Cerca nel blog

2015/11/02

Per Repubblica.it esistono gli aerei che volano a dieci volte la velocità della luce

Torna alla ribalta un classico intramontabile dell’analfabetismo scientifico e numerico: secondo Repubblica.it, questo progetto d’aereo sarebbe “in grado di viaggiare a una velocità pari a dieci volte quella della luce (7,673 miglia orarie).” Oh, sì: avete letto bene. C’è proprio scritto luce.

Cari redattori di Repubblica, ripetete con me ancora una volta, con sentimento: la velocità della luce non è la stessa cosa della velocità del suono. Una è circa 300.000 chilometri al secondo, l’altra è circa 0,3 chilometri al secondo. Una è irraggiungibile dai nostri veicoli più veloci, l’altra no e viene raggiunta e superata dai jet militari che si chiamano, guarda caso, supersonici e non superluminali.

E magari siate un po’ meno pigri e imparate almeno a convertire le miglia in chilometri quando copiate ciecamente dai siti in inglese pur di accalappiare qualche clic.

Grazie a @Riccardodeias per la segnalazione.


34 commenti:

Highlander ha detto...

Andavo troppo veloci e non son riusciti a leggere bene dopo che lo hanno scritto.

Andrea Trabucchi ha detto...

non è un aereo, è la macchina del tempo, grande giove!

SaraNoble ha detto...

"viene raggiunta e superata dai jet militari che si chiamano, guarda caso, supersonici e non superluminali"

Abbi pazienza: con delle redazioni di siffatta ignoranza (o di vessato e sfruttato stagismo), pensi veramente che siano in grado di comprendere la sottile distinzione etimologica delle due parole?
Paolo, sei ottimista.

bombarda ha detto...

Un mezzo che viaggiasse più veloce della luce (oggetto tachionico...) dovrebbe arrivare a destinazione prima di essere partito...

Diego Maninetti ha detto...

Mister Paris, tracci una rotta verso verso casa. Massima curvatura.

Mauro ha detto...

Esatto Bombarda, l'aereo arriva prima di essere partito, i 30 minuti di viaggio sono quelli persi ai controlli aeroportuali.

.. o quasi :D

rico ha detto...

"Curvatura dieci, signor Sulu !"
"Impossibile, capitano Kirk, siamo sull' Enterprise, mica su Repubblica." :D

Stupidocane ha detto...

"Curvatura 14 Signor Sulu!"
"Capitano, con Marquez che facciamo?"
"Cadilo"

Locomotiva ha detto...

E il Millennium Falcon che fa solo punto cinque più della velocità luce.
Che mucchio di ferraglia.

Ayzad ha detto...

Che poi 7,63 miglia all'ora sono più o meno la velocità di un topolino da laboratorio ( http://www.speedofanimals.com/ ). Anche se si usano in modo diverso a seconda della lingua, punti e virgole esistono per un motivo ben preciso...

Tukler ha detto...

Notizia vecchia, ricordo di aver visto atterrare uno di questi aerei almeno una ventina di anni fa.

Il Lupo della Luna ha detto...

Anni fa avevo letto un articolo sui treni veloci italiani in cui ci si chiedeva se era giusto che un fabbricante di armi costruisse i treni. Treni prodotti dalla Bombardier. :-o

Max Senesi ha detto...

C'è scritto nella didascalia della foto che l'aereo dovrebbe andare a 2 volte la velocità del Concorde. Ma il Concorde non andava a mach 2,04? Quindi al massimo andrebbe a mach 4,08. Risultato direi notevolissimo comunque, anche se mooolto lontano dai mach 10 e dai warp 10. Il record di velocità non era dell'SR-71?

rico ha detto...

@Stupidocane: "Non l'ho caduto a Marquez, l'ho portato dove nessuno è mai giunto prima" :-)

Turi ha detto...

"viene raggiunta e superata dai jet militari che si chiamano, guarda caso, supersonici e non superluminali"

Semmai si chiamerebbero "superlight"

Stefano Benamati ha detto...

È così veloce che per fare i test aerodinamici hanno usato il tunnel della Gelmini invece che la galleria del vento.

Kalimer ha detto...

Hanno corretto lo svarione a quanto pare

martinobri ha detto...

convertire le miglia in chilometri quando copiate ciecamente dai siti in inglese

E' anche peggio, come già fatto rilevare, la virgola al posto del punto.
Purtroppo devo dire che tra i miei colleghi insegnanti di matematica e fisica c'è il malvezzo di far usare il punto al posto della virgola, anche quando parlano.

Angela Gambirasio ha detto...

Insomma non arriva nemmeno a warp 3...

Stefano ha detto...

E l'idiota frase di epilogo, non l'ha notata nessuno? "L'augurio è che non faccia la stessa fine: il Concorde, entrato in servizio nel 1976, ha smesso di volare nel 2003", come se quasi trent'anni di servizio ininterrotto per un aereo concepito negli anni '60 (e soprattutto ad altissime prestazioni, qunidi con sollecitazioni e "concept" progettuale di un altro ordine di grandezza rispetto ad un liner tradizionale) fosse un fallimento...

Piu' che altro non vedra' mai la luce per gli stessi motivi che hanno decretato la fine del servizio del Concorde. Costi di esercizio troppo alti.

eSSSSe ha detto...

Repubblica resta sempre una fonte di buonumore.

Turz ha detto...

È inutile segnalare a un giornalista di Repubblica che confonde la luce col suono: tanto da quell'occhio non ci sente.

BewareOfTheVlaPlayer ha detto...

"ha provato ad applicare i criteri dell'ingegneria aeronautica al mondo civile"... che finora gli aerei civili li facevano con l'origami e pezzi di bicicletta

Il Lupo della Luna ha detto...

Poteva bastare? Noooo! https://archive.is/WOaMS "uno sciame di particelle SCAGLIATO dal Sole sta per INVESTIRE la terra" questa però è ANSA.. anzi ANSIA.

Guido Pisano ha detto...

@Turi
Semmai si chiamerebbero "superlight"
mica dici supersound

blu-flame ha detto...

Questo è il tipico articolo di giornale che può essere pubblicato solo su di una testata cui la bugia regna sovrana ma soprattutto solo se i lettori hanno una cultura generale che pari a quella di una foca.
In pratica definisce il tipico lettore italiano e chiarifica esattamente quale è il giornalismo oggi e sottolinea quanto importante una società italiana ma forse è un discorso più lungo:
http://allarovescia.blogspot.it/2014/11/il-giornalismo-oggi.html


potrebbe rivoluzionare il mondo dei viaggi.

Mi raccomando quando facciamo un articolo di giornale bisogna dire che tutto quello che vediamo deve essere nuovo, rivoluzionario, mai visto prima, eccetera.



Si tratta di un modello di aereo supersonico ancora in fase progettuale, in grado di viaggiare pari ad una a una velocità di dieci volte quella della luce (7,673 miglia orarie).

Sebbene lo stesso giornale quando si parla di energia cerca di tradurre in maniera molto bizantina le unità di misura che dovremmo conoscere tutti perché leggiamo sulle nostre bollette in cose come case, famiglie, cani, tane di conigli e condomini non sono neanche in grado di tradurre una misura in un'altra.
cosi verrebbe da chiedersi visto che siamo in Italia se quelle sono miglia nautiche (usate in aeronautica), imperiali (quelle stradali) o romane (per fortuna non piu' in uso!).

l'uso disinvolto della velocità della luce non è così grave come il resto.


“che ha provato ad applicare i criteri dell'ingegneria aeronautica al mondo civile. “

Evidentemente aziende come airbus e boeing invece usano i criteri dell'igegneria edile quando progetttano cosette cone l'A380 o le parti dei dreamliner.

Con l'aiuto della Design Eye-Q,

ma forse la notizia questa che quelli del marchio dovevano fare un favore ai fornitore del programma di CAD CAM.



è stato dunque realizzato il concept di un velivolo di lusso dotato di quattro ali

scusa perche' 4 ali?
Quasi tutti gli aerei hanno 4 ali, anche se generalmente la maggior parte di gente conta solo le principali e i piani di coda e il timone vengono spesso snobbati.
Qui abbbiamo un veivolo con i piani di coda mancanti perche in configurazione canard. In un certo senso quello che si trovava in coda ora e' davanti.

Cosi' degli ignoranti contano i piani ci coda perche davanti sono, per un inesperto, ali principali.
Certo non si puo' pretendere ad un fexxo di repubblica (aho') che sappia che i wright volarono con le canard o che il TU144 o il piaggio avanti sono fatti cosi'.
Per non parlare dell'eurofighter che a repubblica dicono di conoscere tento bene quando lo confrontano con l'F35.


“e due motori a razzo, “

I motori a razzo sono assai bizzarri.
In pratica non usano per molti motivi l'ossigeno che si trova nell'aria ma o usano un propellente solido che unisce ossidante e carburante (es i booster dello shuttle o quelli per far alzare alcuni aerei cargo) o lo stivano insieme al carburante (in due serbatoi diversi, ovviamente) come fa lo shuttle con il motore principale alimentato da quel gigatesco tank che poi elimina in volo.
Capiamo da soli che e' assurdo usare dei motori poco controllabili che in alcuni casi non possono neppure essere spenti o modulati?
Wile E Coyote usa motori a razzo!

Normalmente i supersonici sono dei turbofan che si convertono piu' o meno profindamente in turbogetto, grazie a prese d'aria variabili, e ad un postbruciatore che butta secchiate di propellente per usare l'ossigeno residuo.
Altre volte, ma non sono motori “facili” per quanto semplici si usano statoreattori e scramjet ma non usabili in questo contesto perche' a velocita “contenute” sono poco efficienti. In parole povere non decollerebbe.


L'augurio è che non faccia la stessa fine

L'augurio e' che se non capite un casso di una cosa e' meglio che tacete.
Questo e' un render di un ufficio marketing e voi, allocchi, dovete dire qualcosa per farvi belli.
Dovete fare er di piu'.
Procongo la chiusura forzata di repubblica delle banane

Michele/ENERGIA ha detto...

"L'augurio è che non faccia la stessa fine: il Concorde, entrato in servizio nel 1976, ha smesso di volare nel 2003". Quindi ha volato per ben 27 anni. Non è mica male!

martinobri ha detto...

È inutile segnalare a un giornalista di Repubblica che confonde la luce col suono: tanto da quell'occhio non ci sente.

Premio per la miglior battuta.

Stefano ha detto...

Quelli dei motori a (c)razzo l'avevo lasciata passare... e' comunque evidente (anche molto, forse troppo) la voluminosa presa d'aria supersonica sulla carlinga. Quindi razzo una fava. Turbofan (visto il volume) o al massimo motori a bassa diluizione da caccia.
Saro' inesperto, ma secondo me non passa neppure la galleria del vento...
La DesignEye mi sembrano pu' degli aerografari un po' "evoluti" (painting, rendering, tra l'altro anche piuttosto scrausi,, vedi quello del Bombardier semisommerso... vergognoso...) piu' che capaci di sviluppare modelli aerodinamici funzionanti.

Giax ha detto...

io credevo che solo Superman potesse dire "su, su e via ... più veloce della luce"

pazzatoio ha detto...

embeh??? curvatura 10 ... dove nessun uomo è mai giunto prima......

ha detto...

"Curvatura 14 Signor Sulu!"
"Capitano, con Marquez che facciamo?"
"Cadilo"

STRAROTFL :-D

ijk ha detto...

Ma attraversare l'oceano in mezz'ora?? Vorrebbe dire partire alla max velocita e frenare di colpo a destinazione. Una caterva di g alla partenza e all'arrivo. Qualche passeggero anzianotto potrebbe lasciarci le penne.

Stefano ha detto...

Ho guardato le immagini (prima non l'avevo fatto) della fantasmagorica DesignEye: neppure un bimbominkia con il tablet della Clementoni riuscirebbe a fare un lavoro cosi' schifoso... Ammesso che un oggetto del genere voli (e ho i miei dubbi...) gli investors hanno diritto di avere una brochure un po' piu' "patinata" di foto che sembrano uscite da un fumetto sbiadito di Flash Gordon...