quello lo approvi quello lo perdoni. Stessa cosa a messa, il prete non predicava di approvare... stessa cosa nelle ore di religione, certo c'era più critica, ma alla fine tutto si risolveva con perdono, accoglienza, bontà. Stessa cosa per quel poco che ho letto del nuovo testamento, non mi sembra che si racconti di un gesù che approva certe cose e perdona altre.
Certo, sono molto ignorante riguardo religione e affini... e quello che so mi è stato trasmesso da persone direttamente appartenenti alla religione. Mi sembra si profili una contraddizione.
Fabrizio Sebastiani, e come lui molti altri religiosi, tira in ballo la scienza alla bisogna. Ma quando la stessa gli dice che il suo dio non esiste ecco che non va più bene.
Come un complottista accetta ogni tecnologia possibile, ma quando la stessa scienza che sta dietro ad ogni tecnologia gli dice che le scie chimiche non esistono ecco che egli grida al complotto.
@Massimiliano
Grazie al cielo la petizione è stata ritirata. Puoi rimanere sulla terra a coltivare patate in modo etico e responsabile.
Aho, Alberton... MA COME "PGC"????? Cioè mi ci confondi con MARTINOBRI???? A un ateo/agnostico/mangiapreti come me????

Comunque... sulla differenza tra approvare e perdonare nella religione cristiana... oddio... mi manca il respiro a dirlo... martinobri... mmmfffff... ha rag... ha raaaaa... AIUTO STO PER SVENIRE... ha ragiiiioooone. Ebbene si l'ho detto: martinobri ha ragione.

Scherzi a parte, il concetto di pietà cristiana è uno dei tanti esempi di capacità di dire tutto e il contrario di tutto di questa fede. E di converso uno dei motivi del suo straordinario e duraturo successo.

STANDARD DISCLAIMER: SU TUTTO IL RESTO OVVIAMENTE PENSO CHE MARTINOBRI ABBIA TORTO. SIA CHIARO.
CONCORDO CON PGC! MARTINOBRI HA TORTO!

(sguardo torvo e braccia conserte altezza ascelle)
Lo aveva detto anche quel tipo famoso, come si chiama...

"Date a Martinobri quel che è di Martinobri."
Chiedo venia per lo scambio di persone. Sorry. Ok... è così... se volete ;) poco importa rispetto al concetto: mia opinione, non è comunque coerente da parte di un religioso parlare ed esaltare la scienza, oppure tirarla in ballo, e neanche parlarne vagamente, se lo fa alla bisogna e non rispetta per filo e per segno tutto ciò che la sua religione gli precetta.


Ennesima discussione sui dii? È già ora? Mannoooo dai...
@ Paolo Alberton:
Il mio catechista non mi ha mai insegnato a distinguere tra approvare e perdonare(...) Stessa cosa a messa, il prete (....) stessa cosa nelle ore di religione

Il catechista parla a dei bambini, quindi ovviamente a) deve semplificare b) deve prevalere l'aspetto di accoglienza su quello di giudizio.
Prete e insegnante di religione cambiali.

Stessa cosa per quel poco che ho letto del nuovo testamento, non mi sembra che si racconti di un gesù che approva certe cose e perdona altre.

Nell'episodio dell'adultera che la volevano lapidare e lui dice di tirare la prima pietra, conclude col perdono ma dice anche "Và e non peccare più". Idem col buon ladrone, sarà in paradiso con lui il giorno stesso ma mica gli dice che ha fatto bene a rubare. E molti altri episodi.



Fabrizio Sebastiani, e come lui molti altri religiosi, tira in ballo la scienza alla bisogna. Ma quando la stessa gli dice che il suo dio non esiste ecco che non va più bene.

La scienza va bene o va male a seconda di quanto i suoi giudizi sono dimostrati. Sull'argomento non c'è nessun risultato definitivo. Nè provvisorio.
SU TUTTO IL RESTO OVVIAMENTE PENSO CHE MARTINOBRI ABBIA TORTO.

pgc ha ragione.
(Il primo che esce dal loop vince il premio Epimenide)
Se pgc dice che hai torto su tutto e tu gli dai ragione, vuol dire che pcg ha torto.

Se pgc fosse il depositario della verità assoluta, dicendo che hai torto su tutto e dandogli ragione, hai torto su tutto, tranne che su questo.

Se tu sei il depositario della verità assoluta, ha ragione pcg.

Se pgc ha torto dicendo che hai torto e tu gli dai ragione, pgc ha ragione.
...

Mi fai uno schema?
Il premio Epimenide consiste, per caso, in un anno di rasatura da un famoso barbiere del quale non si sa se si fa o no la barba?
(Il primo che esce dal loop vince il premio Epimenide)

"pgc: SU TUTTO IL RESTO OVVIAMENTE PENSO CHE MARTINOBRI ABBIA TORTO."

"Martinobri: pgc ha ragione. "

Entrambi hanno torto, riguardo a queste due frasi.

Se Martinobri avesse torto su tutto, il suo dire che pgc dice il vero con questa frase significherebbe necessariamente che la frase di pgc deve essere falsa, cioè implicherebbe che Martinobri ha ragione su almeno qualcosa oltre alla questione teologico-linguistica precedente.

Dunque, se la frase di pgc fosse vera, negherebbe sé stessa attraverso il commento di Martinobri. Ne consegue che la frase di pgc non può essere vera.

Tuttavia, se pgc avesse torto sulla frase sopracitata, questo non ci dice nulla sulla veridicità della risposta di Martinobri.

Se la frase di pgc fosse falsa, la risposta di Martinobri non potrebbe essere vera, perché pgc non avrebbe ragione in quello che dice.

Tuttavia, se entrambe le frasi, cioè sia la frase di pgc che la frase di Martinobri, fossero false, allora non ci sarebbe nessun paradosso.

Può ben darsi infatti che Martinobri non sbagli su tutto quello che dice al di fuori della questione teologico-linguistica precedente, ma che al tempos stesso Martinobri sbagli a dare ragione a questa frase.

Dunque:

Se: - "Martinobri sbaglia su tutto tranne la questione teologico-linguistica" = falso
E: - "pgc ha ragione" = falso

Allora Martinobri sbaglia a dire che pgc ha ragione e pgc sbaglia a dire che Martinobri sbaglia su tutto ciò che è al di fuori della precedente discussione teologico-linguistica.

Ho vinto il premio Epimenide?

Per l'intanto hai vinto il fatto che do il tuo nome al mal di testa che mi sta venendo ;-)
chiaramente ha ragione martinobri
Paolo Alberton, mannaggia, ancora una volta mi costringi a dare ragione a martinobri: la scienza non dimostra affatto che Dio non esiste, esattamente come non è assolutamente in grado di dimostrare che la Fata Turchina non esiste.

La ricerca scientifica ha dimostrato mano a mano che sempre più cose che le religioni sostenevano erano falsità. La religione cattolica, sempre grazie al suo straordinario trasformismo e alla sua ineguagliata capacità di adattamento, ridefinisce i suoi confini piano piano quando sente che i conflitti con l'evidenza scientifica diventano insanabili. La Terra è al centro dell'Universo? Ma no, quello era un modo di dire. Adamo ed Eva? Ma no, una bella storia per spiegare i principi. La Bibbia? Lasciala perdere, quello che conta è il Vangelo, eh! O magari... lo dice il catechista, ma solo per farsi capire dai bambini. La religione sentenzia di tutte quelle cose su cui si puo' stare a discutere per millenni senza costrutto, fregandosene delle evidenze, cercando da li di trarre precetti morali spesso preesistenti, altre volte bizzarri e sorprendenti..

Fino a quando qualcuno non li mette con le spalle al muro, nel qual caso ritirano quello che hanno detto e ridefiniscono i "confini" del loro campo d'azione.

Ma tanto che gli frega? L'importante è che il flusso di quattrini resti costante e che ci sia abbastanza per tutti da scialacquare senza che le proteste montino. Almeno oltre un certo limite.
1) standing ovation per il commento #24 http://attivissimo.blogspot.ch/2016/04/gabriella-mereu-radiata-dallordine-dei.html#c2668224365153007110

2) la petizione sulla mereu non mi pare affatto ritirata. Io la vedo benissimo (e mi guardo bene dall'aderire).
Non è che con il copia ed incolla del link hai incluso il punto (.) finale?
La Terra è al centro dell'Universo? Ma no, quello era un modo di dire.

Perlomeno questo esempio è fuori luogo. Non si trattò della scienza che mette con le spalle al muro la religione, ma della scienza che fatica (con ottime ragioni) ad accettare un modo di vedere le cose rivoluzionario e all'epoca non sufficientemente motivato.

no, martino, perchè le gerarchie cattoliche dell'epoca non si sono mai interessati di verificare o meno i risultati della scienza dell'epoca. Il loro atteggiamento non era "andiamo a vedere chi ha ragione" ma semplicemente "di quest cose non avete il diritto di trattare". La stessa cosa avvenne durante il processo a Galileo. Nessuno nella giuria si preoccupò di controllare chi avesse ragione sulla base delle evidenze scientifiche disponibili ai tempi. Semplicemente la questione era se Galileo avesse sconfinato in un campo che non gli competeva o meno. Era questione di autorità, non di scienza.

Tu rimarrai della tua idea, mentre ci sono fior di documenti che mostrano questo. Tutti prontamente accessibili. Ed è proprio questo il punto. Tu CREDI, e quindi hai difficoltà insanabili ad accettare un punto di vista incompatibile con la tua visione della tua fede.
@Martinobri

la dichiarazione del quale al commento #46 era inedita ai tempi del commento #40

Pertanto il loop non esiste.

Se non si può entrare in un loop, allora non si può uscirne.
Tu rimarrai della tua idea, mentre ci sono fior di documenti che mostrano questo. Tutti prontamente accessibili. Ed è proprio questo il punto. Tu CREDI, e quindi hai difficoltà insanabili ad accettare un punto di vista incompatibile con la tua visione della tua fede.


Urca! Grazie, grazie infinite, pgc.
Grazie che sei arrivato tu a spiegarmi chi sono e cosa penso.
Riportando il discorso su un binario utile:

Tu rimarrai della tua idea, mentre ci sono fior di documenti che mostrano questo.

Io ho postato un documento da Le Scienze (che non ti sei neanche degnato di leggere). Le tue fonti quali sono?
Spero che siano documenti originali e non il solito commento del Dawkins di turno.
O del Papa di turno...
Già, perché la catechesi cambia in base ai Papi. Ed essi cambiano in base al periodo storico. E questo periodo storico ha bisogno di fedeli che scivolano via sempre più velocemente. E tanti fedeli fanno tanta cassa.

Giriamo intorno sempre allo stesso punto. Ciò che si crede essere Dio è solo un'interpretazione spirituale della vita degli uomini, scritta per gli uomini dagli uomini.

C'è chi ha questo afflato ultraterreno e chi no. Ed il bello è che vivono bene entrambi i gruppi.

Quindi smettiamola di scannarci su "tu dici questo ma io dico quest'altro" perché non v'è senso alcuno.

Tanto prima o poi, la ragione avrà la meglio e le superstizioni verranno abbandonate. Tutte. Anche quella atea.
E saremo veri esseri umani. Non creature di chissà quale dio o scherzo della natura ma esseri viventi e senzienti facenti parte di un sistema estremamente complesso.

Solo allora sapremo se potremo davvero scoprire tutti i segreti del sistema oppure no. Ora è ancora troppo immenso e astruso per la nostra piccola mente. Tanto incomprensibile ed enigmatico che ci diamo delle risposte di comodo inventando esseri ultraterreni che lo governano. Quando la nostra mente sarà in grado di capirlo, di diradare la nebbia che ci circonda, lo conquisteremo. Oppure ci renderemo conto che non saremo in grado di farlo.

Se non ce la faremo moriremo qui. Su questa piccola palla di terra e acqua, senza lasciare traccia del nostro passaggio nell'immensità dell'universo.

Forse la fuori c'è già stato chi è andato oltre e forse non è riuscito ad andare da nessuna parte.

Ora, in qualche remoto angolo, è appena collassata una gigante rossa. Ed alla fine della sua vita attiva, cancella miliardi di anni di evoluzione stellare, planetaria, geologica e biologica. Rimarrà luminosa, sterile e sorniona per miliardi di altri anni...

Dei piccoli esseri che si scannavano alla sua luce? Atomi...

Atomi e radiazione siamo. Atomi e radiazione torneremo.
E dopo questa ennesima stupidocagnata, buonanotte.

Se qualcuno vuol dire "ramen", faccia pure.
E mentre i più discutono di massimi sistemi, il prete (o la Mereu di turno) s'invola con la cassa.
pgc

E chi ha mai detto che la scienza dimostra che dio non esiste... anzi, in uno dei primi due messaggi lasciavo intendere "fino a prova contraria".
@Stupidocane

"Atomi e radiazione"

Uomo di troppa fede... Per cucinare radiazioni hai bisogno del tempo, ma il tempo verrà cancellato.
Martino

(1) Non ho accesso all'articolo di Le Scienze, ma se leggi l'abstract (la parte accessibile ai non abbonati) senza paraocchi vedrai che nomina il fatto che c'era un dibattito nell'ambiente scientifico del tempo, cosa naturale, normale e giusta, per ogni teoria scientifica rivoluzionaria. Non parla delle ragioni per cui il copernicanesimo era avversato dalla Chiesa, al punto di indurre l'autore al rinvio della pubblicazione dei suoi lavori per decenni.

(2) riguardo Galileo, è sorprendente che tu non sappia che le ragioni della condanna non hanno nulla a che vedere con la attendibilità o meno delle teorie di Galileo e che l'Inquisizione Romana neanche considerò di entrare nel dibattito su questo aspetto, di valutare fatti ed evidenze, limitandosi a valutare se Galileo avesse o meno titoli e permessi per TRATTARE di questi temi. Basta per esempio - e lo riporto per chi legge quello che Maffeo Barberini (Urbano VIII) disse a Nicolini, l'ambasciatore di Firenze, come risulta da una sua lettera a Cioli (segretario del Granduca": "in effetto il Papa vi ha senso, perchè tiene, non si trattando qui di Materie Matematiche, che si incorra in molti pericoli della Scrittura Sacra, della religione e della fede (Op. IX, 423).

Ripeto, giusto per evitare equivochi in chi legge: il dibattito scientifico non è MAI, dico MAI entrato a far parte del processo. Nessuno studioso serio lo ha mai sostenuto in tempi recenti. Incredibile che ci sia qualcuno che nel 2016 pensi ancora che il problema di Galileo (e di Copernico) fosse che le evidenze scientifiche non deponevano abbastanza a favore delle loro teorie, e non una mera questione di censura ed "invasione di campo" su temi che erano considerati prerogativa della Chiesa e dell'autorità del Papa.
Ho chiesto documenti e riferimenti, e arrivano affermazioni apodittiche. Bah.

Risposta lunga e articolata: tra qualche giorno, appena finito di scrivere le relazioni di fine anno per le quinte. La risposta conterrà anche un sunto de l'articolo de Le Scienze (ma non eri tu che lo veneravi, quel periodico?), abbastanza definitivo sul tema.


Risposta breve:
il dibattito scientifico non è MAI, dico MAI entrato a far parte del processo.

Giorello, noto baciapile, la pensa diversamente. Corriere della Sera, 29 novembre 2009, citato qui.
E mica solo lui. Rimando alla risposta lunga.
Tanto ho ragione io.

Anche se si ritiene che non vi sia ragione alcuna. Ma se non c'è ragione, non c'è un disegno e se non c'è un disegno non c'è il disegnatore.

Ecco la trappola logica. Si ritiene che se c'è ragione, a cascata ci dev'essere tutto il resto. Il che è indimostrabile ma se la vogliamo mettere su questo piano...

Quindi ho torto e la logica s'inverte. Anche se così facendo di ragione a chi sostiene il mio contrario, il fatto non mi turba, come non turba l'Universo o il presunto disegnatore.

E si torna al punto di partenza. Lasciamo scorrere i secoli, i millenni. L'uomo vedrà con i propri occhi. Ammesso che li abbia ancora e che sia ancora vagamente umanoide...

Un grazie a puffolottiaccident per averci ricordato che nella freccia del tempo, i poco meno di 20 miliardi di anni di ciò che conosciamo, sono nulla in confronto al tempo che ci vorrà prima che l'ultimo buco nero si spenga e che in tutto l'universo non rimarrà nulla se non un eterno buio.
Errore qui sopra: c'è un "di" al posto di un "dò".
Scusate, ma su Galileo io penso la questione sia più semplice.

La versione di Galileo e Copernico è migliore di quella precedente?

Galileo fu condannato ad abiurare le sue teorie, a promettere di "lasciare la falsa opinione che il sole sia centro del mondo e che non si muova e che la terra non sia centro del mondo e che si muova", a inginocchiarsi davanti a un gruppo di geocentristi inviperiti e a rinunciare a ulteriori studi?

La risposta è semplice, ed è "sì".

Ora, si può certo discutere del perché e del percome, di cosa chiedesse uno e di cosa dicesse l'altro, ed è anche interessante: ma la realtà è quella, ed è un evento decisamente nefasto. Ed effettivamente, chiunque lo abbia giudicato, in qualunque modo, magari era perfettamente in buona fede, ma ha compiuto lo stesso un atto profondamente ingiusto.

Ricordo quando papa Francesco si espresse su Donald Trump: "Chi costruisce muri non è cristiano". Non è che è andato lì e ha fatto le pulci al pensiero di Trump, ha semplicemente fatto notare che il concetto finale è molto semplice.

Così per Galileo: fu fatto abiurare da una teoria di funzionalità X per aderire a una teoria di funzionalità inferiore a motivo di qualche cosa scritta su un libro sacro?

Sì.

E' uguale. Perdersi nei sofismi ha poco senso, se prima non si è d'accordo sul fatto.
@Stupidocane

l'universo ha questo di simile col cervello animale: niente HD, tutto deve girare o oscillare, e non è improbabile che ci siano pure robe che esistono agli estremi di un'oscillazione ma non esistono durante l'oscillazione in quanto il lasso di tempo dell'oscillazione è 0.
quando qualcosa smette di girare o oscillare (o di esistere alternativamente in due percorsi browniani) le informazioni su cosa abbia sbiliardato girando o oscillando o esistendo alternativamente in due percorsi browniani son perdute.

Cioè, non è così facile come un ghiacciolo alla granatina, che se c'è dentro un pelo di Ursula Andress da giovane vale più soldi.

E non son neanche del tutto sicuro che qua dovevo inventarmi Brown e non Tesla o Miyamoto Musashi.

@Martinobri

Conosci la storia di Miyamoto Musashi vs. Seijuro Yoshioka?
Martino,

ma come non ti ho dato riferimenti? Ti ho trascritto una dichiarazione virgolettata di Nicolini delle parole di Maffeo Barberini, disponibile ovunque, da cui si evince chiaramente che anche per il Papa la validazione del Copernicanesimo non era il problema. Vuoi che riscrivo tutto il testo qui?

Un altro può essere, per esempio, Dan Hofstader, The Earth Moves. Oppure i documenti ufficiali del processo. O praticamente qualsiasi testo sul Processo. Giusto i cattolici più intransigenti possono pensare che il processo a Galileo fosse un processo al Copernicanesimo, e non semplicemente un processo alla libertà di fare Scienza e al metodo scientifico. Qualsiasi fonte dice la stessa cosa: la discussione alla base del processo del 1632 non era sulla Scienza, infatti non c'è stata una sola udienza o istruttoria di questo tipo, ma solo una discussione esplicitamente orientata a verificare se Galileo potesse o meno DISCUTERE quegli argomenti. Sei te che devi portare una prova del contrario, visto che più volte su questo forum hai detto che il motivo della condanna era il fatto che non c'erano prove sufficienti per accettare il Copernicanismo, cosa falsa e smentita da qualsiasi fonte, tranne forse ancora te e qualche integralista cattolico.

Parlare delle teorie copernicane per il Papa non era SBAGLIATO, ma PROIBITO. Punto. A me francamente di un estratto di un articolo sul Corriere della Sera di Giorello per dimostrare una cosa del genere mi lascia totalmente Giorello, tra l'altro, non dice solo quello, ma anche "altro"...

"Roberto Bellarmino prima, e Maffeo Barberini poi, avevano soprattutto preoccupazioni di tipo etico: temevano che Galileo turbasse le coscienze proponendo una teoria che andava contro l’interpretazione usuale della Scrittura e che non pareva (ancora) confermata dalle osservazioni." (da "L’epistemologo anarchico", di GIULIO GIORELLO).

Come dicevo la Religione ridefinisce i suoi confini solo quando non può fare altrimenti, spinta dal peso soverchiante delle evidenze scientifiche. Fino ad allora continuerà imperterrita a discettare di cosa sia giusto e cosa sbagliato su un argomento. Succede anche oggi, basta pensare alle concezioni delle religioni di tutto il mondo sull'omosessualità. Anche li la storia sta cambiando, di fronte all'impossibilità di difendere un punto di vista così retrivo. Strano per dei difensori dell'esistenza di una verità assoluta che le cose cambino nel tempo, o no?

p.s. poi mi spieghi cosa c'entra avere un'ottima opinione di un giornale e non essere sottoscrittore di un abbonamento online? Veramente mi sa di arrampicamento sugli specchi... :)
martinobri

"Il catechista parla a dei bambini, quindi ovviamente a) deve semplificare b) deve prevalere l'aspetto di accoglienza su quello di giudizio.
Prete e insegnante di religione cambiali."

Forse perché il ragiinamento di stupidocane è corretto? Rispetto ad adattamento della religiine quando messa alle strette... non è un problema mio come viene insegnata la religione o da chi... se insegni scienza a dei bambini lo fai in maniera semplifucata ma sempre scienza rimane. Tu mi stai dicendo che ai bambini dici una cosa che poi in futuro non sarà quella.
Più che altro mi sembra tutta una scusa.

"Nell'episodio dell'adultera che la volevano lapidare e lui dice di tirare la prima pietra, conclude col perdono ma dice anche "Và e non peccare più". Idem col buon ladrone, sarà in paradiso con lui il giorno stesso ma mica gli dice che ha fatto bene a rubare. E molti altri episodi."

Conclude col perdono. E io che cacchio ho detto. Che poi dica va e non peccare più cosa cambia... sempre perdono c'è.
Mi sembra un'altra scusa abbozzata.

"La scienza va bene o va male a seconda di quanto i suoi giudizi sono dimostrati. Sull'argomento non c'è nessun risultato definitivo. Nè provvisorio."

Sì, ma nel momento in cui si rinnegano le prove che smentiscono via via gli assunti della religione (leggasi anche adattamenti e arrampicamenti sugli specchi tipici della religione), allora non vale neanche prendere ciò che serve. Tutto il pacchetto o niente.
Così per Galileo: fu fatto abiurare da una teoria di funzionalità X per aderire a una teoria di funzionalità inferiore a motivo di qualche cosa scritta su un libro sacro?
Sì.


No, appunto. Nel senso che detto così non è falso ma è fortemente incompleto.
Tu e pgc pazientate qualche giorno e poi ne discutiamo.


Ti ho trascritto una dichiarazione virgolettata di Nicolini delle parole di Maffeo Barberini,

Tu nel tuo lavoro ti accontenti di dichiarazioni virgolettate (ce ne ho anch'io di segno contrario, se è per questo, e del pubblico ministero del processo, non di un esterno) o vuoi un documento con le palle?
Dici che ce ne è una miriade? Bene, guadagniamo tempo e oltre a nominarli mandami qualche link.
Se poi tralasciamo il giochetto di dire "ah, quello lì sul corriere dice il contrario ma a me non interessa" senza entrare nello specifico, evitiamo di perdere tempo.
L'abbonamento a Le Scienze era una simpatica battuta non colta.

Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Tu mi stai dicendo che ai bambini dici una cosa che poi in futuro non sarà quella.

No. Dico che, come è prassi comune, ogni argomento va modulato, sia come temi da trattare sia come lessico sia come registro comunicativo, in base all'età (e molte altre cose) dei destinatari del messaggio. Normale.


Conclude col perdono. E io che cacchio ho detto. Che poi dica va e non peccare più cosa cambia... sempre perdono c'è.

Beh, è solo il contrario di quello che avi detto. Perchè sostenevi che perdono è approvazione e non vi sono esempi del contrario nei Vangeli. C'è altro, eh. Il figliol prodigo viene riabbracciato dal padre, ma non gli dice che ha fatto bene a sperperare tutto con le prostitute. Pietro viene perdonato e anzi costituito capo della Chiesa, ma non gli dice "hai fatto bene a far finta di non conoscermi".


Sì, ma nel momento in cui si rinnegano le prove che smentiscono via via gli assunti della religione

Oddio, e quando mai sarebbe avvenuta questa cosa nell'ambito della mia religione??
Strano per dei difensori dell'esistenza di una verità assoluta che le cose cambino nel tempo, o no?

No, perchè la verita assoluta che si professa non riguarda giudizi di tipo storico ma solo la dogmatica.
Questo però è l'ABC, eh.
Ricordo quando papa Francesco si espresse su Donald Trump: "Chi costruisce muri non è cristiano". Non è che è andato lì e ha fatto le pulci al pensiero di Trump, ha semplicemente fatto notare che il concetto finale è molto semplice.

Se però vogliamo fare scienza e non dogmatica assolutistica, o anche se vogliamo far cambiare idea a qualcuno, le pulci alle argomentazioni bisogna farle. Tante e spaccando i loro peli in quattro.
La semplificazione che sembri invocare è sbagliata. Tanto più quando si parla di quadri concettuali tanto lontani da quelli del nostro secolo, che vanno ricostruiti per bene per non correre il rischio di dare giudizi con il senno di poi. Di molto poi, in questo caso.
SirEdwards: "scusate, ma su Galileo io penso la questione sia più semplice."

No, perché la scusa che tutto sommato ai tempi non si poteva dire che Copernico avesse ragione, è stata usata per "annaccquare" la condanna del comportamento della Chiesa Cattolica. Quando il processo invece era fondato su presupposti completamente diverse da quelli di una disputa scientifica.

E' per questo che mi viene il voltastomaco ad ascoltare ripetuti tentativi di disinformare come questi. Perché credo sia impensabile che ancora nel 2016 ci sia qualcuno che usa scuse del genere per dispensare lezioni su come la Chiesa non avesse del tutto torto. Capisco che nel '600 non si potesse avere la sensibilità di oggi. Ma nel XXI secolo la si ha e quindi basta: la Chiesa ha sbagliato. SENZA SE E SENZA MA. E se sbaglia la Chiesa vuol dire che i suoi fondamenti sono sbagliati. E come astronomo mi viene veramente da vomitare a sentire storei come queste. Altro che i complottisti dell'11 settembre. Quelli non hanno avuto 400 anni per comprendere.

Quell'uomo, uno dei più grandi scienziati mai esistiti, è stato deportato, lo ricordo, a 69 anni, quando era già di salute malferma. Costretto ad attraversare aree invase dalla Peste e rischiando di lasciarci la pelle. E c'è ancora chi tenta di dimostrare che in realtà la Chiesa aveva letto i testi scientifici e deciso che tutto sommato Copernico aveva torto basandosi su evidenze fattuali? Ma per favore...
prima che qualcuno cominci ad attaccarsi ai "typo", lo so che "annacquare" si scrive con una c sola, grazie. :)
Quell'uomo, uno dei più grandi scienziati mai esistiti, è stato deportato, lo ricordo, a 69 anni, quando era già di salute malferma. Costretto ad attraversare aree invase dalla Peste e rischiando di lasciarci la pelle. E c'è ancora chi tenta di dimostrare che in realtà la Chiesa aveva letto i testi scientifici e deciso che tutto sommato Copernico aveva torto basandosi su evidenze fattuali?

Senza voler entrare nel merito della questione, che rimando, ammetterai che questo tuo ragionamento è alquanto singolare. Messa così la cosa, sembra che tra la prima cosa e la seconda ci sia un nesso causale: sembrerebbe che il fatto che Galileo sia stato deportato ecc. DIMOSTRA che la Chiesa non avrebbe seguito un metodo corretto ecc.
Mi permetto di suggerire: meno emozione e più dimostrazione.

Per il resto, il rilievo è lo stesso di prima: d'accordo tutto, ma le fonti?
io direi invece: meno fede e più dimostrazione. Di fonti te ne ho date 3 nei post precedenti. Tutte facilmente verificabili.
Chiudo qui. Tanto con chi crede ciecamente in una religione è come la barzelletta di quello che va a comprare la tavoletta del cesso dal ferramenta...
Di fonti te ne ho date 3 nei post precedenti. Tutte facilmente verificabili.

Ehm... una citazione virgolettata, poi "Dan Hofstader, The Earth Moves. Oppure i documenti ufficiali del processo. O praticamente qualsiasi testo sul Processo"
I documenti ufficiali del processo ce li ho anch'io. L'ultima cosa converrai che è piuttosto vaga come indicazione. Avrei gradito qualcosa di più verificabile.
Prometto che quando ti rispondo io i link li metto. :-)

Sul primo faccio il tuo stesso gioco che hai fatto sull'articolo che ti ho proposto (oh, prendila sul ridere, eh): non lo compro e leggo solo l'abstract.
"Galileo was then sixty-nine years old and the most venerated scientist in Italy. Although subscribing to an anti-literalist view of the Bible, as per Saint Augustine, Galileo considered himself a believing Catholic"
(hai capito, anche sant'Agostino non leggeva la Bibbia alla lettera*... ma pensa, un dottore della Chiesa... chissà quante pigne ci avevano in testa quelli del processo per non saperlo)

"Playing to his own strengths―a deep knowledge of Italy, a longstanding interest in Renaissance and Baroque lore―Dan Hofstadter explains this apparent paradox and limns this historic moment in the widest cultural context"
"APPARENTE paradosso"? Ohibò, questo Hofstadter dice apparente? Ma se era tutto così chiaro!



*(De Genesi ad litteram, 2, 9, 20)
martinobri

Appunto... finisce tutto col perdono... che senso ha che l'autore del messaggio a cui mi riferivo si stupisse di blasfemia e superstizione dei metodi della dottoressa? Tanto poi la perdona... da qui non ha senso riferirsi alla scienza quando comoda, come ha fatto l'autore: se sei religioso cadi nell'ipocrisia affidandoti alla scienza quando serve e rigettandone la posizione nei confronti di dio.
@Martinobri

non che tu (O qualunque cattolico incluso il Papa) debba rispondere a questa domanda, maaaaaa... il Papa corrente Francesco #1 che cavolo vuole dai non cattolici?

Perchè si parla sempre di cos'è che dovrebbero fare o non fare gli altri?
@martinobri

No, appunto. Nel senso che detto così non è falso ma è fortemente incompleto.

Dipende dal livello al quale vuoi approfondire. E' la condanna stessa a essere una mostruosità. Se una spiegazione più efficiente viene scartata in favore di una meno efficiente, qualcosa non va.

I motivi sono i più vari, in buona o cattiva fede, ma il motivo principale è che ci si è innamorati troppo della teoria precedente, per una serie di ragioni, tanto che non si riesce ad abbandonarla o che abbandonarla significa mettere in crisi altri elementi. Eppure è questo che si deve fare. Perché la realtà lo grida.

Se ci si ritrova a dare più peso a ciò che c'è scritto in un libro rispetto a ciò che si ottiene studiando la realtà, si può solo finire male.

Anche perché, dallo stesso punto di vista cristiano il creato è opera di Dio. Se Dio l'ha creato così, avrà avuto i suoi motivi. E se la spiegazione eliocentrica funziona meglio, vuol dire che Dio l'ha creata in modo che funzionasse meglio così.

Ignorare la realtà significa ignorare l'opera di Dio in azione e anteporle la parola degli uomini, ed è un atto di estrema arroganza, i cui frutti sono puniti da Dio stesso con la fatica della confusione, della limitatezza, della complicazione non necessaria.

La vita è ironica. E l'ironia della vita è Dio che ci dice di essere umili, facendoci vedere quanto siamo piccoli e ridicoli.

La condanna di Galileo è un atto di arroganza contro Dio, se voglio rimanere nell'ambito del cattolicesimo; un atto di ridicola arroganza contro la realtà se invece voglio aderire a una visione atea.

E' il motivo è solo uno: i fatti danno ragione a Galileo.

---

Per metterla in parole moderne: magari la chiesa del tempo è come la Toyota, che ha montato per errore air-bag difettosi e li ha dovuti sostituire. O magari è come la VW, che ha montato apposta dei sistemi per ingannare i test di emissione, e dovrà riparare alla frode. ma in ogni caso, una cosa è certa; hanno sbagliato in maniera clamorosa.
Non conosco il personaggio dell'articolo quindi non mi permetto di dire nulla. A me è piaciuto molto il tono moderato utilizzato nell'articolo in cui si invita a fare attenzione e valutare, e non a giudicare, censurare, denigrare a prescindere secondo le proprie e personali conoscenze. Cosa che purtroppo non viene seguita nei commenti. Più dei ciarlatani mi stupiscono i commentatori di blog!
Esatto puffolotti.
Poi ho un'altra domanda.

Com'è che i migliori cristiani che vedo intorno a me e nei libri di storia... Non sono cristiani ?

Forse Erwin Rommel lo era, ma il Re Rama IV era buddhista, Cioè, perchè per mostrare ai bambini cristiani come dovrebbe essere un buon cristiano nei vari campi dell'esistenza... Come si lavora, come si aiuta i meno fortunati, come si studia, cosa fare con un sacco di soldi, come si tira fuori i sopravvissuti di una catastrofe da sotto le macerie, e anche come si uccide e come si perdonano i lupi bipedi.

Fatemi Papa B-17 per 5 minuti perchè se fossi cattolico avrei due cosucce da dire ai cattolici.

"Bambini, per essere dei bravi cristiani dovreste prendere ad esempio quell'ebreo, quel buddhista, quel bestemmiatore, anche un paio di satanisti si distinguono sopra i cristiani, per compassione... e noialtri ci nascondiamo dietro la scusa che nel complesso anche la nostra stessa sopravvivenza in una società dove puoi farti portare la pappa pronta, calda e fumante a cas, girare una manopola e avere la temperatura che desideri, dove puoi percorrere distanze che ad un cavallo richiedono giorni in poche ore, se non minuti.

Gli agnostici, che superiamo almeno per presenza carceraria, vivono vite dignitose grazie alla modestia, alla morigeratezza e all'impegno che predichiamo ad ogni momento, e quando cerchiamo di attribuire loro malvagità l'unica cosa di male che possiamo dire di queste persone è che non sono iscritte al club, ma tanto ci basta per denigrare i risultati che han conseguito seguendo le regole del nostro libro.

l'unico appiglo che abbiamo per non ammettere questa verità è assicurarci che nessun bambino cresca potendo dire: "non mi han fatto mai parlare con un sacerdote" e alla fine cos'è il nostro culto, basato su una persona ampiamente rispettata e presa ad esempio anche dagli agnostici?

Se dovessi spiegare la religione cattolica ad un alieno di un'altra galassia la metterei giù così:

Il cattolico al sabato compie un rito di purificazione, in cui spiega al sacerdote che il testo di riferimento è troppo dimandante per lui, il prete gli dice: eh bè, hai ragione, il nostro manuale è praticamente impossibile da seguire, e alla domenica segue un rito in cui si piglia per il culo chi segue il manuale dal titolo all'epilogo magari senza neanche averne sentito parlare, lo si chiama malvagio perchè il suo essere integro ed onesto ci costringe ad affrontare le conseguenze del fatto che noi integri ed onesti nel complesso non lo siamo.
Li chiamiamo egoisti, ma dobbiamo arrampicarci sugli specchi per non ammettere che quello che pretendiamo da essi è che si assumano il fardello per le conseguenze delle nostre decisioni. Il chè è una cosa che sappiamo tanto bene quanto loro.

Tutto quello che c'è di male avviene per una ragione, nel nostro caso è patetico quanto spesso questa ragione sta nel fatto che prendiamo decisioni stupide fraintendendo il concetto di divina provvidenza, che nessuno di noi ha mai visto in azione, fra l'altro.

Perchè non prendiamo una buona volta il donatissimo Vangelo e non proviamo a seguire quello che dice? Questo dovrebbe essere il significato esatto dell'espressione "Praticare una religione". "

Restituisco lo scettro al legittimo proprietario Francesco first.
Bhè guardiamo gli aspetti positivi della faccenda :
Meglio avere delle "medagliette della Madonna in vagina" piuttosto che restare senza il rene sano.
Se ci si ritrova a dare più peso a ciò che c'è scritto in un libro rispetto a ciò che si ottiene studiando la realtà, si può solo finire male.

Giusto. Infatti non è andata proprio così.

il motivo è solo uno: i fatti danno ragione a Galileo.

Non nel 1633. Aspetta qualche giorno, che diamine!
@Puffolotti: rispondo al tuo primo commento perchè quello si capisce. A condizione che non si apra adesso un altro fronte di discussione, perchè non ho più vent'anni e a tenere aperti due fronti non ce l'ha fatta neanche l'esercito più efficiente della storia.

il Papa corrente Francesco #1 che cavolo vuole dai non cattolici?
Perchè si parla sempre di cos'è che dovrebbero fare o non fare gli altri?


Di annunciare a tutti che Cristo è la risposta al problema umano, o perlomeno questa è la nostra ipotesi, è scritto nel Vangelo. Per cui va fatto per forza. Da questo fatto discendono a volte anche delle indicazioni di comportamento. Di solito i mass media tagliano via gli antecedenti, più importanti, e si soffermano sugli aspetti di indicazione etico-morale, che fanno più audience. Ma i Papi di solito partono sempre dalle cause.
Le indicazioni di comportamento sono dette pubblicamente così chi le vuole sentire le sente. E' per fortuna finito il tempo in cui tali indicazioni erano vincolanti per la società, anche solo per una parte.

Prevedo l'obiezione: ma allora l'intervento pubblico che Papa e vescovi fanno per modificare le leggi come vogliono loro?
Beh, come qualunque cittadino o gruppo di cittadini, dicono come secondo loro deve essere ordinata la società. Poi la maggioranza sceglierà (o direttamente o tramite parlamento), come si deve fare in questo imperfetto sistema che chiamiamo democrazia.
@Martinobri

Credo che il commento #92 vada riformulato.

La fisica è sempre la stessa da quando esiste il tempo.

La realtà non è mai stata stabilita dal consenso popolare.
In quale modo i non cattolici sarebbero la causa dei problemi?

Cioè, se uno, cattolico o meno, si sputtana i soldi e l'impiegabilità perchè... "La carne è debole" mi spieghi in che modo essendo stato previdente, avendo fatto la legna, i formaggi e i salami mentre lui rincorreva lucciole avrebbe causato i suoi problemi?

Poi il pisquano dell'esempio canna un colloquio di lavoro, o un periodo di prova, oppure viene messo sott'olio e si vede superare da tutti, perchè non è integrato, non perchè si cerca di perseguitare la sua categoria, ma perchè non svolge bene il suo lavoro.

E non lo svolge bene perchè non c'è modo di insegnargli una procedura reale. Sembra quasi che prenda le istruzioni operative come un atto di nonnismo.

Forse non sei esperto di lavandini e cessi, e vabbè, ma quando 'sto morto di freddo va dal prete, non pensi che il prete dovrebbe dirgli: "3 "inarinikawatteitadakimassssss", che fan sempre bene (il tuo prete non sa perchè ma tu si), e 10'000 "non son degno di te e anche Satana vorrebbe sbolognarmi perchè faccio troppo schifo, ma fra i vivi voglio essere ricordato come uno che alla fine ci ha provato" perchè hai svuotato una lavastoviglie senza il filtro" ??

Dico perchè 'sti qua cannano nella vita nello stesso modo in cui cannano colla lavastoviglie (o il muletto, o il computer) perchè qualcuno gli ha messo in testa che...

essere persuasi di conoscere la verità

va altrettanto bene che

conoscere la verità.

E mentre qua ci divertiamo a tirarci aerei di carta con su scritto "critino" in letizia ed amicizia, ridendo e scherzando...
Quando mi alzo dal mio desco e mi trasformo nello sbranabimbi rosso, se trovo un'oliva nell'albero rotore della lavastoviglie, un cristiano vola nelle fauci dell'orso bianco senza passare dal dialogo socratico.

E ti dico: " Una macchina omnivalente da 3M$, che la Honda e la Boston dynamics si sognano di farne una uguale, la hai rovinata come questa macchina ha rovinato la lavastoviglie, con la differenza che la lavastoviglie posso ripararla con una decina di euri di spesa. "

credeva di far bene? credeva sbagliato, sono i risultati della sua cattiva decisione a dimostrarlo.

Affronto un simile personaggio con l'oliva in mano, che ho estratto dal rotore, è il momento giusto di ammettere che togliere il filtro perchè "tanto se qualcosa di grosso va vicino allo scarico lo vedo e lo afferro in tempo " e da la colpa ai gremlins...

Nella mia domanda

"il Papa corrente Francesco #1 che cavolo vuole dai non cattolici? "

Non sto parlando di Gesù, sto parlando di filosofia del lavoro.

Perchè (stando dentro alla metafora) viene da me a dire di non sbattere la sua pecoralla sulla strada, che ci ha l'affitto da pagare, che ha un mare di figli illegittimi, che questa era la sua ultima possibilità... che son io quello cattivo?

Perchè non dice alle sue pecorelle di lavorare e vivere come si deve? Questa è la vera causa dei problemi.

Questo è quello che intendo quando chiedo perchè va a tirare le maniche fuori dal suo legittimo ovile.
Puffolotti,
penso che lo strano tizio col cappello bianco abbia tutto il diritto di dire quello che vuole a chi gli pare, naturalmente finché si attiene le leggi vigenti sulla libertà di espressione (il che di solito avviene). Non mi interessa e non mi lascio distrarre da quelli che sono invece i punti fondamentali che, lo ripeto sembrando certamente un disco rotto :), per me sono i seguenti:
(1) battersi affinché le comunità religiose si finanzino con i PROPRI fondi, non con quelli di tutti i cittadini. Questo riguarda non solo l'Italia, ma anche paesi come quelli dove ho vissuto, eccettuata forse l'Australia che era la cosa più vicina ad un paese laico dove abbia vissuto.
(2) battersi contro l'insegnamento confessionali nelle scuole di ogni ordine e grado (incluse quindi quelle private)
(3) battersi contro il diritto all'indottrinamento dei minori.

La fisica è sempre la stessa da quando esiste il tempo.

Oh, no. Prima dell'era di Planck no.
MI correggo: prima di UN TEMPO di Planck no.
... di non sbattere la sua pecoralla...

Tipico animale centrifugo...
@SirEdward
Ho vinto il premio Epimenide?

Mi sa che hai barato :-)

Hai cambiato i termini della questione (novello capitano Kirk?) :-)

"martinobri sbaglia..." e "pgc ha ragione" sono equivalenti alle frasi scritte sulle due facciate di un ipotetico cartello
lato A:"Quello che è scritto sul retro è vero"
lato B:"Quello che è scritto sul retro è falso"

Se A è falso allora A= "Quello che è scritto sul retro è falso"
Se B è falso allora B= ""Quello che è scritto sul retro è vero"

E siamo al punto di prima

Allo stesso modo, "Martinobri sbaglia su tutto tranne la questione teologico-linguistica" = falso = "Martinobri azzecca tutto"
e "pgc ha ragione" = falso = "pgc ha torto"

O sbaglio?
il Papa corrente Francesco #1 che cavolo vuole dai non cattolici?
Perchè si parla sempre di cos'è che dovrebbero fare o non fare gli altri?


Perchè non si è mai visto un sostenitore o un ministro della fede cattolica che va a spiegare come si "usa" la religione ad uno che già si professa credente.
Non gli serve farlo, perchè il tizio è già dalla sua parte; poco importa se poi questa persona si dichiara "credente non praticante" oppure dice "io credo, ma a modo mio". Non importa far capire alle pie donne che non si va in pellegrinaggio a Lourdes per chiedere di guarire da un tumore, nè si deve accendere il cero in chiesa chiedendo in cambio che il figlio riesca finalmente a trovare lavoro. Non importa ribadire che il culto delle reliquie equivale all'idolatria. Non importa ribadire che è estremamente sminuente credere che Dio faccia apparire l'effige di suo figlio in una chiazza su un muro o che la madonna si possa manifestare attraverso statue piangenti. E non importa nemmeno ribadire che la Bibbia non è un testo storico nè naturalistico, soprattutto quando qualcuno ne cita ad minchiam alcuni passaggi per tentare di spiegare, ad esempio, che l'omosessualità è un abominio della natura o che è c'è qualcosa di sbagliato nel concepire figli al di fuori del matrimonio.

A loro importa solo fare numero, perchè la forza (e quindi l'influenza) di un religione si fonda esclusivamente sul numero dei suoi "iscritti" anzichè sulla coerenza e il rispetto delle regole da parte dei suddetti. E in un periodo di magra come questo, in cui sempre più gente si allontana dalla fede cattolica, smette di sposarsi, smette di far battezzare i figli e decide di esonerarli dall'ora di religione, tutto fa brodo. Pertanto conviene molto di più tenersi il "credente fai da te", perdonandogli tutte le sue innumerevoli scappatelle dal regolamento della sua fede, anzichè renderlo un fedele al 100%.
Di conseguenza verranno a menare il torrone a TE che hai scelto di non crederci o che, a parere loro, non hai compreso il significato dei testi sacri o il messaggio che riportano, tentando di convincerti che sei nel torto e che le tue argomentazioni sono sbagliate.

E' come se una persona andasse a predicare l'uso corretto di Facebook, ma anzichè spiegarlo agli iscritti, che potrebbero utilizzarlo in maniera dannosa per sè e per gli altri, va a spiegarlo ad uno che non ha alcuna intenzione di utilizzarlo o che ha deciso di cancellarsi.
@pgc

Pigliavo il punto due, comunque siamo d'accordo, il [Papa] ha il diritto di dire quello che vuole entro limiti che comunque, a quanto ne so nè lui nè i due precedenti han mai superato.

Non stavo dicendo che non dovrebbe averne il diritto, sto dicendo che l'atteggiamento è deleterio, e che lo so perchè sta parlando della mia lavastoviglie o del tuo telescopio.

Sta parlando di qualcosa che è saldamente nelle nostre mani, e io dico, candidamente: "non son nè profeta nè figlio di nume, ma siccome sta parlando della lavastoviglie di puffolotti e si da il caso che io sia puffolotti, son qualificato a dirvi che non andrà come dice lui. Potete tranquillamente credere a gnomi e fatine, ma su questo argomento, la mia opinione andrebbe chiesta a me."

Cioè, non c'è solo la mia lavastoviglie al mondo, ma c'è tutto un intricato sistema di macchinari, sistemi, metodi ed interconnessioni al quale il papa si rivolge, senza notare che l'agnostico se ne frega... Anzi, il problema sta lì, che non mi dà fastidio, direi persino che mi diverte, come quegli altri che mi dicono che l'Italia va in malora perchè consegno pizze in Germania invece di inventare fegati artificiali a Bologna... Può andare avanti per altri 26 anni, pure rincarare la dose, senza alzarmi il citrullo di un secondo di grado.

Tuttavia, quando il cristiano, lo juventino, il pastafariano, il confratello non-cultore di Drehrt deve relazionarsi con il favoloso mondo di Efesto, poco importa se Efesto è segretamente il galoppino di Gesù, nè io nè te siam capaci di tollerare l'atteggiamento: "Io credo di aver fatto bene, la tua diagnosi sul guasto/anomalia verificatosi alla mia postazione è di certo errata, perchè se fosse corretta dovrei ammettere che quello in cui credo è errato" la semplifichiamo in: "Non posso essere stato io, perchè le mie intenzioni erano buone." che è, se il [Papa] si degnasse di dialogare, il reale motivo per cui abbiamo attriti.

Che so, uno dà del prezzemolo ad un pappagallo, il pappagallo crepa, il veterinario gli strilla in faccia: "Cretino! (con la "E", nota bene) hai ammazzato il pappagallo!" e questo risponde :"è impossibile che sia stato il prezzemolo ad ammazzarlo, io volevo fargli un piacere, mi rifiuto di credere che il mio intervento possa essere deleterio."

Ok, vedo bene da dove arrivi, ma per me il problema viene dopo. Quando diciamo: "OK, inutile discutere con un disco incantato, teniamo i pappagalli lontani da 'sti critini"
Adesso vengono vicino e dicono: "ci sono morti i pappagalli per motivi che non riusciamo a comprendere, il nostro Dio vi ha dato un sacco di pappagalli, è vostro preciso dovere condividerli."

Qua è dove comincia il problema.
@pgc

Il punto 3 manda in errore il mio cervello.

Il senso della mia battuta al commento 42 è che se uno non ha abbastanza cervello da capire che infilare le dita nella tramoggia di un tritacarne non è una buona idea, l'idea di qualcuno X che gli dice che c'è dentro il Diaaaaavolo potrebbe essere un buon cerotto.

Poi questo qualcuno dovrebbe anche dir loro: "Non ti stupiscano i loro beni e i loro figli, con questo Ciutàs vuole punirli affinchè muoiano nella miscredenza" A quel punto si può tornare a parlare di pappagalli.

Per la serie, se avessi idea di come si può superare la contraddizione del tuo punto 3 ti direi che fin dove son capace di capirlo son d'accordo con te.
Replicante Cattivo. Thumbs up.

pgc & puffolotti. Go ahead please.

sul fatto che la fisica sia o meno la stessa, dipende da cosa si intende per "fisica". Se per "leggi della fisica" si intendono quelle che governano il nostro universo LOCALE ed ATTUALE, ok. Ma se si intende le leggi che governano QUALSIASI UNIVERSO ESISTENTE ED ESISTITO è chiaro che per definizione le leggi della fisica sono sempre le stesse, solo che noi non le abbiamo ancora comprese appieno. E' quindi una questione di definizione, più che di sostanza.

Ricordo inoltre che oggi è abbastanza dominante l'idea che debbano esistere necessariamente diversi livelli di universi paralleli. Alcuni di questi con LEGGI uguali, ma COSTANTI fisiche diverse, al punto che i Fisici che ritengono che si possa arrivare a descrivere cose come, per esempio, il rapporto eltra massa dell'elettrone e massa del protone attraverso poche costanti fisiche fondamentali, sono diventati una minoranza (quando ero studente di fisica erano la stragrande maggioranza). Altre "classi" di universi paralleli hanno invece non solo costanti fisiche diverse, ma LEGGI diverse da quelle che valgono qui e adesso.

Per essere chiari, l'esistenza di universi paralleli non è frutto di speculazioni filosofiche ma conseguenza inevitabile delle teorie fisiche correnti. Cioè: o la comprensione corrente della fisica è in qualche modo errata, o te becchi i multiversi. E a diversi livelli. Prendere o lasciare.
@Replicante cattivo

Fin lì ci arrivo, e posso anche sintonizzare la mia autoradio su "Radiocattolica" specialmente se c'è un PJ fichissimo che parla come "il padrino"
As persona, Francesco Saikyo (gioco di parole fra "primo di una serie" e "vincitore di una gara di velocità") è un giovanotto fichissimo, quella che non glie la ha data è proprio scema.

A parte che personalmente sto nel club "chi è nato con disfunzioni, chi è stato colpito dalla folgore di Zeus (Sclerosi, morbo di parkinson-white) o chi ha subito amputazioni in incidenti o infortunii ha la precedenza su chi si suppone integro (Z.B. sdrogaciadi und ragazze madri) non dico che questi ultimi non vadano aiutati, ma mi rifiuto di lasciare i primi all'orso bianco per far bella figura coi secondi"

Tuttavia la vita non è così facile come G.Verga vuol farci credere.

Mi affiancano un vecchietto con l'artrosi... nel tempo che cima una candela preparo 4 set di posate, guarda il caso, un tavolo richiede 1 candela e 4 set di posate, e così il lavoro scorre, Efesto dice: "1 tavolo, 1 euro. 50 centesimi a puffolotti 50 centesimi al vecchietto"

Allora, eccoci qua col modulo NC 13 (farabutti) ed il modulo NC 27 (invalidi) Questa non è una lettera aperta al Papa, è una domanda che faccio al [cattolico] fra parentesi quadre. Dopo che ho sentito la preghiera che il Papa rivolge a me, quando nella mia ignoranza extra-confessionale mi aspettavo che chiedesse a Gesù di venire da me per conto suo... mentre il modulo 503 (di flusso) mi dice che dovrebbe essere il Papa a comunicarmi le richieste di Gesù (Z.B. tonache e cappelli a punta, e se dò peso alle cattiverie, ville megagalattiche) Vabbè, hanno un'altro metodo, l'importante è che la richiesta arrivi.

Ho sentito quello che mi chiede il Papa ed in una certa misura posso accontentarlo.

levo [cattolici] dalla lista del modulo 13 e li inserisco nel modulo 27

Prima di farlo ci penso su e chiedo al [cattolico]:

"Credo che, allo scopo di integrarti nel mio dominio, il tuo rappresentante mi abbia chiesto di toglierti dalla lista dei farabutti e metterti nella lista degli handicappati. I soldi per farlo ci sono, non essere timido quello è l'ultimo problema, e quando qualcosa sta nella giusta lista, un posto adeguato alle capacità glie lo troviamo, ma siccome questa è una questione di dignità individuale mi pare corretto aggirare il tuo rappresentante e chiederti quale è il tuo desiderio a riguardo."

Poi se si indignano non posso che dire loro: "vi pre-giudico in base al vostro rappresentante sindacale. Se chiedete di poter portare 3 sacchi alla volta siete dei fichi, se chiedete che qualche gaji divida i sacchi perchè non riuscite ad alzarne uno, siete degli sfigati."
@pgc
"sul fatto che la fisica sia o meno la stessa"

Intendo dire i fenomeni, non le formule per stabilirli e prevedere gli esiti.

Anche quando non sapevamo che la velocità è un indice, e non lo sapevamo perchè nessun cavallo o cammello o struzzo può arrivare a più di 0.00000008 oppure (0.000008%), la velocità era un indice.
"Ricordo quando papa Francesco si espresse su Donald Trump: "Chi costruisce muri non è cristiano". Non è che è andato lì e ha fatto le pulci al pensiero di Trump, ha semplicemente fatto notare che il concetto finale è molto semplice."

E qualcuno ha subito fatto notare che il Vaticano è protetto e circondato da solide mura.
pgc,

Cioè: o la comprensione corrente della fisica è in qualche modo errata, o te becchi i multiversi. E a diversi livelli. Prendere o lasciare.

Uhm... e se invece la comprensione odierna della fisica fosse invece "solo" incompleta?

Sottintendendo con quel "solo" un termine che si avvicina invece molto a "enormemente".
Per inciso, una specie di Teoria del Tutto coerente che riesca ad incastrare il micro ed il macro in un unico, benché complesso, sistema di riferimento.
@Stupidocane

è la questione del formaggio bulgaro.

stabilire se il focus di un oggetto sta nell'universo locale o in un universo immaginario, parallelo, oscuro, o divisibile per 0... è una questione di nomenclatura...

Se puoi buttarne la controparte nel serbatoio di una macchina automobile allora è locale, sia che l'auto arrivi fino a kathmandù, sia che si ingrippi divenendo inamovibile. Se sbiliarda robe locali è un'istanza, se non sbiliarda un tubo, o non è locale, oppure non esiste.
@Stupidocane

Questo per gli universi che condividono lo spazio fisico col locale intersecando qualche sporadica biliardata a bassa velocità... come dice altri... "un po' tipo lavare i piatti: se non agiti quella #@]£$ di spugna come se stessi guardando un film di concettO, finirai per sporcare i piatti invece di lavarli."
@ pgc (... cioè pdg per Stupidocane)
[quote]
Per essere chiari, l'esistenza di universi paralleli non è frutto di speculazioni filosofiche ma conseguenza inevitabile delle teorie fisiche correnti. Cioè: o la comprensione corrente della fisica è in qualche modo errata, o te becchi i multiversi. E a diversi livelli. Prendere o lasciare.
[quote]
prendo!... e con una certo compiacimento, anche.
circa la nostra capacità di comprendere necessariamente "tutto" (che è anch'esso un concetto umano), sono scettico. ma ciò non di meno continuo, per quanto posso, ad essere curioso.
puffolotti,
come fai a distinguere tra fenomeni e formule usate per descriverli?
@Pgc

Un fenomeno restituisce energia sotto forma di suono o calore nel proprio sistema, una formula restituisce energia in forma di calore in un sistema alieno a sè stessa.
Sbronzo di Riace
ma siamo sicuri che sia stata radiata?

Non siamo sicuri, perché non sappiamo se abbia presentato o no ricorso alla Commissione centrale per gli esercenti le professioni sanitarie (CCEPS).
Facendo seguito a quanto detto da g_the_b, sono abbastanza sicuro che la mente umana (o qualsiasi altra mente biologica possibile in questo Universo) per quanto possa evolvere, non sarà mai in grado di sapere tutto su tutto ciò che è Il Tutto.

Per un motivo prettamente quantitativo: Il Tutto è troppo vasto per essere "tradotto" in formule matematico/fisiche. L'unica entità in grado di comprendere Il Tutto è Il Tutto stesso.

Immaginiamo di metterci di buzzo buono e cominciare a costruire davvero il Supercomputer che sappia rispondere alla domanda fondamentale sulla vita,l'Universo e tutto quanto.

Ebbene, quel computer che dovrebbe contenere l'intero Universo per poter dare la risposta, ci accorgeremmo presto che dovrebbe necessariamente essere grande quanto l'Universo stesso.

Il che credo ci dia la misura delle approssimazioni cui siamo costretti dalla limitatezza delle nostre menti.

Arriveremo ad un'anteprima del tutto coerente? Io penso di no. Proprio perché non abbiamo la... "potenza di calcolo" che ha l'oggetto che stiamo cercando di calcolare.
Anteprima del tutto???? Intendevo teoria del tutto...
@Replicante Cattivo:
A loro importa solo fare numero, perchè la forza (e quindi l'influenza) di un religione si fonda esclusivamente sul numero dei suoi "iscritti" anzichè sulla coerenza e il rispetto delle regole da parte dei suddetti.

Un po' come per la maggior parte degli altri gruppi politici. E, come hai già osservato, come per Facebook.
Ma probabilmente ciò non vale per tutte le religioni, né per tutti i gruppi sociali e politici. Solo per quelli "di massa".

@SirEdward:
il motivo è solo uno: i fatti danno ragione a Galileo.

I "fatti" danno ragione a Bob Marley.
@pgc

Il problema sta nella politica secolare.
Quando il popolo chiede robe che sono in contrasto coi principi della termodinamica, nessuno spiega loro le conseguenze.
In realtà non ci sarebbe nessun problema a pagare il ribaltatore di hamburger 100€/h ma se ribalta 10 hamburgers in un'ora, poi quegli hamburgers andranno venduti ad oltre 30 euri, e il ribaltatore di hamburgers sta peggio di prima.

Se si vuole vederlo succedere in fretta, il chè probabilmente non sarebbe una buona idea per altri motivi, il modo migliore è dire loud and clear: "se punti rosso ed esce nero o viceversa, son solo che citrulli tuoi."

il papa GRIDA ai cattolici che devon figliare, e al contempo sussurra loro che devono preparare il nido... poi viene da noi agnostici a dire che dobbiamo togliergli le pagnotte dal forno, con le nostre risorse... E questo DOPO essersi inzefagnato i soldi del contribuente.

A quel punto posso dire: ma io ho già dato quei soldi, scusa, te non sei quello che se una rimane incinta di un King Mustermann la mette in una stanza e fa di Prinz Mustermann un leone umano tipo i fratelli wright?!?!?!?!

Cioè, io credevo che i preti venissero pagati per quello, e non solo per l'oretta alla domenica in cui mi dicono che Re Davide era dotato come un mulo e spruzzava come un cavallo.
l'esistenza di universi paralleli non è frutto di speculazioni filosofiche ma conseguenza inevitabile delle teorie fisiche correnti.

Chiedo cortesemente qualche consiglio di letture ad usum delphini (possibilmente in italiano) per saperne di più.

Ammesso che l'usum delphini sia possibile su tematiche così specifiche. A volte la semplificazione eccessiva porta a giudizi errati... :-)
La frecciatina era per l'amico SirEdward, eh :-)
@Martinobri

Ze tutto molto semplice: finchè ci hai lo spin, l'orso bianco, il drago verde, il giaguaro rosso sono immaginari... quando perdi lo spin diventano gradatamente reali.
uhm, ad usum delphini...

"Abbiamo perso una ruota perchè infiniti bulloni degli infiniti*4 bulloni richiesti erano infinitamente laschi, ma chissenefrega, tanto infinite ruote sono installate nello stesso mozzo, metà delle quali sono installate correttamente, e dell'altra metà, solo una metà si staccheranno, e in ogni caso dividere per quattro è come dividere per epsilon, perchè dividendo le ruote che si staccheranno si ottiene il numero di quelle che non son mai state installate su quel mozzo, metà delle quali non sono state installate perchè non sono affatto ruote. ed in realtà metà delle ruote installate non sono ruote, adesso che mi ci fai pensare. delle metà di cose che non son ruote e che sono installate, metà son carote, di cui metà commestibili, metà non commestibili, un'altra metà son piatti di elio congelato, cortesia delle dimensioni normali in cui l'elio un puzza. Cioè, in metà di esse. nell'altra metà puzza moltissimo o non puzza o puzza così così, (nella terza di infinite metà.)"

La controparte di tutto 'sto casino nel nostro puzzolente pluriverso, di cui questo è un sistema solare considerevolmente puzzolente è il protone... o l'anti protone, dove han avuto culo e vedono il dao con gli occhi.
Martino,

prova questo: https://www.amazon.it/LUniverso-matematico-ricerca-natura-ultima-ebook/dp/B00OP4HT56?ie=UTF8&keywords=tegmark&qid=1462307552&ref_=sr_1_1&sr=8-1. Sono sicuro che ti piacerà.
@ psg

del libro di Tegmark ho letto l'abstract che è presente su amazon.
sembra interessante, ma non avendolo letto tutto non posso giudicarlo nel suo insieme.
concordo sul fatto che avere la capacità di concepire e gestire concetti "matematici" sia un bel colpo di Q per noi "umani" e mi chiedo se questo sia insito nel fatto che di questo universo anche noi facciamo parte (e quindi "per appartenenza" siamo dotati di mezzi intellettuali per comprenderlo meglio) o se in effetti sia solo quello che, sempre al meglio, siamo in grado ad oggi (e forse per sempre, come specie animale) di gestire per ottenere almeno indicazioni sufficientemente approssimate da ipotesi altrettanto approssimativamente poste ("Leggi" fisiche e misure, per intenderci).
resto comunque profondamente scettico, per non dire certo, della necessaria limitatezza delle nostre possibilità di scandaglio. tempo e "quantità di materiale" a disposizione ci limitano inevitabilmente.

non sono un positivista insomma, se non si fosse capito :)
@pgc: grazie.
secondo me la procedura di radiazione è ancora in corso

@Martinobri

Vedi, hai presente: "Gettate nel mezzo questo vile meccanico" (A.Manzoni)

Quando hai gettato nel mezzo un vile meccanico, ci sei riuscito perchè tu eri ancora più meccanico di lui e questo è il motivo per cui non ha potuto impedirti di buttarlo nel mezzo.
Mettere un cerotto in bocca sigillante ......pazza furiosa!!!!
E imperterrita prosegue, evidentemente trovando spazi e terreno ove spargere stallatico.