skip to main | skip to sidebar
31 commenti

Test per i Disinformatici: le compagnie aeree “barano” con i cookie?

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento ore 22:10.

Visto che è tempo di vacanze, questa potrebbe essere una dritta utile se verificata, ma potrebbe anche trattarsi di una trovata di marketing virale per far parlare della compagnia aerea: mi è stato segnalato questo tweet secondo il quale Ryanair userebbe la cronologia dei cookie per gonfiare i prezzi, ma il trucchetto sarebbe eludibile cancellando i cookie dalla sessione di browsing del giorno precedente ("Ryanair still using cookie history to inflate prices. My folks saved £100 by deleting cookie from yesterday's browsing session").

Indicazioni analoghe, sempre non confermate, riguardano altre compagnie aeree low-cost, come Easyjet.

A voi risulta? Se fate qualche prova, pubblicatene i risultati nei commenti. Io da solo non ho le risorse per compiere una verifica rigorosa, ma forse un gruppo di smanettoni potrebbe gettare luce sulla questione con un test massiccio.

Aggiornamento ore 22:10. I Disinformatici sono stati fulminei come sempre: non solo è già arrivata la prima raffica di test informali, che indicano che l'ipotesi dei cookie è fasulla, ma un lettore, Luca, ha trovato questo articolo che parla di test più formali (con tanto di dati grezzi a disposizione), che ribadiscono che si tratta di una leggenda metropolitana. Grazie a tutti!
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (31)
Ciao Paolo,
ho appena verificato e, per quanto mi riguarda, l'esito è negativo.
Il sito ricordava la mia ultima ricerca (partenza, arrivo e relative date) ma ho ottenuto gli stessi prezzi effettuando la stessa ricerca in una finestra in incognito.
Spero di non essere smentito...
Io ho notato il cambio di prezzo quando effettuo la stessa ricerca più volte da vari siti con stesse città/giorni/orari anche a distanza di qualche giorno, ma da quello che sapevo io, c'è una specie di "database centrale" che raccoglie le varie richieste e se anche solo tu cerchi insistentemente per esempio un volo milano-barcellona su varie compagnie, lui rileva un "alto interesse" per quella data e per cui alza il prezzo anche se in realtà poi non acquisti.

Dovrei provare a cancellare i cookie dopo qualche ricerca.
Posso smentire con la mia esperienza personale di qualche mese addietro: non solo provando più volte a distanza di giorni (a volte anche più volte nello stesso giorno) la tariffa sul sito di Ryanair non è aumentata, per quanto all'atto dell'effettivo acquisto la tariffa si è anche abbassata tra una transazione e l'altra (dovevo comprare 40 biglietti, e 15 di questi li ho pagati meno).
Mmmmh in ritardo di 24 ore. Ieri stavo facendo un booking con quel bidone di Swiss, ed ovviamente il sistema funzionava bene quanto la compagnia: 3 tentativi andati male, neanche una procedura conclusa. Il support mi ha confermato l'assenza di prenotazioni e mi ha detto di riprovare.
1 ora dopo la tariffa Economy Saver per il volo che volevo non c'era più.

(NB: Se vado a buttar via soldi con Swiss è solo perché non pago io)
con ryanair e easyjet non mi è mai capitato, ovvero facevo più volte la ricerca dello stesso volo l'anno scorso (sono un tipo piuttosto indeciso) e non ho mai notato questa cosa che però ho notato quest'anno quando ho prenotato un volo air france: controllo la disponibilità del volo (A/R malpensa-parigi, dovevo unirmi ad un'altra comitiva che aveva già prenotato mesi prima) e trovo che il prezzo del biglietto è incredibilmente low cost, tipo 110€; purtroppo non l'ho comprato subito, ma per vari motivi (non ero sicuro di orari, ecc.. e ho contattato i miei compagni di viaggio) ho atteso 10 - 15 minuti al massimo, ho rifatto la ricerca e sorpresa sorpresa lo stesso biblietto costava 340€ !!!!!!!!!!!!! purtroppo non ho provato a cancellare i cookie.
Ho provato cancellando i cookie di easyjet, ma nulla è cambiato.
ho letto una notizia quasi analoga tempo fa..mutui variabili con browser diversi..mi sa che mi conviene provarli tutti .. :D

fonte:
http://www.downloadblog.it/post/13342/con-internet-explorer-si-risparmia
Provato con Ryanair, cookie cancellati ma stesso prezzo.
occhio Paolo, la compagna irlandese è famosa per mettere voci in giro e far parlare di sé. Ne abbiamo già viste di tutti i colori dal dito di bossi, alle toilette a pagamento, ai posti in piedi e i giornalisti boccaloni gli fanno pubblicità gratis. Magari omettono di dire invece cose importanti, tipo che se non fai il check-in online lo paghi 48€ al banco, oppure che le misure del bagaglio a mano è leggermente inferiore allo standard
Paolo, parrebbe una leggenda urbana.
Potrebbe avere un senso come politica commerciale riservare le offerte migliori ai clienti che arrivano per la prima volta, magari rispetto a clienti già fidelizzati, un po' come fanno le compagnie telefoniche.
A questo punto però verificare se questo succede veramente sarebbe un po' più complicato.
Ma non credo sia questo il caso, anche perché si parla solo di ricerche precentemente effettuate... la vedo più come una bufala.

Ovviamente, perché sia chiaro, Ryanair sarebbe in grado di verificare attraverso i cookie la cronologia delle navigazioni sul loro sito, ma non su quelli di altri operatori.

Episodi di prezzi che aumentano anche a breve distanza di tempo non hanno niente a che fare con questo, i voli low cost funzionano da sempre così.
Magari omettono di dire invece cose importanti, tipo che se non fai il check-in online lo paghi 48€ al banco, oppure che le misure del bagaglio a mano è leggermente inferiore allo standard
Beh, per i bagagli a mano non c'è uno standard, anzi, con un bagaglio usato molte volte con Ryanair ho avuto problemi con Easyjet...
Per il checkin, c'è scritto nelle condizioni di trasporto che sei obbligato a leggere e a accettare (se non le leggi non è colpa di Ryanair), nella mail di conferma della prenotazione e almeno in due mail che ti mandano 15 giorni prima e due-tre giorni prima. Se uno non lo fa è giusto che paghi, vengono impegnati addetti e per Ryanair questo è un costo.
Mai avuto un problema con Ryanair, e negli ultimi tre anni ho fatto almeno una trentina di voli con loro, tutti pagati meno di 30 euro, molti meno di 10... Certo, bisogna rispettare le loro regole, ma se non sgarri, paghi quello che promettono!
i voli low cost funzionano da sempre così.

In generale, l'andamento dei prezzi è difficilmente prevedibile. Mi è capitato spesso (prenoto voli per molti amici, e questo è una cosa che mi appassiona)
di trovare delle offertone anche nell'ultima settimana. Probabilmente se si rendono conto di avere l'aereo mezzo vuoto, preferiscono vendere i biglietti a prezzo di costo, quindi escono con forti offerte.
Quello che mi piacerebbe veramente sapere è quanto il processo è automatico e quanto invece viene pilotato in modo manuale, anche se guidato dal sistema (che magari segnala alcuni voli in base per esempio al load factor...)
Ho provato con easyjet e non cambia nulla.
anche se io di solito uso la compagnia di bandier per via dei 30 giorni... sorry!

P & L V
Provato con ryanair e easyjet e non cambia niente.
Ho lavorato per anni come consulente viaggi, ho prenotato voli di linea e low cost per me e per i clienti dell'agenzia per cui lavoravo, e non ho mai visto dinamiche simili.
Mi sembrano fantascientifiche.
Nei voli ci sono varie tariffe e promozioni, ogni tariffa-promozione ha o una data di scadenza o, nella maggior parte dei casi, un numero di posti limitato.
Terminati quelli il sistema deve per forza proporre la tariffa successiva, che può benissimo essere più alta, e di tanto, rispetto alla promozione/tariffa precedente.
E' un sistema fatto apposta per invogliare alla prenotazione immediata.
Nel mio lavoro ho visto clienti titubanti che per un ritardo di pochissimi minuti hanno perso buone tariffe e si sono fatti le stesse domande. Dovete ricordare che quando voi state prenotando, tante altre persone lo stanno facendo in varie parti del mondo o d'europa.
Nei voli low cost inoltre le tariffe più convenienti sono per la maggior parte quelle sotto data, quindi niente di strano che sotto data il prezzo possa calare.
Mi è capitato varie volte che ai clienti sia andato di lusso proprio perché nel momento in cui stavo prenotando incappavo in una promozione appena uscita (che era disponibile anche nella vendita al pubblico) e ovviamente gli applicavo la tariffa più vantaggiosa.
E' che se il cliente risparmia è contento e non fa domande, se invece si alza il prezzo pensa al complotto :)
Credo che il tizio del tweet si sia trovato a prenotare casualmente proprio nel momento in cui erano terminati i posti per la tariffa più vantaggiosa e abbia pensato c'entrassero i cookies, infatti lui menziona un risparmio di 100 dollari rispetto alla tariffa del giorno prima: nei voli low cost 24 ore sono davvero tante, se pensate che anche un ritardo di pochi minuti può significare la perdita dell'occasione, non c'è da stupirsi ....
Insomma, io non credo, viste anche le prove fatte, le situazioni ravvisate dal tweeter ma anche nel post linkato possano dare adito a sospetti (IMHO)
Errata corrige
"Credo che il tizio del tweet si sia trovato a prenotare casualmente proprio nel momento in cui erano iniziati i posti per la tariffa più vantaggiosa "
@Camicius
Beh, per i bagagli a mano non c'è uno standard, anzi, con un bagaglio usato molte volte con Ryanair ho avuto problemi con Easyjet...

Sì e vero che non c'è uno standard, ma più o meno tutte le compagnie sono adeguate ad una certa misura (la somma dei tre lati inferiore a 115cm). Infatti i negozi di valigie hanno normalmente una tabella con tutte le misure e ti sanno dire con quali compagnie puoi viaggiare con la trolley che ti vendono. Easyjet è una di quelle con le misure + generose (56x45x25). Ryanair ha misure tutte sue (55x40x20). Sembra poco ma sono poche le trolley in vendita che rispettano queste misure ed è per quello che la compagnia ti propone l'acquisto della loro valigia quando fai il biglietto.
Errorino nell'aggiornamento: non solo è già arrivata non solo la prima raffica.
@Camicius:
Si, non intendevo dire solo che è normale che i prezzi aumentino, ma proprio che è normale che cambino anche sensibilmente ed anche a breve distanza di tempo, a seconda delle loro esigenze del momento.

Può anche darsi che le prime segnalazioni di questo presunto fenomeno siano nate da casi di questo genere male interpretati... anche se probabilmente conoscendo Ryanair non è da escludere il marketing virale.
Comunque, se fosse un'opzione particolare che loro attivano in offerta solo su alcuni voli ben determinati, i test formali o meno non avrebbero nessun valore per smentire l'esistenza di una possibile politica del genere.

Se poi la discriminante fosse, come accennavo nell'altro post, il fatto che l'utente abbia già acquistato dei voli o meno, sarebbe molto complicato fare delle statistiche significative che possano mirare a dimostrare il contrario.
Mah, io direi due cose:
1) l'esperienza suggerisce che si tratta di leggenda.
2) sarebbe anche una politica abbastanza normale se venisse fatta sulla base dell'effettivo interesse per i voli, e dunque registrando a livello centrale l'interesse (che poi lo si misuri con le semplici ricerche o con gli acquisti, beh, è una scelta.. io useri gli acquisti veri e quindi in pratica i numero di posti residui), e quindi se ad un volo siamo interessati in 500 il prezzo sale, esattamente come le scomesse online o come implica la semplice legge della domanda e dell'offerta.
Fatta sui MIEI cookie mi sembra una cosa inverosimile e poco utile.

paolo
[quote-"Recenso"-"http://attivissimo.blogspot.com/2011/05/le-compagnie-aeree-barano-con-i-cookie.html#c8555943715969060578"]Credo che il tizio del tweet si sia trovato a prenotare casualmente proprio nel momento in cui erano iniziati i posti per la tariffa più vantaggiosa
[/quote]

Anche a me piace pensare che le cose siano andate così. Mi sembra che questo sia un buon esempio di come il nostro cervello riesca a vedere degli schemi e una causalità dove invece c'è solo rumore di fondo e casualità.
Non so per le lowcost, ma con Airfrance ho avuto l'impressione che qualcosa del genere effettivamente succedesse.

Quando mi capitava di fae un po' di prove combinate per spendere meno (eh,i genovesi...) mi è successo di vedere un prezzo sul volo singolo che però cambiava se avevi già visto altre soluzioni. Esempio: volo da A a B 100 euri, volo da B ad A 50 euri, volo andata e ritorno 180 euri. Allora prendi i due voli disgiunti. Ma dop aver acquistato da A a B quado vai a comprare da B ad A, il volo costa 120 euri.

La soluzione è stata usare due pc con due ip differenti (e due cookie histories differenti) e procedere con l'acquisto in parallelo: con 150 euri preso il tutto.

Alf
Leggenda metropolitana.. forse. A Marzo 2009 ho prenotato due biglietti per amsterdam per aprile che erano in offerta a 98.85€, la sera parlando con degli amici, avevano deciso di aggregarsi a noi e siamo andati a rivedere con il mio computer sul sito del vettore, ma a quel prezzo non c'erano più. Il giorno dopo mi richiama il mio amico e mi dice che magicamente i biglietti erano riapparsi, io vado a vedere ma li vedo a un prezzo diverso, chiudo safari, apro firefox e riecco spuntare i biglietti a 98.85€. Cookie o no, di certo non è una cosa bella.
Mi pare di ricordare che per un certo periodo Amazon avesse applicato un prezzo più alto ad alcuni clienti loggati rispetto ai clienti che dovevano ancora effettuare la login. Siccome era molto facile accorgersi del trucco... hanno subito fatto marcia indietro, con tante scuse.

Prenoto spesso con Ryanair o con altre compagnie, è vero che non è mai facile capire con quale logica vengono assegnati i prezzi ma non ho mai notato il comportamento descritto, e mi sa che hai fatto bene ad etichettarlo come bufala.

Intervengo per aggiungere una cosa importante ma che generalmente non viene colta. Non è del tutto fuori tema visto che in questo articolo si parla di eliminare i cookies per cancellare i dati di sessione, in modo da diventare magicamente un nuovo utente sconosciuto al sistema.
I cookies o l'indirizzo IP non sono l'unico sistema per tracciare gli utenti! Ad esempio, se siete collegati a facebook o a google e poi fate il logoff e continuate a navigare credete di essere magicamente diventati anonimi per loro? Facebook, google, o qualsiasi altra società che trae profitto dai vostri dati personali può continuare a sapere, con meno certezza ma con approssimazione molto alta, che gli utenti reali siete ancora voi...
Eliminare i cookies aggiunge incertezza, cambiare IP ne aggiunge altra ancora ma... non è detto che basti!
Beh a me e' successo. Non so piu' se era Airasia, Malaysia Airlines o un hotel dato che e' successo tempo fa e stavo cercando di mettere su un viaggio intero. In breve, avevo piu' volte contollato i prezzi di voli e hotel nell'arco di un'ora. Visto che aumentavano nel giro di minuti, avevo chiuso Firefox e provato con IE e i prezzi erano tornati ai livelli piu' bassi. Allora avevo cancellato i cookies di Firefox e anche li' i prezzi erano scesi.

Qualche tempo dopo avevo trovato conferma dell'effetto cookies dai commenti degli utenti nel forum di airliners.net in un post specifico. Alcuni confemavano, altri scrivevano che a loro non era mai capitato.
@gianni
[quote]ti vendono. Easyjet è una di quelle con le misure + generose (56x45x25). Ryanair ha misure tutte sue (55x40x20). Sembra poco ma sono poche le trolley in [/quote]

Il problema è il sistema di misura: nella dima di Easyjet la valigia è messa con il lato lungo e il lato corto orizzontali (tenuta dalla maniglia laterale), mentre con Ryanair la valigia è messa in posizione verticale quindi se i 55 cm sono 60 cm spessissimo la passi liscia. Con Easyjet invece non c'è storia. Peraltro quella è la misura critica: se sono 60 non ti permette di mettere il bagaglio con la faccia più piccola verso l'apertura della cappelliera...

[quote]

Può anche darsi che le prime segnalazioni di questo presunto fenomeno siano nate da casi di questo genere male interpretati... anche se probabilmente conoscendo Ryanair non è da escludere il marketing virale. [/quote]
Beh MOL (Michael o'Leary, ceo di Ryanair) è un genio in questo, anche se penso che lui ne approfitti e molto venga fatto da giornali et similia che rigirano in maniera virale le sue parole....
Ve lo dico io come fanno, di sicuro non con i cookie. Usano altri espedienti. A me è capitato durante il cambio nominativo per un viaggiatore. Ho chiamato il call center (a pagamento). Avevo pagato il biglietto 19 euro. Il cambio di nominativo mi costava 20 euro. Al momento del cambio, il biglietto costava 29 euro. Giuro, avevo il prezzo sotto gli occhi, tutto mi sarebbe costato 30 euro (20 di penale + 10 di differenza prezzo). Al call center mi dicono però che il prezzo del biglietto in quel momento è di 39 euro. Faccio notare che avevo il prezzo sotto gli occhi (con tanto di F5) ma al mio ultimo F5, voilà il prezzo è aumentato!
Si pongono nell'ottica che ti convenga sempre pagare penale e cambiare nominativo piuttosto che riacquistare.
Morale della favola, a cambio effettuato, il prezzo era sceso a 19 euro!!
Purtroppo non mi ricordo più con quale compagnia, ma anche a me è successa una cosa simile, ma non sembra legata ai cookie, sembra più un controllo dell'IP. Avevo verificato i prezzi di un volo ed erano vantaggiosi, dopo un po' di ricerche su internet e reload della stessa pagina i prezzi sono aumentati. Mi sono collegata con un computer diverso (e il wireless del vicino di casa, quindi IP sicuramente diverso) e magicamente ho ritrovato il prezzo iniziale col quale ho poi acquistato i bisglietti.
Magari è stata una coincidenza, però era una dritta passatami da amici che avevano avuto un'esperienza simile.
Fermi tutti!

Questo è un caso per l'Ispettore Turz, volatore di lunga data, risparmiologo nonché apprendista detective antibufala.

1) I siti delle compagnie aeree tipicamente vengono personalizzati a seconda del paese dell'utente. Quindi www.ryanair.com/en presenta contenuti diversi da www.ryanair.com/it. E fin qui niente di male.

2) Alcune compagnie differenziano le pagine dei vari paesi per URL, altre coi famigerati cookie. E fin qui, pure, niente di male.

3) Ora viene l'inghippo: se un volo è tra paesi con valute diverse (tipo Italia e USA, oppure Danimarca e UK) può effettivamente succedere che i due prezzi siano diversi.

Tipicamente questo avviene per rispettare la regola del marketing di massimizzare il numero di cifre "9" finali (99,99 euro fanno molta più figura di 144,03 dollari, quindi magari in dollari è meglio dire 139,99 o magari 119,99, mentre gli stessi 119,99 dollari possono diventare 99,99 euro che non spaventano l'utente medio più di quanto spaventi 83,30).

4) Conclusione: se hai i cookie del paese "sbagliato" rischi di pagare di più per il tuo volo (ma se hai quelli del paese "giusto" rischi di pagare di meno) senza accorgertene. Ovviamente se poi ti appare la schermata di scelta e scegli di nuovo il paese "sbagliato", aver cancellato i cookie non serve a niente.
http://sosconso.blog.lemonde.fr/2013/02/01/pourquoi-les-prix-des-trains-ou-des-avions-varient-dune-minute-a-lautre-fin/ Non sarà praticato dalla maggior parte delle aziende online, ma esiste.