Cerca nel blog

2020/11/04

Stasera (5/11) ci vediamo a “Fake - la fabbrica delle notizie” su Nove dalle 23.30? (aggiornamento: la puntata è online)

Ultimo aggiornamento: 2020/11/05 14:40.

Questa sera alle 23.30 va in onda sul canale italiano Nove una nuova puntata di Fake - la fabbrica delle notizie, il programma condotto da Valentina Petrini. 

Fra gli ospiti che faranno debunking di varie notizie che non lo erano ci sarò anch’io, insieme a David Puente, Matteo Flora e altri interlocutori. In studio ci sarà il direttore di Libero, Pietro Senaldi; in collegamento ci sarà la giornalista Tiziana Ferrario.

Inevitabilmente si parlerà delle false notizie riguardanti le elezioni presidenziali negli Stati Uniti, ma anche delle scelte editoriali della stampa italiana e di metodo giornalistico nella gestione delle dichiarazioni false da parte di politici e governanti.


2020/11/05 10:45

Potete rivedere la puntata qui per 30 giorni (se qualcuno mi trova l’URL per scaricarla e tenerla mi fa un grosso favore; io l’ho scaricata usando iTube Studio di Aimersoft):

Senaldi ha fatto alcune dichiarazioni da incorniciare e che, dette da un direttore di una testata giornalistica, spiegano bene la mentalità che sta alla base del successo delle fake news.

10:30. David Puente si occupa della “notizia” del presunto computer del figlio del candidato presidenziale statunitense Joe Biden.

20:00. Luca Nicotra parla delle notizie false sulla politica statunitense e del ruolo dei social network e degli influencer nella loro diffusione.

29:00. Matteo Flora parla di idrossiclorochina e dei meccanismi o bias che spingono le persone a credere alle notizie false.

34:00. Luca Nicotra spiega come si aggira la cosiddetta “intelligenza artificiale” di Facebook che dovrebbe proteggerci dalle foto legate alle fake news.

39:00. Il fenomeno Qanon, anche in Italia.

51:00. Arrivo io per parlare di una notizia di Libero e Senaldi cerca di svicolare su una (presunta) fake news addossata a Trump, nega di aver messo un like a un tweet sovranista ma viene beccato con le prove, e poi torniamo a bomba sulla notizia di Libero. Ne trovate un’analisi dettagliata qui sotto.

57:00. Si parla di fake news storiche con la prima “bufala lunare” e poi Matteo Flora fa una rapida sentiment analysis basata sulle parole pubblicate sui social network.


2020/11/05 11:10

Se volete un approfondimento sulla malinformation pubblicata da Libero di cui mi sono occupato, con il consenso della redazione di Fake pubblico qui un sunto delle informazioni che avevo preparato per il mio intervento. Anche perché così vi fate un’idea più diretta di quanto lavoro ci sia dietro una manciata di minuti di televisione.

Nessun commento: