Cerca nel blog

2015/11/30

“Vaccini, complotti e pseudoscienza”: un libro per fare chiarezza su una bugia che uccide

L’articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2016/03/28 10:15.

È disponibile da oggi Vaccini, complotti e pseudoscienza, un instant book al quale ho contribuito anch’io con un capitolo che ricostruisce dal punto di vista del giornalismo la nascita dell’odierno movimento antivaccinista, le cui origini truffaldine sono state in gran parte dimenticate strada facendo.

Nel libro, pubblicato da C1V Edizioni, sono in ottima compagnia: Silvio Garattini, Sergio Della Sala, Sara Pluviano, Silvano Fuso, Armando De Vincentiis, Edoardo Altomare, Giovanni Ragazzini, Cristina da Rold e AIRIcerca hanno aggiunto le rispettive competenze per offrire un testo che include tutto quello che serve per capire il fenomeno, smontare i miti e le dicerie e prendere decisioni di salute sensate e non “di pancia”.

Vaccini, complotti e pseudoscienza verrà presentato alla Facoltà di Medicina, Aula Fleming, dell'Università di Tor Vergata mercoledì 16 dicembre alle 9. Ci sarà anche Piero Angela. Per conoscere il libro, che sarà disponibile anche come e-book su Amazon, potete consultare la sua scheda; per far conoscere la conferenza di presentazione e invitare i vostri contatti potete fornire questo link. La conferenza è pubblica e non è obbligatorio iscriversi, ma è utile ai fini organizzativi. Il programma aggiornato è su Facebook qui.


Aggiornamento 2016/01/23: il libro è disponibile come e-book su Amazon.it.


Aggiornamento 2016/03/28: il libro è acquistabile su carta qui.

69 commenti:

Claudio Fe ha detto...

@Paolo
Sergo Della Sala? Forse manca una "i".

Paolo Attivissimo ha detto...

Claudio,

refuso corretto, grazie!

Anonimo ha detto...

Preferisco per questi testi che si vorrebbe poter portare sempre dietro la versione elettronica. Ma nel sito web dell'editore non se ne parla.
È prevista?

Paolo Attivissimo ha detto...

Aldopaolo,

Che io sappia non è prevista, ma ti conviene chiedere direttamente all'editore.

Paolo Attivissimo ha detto...

Aldopaolo,

Che io sappia non è prevista, ma ti conviene chiedere direttamente all'editore.

roberto ha detto...

attenzione ad addentrarsi nel campo minato dei vaccini. e' vero che e' un'analisi costi benefici ma e' anche vero che conosco personalmente una donna che pochi giorni dopo presa l'antipolio sviluppo' la malattia e rimase storpia per tutta la vita. insegnava a scuola con me. studiare i grandi numeri va fatto seriamente e senza le sovvenzioni delle case che producono i vaccini. ce ne passa di acqua sotto i ponti prima di dimostrare che per tutti i vaccini prodotti e diffusi il gioco vale sempre la candela. aviaria in primis.

Stefano ha detto...

...Salvo di Grazia dove lo avete nascosto...???

brain_use ha detto...

...Salvo di Grazia dove lo avete nascosto...???

Me lo sono chiesto anch'io.

Ermanno ha detto...

AARGH!!!
E’ a 2-3 Km da casa e io alle 9:00 ho la fisioterapia <—\ (pum)
E c’e’ anche Piero Angela, della premiata ditta Angela & Son ;-)

Questa e’ jella

Unknown ha detto...

@ Roberto

Possiamo avere una conferma scientifica da parte della sfortunata signora? oppure dobbiamo crederti sulla parola?

ce ne passa acqua sotto i ponti prima di credere a tutto quello che si legge dai 'nuovi scrittori' del web :-))

pgc ha detto...

Intanto, in un universo parallelo dove non ci si vaccinava per la polio e dove non si era usata una corretta strategia preventiva contro l'aviaria:

attenzione ad addentrarsi nel campo minato dei vaccini. e' vero che e' un'analisi costi benefici ma e' anche vero che conosco personalmente un ragazzo che sviluppo' la malattia e rimase storpio per tutta la vita. Frequentava la scuola con me*. Studiare i grandi numeri va fatto seriamente e senza le sovvenzioni delle case che producono i vaccini che vogliono mantenere la gente malata perché così possono guadagnare sulle cure**. Ce ne passa di acqua sotto i ponti prima di dimostrare che per tutti i vaccini prodotti e diffusi il gioco NON vale sempre la candela. aviaria in primis, visto che come sapete abbiamo avuto tutte queste epidemie di aviaria negli ultimi anni***.

* realmente accaduto a me e a buona parte di chi ha più di 55-60 anni.
** argomento realmente usato dai difensori dei vari metodi al bicarbonato contro il cancro
*** aka: se hai stroncato un'epidemia sul nascere sei un venduto. Se non l'hai stroncata sei un venduto. Ehi aspetta... ho come il sospetto che qualcosa non vada nel ragionamento...

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

conosco personalmente un ragazzo che sviluppo' la malattia e rimase storpio per tutta la vita. Frequentava la scuola con me

Mio suocero è rimasto con una gamba più corta, ed è tra i fortunati. Un'altra sua coetanea è paraplegica dall'età di quattro anni.

In effetti c'è da prendere le pinze... e tirarle in testa per svegliare chi preferisce cercare informazioni date da perfetti sconosciuti, non si guarda un attimo intorno a chiedere a persone vicine, ai genitori o ai nonni (per chi ce li ha), e informarsi "alla fonte" come era quando non ci si vaccinava.

Shorty ha detto...

...Lo dico, non lo dico, lo dico, non lo dico, lo dico:

Vabbè però il sito dell'editore è TERIBBBBILE.

qualsiasi cosa è meglio di questa roba, davvero.
Un blog su WP (non ci vuole niente), o anche solo la pagina FB...chennesò
Ma meglio anche SOLO la mail
:D




rico ha detto...

Ecco, la polio è proprio l'esempio peggiore per un anti-vaccinista: la malattia è stata debellata, grazie al vaccino.
Leggo: ...una donna che POCHI GIORNI DOPO presa l'antipolio sviluppo' la malattia.
Proprio come la malattia, anche il vaccino ha la sua incubazione, è probabile che nella sfortunata donna non abbia fatto in tempo ad entrare in circolo.

Guido Pisano ha detto...

se tu propini la cura X che non ha dimostrazioni di efficacia e sei un medico e qualcuno muore dovrebbe essere omicidio volontario perche' come medico sei tenuto a sapere quello che stai facendo. Se non sei medico omicidio volontario + aggravante di esercizio abusivo della professione medica... Mi sembra che ci vadano un po' troppo all'acqua di rose con certa gente...

Unknown ha detto...

perchè il vaccino contro l'epatite b invece......

dani1967 ha detto...

Quando leggo tutte queste storie sulle case farmaceutiche io mi pongo delle domande, partendo comunque che non sono enti di beneficenza e quindi sono ideate giustamente per il profitto. Ma davvero per guadagnare debbono ideare questi astrusi complotti nei quali morirebbero anche gli stessi dipendenti, amministratori e parenti ? Non è più semplice ad esempio arrivare per primi ad una cura o a un vaccino ?
Mai una volta è stato dimostrato che le case farmaceutiche, insieme, prendessero una decisione ? Acerrime nemiche e concorrenti, dovrebbero per prima cosa denunciarsi a vicenda ! Ah, cane non mangia cane, si dice, ma questo è mai stato dimostrato ?
Qui non si parla di una singola scorrettezza, che sappiamo tutti può capitare e c'è una ampia bibliografia a dimostrarlo (leggi Ben Goldacre), ma che OGNI volta che si parla di sanità c'è il complotto DELLE case farmaceutiche tutte insieme.
Il complottismo in campo sanitario è molto peggio di altri complottismi. Non mi risulta che nessuno sia morto perché crede alle scie chimiche o alla finzione delle missioni lunari, ma le teorie che prevedono complotti sanitari fanno morti, tutti i giorni, probabilmente in una misura non valutabile seriamente. Io li considererei una piaga sociale. Certo, sono anche figli di una debolezza delle strutture governative di controllo sui farmaci, ma comunque non sono solo farneticazioni che potrebbero anche essere ignorate.

Giskard Reventlov ha detto...

Fantastico, grazie mille per la segnalazione Paolo, io ci andrò sicuramente.

Replicante Cattivo ha detto...

Quando leggo tutte queste storie sulle case farmaceutiche io mi pongo delle domande, partendo comunque che non sono enti di beneficenza e quindi sono ideate giustamente per il profitto. Ma davvero per guadagnare debbono ideare questi astrusi complotti nei quali morirebbero anche gli stessi dipendenti, amministratori e parenti ? Non è più semplice ad esempio arrivare per primi ad una cura o a un vaccino ?

Io ho sempre pensato che, anzichè ordire un complotto così costoso e perennemente a rischio di essere scoperto (vista l'enorme quantità di persone coinvolte), alle case farmaceutiche basterebbe alzare di 50 centesimi il costo del loro farmaco più venduto. Considerando quanta gente prende aspirina, Aulin e cortisone come se fossero caramelle, il fatturato sarebbe enorme.

Comunque, giusto per buttarla sull'ironia, qualcuno faceva notare che esiste un'altissima percentuale di mortalità tra le persone che si fanno somministrare l'estrema unzione, eppure nessuno si è mai sognato di metterla fuorilegge per via della sua pericolosità :)

Sebastiano Pistore ha detto...

A Replicante Cattivo:
"qualcuno faceva notare che esiste un'altissima percentuale di mortalità tra le persone che si fanno somministrare l'estrema unzione)"
non ci avevo mai pensato. Ma bisognerebbe anche tener conto della somministrazione multipla e dei tempi di sopravvivenza al trattamento. Mio nonno per esempio ci ha messo 50 anni a morire dopo la sua prima estrema unzione (a poco più di 10 anni nel 42), ed è morto solo nel '94 quando ne ha ricevuto una seconda (era in ospedale per un banale tumore). Tempo due ore dall'estrema unzione ed è morto.

Replicante Cattivo ha detto...

@Sebastiano Pistore

Ammesso di voler prendere seriamente sia la mia frase che la tua obiezione, potrei farti notare che il caso di tuo nonno, nella seconda parte conferma la mia affermazione, mentre la prima è statisticamente irrilevante per smentirla :)
Comunque posso dire che anche l'unico evento che ha una mortalità del 100% è la vita stessa....eppure non mi sembra che le mamme preoccupate dei loro bambini malati si siano mai poste il problema prima di concepirli. :)

(Scusate, ma davanti a discorsi così stupidi come quelli degli antivaccinisti mi viene voglia di rispondere solo con stupidaggini più grandi)

dani1967 ha detto...

@ Replicante cattivo

Si da oltretutto per scontato che i vaccini diano sempre utili stellari, quando a volte gli stati faticano a trovare chi li produce, visto che spesso costano davvero poco. Rendono probabilmente di più i trattamenti contro le calvizie.

roberto ha detto...

tale discussione sta scadendo nell'assurdo. io non ho detto che tutti i vaccini sono negativi. ho parlato di analisi costi benefici dei grandi numeri. che va bene finche' non ti capita a te personalmente l'evento raro esattamente come capito' alla professoressa mia collega di scuola che venne vaccinata da bambina e non da adulta cosa supposta da qualche menzognero come da me propinata. ergo prendete cio' che ho detto come va preso e non attribuitemi fatti o opinioni che non ho mai espresso.
Lo so che il vaccino polio e' cosa buona ma sottolineo che non e' sempre cosi' per tutti i vaccini, che inocularsi un male se non c'e' un piu' che fondato motivo e' cosa pericolosa assai perche' in alcuni casi minoritari tale male si sviluppa e ti danneggia .
Sull'innocenza delle case produttrici nel non perseguire fini commerciali o falsi procurati allarmi dopo il caso aviaria in italia diffuso a tappeto dai nostri organi di propaganda governativi e diffondendo psicosi a profusione contro voltatili c'e' solo da vergognarsi.

condensatore alfa ha detto...

Domanda a chi ha già letto il libro:
è sullo stile di Salvo Di Grazia o bisogna avere una laurea in medicina per leggerlo e capirlo?

Il Lupo della Luna ha detto...

Ma scusate tanto eh... ma se se chi si vaccina ha una probabilità su 10 (numeri a caso) di ammalarsi e chi non si vaccina ne ha 1 su 3 è il caso di perdere tempo a domandarsi se conviene vaccinarsi contro malattie serie? Seriamente, è il caso?

E poi, ricordiamo ai teorici del complotto delle case farmaceutiche che un vaccino costa 5 dollari e si somministra una volta, le cure per una malattia che provoca invalidità permanente durano anni e costano molto di più. Senza contare che se non ti vaccini per malattie potenzialmente mortali e muori sei un cliente di meno.

ebonsi ha detto...

Be, in effetti, la pericolosità dell'estrema unzione...

Avete presente quella scena del "Don Camillo" con il figlio di Peppone che sta morendo di difterite, e Don Camillo che dovrebbe andare a portagli l'estrema unzione e invece ci va senza, e Peppone che lo aggredisce sulla soglia di casa con una bestemmia perchè appunto crede che sia venuto a portarla, e Dom Camillo risponde" l' estrema unzione?!? Ma no, perchè avrei dovuto portarla?", e Peppone si calma, e il bambino guarisce?

martinobri ha detto...

@ebonsi:
i film della serie li conosco bene, ma questa scena non la ricordo. In quale è?

Stupidocane ha detto...

roberto,

tale discussione sta scadendo nell'assurdo. io non ho detto che tutti i vaccini sono negativi. ho parlato di analisi costi benefici dei grandi numeri. che va bene finche' non ti capita a te personalmente l'evento raro esattamente come capito' alla professoressa mia collega di scuola che venne vaccinata da bambina e non da adulta cosa supposta da qualche menzognero come da me propinata

La discussione sta (s)cadendo nell'assurdo perché tu per primo parli di "grandi numeri" non avendo minimamente idea di cosa siano e come funzionino.

Il caso personale fa imbestialire, certo, ma fa parte proprio di quei "grandi numeri" che hanno fatto sì che la poliomielite venisse debellata.

Il vaccino ha SEMPRE una percentuale di rischio. I "grandi numeri" ci dicono che la percentuale di rischio è numericamente inferiore dell'assenza del vaccino. Questo comporta anche casi come quello della tua conoscente? Non sono un medico e non posso valutare se il suo caso particolare potesse essere gestito diversamente, ma potrebbe far parte della percentuale di rischio del vaccino stesso. Purtroppo, aggiungo.

Da lì a guardare con becero occhio alle case farmaceutiche però, ce ne passa.

Luca Favro ha detto...

Ebonsi forse ti confondi quando il figlio di Peppone viene colpito alla testa dal figlio di Cagniola con una pietra provocandogli una frattura cranica.
A quel punto, Peppone, disperato va da Don Camillo e gli chiede se può accendere delle candele di fronte a Maria, la battuta era "blasfema" perchè dice non davanti a lui ma a lei, Don Camillo fa come gli ha chiesto Peppone ma poi, spinto dal suo buon cuore, va all'Emporio e compra delle altre candele e le accende anche lui.
Il bambino alla fine guarisce.
Forse però ti riferisci al Libro e non al film?

max ha detto...

personalmente (povero 50enne), mi sono grattato tutte le varie varicella, morbillo, ecc, ecc unitamente a mia sorella.
Mia figlia vaccinata fin quasi dalla nascita è "sana come un corno", mentre i compagni di asilo prima e di elementari ora si sono grattati come il sottoscritto.
Non mi convince la vaccinazione per l'influenza (mai fatta e mai presa).

max ha detto...

anche mioccugino ha sviluppato una supercazzola con scappellamento a sinistra petché non si era vaccinata..

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

Roberto, sei a conoscenza dell'esistenza di vaccini ad alto rischio?

Perché, se non ho capito male, mi sembra che tu parli di vaccini con alto rischio di effetti collaterali per malattie a basso rischio di contagio.

E' quello che volevi dire?

Se è così di quali vaccini parli?

Sull'innocenza delle case produttrici nel non perseguire fini commerciali o falsi procurati allarmi dopo il caso aviaria in italia diffuso a tappeto dai nostri organi di propaganda governativi e diffondendo psicosi a profusione contro voltatili c'e' solo da vergognarsi.

Su questo fatto penso che molta colpa sia dei giornalisti che, come troppo spesso accade, amplificano le notizie senza un minimo di approfondimento e, se non ricordo male, non si trattava di un vaccino ma di un farmaco, il tamiflu.

ebonsi ha detto...

@martinobri:

Non credo sia mai stato ripreso in un film , l'episodio è in uno dei libri della serie "Mondo Piccolo". Noin ricordo a memoria in quale, ma se interessa posso facilmente trovarlo.

martinobri ha detto...

Grazie ebosni. No, non importa, era solo una curiosità.


la battuta era "blasfema" perchè dice non davanti a lui ma a lei,

Ecco un altro particolare che non ricordavo. Invece ricordo che don Camillo dice "Perdonatelo, Signore, quell'infelice non voleva bestemmiare" dopo che Peppone gli aveva detto "se Dio è buono deve far guarire mio figlio".

Unknown ha detto...

@ Il lupo della Luna che ha scritto: "E poi, ricordiamo ai teorici del complotto delle case farmaceutiche che un vaccino costa 5 dollari e si somministra una volta, le cure per una malattia che provoca invalidità permanente durano anni e costano molto di più. Senza contare che se non ti vaccini per malattie potenzialmente mortali e muori sei un cliente di meno."

Il vaccino esavalente, eh sì nonostante siano obbligatori soltanto 4 oggi viene propinato un vaccino per 6, costa € 351,20 per ciclo di tre somministrazioni (fonte http://www.donotlink.com/hitr); quindi i 5 dollari a dose unica non so per cosa sono...

Esiste poi un documento della Camera (link http://www.donotlink.com/hitt) dove è scritto chiaramente che ai pediatri vengono dati incentivi per spingere a vaccinare i bambini...

Quindi solo propinare un vaccino esavalente quando sono obbligatori soltanto 4 porta alle case farmaceutiche milioni di euro di fatturato in più, la cosa che mi sorprende (anzi, riflettendoci bene non mi sorprende per niente) è che lo Stato italiano riconosca incentivi ai dottori per fare aumentare i fatturati delle case farmaceutiche...

Ah, non dimentichiamo che buonissima parte di questi milioni di euro di sprechi che vanno tutti alle case farmaceutiche viene pagata di tasca nostra...

Che bel paese che abbiamo...

Guido Pisano ha detto...

@Unknown
saranno anche soldi che vanno alle cause farmaceutiche ma sono spesi per la nostra salute, vaccinando si prevengono non solo le malattie, ma anche le possibili conseguenze di queste che a volte possono anche essere molto gravi

Stupidocane ha detto...

Unknown,

Dai conti che hai fatto sono 19.5 € a dose. Non sembra un capitale enorme. Forse il lupo della luna faceva riferimento ad altri vaccini come quello per la malaria.

Inoltre il documento della camera non stupisce nessuno. È chiaro che esorta i pediatri a fare il loro mestiere. Siccome ci saranno anche mamme deficienti che non vorranno vaccinare i figli, l'incentivo economico può essere visto come uno sprone a convincere le deficienti di cui sopra.

A corollario, cosa non viene pagato di tasca nostra in materia di Pubblica amministrazione?

AMMM ha detto...

A corollario 2: anche i cattivissimi medici di famiglia sono pagati per ogni vaccino antiinfluenzale inoculato. Sarà forse questo "incentivo" (circa 6€/dose - lordi, ovviamente) a spingerli nelle braccia delle lobby farmaceutiche?
Del resto, perché pagare i medici per il loro lavoro?

E poi ci stupiamo del successo degli antivaccinisti...

brain_use ha detto...

Unknown,

A prescindere dalla verifica dei dati citati (la fonte primaria è un sito che ha nel titolo "Libri omeopatia", a mio modestissimo parere non una delle fonti più accreditabili), dalla medesima tabella che riporti risulta un costo totale per l'SSN di € 75,36 per la copertura dei 4 vaccini pediatrici obbligatori, con un costo per fiala pari a € 7,5, non molto lontano da quello indicato da Lupo.

Certo, l'esavalente costa di più, ben € 47,5 a fiala, per un totale di € 189,65.
Ma copre con sole 4 somministrazioni tutte e quattro le obbligatorie oltre che pertosse e antiemofilo b, che non è cosa da poco.
Risparmia così poi al bimbo e alla famiglia 6 iniezioni e al SSN tutto il lavoro e il tempo relativo.
Senza contare le ulteriori 8 (per €95,00) che sarebbero necessari per coprire pertosse e antiemofilo b...

Anche questi sono parametri da tenere in considerazione.

Unknown ha detto...

quindi "l'incentivo" preso dall'allora ministro De Lorenzo per introdurre l'obbligatorietà del vaccino contro l'epatite b era solo per "spronarlo a fare il suo lavoro"?
E parlo giusto giusto di quel piccolo incentivo preso dalle case farmaceutiche....
Inoltre aggiungo, perchè somministrare tale vaccino ad un bambino di 3 mesi? (tralasciando ovviamente certi casi particolari).

Stupidocane ha detto...

Unknown,

Che c'entra l'incentivo ai pediatri con le mazzette?

Per quanto riguarda il vaccino per l'epatite virale B è obbligatoria in tutta Europa tranne la Francia dove invece è obbligatoria la vaccinazione contro la TBC.

Per quanto riguarda l'età dei vaccinati, leggo da vaccinarsi.org, l'epatite B può essere trasmesso dalla madre al neonato durante il parto. Inoltre l'Italia è stata la prima tra i Paesi industrializzati ad introdurre tale vaccino ed è stata seguita da molti altri, riducendo significativamente l'incidenza dibtale malattia. Diversamente, contrarre la malattia in età pediatrica, comporta maggior rischio di cronicizzazione e conseguenti possibili evoluzioni in cirrosi e tumore del fegato in età adulta.

Guastulfo (Giuseppe) ha detto...

@Unknown

Non confondere l'utilità della vaccinazione, anche in termini di risparmi economici, con il malcostume delle maggiorazioni dei prezzi e corruzioni varie.

andy ha detto...

Scusa, sai se su amazon con prime viene disponibile prima di Natale?
Sto valutando se fare un regalo e siccome ho prime e mi dice che "sarà disponibile"...

Guido Pisano ha detto...

@andy
OT
la consegna prime (in un giorno) funziona solo se l'articolo e' disponibile. Se non ce l'hanno non te lo mandano e li' dipende da quando lo riforniscono. A volte ci mettono anche mesi... Pero' dipende da Amazon no da Prime
/OT

Unknown ha detto...

@Stupidocane
infatto ho detto "tralasciando casi particolari", quindi, se escludiamo la trasmissione madre-figlio gli altri modi per la trasmissione sono per contatto diretto del sangue e per trasmissione sessuale. Pertanto, a 3 mesi non ha alcun senso.
Chiedi cosa centra la corruzione???? ma non ti chiedi come mai un dato vaccino sia reso obbligatorio solo dopo aver ricevuto qualche bella mazzetta? Inoltre faccio presente che i vaccini contengono anche altri ingredienti, che sono potenzialmente dannosi (e faccio sempre presente che si sta parlando di bambini di 3 mesi).
Io non sono certo un "anti vaccinista", però non si può nemmeno ipervaccinare perchè "ci viene detto che è bene". Alcuni vaccini in determinati momento o in detrminate zone hanno senso, fatti a prescindere invece non lo hanno.

Stupidocane ha detto...

Unknown,

Stupidocane
infatto ho detto "tralasciando casi particolari", quindi, se escludiamo la trasmissione madre-figlio gli altri modi per la trasmissione sono per contatto diretto del sangue e per trasmissione sessuale. Pertanto, a 3 mesi non ha alcun senso.


Cioè, tu metti un parto tra i "casi particolari"? Vabbè... contento tu.


Chiedi cosa centra la corruzione???? ma non ti chiedi come mai un dato vaccino sia reso obbligatorio solo dopo aver ricevuto qualche bella mazzetta?

Come ha già detto qualcuno, non confondere la salvaguardia della società col malaffare dilagante.


Inoltre faccio presente che i vaccini contengono anche altri ingredienti, che sono potenzialmente dannosi (e faccio sempre presente che si sta parlando di bambini di 3 mesi).

È che vuol dire quel "bambini di 3 mesi"? Che il bambino è intoccabile dai virus e dai batteri? Che i vaccini sono più pericolosi a quell'età? Che è meglio aspettare quando sarà maggiorenne e deciderà se farseli o meno?

Io non sono certo un "anti vaccinista",

Ma ci vai molto vicino, credimi...


però non si può nemmeno ipervaccinare perchè "ci viene detto che è bene".

Secondo me stai confondendo i vaccini con gli antibiotici e gli antivirali. Un vaccino impedisce l'insorgere di una data malattia in quanto innesca una risposta immunitaria che faccia in modo che non si debba mai più prendere un medicinale per tutta la vita per quella data malattia. Niente a che vedere con i medicinali appunto.


Alcuni vaccini in determinati momento o in detrminate zone hanno senso, fatti a prescindere invece non lo hanno.

Tipo la poliomielite che è sparita? Come puoi dire cose del genere senza sapere se ciò che dici sia veritiero? Sei forse un medico? Sai quante persone hanno avuto problemi con i vaccini e quante con la malattia per l'annuale esiste il vaccino ma non l'ha avuto quando era ora? Sai se i vaccini è meglio farli in tenera età o da adulti? Sai l'incidenza delle malattie virali e la loro distribuzione sul territorio? Sai la casistica di ogni Paese che adotta le vaccinazioni preventive?

Non credo. Stai solo dicendo cose che credi siano corrette, ma senza alcuna prova a supporto. I dati su larga scala ti danno torto.

Stupidocane ha detto...

Errata: l'annuale

Corrige: la quale

andy ha detto...

[quote]OT
la consegna prime (in un giorno) funziona solo se l'articolo e' disponibile. Se non ce l'hanno non te lo mandano e li' dipende da quando lo riforniscono. A volte ci mettono anche mesi... Pero' dipende da Amazon no da Prime[/quote]

Infatti io intendevo chiedere quanto ci potrebbe volere per fornirglielo... non mi fido più delle spedizioni ordinarie.
Se gli arriva in tempi brevi ci penso.

Guido Pisano ha detto...

@unknown
anche altri ingredienti, che sono potenzialmente dannosi
quali?

Il Lupo della Luna ha detto...

Dunque, 5 dollari a dose è il vaccino per il morbillo, non riesco a linkare una fonte (anche perché onestamente non mi va di perdere ulteriore tempo per cercare di far capire qualcosa a chi non è minimamente intenzionato a farlo).

Esorterei però tutta 'sta gente che ce l'ha con le case farmaceutiche ad essere coerenti e buttare tutti i farmaci in loro possesso e non farne più uso per il resto della vita, a restituire la tessera sanitaria e non andare più da un medico.

Guido Pisano ha detto...

@Lupo
senza contare l'immunita' di gregge e il risparmio dovuto all'evitare conseguenze piu' gravi...

Il Lupo della Luna ha detto...

Ma l'antivaccinista dice "ma io quelle malattie non le ho viste, quindi non ci sono, perciò il vaccino non serve" senza capire che non ci sono proprio per merito del vaccino.

Idem il classico "io l'influenza non l'ho mai presa"... non l'hai mai presa perché 1. sei fortunato 2. ci sono altre persone che si vaccinano e non diffondono il contagio.

Guido Pisano ha detto...

@Lupo
stesso modo di ragionare di chi sostiene l'omeopatia... "su di me funziona" (o sul mio bambino o sul mio cane)

brain_use ha detto...

modo di ragionare di chi sostiene l'omeopatia... "su di me funziona"

Anche su di me funzionava qualcosa di simile.
Quando avevo mal di gola (e SOLO allora) mia nonna tirava fuori le pastiglie Valda e il mal di gola passava in un attimo.
L'unica differenza è che le pastiglie Valda un effetto almeno balsamico l'hanno davvero.

andy ha detto...

[quote]e il mal di gola passava in un attimo.[/quote]

Probabilmente avevano un effetto "addormentate"... mi è capitata una cosa simile con uno sciroppo preso in farmacia una volta che non avevo tempo di andare dal medico, il mal di gola sembrava passare quasi all'istante ma dopo 5 minuti tornava più forte di prima.

Guido Pisano ha detto...

brain_use
il problema e' che "su di me" e' totalmente soggettivo e non tiene conto di un sacco di fattori, tipo che i piccoli malanni tendono a guarire spontaneamente, l'effetto placebo e tutto il resto... Per questo si fanno gli studi in doppio cieco e su campioni significativi... E comunque le pastiglie valda sono sicuramente meglio di qualsiasi intruglio omeopatico...

brain_use ha detto...

il problema e' che "su di me" e' totalmente soggettivo

Concordo.
Ma quel che volevo sottolineare è che l'effetto placebo si può sfruttare tranquillamente con le caramelline da 50 cent. come già sapeva mia nonna...

axlman ha detto...

Ci sono decine di migliaia di persone che diventano milionarie solo perché sanno calciare (o far rimbalzare o colpire con attrezzi vari) una palla (o pallina): nessuno ha niente da ridire, anzi li si applaude e idolatra.

Ci sono decine di migliaia di persone che diventano milionarie perché sanno recitare davanti a una telecamera oppure perché sanno come usare la suddetta telecamera standoci dietro: nessuno ha niente da ridire, anzi li si applaude e idolatra.

E potrei andare avanti a lungo con altri esempi simili.

Però se qualcuno diventa milionario grazie alla ricerca medica e così facendo migliora la vita di centinaia di milioni di persone (e già che c'è ne salva qualche milionata proprio dalla morte), peste lo colga, il fottuto bastardo che campa sulla salute altrui.

O tempora, o mores...

Guido Pisano ha detto...

@unknown
sto ancora aspettando che tu dica quali sono gli ingredienti potenzialmente dannosi dei vaccini...

brain_use ha detto...

@Axlman.

Concordo in pieno.

Unknown ha detto...

...forse perchè se uno calcia una palla e diventa milionario sinceramente a me non fa differenza.... Invece di cosa fa chi "gioca" con la salute della gente direi che la cosa mi interessa...
Se poi per voi la cosa è INDIFFERENTE allora siete solo un gruppo di scellerati.

Guido Pisano ha detto...

@Unknown
tipo chi consiglia di vaccinarsi nonostante i vaccini siano perfettamente sicuri?
Oppure chi gioca al dottore uccidendo adolescenti col diabete?
Oppure ex medici che sono convinti senza aver fatto studi scientifici che il cancro sia un fungo ma giudicando soltanto dal colore?
La lista e' lunga...

Stupidocane ha detto...

Unknown,

Se pensi che la professione medica sia un gioco, lo scellerato sei tu.

Turz ha detto...

Un po' di numeri, dati e fatti (Zahlen, Daten, Fakten come dicono qui in Germania).

Dal rapporto della TK, una delle più grandi casse malattia (assicurazioni sanitarie) della Germania:
Costo ricoveri in ospedale - 6 miliardi di euro
Costo cure mediche - 4 miliardi di euro
Costo farmaci - 3,36 miliardi di euro
Costo vaccini - 173 milioni di euro
Costo cure dentistiche - 1,7 miliardi di euro
Costo materiali di ausilio (tipo stampelle, sedie a rotelle, tutori, ecc.) - 700 milioni di euro

(fonte: https://www.tk.de/centaurus/servlet/contentblob/48192/Datei/146216/TK-Geschaeftsbericht-2014.pdf)

Le case farmaceutiche quindi guadagnano dal tedesco medio un ventesimo di quanto guadagnano coi normali farmaci. E parliamo di farmaci rimborsati dal servizio sanitario, poi ci sono quelli da banco che l'assicurazione TK ovviamente non rimborsa.

Quindi no, per le case farmaceutiche i vaccini non sono una miniera d'oro, sono trascurabili per il loro bilancio.

Roberto Fulghesu ha detto...

leggevo il commento di pgc.
Io ho oltre 60 anni, ho avuto il mio regolare vaccino contro la poliomielite e ricordo molto bene i malati (in particolare una ragazza) che, non avendo potuto fare il vaccino da piccola, era gravemente lesionata. A fronte di qualche, sporadico caso di contagio da vaccini, quanti sono sani?...

Unknown ha detto...

@Turz

Una piccola nota: in Germania le vaccinazioni non sono obbligatore (http://www.assis.it/le-vaccinazioni-infantili-nei-paesi-della-comunita-europea/), magari non centra però è giusto farlo notare :-)

MarcoT ha detto...

In fin dei conti la questione "vaccini" è piuttosto semplice:
Se ti vaccini (o vaccini tuo figlio) è come se tu facessi una "roulette russa" con una pistola a tamburo con 10.000 fori, e un proiettile.
Puoi dire "No, non voglio rischiare (io o mio figlio)" però...
in quel caso sei COSTRETTO a fare una roulette russa con la medesima pistola (10.000 fori) con dentro 200 pallottole...
e questo tralasciando tutte le importanti questioni legate alla "eradicazione" di malattie per cui magari tra qualche generazione non saranno più necessari alcuni vaccini, e alla "immunità di gregge" per proteggere chi non può giocare alla prima "roulette russa"...

GiRo ha detto...

Allora sono un neopadre e mia figlia di tre mesi sarebbe obbligata a vaccinarsi subito senza se e senza ma. Ma i dubbi vengono numerosi. Per indicarne uno solo, vado sul sito dell'EMA l'agenzia europea per la medicina www.ema.europa.eu/docs/it_IT/document_library/EPAR_-_Product_Information/human/000296/WC500032505.pdf
e leggo il bugiardino in pdf dell'esavalente INFANRIX hexa.
A pag. 2 cito testualmente 'Il vaccino può contenere tracce di formaldeide'. Caspita, indago sulla formaldeide e trovo un opuscolo sempre in pdf sul sito del ministero della salute www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_283_ulterioriallegati_ulterioreallegato_5_alleg.pdf, dove, sempre a pag. 2 la descrive così 'Nel 2004 la formaldeide è stata indicata dallo IARC tra i composti del gruppo I (cancerogeni certi)'. Che ne pensa?

pgc ha detto...

GiRo,
la formaldeide è presente ovunque, anche in molti alimenti considerati "sani". Per esempio nelle pere, nella frutta, ma anche nel pesce, nella carne. Qui vale l'arcinota massima di Paracelso "la quantità fa il veleno". "Tracce" significa tracce, ovvero una quantità talmente minima che è addirittura difficile da quantificare.

So che è difficile, ma il motivo per cui certe informazioni vanno "mediate" attraverso personale specialistico è proprio questo: non è facile per chi non ha una preparazione specialistica capire cosa ci sia dietro a certe affermazioni scientifiche. Per questo bisogna approfittare dell'esperienza e delle competenze degli specialisti. Io NON sono uno specialista. Purtroppo in molti prendono delle affermazioni scientifiche, valide in un determinato contesto, e le trasformano nel linguaggio comune. Nell'operazione tutti i dettagli vengono persi. E il diavolo sta nei dettagli...