Cerca nel blog

2013/08/22

Aurora vista dallo spazio, meteore che esplodono

È tardi, ho giusto il tempo di qualche ora di sonno prima di una giornata di lavoro che si preannuncia più intensa del solito, ma almeno questa chicca la voglio condividere subito con voi.



È l'aurora intorno al Polo Sud, sovrapposta all'immagine composita della Terra denominata Blue Marble. Questa GIF sta circolando in questi giorni un po' ovunque nei siti generalisti, ma risale in realtà a settembre del 2005: l'originale, a risoluzione maggiore, è qui ed è stato acquisito dalla sonda NASA denominata IMAGE.

Invece il video qui sotto è recentissimo e mostra l'esplosione di una meteora e la dispersione dei suoi frammenti, seguita dall'onda di gas luminescenti innescati dalla compressione prodotta dal passaggio della meteora stessa. La ripresa è accelerata e del tutto fortuita: è stata catturata per caso nell'ambito di una ripresa in time-lapse effettuata da Michael Chung durante le recenti Perseidi.


Piaciuto? Allora apprezzerete ancora di più la versione in alta definizione qui su Vimeo.

10 commenti:

Sciking ha detto...

Ho trovato una foto di presunte scie comiche sul Duomo di Milano.
Ti interessano,Paolo?
Ciao,Sciking

Paolo Attivissimo ha detto...

Sciking,

Ho trovato una foto di presunte scie comiche sul Duomo di Milano.
Ti interessano,Paolo?


Manda, manda!

MacLo ha detto...

Quella non è scienza.. altro chè.. quello è... deretano!! :D
Magnifico!

coecolab ha detto...

O.T.

Ciao Paolo,
volevo segnalarti un video.
E" una chiaccherata/intervista fra Sam Harris & Joe Rogan.
Trovo molto interessante il passaggio su cospirazionisto e 11 Settembre.
Se hai fretta dal minuto 40 circa.
ciao

http://tinyurl.com/pdpuc7w

lazarillo de tormes ha detto...

Su facebook è stato pubblicato il link a questo articolo che è un superconcentrato di bufale complottiste: lo linko sapendo di essere talmente OT che più antiscienza non si può... (en attendent le scie comiche sul Duomo di Milano)

http://tuttopedia.altervista.org/blog/terremoto-marche-quello-che-i-giornali-non-dicono-sulle-cause-del-sisma/

Prez ha detto...

Mi sembra strano tu non abbia ancora segnalato l'ennesima boiata di repubblica.it. Forse eri distratto:

http://video.repubblica.it/mondo/russia-la-nave-militare-piomba-sulla-spiaggia-affollata/137939/136485

E non rettificano un bel niente, nonostante i commenti sarcastici.

Sciking ha detto...

L'ho mandato all'email di Paolo. :)

Sciking ha detto...

La cosa comica è che adesso sono riuscito a fotografare anch'io delle bellissime scie di condensazione (sembrano fulmin) :)

DoZ ha detto...

Qualcuno mi spiega perchè i "raggi" dell'aurora sembrano uscire "ad ombrello" da un singolo punto scuro?

pgc ha detto...

Doz,

Il motivo non è banale e richiede una certa comprensione del fenomeno dell'aurora e della fisica di base.

Come probabilmente sai le aurore sono causate da particelle cariche altamente energetiche (relativistiche) del vento solare che restano intrappolate nel campo magnetico terrestre. Queste particelle si muovono lunga una sorta di "elica" avvolta intorno alle linee di campo magnetico (vedi figura nella slide 1 della precedente presentazione). La particella percorrendo l'elica, spiraleggia perdendo quota sempre più lentamente, fino a quando viene letteralmente "riflessa". A quel punto ritorna di nuovo ad alta quota, continuando a spiraleggiare intorno alla linea di campo e poi ritornando verso Terra nell'altro emisfero.

Vi sono sempre particelle intrappolate nella magnetosfera. A volte però il flusso del vento solare è più intenso e il campo magnetico viene perturbato. In questo caso fiotti intensi di queste particelle arrivano ad una quota bassa (500-100 Km) interagendo con le molecole dell'alta atmosfera, che si eccitano riemettendo l'energia assorbita come fotoni di vari colori, a seconda dell'energia e del tipo di atomo che hanno colpito.

Perchè le aurore si verificano soprattutto ad una certa latitudine?

Sempre ricordandoci che il campo magnetico NON è allineato con quello di rotazione (e quindi che il centro dell'ovale non è proprio il polo) le linee a latitudine troppo elevata sono troppo aperte per consentire di intrappolare particelle. Quelle troppo vicine all'equatore troppo curve e troppo a bassa quota, per cui le particelle intercettano l'atmosfera densa prima di essere riflesse.

Resta un "ovale aurorale" dove la probabilità che la particella scenda all'altitudine giusta durante il suo moto elicoidale è più elevata. Non è infatti vero che ad altre latitudini non vi siano aurore, ma solo che sono più improbabili. A South Pole per esempio si osserva un'aurora (di solito verde) in media ogni 3 giorni.

Ho invece descritto in un altro intervento la mia personale esperienza con un'aurora straordinaria che vidi mentre ero in navigazione nell'Oceano Antartico, esattamente dentro l'ovale. Se ti interessa la trovi qui.

Spero di essere stato un minimo comprensibile. Come vedrai scorrendo la presentazione che ho linkato la fisica di questi fenomeni è piuttosto complessa, anche se i principi di base sono semplici.

pgc