Cerca nel blog

2007/06/20

EMI senza DRM, boom di vendite

Togliere i lucchetti alla musica fa vendere di più, almeno per ora


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "matthardcore" e "ridolini".

La scelta di EMI di vendere musica online senza gli odiosi lucchetti del DRM sembra funzionare. Come riferisce Bloomberg News (riportata dal Tennessean e da Coolfer; grazie a The Inquirer per la dritta), Dark Side of the Moon dei Pink Floyd senza DRM ha venduto una media di 3600 copie a settimana; nelle 11 settimane precedenti all'offerta senza DRM tramite iTunes Plus, le copie settimanali erano 830. L'aumento è pari al 272%.

Anche altri album non se la cavano male: gli Smashing Pumpkins con Siamese Dream hanno aumentato le vendite del 17% sullo stesso periodo di riferimento; Come Away With Me di Norah Jones le ha incrementate di poco meno del 24%; Oh No degli OK Go ha avuto un incremento del 77%; e i Coldplay, con A Rush Of Blood To The Head, hanno segnato un aumento del 115%.

E' possibile che questi numeri molto positivi derivino in parte dagli upgrade, ossia dagli acquisti fatti da chi aveva già la versione lucchettata e ha pagato un supplemento per avere quella senza lucchetti e con qualità audio migliore.

Per contro, gli stessi album in versione CD hanno avuto quasi tutti un forte calo di vendite, sempre secondo Coolfer. E' possibile che l'avvento della musica online legale senza lucchetti abbia dato un'ulteriore spinta al calo di vendite generalizzato dei CD, che secondo Nielsen SoundScan ammonta al 21% negli Stati Uniti rispetto a giugno 2006.

9 commenti:

Sheldon Pax ha detto...

Ottimo. peccato non si dica quante tracce siano state prese "a solo" e non incluse in un album completo (il prezzo degli album è invariato, quelle delle tracce singole maggiorato del 30%). Ho un altro paio di titoli da prendere..

Paolo ha detto...

Piu' che altro, mi pare un dato estremamente parziale, voglio dire: quanti sono gli album/tracce senza DRM? Abbiamo i risultati di quanti? Quattro o cinque che sono cresciuti, e il resto? Aspetterei un po' di tempo e un po' di statistica prima di trarre conclusioni ;)

Paolo

Rael Electric Razor ha detto...

Si tante belle parole e tanti begli spunti di riflessione su quanto poco si paghi la musica e quante restrizioni in meno si saranno ogni giorno che passa.
Ma nessuno dice che alla siae la musica acquistata regolarmente è come non esistesse?
Io collaboro con una web radio, e per loro esiste solo il CD, con tanto di bollino siae, e frega nulla se la casa discografica l'aveva attaccato sul cellophane.....se vi trova un cd senza bollino, seppur originale, zac....sequestro....e di mp3 scaricati, seppur legali manco a parlarne.
A me pare che si stia cercando di togliere la pagliuzza dall'occhio dei consumatori, infilando di contropartita una trave nel...:-)

Sheldon Pax ha detto...

@rael... hanno tolto i costi di ricarica, presto o tardi qualcuno sistemerà anche il bollino SIAE

Vittorio ha detto...

vabbè Rael Electric Razor, ma la SIAE è una società per delinquere legalizzata! pensa che fanno pure storie se riproduci da qualche parte della musica copyleft (e quindi esente da bollini vari)

Nóónno ha detto...

Mi capita spesso di accompagnare un fotografo ai servizi per matrimoni.
Parlando con i "musici" che strimpellano durante il ricevimento ho scoperto che molti si iscrivono alla SIAE con titoli di loro canzoni inesistenti, che vengono poi regolarmente inserite nella lista delle canzoni suonate nella serata (per le quali gli sposi pagano un forfait alla SIAE di cui sopra) in modo da ricevere i compensi per l'esecuzione (mai avvenuta ovviamente) di tali titoli fantasma.

Chi organizza questa petizione per eliminare la SIAE?

Luca ha detto...

@ Rael
Qualche tempo fa spulciavo la collezione di CD e ho notato che i vecchi CD (primi anni 90) non hanno, ovviamente, il bollino SIAE.
Secondo loro li dovrei ricomprare con il bollino per essere a posto?.

Saluti

Unknown ha detto...

Per quanato riguarda una petizione contro la SIAE... esiste già!

http://www.petitiononline.com/StopSIAE/petition.html

Iilaiel ha detto...

Mah io ho qualche serio dubbio sui costi degli mp3. Stesso prezzo del cd, ma senza artwork e con qualità audio inferiore. Tanto vale comprarsi il cd.