Cerca nel blog

2007/06/19

9,9 gigapixel al servizio dell’arte

Quanti megapixel? Parliamo di gigapixel...


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "pot" e "luigi".

Una foto da 9,9 gigapixel? Un po' troppo per la vostra fotocamera nuova di pacca? Eccovi le nuove frontiere dell'immagine digitale. Sul sito Haltadefinizione (sponsorizzato da DeAgostini) trovate un bell'esempio di utilizzo della tecnologia per consentire di visitare un'opera d'arte in un modo altrimenti impossibile.

Date un'occhiata all'affresco della Gloria di Sant'Ignazio, di Andrea Pozzo, visitabile nella chiesa di Sant'Ignazio di Loyola a Roma: lo potete zoomare fino a un livello di dettaglio incredibile, degno di Blade Runner, e potete anche confrontare l'opera finita con il bozzetto (che è già di per sé un'opera d'arte).


L'immagine è costituita da un collage di quasi 1200 foto, che tappezzano un'area di 149.307 pixel di larghezza per 65.984 pixel d'altezza.

Nel medesimo sito trovate anche molte altre opere d'arte visitabili virtualmente in questo modo straordinario. Quando vi dicono che l'informatica è per gli smanettoni e gli asociali, rispondete con quest'esempio.

Aggiornamento (2007/06/20): Come hanno notato alcuni lettori, la megafoto (o forse dovrei chiamarla gigafoto) contiene una sorpresa: un'immagine di Spongebob. Non è un fotomontaggio e non sembra essere uno scherzo degli autori della fotografia: è un palloncino vero e proprio, un po' sgonfio. Stranamente, però, il palloncino è appeso e non fluttua sotto l'affresco. Buona caccia :-)

9 commenti:

Sheldon Pax ha detto...

Questo delle gigafoto è un esperimento che ho sempre voluto tentare, al momento mi ferma la ridotta capacità di elaborazione disponibile (processore più potente utilizzabile un PowerPC G4) e, per mostrarla al mondo, uno spazio web capace e tutta l'infrastruttura che mostri e gestisca le zoomate. l'ultima volta che provai a inserire una foto superiore ai 10 mega su Flickr il sito mi rispose picche a upload terminato (sarebbero stati troppo gentili a dirlo prima).

--stefano-- ha detto...

Wow! La prima immagine realizzata (di "soli" 300 Mpixel) è della cupola di S. Gaudenzio a Novara, la mia città ^_^

Ehm, in effetti la DeAgostini è a Novara, e facendo 2+2...

Symon ha detto...

Bello!! E' lo stesso concetto che c'è dietro alle Google Maps: Ma alloera..quanti Gigapixel saran serviti per rappresentare tutto il pianeta ?

yuma ha detto...

Incredibile! nell'angolo in basso a destra c'è pure Spongebob!! Si vede benissimo.

Emanuele Ciriachi ha detto...

Davvero molto bello. Ecco un altro utilizzo interessante e pratico della Api di Google Maps!

dyk74 ha detto...

E' abbastanza facile da trovare SPONGEBOB, sarebbe interessante sapere come hanno fatto a creare questa foto.

CIAO CIAO

Unknown ha detto...

@sheldon pax:
Hai mai pensato a fare un panorama sferico tipo questi:
http://homepage.ntlworld.com/j.houghton/elycatht.htm
http://homepage.ntlworld.com/j.houghton/sphericl.htm

In questi casi l'immagine utilizzata non e' particolarmente grande (infatti ti accorgi subito di come sgrana zoomando), ma con lo stesso procedimento puoi realizzare (forse anche troppo semplicemente) dei panorami sferici di qualche centinaio di megapixel.
Considera che io, su un PentiumIII 800MHz con 384MB di RAM, sono riuscito a creare delle immagini di circa 100 megapixel... fra l'altro - al di la del possibile uso con una applet Java come quelle del sito - hai la possibilita' utilizzare le immagini per stampe fotografiche di grandi dimensioni mantenendo un forte dettaglio.

Ciao

mpsinfo ha detto...

Io avrei pensato oltre al sistema di foto panoramiche montate assieme con i vari sw la possibilità di scattare la foto con più fotocamere affiancate in modo da scattare in altissima risoluzione anche oggetti in movimento. Che ne pensate ?
Certo che per unire 1200 foto da 8Mpixel chissà che sw ed hw avranno usato !?

Brusii Tecnici ha detto...

Oltre a Spongebob [rendendolo piccolo] si notano sei corpi illuminanti Albalux della Siemens.

Il palloncino non mi sembra fluttuare in aria, piuttosto penso che - per uno scherzo del destino - il filo che doveva restare ben saldo al bimbo si è ancorato al controsoffitto.

Concordo che non si tratta di un fotomontaggio, però questa è un'easter egg a tutti gli effetti: nel fare le foto si saranno accorti del palloncino, avrebbero potuto rimuoverlo.

Sono contento che non l'abbiano fatto.