Cerca nel blog

2013/08/09

Localizzare un Android smarrito o rubato

Nell'immagine qui accanto vedete un mio test di Android Device Manager, la soluzione di Google per localizzare dispositivi Android dispersi o rubati. Ero negli studi della Radiotelevisione Svizzera stamattina, per la diretta del Disinformatico radiofonico, per cui non posso dire che il test sia stato coronato da pieno successo, visto che la posizione indicata è piuttosto imprecisa.

Comunque sia, Android Device Manager è gratuito e permette non solo di localizzare lo smartphone ma anche di farlo squillare (anche se la suoneria è disattivata) e di cancellarne i dati a distanza (opzione utile in caso di furto o smarrimento definitivo). Le istruzioni sono qui.

13 commenti:

Mauro ha detto...

Cosa utile, senza dubbio... ma è anche legale?
Saluti,
Mauro.

umpi ha detto...

Avast Mobile e' gratuito e, anche questo, permette il controllo da remoto (cancellazione dati, audio "sirena" a volume alto etc) e moltissimo altro https://play.google.com/store/apps/details?id=com.avast.android.mobilesecurity&hl=en

andry ha detto...

perché dovrebbe essere illegale?

Stupidocane ha detto...

E' una feature già presente sugli iPhone da tempo, raggiungibili dal proprio account Apple. Comunque oltre ad Avast, segnao anche AVG mobile per Android, che oltre a controllare le app installate, fornisce un valido aiuto antifurto.
Il più completo che ho provato finora, rimane comunque Cerberus, un'app che permette il controllo totale da remoto dello smartphone, compreso scattare foto con la camera frontale di chiunque cerchi di sbloccarlo.

crusaderky ha detto...

Questa cosa e' devastante... permette a chiunque abbia accesso al tuo computer di casa (dove sei loggato automaticamente in gmail) di individuarti con precisione millimetrica, senza che tu te ne possa accorgere!!!

Qui a londra funziona perfettamente... ha individuato con precisione assoluta l'isolato in cui sono! (senza GPS)

Non ricordo di aver mai dato l'autorizzazione... se non ai generici "location services".
Qualcuno puo' confermare che e' attivo di default?!?

crusaderky ha detto...

Ah, dimenticavo... se permette di localizzare chiunque di cui tu conosca l'indirizzo gmail e abbia una password "debole"... e sappiamo bene quanto sia comune non avere un minimo di serieta' per le proprie pass... e' terrificante a dir poco.

motogio ha detto...

@crusaderky

Qualcuno puo' confermare che e' attivo di default?!?

Stamattina ho provato a registrare due mie dispositivi android; per il tablet ho seguito la procedura descritta da Paolo, quindi non era attivo di default, mentre per il mio cellulare non ho dovuto fare niente, era già inserito.

Non so dirti se il mio cellulare era già inserito di default o se è stato inserito la momento della registrazione del tablet (hanno tutti e due lo stesso account Google), magari se qualcuno fa qualche test con dei dispositivi non ancora registrati ne potremmo sapere di più.

Comunque se è una questione di privacy puoi sempre togliere l'opzione "accesso alla mia posizione"; se non hai app che utilizzano per un motivo serio la possibilità di individuare la tua posizione (ad esempio il soccorso in caso d'incidente) è l'opzione migliore.

? ha detto...

A me non funziona, nonostante abbia correttamente settato i parametri sul telefono. Squilla, ma non lo localizza!!!

Samsung Dive funziona molto meglio!

Gianni ha detto...

è assolutamente legale dato che il permesso per accedere da remoto alla propria location siamo noi a darlo (in tutti i software del genere c'è il disclaimer e la possibilità di dare il consenso da parte nostra tramite apposita funzione integrata) e se si temono accessi non voluti al proprio account gmail, beh allora è il momento di cambiare password (o forse è già troppo tardi) e dotarsi di maggiore furbizia nel lasciare il proprio pc o quello che sia, incustodito e con una password troppo semplice. C'è sempre comunque il meccanismo della doppia autenticazione che frena certi impulsi.
Cerberus comunque è il mio preferito, sviluppato proprio da un italiano che ho voluto premiare acquistando da subito la versione completa dell'app.

Max Senesi ha detto...

Basta che poi non ci lamentiamo se qualcuno ci cancella tutto o ce lo fa suonare senza che glielo chiediamo: fra qualche tempo verranno fuori i bugs relativi, se non ci sono già

Gianmaria ha detto...

Bellissimo, a me continua dire "Il dispositivo ha squillato." quando invece non fa nulla... forse starà suonando quello di qualcun'altro...

Mi da anche località non disponibile, ma credo per assenza di segnale GPS...

Guido ha detto...

A parte il fatto che come lo attivi lo disattivi senza troppe cerimonie, ma comunque per potere localizzare e bloccare il telefono servono i servizi GPS attivi e questo vuol dire che se il telefonino è localizzabile tu sei localizzabile.
Il gioco vale la candela? Quando lo puoi fare bloccare dal tuo operatore attraverso l'IMEI? (che può essere cambiato per carità però si sa se una protezione è impossibile da scavalcare o è impossibile da usare o è impossibile da realizzare)

Guido ha detto...

@Gianni
senza dimenticare la verifica in due passaggi