Cerca nel blog

2015/11/06

Cosa succede su Internet in un secondo

Lo sviluppatore Steven Lewis ha creato un sito, Onesecond.designly.com, che mostra graficamente cosa succede in un secondo medio su Internet: quanti “Mi piace” vengono cliccati su Facebook, quanti video vengono visualizzati su Youtube, quante ricerche vengono effettuate in Google, quante foto vengono pubblicate su Instagram, e così via.

Quando vengono espressi in forma numerica sono valori che è difficile cogliere, mentre quando vengono mostrati graficamente diventano più comprensibili. Buon divertimento.

21 commenti:

Guido Pisano ha detto...

@Paolo
segnalo refuso: sono valori cheche

rico ha detto...

@Guido Pisano: Checchè se ne dica della lingua italiana, a me i "grammar nazi" stanno un pò sui cosiddetti. Tutta forma, poca sostanza.
Se scrivo Che✖2 va bene lo stesso?

Fra ha detto...

Rico, palesemente non hai idea di cosa sia un grammar nazi..

Fra ha detto...

E tra l'altro non hai nemmeno letto l'articolo prima di criticare..

Luca_dai_pochi_commenti ha detto...

@rico: ammetto che anche a me danno un po' fastidio i commenti per segnalare refusi (anche se sono sicuro che Paolo li apprezzi e li reputi utili per correggere varie cose qua e là, a meno che non siano al livello di Accademia dei Pedanti :) ).

Detto ciò, non vedo cosa ci sia di male in un po' di sostanza con una bella forma. Secondo me la sostanza non dipende dalla forma, o chi scrive/parla ce l'ha o non ce l'ha. Poi se alla sostanza, ammesso che ci sia, è abbinata anche un po' di forma, perché no?

E visto che siamo in tema (anche se non si parla strettamente di grammatica): perché 'grammar nazi' e non 'nazisti della grammatica'? È così brutta la linga italiana?

Paolo: scusa la deviazione (scusate: OT :D ).

Luca_dai_pochi_commenti ha detto...

:D

Esempio di nazista della grammatica:

Checchè -> Checché
pò -> po'

Aggiunta:
Se scrivo Che✖2 va bene lo stesso? No!

martinobri ha detto...

Checchè -> Checché
pò -> po'


Veramente, tra le due cose c'è un abisso.

martinobri ha detto...

E poi:

Esempio di nazista della grammatica:
Checchè -> Checché


Non è grammatica, è ortografia.
;-)

Luca_dai_pochi_commenti ha detto...

@martinobri: "Veramente, tra le due cose c'è un abisso." -> non ho capito
"Non è grammatica, è ortografia." -> azz, hai ragione!!! Figuraccia. Vado a cospargermi il capo di congiuntivi.

martinobri ha detto...

@martinobri: "Veramente, tra le due cose c'è un abisso." -> non ho capito

Nel senso che pò al posto di po' è un grosso errore. E' un accento al posto di un apostrofo. Ai miei tempi, non so adesso, si faceva alle elementari.
Un accento grave invece di un accento acuto è un errore meno significativo.

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Vado a cospargermi il capo di congiuntivi.

Attento che se i congiuntivi fossero pesanti finissi colla testa rotta e bisognasse di tante bende che avvolgessero tutto il cranio.

Peppe ha detto...

@Guastulfo: ma chi ti ha imparato l' italiano?

franto ha detto...

Il saggio indica la luna e lo stolto guarda il dito...

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

@peppe
ma chi ti ha imparato l' italiano?

Ma la mamma naturamente! Lei mi diceva sempre:
- Figliuolo, puoi non sapere tante cose nella vita ma l'italiano SALLO!
Non finire come zio Casimiro che non spiaccicava una sola parola d'italiano e aveva finito col sodomizzare tutto il disagio.
Pensa a zio Casimiro che, per non farsi prendere in giro per il suo modo di parlare, si è messo a fare bidi bolding fino a farsi scoppiare il cuore.
Oppure, ricorda nonno Guastulfo, da cui hai preso il nome. Quando venne in paese con la macchina nuova nuova, disse a tutti che, tra i tanti motivi per cui l'aveva scelta, il principale era che inquinava poco grazie alla sua marmitta paralitica.
Si mise a ridere mezzo paese. Il poverino non sapeva che aveva sbagliato il termine. Ma anche quando la nonna lo corresse era, ormai, troppo tardi: anche se diceva parmitta paralitica, la gente ricordava la parola marmitta e si sgangherava dalle risate.

Luca_dai_pochi_commenti ha detto...

[quote-"Guastulfo (Giuseppe)"]
Attento che se i congiuntivi fossero pesanti finissi colla testa rotta e bisognasse di tante bende che avvolgessero tutto il cranio. [/quote]

Che poi, a forza di cospargermi il capo di congiuntivi mi è sopraggiunta una confiuntivite acuta. Di riflesso.

Perlito di Labuan ha detto...

Non è grammatica, è ortografia.
;-)

L'ortografia è parte della grammatica.

https://it.wikipedia.org/wiki/Ortografia

martinobri ha detto...

L'ortografia è parte della grammatica.

Nel sito da te postato c'è un link "grammatica" che, aperto, riporta anche questo:
I linguisti normalmente non intendono per "grammatica" le regole ortografiche

Perlito di Labuan ha detto...

... anche se spesso i manuali che si autodefiniscono "grammatickè" includono regole concernenti l'ortografia e la punteggiatura." (Gian Luigi Beccaria, 2004)

Se vuole argomentare dovrebbe trovare qualcosa di meglio, per esempio i dizionari:
http://www.treccani.it/enciclopedia/ortografia/
http://dizionario.internazionale.it/parola/ortografia

HotHello ha detto...

E' stato un sollievo vedere che le ricerche su google, i video su youtube ed i like su facebook non arrivino neanche al 10% delle email scambiate. C'e' ancora speranza per il genere umano

PS digito da tastiera americana

martinobri ha detto...

@Perlito:

Suggerimento accolto. Grazie del contributo. :-)

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

@HoHello
E' stato un sollievo vedere che le ricerche su google, i video su youtube ed i like su facebook non arrivino neanche al 10% delle email scambiate. C'e' ancora speranza per il genere umano

Forse sei ottimista :-)

Dal totale delle email, andrebbero "scremate" quelle di lavoro (fatture, contratti, lettere legali in genere), e, soprattutto, lo spam che è notevole. Girando in rete ho trovato che circa i tre quarti dei messaggi di posta elettronica sono spazzatura.

Alla fine ben poche email sono utili a riaccendere le tue speranze.