Cerca nel blog

2006/11/20

Radiopresenza via Skype, riproviamo; Disinformatico domattina

Un paio di appuntamenti radiofonici

Stasera, fra le 22 e le 23, sarò ospite via Skype di Radio Web Stereo, se la tecnologia e il coordinamento funzionano meglio della volta scorsa. La radio è ascoltabile in streaming. Se ci dovessero essere ulteriori problemi o rinvii, li troverete segnalati qui in tempo reale a partire dalle 21.30 circa.

Domattina, invece, c'è il consueto appuntamento col Disinformatico alla Rete Tre della Radio Svizzera di lingua italiana, anch'essa ascoltabile in streaming e come podcast. Il tema principale della puntata sarà un ripasso della storia della Rete, visto il recente compleanno del Web, con un po' di chicche che saranno nostalgici ricordi per chi già allora frequentava Internet e stravaganti arcaismi per chi in Rete c'è arrivato a cose fatte. Ci saranno anche le bufale della settimana e il consueto appuntamento con le ultime notizie informatiche.

Aggiornamento

Tutto ha funzionato, stavolta: la trasmissione è iniziata regolarmente, la connessione di Skype è caduta ogni tanto, ma per fortuna soltanto durante le pause del parlato (come se rilevasse l'inutilizzo, interessante). La radio mi ha detto che la registrazione del programma sarà disponibile quanto prima, e la trasmissione verrà replicata giovedì 23 alle 17.

9 commenti:

whalehunter ha detto...

Skype è una grande idea, però è normale avere dei piccoli inconvenienti?

Si risparmiano dei bei soldini, ma forse la qualità della conversazione non è ancora al livello di una "normale" telefonata. Ci si avvicina molto, ma non è ancora la stessa.

yayo ha detto...

Ecco! lo sapevo! : (
La settimana scorsa funzionava tutto, ma non c'eri.
Oggi che ci sei (non vedo segnalazioni di problemi sul blog) non va il collegamento. Ho la connessione a 56k, e la volta scorsa ho verificato che funziona anche così, senza ADSL (neanche lo immaginavo :P).
oggi: "401 service unavailable".
uff.. :/
peccato.

yayo

Nicola Rosati ha detto...

Non vorrei seminare FUD, ma quelli di radiowebstereo forse si fanno troppo pochi problemi con lo streaming musicale.

Mi spiego: ieri sera volevo continuare a guardare NCIS e quindi alle 10 circa ho preso lo streaming winamp e l'ho caricato in xmms (specie di winamp per linux) dopodiché mi è bastato impostare il plug-in del programma in modo che l'output non arrivasse alla scheda audio bensì venisse scritto su un file .wav, così mi son potuto ascoltare Paolo tranquillamente in differita, oltretutto saltando le canzoni che non mi interessavano.

Però avrei anche potuto fare opera di sartoria sul file e crearmi i miei mp3 delle canzoni trasmesse; quello che voglio dire è che forse per una radio è meglio essere un po' più accorti nella scelta dei mezzi di diffusione, se non si vogliono attirare brutte attenzioni da parte dei maledetti a 4 lettere.

Ciao a tutti

Anonimo ha detto...

@ Nicola Rosati

Si può rippare molto facilmente qualunque radio in streaming che usi qualunque mezzo di diffusione...

Anonimo ha detto...

Per non parlare del buon vecchio sistema del registrare su nastro sui radioregistratori, cosa fatta da trent'anni...

Anonimo ha detto...

Scusa Paolo, ma non eri un acerrimo nemico di skype?

poppi ha detto...

l'anonimo che ti ha chiesto il perche' di skype, sono io.

Paolo Attivissimo ha detto...

>Scusa Paolo, ma non eri un acerrimo nemico di skype?

Non lo promuovo più, e non mi piace affatto la sua politica discriminatoria e anticompetitiva, ma non sono cosi' fondamentalista da non usarlo se dall'altra parte l'interlocutore ha soltanto Skype.

Quando telefono in Italia, uso la rete Telecom, anche se non approvo la sua politica aziendale. Quando un cliente mi chiede un file Word, glielo mando. C'è un limite pratico oltre il quale non voglio andare.

poppi ha detto...

Grazie Paolo! Vorrei precisare che la mia non era una domanda da troll... Condivido al 100%, tendo anch'io ad evitare ogni integralismo informatico.