Cerca nel blog

2006/11/09

Rimborsi Windows da Dell in GB, CH e Italia

Dell rimborsa Windows inutilizzato? In Inghilterra e Svizzera sì, in Italia anche, ma con fatica


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "gennarobal" e "motti".

Se comperate un computer Dell con Windows preinstallato e quel Windows non vi serve (per esempio perché avete già una licenza migrabile di Windows o perché volete spianare Windows e sostituirlo con Linux), Dell rispetta le clausole della licenza e rimborsa.

Linuxworld riferisce di Dave Mitchell, un cliente Dell inglese, che ha da poco ricevuto un rimborso complessivo di 55 sterline (circa 80 euro) per il Windows XP Home SP2 inutilizzato che gli è stato imposto al momento dell'acquisto di un laptop Dell Inspiron 640m. "Imposto" può sembrare una parola forte, ma provateci voi a trovare un laptop venduto senza Windows.

Mitchell ha semplicemente rifiutato la licenza di Windows alla prima accensione del laptop, ha documentato il tutto fotograficamente, e ha scritto una lettera cartacea a Dell l'1/11. A seguito di una verifica telefonica, Dell gli ha inviato il rimborso, sotto forma di buono acquisto, dieci giorni dopo l'invio della lettera. Dell non gli ha neanche chiesto di rimuovere o restituire l'adesivo che fa da "certificato di autenticità" e surrogato di licenza di Windows. Il laptop è venduto senza CD di ripristino di Windows, per cui Dave non deve neppure restituire il software.

Linuxworld ha pubblicato anche un'intervista a una rappresentante di Dell su questo caso, che ha chiarito che non si tratta di una nuova politica generalizzata dell'azienda, ma di una "risposta unica a un cliente, fatta sulla base delle circostanze individuali dell'esperienza e della richiesta del cliente". Sta di fatto che l'episodio costituisce un precedente prezioso per chi vuole cimentarsi nel far rispettare un diritto previsto esplicitamente dalla licenza, come spiegato in dettaglio nella mia pagina sul rimborso di Windows.

Non è l'unico precedente che riguarda Dell. Punto Informatico ha pubblicato di recente il caso di un utente svizzero che si è fatto rimborsare, sempre da Dell, 150 franchi (circa 94 euro) direttamente sul proprio conto corrente, per un Windows XP preinstallato non utilizzato. "Il tutto si è risolto con una gentilezza inverosimile e senza alcuna difficoltà", dice l'utente.

Per quanto riguarda Dell in Italia, ho la segnalazione di un utente Linux che è riuscito a farsi scontare 120 euro dal prezzo d'acquisto, oltretutto senza perdere la licenza di Windows, sia pure con difficoltà nettamente superiori a quelle descritte in Inghilterra e in Svizzera.

I precedenti, insomma, ci sono, e non soltanto all'estero. Anche se per ora è Dell che fornisce uno sconto pur di non perdere il cliente, senza chiedere a sua volta a Microsoft il rimborso per la licenza invenduta, è chiaro che il diritto al rimborso esiste e non è ammissibile che si continui a calpestarlo come fanno molte altre aziende produttrici di computer.

Paradossalmente, Dell potrebbe trarre un vantaggio da questi rimborsi, sotto forma di pubblicità favorevole fra i linuxiani e anche fra coloro che più semplicemente hanno già una licenza migrabile di Windows (o una site license) e desiderano utilizzarla e soprattutto non sprecare denaro comperando un prodotto per loro inutile e indesiderato. Però è ora di finirla con le procedure "uniche" e "individuali" e fornire un metodo semplice e diretto per far valere un diritto del consumatore.

29 commenti:

piviere ha detto...

Sta di fatto che Dell è per ora l'unica ad adottare questa saggia politica.

Vito ha detto...

Io mi chiedo invece: ammesso che uno voglia invece utilizzare la licenza Windows, quanto è legale che il portatile gli sia venduto con il S.O. preinstallato ma senza CD di ripristino?

Anonimo ha detto...

Ciao a tutti.
Io devo dire che ho comprato un computer dell latitute senza SO e senza fare alcuna fatica.
Premetto che sono un utente business quindi non so se cambiano le cose, ho scelto il computer, ho chamato il numero verde e gli ho detto che volevo quel computer senza sistema e con la tastiera americana e 5 giorni dopo avevo a casa il mio PC senza sistema installato e con il cd di freedos :).
Il risparmio e' stato sui 50 euro, ma ho risparmiato anche il tempo di togliere l'adesivo di Windows :).

Ciao
Simone

silvio ha detto...

per vito: il cd di ripristino si dovrebbe ottenere scaricandolo da internet,dopo essersi registrati (mi pare).
per l'anonimo: chiesi anch'io a Dell se potevo comprare un portatile senza S.O., mi dissero che era possibile solo per una certa categoria di portatili,quelli per gli utenti business. Non so se bisogna avere partita iva o altro,fatto sta che quei portatili che mi furono proposti costavano molto di piu' di quelli "per comuni mortali".

Anonimo ha detto...

Il problema di questa cosa della licenza è nel suo modo "casuale" di applicarsi. C'è chi ha ottenuto 50euro di sconto chi 120euro... E sempre andando "a fortuna". Certo se fossi sicuro di pagare il portatile base di Dell (548euro con Win) a 429€ probabilmente un pensierino lo farei. Quasi quasi adesso telefono e chiedo!

Anonimo ha detto...

Dell vende anche computer con linux preinstallato: www.dell.com/linux

Tuttavia, se pubblicizzasse la possibilita' di computer senza licenza Windows (o, peggio, con Windows), perderebbe lo sconto OEM offerto da Microsoft, e quindi sarebbe costretta ad aumentare i costi per il piu' fruttifero mercato di computer con Windows.

Puzza87 ha detto...

NOI (3 ragazzi di 19 anni) ci abbiamo provato a farci rimborsare...
ci hanno preso tutti per il culo e alla fine abbiamo rinunciato

ognuno scaricava la responsabilità su altri, molti ci appendevano il telefono in faccia o ci mettevano in attesa per ore

una vergogna!

Anonimo ha detto...

Mi ricordo che, circa fino a 3 anni fa, forse un po' di più, forse un po' di meno, quando si ordinavano PC Dell via internet, si poteva scegliere se avere o no Winzozz, con relativa decurtazione automatica del prezzo. Poi, ad un certo punto, questa possibilità è scomparsa ... forse sei un po' troppo buono con Dell. Ciao, Bag.

Anonimo ha detto...

Ciao. sono l'anonimo di prima (ho dimenticato di firmare!). Ho provato a contattare Dell per chiedere se si potesse effettivamente acquistare il PC (Inspiron 1300 entry level Dell) senza Windows. L'operatrice mi ha detto che non è possibile. Allora ho chiesto se fosse possibile ottenere successivamente il rimborso di Windows e l'operatrice mi ha detto che anche ciò non era possibile. Non ha voluto saperne di clausole della licenza o altro. Non credo che quindi Dell sia tanto predisposta ad effettuare i rimborsi di Win come dici tu Paolo!

ciao Andrea

Anonimo ha detto...

@puzza87: hai provato a mandare una lettera con questo testo: http://www.aduc.it/dyn/sosonline/modulistica/modu_mostra.php?Scheda=129428
magari potrebbe pure funzionare!


andrea

Anonimo ha detto...

Sono svizzero pure io e ho avuto due esperienze diverse con Dell.
Per ll primo laptop, un Inspiron 8000, mi hanno rimborsato 130 franchi per Win2K, Norton, Microsoft Works e altro software fornito.
L'anno scorso ho comperato un Inspiron 9100, ma non c'e' stato verso. Mi e' stato detto che dal momento che sulla fattura non risultava XP come "acquistato", allora secondo la EULA non avevo diritto al rimborso :(

Anonimo ha detto...

Io ho avuto una pessima esperienza con Hp.
Ho acquistatp un notebook pavillion e, al primo avvio, mi aspettavo di trovarmi difronte alla classica licenza con pulsanti per accettazione.

Un cavolo... la licenza era già accettata ed il notebook configurato. Ciao Ciao Rimborso.

Saluti
Al

Luca ha detto...

Be' se ti trovi una licenza accettata rimetti tutto nel pacchetto e lo riporti indietro. Poi non rendi il SO ma _tutto_ il portatile

miki64 ha detto...

Vi faccio notare che Dell Italia è contattabile esclusivamente tramite telefono ( e non è un numero verde).
Volevo chiedere informazioni in merito ad un acquisto di un p.c. senza Windows, ma non c'è uno straccio di email o un form.
BLEAH!!!!

Federico Segrate ha detto...

è una cosa positiva che è contattabile solo per telefono.
e poi cosa importa che non è un numero verde? è un numero urbano (02) e viene circa un centesimo al minuto, la dell non ci guadagna niente, i soldi della chiamata vanno a telecom italia

SIDOLI.ORG ha detto...

Della ha una grande fetta di mercato negli USA e si sa che li il concetto di refund è molto seria. In italia il refund sarebbe il fallimento delle aziende perchè tutti farebbero la fila pur di scucire dei soldi.

Andy from Japigia - Crescenzago ha detto...

io ho preso un inspiron 6400 Dell come privato. Ho avuto dialoghi serenissimi e competente consulenza. Sapevo pure della possibilità di poter acquistare un DEll con Linux montato sopra. Non penso sia poco.
Volevo solo testimoniare del fatto che con i giusti consulenti Dell si può dialogare molto bene.

berto ha detto...

Sidoli.org

E' come per le tariffe RC auto.
Il coltello dalla parte del manico lo tengono le Aziende mica i consumatori.

Il problema, in Italia, è la carenza di concorrenza.

Cosa impedisce alle grosse aziende produttrici di fornire a chiunque PC (scontati) senza S.O., se non l'obbligo di pagare un tributo a zio Bill?

Domi ha detto...

Io vorrei comprare un portatile per poi installarci Linux, ma TUTTI lo vendono con Win, e poi per ottenere un rimborso (che varia tra le 50 e le 150 euro) bisogna penare.
Non voglio fare pubblicità, ma la Santech, nei suoi listini ha Win tra gli optional.
Lo dà preinstallato, ma se la licenza va comprata a parte devo dedurre che non la sto pagando.
Almeno così sembra.

miki64 ha detto...

@ Federico Segrate:
è vero quello che dici.
Però a me sembra molto più pratico un contatto via email o form.
Senza polemica, eh?

kizoushaidan ha detto...

Sono veramente invidioso di chi riesce a far funzionare quella collezione di giocattoli di pannocchia che sono raccolti sotto il nome collettivo "linux".
di solito, [gli utenti linux] con un parere da 2 minuti mi risolvono un problema che mi avrebbe richiesto 4 o 5 ore. ripeto, la mia invidia è sincera.

Posso anche capire il desiderio di un fuoriclasse della corsa [automobilistica] di avere la sua automobilina con un motore dalle prestazioni devastanti e gomme che permettono di sostenere ogni sfida con velocità assurde.

Come si dice...
"equipaggiamento non di serie"

mi pare una legge di natura antica migliaia di anni che l'equipaggiamento "non di serie" viene in genere scoraggiato.

è come le maree o il moto dei pianeti, è così e basta.

l'esortazione a farlo diventare di serie, cioè a diffonderlo, è una bella pretesa, oserei dire una pretesa eccessiva.
tutte belle parole quelle sulla sicurezza.
In senso lato comprendo anche chi dice che bisogna sviluppare un' alternativa a microsoft per impedire all' imperatore billy I di essere comproprietario dei nostri sogni e delle nostre aspirazioni...

Ma, come disse qualcuno, voglio un computer che lo accendo e va: in quanto sono stupido, voglio qualcosa che uno stupido possa usare.

Tutta questa premessa per dire che in fondo, se linux non è così diffuso [as client, come server direi che è l'OS più diffuso del sistema solare] è perchè è macchinoso e poco user friendly.
Per favore, non venitemi a dire il contrario, se una cosa è idiot-friendly, sta agli idioti stabilirlo, non ai genii.

Il sovversivo linux si diffonderà in barba alla dura repressione dell' imperatore Billy 1° quando sarà una cosa che tante persone vogliono utilizzare.

Non venitemi a dire che è più sicuro nei confronti di linux, (e poi di quale delle 4325298758129 distribuzioni di linux stiamo parlando???) perchè Ubuntu 6 or better (che è quella che mi fa meno skifos) funziona di per se come windows con una intera coorte di malware addosso.

Io, [in quanto] idiota patentato non intendo sprecare metà della giornata a riparare o truccare o manutengolare il mio computer, e studiare tutto quello che viene fatto a riguardo in tempo reale, rientra nella manutenzione.

Quindi, senza altri noiosi preamboli, la mia risposta è questa:

Cari pinguinisti, queste rimostranze non vanno fatte a me, (idiota che accantona una distribuzione linux dopo solo 20 o 30 ore di bestemmie) ma agli sviluppatori linux, che ancora non hanno compreso che la maggior parte di quelli che [come me] si ostinano a considerarsi "hombres de computadoras" in occasione di colloqui di lavoro...
Sono molto semplicemente troppo stupidi per usare linux.

Anonimo ha detto...

Due anni fa ho comprato un Dell Latitude 800.
Ho detto che lo volevo senza sistema operativo e mi hanno scalato il costo di Windows

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
jtothek ha detto...

Ciao, sul discorso del poter acquistare un computer senza win necessariamente preinstallato, date uno sguardo a linuxsi.com