Cerca nel blog

2015/03/04

Antibufala micro: no, Ringo Starr non ha ammesso che Paul è morto ed è stato sostituito da un sosia

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “dainolib*”. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Provo a fare un'antibufala preventiva: non è vero che Ringo Starr ha rilasciato un'intervista nella quale dice che il vero Paul McCartney è morto nel 1966 ed è stato sostituito da un sosia di nome Billy Shears.

L'intervista è infatti stata inventata di sana pianta dal sito satirico World News Daily Report.

Persino giornali piuttosto disinvolti con le bufale come il Mirror inglese hanno pubblicato la sbufalata. Chissà come se la caveranno le altre testate e gli utenti dei social network.

5 commenti:

Mattia Poletti (Rebel Ekonomist) ha detto...

ho proprio bisogno di fare un po' di pulizia fra le mie amicizie facebukkiane XD

Andrea ha detto...

Prevedo rebubbola che lo piazza in terza pagina

Claudio Fe ha detto...

Se lo dice anche il "Mirror" che è una bufala, forse stavolta è da credergli :-)

Tukler ha detto...

Giusto, non è vero che ha detto che Paul McCartney è morto ed è stato sostituito da un sosia, l'intervista Ringo Starr l'ha rilasciata, ma in realtà parlava di Pippo Franco!

SaraNoble ha detto...

Avvistata la notizia sul social network blu e bianco.
Ho perso la scommessa con me stessa che dava la prima apparizione entro le 17 di ieri, vado a offrirmi un cappuccino.