skip to main | skip to sidebar
19 commenti

Apple annuncia browser Safari... per Windows?

Il browser di Apple debutta su Windows


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "mauro" e "eugeniorap". L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

A sorpresa, Apple offre una versione Windows del proprio browser Safari, scaricabile gratuitamente dal sito Apple in versione beta. Si riapre la guerra dei browser? Non esattamente.

Potrebbe sembrare che Apple voglia stuzzicare gli utenti Windows offrendo loro un programma di navigazione, alternativo a Internet Explorer, in "stile Mac", per far provare a chi adopera Windows cosa significa in concreto l'approccio semplificato all'interfaccia per il quale Apple è così famosa e amata (pure troppo) dai suoi seguaci.

Questo è vero in parte, ma il motivo reale è ben diverso: Apple ha infatti deciso, fra le perplessità degli sviluppatori, che sul suo imminente telefonino iPhone le applicazioni baseranno il loro funzionamento sul motore Web del browser dell'iPhone, che è appunto Safari. Offrendo una versione Windows di Safari, Apple permette anche agli sviluppatori Windows di cominciare sin da subito a scrivere programmi per l'iPhone.

Ma a parte questo, per gli utenti Windows vale la pena di provare Safari? Nella sua attuale versione beta, direi di no. Perlomeno sulla mia macchina Windows (XP), Safari è francamente una vera schifezza: si perde pezzi di pagina per strada (qui sotto vedete un esempio di come Safari beta per Windows visualizza questa pagina). Il problema, stando a The Register, sta nell'uso di versioni non USA (o con impostazioni non-USA) di Windows. Fra l'altro, la versione Windows non richiede il riavvio del PC, mentre quella Mac sì; cosa che per gli utenti Apple è decisamente fuori da ogni schema abituale.


Conviene decisamente attendere la versione definitiva, per la quale sono già pronti vari plug-in che ne estendono le funzioni, anche perché in Safari sono già stati scoperti diversi bachi molto gravi, come riferisce Slashdot.

Nel frattempo, chi ha già saggiamente scelto di adottare Firefox, Opera o altri browser alternativi a Internet Explorer (purtroppo maggiormente bersagliato dagli attacchi informatici per la sua posizione dominante nel mercato) può continuare a usarli e aspettare eventualmente l'uscita della versione definitiva di Safari per valutare anche quest'alternativa.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (19)
Concordo su tutto paolo ottimo articolo :)
Concordo anche io e aggiungo che è stata una mossa decisamente sbagliata rendere disponibile al grande pubblico un prodotto cosi immaturo...è tutto danno di immagine...
Conco9rdo con Francesco, l'ho provato ma è di una instabilità mostruosa. crasha importando i bookmark, la prima cosa che uno fa alla prima apertura di un nuovo browser
Pessimo Safari, quanto IExplorer. Uso Firefox, sia su win che mac, il migliore.
Concordo sull'estrema instabilità. Ci sono, inoltre, gravi problemi di sicurezza. Sono già state trovate almeno 7 vulnerabilità, tra cui alcune che permettono di interagire direttamente con i processi di Windows. Per cui è assolutamente da non installare da un normale utente.
infatti, non vuole essere una mossa verso gli utenti. È destinata agli svilupatori, che hanno bisogno del core web di safari per sviluppare applicazioni per l'iPhone. E potranno farlo sotto windos.
il problema che di solito si trascura, è che apple vende HARDWARE. Non SOFTWARE. Itunes e ITMS servono per vendere Ipod, come safari windows swrvirà per vendere iPhone. I soldi che apple fa con ItunesMusic Store e con il software in generale sono noccioline (meno del 10% del fatturato e per quanto riguarda l'IMTS forse 1% dei guadagni.)
"purtroppo maggiormente bersagliato dagli attacchi informatici per la sua posizione dominante nel mercato"

E direi anche perche' Internet Explorer e' un prodotto effettivamente pessimo per ogni logica di sicurezza.
explorer è il piu bersagliato non solo per la sua posizione nel mercato. ma perchè è stato scritto coi piedi. precisiamo, visto che fino a quel punto, a parte un paio di incisi, la notizia non pareva affatto faziosa.
A me ha richiesto il reboot..
Grazie a tnt e riccardo per avermi risparmiato un intervento...
Safari si e` piantato regolarmente mentre cercavo di importare i bookmark di Firefox. Per ora e` bene che rimanga sui mac, mi sa
Ho installato safari nella partizione windows (che non avviavo da un paio di mesi, ora che ho ubuntu feisty :) ) e l'ho disinstallato dopo 2 minuti. Prima di tutto safari ha uno strano modo di visualizzare i caratteri: le mie pagine, compresi i menù, e le cose che digitavo sulla tastiera venivano fuori più o meno cosî: "ushdgfbhcklgjfédsakfj shdjflskd fh sudfhpwero fdj sdflsjdfk sdlf"
Secondariamente dopo due minuti di "attività" è crashato da solo, in puro stile windows, suggerendomi la prossima operazione da fare: disinstallarlo.

Francamente l'obiettivo di Steve Jobs, di guadagnare la fetta di mercato attualmente occupato da Firefox è fuori discussione. Firefox è enormemente migliore di Safari, e soprattutto è il primo browser disponibile per tutte le piattaforme (mac os, windows ma anche linux e tanti altri).

Spero proprio che Firefox continui a crescere. Preferisco che un sorgente sia in mano ad una comunità piuttosto che ad una sola azienda (apple) che cerca in tutti i modi di escludere e ignorare il mondo Linux. (perchè bootcamp non va con linux senza smanettamenti? Perchè non esiste una versione di Safari nè di Quicktime, né di itunes per linux?)

Mi piacciono i computer apple, e ne prenderei sicuramente uno prima o poi, ma questa politica non la capisco e mi fa venire voglia di rimanere sul mio cassone DELL
non ho capito perchè hanno dato in giro una versione così bacata... non è una bella figura...
Eheh, il fatto è che come "prima" versione è normale che abbia questi difettucci.

Chi si ricorda le primissime versioni di Firefox per Windows, quando si doveva scaricare un file compresso e scompattarlo in una cartella per poi avviare a mano l'eseguibile?

Ecco, anche Firefox, adesso giunto alla versione 2 virgolaqualchecosa, ha avuto questa infanzia.

L'unica differenza è che per Firefox gli sviluppatori erano centinaia se non migliaia. Per Safari non lo so, forse saranno 35.

Io ho un Pc con Linux, magari potessi comprarmi un Mac...

Quando lo farò utilizzerò Safari.
Per scaricare Firefox, naturalmente.
credo la apple abbia ricevuto pressioni in questo senso da parte degli sviluppatori web, che devono in qualche modo testare le proprie applicazioni su tutti i browser, alla faccia degli standard.
Io ho usato Firefox quando ancora si chiamava Phoenix (qualcuno ricorda?) e non ha mai crashato o avuto problemi che ha Safari. Che mi crasha dopo due minuti di utilizzo.
Lo disinstallo.
Io non ho avuto nemmeno il piacere di vederlo in esecuzione...va in crash non appena tento di avviarlo.
Disinstallato e tornato al caro vecchio e insuperabile FIREFOX.
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Provatelo ora che è uscita la beta 3.0.2. Su Windows non pare avere più problemi. Su Mac era OK fin dalla prima beta. Comunque è velocissimo rispetto a IE e Firefox su Win...