Cerca nel blog

2010/01/05

Torna John Titor? No, è un bug di Windows Mobile [UPD 2010/01/08]

Colpo di coda del Millennium Bug: SMS dal 2016, antivirus in tilt, lettori di carte di credito fuori uso


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "marco" e "damy2000" L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Pensavate che il Millennium Bug, con la relativa angoscia planetaria per la gestione corretta del cambio di data fra il 1999 e il 2000 da parte dei computer, fosse solo un brutto ricordo o addirittura una bufala? È ancora fra noi.

Dalla mezzanotte del 31 dicembre scorso, i telefonini con Windows Mobile 6.1 e 6.5 e con altri sistemi operativi ricevono talvolta SMS dal futuro, datati 2016. La causa è probabilmente un errore nel software che interpreta i codici usati per rappresentare l'anno negli SMS: secondo i commenti su Slashdot.org, la data negli SMS è in formato BCD mentre altri campi sono in formato esadecimale, per cui è possibile che alcuni software per cellulari (o nei gateway degli operatori) interpretino il codice dell'anno trattandolo come un esadecimale. In alternativa, si tratta di un astutissimo piano per evitare la fine del mondo nel 2012, prevista dal calendario Maya, passando direttamente al 2016.

Su WMexperts c'è una prima possibile pezza non ufficiale (da usare a vostro rischio e pericolo).

In Australia, intanto, alcuni sportelli bancari automatici stanno rifiutando le carte bancarie dei clienti da Capodanno, secondo quanto riferisce il Brisbane Times, perché i Bancomat pensano che l'anno corrente sia il 2016 e quindi a loro risulta che tutte le carte degli utenti sono scadute. In Germania è andata molto peggio: secondo Ticinonline, sono inutilizzabili "oltre 20 milioni di carte di credito e debito... legate al circuito Eurocheque... Tra le banche più colpite ci sono la Postbank e la Commerzbank". Scusate se è poco. Ormai il problema è stato quasi risolto, dopo aver causato gravi disagi, ma secondo il Guardian costerà circa 300 milioni di euro alla società francese Gemaito che produce le carte. Il comunicato stampa dell'azienda insiste a definirla "world leader in digital security".

Anche gli antivirus sono vulnerabili al Baco del Millennio e Dieci: la suite di sicurezza Symantec Endpoint Protection rifiuta tutti gli aggiornamenti successivi al 31 dicembre 2009 perché li considera scaduti. Il rattoppo temporaneo di Symantec consiste nel pubblicare gli aggiornamenti tenendo la data del 31 dicembre 2009 e incrementando il numero di versione.

39 commenti:

Vittorio ha detto...

Bello, soprattutto per chi usa spesso la carta di credito (americani).
Bella soprattutto la statua nella foto: non sapevo che ai cardinali potesse servire il cellulare...

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Certo che essere nel 2010 e non avere ancora un formato universale per data e ora, dà da pensare... O_o

Symoon ha detto...

...un motivo in più per non usare prodotti Symantec

Giulio GMDB© ha detto...

Concordo pienamente sia con il commento 2 che con il 3 :-)

TheKaspa ha detto...

Ma guarda che caso... il bug compare su Windows Mobile...
Beh, è un modo molto efficiente di viaggiare nel tempo, evita di dover acquistare uranio dai terroristi (cit.).
Grande Giove!

Rodri ha detto...

Conosco il problema: ieri il mio chef non riusciva ad autorizzarmi le vacanze causa... bug nelle date :-)

alex ha detto...

E come direbbe Giacobbo tutte queste coincidenze portano di nuovo all'anno 2012!! Paolo ma quando la smettiamo con queste cavolate?? Venerdì torna guarda caso Ruggeri, e parla di nuovo del 2012. Ma quando la finiremo? Io non vedo l'ora di svegliarmi il 22 Dicembre 2012, e telefonare al mio amico che crede alla fine del mondo, per fargli vedere che non è successo nulla!!

Luigi Rosa ha detto...

ǚşå÷₣ŗẻễ: il formato "universale" pr rappresentare una data c'e' da anni, ed e' il formato ISO AAAA-MM-GG
Il problema non e' nella mancanza di un formato, ma nella mancanza della sua implementazione nei programmi, psecialmente quelli cosiddetti legacy.

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ ǚşå÷₣ŗẻễ

Solo data e ora? Non abbiamo formati universali di nessuna unità di misura. :-(
Solo i numeri sono numeri.

GuidoBH ha detto...

@Gian Piero Biancoli
No, nemmeno i numeri sono universali, come insegnava il mio professore di statistica. Quotidianamente li sentiamo masticare e sputare dai giornalisti. Ieri ho sentito che la quota Fiat di auto immatricolate in italia è passata dal 30,86% al 31,53%, con un aumento dello 0,67%. Più o meno quello che accade durante le elezioni, quando un partito passa dal 2% all'1%, di solito i giornalisti (e i politici....) dicono che hanno avuto un calo dell'1% e che quindi non c'è di che preoccuparsi.
Guido Bh

Rodri ha detto...

OT

Riguardo la mancanza di unità di misura universali, è una delle mie preoccupazioni per le possibili future missioni spaziali lunari.

Col gioco al risparmio di adesso, prendi un pezzo da una parte, prendine uno dall'altra, poi ti trovi con una roba misurata in centimetri anziché pollici. (E se non sbaglio c'è pure un precedente).

Fine OT

Vittorio ha detto...

No, nemmeno i numeri sono universali
Confermo aggiungendo un particolare: pensa alla divisione dei numeri superiori di 3 cifre: in Europa si usa il punto, negli USA la virgola. Proprio ieri leggevo la probabilità di essere colpiti da Apophis sul sito NASA, (probabilità dello 0,00034% se non ricordo male) e sul momento sono rimasto perplesso perchè immediatamente dopo era scritto (traduco) "che corrisponde a 1 possibilità su 255,000" (anche qui se non ricordo male il numero). Solo che io abituato a scrivere all'europea avevo considerato la virgola come inzio decimali, e quindi non comprendevo come poteva uno 0,00034% corrispondere a un preoccupante 1 su 255.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

"Riguardo la mancanza di unità di misura universali, è una delle mie preoccupazioni per le possibili future missioni spaziali lunari.
"

Eh beh, certo che se si confondessero tra piedi e metri al momento dell'allunaggio farebbero un bel botto! :P

ValterVB ha detto...

Come questo ?

http://tinyurl.com/bo74qc

Ciao
VB

fabio ha detto...

Le misure internazionali esistono. Anche negli USA vengono utilizzate sempre piu (almeno in ambito ingegneristico) In UK ancora no

Esiste addirittura la presa elettrica standard internazionale purtroppo solo una nazione l'ha adottata finora :)

Ci vuole pazienza, tanta pazienza, soprattuo a inizio anno :)

lufo88 ha detto...

Il problema di formati non concordanti è devastante. Ma se sulle unità di misura si può ancora fare qualcosa, sulle date è un disastro. Come fai ad esprimere la stessa data con il calendario lunare, lunisolare o solare?

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Usi la data astrale di Star Trek? :P

Giuliano ha detto...

Scusa Fabio qual è la presa elettrica standard internazionale e quale stato l'ha adotta?

nanni ha detto...

Caro Paolo,

Per favore intervieni a proposito della bufala generalizzata: è finito il decennio! Spiega a chi non sa contare che finirà il 31 dicembre 2010, visto che si conta da 1 a 10, non da 0 a 9 ....Era successo anche all'inizio del 2000, tutti dicevano che era finito il millennio ma avevano perso un anno...

Grazie

Nanni Neuhold

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

@Giuliano

Credo sia questa

Rodri ha detto...

Sembra proprio che anche la Germania sia scivolata sulla data del 2010...

http://tinyurl.com/topon

"La falla si troverebbe nel software dei microchip delle stesse carte, che non riuscirebbero così a "leggere" la nuova data".

Paolo Attivissimo ha detto...

Grazie Rodri per l'aggiornamento!

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ GuidoBH

1 è 1, in tutto il pianeta.
Il concetto di numero è stata la primissima invenzione dell'essere umano.
Il fatto che un metro per un biologo molecolare sia una distanza giantesca, mentre per un astrofisico sia assolutamente trascurabile, non cambia la natura del numero.

Gian Piero Biancoli ha detto...

"Riguardo la mancanza di unità di misura universali, è una delle mie preoccupazioni per le possibili future missioni spaziali lunari."

Anche solo restando nel nostro paese, Biagi rese bene l'idea con Difficile capire un Paese dove la stessa cosa è chiamata al Nord uccello e al Sud pesce..
:-)

GuidoBH ha detto...

@Gian Piero Biancoli
Certo, Gian Piero, un 1 è un 1, fortunatamente anche i Cinesi e i Giapponesi usano i numeri Arabi. Ovviamente intendevo l'USO e il SIGNIFICATO dei numeri, e questo non è per niente universale... come Paolo insegna, se si decontestualizzano i numeri (come omettere unità di misura, ad esempio) o si sparano percentuali senza indicare se relative, assolute e rispetto a quale valore di riferimento, i numeri sono come le parole dei politici...

GuidoBH

lufo88 ha detto...

Non c'è una vera presa standard (purtroppo). Il problema principale resta il fatto che volt e hertz non sono costanti in tutto il mondo.

Per far capire la situazione delle prese
http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/d/d7/WorldMap_PlugTypeInUse.png

Se non si standardizzano queste cose non so come potremmo facilmente spostarci da un posto all'altro.

Slowly ha detto...

IIl mio bancomat quando mi presento si arrende e mi presenta C:\, indipendentemente dall'anno!

:D

Comunque, scherzi a parte, allora faccio bene io a usare la suite gratuita di Comodo!

HA superato tutti i test e dopo gli ultimi aggiornamenti è molto migliorato anche l'antivirus integrato!

Gian Piero Biancoli ha detto...

GuidoBH ha detto "fortunatamente anche i Cinesi e i Giapponesi usano i numeri Arabi"

Pensa quando invece noi in Italia usavamo le cifre romane e a come poteva essere complicato anche solo fare una semplice addizione in colonna (cosa che gli arabi facevano ormai a occhi chiusi, per non parlare degli indiani che avevano pure lo 0 e usavano le potenze).
Usiamo le cifre arabe solo dal 1200 grazie a messer Fibonacci che per aver usato le cifre degli "infedeli" fu pure in odor di scomunica (e pensare che il primissimo a usarle e a proporle senza successo in Europa, fu proprio il Papa di due secoli prima (1000): strano ma vero).

Scusate l'OT e la noia, ma quando si parla di numeri non mi fermo più... :-)

Fabio ha detto...

Il mio cellulare insiste (con sms dal futuro) per avere i numeri della mia carta di credito... che faccio? Glieli passo?

Fabio, un altro.

Ps: Symantec col suo Endpoint sta collezionando figuracce... Non sono ancora convintissimo del sig.Eugene Kaspersky. ma sui server che gestisco fa il suo sporco lavoro... e, ho controllato stamattina, si aggiorna regolarmente.

Pps: in Thailandia è il 2553... come la mettiamo? ...Io sono vivo, voi siete morti... da secoli.

Pax ha detto...

Io sono cliente della Commonwealth Bank e non ho avuto questo problema, magari quelli della Westpack o della ANZ...

Commonwealth Bank - Determined to be different! :-D

Pax ha detto...

Ah un'altra cosa...
Il mio commento arriva dal futuro!!! :-D

Robert ha detto...

sono senza parole.. :)

Zio Mitch ha detto...

Interssante la spiegazione che Repubblica da in questo articolo e di cui la parte saliente:
Il 'bug' ha inserito automaticamente nel sistema degli istituti tedeschi l'incapacità di leggere la validità delle carte bancomat e carte di credito nel 2010, quindi nel secondo decennio del nuovo millennio.
Mi astengo da ogni commento...

Sys Req ha detto...

OT OT OT
Paolo, hai letto qui?
http://www.repubblica.it/2010/01/sezioni/cronaca/ipnosi-web/ipnosi-web/ipnosi-web.html?rss
lì per lì ho pensato all'Idoser, ma per fortuna non c'entra... almeno non direttamente.
A proposito, stavolta su Repubblica son stati molto cauti! Non dico precisi, non potrei determinarlo non avendo seguito l'evento, ma nel commento finale parlano di rilassamento/intontimento, probabilmente semplice sonno...

Alessandro ha detto...

non so se dipenda da eventuali Millennium Bugs od altro, ma il mio telefonino allo scoccare della mezzanotte del 01/01/2010 s'è spento di colpo e riavviandolo o dovuto reinserire data ed ora. ed ho un Nokia con sistema operativo Symbian 60 v.5

sarà stato un raggio alieno proveniente dallo spazio che spegne i congegni elettronicamente avanzati? oppure è un'antica maledizione dei templari che torna dopo 1000 anni?

le risposte, solo su Voyager.. :p

mastrocigliegia ha detto...

GuidoBH ha commentato:
...Ieri ho sentito che la quota Fiat di auto immatricolate in italia è passata dal 30,86% al 31,53%, con un aumento dello 0,67%...


Qualche tempo fa, una diminuzione della temperatura (dovuto alle scie chimiche, ovviamente) da 10 a 5 gradi era stato commentato in non so quele TG, con "le temperature si sono dimezzate".
Cosa avrebbero detto se la temperatura fosse scesa a zero gradi?

mc

Turz ha detto...

Qualche tempo fa, una diminuzione della temperatura (dovuto alle scie chimiche, ovviamente) da 10 a 5 gradi era stato commentato in non so quele TG, con "le temperature si sono dimezzate".
Cosa avrebbero detto se la temperatura fosse scesa a zero gradi?

mc


Nell'ultima settimana qui la temperatura è scesa del 600% (da +1 a -5°C).

Lord Celsius: Che freddo...
Lord Fahrenheit: Ma no, non fa poi così freddo.
Lord Kelvin: Ma cosa dite? Fa un caldo boia!

Stemby ha detto...

Refuso.

È più probabile che la società francese sia Gemalto:

http://www.gemalto.com/


Ciao!

Stemby ha detto...

Ciao Paolo,
ti deve essere sfuggito il mio commento precedente.

Non mi è chiarissimo però il meccanismo del bug: se è il POS (o l'ATM) a credere di essere nel 2016, qual è la colpa di Gemalto?