skip to main | skip to sidebar
177 commenti

“In Plane Site”, il video sull’11 settembre pubblicato da Nexus

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "paperofa", "giorgio.sib***" e "m.coi".
L'articolo è stato aggiornato rispetto alla sua pubblicazione iniziale. Ringrazio Guido per la segnalazione di alcuni errori.

Grazie a un lettore (edopilia) ho potuto visionare il DVD "9/11 In Plane Site", che riguarda alcune ipotesi di complotto intorno agli attentati dell'11 settembre 2001. Questa è una recensione veloce e sommaria; per ora non posso fare di più. Già così, so che mi attirerò un bel po' di commentacci. Pazienza.

Per cominciare, devo riconoscere un aspetto molto positivo di In Plane Site: il DVD è un'ottima fonte di filmati e immagini di alta qualità di quei tragici eventi. Filmati che sono utilissimi per chiunque voglia studiare di persona il tanto materiale video disponibile.

Fra l'altro, tutti i filmati presenti sul DVD includono l'ormai famoso e controverso "lampo" all'istante dell'impatto dei due aerei contro le torri del World Trade Center. In questo senso, In Plane Site è più utile, per il ricercatore, rispetto ad altri DVD, come per esempio il documentario 9/11 dei fratelli Naudet, nei quali il lampo del primo impatto manca. L'assenza, a quanto pare, è dovuta semplicemente alla conversione da un formato all'altro, nella quale si è perso il fotogramma-chiave del lampo.

La versione del DVD distribuita dalla rivista Nexus ha anche l'ulteriore pregio di essere uno dei pochi DVD del suo genere tradotto e titolato anche in italiano, cosa che facilita non poco la comprensione dei suoi contenuti. In questi appunti mi baserò sulla versione italiana.

La cosa che si nota subito è l'alta qualità della produzione. È chiaro che chi ha prodotto questo DVD ha speso un bel po' di soldi. Montaggio ricco e articolato, musica scritta appositamente, animazioni, audio e luci professionali, doppiaggio fatto da speaker. Complimenti. Sono qualità che dovrebbero far riflettere coloro che mi accusano di essere al soldo della CIA e cose simili (giuro) quando smonto le loro teorie predilette sull'11 settembre.

Se lo fossi, dannazione, non vi pare che potrei produrre anch'io un bel DVD professionale, invece delle mie squallide paginette Web? Magari un bel libro, come ha fatto Thierry Meyssan? Viene da chiedersi, semmai, chi finanzia questi DVD complottisti così ben fatti. Ma lasciamo stare, altrimenti sembra che voglio prendermela col messaggero per screditare il suo messaggio.

La seconda cosa che attira subito l'attenzione è la dicitura iniziale del DVD, che afferma che verranno presentati soltanto fatti e che non si vuole proporre alcuna conclusione (le parole esatte non le ricordo, dovrei rivedere il DVD per trascriverle, ma il loro senso è questo). Nobile intento; peccato che verrà disatteso ripetutamente.

Viene poi presentato il mistero della mancanza di segni di bruciatura in varie stanze della breccia nel Pentagono. Tuttavia i filmati del DVD mostrano stanze non bruciate soltanto ai piani superiori al primo e ai lati della zona successivamente crollata, ossia in porzioni dell'edificio che (stando alla ricostruzione ufficiale) non sarebbero state colpite dall'aereo, ma sarebbero state esposte dal successivo crollo della porzione lesa. Quindi non sarebbe affatto misterioso che ci siano fogli di carta non bruciati nelle stanze superiori.

Supponiamo che sia vera la versione ufficiale: un aereo di linea penetra nell'edificio al livello del piano terra e lo sventra per forza meccanica. Il suo carburante produce una palla di fuoco e un incendio, che devasta il piano terra e ne indebolisce la struttura già compromessa dall'impatto fisico. Dopo l'impatto, ed è il DVD stesso a mostrarlo e il presentatore lo ribadisce, i piani superiori sono ancora in piedi e privi di danni, quindi sono schermati dall'incendio. Verranno portati alla luce soltanto dal crollo, che è avvenuto in seguito, a incendio spento. Quindi è normale che non ci siano tracce d'incendio in quei locali. Il mistero, semmai, ci sarebbe se fossero stati trovati oggetti non bruciati al piano terra, ma il DVD non accenna a questa circostanza.

Su un punto sono d'accordo con il presentatore di "In Plane Site": devono esserci altri filmati dell'impatto al Pentagono. Anzi, ci sono, e sono almeno tre, come ho già accennato in uno dei miei articoli sull'argomento. Tuttavia possono esservi altre ragioni più banali e meno drammatiche, oltre al complotto, per averli sequestrati e segretati. Per esempio, si potrebbe ritenere che siano troppo scioccanti per un'opinione pubblica già fortemente scossa come quella statunitense, o che debbano essere tenuti riservati per poterli usare come prove in un eventuale processo contro i mandanti degli attentati.

Il presentatore poi afferma che non ci sono frammenti o detriti sul prato del Pentagono. Eppure il filmato di Fox News presentato nel suo stesso DVD intorno a 19:30 li mostra chiaramente. Ma come? Non ha neppure guardato i filmati che presenta come prove?

A proposito della simulazione, invece, concordo con il presentatore: è una porcheria. Mancano i motori, la sezione di coda (in particolare la deriva) non viene scalfita, la resistenza del muro esterno del Pentagono non viene considerata. Che cosa dimostra tutto questo? Un complotto? No: semplicemente che quella specifica simulazione è stata fatta male.

Aggiornamento: più precisamente, quella simulazione fu realizzata per scopi tecnici ben precisi che non richiedevano questi elementi. I dettagli sono qui.


Per chi non crede che il WTC sia stato colpito da aerei (ebbene sì, ci sono anche queste idee fra i complottisti), il DVD mostra un filmato di Fox News che riporta chiaramente frammenti d'aereo (una ruota del carrello) per le strade di New York (30:00-30:13). Le parole del cronista confermano la presenza di frammenti.

A proposito della frase di Larry Silverstein, che alcuni interpretano come ammissione di aver demolito intenzionalmente l'Edificio 7 del World Trade Center (quello più basso): è uno dei pochi spunti che anch'io trovo interessanti in tutte le ipotesi di complotto.

Silverstein, proprietario del WTC, dice (o almeno così si può intendere) di aver dato ordine ai pompieri di "pull it", ossia "tirarlo giù" (questa è l'espressione usata nella traduzione italiana del DVD, fatta da Nexus), espressione interpretabile come descrizione di una demolizione controllata: una testimonianza importantissima, se confermata. Ma cosa fanno quelli di In Plane Site? Vanno a chiedere a Silverstein "Scusi, abbiamo capito bene? Lei ha dato l'ordine di demolire con l'esplosivo il WTC 7, o no?". Nossignore. Lanciano la provocazione e poi passano oltre. Troppo comodo.

Ma se questa frase di Silverstein è così cruciale per dimostrare la loro tesi, perché la lasciano cadere? Ho trovato decine di siti che citano Silverstein, e il filmato della sua dichiarazione è molto attendibile, eppure non ho ancora trovato nessun sito che abbia avuto l'idea banale di contattare Silverstein e chiedere chiarimenti. Come mai?

Aggiornamento (14/1/2006): anch'io ho i miei momenti di stanca. Come potete leggere nei commenti qui sotto, un lettore ha saputo usare le chiavi di ricerca giuste e ha trovato un sito nel quale viene appunto chiesto il chiarimento a Silverstein, e Silverstein smonta l'ipotesi della demolizione con una spiegazione semplicissima, che però viene nascosta allo spettatore italiano dalla scelta di traduzione fatta da Nexus: il suo "pull it" significa "tirar via", riferito al contingente dei pompieri che operava nelle vicinanze dell'edificio, come spiegato in questo articolo.

A 35:30 circa, il presentatore dice "ci hanno mentito, ci hanno ingannato". Un momento: ma non aveva detto che avrebbe presentato fatti, senza trarre conclusioni? A me questa sembra una conclusione.

Si passa poi alla solita, trita faccenda del "pod", l'oggetto che sarebbe appeso sotto l'aereo del secondo impatto al WTC, che ho già discusso in un altro articolo. I filmati mostrati sono interessanti perché presentano il già citato lampo d'impatto da moltissime angolazioni. Mi viene da pensare che quel lampo è davvero una palla di fuoco miserrima, se è (come sostengono alcuni) un "lanciafiamme" o un missile lanciato un istante prima dell'impatto (a che pro, poi, non si capisce, visto che l'edificio sta per essere colpito da cento tonnellate di metallo e cherosene).

La foto del New York Times, che sarebbe l'immagine più nitida disponibile della parte inferiore del secondo aereo del WTC (la vedete in piccolo all'inizio di questo articolo), viene mostrata come conferma della presenza di un "pod". Ma proviamo a guardare la livrea di un aereo della United Airlines:


Un Boeing 767 della United Airlines. Immagine di Tim Samples pubblicata con il suo permesso. La foto originale è presso Airliners.net ed è numerata 362107.
This photo (ID362107) is used by written permission of Tim Samples. Airliners.net has been notified of its use on this Web page.

Si nota subito che la forma della parte inferiore della fusoliera, nella foto "sospetta", è esattamente quella mostrata nella foto della normale livrea. Non ci sono sporgenze, se non quelle ordinarie della radice dell'ala: il "pod" è semplicemente il rigonfiamento della fusoliera che alloggia il carrello, alla radice dell'ala.

In Plane Site, purtroppo, bara spudoratamente quando prende invece, a titolo di "confronto", una foto di un aereo identico, ma guarda caso con una livrea completamente bianca, che appiattisce tutto, non con quella vivace della United Airlines, in cui la fusoliera è blu con una banda argento in basso e le ali sono in argento. Questo non è un confronto onesto.

La storia del "pod" viene poi "avvalorata" dal DVD con una sequenza di aerei militari dotati di carenature sotto la fusoliera. Ma il presentatore dimentica di segnalare una differenza molto importante: tutte le carenature mostrate sono simmetriche, ossia centrate rispetto all'asse longitudinale dell'aereo, per ovvie ragioni di aerodinamica e di stabilità, mentre il presunto "pod" sporgerebbe da una sola parte. Anche questo, quindi, è un confronto artefatto.

A 41:35 circa, il presentatore viene meno ancora una volta alla sua promessa di non presentare conclusioni e dice "è innegabile che al di sotto dell'aereo vi sia appeso qualcosa". E a 42:50 ribadisce più sottilmente: "diamo un'altra occhiata all'oggetto attaccato alla pancia dell'aereo". Come se ormai la cosa fosse assodata e fuori discussione. Questa è una scorrettezza, resa ancora più grave dall'infilarla di soppiatto.

Si torna poi al lampo. È ottima la presentazione di tutte le riprese disponibili, ed è sensata l'osservazione che non può trattarsi di un riflesso perché è visibile da varie angolazioni, mentre un riflesso in genere è visibile da un'angolazione ristretta.

Si passa poi ai testimoni oculari. Viene dato molto risalto, con tanto di rallentatore, a una dichiarazione di una signora secondo la quale "non era un aereo dell'American Airlines". Come fa a dirlo? Se date un'occhiata al DVD, noterete che la signora è lontanissima dalle torri gemelle. È possibile, a quella distanza, identificare un aereo tanto da poter dire che non è dell'American Airlines? È un'esperta di aviazione con una vista da aquila?

C'è poi il giornalista che afferma di non aver visto finestrini. La sua dichiarazione è presentata come una prova inconfutabile, ma sarebbe opportuno verificare se alla distanza alla quale si trovava il giornalista sarebbe stato possibile o meno vedere eventuali finestrini, specialmente nel caso di un aereo che vola velocemente a bassa quota. Provate ad andare nei paraggi di un aeroporto e guardate a che distanza dovete trovarvi per poter scorgere i finestrini degli aerei che decollano e atterrano. Non è facile come potreste pensare.

La teoria dell'"accendino" per giustificare il lampo all'impatto è uno dei punti più ridicoli dell'intero DVD. Secondo questa teoria, il lampo (della cui presenza reale non vi è ragionevole dubbio, essendo presente in tutti i filmati) sarebbe un innesco necessario per incendiare il carburante contenuto nell'aereo.

Forse agli autori del DVD è sfuggito il piccolo particolare che il carburante degli aerei ha una sgradevole tendenza ad incendiarsi al semplice impatto, senza aver bisogno di accendini montati sul muso. Guardate le fotografie degli incidenti aerei raccolte in siti come Airdisaster.com: il carburante s'accende per un nonnulla. Ricordate il disastro del Concorde, il cui carburante s'incendiò perché il velivolo era stato colpito da un pezzetto di metallo sollevato dalle ruote? Secondo i complottisti, perché i piloti scaricano il carburante prima di tentare un atterraggio d'emergenza?

Torniamo al lampo: a 47:00 si afferma che il lampo precede l'impatto, ma non si considera che l'aereo colpisce una facciata del WTC che è in ombra, per cui il muso dell'aereo entra in tale ombra, cambiando colore e luminosità. È possibile che quello che sembra essere il muso dell'aereo (in un filmato peraltro molto sgranato e poco chiaro) sia in realtà una porzione retrostante della fusoliera, per cui il lampo in realtà coinciderebbe con l'impatto del muso. Se usate come riferimento la posizione del motore per determinare dove si trova il muso anche quando l'aereo entra nel cono d'ombra, noterete che questa interpretazione è piuttosto plausibile. Lo so, dovrei preparare un'animazione che chiarisca l'idea, ma me ne manca il tempo.

A 49:06 si afferma che "il fatto che questo lampo si verifica un attimo prima dell'impatto...". E ci risiamo. Conclusioni, conclusioni, conclusioni: quelle che il DVD aveva solennemente promesso di non presentare. Questo è giocare sporco.

Guardate invece le ombre nel filmato (quello del primo impatto al WTC): l'ombra dell'aereo, stavolta su una facciata esposta al sole, incontra la sagoma della fusoliera esattamente al momento dell'impatto. Ma non credete a me: lo dice anche il presentatore medesimo, contraddicendo quello che ha detto pochi minuti prima: "proprio al momento dell'impatto dell'aereo, c'è un lampo". Insomma, che si decida: sostiene che il lampo si verifica prima, o si verifica contemporaneamente all'impatto?

È invece lodevole che il DVD presenti la registrazione originale della contestatissima frase di Bush secondo la quale avrebbe visto il primo impatto: Bush dice "fly into", ("volare dentro") non "hit" (colpire/colpito), per cui non c'è il dubbio che abbia inteso dire che aveva visto che l'aereo aveva colpito il WTC. Lui dice di averlo visto volare dentro. Ma conoscendo la poca dimestichezza di Bush Junior con la grammatica e la sintassi, possiamo fidarci di quello che ha detto? Basta questo per dire "è stato un complotto del governo USA"? Se lo fosse, perché Bush andrebbe in giro a dire (in più occasioni) di aver visto un filmato che nessuno poteva aver visto in quel momento? Non può essere contemporaneamente un genio del complotto internazionale e un cretino che spiffera tutto.

Il DVD ripete poi l'errore di lanciare notizie-bomba e non approfondirle quando parla del lancio d'agenzia secondo il quale il Volo 93 sarebbe atterrato regolarmente, non precipitato in Pennsylvania come racconta invece la versione ufficiale. Una dichiarazione esplosiva. Ma cosa fa il presentatore? Va a intervistare chi ha scritto quel lancio d'agenzia? Va a intervistare qualcuno del personale dell'aeroporto dove il volo sarebbe atterrato e chiede di confermare la notizia? No. Lascia perdere e passa ad altro. Incredibile. Se ha davvero fra le mani una smentita così clamorosa, perché non la approfondisce confermandone i dettagli?

Segue poi un lungo discorso sul mentire a proposito di altri attacchi terroristici. Il presentatore, però, non considera che non è detto che chi ha mentito in passato debba mentire sempre (a parte il fatto che le "menzogne" presentate suonano più come dichiarazioni affrettate, rilasciate durante il caos e il panico di un attentato).

Ma ammettiamo che il presentatore abbia ragione e che il governo USA abbia orchestrato gli attentati. Non vi pare che sarebbero stati un po' meno pasticcioni e dilettanti? Che non avrebbero lasciato tonnellate di indizi e di testimoni? Che si sarebbero inventati un attentato semplice e pratico, invece di concepire il lancio coordinato di aerei radiocomandati, senza finestrini e dotati di vistosissime carenature esterne, che colpiscono torri imbottite di nascosto di esplosivo per assicurarne la demolizione, mentre i passeggeri dei voli autentici vengono fatti sparire senza traccia?

Perché prendersi la briga di usare radiocomandi ed esplosivi la cui detonazione va pianificata scientificamente, quando basta prendere un aereo di linea da oltre cento tonnellate, pieno di carburante, lanciarlo come un maglio a quattro-cinquecento chilometri l'ora contro una torre, e lasciare che fuoco e danni strutturali insieme producano il danno desiderato?

È questa la falla fondamentale di tutte le ipotesi di complotto intorno all'11 settembre: pretendono che gli attentatori siano stati al tempo stesso capaci di architettare una complicatissima serie di azioni coordinate, ma talmente scemi da lasciare in giro foto, filmati, testimoni, oggetti in bella vista e quant'altro che li smascherano. Talmente scemi da non pensare "Ehi, se mettiamo un 'pod' fuori dell'aereo, magari qualcuno lo noterà; meglio metterlo all'interno; se dobbiamo far credere che è stato un aereo di linea, usiamo un aereo che abbia anch'esso i finestrini". Eccetera, eccetera.

Ripeto: questi sono appunti frettolosi, e qui mi fermo. Se avessi a disposizione le stesse ampie risorse finanziarie di Nexus e degli autori del DVD, farei di meglio e magari produrrei anch'io un bel DVD di controanalisi. Per ora, però, questo articolo è tutto quello che posso permettermi. Attendo sponsor. Nel frattempo, buona riflessione.


2009/03/13: Per saperne di più


Per chi volesse approfondire le teorie cospirazioniste, consiglio di consultare il blog Undicisettembre.info, redatto in collaborazione con piloti, chimici, fisici, ingegneri ed esperti di antiterrorismo. Potete cominciare dalle FAQ e poi approfondire i singoli argomenti.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (177)
Chi ti critica perché difende le varie ipotesi complottistiche, è solo innamorato della propria tesi. In definitiva, è così accecato dalle proprie conclusioni da non essere più obiettivo e, a volte, si spinge fino a negare l'evidenza, se si mettono in dubbio quelle che per lui sono verità assolute. Paolo, tu invece non ti accontenti, hai dubbi e cerchi la verità...le inchieste "vere" si conducono nel tuo stile, non farti trascinare nel gioco al massacro dei complottisti.
Mi immagino "l'uomo che fuma" guardarli, compiaciuto da tante tesi fantasiose, che magari offuscano la verità. Quella verità che ha bisogno di prove certe...ma l'avremo mai?
Attraverso il primo risultato su Google con chiave di ricerca "Silverstein confirm pull it down" si arriva qui (vedi paragrafo "The Collapse of World Trade Center 7").

"Mr. McQuillan [addetto stampa della Silverstein Properties] has stated that by “it,” Mr. Silverstein meant the contingent of firefighters remaining in the building."
Peccato, speravo di trovare un interessante documento sul 9/11 ma questa "rece" mi ci tiene alla larga! Spesso i complottisti somigliano a fanatici religiosi e creduloni del paranormale, un modo come un altro per sfuggire alla realtà (ci mancava anche il mai avvenuto allunaggio, per dirne un'altra...). Complimenti per Attivissimo, l'ho scoperto da poco ed è fisso tra i miei Preferiti.
"Se avessi a disposizione le stesse ampie risorse finanziarie di Nexus e degli autori del DVD, farei di meglio e magari produrrei anch'io un bel DVD di controanalisi."
Caro Paolo, purtroppo se non cominci ad inventarti balle e complotti pure tu, uno sponsor non lo troverai mai.
l'informazione vera non è sempre senzazionale o coinvolgente mentre per fare i soldi cosa c'è di meglio che autoproclamarsi paladini della verità? Buon lavoro.
ps scusate se anche un mediocre come me si è sfogato, ma leggo i giornali tutti i giorni e non ne posso più di vedere pessima informazione: affermazioni non verificate , conclusioni affrettate, opinioni passate come fatti ecc...
Complotto o non complotto, io non sopporto chi vuol far soldi sfruttando tragedie e morti altrui.

Luca
http://insubriatimes.blogspot.com
resta comunque il fatto che le torri sono cadute per intero. mentre, in teori9a, solo la parte sopra l'impatto avrebbe dovuto cedere... io sono per il complotto..
Vorrei segnalare questo sito

www.luogocomune.net

si occupa di complotti e affini,ha anche decicato una sezione apposita all'11 settembre.

tutte tesi trite e ritrite,vorrei sapere il tuo parere a riguardo
Scusate ma non riesco a sottoscrivere i feeds di questo blog nel senso che non trovo il loro indirizzo... dov'è?
Grazie
Penso che la teoria del complotto sia una cosa che si può tranquillamente smontare senza che sia necessario addentrarsi in angosciose analisi di filmati e dvd vari, che, come ha dimostrato più che efficacemente Paolo, sono oltretutto infarciti di contraddizioni e conclusioni forse fin troppo affrettate. Per dimostrare l'infondatezza della teoria complottistica dovrebbe essere sufficiente un pò di cognizione di causa e di buon senso.

Provo a spiegare brevemente il mio punto di vista.

Proviamo un attimo a ragionare prendendo per veritiera questa sciagurata ipotesi. Ma credete veramente che il governo americano avrebbe permesso, se non agevolato, l'uccisione di migliaia di americani per lanciare una guerra in cambio del petrolio afghano? Via, siamo seri! Forse ai più non è chiaro che la messa in opera di una tale operazione, oltre a un lavoro tecnico di pianificazione colossale (del quale comunque gli americani potrebbero anche essere capaci), avrebbe presupposto un lavoro altrettanto impegnativo in termini di collaborazione tra le varie forze di intelligence (Cia, Fbi, Ministero Difesa, Amministrazione Federale dell'Aviazione, ecc...). Quante persone avrebbero dovuto lavorare in perfetta sincronia e accordo per portare a termine il progetto? Decine? Centinaia? Migliaia? Già solo la Cia e l'Fbi non sono quello che si può definire un buon esempio di collaborazione e complementarietà, figurarsi tutto questo variegato insieme di istituzioni.

E poi credete veramente che un così elevato numero di funzionari si sarebbe prestato a questo gioco? E se la loro cospirazione fosse stata scoperta prima (o dopo) dell'attentato? Quanti sarebbero stati quelli disposti a correre il rischio di vedersi associare a uno dei crimini più turpi e deprecabili che si possano concepire?

Insomma, io penso che tutta questa storia altro non sia che una brutta e malriuscita operazione di emulazione di X-files e scemenze simili, e che sia più un pretesto per tentare di nascondere quali sono le vere malefatte degli americani in giro per il mondo.

Ma questa è naturalmente una mia personalissima opinione.
Complimenti per l'ottimo articolo ..
Mi verrebbe da dire: come sempre.
volevo solo segnalare a Paolo che c'è un link "rotto": si tratta del link alla foto della "livrea di un aereo", che punta a file:///Users/topone/Sites/antibufala/11settembre_pod/airliners.net.id362107.jpg
ed ovviamente non è raggiungibile.
Caro Paolo, anche io fino a poco tempo fa sorridevo dei complottisti e delle loro strampalate teorie...
Fino a quando non ho visto questo documento di reopen911.org. Francamente, mi sono sembrate obiezioni molto intelligenti e circoscritte (niente Pod, niente aerei-ologramma, etc)
Ecco il filmato che riassume le varie obiezioni alla tesi ufficiale:
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911/PainfulDeceptions_italian.html

C'è anche la ripresa completa della conferenza di reopen911(interessante, ma a tratti un po' noiosa..)
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911/

ciao e buon lavoro

Emanuela
Caro Paolo,
anche io fino a poco tempo fa sorridevo dei vari complottisti e delle loro strampalate teorie.
Fino a quando non ho visto questo documento (niente pod, nè aerei-ologramma al suo interno)

http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911/PainfulDeceptions_italian.html

Ho l'impressione che tra i complottisti ci sia anche gente seria, che lavora con passione e non chiede soldi.

la conferenza integrale di reopen911(interessante ma a tratti noiosa) è raccolta qui:
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911

buon lavoro

emanuela
Risposte rapide varie:

-- Il feed RSS è http://attivissimo.blogspot.com/atom.xml.

-- Ho sistemato il link rotto, grazie della segnalazione!

-- Ho fatto una lunga chiacchierata via e-mail con uno degli autori di Luogocomune e purtroppo gran parte del materiale proposto è la solita serie di ipotesi costruite su teorie basate su supposizioni. Il sito, però, è talmente vasto che diventa un problema analizzarne tutto il contenuto e darne un giudizio breve. Può darsi che in mezzo al fango ci sia qualche perla, ma sinceramente la fatica di trovarla è troppa per le mie forze.

Ciao da Paolo.
Ok Paolo
Io sono d'accordo con te su che alcuni punti gli autori di questi inchieste hanno esagerato, ma tu però non devi solo "attaccare" i punti più semplici da spiegare, se vuoi contro battere fai su tutto.
Per esempio, prova a trovare una spiegazione per questi punti:

E' possibile che dei piloti dilettanti come erano i dirottatori potevano prendere un 757 e fare queste manovre
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/errhanj/errhanj.html

Non fermarti sulla frase di Silverstein, prova a spiegare perché è crollato il WTC7?
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/wtc7/wtc7.html

Che cos'è che ha forato il Pentagono in questo modo?
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/segreto/segreto.html
Non dirmi l'aereo, altrimenti avremo visto la stessa cosa sulle torri gemelle!

E tante altre domande legittime senza risposta!

E' semplice smentire i punti deboli, così dai l'idea che anche il resto è falso è fufa...
Paolo devi "smontare" tutto altrimenti fai la loro stessa figura!
Sinceramente nessuno di noi potrà sapere la verità. Da un lato c'è l'impero più forte della storia, con i suoi mezzi di informazione, alle cui fonti nessuno potrà accedere. Dall'altro decine teorie più o meno serie che si basano su presupposti che possono essere più o meno corretti, migliaia di voci che gridano al complotto: sono tutti nel torto? Possibile che nessuno possa aver azzeccato e scoperto qualche "buco" in questa storia?
Del resto ancora oggi chi può dire se il filmato degli astronauti sulla luna è vero? La Nasa? Gli astronauti? Ovviamente gli scettici non potranno credergli.
Chi può dire che Saddam Hussein esista veramente? Nessuno di noi l'ha mai visto. Forse una volta, quando non c'erano i giornali, la gente non sapeva neanche il volto del loro re, non si sapeva che le guerre erano finite perchè nessuno lo diceva, almeno c'era la consapevolezza di essere ignoranti. Ora deleghiamo il nostro sapere a troppe persone, troppi mezzi, è giusto avere dei dubbi, indipendentemente dalla fede politica o dall'essere o no antiamericano. Io personalmente non lo sono, ma la tesi del complotto non la escludo a priori. Del resto uno che non ha rispetto per la vita di persone innocenti, non può averne di più solo perchè queste persone vivono nel suo stato. Nell 11/9 sono morte 3000 persone; tra Iraq e Afghanistan quante ne sono morte? Quindi questo problema non si pone.

Guardate questo video
http://www.arcoiris.tv/modules.php?name=Unique&id=3328

Qualcuno può spiegare le esplosioni che si vedono durante il crollo, che ricordano le implosioni programmate degli edifici? Se sì, chi ha messo le cariche e come ha fatto? Come mai un incendio a cui sono sopravvissute delle persone, abbia sprigionato talmente tanto calore da sciogliere le travi d'acciaio, quando gli operai hanno dovuto usare la fiamma ossidrica per spezzarle durante la rimozione delle macerie?
Le "implosioni" evidentemente avvengono anche quando un aereo pieno di combustibile va a infilarsi dentro un grattacielo.

Non credo che i complottatori eventuali si siano disturbati a piazzare cariche di esplosivo nel WTC quando sapevano già che ci sarebbero finiti sopra due aerei carichi di combustibile.

La fiamma ossidrica per tagliare gli elementi in acciaio serviva probabilmente a ridurre detti elementi in segmenti più piccoli in modo da poter venire rimossi più facilmente, specialmente se, crollando l'edificio, detti elementi, erano rimasti incastrati in mezzo ad altre macerie.

Mi sembrano delle spiegazioni sufficientemente plausibili.

Per niente plausibile è invece pensare che il governo USA abbia realizzato un complotto (che tra l'altro non si capisce bene in cosa dovrebbe consistere) che avrebbe dovuto:
1)coinvolgere centinaia di funzionari, col rischio di disastrose fughe di notizie.
2)causato la morte di migliaia di cittadini
E tutto questo solo per giustificare un'invasione che, se era comunque in programma, si sarebbe potuta giustificare con pretesti di altro genere (tipo, liberiamo l'Afghanistan dai talebani) meno rischiosi e meno arzigogolati.

Francesco
Complimenti Paolo per il tuo lavoro.

Non ho ancora capito se sia uno sforzo inutile o meno, perché dice il proverbio che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire.

Purtroppo ci sarà sempre qualcuno che offendendo l'intelligenza altrui si ostinerà a portare avanti conclusioni senza senso e totalmente campate in aria.
grazie paolo per il lavoro che fai!!

quello che a me rompe di più è che tanti soldi vengano spesi per finanziare questo... perchè è chiaro che la gente sarà abbindolata molto di più da un prodotto confezionato bene e ben platinato piuttosto che da spiegazioni molto più accurate. solita vecchia storia del "se è bello e ancor meglio con immagini è vero"...
Vorrei solo invitare Paolo a riflettere su queste cose:

1) l'etichetta dispregiativa "complottisti" serve solo a screditare chiunque non sia pecorecciamente d'accordo con la versione ufficiale dei fatti

2) le versioni "ufficiali", a distanza di tempo (talvolta di secoli) possono essere smentite da studi più sereni e disinteressati (l'Inquisizione molto meno sanguinaria di come sognata da Umberto Eco, la Resistenza che si macchia di crimini peggiori del fascismo che intendeva combattere, e così via; in questi casi l'etichetta dispregiativa è "revisionisti": vietato cercare conferme e smentite di ciò che "già si sa")

3) per l'11 settembre 2001, l'assenza di serissime indagini e la fretta nel voler pubblicare una "versione ufficiale" a cui tutti debbono credere (pena l'essere etichettati complottisti") è quantomeno fonte di preoccupazione e sospetto

3bis) vorrei essere smentito: ma perché sull'11 settembre abbiamo ancora tante domande aperte? chi indaga? su cosa si indaga? cosa si è scoperto? perché non si pubblica? su quanti punti hanno veramente ragione i "complottisti"? perché si lascia tanto spazio ai "dubbi" in modo tale che prolifichi questo mercato delle rivelazioni clamorose?

4) ultimo spunto di riflessione: grazie agli attentati, è stato creato un nuovo nemico, il "terrorismo" globale, potentissimo e inacchiappabile, la cui esistenza permette misure restrittive, guerre preventive, eccetera.
Provo a rispondere brevemente alle domande principali:

"Ho l'impressione che tra i complottisti ci sia anche gente seria, che lavora con passione e non chiede soldi."

Lo credo anch'io, ma anche chi è in buona fede può sbagliarsi se parte da dati errati o non conosce la materia che studia. Sapessi quanti continuano a menarmela con la storia del "carrello a discesa automatica", che (lo ripeto) NON ESISTE.

"la conferenza integrale di reopen911(interessante ma a tratti noiosa) è raccolta qui:
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911"

Il link mi mostra una cornice vuota.
"tu però non devi solo "attaccare" i punti più semplici da spiegare, se vuoi contro battere fai su tutto."

Be', faccio il possibile: come dicevo, se trovo uno sponsor che mi finanzia, analizzo tutto.

"E' possibile che dei piloti dilettanti come erano i dirottatori potevano prendere un 757 e fare queste manovre"

Si', e' possibile. Avevano comunque frequentato corsi di volo, e un aereo di linea non e' poi cosi' difficile da manovrare, come mi confermano piloti Alitalia. Altra cosa e' farli atterrare e decollare o gestire un'emergenza, ma la manovra ordinaria e' a livello di videogame.

"Non fermarti sulla frase di Silverstein, prova a spiegare perché è crollato il WTC7?"

Scusa la banalità: e se fosse perche' colpito dai detriti del WTC 1 e 2 e indebolito dall'incendio all'interno?

"Che cos'è che ha forato il Pentagono in questo modo?"


http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/segreto/segreto.html
Non dirmi l'aereo, altrimenti avremo visto la stessa cosa sulle torri gemelle!"

Il WTC era un edificio civile in acciaio e cemento, costruito per essere leggero; il Pentagono è un bunker in acciaio, cemento e Kevlar. Leggiti le specifiche pubblicamente disponibili.

Il foro di cui parli non e' affatto un foro "di cui nessun organo ufficiale ha mai parlato, nè offerto la benchè minima spiegazione.", come spara Luogocomune. Quella foto e' stata scattata e analizzata nei rapporti ufficiali (cercali), ne esistono varie versioni scattate in momenti differenti e non c'e' nessun mistero: e' un foro d'uscita di alcune parti dell'aereo. In una delle foto si vedono anche dei frammenti di lamiera inconfondibilmente d'aereo.

"Qualcuno può spiegare le esplosioni che si vedono durante il crollo, che ricordano le implosioni programmate degli edifici?"

Che noia, sempre le stesse teorie. C'e' la piccola, banalissima differenza che in una demolizione controllate le esplosioni si vedono PRIMA del crollo. Nei filmati del WTC, non ci sono mai "esplosioni" (in realtà sono sbuffi) PRIMA, ma soltanto DOPO l'inizio del crollo.

Quelle che tu chiami "esplosioni" sono lo sfiato esterno della compressione dell'aria e polvere, schiacciata a mo' di stantuffo dai piani soprastanti che stanno scendendo.

"Come mai un incendio a cui sono sopravvissute delle persone, abbia sprigionato talmente tanto calore da sciogliere le travi d'acciaio, quando gli operai hanno dovuto usare la fiamma ossidrica per spezzarle durante la rimozione delle macerie?"

Nessuno parla di SCIOGLIERE, ma di INDEBOLIRE. Non occorre arrivare a temperature molto alte per ridurre drasticamente la resistenza dei metalli. Se indebolisci il metallo, la struttura cede e collassa.

Ciao da Paolo.
Prima di lanciarsi in dotte disquisizioni sul modo in cui crollano gli edifici e perché, disquisizioni che a meno di essere ingegneri strutturali potrebbero suonare quanto meno un po' azzardate, suggerisco la lettura di un libro estremamente istruttivo oltre che piacevole da leggere e niente affatto specialistico: "Perché gli edifici cadono" di un ingegnere italiano di grandissima fama, Mario Salvadori. Attenzione: non parla dell'11 settembre (è stato pubblicato da Bompiani diversi anni prima), ma dimostra che non è saggio affermare con intransigenza che un grattacielo non potrebbe mai cadere in un determinato modo, o che mai un determinato evento avrebbe potuto produrre un crollo. Descrive in modo semplice ma assolutamente scientifico una serie di crolli storici, alcuni dei quali sembrano e sembrarono incredibili finché non furono affrontati in modo tecnico.

Quanto alla difficoltà di manovrare un Boeing di linea non dimentichiamo che i moderni piloti automatici consentono di portare un aereo senza intervento umano in un punto preciso. Atterrare, quello è un altro paio di maniche... ma purtroppo l'atterraggio non era previsto per quei voli.

Ciao
Ugo
personalmente non credo al DVD, ma la tesi del complotto, in generale, la reputo credibile ed i fatti quotidiani non fanno che alimentare la mia opinione. sull'11/9 per parlare di complotto è sufficente il fatto che sia potutto accadere, oltre a tutto quello che è accaduto dopo, e come dice giustamente Paolo, a che serve un missile se c'è già un aereo carico di kerosene?
piùttosto è più facile pensare che quel DVD ricco di informazioni palesemente poco attendibili e confutabili, sia un'abile mossa per smentire e denigrare le cosiddette teorie del complotto :)

saluti a tutti,
a.p.
Paolo, provo a risponderti:

...Il link mi mostra una cornice vuota.
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911"
I video di questa pagina, di cui il più interessante è: "Painful Deceptions", sono contenuti all'interno di una finestrella incorporata nel browser, credo tu abbia un problema di codec o di protezioni del browser, non so.. So che i maniaci dell'accessibilità apprezzano questa modalità. Se hai il codec vedrai che si vede bene..
Mentre il video "Confronting the evidences" è un po' lento da scaricare (e da vedere)ma restituisce la credibilità di chi sta dietro a reopen911

Ciao,

Emanuela
X PAOLO
"la conferenza integrale di reopen911(interessante ma a tratti noiosa) è raccolta qui:
http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911"

Il link mi mostra una cornice vuota.

Questo accade perché il file è enorme.
Io ho usato un download manager per scaricarlo e vederlo (ho visto una decina di minuti di Painful... e non mi ha entusiasmato; le prove erano discutibili ma espresse in maniera tale da impressionare).
L'URL del file lo troverai facilmente guardando l'HTML della pagina (devi trovare un file *.wmv).
La stesso procedimento vale con tutti i video reperibili da quel sito.
Non riesco però a fare funzionare i sottotitoli (sono in un file *.smi).
Non mi esprimo sulla tesi del complotto.
Chiedo solo:
- che cosa è successo al sistema di rilevamento e di difesa?
- qualcuno è stato condannato per queste "negligenze"?
- i protocolli di voli degli aerei civili sono rigidi, per motivi di sicurezza e di risparmio di carburante. Provate a chiedere a un controllore di volo qualsiasi, anche italiano, quali sono leprocedure internazionali. Se un aereo devia dal tracciato, lo si avverte via radio. se non risponde decollano due jet militari, che lo affiancano in alo a sinistra facendo vibrare le ali
- se si tratta di un errore o di un guasto l'aereo civile risponde facendo vibrare le ali
- i caccia lo sorpassano e indicano il percorso
- se invece l'aero civile non risponde, viene preso un altro protocollo che può arrivare a un fuoco intimidatario e in casi eccezionali all'abbatimento.
Ci sono spesso casi di questo genere, per fortuna semplici errori. Anche i nostri caccia italiani a volte si levano in volo per questo.
- E' incredibile che nulla sia successo per tanto tempo. Forse non avrebbero impedito il crollo, ma l'inazione sconcerta.
- diciamo che è stato un insieme di incapacità. E il contribuente Usa è disposto a pagare miliardi di dollari per questa sicurezza?
Nessuno paga per gli errori?
Devo dire che un presidente che in una situazione del genere resta mezz'ora a leggere la favole di unca capretta fa una certa impressione.
Non dico certo che sei un agente della CIA! Ma nemmeno io sono un antiamericano fanatico. Moltissimi americani sono indignati non solo per quello che è successo ma anche epr come è successo.
GRazie del tuo lavoro
Anselmo
Altre risposte rapide:

"l'etichetta dispregiativa "complottisti" serve solo a screditare chiunque non sia pecorecciamente d'accordo con la versione ufficiale dei fatti"

No, serve a etichettare chi costruisce ipotesi di complotto basate sul vuoto pneumatico e sull'ignoranza dei fatti indiscussi. Un conto è dire "i dirottatori hanno avuto il gioco facile perché la CIA li ha lasciati fare" (questa è un'ipotesi di complotto interessante, ma da dimostrare); un conto è dire "c'era un accendino sul muso del Boeing" oppure "gli aerei hanno un meccanismo che fa scendere automaticamente il carrello" oppure "non ci sono immagini di frammenti dell'aereo al Pentagono" o "sono stati gli UFO", perché sono ipotesi smentibili con assoluta facilità che sporcano il campo per chi vuole indagare seriamente. Un complottista è come il tizio che pensa di risolvere la nebbia in val Padana spianando il passo del Turchino.

"le versioni "ufficiali", a distanza di tempo (talvolta di secoli) possono essere smentite da studi più sereni e disinteressati"

Vero. La parola chiave, però, è possono. Finché non vengono smentite, sono esatte. E per smentirle ci vogliono fior di prove, non le foto sgranate e i ragionamenti da incompetente disinformato.

"l'assenza di serissime indagini e la fretta nel voler pubblicare una "versione ufficiale" a cui tutti debbono credere (pena l'essere etichettati complottisti") è quantomeno fonte di preoccupazione e sospetto"

Quale assenza? Ma hai letto i rapporti delle indagini ufficiali? Sono migliaia di pagine. Io le ho lette, e tu?

E quale fretta? Sono passati due anni prima che venisse pubblicato il rapporto ufficiale.

"vorrei essere smentito: ma perché sull'11 settembre abbiamo ancora tante domande aperte?"

Perché è normale che quando c'è un evento drammatico di cui mancano tasselli importanti, il cervello voglia riempire i vuoti con qualcosa di meno banale e più avvincente di un gruppo di terroristi che dirotta un aereo e lo schianta sul Pentagono. Il complottismo è una fuga dalla realtà: se credo che sia stata la CIA, circoscrivo il "cattivo", lo isolo; se credo sia stato il terrorismo, che non ha un volto, una bandiera o una nazione con cui prendersela, devo affrontare un'idea molto più paurosa. Così mi rifugio nel semplice "è stata la CIA".

"chi indaga? su cosa si indaga? cosa si è scoperto? perché non si pubblica? su quanti punti hanno veramente ragione i "complottisti"? perché si lascia tanto spazio ai "dubbi" in modo tale che prolifichi questo mercato delle rivelazioni clamorose?"

Tutto il mondo indaga: i dati sono pubblicamente disponibili, ognuno è libero di esplorarli come vuole. Finora non si è scoperto niente che contraddica le versioni ufficiali. I complottisti hanno ragione, finora, su zero punti, ma se lavorano bene potrebbero scoprire qualcosa di importante anche domani. Qui non si tratta di accettare supinamente la versione ufficiale, ma di eliminare le ipotesi alternative che palesemente non si reggono in piedi, in modo da scremarle e lasciare quelle (eventuali) che hanno un fondamento accettabile, e approfondire soltanto quelle, per non disperdere le indagini in mille rivoli improduttivi.

"grazie agli attentati, è stato creato un nuovo nemico, il "terrorismo" globale, potentissimo e inacchiappabile, la cui esistenza permette misure restrittive, guerre preventive, eccetera."

Su questo sono d'accordo: chiunque sia il mandante, i governi hanno colto l'occasione per far passare leggi che in altre circostanze sarebbero state inammissibili. Ma questo non implica che siano i governi a essere i mandanti: potrebbero avere semplicemente colto l'occasione fornita da terzi.
Altre risposte di getto:

che cosa è successo al sistema di rilevamento e di difesa?

Ha funzionato male. L'ipotesi di dirottamento di un volo interno, con schianto finale, non è stata presa in considerazione seriamente. Capita. Gli aerei dirottati hanno spento i transponder, diventando molto più difficili da localizzare. Il controllo del traffico aereo USA è un casino da quando Reagan ha licenziato e rimpiazzato i controllori.

qualcuno è stato condannato per queste "negligenze"?

che io sappia, no.

i protocolli di voli degli aerei civili sono rigidi...

Certo. Lo sono adesso. Ma prima l'abbattimento non era previsto, salvo autorizzazione diretta del presidente USA. Molti altri paesi erano altrettanto faciloni. Ricordi i MIG libici che sorvolavano l'Italia (e vi si schiantavano) impunemente?

E' incredibile che nulla sia successo per tanto tempo. Forse non avrebbero impedito il crollo, ma l'inazione sconcerta.

Col senno di poi, sembra tutto facile. Ma nel caos di quella mattina? Ricorda che tutto si è svolto in poche ore.

diciamo che è stato un insieme di incapacità. E il contribuente Usa è disposto a pagare miliardi di dollari per questa sicurezza?

Il contribuente ha scelta? Non credo: ce l'ha soltanto quando va a votare, e anche così cosa cambia realmente? Le ditte appaltatrici e i consulenti di sicurezza non cambiano quando cambia il governo.

Devo dire che un presidente che in una situazione del genere resta mezz'ora a leggere la favole di unca capretta fa una certa impressione.

Concordo. Proprio per questo sembra poco plausibile pensare che a un tontolone del genere sia mostrato il video ultrasupermegasegreto del primo impatto, e che venga mostrato in una scuola pubblica invece che, per esempio, nella limousine presidenziale parcheggiata lì fuori.

Ciao da Paolo.
Ho sempre sospettato che lavorassi per la CIA, eh!

Complimenti per il tuo lavoro, sempre molto utile ed interessante.
Ringrazio Paolo per le sue risposte tempestive. Le mie domande non erano certo poste come "voi che sapete tutto spiegatemi questo!" , ma anzi mi ha fatto piacere vedere come potevano essere smentite.
Io non voglio essere complottista a tutti i costi: ma trovo che sia giusto che ci sia qualcuno che - non spinto da una moda o da ideologie politiche - si ponga il problema di credere o no alle informazioni cosiddette "ufficiali".
Se da un lato c'è chi vuole il "complotto ad ogni costo" dall'altro c'è chi si beve tutto quello che dice la tv. Sono 2 posizioni estreme, e come tali sbagliate. Sinceramente preferisco avere i miei dubbi, che vivere nel terrore di andare in vacanza perchè Bush mi ha detto che i terroristi sono ovunque.

Solo una cosa mi sento in dover contraddire: tutti quelli che dicono
roba del tipo

"Ma credete veramente che il governo americano avrebbe permesso, se non agevolato, l'uccisione di migliaia di americani per lanciare una guerra in cambio del petrolio afghano?"

Certo che ci credo.Perchè? Qual è la differenza tra uccidere la gente in questo modo e mandarla a morire in guerra?
Avete presente quando un vip miliardario spende migliaia di euro in un giorno: la cosa ci fa schifo e non la comprendiamo, perchè noi tutti quei soldi non li abbiamo mai visti. Ma siamo tutti migliori? Secondo me no, secondo me se guadagnassimo i soldi di Vieri o Cassano inizieremo quasi tutti a fare spese folli come loro.

E' facile giudicare da quest'altra parte. Ma quando si hanno tutti quei soldi o tutto quel potere le nostre idee cambiano. E poi diciamolo: noi italiani, al bar, siamo tutti capaci a fare il ct della nazionale o il presidente del consiglio e dispensare consigli. Però voglio vedere se vi trovaste seduti su quella poltrona, con in mano il destino del mondo, se il vostro modo di ragionare sia poi tanto diverso da quelli che ci sono stati seduti veramente. Io per primo critico Bush e lo considero un cretino, ma non sono sicuro che se avessi tutto quel potere in mano non farei qualche c****a. Quindi quello secondo me è un luogo comune peggiore di chi vuole il "complotto ad ogni costo"
"Sono qualità che dovrebbero far riflettere coloro che mi accusano di essere al soldo della CIA e cose simili (giuro) quando smonto le loro teorie predilette sull'11 settembre."

Hei paolo anche a me hanno detto di essere al soldo della Cia.
'Sti complottisti sanno proprio tutto, anche quello che io non so di me stesso.
Quasi quasi visto che non ho ancora ricevuto una busta paga che sia una dal dipartimento americano chiedo ai complottisti perchè non mi pagano, magari hanno una spiegazione anche per questo.
Ma non arrabbiarti, è un onore sentirsi dare dell'agente cia. Significa aver confutato talmente bene le tesi trollistiche che per rispondere devono ricorrere a quello che per loro è una gravissima offesa.

"Viene da chiedersi, semmai, chi finanzia questi DVD complottisti così ben fatti. Ma lasciamo stare, altrimenti sembra che voglio prendermela col messaggero per screditare il suo messaggio."

Ma ovviamente i filantropi.
Questa parola significa per i troll: persona onesta che ha fatto i miliardi per sbaglio e ora li da via così per far del bene.
Ci sono esempi illustriun esempio: Soros.
Soros finanzia una vasta rete che comprende i chomsky (sempre che non si voglia credere alle critiche di Giacomazzi che dice chomsky essere sconosciuto in USA ma soprattutto noto per le contraddizioni...), la PBS la macarthur, tutti i democratici, i pinkos e i code pink (quelli che han fatto arrivare 600000 dollari a fallujah nel 2004), oltre a indymedia e tutte le altre organizzazioni che stranamente sconfutano Bush.
Ma che ci vuoi fare: fatti non fummo per viver come bruti, ma per far di troll virtute...
NB: in realtà si sa benissimo filantropi = speculatori monetari-economici....ma non importa.

"Viene poi presentato il mistero della mancanza di segni di bruciatura in varie stanze della breccia nel Pentagono."

Ebbene si lo dico subito: per i defi. che come me quattro anni fa c'erano e si son passati settimane davanti alla tv registrandosi in vhs le immagini in pseudodiretta (molto + diretta di un video uscito 4 anni dopo) è esilarante vedere la strumentalizzazione che siti, riviste e policalman scorrect fanno abusando del nome di chi è morto, tagliuzzando qui e lì, costruendo ad arte dei casi.
D altra parte da chi fino all'altro ieri faceva questo con l'aerea 51 li ufo o i cerchi nerl grano non c'è da aspettarsi molto....beh sapendo che fanno tutto ciò senza fini politici prima o poi pubblicheranno anche Pallywood (ma siccome finora non l'hanno ancora fatto devo dire che forse sono + loro agenti del KGB che Paolo un agente della CIA!!!).
Si certo c'avevano provato con gli aviotanker e le chemtrail o con i nuovi tubi tucker miracolosi (econogreen), ma spero che le associazioni consumatori mandino a chi di dovere una denunzia per quest'ultimo.
E' per questo Paolo che Ti consiglio "TG2 Dossier la nuova guerra" di cui posso trovarti la data oppure la puntata di Mentana e Costanza un anno dopo l'11 settembre (come se da Khobar ai recenti rapimenti in yemen non fossero abbastanza per sconfutare la loro idea del mondo invaso dalla CIA)
Le cose + notevoli: i movimenti dei talebani qualche giorno dopo l'attacco, le manifestazioni delle scuole anticoraniche, nel video iniziale il pentagono che brucia tutto con colonna di fumo alta qualche km.
E poi le immagini del crollo non censurate (avvenuto per instabilità dell'equilibrio provocata dal calore: a 500°C la capacità di lavoro delle colonne rimanenti si dimezza)
Le immagini e le testimonianze del volo caduto-abbattuto prima di cadere alla casa bianca. Le testimonianze in diretta dei pompieri il giorno stesso che dicevano di allontanarsi dal WTC7 perchè danneggiato alla base dalle macerie della torre crollata e per il fuoco che lo aveva colpito (tra l'altro con qualche immagine nitida e non oscurate appositamente).
O le macerie raccolte in uno 2 mesi (un anno dopo c'era ancora il cantiere per pulire la zona con i macchinari) e tanto altro ancora....
Ma in fin dei conti finchè si guardano i vecchi rapporti del NIST anzichè i recenti o finchè si prendono in considerazione solo le cose che fanno comodo è facile fare la voce grossa e confondere la gente.
Il brutto è che tutto ciò una volta veniva fatta per gli UFO...oggi per la storia.
E per questo l'uomo merita una punizione. Mai infangare la storia, mai recarsi come meyssan nel 2004 a fare interviste sulla televisione di stato iraniana aizzando lo stato di teheran contro l'america, rinvigorendo terrorismo-guerriglia e fomentando oggi la crisi del nuclear power con il resto del mondo (eccettuata la Cina e forse la francia che calma i toni...strano no?!) tra l'altro in un paese dove i pannelli solari lavorerebbero eccome.
A no aspetta, Meyssan ha aizzato gli iraniani per bontà, mica perchè così avrebbe ricevuto un tornaconto in patria con il suo gruppo politico...(grazie anche a foto di scontri iraqueni e iraniani-americani o articoletti ad hoc)
Mannaggia che sbadato...ed io che credevo che le brave persone ed i filantropi non esistessero +.

C'est la vie.

Saluti

PS: il nist mi sta un po' sulle p.
Non solo trascura certe testimonianze, non solo sminuisce il fuoco presente dopo 40 minuti nelle torri (che come si vede nelle immagini si propaga anche ai piani superiori ed in una delle due fuoriesce), ma sovrastima anche la capacità resistente nel tempo a 500-600°C delle colonne, tra l'altro presentando grafici 2D tensione temperatura o allungamento temperatura, anziche una tabella tensione allungamento con curve che variano al variare della temperatura (dove si vedrebbe bene che abbassamento sigma2 e abbassamento E creando dimezzamento capacità lavorativa della colonna).

PS2: buona lettura

PS3: "Guardate le fotografie degli incidenti aerei raccolte in siti come Airdisaster.com"
Ma soprattutto guardate come i pezzi degli aerei che schiantano al suolo (la prima immagine che ho scorto in alto a destra) assomigliano tanto ai pezzi sul prato del pentagono.

PS4: quando una sega circolare sega un pezzo di metallo voi cosa vedete? loce scintille lampi luce...a no secondo voi non fa nessuna scintilla lampo. Tutto spento. Ma per piacere è ora di finirla con la storia del lampo.

PS5: " il Volo 93 sarebbe atterrato regolarmente, non precipitato in Pennsylvania" è la Pierre sallinger syndrome (il video di costanzo e mentana intervistano un testimone del volo 93...a no aspetta è un agente CIA anche quello.... ;) ).

PS6: "Perché prendersi la briga di usare radiocomandi ed esplosivi la cui detonazione va pianificata scientificamente, quando basta prendere un aereo di linea da oltre cento tonnellate, pieno di carburante, lanciarlo come un maglio a quattro-cinquecento chilometri l'ora contro una torre, e lasciare che fuoco e danni strutturali insieme producano il danno desiderato?" Paolo te lo dico io il perchè: perchè la gente da quelle torri si tuffava a testa in giù pur di evitar le fiamme!!!
Eppure con tutti gli esplosivi presenti per il crollo controllato (qualsiasi comporto-reazione chimica sia stata usata) quella mattina son andati a lavoro come se le colonne non fossero state denudate per applicarci gli esplisivi come si fa nelle esplosioni controllate.

PS7: dedicato ad anonimous e filippo
"Può darsi che in mezzo al fango ci sia qualche perla, ma sinceramente la fatica di trovarla è troppa per le mie forze."
ti accontento ecco: http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=763
Leggete pincopallo nei commenti.

PS8: "Qualcuno può spiegare le esplosioni che si vedono durante il crollo, che ricordano le implosioni programmate degli edifici?"
E tu puoi spiegare perchè quando centiania migliaia di tonnellate di qualcosa cadono sbriciolano tutto, fanno un effetto all'aria smuovendola facendo pressione sulle finestre di cui la + fragile si rompe.
Vedi Paolin Vajont e il muro d'acqua che scende a valle.
O credi che basti abbattere 1 colonna (dove c'è lo sbuffetto per abbattere la torre)?

PS9: "perché si lascia tanto spazio ai "dubbi" in modo tale che prolifichi questo mercato delle rivelazioni clamorose?"
Gli ufo ti attendono...assieme al WTC volante ai tachioni.

PS10: http://evelyne.moine.free.fr/ReOpen911/ = http://www.reopen911.org/index.htm...parlavamo di filantropi e chi ti spunta (non Soros, ma l'altro che finanzia)?
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Invece di parlare delle questioni serie, continui col pod... non provi vergogna?
Ai tuoi poveri lettori suggerisco qualche link, cosi possono INFORMARSI su cio' che hai accuratamente evitato...
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1158
http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1683
http://www.globalresearch.ca/index.php?context=viewArticle&code=%20GR20051213&articleId=1478
Glielo hanno chiesto per 4 anni a Silverstein... le giuste chiavi di ricerca... fai il finto tonto che neanche le sai utilizzare ma perfavore...
http://groups.yahoo.com/group/infowarsnews/message/652
Ciao mother, ci ritroviamo...
hai ritrovato le parole?
http://www.p2pforum.it/forum/showthread.php?t=70391

Soros finanzia Chomsky, e allora? Si sa che e' un agente.
http://www.rense.com/general67/noam.htm
Infatti nel suo libro sul 9/11 evita tutte le vere questioni... proprio come il nostro Paolone
Invece di parlare delle questioni serie, continui col pod... non provi vergogna?

E' il DVD complottista a continuare con la storia del pod, non io. Sarebbero semmai loro a doversene vergognare, non ti pare?

Per i link che citi, sono affermazioni lanciate senza però documentarle. Quali sono le fonti per queste affermazioni? Mistero! Ci viene chiesto di credere ciecamente a Comedonchisciotte e soci. Chi sono questi signori che ci chiedono di credere, credere, credere invece di studiare, capire, indagare?

Sarebbe più onesto e corretto indicare le fonti, così ognuno può valutare la solidità dell'ipotesi proposta, ma questo i complottisti lo dimenticano spesso: sparano la provocazione e poi se ne vanno, lasciando agli scettici il compito estenuante (estenuante perché va fatto con cautela e rigore) di trovare la smentita.

Anzi, dicono anche che la mancanza di smentite rende ancora più vera la loro verità. Purtroppo, mancando loro ogni senso del ridicolo, non si rendono conto che spesso la smentita non c'è perché la loro affermazione è talmente stupida che non ne ha bisogno.

Ripeto: le panzane del pod, del carrello automatico, della lista dei passeggeri che non include i dirottatori, sono tutte cose che distraggono dalle indagini serie.

Ciao da Paolo.
I "POD" non sono verificabili, ne dai complottisti (come me), ne dagli "ufficialisti". Inutili ad entrambe le parti, qundue.

Analizziano invece le anomalie del sistema di difesa: prima dell'11/9, nel solo 2001 ci sono stati 64 interventi dell'aeronautica militare, mirati a "ispezionare in volo" aerei che erano usciti dalla propria rotta, con uno scarto di 10 minuti per intercettarli. Quel giorno invece 4 aerei, a distanza di mezz'ora l'uno dallo schianto dell'altro, hanno spento i transponder (operazione tutt'altro che semplice) e se ne sono andati a spasso per i cieli più sorvegliati del mondo per qualche ora.

Spiegaci questo, Paolo.

Nico
Sono perfettamente daccordo con te Paolo: a qualsiasi livello scientifico l´onere della prova sta a chi propone una tesi diversa da quella ufficiale (dall´omeopatia ai complotti alle teorie fisiche)... chi non porta documentazione valida non viene nemmeno preso in considerazione... e di solito documentazione valida vuol dire svariate prove a sostegno e non, come spesso accade per i complotti, una sola persona su migliaia che dice una cosa diversa... anche per la scienza un solo esperimento che contraddice le teorie conosciute e provate molto più probabilmente è un errore (o un mitomane) più che l´inizio di una vera rivoluzione scientifica... soprattutto se chi lo conduce vuole dimostrare una sua tesi (vedi il caso Hwang). l´articolo di David Ray Griffin ne è un esempio lampante: illazioni senza prove o documenti... almeno poteva, come hai sempre fatto tu, mettere qualche link (visto che le chiavi di ricerca lui sottintende di saperle usare molto bene.
Ah... e soprattutto prove documentate realmente, non come questo ultimo post che presuppone cose che l´autore non conosce (Potresti Paolo anche spiegarci come mai l´attività UFO in quelle ore su tutti gli Stati Uniti era bassa... che gli alieni sapessero già cosa stava accadendo e non ci hanno avvertiti?? :-S )
[QUOTE]Ciao mother, ci ritroviamo...
hai ritrovato le parole?[/QUOTE]

Finchè continui ad ignorare quanto ti ho già scritto non c'è nulla da stupirsi, anche che tu non riesca a capire la fesserie dei troll e dei complottisti, ma d'altra parte per chi continua a parlare evitando la logica umana e richiedendo analisi serie (dove serio sta solo per complottista o antibush o antiamericano), c'è poco da rispondere.
Io non ho mai smesso di parlare...ho solo smesso di parlare per niente ai muri che in continuazione si ripresentano e che non sanno nè leggere nè ascoltare ciò che non fa loro comodo per sorreggersi nel loro effimero autoritarismo informativo.
Comunque bravo bravo cita rense...e sparla di Soros, anche lui un agente CIA....ma per piacere dai...
Sai sono tutti agenti CIA, basta che parlino a favore dell'america e sono agenti CIA. Le cose son due o tu sei un agente del KGB (o forse essendo di Tel Aviv come affermi da altre parti di qualche altro servizio segreto, no?!) o forse soffri un po' di manie di persecuzione (ma solo un po' sai?!...poco poco).
A proposito: bello il magneurol...

Copio Paolo:
"Chi sono questi signori che ci chiedono di credere, credere, credere invece di studiare, capire, indagare?" + e senza usar la logica!


Saluti

PS: le panzane del Chomsky agente CIA sono diffuse in rete dagli stessi che sostengono i complotti per depistare dall'evidenza dei lauti finanziamenti di filantropi pro democratici per abbattere la popolarità di bush e dei repubblicani!!!
A sostener altre idee si finisce nel ridicolo o nel paranoico.
Ciao a tutti, sono una Luogocomunista di passaggio! :)

Quindi cosiddetta complottista, antiamericana, comunista, noglobal e tutto ciò che vi viene in mente...
La realtà è che sono apolitica e fino a qualche mese fa mi cullavo sugli allori, fiduciosa che l'America fosse la paladina della pace e della democrazia. Poi ho scoperto il sito di quei complottisti di Luogocomune...
Non ho abbracciato subito le loro tesi. Sono stata tormentata dai dubbi per settimane, non sapevo più a cosa credere. Perchè chi diventa complottista (in buona fede intendo) non lo fa perchè è pro o contro un certo governo, nè lo fa tanto meno per sentirsi originale o fuori dal coro. E non sposa una tesi apparentemente senza senso senza prima vedere crollare tutte le proprie certezze. Vi assicuro che per me non è stata una passeggiata di salute.

Il fatto è che chi cerca di far luce su quello che veramente accadde quel maledetto giorno sono soprattutto i parenti delle vittime. Vorrei fornirvi il link del sito ufficiale del Comitato dei parenti delle vittime. Sono le "Unanswered Questions", le domande senza risposta, che hanno posto alla Commissione per l'11/9.

http://www.911independentcommission.org/questions.html

Paolo mi fa piacere constatare che, anche se sei dall'altra parte della barricata, sei comunque aperto a qualsiasi dubbio e possibilità che non rispecchi le tue idee. Sei bravo ciao
I "POD" non sono verificabili, ne dai complottisti (come me), ne dagli "ufficialisti". Inutili ad entrambe le parti, qundue.

Oh guarda, adesso che la storia dei pod è stata smontata e ridicolizzata come meritava, diventa "inutile"? Molto comodo. Allora gentilmente vuoi avvisare tutti i siti complottisti di aggiornarsi e di smetterla con questa storia?

prima dell'11/9, nel solo 2001 ci sono stati 64 interventi dell'aeronautica militare, mirati a "ispezionare in volo" aerei che erano usciti dalla propria rotta, con uno scarto di 10 minuti per intercettarli.

Fonte?

Quel giorno invece 4 aerei, a distanza di mezz'ora l'uno dallo schianto dell'altro, hanno spento i transponder (operazione tutt'altro che semplice)

Chi ti ha detto che è tutt'altro che semplice? Ce la descrivi?

e se ne sono andati a spasso per i cieli più sorvegliati del mondo per qualche ora.

Non sono affatto i più sorvegliati, se tu conoscessi la gestione del traffico aereo lo sapresti. "Per qualche ora"? Quanto tempo è passato dal decollo del primo all'impatto dell'ultimo aereo?
La realtà è che sono apolitica e fino a qualche mese fa mi cullavo sugli allori, fiduciosa che l'America fosse la paladina della pace e della democrazia. Poi ho scoperto il sito di quei complottisti di Luogocomune...

Senza offesa, ma non serviva certo Luogocomune per scoprire che gli USA non sono paladini di granché. Basta leggere la storia degli ultimi cinquant'anni: Cile, Afghanistan, Iran, Iraq... e più in piccolo le mille leggi liberticide introdotte dopo l'11 settembre 2001, che indignano molti americani che conosco.
Una cosa banale banale che pero' i complottisti dimenticano....

Fare schiantare le Twin vuol dire danneggiare ECONOMICAMENTE le piu' imporanti societa' americane. E se i back-up fanno si che le banche dati fisicamente non perdano bit l' oganizzazione aziendale, il managment & c deve essere riorganizzato.

Le torri ospitavano servers, Radio, tonnellate di documenti, gente capace, la crema del commercio insomma....

Il costo degli uffici in NY e' salito


Perdita di competitivita' insomma....


In dollari e' stata una paccata...

Immaginate la scomparsa del managment fiat telecom e pirelli insieme a qualche tonnellata di documenti... Qual' e' il costo sociale?


Forse e' costato meno il giochino sull' afganistan che il crollo delle torri.

Se atterravano su di una scuola elementare avrebbe permesso la stessa reazione pur, mi dispiace per i bimbi, costando molto meno.

E' triste pensarla in risorse... ma chi ha deciso di abbatterle pensava proprio questo, perche' per la loro IMPORTANZA erano un simbolo.
Gli Americani saranno stupidi ma non sono neppure Tafazzi.

Bye
Claudio
e se ne sono andati a spasso per i cieli più sorvegliati del mondo per qualche ora.

http://www.disinformazione.it/11settembrecronologia.htm

Dimostrazione pratica di mancanza di informazione da parte di un "complottista": come vedi dagli orari gli allarmi sono partiti circa 10 minuti prima che il primo areo si schiantasse (altro che qualche ora!) e in media i terroristi hanno spento i trasponder 30 minuti prima di ogni impatto... troppo poco perchè un qualsiasi velivolo potesse rapidamente portarsi sul posto... i primi tre aerei hanno spento i trasponder nel giro di 20 minuti il primo dall´ultimo.
Fin da quello stesso giorno mi sono venuti tanti dubbi e ancora non so cosa pensare...

Una domanda/spunto che mi viene in mente: ci è stato detto da tutte le parti che le torri gemelle erano progettate e costruite per resistere ad un evento del genere, per quanto estremo... come mai nessuna delle due lo ha fatto? ...e qualcuno non avrebbe dovuto pagare per questa mancanza? Chi? ha pagato? se no, perché? ...a già, perché è tutta colpa di quei cattivoni dei terroristi...

Ciao

Tom
"Per i link che citi, sono affermazioni lanciate senza però documentarle. Quali sono le fonti per queste affermazioni? Mistero! "

Hai provato a dare un'occhiata alle note bibliografiche?

"Ci viene chiesto di credere ciecamente a Comedonchisciotte e soci. Chi sono questi signori che ci chiedono di credere, credere, credere invece di studiare, capire, indagare? "

Comedonchisciotte, se non l'avevi ancora capito (secondo me comunque fai finta) , gli articoli li ha solamente tradotti.
Gli autori sono David Ray Griffin e Steven Jones, visto la tua malafede perche' non controlli le loro biografie?
E per tutte le malignita' che spargi: fino a prova contraria, l'unico che ci ha guadagnato sull'11 settembre, con la bufala dell'antibufala, sei solamente te.
Accusi gli altri di farlo per soldi perche' non hai altri argomenti: prendiamo ad esempio questo articolo, http://tinyurl.com/73duo , sulla mancata difesa aerea.
Griffin, che e' un rinomato professore di teologia americano ed autore di oltre venti libri sull'argomento, documentando le sue affermazioni (ci sono una trentina di note bibliografiche) ha esaminato le 3 varie timelines fornite dal NORAD in un modo che non lascia molte interpretazioni (cosi come non c'e' molto da dire sulle omissioni e distorsioni della commissione, di cui l'associazione familiare delle vittime si e' detta "indignata".. maledetti complottisti)

Il tuo pensiero, ricordiamolo, è:

"Il controllo del traffico aereo USA è un casino da quando Reagan ha licenziato e rimpiazzato i controllori."

Che dire?
Fate due conti.
"E per tutte le malignita' che spargi: fino a prova contraria, l'unico che ci ha guadagnato sull'11 settembre, con la bufala dell'antibufala, sei solamente te."

Secondo il programma The Meyssan Conspiracy di Channel 4 UK, Meyssan ha incassato un milione di euro dai sui libri. Purtroppo io non mi ci avvicino. Ti basta come prova contraria? Ho la registrazione del programma, se vuoi.

"Gli autori sono David Ray Griffin e Steven Jones, visto la tua malafede perche' non controlli le loro biografie?"

Le biografie non sono importanti: contano i dati oggettivi. 2 più due fa 4, sia che lo dica un bidello, sia che lo dica un professore di matematica. Se un complottista ha dei dati oggettivi e indiscussi che indicano un'anomalia (per esempio discordanze nelle cronologie), non importa se è un complottista: ha riscontrato un dato oggettivo. Magari ha semplicemente trovato un banale errore che non nasconde alcuna trama oscura, ma comunque ha fatto qualcosa per avvicinarsi di più alla ricostruzione esatta.

Quindi liberiamo il campo dalle teorie strampalate e concentriamoci su quelle che stanno in piedi e non sono contraddette da dati evidenti e indiscussi.

A proposito, dove sono le note bibliografiche che citi? Non le ho viste. In questa pagina (http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=1158) c'è solo un "fonte: www.septembereleventh.org". Un po' poco.

Ho capito che Comedonchisciotte traduce il lavoro di altri. Ma ripubblicandolo se ne assume la responsabilità.
Sig. Attivissimo,

Dopo cinque lunghi e difficili anni di assuefazione alla rozza propaganda berlusconiana a reti unificate, anche un discreto lavoro di debunking come il suo può rappresentare una boccata di aria fresca.

Questa però, mi consenta, è davvero surreale...

"... devono esserci altri filmati dell'impatto al Pentagono. Anzi, ci sono, e sono almeno tre, come ho già accennato in uno dei miei articoli sull'argomento. Tuttavia possono esservi altre ragioni più banali e meno drammatiche, oltre al complotto, per averli sequestrati e segretati. Per esempio, si potrebbe ritenere che siano troppo scioccanti per un'opinione pubblica già fortemente scossa come quella statunitense, o che debbano essere tenuti riservati per poterli usare come prove in un eventuale processo contro i mandanti degli attentati".

Cordiali saluti
Primo, ti consiglio di cercare due fantastici documentari su 9-11 fatti da Sky, più un articolo letto sul corriere della sera molto dopo il tragico evento.

Da queste due cose si capisce che gli USA, CIA e affini hanno sottovalutato il tutto. La persona della CIA più vicina a fermare Bin laden è stata licenziata qualche mese prima, e per sua sfortuna è morta al WTC. L'intervista invece è il racconto del caccia che per 2/3 minuti non è riuscito a fermare i due aerei diretti a NY. Il pilota ha il rimorso di non aver corso velocemente verso il suo caccia ma di aver camminato a buona andatura.

Prendendo per vero quello che ho letto, come è possibile questa cosa:

per 2-3 minuti non sono riusciti a fermare l'attacco al WTC. Caspita, l'aereo sul pentagono è caduto molto dopo.

Ora qualcosa di personale e polemico.

Più di 200 morti quali passeggeri se non erano aerei di linea o addirittura non era un aereo (Pentagono). Che fine hanno fatto?
" Ciao a tutti, sono una Luogocomunista di passaggio! :)..."

Piacere solo un agente cia simpatizzante per l'america, volevo dirti (mia personale opinione) che luogocomune non fa politica come una bagascia non fa le marchette (comparazioni migliori non me ne vengono).
Basti vedere l'uso che ne fanno dei complotti o la predilezione per mamma cina.

"Sono stata tormentata dai dubbi per settimane, non sapevo più a cosa credere. Perchè chi diventa complottista (in buona fede intendo) non lo fa perchè è pro o contro un certo governo, nè lo fa tanto meno per sentirsi originale o fuori dal coro."

No lo fa anche perchè se le beve avendo una scarsa conoscenza degli argomenti trattati, disinformazione.it docet.

"Il fatto è che chi cerca di far luce su quello che veramente accadde quel maledetto giorno sono soprattutto i parenti delle vittime."

Errato sono i parenti di un centinaio di vittime su circa tremila vittime che hanno cominciato a aver dubbi quando i ricordi han cominciato ad affievolirsi sotto i finanziamenti dei filantropi per le tournèe internazionali (e per chi ha perso un caro che lavorava con la seguente recessione dovuta al crollo del WTC...). E' un po' diverso.

"....
Perdita di competitivita' insomma....

Bye
Claudio"

Bellissimo commento Claudio.
Tra l'altro il passaggio del dollaro da 0.75 a 1.20 1.35 è stata una bella botta per l'america, guarda per esempio l'evoluzione dei tassi di interesse.
Esempio se il PIL americano era di 11000 miliardi, la perdita da 0.75 a 1.35 rispetto l'euro ha comportato una perdita di valore di 4.8 miliardi di dollari annui sul PIL nel confronto dollaro euro.
O ma certo l'invasione di afganistan e iraq ha fatto guadagnare petrolio. Per quanto riguarda l'iraq la sua produzione è stata di miserrimi 2.6 milioni di barili al giorno a 70 dollari al barile (attenzione senza dar nulla al governo iraquano, ovvero irrealizzabile) per un guadagno annuo di 66 miliardi con un spesa militare di 200 miliardi in tre anni + la spesa di ricostruzione (minimo 500 miliardi di dollari).
E si c'han proprio guadagnato.

http://www.disinformazione.it/11settembrecronologia.htm
hahaha disinformazione...taci che han tolto quella pubblicità al tubo econogreen..opps pardon al tubo tucker (e si che erano proprio convinti della sua utilità).
A proposito volevo avvertirvi che è uscito l'ultima fatica di steven Jones...ovvero "Cristo ha visitato l'america".

"Secondo il programma The Meyssan Conspiracy di Channel 4 UK, Meyssan ha incassato un milione di euro dai sui libri. Purtroppo io non mi ci avvicino. Ti basta come prova contraria? Ho la registrazione del programma, se vuoi."

Vediamo Meyssan si vanta sul suo sito di aver venduto 300000 copie. 300000 a 15 euro di cui per editoria becca il 20% quanto fa?
300000*15*0.2=900000. Noooooooo Attivissimo hai sbagliato, Meyssan non ha guadagnato 1000000 di euro dalla vendita del suo libro (il primo, poi c'è il secondo), ne ha guadagnati solo 900000 (ovviamente 300000 è approssimato).
Scusate io continuo a non capire perchè i complottisti hanno sempre la stessa visione distorta della fisica, lo stesso sostegno a visioni difformi di religioni (basti vedere il mormone jones che sostiene che Cristo ha visitato l'america) euna predilezione per strampalate medicine alternative pseudomagneticotachioniche ufologizzate.
E' curioso....



"Dopo cinque lunghi e difficili anni di assuefazione alla rozza propaganda berlusconiana..."pensa te e dopo 2 mesi di assuefazione a bancolopoli come va? hai guadfagnato 50 milioni di euro?

Non centra nulla con il 911, ma nemmeno Berlusconi centra nulla con il 911.


"Da queste due cose si capisce che gli USA, CIA e affini hanno sottovalutato il tutto."

La persona della CIA più vicina a fermare Bin laden è stata licenziata qualche mese prima, e per sua sfortuna è morta al WTC.
Ma guarda te che è stato proprio colui che sosteneva che Khobar dipendeva da OBL....in fin dei conti si è licenziato o dimesso?


"L'intervista invece è il racconto del caccia che per 2/3 minuti non è riuscito a fermare i due aerei diretti a NY. Il pilota ha il rimorso di non aver corso velocemente verso il suo caccia ma di aver camminato a buona andatura."

Il video di Costanzo e Mentana (che mostrano le immagini delle reti americane in diretta compreso l'arrivo dei caccia sopra NY ed a fianco Giuliani) non debunka mica questa tesi.

"Prendendo per vero quello che ho letto, come è possibile questa cosa:..."

Appunto non è vera.

"Ora qualcosa di personale e polemico."

Più di 200 morti quali passeggeri se non erano aerei di linea o addirittura non era un aereo (Pentagono). Che fine hanno fatto?
ai quando ti cadono tonnellate di materiale addosso ritrovi come testimoniato da chi ha offerto soccorso - rastrellato le macerie, piccole parti.
Un distintivo, una fede nuziale ... un dito...
No hai ragione quello del pentagono non era un aereo. Era un camion volante lanciato dalla vicina portaerei che fa danni da crollo passivo anzichè da esplosione checchè te ne dicano gli esperti pagati dagli interessati.


Saluti a tutti.
"Le biografie non sono importanti: contano i dati oggettivi."

Quelli che hai evitato accuratamente di trattare, perche' come dicesti:

"Per i link che citi, sono affermazioni lanciate senza però documentarle. Quali sono le fonti per queste affermazioni? Mistero! Ci viene chiesto di credere ciecamente a Comedonchisciotte e soci. Chi sono questi signori che ci chiedono di credere, credere, credere invece di studiare, capire, indagare?"

Per quello ti ho risposto cosi, ma non ci senti da entrambe le orecchie..
Ho letto tutti i vostri commenti, e vorrei esprimere alcune cose:

" Ma credete veramente che il governo americano avrebbe permesso, se non agevolato, l'uccisione di migliaia di americani per lanciare una guerra in cambio del petrolio afghano? "

Si ci credo e per diversi motivi:
1)La storia insegna che i potenti se ne sono sempre strafregati della gente, anche se morivano a milioni.Di certo questa usanza non è scomparsa con la democrazia: avete mai visto il generale Westmoreland che si disperava per tutti i soldati morti in Vietnam grazie alle sue strategie, o Kissinger che piangeva per tutte le dittature instaurate dagli Stati Uniti mentre lui era ai vertici ( è andato pure in Argentina a complimentarsi con Videla nel 1978 )??? Avete visto i capi delle multinazionali ( specialmente quelle americane ) preoccuparsi dei loro dipendenti, uccisi dal loro inquinamento??? Avete visto i politici americani disperarsi e combattere per quei milioni di disgraziati senza sanità?? ( non tiratemi fuori Clinton, che è stata una pagliacciata ) La risposta è NO.
Inoltre vorrei ricordare l'operazione Northwoods, descritta magnificamente da documenti ufficiali desecretati.A quanto pare avevano già fatto un pensierino.

2)Sinceramente non capisco una cosa: invece che lasciare proliferare tutte queste teorie cospirazioniste, perchè non mostrano le altre riprese del pentagono???

" Per esempio, si potrebbe ritenere che siano troppo scioccanti per un'opinione pubblica già fortemente scossa come quella statunitense, o che debbano essere tenuti riservati per poterli usare come prove in un eventuale processo contro i mandanti degli attentati. "

Tu hai dato questa risposta, ma è fin troppo debole.Allora secondo il tuo ragionamento, perchè non hanno impedito la trasmissione dei filmati delle Twin Towers, che sono decisamente più scioccanti??? Li han fatti vedere milioni di volte!!! Processo contro i mandanti?? Bè mi sa proprio che non ne vedremo.chissà perchè non processano quelli di Guantanamo?? Ormai sono 4 anni che li tengono lì, senza alcun rispetto per le leggi democratiche.( Non mi venire a dire, che devono ancora cavare fuori alcune informazioni dai prigionieri )

3)In questa guerra al terrorismo, sinceramente una cosa non capisco:

" Il miliardario saudita Osama Bin Laden ha smentito di essere implicato negli attentati a New York e a Washington. "Gli Stati Uniti puntano il dito contro di me, ma affermo categoricamente che non sono stato io", ha detto Bin Laden in un comunicato all'Aip, l'agenzia di stampa dei Taleban con sede in Pakistan. I leader religiosi hanno richiesto agli Stati Uniti le prove del coinvolgimento di Bin Laden". (RAI Televideo 16/9/2001) "

Prima smentisce e poi si compiace in alcune videocassette scoperte dagli americani.E' il terrorista più strano cha abbia mai visto.Compie il più grosso attentato della storia, ma lo nega.Forse non ha conosciuto i vecchi terroristi che rivendicavano immediatamente.

Alquanto strano è il fatto che Bush spedisca poche decine di migliaia di soldati a dargli la caccia.Ma come???? Non era il male assoluto???? Ovviamente non li catturano mai, tranne quelli delle retrovie che spariscono ovviamente nel nulla, i famosi black holes della Cia... ( al suo posto, avrei mandato l'intero esercito a dargli la caccia, mah )

4)Le tue spiegazioni riguardo al crollo del Wtc7, sono molte deboli.Tu affermi che può essere stata un unione fra incendio e detriti della twin tower che crollava.Ma hai visto la posizione dell'edificio???
Cmq ti passo questo link:

http://www.wtc7.net/

Facci sapere cosa ne pensi.

5) Perchè secondo te il governo americano si rifiuta di rispondere alle domande dei parenti delle vittime??? Perchè il governo americano non ha punito nessuno ( questo comportamento è il + strano in assoluto!!! ) ??

( considero vergognoso il post, dove si insultano i familiari delle vittime.non cè mai fine al peggio. )

Apsetto gentilmente le tue opinioni.Grazie
Alessandro
X Mother

piccola precisazione:nn sono un luogocomunista o complottista,ho segnalato il sito xkè fornisce un sacco di materiale sul 9/11.
materiale e spiegazioni ke nn mi convincono e x questo chiedevo il parere di Paolo.
tutto qui

Filippo
Propensione del governo Usa verso i figli della loro patria:
inventano di sana pianta le armi di distruzione di masssa ni Iraq, inventano un fantomatico legame del regime di Saddam con Bin Laden, mandano 2000 giovani soldati a morire per un pericolo inesistente e (ma loro neanche li contano) causano la morte di almeno 30.000 iracheni.
Salvo poi dire che hanno fatto tutto questo per liberare il povero Iraq oppresso! Come no!

Dov'è questo governo così scrupoloso per la salvaguardia dei suoi cittafini?
Senza il 911 il mondo avrebbe accettato le panzane delle armi chimiche?

Emanuela
U-boot scrive: Dopo cinque lunghi e difficili anni di assuefazione alla rozza propaganda berlusconiana a reti unificate, anche un discreto lavoro di debunking come il suo può rappresentare una boccata di aria fresca.

Mother scrive:<Non centra nulla con il 911, ma nemmeno Berlusconi centra nulla con il 911.

Berlusconi centra? Che è, un cecchino?

Mother, il debunking è propaganda.

Dovendo scegliere, tra la propaganda in stile Emilio Fede e quella di Attivissimo preferisco la seconda.
A proposito di WTC7 e video non trasmessi, sia ben chiaro: io propongo delle possibili spiegazioni ai fatti noti. Non pretendo certo di affermare che le mie spiegazioni siano per forza autentiche ed esatte.

Per la posizione e i danni al WTC7 causati dal collasso delle torri di WTC 1 e 2, consiglio questo sito (complottista) e le sue foto:

http://www.whatreallyhappened.com/fema_report.html

Le Foto 5.14 e 5.15 mostrano inequivocabilmente abbondanti detriti delle torri intorno al WTC7.

Sono stati sufficienti a danneggiare il WTC7? Non lo so. Hanno causato incendi che hanno indebolito la struttura del WTC7? E' possibile, ma non confermato. Ma è una tesi meno campata per aria di quella che vorrebbe che il WTC7 sia stato foderato di esplosivo (di nascosto!) e poi fatto detonare, o che gli sia stato dato fuoco (sempre di nascosto, e senza lasciare testimoni!) in numerosi punti strategici, per coprire i "segreti" (carte processuali e altro) che conteneva.

Per i video segretati: anche a me la giustificazione del segreto istruttorio o dello shock per l'opinione pubblica sembra debole. Non ho trovato altre ipotesi, ma è dovere del ricercatore cauto segnalare tutte le spiegazioni che rientrano nella normalità prima di lanciarsi in teorie più inverosimili.

Fosse per me, avrei rilasciato tutti i video il giorno stesso, proprio per mettere a tacere ogni dubbio. Ma non dipende da me. Comunque sia, l'assenza dei video non significa che il governo USA debba avere qualcosa da nascondere: volete farmi credere che gli organizzatori della più grande messinscena della storia, sotto gli occhi di migliaia di testimoni, in mezzo alla città, avrebbero usato qualcosa di vistosamente diverso da un aereo di linea della American Airlines? Sarebbero dei dilettanti che pensano "chi vuoi che se ne accorga"?

Questi ragionamenti fanno venire in mente quelli intorno allo sbarco sulla Luna "finto". I complottisti dicono prima che è una sofisticatissima messinscena, poi portano come "prove" la mancanza di stelle nelle foto oppure la presenza di un segno simile a una "C" su un sasso nella "scenografia". Errori talmente grossolani, stando ai complottisti, che la messinscena sarebbe stata ordita da veri cialtroni.

"ci è stato detto da tutte le parti che le torri gemelle erano progettate e costruite per resistere ad un evento del genere, per quanto estremo... come mai nessuna delle due lo ha fatto? ...e qualcuno non avrebbe dovuto pagare per questa mancanza?"

Rispondo a questa, poi mi prendo una vacanza... come previsto, i commenti sono fioccati e rispondere mi sta portando via troppo tempo (ho una pagnotta da guadagnare, e non la guadagno facendo queste indagini o vendendo DVD di ipotesi fantasiose o libri da 300.000 copie). Per cui continuate pure la discussione, ma scusatemi se non risponderò. Voi siete tanti, io uno solo.

La versione più plausibile che ho sentito è che gli edifici erano concepiti per resistere all'impatto meccanico di un Boeing 707, il più grande aereo dell'epoca in cui furono costruite le torri (primi anni Settanta). L'impatto fu stimato presumendo che l'aereo volasse a velocità ridotta tipica del volo a bassa quota e che centrasse le torri, per esempio, perché perso nella nebbia in fase di atterraggio. Invece i Boeing 757 hanno colpito le torri a tutto gas, e l'energia d'impatto cresce paurosamente al crescere della velocità. Quindi una "martellata" molto più forte del previsto, combinata con la generazione di vasti incendi dovuti al carburante (non previsti) che hanno riscaldato il metallo della struttura (non adeguatamente isolato secondo le norme, come documentato da foto d'epoca), indebolendolo sufficientemente da impedirgli di reggere il peso dei piani soprastanti la zona d'impatto, peso che oltretutto era distribuito su meno pilastri della norma perché molti erano stati tranciati dall'aereo. Combina tutte queste cose e hai un crollo.

Chi paga per un errore di valutazion del genere? Teoricamente, l'architetto e tutto lo studio che ha progettato gli edifici. Ma anche chi non ha applicato correttamente lo schiumogeno antincendio intorno agli elementi strutturali metallici. Ma era seriamente prevedibile un'atrocità del genere prima che si verificasse? Nessuno di voi ricorda quei primi quindici minuti nei quali tutto il mondo guardava la prima torre colpita da un aereo (si pensava a un bimotore privato) e pensava fosse un incidente assurdo quanto spettacolare? Ci si è resi conto che era un attentato soltanto quando è arrivato il secondo aereo.

Io sono stato al WTC e ho dei ricordi di quell'edificio assolutamente indimenticabili. Bello, alto, leggero, cosi' tanto che ti viene da chiederti come faccia a star su. Ho ancora adesso la nausea nel pensare che qualcuno, non importa chi, abbia potuto concepire di distruggerlo con tutti i suoi occupanti. La stessa nausea che provo nel vedere i talebani distruggere con la dinamite i Buddha secolari scavati nelle rocce. Ci vuole così tanta fatica per creare l'arte, e basta così poco per distruggerla.

Scusate lo sfogo.

Ciao da Paolo.
>Senza il 911 il mondo avrebbe >accettato le panzane delle armi
>chimiche?

-l'america ha dato all' iraq armi chimiche per combattere l'iran

-l'iraq non le ha mai usate

-l'iraq non ha armi chimiche

cara emanuela, tutte e tre le dichiarazioni accomunano ogni anti imperialista, dimmi tu chi e' che racconta panzane,

io direi che se fosse vero un decimo di quello che opini
sarebbe stato di una semplicita' imbarazzante per gli americani portare 4 bottiglie di rhum in iraq e mostrarle orgogliosamente ai giornalisti strillando "eccole qua"

il fatto che non lo abbiano fatto depone certamente a loro favore.
"sarebbe stato di una semplicita' imbarazzante per gli americani portare 4 bottiglie di rhum in iraq "
... Non credo puffolotti, era esattamente la mossa che il mondo si aspettava, troppo facile... Nessuno l'avrebbe creduta.
Le armi chimiche le hanno in tanti, qualcuno le Usa, ma mandare 2000 soldati a morire senza un reale pericolo, dimostra solo il disprezzo per il proprio popolo (oltre che per gli altri popoli, ma questo i neocon di New Americam Century lo hanno sempre scritto senza problemi)

Ripeto: io ero un anticomplottista, ma adesso comincio a propendere per l'altra campana (troppe incongruenze, troppi vuoti, troppa tendenza a mentire, poco rispetto per la vita umana...)

Emanuela
Mi piace molto come chiunque rigiri i fatti a proprio vantaggio...

"sarebbe stato di una semplicita' imbarazzante per gli americani portare 4 bottiglie di rhum in iraq "
... Non credo puffolotti, era esattamente la mossa che il mondo si aspettava, troppo facile... Nessuno l'avrebbe creduta.

Spiegazione semplice: è no!... troppo facile! Meglio una complicata!(Con buona pace di Occam). Se È complicata è sicuramente giusta. Nessuno qui dice che gli americani siano gli angeli custodi del mondo, ma prima di inventare storie complicate bisogna avere PROVE che quelle semplici sono sbagliate! Solo questo... e le prove non sono le dicerie...

P.S. Eleonora, se rileggi la storia dell´IRAQ ti accorgi che Saddam le armi chimiche le aveva... tanto che le ha usate più volte per reprimere rivolte interne dei curdi!
Leggi pure qui
Altra cosa è se parliamo di armi nuclari... Oppure credi che abbia usato quelle che gli hanno dato gli americani e poi, finite quelle, non ne ha fabbricate più perchè era scaduto il contratto?
Pardon... Emanuela, non Eleonora.
Paolo, grazie di tutto.
Dovremmo farti un monumento!
Certo Airone, leggiti bene la storia recente e leggerai che Saddam voleva "rientrare nei ranghi" (come Gheddafi) e commerciare il suo petrolio in Euro (chissà perchè la Francia non ne voleva sapere dell'attacco preventivo, eppure è piena di arabi in casa sua..)

Dopo il 911 arrivò il "pericolo antrace", e subito dopo via a diffondere il panico delle armi di distruzione di massa.

Ma l'antrace (questo è stato provato) veniva da dentro gli Usa, e le armi improprie in Iraq si sono viste usare (per una fuga di notizie) solo dall'esercito americano, soprattutto a Falluja.
(Sì, è improprio usare il fosforo bianco come bruciapelle invece che come illuminatore )

Emanuela
Paolo.. sei un santo...!
non so come fai a trovare la voglia e forza di rispondere a tante obiezioni assurde, vuote, arroganti, presuntuose, o nel migliore dei casi prive di qualsiasi fontamento tecnico o pratico..
ieri mi sono letto la discussione sullo sbarco sulla luna, oggi quella sull 11/9... rinnovo i complimenti per il tuo lavoro, per la pazienza .. e per l'autocontrollo, che temo io non riuscirei a tenere di fronte a certe affermazioni ridicole..
Facendo questo magari riesci ad evitare che una qualche Roby di turno si faccia abbindolare da idee tanto accattivanti (per chi vuol cercare a tutti i costi una verità più comoda) quanto prive di fondamenta.

Ciao, Fabrizio
Buongiorno, sono Diego Meloni.
Volevo solo far notare che, chi governa e sta a capo di enti strategici per gli Stati Uniti, ha rilasciato un documento pdf riguardante il caso Calipari lindo e pulito con tutti i dati sensibili ricavabili senza alcuno sforzo.
Mi sembra che, unito al buco minuscolo nel pentagono evidentemente in contraddizione con l'enorme grandezza dell'aereo dichiarato, e le testimonianze lasciate in giro, il ricordo di questa enorme cappella possa farci capire come le tesi del dvd non siano infondate.
E poi, Paolo carissimo, io ti ammiro da sempre per il tuo acume ed il tuo lavoro, ma sostenere un "figuriamoci se quegli dei della Cia commetterebbero tali errori, non è una controtesi forte. Spero tu avrai più tempo per indagare fino in fondo e mettere tutta la tua intelligenza per studiare il caso. Buona giornata!
Complotto o non complotto, si arriva sempre lì: la macchina di difesa americana è stata clamorosamente inefficiente in quell'occasione. Sapeva dei rischi di attentati aerei da molto tempo e avrebbero dovuto essere pronti a rispondere ad un eventuale attacco di quel tipo. Lo schianto non ha coinvolto una regione qualsiasi degli Stati Uniti ma una zona interdetta al traffico aereo: nel clima di allarme che c'era e con segnalazioni di aerei dirottati avrebbero dovuto alzarsi SUBITO aerei militari per controllare la situazione, specie quando a poche miglia c'è una delle più importanti basi aeree del paese. Inoltre l'impatto con la seconda torre è avvenuto dopo mezz'ora dalla prima, quello col pentagono ancora più tardi: sono tempi enormi dal punto della difesa! Come mai si decide di tentare una difesa solo dopo l'ultimo impatto? Visto l'incidente alla prima torre, l'avvistamento di altri aerei dirottati avrebbe dovuto sortire ben altre reazioni, ben più immediate... Non voglio allinearmi con i complottisti, ma senz'altro ci sono molte cose in questa vicenda che non tornano, che non reggono ad una semplice analisi logica. L'unica cosa che mi può convincere del non-complotto è l'estrema inettitudine del presidente Bush ed, evidentemente, dei suoi collaboratori: se infatti non esiste complotto, sono stati fatti davvero tanti, troppi errori in questa gravissima vicenda da parte del paese più moderno e potente del mondo...
scusate, il messaggio precedente è anonimo per errore, mi firmo: Simone
l'inchiesta di Attivissimo, mi dispiace dirlo, ma questa volta è stata fatta in modo superficiale e banale. Nei commenti precedenti ho letto che chi crede ad un ipotesi di complotto è un boccalone (crede a tutto) o fanatico. Non voglio farmi portavoce di nessuno ma solo sovvertire i punti di vista. I creduloni sono quelli che leggendo l'articolo di attivissimo lo prendono in parola e si fermano li e non vanno a cercare oltre. I rapporti si basano sulla credibilità, Paolo ne ha dimostata molta con altri articoli, ma voi riuscite acredere nella versione ufficiale, quella data dagli USA, gli stessi USA che hanno detto che ci sono armi di distruzioni di massa, gli stessi che non hanno commesso alcuna strage a falluja... potri andare avanti ancora per molto ma mi fermo qui. Provate ad andare oltre la verità ufficiale e non fermatevi all'apparenza e se indagando vi sembrerà di sapere meno cose di quanto ne sapevate prima allora siete nella giusta direzione.
Provate a guardare 9/11 In plane site, provate a guardare confronting the evidence... o i filamti di luogocomune www.luogocomune.net o www.arcoiris.tv
Beh allora in bocca al lupo e buona visione.

ANAM
Devo farti i ringraziamenti Paolo, sei un grande (soprattutto a stare dietro a questa questione).

I commenti sono molti e io non sono nemmeno un antibufale, trovo quindi molto meno tempo per seguire i commenti.

Comunque io vi ripropongo la lettura di questo:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=763
soprattutto i commenti fino in fondo.

Poi mi scuso con Filippo. Non era mia intenzione offenderti, d'altra parte era corretto che ti rispondesse Paolo e non io, d'altra parte nel link segnalato viene anche debunkato parte delle critiche che luogocomune rivolge a Paolo (oltre a molto altri) a cominciare dal test sandia.
Continuo comunque a ritenere Luogocomune fortemente ispirato alla politica (beh di certo non DS o forza italia...e nemmeno la lega), ma d'altra parte non è difficile vedere che molte delle opinioni (e censure ai fatti odierni) lì espresse vanno di pari passo con le opinioni di quel gruppo politico che nei manifesti elettorali ha espresso proprio della questione iraq il motivo fondamentale su cui incentrare buona parte della sua campagna elettorale.

Infine è ignobile sollevare dubbi su quella parte dei superstiti che assieme ai filantropi vogliono riaprire la questione 9-11.
Io continuo comunque ad indignarmi molto di + del fatto che le teorie complottistiche dei troll siano enunciate da Amadinejad nella recente crisi internazionale, fra i discorsi che parlano di negazionismo e annientamento di israele e i discorsi che vogliono il nucleare.
Trovo indegno che chi sostiene la pace inizialemente non volesse la guerra e poi sia divenuto pro-resistenza, come trovo indegno che la gente usi bandiere politiche assieme alla bandiera della pace o che ci sia un partito politico che sfrutti l'arcobaleno nella sua bandiera.
Trovo indegno che un simpatico troll milionario sia andato in iran sulla tv di stato nel 2004 a fomentare la controparte dando benzina sul fuoco all'attuale crisi internazionale.
Trovo indegno che non si sia ancora giunti ad una definizione internazionale di terrorismo.
Trovo indegno che si continuino a sperperare tutte queste forze riguardo il 9-11 invece che offrire un'alternativa valida alla guerra preventiva ed al terrorismo (nessuno ha ancora proposto niente, l'unica proposta fu allora l'intelligence, la stessa contestata nei presunti interrogatori della CIA a daki).
Infine non digerisco proprio che terrorismo e pace debbano andare a braccetto e non si possa essere pacifisti parlando di guerriglieri (incarcerati e non liberi) e terroristi come se il general contractor linciato a Fallujah (ucciso bruciato trascinato con un veicolo e appiccato al ponte) valesse di meno della questione fosforo bianco per fallujah!

Ma delle cose di cui io mi indegno nessuno ne parla, totalmente al contrario del 9-11...a dimostrazione di quanto la gente sfrutti il fenomeno.
Aprire un sito contrario alle tesi complottiste è da masochisti (basti vedere il numero di insulti che girano in francese sul libro l'effroyable imposteur su Meyssan).
Aprire invece un sito sul 9-11 è un buissness.
E se il buisness o l'intromissione politica (traducendo in italiano tesi di personaggi americani che troppo spesso sono finanziati dalla politica di opposizione americana spacciandola per apolitica, quindi vera) è informazione vera (o disinformazione) ebbene ci meritiamo tutta l'indignazione del mondo.
Cari Paolo e Airone

I "POD" non sono verificabili, ne dai complottisti (come me), ne dagli "ufficialisti". Inutili ad entrambe le parti, qundue.
-Oh guarda, adesso che la storia dei pod è stata smontata e ridicolizzata come meritava, diventa "inutile"? Molto comodo. Allora gentilmente vuoi avvisare tutti i siti complottisti di aggiornarsi e di smetterla con questa storia?

Smontata e ridicolizzata? Punti di vista. Che l’esercito utilizzi comandi a distanza anche per grossi apparecchi (droni) non è una novità e quindi, essendo disponibile la tecnologia necessaria, scartare a priori quest’ipotesi è solo frutto di un pregiudizio, così come sarebbe un pregiudizio da parte mia sostenere che cisiano POD senza poterlo dimostrare. Io stavo solo dicendo che non è verificabile con le fonti attualmente a disposizione, e quindi un indizio inutilizzabile da “entrambe le parti” (metto le virgolette perché ritengo che le parti in gioco non siano i complottisti e i debunkers, ma chi cerca la verità e chi ci racconta balle per il proprio tornaconto personale, quindi non considero Paolo un nemico, ma qualcuno che, presumibilmente in buona fede, guarda i fatti da angolazioni diverse dalle mie).

prima dell'11/9, nel solo 2001 ci sono stati 64 interventi dell'aeronautica militare, mirati a "ispezionare in volo" aerei che erano usciti dalla propria rotta, con uno scarto di 10 minuti per intercettarli.
- Fonte?

La F.A.A. in persona ha dichiarato che la procedura di intercettazione era stata implementata ben 64 volte nel corso dell’anno, e sempre con pieno successo. L’11/9 sono riusciti a mancare 3 obiettivi su 4 (quello centrato è stato l’ultimo aereo, quello abbattuto). Un po’ strano, no?

Ma passiamo ai voli stessi e ai transponders: Innanzitutto staccare il transponder è un’operazione che NESSUN aereo ha il permesso di fare, per ovvi motivi di riconoscibilità, quindi non credo che si possa disattivare girando una leva sulla plancia di controllo, come invece succede nella “ricostruzione dei fatti” che ho visto sul National Geographic Channel (probabilmente la stessa prodotta da Sky).

-----------------------------------
CRONOLOGIA DEI VOLI

( http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/cronol/cronol.html )

Il primo aereo (AA11) lo ha fatto [staccare il transponder] alle 08.27 (secondo altre fonti alle 8.20). Mentre questo si dirigeva su Manhattan, il secondo aereo (UA175) faceva un giro più ampio, ed aspettava che il primo colpisse la Torre Nord (8.46) per staccare a sua volta il transponder ed invertire la rotta. Questo gli permetteva di arrivare su Manhattan con un quarto d'ora di ritardo, quando già tutte le telecamere stavano inquadrando la prima torre che bruciava, e di colpire così l'altra sotto lo sguardo allibito di circa un miliardo di spettatori.
Non appena UA175 colpiva la Torre Sud, alle 09.02, era AA77, in volo sul Kentucky, a spegnere il transponder, invertire la rotta e puntare sul Pentagono. Ed esattamente quando AA77 colpiva il Pentagono, alle 09.40, il quarto aereo faceva la stessa cosa, spegnendo il transponder ed invertendo la rotta nei cieli dell'Ohio, e si schianta in pensylvania alle 10.07.
----------------------------------

Ne consegue che da quando AA11 ha staccato il transponder (08.27) all’abbattimento dell’ultimo aereo sono passate ore 01.50.

Anche i percorsi scelti dai dirottatori sono alquanto strani, come se per andare da Milano a Roma prima si passasse dalla Svizzera… Comportamento un po’ anomalo per un dirottatore, visto che, in teoria, ha alle calcagna due caccia supersonici per ogni aereo dirottato (per vederli rimando alla sopracitata pagina di luogocomune).

Nico
Perché tutte le volte che chiedo di indicarmi delle fonti per le affermazioni pro-complotto non le indicate?

Quando chiedo da dove e' tratta l'affermazione dei 64 voli intercettati, mi rispondi "La F.A.A. in persona ha dichiarato che la procedura di intercettazione era stata implementata ben 64 volte nel corso dell’anno, e sempre con pieno successo."

La discussione non può andare lontano se continui a dire "è vero perché è vero". Dammi un link a una dichiarazione della FAA, preferibilmente riportata da un sito neutrale o dal sito dell'FAA stessa.

Ora mi dici che "staccare il transponder è un’operazione che NESSUN aereo ha il permesso di fare".

Hai una fonte per quest'affermazione? Intendo, naturalmente, una fonte non di parte, ma per esempio un parente pilota di linea o un manuale che descriva la complicatissima procedura di disattivazione?

E' troppo facile sparare affermazioni sensazionali senza documentarle. Così non si va da nessuna parte, ma si fa soltanto il gioco della disinformazione.

Ho sbagliato mestiere: dovevo fare la vita facile del complottista, si tribola meno, si dice quello che si vuole e chi se ne frega se non è documentato. E in più ti pagano anche benino.
Oh, a proposito del transponder "difficilissimo" da disattivare, invocando San Google ho trovato una checklist di un Boeing 737. L'ho Googlato di corsa, e non so quanto sia affidabile, ma guardate un po' cosa contiene:

(da http://audinpc1.alumnos.unican.es/fsim/fly/checklist.txt)

Post Landing

Runway CLEAR
Flaps RETRACT
Spoilers RETRACT
Icing systems OFF
Fuel Pumps OFF
Landing Lights OFF
Strobe Lights OFF
Taxi Lights AS REQUIRED
Cabin/LAV Lights ON
Transponder STANDBY

Visto lo "STANDBY"? Modificare lo stato del transponder, insomma, farebbe parte delle normali procedure post-volo. Altro che "difficilissimo".

Se provate a Googlare "transponder off" + "transponder standby", saltano fuori altre checklist di altri velivoli che contengono la stessa istruzione di spegnimento o standby.

Mi riservo di verificare l'esatta procedura con un mio parente, pilota Alitalia, e ve la racconto in un articolo a parte. Ma mi pare abbastanza evidente che la storia del transponder difficilissimo da spegnere è l'ennesimo parto della disinformazione tipica dei tifosi dei complotti.
Aggiungo che nessuno nega che ci possano essere stati buchi e falle nel sistema di sicurezza degli USA, ma Nico prova a pensare: innnanzitutto il primo aereo spegne il trasponder: tutti si allarmano, ma prima cercano di capire cosa succede e dove questo aereo vuole andare... e dopo nemmeno 30 minuti si schianta su una torre in una direzione diversa da quella del suo piano di volo... la difesa è scioccata, ma contemporaneamente (e non ti pare convincente di una operazione ben architettata, ma non di un complotto? perchè non lanciare i due aerei contro le torri a 5 minuti di distanza l´uno dall´altro se si aveva la copertura della difesa aerea??) l´altro volo spegne il trasponder... penso che nessun uomo sano di mente (io all´inizio non l´ho fatto) avrebbe pensato che un secondo aereo si sarebbe schiantato e quindi dopo il primo schianto la difesa penso abbia pensato che era un casino, ma era finito. Poi il secondo schianto... ora (circa 15 minuti dopo lo spegninmento del secondo trasponder) si inizia a muovere qualcosa, ma probabilmente nemmeno la difesa pensava ad un terzo aereo e al pentagono: solo dopo il pentagono è diventato chiaro che c´erano più aerei e più obiettivi...
Riassumo: primo aereo -> dirottamento normale
secondo aereo -> attacco alle torri (ma le torri da abbattere erano finite...)
terzo aereo -> attacco agli USA
ed infatti il quarto aereo non è arrivato alla meta...
Questa è solo una mia ricostruzione, probabilmente erronea in molte sue parti, ma plausibile e che non tira in ballo supersegreti e servizideviati... e probabilmente più umana... lo sconvolgimento che ha preso noi quando abbiamo visto quelle immagini, penso che abbia preso anche gli uomini che dovevano difendere il cielo degli USA, magari rallentandone gli schematismi (del resto nemmeno quelli della CIA o dell´NSA sono robot)

Scusami gli errori di ortografia, ma sono di fretta.
P A O L O N O N S E I S O L O ! ! !
Perchè ci sono tanti siti sul 9/11 ???

Bè perchè è semplicemente una data epocale.Probabilmente verrà indicata nei libri di storia, come la data che ha dato inizio alle guerre del terrore e alla decadenza dell'Occidente.
Molti insistono su questo fatto, perchè se venisse dimostrata la tesi del complotto, le carte in tavola verrebbero ribaltate.Tutto il terrorismo apparirebbe sotto una luce diversa.Cmq la verità forse non la sapremo mai..figurati che in Italia dopo 35 anni, non sono riusciti a trovare i colpevoli di Piazza Fontana!! ( Eppure qualcuno avrà ideato questa strategia della tensione!!! Mah!! )

Cmq non capisco ancora perchè il governo americano non risponda ai familiari delle vittime

http://www.911independentcommission.org/questions.html

o perchè soprattutto non mette a tacere i complottisti.Insomma se io sono innocente, faccio di tutto per dimostrarlo.Se uno mi da del criminale, di certo non sto zitto ( anche perchè chi tace accosente ).
Forse non rispondono perchè:
a)A loro piace sentire le tesi del complotto e ci ridono sopra
b)Vogliono creare una realtà alternativa
c)Ditemi voi.

Avrei alcune domande:
Ma che stanno a fare questi due tizi???? Con tutto il caos intorno, si mettono a raccogliere pezzi d'aereo??

http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=443&forum=3

Datemi una vostra opinione logica.

Cmq tu paolo ironizzi sul fatto che Meyssan ha fatto un sacco di soldi con questa storia.A me sinceramente non me ne può fregare di meno.A me interessa analizzare obiettivamente ciò che propone.

Alessandro
Paolo: appunto: "procedure post-volo". Ti immagini che casino se funzionasse quando l'aereo è a riposo? vorrebbe dire che sui radar degli aeroporti apparirebbero TUTTI gli aerei presenti nel raggio proprio d'azione, mentre ciò che deve fare il transponder è indentificare e localizzare gli aerei IN VOLO e sulle piste. della Quando interpelli il tuo parente pilota, chiedigli se il transponder va automaticamente o manualmente in "stanby" e "off" quando è rispettivamente sulla pista e in hangar, e se è possibile (e se si, se è un semplice pulsante)disinserirlo DURANTE il volo. Ero (e sono) di fretta... Posterò le fonti appena posso.

Airone: Il tuo ragionamento mi sembra ingenuo. Si tratta del traffico aereo degli U.S.A., le rotte sono TUTTE tracciate e obbligatorie. E poi i super cervelloni della difesa non avrebbero previsto il dirottamento di più di un aereo (magari alcuni anche solo come diversivo)?!? ...E, invece di applicare le procedure standard per le quali sono stati sicuramente addestrati, vanno in confusione? Non mi sembra plausibile. Per esempio il tuo esempio:
"innnanzitutto il primo aereo spegne il trasponder: tutti si allarmano, ma prima cercano di capire cosa succede e dove questo aereo vuole andare..." Ci sono procedure da rispettare: se un aereo spegne il transponder viene contattato IMMEDIATAMENTE dalla torre di controllo dove è visibile sui radar e vengono chiesti chiarimenti. Se non c'è risposta si avvisa il NORAD e si alzano in volo 2 caccia (tenuti sempre pronti per la partenza e i cui piloti, a turni, sono sempre disponibili, proprio perchè sono interventi d'urgenza e non programmabili!) e vanno a verificare e scortare il volo di linea. In caso di anomalie segnalano all'aereo di seguirli, e se non vengono seguiti i superiori comunicano loro se abbatterlo o attendere ulteriori istruzioni. Ma che non vadano neppure a verificare è praticamente IMPOSSIBILE.
Ho dimenticato la firma del post qui sopra:
Nico
>> E, invece di applicare le procedure standard

Il mondo *esiste* ancora, perchè Stanislav Petrov (http://en.wikipedia.org/wiki/Stanislav_Petrov) non ha seguito le procedure standard.
Io non sono un esperto di nulla, anzi, di previdenza, che non c'entra molto. Solo, sento accuse ai complottisti di essere resi ciechi dall'amore per le loro tesi.

Ma, sinceramente, Paolo, la versione ufficiale ti soddisfa del tutto? Vorrei sapere, la trovi del tutto lineare? Pensi che davvero sia così più probabile, rispetto ad un complotto per creare un nemico così grande, sfuggente, e che mette paura (complotto che va dal minimo di "distrazione" ad un massimo di "Organizzazione", con tutti i gradi intermedi), che un gruppo di invasati religiosi, tra l'altro subito identificati con tanto di documenti, abbia architettato un piano così gigantesco e complesso?

Non so, ma a me, quelli che credono con così tanta veemenza alla versione ufficiale, in così poco tempo chiusa, mi ricordano molto gli stalinisti che negli anni cinquanta davvero credevano ai comunicati in cui si diceva che questo o quel dirigente del Pcus era morto in seguito ad una forte influenza... Anche là si diceva "ma guarda che è possibile... in Russia fà un freddo mica paragnabile al nostro..." Ovvero, un modo per giustificare la remota possibilità che aulcosa sia andata in un modo, se si vuole, la si trova sempre.

Ah, io credo che alcune teorie "complottiste" siano abbastanza fantasiose. Ma la versione ufficiale puzza più di me.
Vado a lavarmi (è un mese che non lo faccio), Cristian
nuovo articolo di Griffin, special guests alcuni complottisti di new york

http://www.911truth.org/article.php?story=20060118104223192
Curioso, l'unico che finora ci ha guadagnato dallo sdegno alla guerra preventiva è la Cina (5-6 contratti petroliferi) + grazie alla distruzine del WTC sono saltati innumerevoli contrattti di fornitura e poichè il dollaro è saltato da 0.75 a 1.30 ha dovuto rifornirsi (anche in materie prime per la guerra) da chi faceva i prezzi minori. Poi il gouchimane trattato di Kyoto ha dato il colpo di grazia alla delocalizzazione delle industrie-multinazionali dall'orbita americano-europea all'orbit asiatica. Certo l'aver acquistato titoli del tesoro americano da parte della cina sembra una cosa insignificante, tanto quanto la presenza di un alleato forte dietro amadinejad (a scelta fra Cina e India) che permette al nouveau despota di romper i maroni a tutti.
Poi lo sappiamo i disinformatori amano notare i contatti fra i sauditi e Bush...peccato dimentichino di osservare tutti i successivi contatti che dal 2000 a oggi si sono intensificati fra i Sauditi e il governo cinese.
Poco vale poi il sogno francese dell'asse francotedesco-russocinese...In fin dei conti mica è stato il DGSE a fornire prove erronee sul yellow cake all'america (...no perchè d'avanzo e co. ci hanno dimostrato quanto ci si può contraddire in successione di articoli). Ed è curioso che la Francia oppositrice della politica della guerra preventiva sia colei che ha fornito le prove tanto quanto domina in africa e sudan (protettorato francese viste le lettere d'amore Beshir-Chirac..quel Chirac che nel 99 era stato avvertito da kepel dell'imminente attentato...cioè qundo comparirono le prove sul yellow cake)...in fin dei conti in sudan non ci sono mica militari francesi indiani e cinesi...in fin dei conti non è mica un'azienda francese ad avere il controllo sulla produzione nucleare africana.
In fin dei conti kadima è nato per la pace e non per la paura dei missili a lungo raggio nella comune visione di intenti difensivi...
Quindi a chi va pro il terrorismo? che pro ha portato la guerra preventiva? ovviamente non all'america.
E' un anno che dico questo.
Ieri l'infedele di Gad Lerner ha confermato questa idea dall'inizio alla fine.
Ma tutto ciò non conta, poichè non incolpa l'america....o Bush (rigurdatevi l'infedele di ieri sera).
Io voglio fare semplicemente i complimenti a Paolo per la sua precisione e minuziosità.
E' sempre in grado di riportare una conferma alle sue affermazioni.
E finchè dovrò scegliere tra teorie cantate senza nessuna prova e teorie dimostrate in ogni parola che le compongono,scusate tanto,ma sceglierò sempre le seconde!
"Io voglio fare semplicemente i complimenti a Paolo per la sua precisione e minuziosità."

Attivissimo ti ha detto che non sono intervenuti i caccia perche' da quando Reagan ha cambiato i controllori e' un macello.
La realta' e' lievemente piu' complessa, guarda quest'articolo poi torna a parlare di precisione..
http://tinyurl.com/73duo
Bush ha usato l'11 settembre per giustificare leggi restrittive della libertà e per avallare operazioni militari non limpidissime. Questo è un dato di fatto.

Ma ciò significa per forza che sia stato lui a organizzare ciò di cui ha approfittato?

La Riforma Luterana ha dato alla Chiesa Cattolica l'occasione per instaurare, con la Controriforma un regime repressivo molto aspro (e con la scusa di combattere gli eretici, magari ha perseguito anche scopi più terreni...).

Secondo la stessa logica, ciò significa che Lutero in realtà non era un vero oppositore del papato, ma era un provocatore al soldo del Sant'Uffizio che ha "fatto finta" di ribellarsi alla Chiesa Cattolica solo per dare il pretesto a quest'ultima per avviare la Controriforma?

Lo schema logico è lo stesso.
Se regge per l'11 settembre deve reggere anche per la Riforma.
Attivissimo ti ha detto che non sono intervenuti i caccia perche' da quando Reagan ha cambiato i controllori e' un macello.

Un'altra tipica tattica dei complottisti è prendere le parole degli scettici e riformularle in forma travisata, spacciandole per esatte. Questo ne è un classico esempio.

La mia frase esatta (all'interno di un discorso più ampio) è "Il controllo del traffico aereo USA è un casino da quando Reagan ha licenziato e rimpiazzato i controllori." E' riportata nei commenti precedenti, chiunque può controllare.

Questo è ben diverso dal mettermi in bocca "non sono intervenuti i caccia" eccetera.

Rispiego per chiarezza: il CTA non è una scienza rigorosa e precisa come se l'immaginano i non addetti. Ci sono zone d'ombra radar, errori di identificazione, e carenze di personale. Le lamentele per le carenze del CTA USA sono facilmente reperibili in qualsiasi pubblicazione sull'argomento. Questo è uno dei fattori che può aver contribuito a rendere difficile l'intercettazione: è difficile intercettare un aereo che non si sa dov'è e viaggia a 800 km/h a transponder spento.
" Secondo la stessa logica, ciò significa che Lutero in realtà non era un vero oppositore del papato, ma era un provocatore al soldo del Sant'Uffizio che ha "fatto finta" di ribellarsi alla Chiesa Cattolica solo per dare il pretesto a quest'ultima per avviare la Controriforma? "

Hai prove o anche semplici indizi al riguardo?? Cmq se fosse vero, è stata la mossa più stupida della Chiesa.Inoltre dubito che la chiesa avesse bisogno di mosse del genere per instaurare la controriforma.Non mi sembra che in quel periodo bisognasse ricercare il consenso del popolo per attuare certe misure.Il papa e i sovrani potevano fare quel che volevano, senza ovviamente il consenso della gente.
Cmq come paragone, non ha alcun senso.Questo sta a dimostrare che non sai fare un analisi del periodo storico e delle situazioni ad esso legate.Ti consiglio di prendere un enciclopedia storica e ripassare, ovviamente con diverse analisi sociologiche.Senza offesa.

Alessandro
" Io voglio fare semplicemente i complimenti a Paolo per la sua precisione e minuziosità. "
by Bomber 81

" Ripeto: questi sono appunti frettolosi, e qui mi fermo. "
" Il controllo del traffico aereo USA è un casino da quando Reagan ha licenziato e rimpiazzato i controllori. "
by Paolo Attivissimo

Bomber81 mi spieghi dovè la minuziosità???? Ma li leggete questi articoli, prima di postare???
Cmq cè qualcuno che risponde alle mie domande???

Per la storia del transponder:
http://www.repubblica.it/online/mondo/perquisizioni/perquisizioni/radar/radar.html

e posto anche il commento di Max Gallo, presente su Luogocomune:

"" Il transponder puo' essere messo fuori uso dall'interno, solo in due modi:
- o togli le 4 viti che gli stanno attorno, lo apri e tagli-colleghi i fili in modo da metterlo elettricamente "out" (perchè manco fracassandolo sei sicuro che esso in qualche modo non invii impulsi),
- oppure "switchi" l'interruttore delle batterie dell'aereo su OFF, ma in questo caso "spegni" letteralmente tutto l'aereo, compreso le pompe idrauliche del carburante. E questo, in volo, manco a dirlo non è igienico.
QUESTO è il transponder di un 777, ma è praticamnete simile agli altri della famiglia Boeing con l'unica variante che questo tipo di transpoder non ha il tastierino numerico per inserire i numeri ma ha una rotella centrale che funge da joystick.
Cliccando sulla rotella "ident" di quella immagine avrete la spiegazione di ogni sua posizione (è in inglese ma si dovrebbe capire lo stesso).
Noterete che c'è la posizione "OFF" (ooohhhhhhhhh) ma quella non è lo spegnimento del transponder, bensi è una funzione riferita ai dati dell'altitudine dell'aereomobile.
L'unica posizione vicina all' "OFF" di Attivissimo è lo "STBY" (stand by).
Ma questa funzione non spegne il transponder, bensi' "oscura", sullo schermo radar del centro di controllo che in quel momento segue l'aereo, dati riguardanti l'altitudine, la velocita' e la prua dell'aereomobile in questione.
Ovviamente il segnale luiminoso (ossia il "blip" o come viene chiamato in Italia, la "spada") che identifica l'oggetto rimane sempre, potendo tracciare comunque il suo movimento.
E' una procedura che serve sopratutto a terra, cioe' dall'imbarco dei passeggeri all'alineamento in pista.
Serve nel senso che evita di confondere i controllori del traffico a terra (soprattutto negli aeroporti affolati), distinguendo il traffico in rullaggio dal traffico in partenza e quello in atterraggio.
Spero di essere stato chiaro.
Felice, ovviamente, di essere smentito o di essere correto; non sono un pilota professionista, ma un semplice appassionato. ""

Aspetto vostri commenti.
Mi sono dimenticato di mettere la firma al post precedente.

Alessandro
Caro Alessandro, allora lascia perdere Lutero. Non sono stata capace di scegliere un esempio storicamente corretto lo ammetto. Non conosco abbastanza bene la Storia.

Ma quello su cui volevo attirare l'attenzione non era Lutero di per sé, ma solo la fallacità dello schema logico-deduttivo "Tizio ha tratto vantaggio dall'evento X, quindi l'evento X è stato orchestrato da Tizio".

Se di Lutero non conosco abbastanza, seguimi allora su un esempio che sicuramente io conosco meglio di te: la mia vita.

Quando ero giovane, mio padre non mi voleva lasciar guidare la sua automobile da sola. Ufficialmente perché "non sei abbastanza brava per guidare da sola".

In realtà non voleva che la usassi per "imboscarmi" col mio ragazzo, ma si vergognava talmente a parlare di sesso che non avrebbe mai ammesso in mia presenza il motivo vero.

A forza di insistere (e con l'appoggio di mia madre) ottenni il permesso di guidare da sola. (Sempre rigorosamente di giorno... perché "di notte è più difficile guidare"!)

Tutto andò bene per 3 mesi, quando un'auto sbucò all'improvviso da un passo carrabile. Io frenai, ma non riuscii ad evitare completamente l'impatto. Spaccai un fanale.

Quando tornai a casa col fanale rotto, mio padre mi disse che quella era la prova che non sapevo guidare e mi negò per sempre l'uso dell'auto da sola.

E' chiaro che a mio padre quell'incidente ha fatto comodo perché ha potuto ottenere quello che voleva senza dover dire cose che lo imbarazzavano.

Ma ciò è forse sufficiente per concludere che, con tutta probabilità, il tipo che è uscito dal garage senza guardare era stato pagato da mio padre?

Questo era il senso del mio esempio, nulla di più. Nessuna velleità di critica storica. L'hai preso un po' troppo alla lettera... ti consiglio di badare un po' più alla sostanza (sempre senza offesa, ovvio)
«oppure "switchi" l'interruttore delle batterie dell'aereo su OFF, ma in questo caso "spegni" letteralmente tutto l'aereo, compreso le pompe idrauliche del carburante.»

Cioè i geniali progettisti dell'aereo hanno fatto in modo che "per sicurezza" sia quasi impossibile spegnere il transponder in volo, in compenso -sempre "per sicurezza"- per togliere l'alimentazione in volo a tutto l'aereo basta girare un pomello?

Sicuro come la password di Windows 95 che si bypassava premendo "Escape"...

(Poi che togliendo l'alimentazione si spengano le pompe del carburante è secondario, visto che ormai i comandi degli aerei sono tutti elettronici... quindi se togli l'alimentazione non risponde ai comandi manco il timone...)
haaaaa quindi il film Luther uscito qualche anno fa altro non era che un depistaggio....
Anche i 5-10 anni di lutero chiuso e nascosto a tradurre una bibbia dal latino al tedesco sono state delle voci fatte appositamente per depistare (o ma certo la chiesa faceva tutto ciò per rinnovarsi, altri che oggi che è rinnovata che non è d'esempio per nessun altro fondamentalismo).
E Lord Amadinejad (altro che anonimous) cosa faceva?.

E ditemi anche il video di Moore in cui viene smascherato è un depistaggio?
http://homepage.mac.com/evancm/brain-terminal/video/michael-moore/call-to-arms-lq.wmv

Saluti
"posto anche il commento di Max Gallo, presente su Luogocomune"
Scusa Alessandro, ma Max Gallo chi è? Se È un pilota allora mettiamo a confronto la versione sua con quella del parente di Paolo... è chiaro che uno dei due mente. Se non è un pilota quale autorità ha per dire questa cosa? Non intendo dire che menta per principio, ma tu, citando questa persona dovevi dire se era un pilota oppure un perfetto sconosciuto che dice una sua opinione...
Saluti
Ho letto ampiamente sia la sezione 11 settembre su luogocomune che su questo sito. Queste le mie impressioni personali:

1)Mi sembra una deprecabile ed inutile classificazione quella di etichettare le persone in "complottisti" e "non complottisti", nonché un modo di erigere barriere per il dialogo. Stiamo soo cercando la verità, tutti, verità che è un nostro diritto.
Inoltre dire che è più facile essere complottista di debunker mi sembra veramente tirata per i capelli. Per quanto mi intendo di psicologia è molto più facile essere debunker, non intaccando le certezze delle persone. Almeno in linea generale.
2)Non mi convince la versione ufficiale, è inutile girarci attorno. Non mi convince. Il debunking attuato su questo sito è sicuramente accurato ma spesso superficiale. Ci sono incongruenze nella versione ufficiale che qui vengono solamente liquidate.
3)Con tutto questo non voglio essere liquidato come complottista, non credo a tutto ciò che ci vogliono fare passare come complotto (anche su luogocomune), ad esempio la questione dello sbarco sulla Luna

paolo
1)Mi sembra una deprecabile ed inutile classificazione quella di etichettare le persone in "complottisti" e "non complottisti", nonché un modo di erigere barriere per il dialogo.

E' una semplificazione importante per capirsi e non appesantire il discorso. Complottista = chi afferma (anche in buona fede) come indubitabilmente vere spiegazioni straordinarie di un evento. Non complottista = chi ritiene vera una spiegazione non straordinaria di un evento.

Stiamo soo cercando la verità, tutti, verità che è un nostro diritto.

Verissimo. Ma non è un diritto spacciare per vere affermazioni false, o spacciare per fatti teorie non dimostrate o non dimostrabili.

Inoltre dire che è più facile essere complottista di debunker mi sembra veramente tirata per i capelli. Per quanto mi intendo di psicologia è molto più facile essere debunker, non intaccando le certezze delle persone.

Dipende come fai il debunker (=smascheratore di teorie complottiste). Se cerchi di verificare minuziosamente ogni affermazione straordinaria e ne cerchi a fondo prove e/o smentite, ti assicuro che non è affatto facile.

Esempio: "impossibile spegnere il transponder durante il volo". Coniare quest'affermazione richiede tre secondi. Smentirla richiede ricerche, verifiche, domande, controlli e contro-controlli (e tutta la discussione che si può leggere nell'articolo sul transponder).

Non mi convince la versione ufficiale, è inutile girarci attorno. Non mi convince.

Le impressioni possono anche essere sbagliate. Spesso lo sono per mancata conoscenza dei fatti basilari (il funzionamento di un aereo, la fisica degli impatti ad alta energia, eccetera).

Ci sono incongruenze nella versione ufficiale che qui vengono solamente liquidate.

Infatti io non ho la pretesa di sapere tutto e risolvere tutti i dubbi; cerco di eliminare le teorie più strampalate e facilmente smentibili, in modo da sgomberare il campo per indagare sulle teorie più interessanti e plausibili.

Ciao da Paolo.
Ciao a tutti, intervengo per dire la mia.
Lasciamo perdere i discorsi sui complottisti, i boccaloni quelli che vogliono fare business etc... e guardiamo SOLO i FATTI daun punto di vista logico.

I FATTI sono:
- aerei schiantati contro due torri e il pentagono e uno precipitato.

Non ci sono altri FATTI evidenti.

Il ragionamento che si può fare dopo è: PERCHE' sono accaduti?
A questa domanda si possono dare molte risposte.
Ogni risposta prefigura un'IPOTESI.
Un'IPOTESI, per poter essere presa in considerazione, deve essere avvalorata da prove, documenti, testimoninanze etc...
Anche nel momento in cui tutte queste prove esistano NON vuol dire che quell'ipotesi sia VERA ma solamente PLAUSIBILE.

Ora L'IPOTESI ufficiale degli USA è quella che conosciamo.
C'è poi un'IPOTESI complottista che è quella cui accenna il documentario in questione.
Ci sarà sicuramente qualcuno che ha IPOTIZZATO l'avvento dei marziani etc...
Non importa quali e quante siano le IPOTESI, l'importante è che ognuna sia avvalorata da prove che la renda PLAUSIBILE.

Il problema sta proprio qui.
Se io dico che sono stati i marziani, un altro dice che è stato lo stesso Bush questo ha poca importanza. Ma se gli STATI UNITI danno una versione UFFICIALE dando per VERA la loro IPOTESI e poi sulla base di questa IPOTESI scatenano una guerra... beh quell'IPOTESI, secondo me, deve avere MILLE prove, testimonianze etc... insomma deve essere un'IPOTESI DAVVERO PLAUSIBILE, inattaccabile, che tenga conto di tutto e di tutti, che non vi possano essere dubbi. Ammazzare migliaia di persone con un "dubbio" non mi sembra degno di nessuna democrazia.

Il documentario in questione ci ha mostrato in maniera inequivocabile che invece di dubbi ce ne sono e che alcune EVIDENZE sono in contrasto con l'IPOTESI degli Stati Uniti.

Quali EVIDENZE:
1- lo stato del pentagono dopo l'impatto
2- il POD (o quella che sembra essere un pod) sotto l'aereo che si è schiantato sulla seconda torre.

Provo ad auto-obiettare su queste EVIDENZE:
1- io non so nulla sugli effetti dell'impatto di un aereo su un edificio, potrebbe darsi che tale impatto avrebbe dovuto generare un'esplosione immane oppure potrebbe darsi che l'impatto abbia generato ciò che ci hanno fatto vedere, cioè poco... onestamente, non ho la competenza per dirlo...
2- a me sembra obiettivamente ci sia qualcosa sotto l'aereo anche confrontandolo con lo scafo vero (come da foto nel post). Ma magari mi sbaglio, è un gioco di luci e ombre e sono tratto in inganno...

Bene... e quindi?
QUINDI ho 2 DUBBI.
Questi DUBBI DEVONO ESSERE RISOLTI e finchè tali DUBBI non sono RISOLTI l'IPOTESI USA non è più plausibile.
Non importa che qualcuno dica "secondo me non c'è nulla sotto l'aereo o secondo me invece c'è"... il punto della questione è che ESISTE un DUBBIO.

Anche l'essere umano più filo-BUSH esistente sulla faccia della terra DEVE pretendere la risoluzione di questi DUBBI.

La dicussione da fare non è quindi "Esiste un complotto?" perchè questo probabilmente non lo sapremo mai, l'unica discussione che ha senso fare è ragionare su questi DUBBI e provare a scioglerli.

Come si dice proprio nei film americani "Bisogna dimostrare la colpevolezza degli imputati CONTRO OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO"... qui di ragionevoli DUBBI ne ho trovati due... se fossi giudice avrei dovuto bocciare l'IPOTESI Ufficiale USA.

Questo non vuol dire che creda all'ipotesi complottistica (anche questa dovrebbe essere dimostrata contro goni ragionevole dubbio).
Io NON ho elementi (come tutti voi) per capire CHI sia stato, ma HO elementi per dire "Quello che mi dite non mi convince, se ha convinto voi a tal punto da scatenare una guerra, voglio che mi sciogliate i miei DUBBI".

Non cadete nel tranello "O con noi, o contro di noi".

Apprezzo e ho sempre apprezzatto l'impegno di Paolo Attivissimo ma mi permetto una critica:
- è vero che il DVD si spinge ogni tanto oltre la presentazione asettica dei fatti e cerca di propinare la propria IPOTESI, ma ha un effetto molto importante: CREA DUBBI!!!
- invece di confutare o attaccare IPOTESI diverse da quella ufficiale (che non hanno conseguenze se non il proliferare di blog e siti), perchè non provi a ragionare sull'IPOTESI UFFICIALE che ha avuto delle conseguenze devastanti sul piano umano, politico e sociale e che probabilmente segnerà in maniera indelebile il futuro della nostra civiltà?

Alarik
Bisogna dimostrare la colpevolezza degli imputati CONTRO OGNI RAGIONEVOLE DUBBIO

Giusto: dimostrami oltre ogni ragionevole dubbio che c'era un pod.

Dimostrami oltre ogni ragionevole dubbio che il buco al Pentagono è troppo piccolo.

A spese tue, naturalmente: e ricostruendo una replica in grandezza naturale del Pentagono e lanciandovi contro un Boeing; e poi noleggiando un aereo della United e facendogli sorvolare NY alle 9.03 dell'11 settembre per vedere se per caso la luce crea davvero l'impressione di un pod. Altrimenti io, perdonami, ma continuerei ad avere il mio ragionevole dubbio che la tesi del "buco impossibile" e del pod (che proverebbero il complotto) sia errata.

Nel mio sito Attivissimo.net mi sono offerto di costruire un modello di Boeing 767, dipingerlo con i colori della UA, e fotografarlo nelle stesse condizioni di luce dell'11 settembre. A patto che qualcuno mi sponsorizzi almeno le spese: il kit, le vernici, e le ore di lavoro (sono modellista per hobby). Ci stai?

è vero che il DVD si spinge ogni tanto oltre la presentazione asettica dei fatti e cerca di propinare la propria IPOTESI, ma ha un effetto molto importante: CREA DUBBI!!!

Ma sono dubbi sciocchi, che distraggono da quelli più importanti (il quarto aereo fu abbattuto?).

perchè non provi a ragionare sull'IPOTESI UFFICIALE che ha avuto delle conseguenze devastanti sul piano umano, politico e sociale e che probabilmente segnerà in maniera indelebile il futuro della nostra civiltà?

Perché io, a differenza di tanti complottisti, mi sono letto tutti i rapporti ufficiali e ci ho già ragionato su senza trovarvi errori significativi o tracce di complotto. Le evidenze fotografiche, le testimonianze indipendenti a conferma abbondano.

Ci ragionino i complottisti: è questo il loro mestiere, no? Partono dal presupposto che ci sia un complotto, per cui sono più sensibili di me (semplice detective antibufala) nel fiutare le menzogne.
Articolo non meno superficiale del filmato...
Dunque,
permettimi questa considerazione: il DUBBIO che il pod ci fosse esiste, giusto? E' un dubbio che hai sicuramente anche tu, che ha chiunque veda la foto che hai anche linkato sul tuo post. Voglio dire: guardando la foto il dubbio nasce inevitabilmente. Allo stesso modo vedendo le foto del pentagono senza resti dell'aereonasce un dubbio.

Ora partiamo dal FATTO che il DUBBIO ESISTE (e sono sicuro, ripeto, che sia un dubbio legittimo).

Il dubbio si risolve banalmente nella domanda "Il pod c'era o no?".

Possibili risposte e conseguenze:
1- "NO non c'era": bene allora l'IPOTESI UFFICIALE USA è PLAUSIBILE, c'è on giro un sacco di gente che si diverte a creare ipotesi complottistiche e.... punto, nessuna conseguenza pratica.
2- "SI, C'ERA"...beh la cosa si fa MOOOOLTO più grave, perchè se il POD c'era vuol dire che gli Stati Uniti d'America hanno mentito, che la loro posizione ufficiale è una menzogna e ciò lascia prefigurare forse il più grande scandalo dell'era moderna. La conseguenza è stata una guerra...non poco, direi.

Tu dici: "Giusto: dimostrami oltre ogni ragionevole dubbio che c'era un pod"...
la domanda non è corretta per i seguenti motivi:
1- trovo poco "probabile" statisticamente che un gioco di luci e ombre abbia creato l'illusione proprio di un POD (cioè di un "telecomando" per aerei) e per tutta la durata della sequenza (luci e ombre dovrebbero cambiare col movimento). Inoltre nel DVD si fa riferimento ad uno studio tecnico effettuato sulla foto che ho dimostrato che quello che vediamo non è generato da luci e ombre. Quindi essendo meno probabile l'ipotesi che il POD sia stato generato da luci e ombre, pretenderei venisse dimostrata l'ipotesi MENO probabile.

2- Io non devo dimostrare che il POD c'era perchè non ho accusato nessuno, non ho fatto la guerra a nessuno e se mi sbagliassi non succederebbe nulla, mentre secondo me ha il dovere di dimostrare la correttezza della propria IPOTESI chi, basandosi su essa, ha accusato un gruppo preciso di persone e scatenato una guerra che ha ucciso migliaia di persone.

Ribadisco che come cittadino ("del mondo") PRETENDO che gli USA mi diano una spiegazione convincente dei dubbi che nascono osservando il DVD o altri documenti... e... a loro spese... perchè finchè ho il DUBBIO che il POD ci fosse ho di conseguenza il DUBBIO che gli USA abbiano mentito e questo è INACCETTABILE (il fatto invece che in giro ci siano tanti pazzi "complottisti" è assolutamente ACCETTABILE: gli individui possono sbagliarsi e dire cretinate, gli Stati NO sopratutto se poi a causa di ciò ammazzano migliaia di persone).

Alarik
il DUBBIO che il pod ci fosse esiste, giusto?

Soltanto nella mente di chi non ha valutato i fatti disponibili, non ha considerato l'efficacia dei giochi di luce sulla percezione (leggi le mie indagini sulla pareidolia) e non ha usato il buon senso (a che pro fare un pod esterno col rischio di essere notati??).

E' un dubbio che hai sicuramente anche tu

No.

Voglio dire: guardando la foto il dubbio nasce inevitabilmente.

Soltanto fino a quando scopri che la livrea della UA consente specificamente questo effetto visivo, come ho già detto e ridetto e mostrato anche nelle mie pagine antibufala:

http://www.attivissimo.net/antibufala/11settembre_pod/oggetto_sotto_boeing.htm

leggile, poi ne riparliamo.

Tu dici: "Giusto: dimostrami oltre ogni ragionevole dubbio che c'era un pod"...
la domanda non è corretta per i seguenti motivi:
1- trovo poco "probabile" statisticamente che un gioco di luci e ombre abbia creato l'illusione proprio di un POD (cioè di un "telecomando" per aerei) e per tutta la durata della sequenza (luci e ombre dovrebbero cambiare col movimento).


Ripeto la mia offerta: costruisco un modello del Boeing, lo dipingo coi colori UA, lo illumino allo stesso modo, e vediamo che succede? Ci stai? Non sto scherzando.

Se ottengo foto con lo stesso effetto, la smetteremo una volta per tutte con questa menata del pod? O dobbiamo noleggiare un Boeing vero, dipingerlo coi colori della UA, e farlo volare nelle prime ore del mattino a NY?

Non basta il buon senso per rendersi conto che mettere un pod in bella mostra sotto un aereo che verrà ripreso da mille angolazioni sarebbe da imbecilli?

Inoltre nel DVD si fa riferimento ad uno studio tecnico effettuato sulla foto che ho dimostrato che quello che vediamo non è generato da luci e ombre.

Lo studio l'ho letto, ovviamente, e dichiara che si tratta di una struttura tridimensionale. E' esatto: come puoi vedere in qualsiasi Boeing dello stesso modello, all'attaccatura delle ali c'è un rigonfiamento. E' quello, insieme alla livrea e ai riflessi, che produce la percezione di un "pod".

Io non devo dimostrare che il POD c'era perchè non ho accusato nessuno, non ho fatto la guerra a nessuno e se mi sbagliassi non succederebbe nulla

Come sarebbe a dire? Se tu dici che c'è un pod, accusi gli USA di aver ordito il complotto! "Non succederebbe nulla"??? E' un'accusa gravissima, e per questo va supportata da prove forti, non da qualche foto sfocata e dalle prime impressioni di un inesperto.

Scusa lo sfogo.
Qualche obiezione:
tu dici:
"Non basta il buon senso per rendersi conto che mettere un pod in bella mostra sotto un aereo che verrà ripreso da mille angolazioni sarebbe da imbecilli?"

beh...questa argomentazione non ha senso perchè presuppone che ci fosse una volontà a nascondere il POD, cosa che non possiamo assolutamente sapere... e se fosse stato un pazzo salito su un aereo militare americano? Se fosse stato un aereo radiocomandato sfuggito al controllo? Posso inventarmi tanti ipotesi che non prevedono una volontà a nascondere il POD.

Poi dici: "Se tu dici che c'è un pod, accusi gli USA di aver ordito il complotto!"

Non è vero. Io non accuso gli USA di aver complottato, è qui che sta il punto ed è qui che si ricade sempre nel "con noi o contro di noi".
Io NON accuso assolutamente gli USA di aver ordito il complotto, dico una cosa molto semplice:

Il DVD fa (secondo me obiettivamente) sorgere qualche dubbio sulla veridicità della versione ufficiale degli USA.
I DUBBI che sorgono sono terribili perchè prevederebbero che gli USA hanno mentito (il che non vuol dire che quindi ne sono i responsabili, magari si tratta di una situazione non voluta/complottatata/architettata ma in seguito coperta per chissà quali interessi....).

Troverei giusto che chi ha affermato con tanta sicurezza di sapere chi sono i responsabili, mi sciogliesse questi DUBBI terribili sorti dopo la visione del DVD.

Tengo a ribadire che se anche accusassi gli USA di aver complottato (cosa che onestamente non faccio perchè non ho alcun elemento per farlo) comunque la cosa non sarebbe affatto grave come dici tu, cioò magari è grave da un punto di visto civile/morale etc... ma non ha nessuna conseguenza sul piano pratico... la guerra ha avuto conseguenze ben più devastanti.

Alarik
questa argomentazione non ha senso perchè presuppone che ci fosse una volontà a nascondere il POD, cosa che non possiamo assolutamente sapere... e se fosse stato un pazzo salito su un aereo militare americano? Se fosse stato un aereo radiocomandato sfuggito al controllo?

Queste sono ipotesi davvero fantasiose. Presuppongono che a) un pazzo abbia accesso a un velivolo militare b) che esista un velivolo militare, identico in tutto e per tutto a un Boeing della UA, dotato di quel pod; oppure a) che gli aerei militari sfuggano al radiocomando con facilità (mica sono le macchinine dei bambini) e b) come sopra. Improbabile, non ti pare?

Non ci sono, a mio parere, argomentazioni plausibili che giustificano l'ipotetica presenza di un pod lasciato volontariamente in bella vista.

Io non accuso gli USA di aver complottato, è qui che sta il punto ed è qui che si ricade sempre nel "con noi o contro di noi".

Be', se c'è il pod, se si tratta di un aereo militare, se il volo UA è stato sostituito, chi altro potrebbe essere? Dubito che un gruppo terrorista farebbe tutto questo arzigogolo quando gli basta dirottare un normale aereo di linea. E' sempre questione di plausibilità e di buon senso.

Troverei giusto che chi ha affermato con tanta sicurezza di sapere chi sono i responsabili, mi sciogliesse questi DUBBI terribili sorti dopo la visione del DVD.

Ma se chiedi a loro di chiarire i dubbi, e loro sono i complottatori, come potresti fidarti delle loro spiegazioni? E' per questo che l'onere della prova sta a chi non crede alla versione "ufficiale": perché le prove contrarie devono essere raccolte da persone esterne agli ipotetici complottatori.

se anche accusassi gli USA di aver complottato (cosa che onestamente non faccio perchè non ho alcun elemento per farlo) comunque la cosa non sarebbe affatto grave come dici tu, cioò magari è grave da un punto di visto civile/morale etc... ma non ha nessuna conseguenza sul piano pratico...

Quindi secondo te se saltasse fuori che il governo USA ha ucciso migliaia dei propri cittadini e inventato una messinscena, le conseguenze sarebbero trascurabili? I rapporti diplomatici, le decisioni degli abitanti/elettori USA, tutto come prima? Anche questo mi sembra molto fantasioso.
Paolo, ho rivisto l'incidente della pansylvania. Curioso, c'è chi dice che non c'è la minima traccia segno per terra o bosco bruciato...ha tanta ragione quante chi ne dice che se il fumo è nero allora sta per spegnersi...luogocomune docet (un po' come l'incendio di qualche mese fa al serbatoio di stoccaggio carborante per aerei vicino Londra...ve lo ricordate?! ha bruciato per circa 2 giorni e sin dall'inizio ha oscurato Londra e immagini da satellite...ma era nero e stava per spegnersi...).
Ma d'altra parte va di pari passo con tante altre balubate scritte.
Internet ha il pregio di trasformare le voci, di passaggio in passaggio tanto che una malattia come il diabete diviene mal di schiena...oramai non mi stupisco di nulla, nemmeno che se OBL venisse catturato e con un giusto processo incriminato (magari anche con confessione) la gente smetterebbe di pensare (e taluni credere) alle assurdità scritte sul 9-11....questo perchè nelle teorie complottistiche c'è un ovvio Opportunismo ed un'ovvia comodità, troppo importante per non sfruttarli (al pari di Amadinejad rispetto all'olocausto, cioè ai nostri errori per giustificare se stesso e le azioni che vuole compiere).
O per far un esempio similare tutto italiano quell'opportunismo che porta ad insultare la chiesa cristiana od a volerla zittire a tutti i costi (contro la libertà di opinione costituzionale) poichè nei pacs esprime un'opinione diversa da quella che si vorrebbe realizzare, dimenticando che nell'amnistia si assume comportamento totalmente differente.

Saluti
è un complotto, poi ce' chi ci ha ricamato pure sopra ma date retta è uno dei tanti soliti modi per "indirizzare" lo svolgersi degli eventi in una direzione piu'.... naturale.
Proseguo per amor di polemica benevola, s'intende.

Queste sono ipotesi davvero fantasiose.
Non ci sono, a mio parere, argomentazioni plausibili che giustificano l'ipotetica presenza di un pod lasciato volontariamente in bella vista.


Sì, sono fantasiose... non ti dirò certo io come è "fantasiosa" la realtà spesso, ma a parte questo la plausibilità di un'ipotesi è data da riscontri in un senso o nell'altro, non dalle nostre opinoni personali o in quello che giudichiamo essere plausibile o no
(innumerevoli sono gli esempi nella storia in tal senso).
Nella fattispecie l'ipotesi del pazzo non ha nè prove a favore (e infatti non penso sia andata così), nè prove contro a priori (almeno, noi due non ne abbiamo).
Se anche avessimo l'evidenza della presenza del pod, non potremmo assolutamente immaginare perchè diavolo fosse lì quel pod...

Dubito che un gruppo terrorista farebbe tutto questo arzigogolo quando gli basta dirottare un normale aereo di linea

Stesso discorso... che ne sappiamo noi di un eventuale piano strategico-intrecciato-complicato per cui tutto quello che hanno fatto in realtà rientrava in una logica ben precisa?

Ma se chiedi a loro di chiarire i dubbi, e loro sono i complottatori, come potresti fidarti delle loro spiegazioni

Non dico che mi fido, ma vorrei sapere: c'era il pod? Risposta: no. Bene allora spiegatemi cos è questa cosa che vediamo e pensiamo di vedere nelle foto e se sostenete che sia un ombra voglio pareri autorevoli e imparziali che diano un giudizio tecnico-scientifico (come mi sembrava il dvd avesse fatto).
A quel punto sono pronto a prendere il responso qualsiasi esso sia.

Quindi secondo te se saltasse fuori che il governo USA ha ucciso migliaia dei propri cittadini e inventato una messinscena, le conseguenze sarebbero trascurabili?

Certo che no! Assolutamente.
Mi sono spiegato male.
Quello che volevo dire era che se io e te in questa discussione arrivasssimo a stabilire con certezza che gli USA hanno complottato... non succederebbe nulla... la notizia verrebbe ridicolizzata e snobbata... voglio dire: non avrebbe conseguenze pratiche perchè non avremmo, probabilmente, il potere di "denunciare" formalmente la cosa...
Firma commento precedente:

Alarik
Nella fattispecie l'ipotesi del pazzo non ha nè prove a favore (e infatti non penso sia andata così), nè prove contro a priori (almeno, noi due non ne abbiamo).
Se anche avessimo l'evidenza della presenza del pod, non potremmo assolutamente immaginare perchè diavolo fosse lì quel pod...

Dubito che un gruppo terrorista farebbe tutto questo arzigogolo quando gli basta dirottare un normale aereo di linea

Stesso discorso... che ne sappiamo noi di un eventuale piano strategico-intrecciato-complicato per cui tutto quello che hanno fatto in realtà rientrava in una logica ben precisa?


Non trovi che, seguendo questo ragionamento, qualsiasi combinazione immaginabile di eventi che avrebbe potuto dare luogo all'attentato acquisterebbe istantaneamente il diritto di essere presa in esame e confutata?
Che so, allora potrebbe anche darsi che sono tutti innocenti, Stati Uniti e terroristi, e la responsabilità potrebbe essere attribuita ad una qualche oscura intelligenza aliena che ha controllato le menti dei piloti ed inibito quelle dei controllori di volo, con l'unico scopo di creare un po' di scompiglio in una situazione internazionale che la annoiava, avvallando le ipotesi dei celebri marziani che inevitabilmente mettono lo zampino in ogni paragrafo nebuloso della storia...

A mio parere è quindi indispensabile almeno presumere che chi si propone di architettare una simile impresa disponga di un modello qualsiasi di cervello, funzionante, e che quindi se non altro cercherebbe di non mettersi i bastoni tra le ruote da solo, tipo -un esempio a caso- seminare indizi ovunque.


I miei complimenti al buon Paolo, sempre Attivissimo, continua così.
Questi post sono infiniti quanto, passatemi il termine, segaioli.

Quale potrebbe essere l' importanza del famigerato POD?

NESSUNA!!!!
Sarebbe piu' complesso, e costoso, aggangiare fuori qualcosa che costruirlo dentro. Oppure il costruttore del POD era un grande idiota molto istruito

1)se fosse un telecomando come dice qualcuno?
Come dire che un 747 non e' irto di antenne di suo e non ha spazio nel muso! un affare da 2 etti non trova posto su di un sedile, si deve costruire un contenitore enorme stagno e riscaldato. Insomma un telecomando per la cia il kgb o pincopallino deve essere grosso pocomeno di un dc9. Con poi tutti i cavi che partono dall' esterno dell'aereo per finire in carlinga

2) esplosivi
aspetta che rido: un 747 sapete quanto carica? avete bisogno di una stiva supplementare? avete visto i booster dello shuttle e vi e' piaciuto? bene. lo shuttle e' un giocattolo da portare in groppa!

3) lanciafiamme aprivarco banzai!
Nel muso, dopo le antenne ci sono spazi enormi, bastanti forse ad installare una mezza dozzina di missili cruise.... Se non vi bastano per tirar giu' 4 o 5 citta' potete sempre provare con 2 grattacieli!

4) telecamere: Forse siete rimasti all' u-matic e il saticon e' per voi una novita'. Oggi una telecamera ccd con un grosso pacco batterie e un trasmettitire fm arriva si e' no ad essere grande come una bottiglia dell' acqua: invisibile su delle riprese (foto e video)digitali.

Quello che non si capisce e perche' su di un aereo ENORME si debba agganciar fuori qualcosa, con grande difficolta' tecnica, come se fosse un piccolo caccia.

Perche qualcuno pensa che per fare milano venezia si debba esser passati da napoli?

Per la fiammata.... piu interessante...
Non e' impossibile che se giunge da un elaborazione DVD o DVhd (mpeg) la costruzione dei frames intermedi abbia generato delle spurie... I fermo immagine vengono prodotti renderizzando la sequenza completa dei GOP e tutti gli, eventuali, errori si sommano. Alla fine e' necessario "colmare i buchi" (I "GOP" sono composti da un frame di tipo "I" e seguito da una serie più o meno lunga di frames predittivi denominati "P-frame". La particolarità risiede nel fatto che i frames di tipo "P" sono composti solamente dalle parti modificate rispetto al frame precedente. L'interpolazione e' fatta SIA IN AVANTI CHE INDIETRO quando ben fatta)
Alla faccia di quelli che dicono che i dvd si vedono meglio del SVHS.

Bye
Claudio
Riguardo al POD non ha senso vi affanniate a dire che poteva o non poteva esserci perchè non ne sapete assolutamente nulla (come me del resto, ma non ho la pretesa di dire che c'era, vorrei solo fosse chiarito il dubbio).
Le uniche persone che hanno titolo a dare OPINIONI su questa vicenda sono esperti mondiali di tattiche militari, strategia e terrorismo.
Ogni altra OPINIONE è irrilevante.

Riguardo agli "artefatti" della compressione MPEG è VERAMENTE una COINCIDENZA spettacolare che in TUTTI i DIVERSI filmati che riprendono lo schianto ci sia quella "spuria" in quel momento, in quella posizione e delle medesime dimensioni e colore... se è davvero una "spuria" dovuta alla compressione siamo di fronte ad un evento meno probabile che fare 6 al superenalotto 3 volte di fila...

Alarik
"Riguardo al POD non ha senso vi affanniate a dire che poteva o non poteva esserci"

Esattamente cio' che intendevo, aggiungndo pero' che e' inutile inventarsi un pod e la sua motivazione di esistenza quando non esiste un motivo che non sia una congettura a dir poco fantasiosa.

Forse mi ero spiegato male

" TUTTI i DIVERSI filmati "
Ne ho visti solo un paio, gli altri mi sembrano un montaggio (non una cospirazione un semplice montaggio di scene!!) dei primi

"meno probabile che fare 6 al superenalotto 3 volte di fila..."

Forse si:-)

Basterebbe pero' un riflesso da parte della carlinga e un bel pompaggio, dapprima dal ccd, e poi dal' mpg...

Non hai un idea che particolari si inventano i ccd (i processori associati) sui tessuti tartan Sfumature che divengono dettagli definiti (pensano di avere a che fare con delle mire di dprewiev e pompano)
Certo che se vedessi 3 o 4 filmati in DV (mjpeg)a pieno schermo e tutti riportassero l' effettone.... Altrimenti anche questa e' una semplice congettura, e' un forse.
Benvenuti nel digital image.

Bye
Claudio
mi dispiace ma per voi il filmato sarebbe durato 5 ore visto tutte le cose che non sono state dette.
cmq avere la mente sgombra di preconcetti ci porta a disutere di ogni cosa senza lasciarci condizionare.
mi fa senso confrontarmi con persone che vogliono solo avere ragione.
Mi appare sbagliato tutto fin dal titolo.
Attivissimo è un chierico che crede nella verità rivelata dai mass-media (o meglio dal potere).
In base a questo definisce complotto ciò che contrasta la verità ufficiale. Il problema è che invece tutto ciò che riguarda l'11 settembre è una sequenza di balle. La migliore sintesi della verità ufficiale la fece un comico (Benni), dicendo più o meno che dei terroristi dell'Arabia Saudita avevano fatto un attentato, per cui l'America si era messa a bombardare l'Afghanistan, allo scopo di prendere un solo uomo (Bin Laden). L'uomo non si trovava ma gli americani dicevano: "abbiamo vinto".

Tutta la verità ufficiale è una balla, perchè è pagata da chi ha il potere.

Allora bisogna lavorare per ricostruire ciò che è nascosto. E' un tipo di lavoro che fanno i medici quando cercano una malattia, i programmatori quando cercano il bug, gli investigatori quando cercano il colpevole. Quando il lavoro si fa duro tocca ripensare l'epistemologia o addirittura la concezione del mondo. Chi invece è un chierico riesce si e no a vedere la punta del suo naso.

A chi ancora crede ad Attivissimo consiglio di lavorare per un annetto su wikipedia. C'è molto lavoro da fare sulla parte filosofica. Dopo un anno di filosofia ne riparliamo.
Ciao a tutti. Ho visto il dvd in plane site e francamente anche io posso essere d'accordo che vi siano delle lacune, delle mancanze di approfondimenti. Ma sicuro solleva molti dubbi. Ora, a distanza di tempo, non ricordo bene tutti gli argomenti trattati,ma credo che quello sull'attacco al pentagono sia inequivocabilmente un'omissione della verità: un impatto di un boeing non può lasciare un buchetto così piccolo per quanto la struttura sia resistente,e 25.000 l di carburante non possono non bruciare una considerevole area circostante. inoltre i pezzi dell'aereo non possono ridursi ad un carrello o poco +. mancano i motori, le ali, la fusoliera, i bagagli, le vittime. inoltre, così come se si fosse trattato di un piano architettato dal governo (ma pearl harbour non è mai esistita?) sarebbe stato organizzato + accuratamente, allora, se si fosse trattato di un attentato terroristico, la parte del pentagono colpita sarebbe stata quella piena di gente e non quella disabitata. ma si sà, gli attentatori sono sempre un po' + disorganizzati e impreparati. e allora come hanno fatto a centrare con precisione le torri gemelle, senza l'aiuto delle torri di controllo? MAH. E poi, chi dice che mancano le interviste.. e i pompieri erano attori? e le torri che cedono? e a quella velocità? insomma.. ripeto che alcune sequenze (tipo quella delle esplosioni prima dell'impatto)siano discutibili, ma indubbiamente alcune domande dobbiamo farcele. Nel momento in cui sorga un solo dubbio, allora non ci si può fidare della verità che ci hanno raccontato. e i dubbi sono nati subito. Poi qualcuno mi deve ancora spiegare perchè abbiano attaccato l'iraq di saddam quando il colpevole fu individuato subito in osama bin laden. che non ha nessun collegamento con il dittatore irakeno. E perchè i componenti della famiglia bin laden siano state le uniche persone a poter lasciare l'america subito dopo quei terribili giorni. Qualcuno sa la verità. non sarà quella descritta dal dvd in plane site. ma non è quella che ci hanno raccontato fino adesso. E questo mi basta.
Premetto che non mi reputo un 'complottista' per partito preso, così come non mi ritengo certo un ammiratore della politica estera americana degli ultimi 60 anni (sarebbe dura definirsi tale). Ho visto il dvd poche settimane fa e molto semplicemente anch'io penso che abbia il merito, perlomeno, di insinuare qualche dubbio in chi condivide in toto tutto ciò che Bush & co. hanno combinato CONSEGUENTEMENTE all'1109 (e nel quotidiano mi è successo di incontrare davvero tanta gente che la pensa così, per quanto mi stupisca ogni volta). Evito di lanciarmi in disquisizioni tecnico/fisiche, non avendo le necessarie conoscenze per farlo (anzi, proprio per questo mi sono letto ogni post con attenzione), ma ricordo bene, del dvd, la fastidiosa discrepanza tra le intenzioni palesate inizialmente dal narratore (all'incirca 'Non vogliamo dare opinioni, ma solo fatti'...beh, non è vero). Detto questo, ringrazio Paolo Attivissimo per lo sbattimento che profonde in ogni sua analisi, sia essa condivisibile o meno da chi legge, e per l'equilibrio (merce rara, in tempi di 'o con noi o contro di noi') che dimostra.

p.s. fuori argomento
X MOTHER
'quell'opportunismo che porta ad insultare la chiesa cristiana od a volerla zittire a tutti i costi (contro la libertà di opinione costituzionale) poichè nei pacs esprime un'opinione diversa da quella che si vorrebbe realizzare'

Fidati, che quello che potrebbe portarmi anche ad insultare qualche esponente della chiesa cristiana non è 'opportunismo' ma somma incazzatura, visto che si permettono di mettere becco nelle faccende di uno stato laico, tentando di influenzare la formulazione di norme (vedi il discorso PACS, tra i tanti) che finiscono poi per avere effetto anche su chi, come me, è...ATEO. Chi ha fede si comporti secondo quanto dice la chiesa, chi invece la fede non ce l'ha sia libero, secondo legge, di fare diversamente...e la chiesa se ne stia pure ZITTA quando si parla di politica in uno stato che non sia il Vaticano. Chiaro ? Spero di sì, è un concetto elementare.

Mi scuso per la digressione e saluto tutti.
Non è per ma tu hai smontato le ipotesi meno importanti...

-dove sono i motori dell'aereo che ha colpito il pentagono?

-Nn dice che non ci sn detriti, ma che non ci sn detriti compatibili e che sn poi stati fatti sparire.

-il video dell'impatto al pentagono è shockante? allora perchè promulgarne un altro presumibilmente falso? perchè non mostrarlo ai parenti della vittime? che non hanno alcuna prova concreta che i loro cari siano morti li?

L'edificio numero7:

Chissefrega dell'audio: avete visto come è crollato? Perfettamente...
E' compatibile un crollo del genere con un incendio???
PER MOTHER E ALESSANDRO: se non ve ne foste ancora accorti, anonymous vi dava ragione quando aduceva il sillogismo "LUTERANO",poichè affermava proprio come voi che NON è sufficiente che qualcosa vada a favore di qualcuno perchè quella cosa sia stata compiuta dal beneficiario.

Vorrei alla luce di questo fraintendimento muovere delle critiche ai commenti e al sito: io non sono nè complottista ne debunker (si dice così?).
Sono "socratico", ricerco la verità e adeguo il mio giudizio alla verità piuttosto che la verità alle mie idee,e invece da entrambi i vostri schieramenti ciò non vedo accade, e si arrivano ad episodi ridicoli come quello di "LUTERO e la riforma" interpretati male proprio perchè nella foga della risposta si confonde addirittura l'alleato e si spara indistintamente come presi da furia polemica. Stessa cosa in luogo comune, sito nel quale pincopallo sforna una mole imbarazzante e patetica di dati senza spiegazione alcuna che sembra quasi essere stata scritta solo per l'orgasmo della sua rilettura da parte dell'autore, e con un fare arrogante che mi ricorda un detto Nietzschiano: chi sa di essere profondo, si sforza di essere chiaro; chi vorrebbe sembrar profondo alla moltitudine, si sforza d'essere oscuro: come la pozzanghera al volgo sembrerà profonda solo perchè nera.

Qui pochi si salvano, Paolo (che ha l'unica colpa di aizzare alla suddivisione in fazioni anzichè moderare gli animi) e qualcun'altro.
Ragazzi, sempre per citare Nietzsche, se si vuole stare nel calore della polemica bisogna avere pensieri di ghiaccio...RAFFREDDATEVI UN PO' DA ENTRAMBI I LATI
Alcune formule fisiche a sostegno della tesi della demolizione controllata delle torri gemelle. La fisica non si può contraddire.

Dati di fatto (dal rapporto della commissione di indagine sull'11 settembre):

- La Torre Nord crollò in 10 secondi. Era alta 417 metri.
- La Torre Sud crollo in 8 secondi. Era alta 415,5 metri.

Bene. Ora vediamo se le leggi della fisica ci possono aiutare.
La caduta libera di un corpo (senza contare l’attrito dell’aria) è un moto rettilineo uniformemente accelerato la cui formula è:

S = 1/2*v*t

sappiamo che v (velocità) è data da "accelerazione per tempo" (a*t), quindi:

S = 1/2*a*t*t

ovvero

S = 1/2*a*t^2

L’accelerazione che interessa a noi però ci è nota. E’ l’accelerazione di gravità: 9.81 m/s^2. Quindi la formula finale per trovare lo spazio percorso da un corpo in caduta libera è:

S = 1/2*g*t^2

Dove S è lo spazio percorso, g è l’accelerazione di gravità (9.81 m/s^2), e t è il tempo impiegato.

Ricaviamo il tempo impiegato TEORICAMENTE da un oggetto lasciato cadere dalla cima delle Twin Towers per raggiungere il suolo.

t = sqrt( 2*S / g )

calcoliamo:

t = sqrt( 2 * 416 / 9.81 ) = 9.2 secondi

Risulta 9.2 secondi, che è compatibile con il tempo di caduta delle Torri Gemelle!

Questo è impossibile, se fosse stato un crollo spontaneo. Infatti ciò significa che non c’è stata nessuna resistenza nel momento in cui i 110 piani cadevano uno sull’altro, e ciò contraddice la versione ufficiale sull'effetto "pancake" secondo cui ogni piano crollando su quello sottostante lo ha fatto crollare.

Questo è però perfettamente spiegabile con una demolizione controllata, dove i detriti del piano superiore non toccano il piano inferiore perchè esso viene fatto crollare artificialmente.
Ho appena finito di guardare il DVD di vonKleist, e devo dire che mi ha fatto lo stesso effetto di alcuni documentari che ho visto in cui persone all'apparenza molto serie e ragionevoli cercavano di spiegare, con corredo di documentazione scientifica, che ad Auschwitz non è stato gassato nessuno. Mi sono bastati pochi minuti di navigazione in internet per trovare l'evidente inconsistenza di tutte le argomentazioni del documentario, e tuttavia vedo in questo blog che c'è chi si attacca pervicacemente a queste argomentazioni, probabilmente, penso, per evitare di confrontarsi seriamente con la realtà delle cose, cercando rifugio in un mondo di fantasia in cui ogni asserzione deriva in realtà da un pregiudizio iniziale da cui discendono le conclusioni più stramplate, su cui ci sarebbe solo da ridere, se non fosse che stiamo parlando di eventi in cui hanno perso la vita così tante persone. In un sito integralista cattolico americano, non so di quale setta, ho trovato in vendita, accanto a questo DVD, altri video che dimostrano che l'uomo non è mai atterrato sulla luna e cose del genere. In un altro sito (http://209.157.64.200/focus/f-news/853908/posts) ho trovato un nome noto tra quelli che appoggiano questo tipo di fandonie, e invito tutti quelli che in buona fede credono di avere trovato la verità vera di andare a vedere in che compagnia si ritrovano.
Ho letto tutti i post... intanto trovo interessante la tesi che chiama in causa la fisica... Ammetto di non aver ancora letto la versione ufficiale di cui gradirei fosse postato un link.
Intanto Paolo grazie per tutte le cose dettagliate che ci hai fornito.
Un dubbio ancora mi rode... Come mai non hanno recuperato tutti i pezzi dei vari aerei e li hanno messi in un hangar (per esempio) per cercare di ricostruire un pò l'aereo o semplicemente per mostrarci tali prove? Non mi sembra una cosa difficile da fare soprattutto se come dici tu sensatamente se ne sono ritrovati parecchi... Non credo che possano aver eliminato tali frammenti che devono quindi ancora trovarsi in loro possesso... L'incidente del Columbia per quanto diverso ci ha mostrato che hanno tentato di ricostruire l'aereo. Per lo meno mi sarei aspettato un filmato chiarificatore su tale aspetto. E confermo che è vero che spesso aerei militari si alzano in volo per controllare aerei di linea sospetti, ai tempi dell'F-104 bastavano 9 minuti prima di essere in volo dal momento dell'allarme ora credo che siamo sui 14... presumo sia simile se non migliore il dato americano...
Nessuna polemica.. ho solo illustrato un dubbio, o meglio una questione. Grazie al tuo blog mi sono venute delle sensate indecisioni sulla veridicità del DVD.Grazie
Joe
sai una cosa Paolo, sicuramente con la tua prosopopea penserai dessere Dio (magari quello che ancora gli israeliani aspettano e non sanno che è qui in Italia) ma augurati di essere nel giorno del giudizio dalla parte giusta, perchè se anche tu, assieme alle forze politiche nazionali e non, farai parte di quelli che ci hanno ingannato, un calcio sulle balle non te lo toglie nessuno e in cuor mio ho convinzione che tu questo fatto già lo sai, vero cocco?
Senti un po' visto che sono un complottista di natura e tu mi sembri un benemerito idiota a parte dire che quel dvd è stato fatto male...hai delle prove definitive che gli autori dell 11.9 siano stati veramente quei 20 scemi? mi sai spiegare perchè le torri sono cadute perfettamente perpendicolari al suolo?
lo sanno anche i sassi che per far cadere cosi un oggetto devi per forza metterci le mani tu. Se seghi un albero da un lato , da che lato è più probabile che cada???? Non penso ti cada in testa, altrimenti poveri boscaioli sai che stragi!
Poi, come fanno a sciogliersi pilastri di acciaio puro? l'acciaio è fatto da ferro + carbionio, il carbonio puro è DIAMANTE..io nn ho mai visto un diamante squagliarsi come sapone per un po' di caldo!
Hai mai bruciato della benzina??? dove lavoravo io l'anno scorso (tanto per guadagnare un po di spiccioli) iniziavamo alle 7 del mattino a bruciare legname che veniva dalle case demolite in un cassone di ferro o acciaio che fosse, bruciava per ore e ogni mattina bruciava..ha bruciato per anni quel coso e ha fatto il suo lavoro per anni, ed era spesso sui lati meno di 1 cm, e tu mi vieni a far credere che 2 torri sono venute giù per un po di kerosene (ke il kerosene si spegne in 5 minuti indipendentemente dalla quantità).
Io non credo che qlk1 ti paghi per dire fesserie semplicemente sei limitato tu di natura!
Svegliati un attimo..dai le torri erano progettati per resistere a kissa cosa...lo disse anche uno dei progettisti (ke stranamente ci crepò poi dentro...)
"Non-Complottista è chi ritiene vera una spiegazione non straordinaria dei fatti"

Terroristi che buttano giù torri giganti utilizzando aerei di linea E' straordinaria. Allora si è TUTTI complottisti. CIao
Paolo, per fortuna ci sei tu!
CARO PAOLO, LE TUE ARGOMENTAZIONI SONO POVERE E SOPRATUTTO SUPERFICIALI, PENSAVO DAVVERO CHE SARESTI RIUSCITO A RAGIONARE SU QUALCOSA E RIUSCIRE A DARE DELLE SPIEGAZIONI DECENTI, SAI COM'È A NESSUNO PIACE PENSARE CHE LA PIÙ GRANDE NAZIONE DEL MONDO SIA IN MANO AD UN BRANCO DI MILITARI E AFFARISTI DELLA GUERRA... TI DICO UNA COSA: NON SO CHI TI PAGHI PER SCRIVERE QUESTE OVVIETÀ , MA DOVRESTI QUANTOMENO SCEGLIERE DI FARE UNA DI QUESTE DUE COSE:
1)SMETTERLA DI DI ARGOMENTARE IN MODO SUPERFICIALE E E LIMITATO COME FAI, MA SOPRATUTTO EVITARE DI NASCONDERTI DIETRO IL FATTO CHE NON HAI TEMPO, RISCHI DI ESSERE UNA VERA BARZELLETTA.. HA HA HA.. , MA SE NON HAI TEMPO COME MAI TI DILETTI NELLO SCRIVERE LE TUE ARGOMENTAZIONI DA 4 SOLDI CHE RIUSCIREBBE A FARE CHINQUE?? PERCHÈ NON PROVI AD ANALIZZARE LE ARGOMENTAZIONI BEN PIÙ SERIE, AD ESEMPIO PERCHÈ NON CI SIPEGHI COME MAI È POSSIBILE DIRE ALLO STESSO TEMPO CHE UN BOENING SI È DISINTEGRATO SENZA LASCIARE UNA PROVA CREDIBILE DELL'IMPATTO , PERÒ È STATO POSSIBILE FARE L'AUTOPSIA DI CIRCA 200 CORPI PRESENTI ALL'INTERNO DELLO STESSO FANTOMATICO BOENING CHE SAREBBE ANDATO A SBATTERE SUL PENTAGONO?? COM'È POSSIBILE CHE SIANO ARRIVATE DELLE CHIAMATE COL CELLULARE DAGLI AEREI DIROTTATI, QUANDO È STATO CALCOLATO CHE LA PROBABILITÀ DI RIUSCITA DI UNA CHIAMATA DAL CELLULARE DA QUELLE QUOTE È DELLO 0,0006??? TE NE POTREI SCRIVERE TANTE ALTRE MA FACCIO PRIMA A CONSIGLIARTI DI VEDERE UN BEL FIMATO SU ARCOIRIS TV CHE SI CHIAMA "LOOSE CHANGE - FILM SUI FATTI DEL 11 SETTEMBRE 2001" POI MAGARI CERCA DI DARE RISPOSTE CREDIBILI E SOPRATUTTO DI MERITO, NON DI SCARAMUCCIA.. CHE FAI PROPRIO RIDERE..
2) EVITA DI PRENDERE IN GIRO TANTA BRAVA GENTE CHE CERCA DA TE LE RISPOSTE CHE VORREBBE AVERE PER SENTIRSI PIU SICURA DI QUELLO CHE I MEDIA CORROTTI PASSANO OGNI GIORNO COME VERITÀ ASSOLUTA.

PERSONALMENTE NON CREDO AI POD NE AI MISSILI CRUISE, MA UNA COSA È CERTA LE COSE NON SONO ANDATE COSÌ FACILMENTE COME LE DESCRIVI TU…
BASTA DARE UN OCCHIATA ALLA RELAZIONE UFFICIALE DEL GOVERNO SUGLI EVENTI, PER CAPIRE CHE CI SONO IN MEZZO UNA MAREA DI BUFALE TALMENTE OVVIE CHE ANCHE UN BAMBINO LE RICONOSCEREBBE.. IO SONO DEL PARERE CHE NON C’È BISOGNO DI COSTRUIRE CHISSÀ QUALI TEORIE DEL COMPLOTTO, BASTA SOLO LEGGERE IN MANIERA SEMPLICE I FATTI E LE IMMAGINI CHE SI POSSONO VEDERE DAPPERTUTTO…
NON SI TRATTA DI SODDISFARE LA PROPRIA SETE DI COMPLOTTI COME HAI RIPORTATO TU, MA SEMPLICEMENTE DI CERCARE DI CAPIRE E DI ESSERE COSCENTI DI QUELLO CHE AVVIENE INTORNO.. SENZA I PARAOCCHI DELLE VERSIONI COMODE E UFFICIALI CHE TU STESSO TI AFFRETTI AD AVVALORARE…
UN ULTIMA COSA, NON MI STUPIREBBE SAPERE CHE TI PAGA QUALCHE GRUPPO AMERICANO PER SCRIVERE QUESTE CIALTRONERIE…
Coraggio Paolo, hai il mio sostegno morale per tutte le stupidaggi e le offese che ti arrivano. Ho notato che il clamore del complottismo aumenta sempre piu' con il passare dei mesi, ormai e' un oceano, che non di rado raggiunge nuove vette di ridicolo. Una vecchia ipotesi adottata da un mio conoscente e' che nei sotterranei del WTC si svolgessero delle sedute sataniche. Io gli detto fermamente che si trattava di ex ambasciatori in sedute di mangiate di pizza col salamino e birre australiane. Ovviamente mi ha detto "Ma che dici?", Ma fino ad oggi non e' riuscito a smentirmi (ovviamente mi sono ben guardato da avanzare la benche' minima prova) e ancora oggi attendo le prove che smentiscano la mia mai dimostrata pizzaipotesi. Come complottista come vedi mi va di lusso, forza e coraggio!
Salvelox , finalmente vedo un sito in italiano a favore della verione ufficiale dei fatti del 11/9.
Dico finalmente perchè è il primo che vedo, ma ciò che vedo non mi piace.
Paolo dice che se qualcuno ( La CIA , l'FBI , il governo Americano , il governo Italiano ?) lo finanzia è pronto a smontare le varie teorie "complottiste" , ma i centinaia di siti che parlano di queste teorie non credo siano tutti finanziati , quindi che aspetti a rimboccarti le maniche ed a lavorare ?
Vedrai che se hai ragione i finanziamenti arrivano.
Quando vidi le immagini degli attentati piansi per quelle povere vittime , e se quindi vorrei sapere la verità è solo per il rispetto di quelle persone Americane.
Dico vorrei perchè a tuttoggi la verità non è così chiara come credono la maggior parte delle persone.
Ad esempio oggi , dopo 5 anni passati dagli attentati , non si sà ancora chi sono gli attentatori , visto che dalla famosa lista dell'FBI i vivi non sono stati sostituiti.
Ciò che è veramente strano poi è il punto d'impatto dei tre aerei:Nelle torri è molto alto (se volessi far crollare un qualcosa di alto e fino punto alla base , non alla cima) , mentre al pentagono è millimetricamente preciso al suolo (
hai mai provato a stare ai comandi di un'aereo di linea ? non ha la visuale di un aereo da combattimento e non mi parlare di pilota automatico , visto che il terreno prima del pentagono è sopraelevato , puoi stabilire l'altezza , ma non dirgli quando raggiungerla , ovvero un centinaio di metri prima dell'impatto).
Chi ha organizzato tutto questo casino non ha tenuto conto di un nuovo fattore , ovvero Internet.
Prima se qualcuno aveva dubbi o certezze riguardo a delle situazioni potevano passare anni prima che incontrasse qualcun'altro con i suoi stessi dubbi , oggi con Internet bastano pochi click e trovi subito chi ha i tuoi stessi dubbi , e se queste persone sono culturalmente e socialmente diversi allora i dubbi si fanno sempre più consistenti.Ovviamente in mezzo a tale mole di dati trovi anche quelli più assurdi ( Realtà virtuale , mini-nukes nelle torri , ecc. ecc. ),
ma tutto ciò avviene perchè nella versione "ufficiale" ci sono dei buchi che la gente DEVE riempire.
Fabrizio A.
Vorrei un tuo commento (se ti va) sulle 13 ragioni contro la verità ufficiale e a favore dell'ipotesi di demolizione controllata di Steven E. Jones del dipartimento di fisica e astronomia della Brigham Young University che vertono fondamentalmente sulla ritrovazione di masse di metalli fusi tra le macerie che non sono congrue con le temperature di un semplice incendio e sul crollo del wtc7 troppo verticale e simmetrico per essere originato da un incendio piuttosto marginale.
ah il sito :D
http://www.physics.byu.edu/research/energy/htm7.html
Ciao Paolo, per prima cosa mi sembra doveroso ringraziarti per il lavoro che svolgi: più volte, grazie a te, ho potuto risolvere dubbi e sfatare sapuracchi vari. Nel merito della questione qui trattata non mi trovo del tutto d'accordo con le tue tesi, perchè trovo che alcune delle argomentazioni proposte (non tanto da te, quanto dalla versione ufficiale dei fatti) siano oggettivamente ridicole....ad esempio, quella della "vaporizzazione" di un aereo...ad ogni modo, per non divagare visto che qui si parla di WTC (e non di Pentagono), trovo che anche in questo caso ci siano molte stranezze....in particolare il meccanismo di crollo è quantomeno dubbio: il fatto che il collasso sia avvenuto in maniera così ordinata è un fenomeno piuttosto improbabile, tanto più se si pensa che è avvenuto per TUTTI gli edifici coinvolti (anche quelli non colpiti direttamente da un aereo)! Se il crollo di un edificio avvenisse secondo queste modalità in maniera naturale, non ti pare che l'esistenza stessa di ditte specializzate per le demolizioni controllate diverrebbe cosa inutile? Che io sappia per ottenere quel tipo di risultato bisogna fare uno studio molto molto preciso su dove come e quando far esplodere le cariche, e invece l'11 settembre madre....anzi....ING. natura ha permesso che, del tutto casualmente, la dinamica di crollo (sottolineo: PER TUTTI gli edifici) fosse la stessa che si ottiene facendo sofisticati studi e calcoli.....non credi che la probabilità che ciò avvenga per caso sia oggettivamente bassa? Secondo la testimonianza di uno scienziato l'evento più probabile avrebbe dovuto essere un "piegamento" laterale dell'edificio....comunque su questi fatti ho chiesto consulenza al mio professore di Tecnica delle Costruzioni, esperto di strutture in acciaio, quindi appena avrò qualche risposta "autorevole" magari ti darò informazioni più precise.
Aggiungo inoltre ci sono state molte persone che hanno parlato chiaramente di esplosioni, dubito possano essere tutti finti testimoni...molti sono pompieri che hanno vissuto in diretta quell'esperienza, e parlano di onde d'urto, odori e rumori tipici di esplosioni. Come lo spieghi? Altra cosa: per ottenere anche il semplice "ammorbidimento" della struttura in acciaio è necessario che si raggiungano (e si mantengano costanti per un bel pò) temperature dell'ordine degli 800°, ed è improbabile che si sia arrivati a tali temperature visto che molta gente è arrivata a transitare, attraverso la scala, anche dai piani dove avrebbero dovuto esserci circa 800°!
Avrei circa altri 3000 dubbi su questa vicenda, ma per adesso mi fermo qui.....buonanotte!
comunque ti segnalo questi siti:

http://www.inerba.com/index.php?option=com_content&task=view&id=276&Itemid=110

http://www.tuttotrading.it/granditemi/11settembre/051229crollowtctorrigemelle3.php

http://www.serendipity.li/wtci3.html

http://www.11settembre.sito.tv/

http://it.wikipedia.org/wiki/11_settembre_2001_-_Interrogativi_senza_risposta

....sinceramente, sono molto più numerosi i "dubbiosi" che i sostenitori della versione ufficiale....e fra i dubbiosi ci sono anche scienziati, esperti di ingegneria...un motivo ci sarà!
Secondo me è ingiusto tacciare di "credulonaggine" chi ha dei leciti sospetti....mi sembra, come minimo, altrettanto semplicistico l'atteggiamento di chi, a priori, non vede nessuna stranezza in ciò che è avvenuto!! Ricordiamoci sempre che l'obiettivo ultimo deve essere la ricerca della verità, non la dimostrazione dell'una o dell'altra tesi....
ri-buonanotte!
per clara:

oggettivamente ridicole....ad esempio, quella della "vaporizzazione" di un aereo

Non mi sembra di aver parlato di vaporizzazione. Riduzione a frammenti, sì; combustione delle parti combustibili, sì; ma non vaporizzazione.

il fatto che il collasso sia avvenuto in maniera così ordinata è un fenomeno piuttosto improbabile,

Ci sono delle ottime foto, e c'è la documentazione di cronaca, che documentano esattamente il contrario: il crollo delle torri ha coinvolto numerosi edifici vicini, che è stato necessario demolire (alla maniera classica!).

Secondo la testimonianza di uno scienziato l'evento più probabile avrebbe dovuto essere un "piegamento" laterale dell'edificio

Lo scienziato forse non ha ben presente la dinamica dei crolli. Guarda una vera demolizione controllata di un edificio alto e snello, e osserva come si disgrega prima di riuscire a inclinarsi significativamente.

Aggiungo inoltre ci sono state molte persone che hanno parlato chiaramente di esplosioni

Un'esplosione può essere causata da molte cose oltre che da una bomba: in un edificio ci sono molti oggetti che, se scaldati, esplodono, dalle bombolette spray in su.

per ottenere anche il semplice "ammorbidimento" della struttura in acciaio è necessario che si raggiungano (e si mantengano costanti per un bel pò) temperature dell'ordine degli 800°, ed è improbabile che si sia arrivati a tali temperature visto che molta gente è arrivata a transitare, attraverso la scala

C'era ben più di una scala al WTC. Possono essere passati da una lontana dall'incendio (un piano del WTC misurava 64 x 64 m).

fra i dubbiosi ci sono anche scienziati, esperti di ingegneria...un motivo ci sarà!

Se i dati vengono presentati in maniera selettiva e distorta (per esempio non mostrando le foto dei frammenti d'aereo al Pentagono), anche lo scienziato ragionerà sulla base dei dati disponibili.

Secondo me è ingiusto tacciare di "credulonaggine" chi ha dei leciti sospetti

Infatti non accuso nessuno di essere credulone: dico solo che chi crede alle tesi complottiste non ha riflettuto abbastanza sulle loro implicazioni (demolizione controllata? Come fai a minare 2 x 100 piani di nascosto?) e non si è informato a sufficienza.
Ho da poco affrontato il tema del complottismo sul 9-11, e ho letto con fatica ed interesse gli articoli di Paolo (che stimo molto anche se non sempre condivido, ma questa è cosa sana...) e i vari commenti.
Sto cercando di trovare filmati a maggior risoluzione di quelli in dvx che attualmente posseggo, tuttavvia devo dire che molti dubbi nascono dalla loro visione. Vanno verificati, certo, e non sono sufficienti a dire "è andata così".
Però Paolo, non mi pare un gran motivo dire che sia difficile minare 200 piani o improbabile che una determinata cosa possa avvenire per far sì che effettivamente non sia andata così. Difficile o improbabile non vuol dire impossibile.E francamente da tutto quello che ho visto e letto finora, di fatto mi pare possibile. Il che è molto lontano dal dire che sia realmente andata così.
Ma una cosa mi crea molti problemi, e sono proprio le versioni ufficiali.
Non le ho lette, certo, non se non quelle a noi fatte arrivare attraverso i mass media. Ma non si può neanche chiedere ad un normale cittadino di sobbarcarsi il lavoro degno di una commissione d'inchiesta governativa solo per avvalorare le proprie opinioni. Il che non vuol manco dire sparacchiare a casaccio ciò che passa per la mente.
Comunque le versioni ufficiali sono lacunose, i governi hanno spesso mentito su questi argomenti e sono troppo spesso caduti in contraddizione per guadagnarsi un minimo di fiducia (famiglia BinLaden uscita dagli USA poco prima, armi chimiche non trovate in Iraq-faccio notare le migliaia di morti anche civili a causa delle armi fantasma, se vi pare poco-, Falluja, ecc ecc).
Di fatto io noto che chi ha gli strumenti in mano per dire la verità, per fare in modo che ogni dubbio sia fugato, NON LO FA.
Ma perché non lo fa? Cosa c'è da nascondere? Francamente, a livello di buon senso, difficile credere all'aereo sul pentagono. Così come parlando con un'ingegnere civile dell'argomento, mi ha detto che torri di 600m di lato è impossibile che crollino in quel modo, che ci sia un simultaneo cedimento della struttura su TUTTA la superficie della costruzione e che la faccia collassare perfettamente al suo centro. 600m x 600m ragazzi, prendete la macchina, percorreteli, scendete e rendetevi conto... Può accadere, nulla è impossibile, ma 3 su 3 è davvero impossibile. Troppo difficile minare gli edifici? Beh, non basta a fugare un dubbio, e la storia insegna. Come non basta a dare una certezza.
E la cosa più triste è che come al solito si cade nel problema di FEDE: credere o non credere, complottisti o non compottisti, credenti o non credenti. Ma è il dimostrare che sarebbe importante, e francamente, nessuna delle due parti lo fa, troppe lacune. E se io (io in senso lato) pongo un dubbio al mio governo, sarebbe DOVERE del governo darvi risposta, portando tutti i dati e dimostrazioni possibili affinché il dubbio venga fugato e non si possa dire "io credo che..."
Ma questo non viene fatto, si viene subito tacciati di antiamericanismo, di comunismo, o con noi o con loro, ecc, senza affrontare realmente l'argomento (ma come, ci sono altri filmati e non li fate vedere perché sono troppo forti? ma mi prendete per deficiente???) ed alla fine è questa la forza più grande a crearmi dubbi. La mancanza (meritata) di fiducia nelle istituzioni che sono in grado di scatenare una guerra (si parla di vite, ragazzi, mica noccioline) per poi dire: sì, in effetti i rapporti erano fasulli, in Iraq non c'erano armi chimiche... Vabbè, ma ormai ci siamo e andiamo avanti, in fondo Saddam è cattivo ed i petrolio è buono...

Come faccio ad avere fiducia in quello che mi dicono???

Io continuerò la mia visione e cercherò di farmi un'opinione più nitida, ma di sicuro ciò che mi è stato detto non è molto convincente, e troppe mezogne sparano i governi affinché gli si possa credere sulla parola...
Visto quello che è successo dopo, non si può certo dire che il movente mancasse. Il che non basta a condannare nessuno, ma ad aprire le indagini di certo sì...
Peccato che le indagini spettino a noi, a Paolo, a persone che devono affrontare qualcosa come il governo USA, Inglese, ecc...
Non male, eh?
Ottimo, dimentico anche io la firma per il post precedente:
Luca

scusate
>Non mi sembra di aver parlato di vaporizzazione. Riduzione a frammenti, sì; combustione delle parti combustibili, sì; ma non vaporizzazione.

Tu magari no, ma nella versione ufficiale è stata avanzata anche questa ipotesi!

>il crollo delle torri ha coinvolto numerosi edifici vicini, che è stato necessario demolire (alla maniera classica!).

in una situazione "normale" il crollo di edifici di quella portata avrebbe potuto (oserei dire: DOVUTO) fare molti, molti più danni....in questa circostanza le cose sono andate di lusso, fidati!!! Pensa se la parte sommitale si fosse staccata e fosse caduta giù lateralmente...in ogni caso, quando fai una demolizione controllata, anche gli isolati vicini vengono interessati, tant'è che si transenna un'ampia zona attorno all'edificio....dunque è impensabile che, pur in presenza di una caduta "programmata", non ci siano conseguenze per gli edifici vicini!


>Lo scienziato forse non ha ben presente la dinamica dei crolli. Guarda una vera demolizione controllata di un edificio alto e snello, e osserva come si disgrega prima di riuscire a inclinarsi significativamente.

ma APPUNTO!!! in una demolizione CONTROLLATA l'edificio non si piega perchè la struttura portante sottostante si disgrega progressivamente e SIMMETRICAMENTE (e non si inclina)! Quello che dice lo scienziato è che, in assenza di esplosioni controllate che disgregassero via via la struttura portante inferiore(sottolineo: SIMMETRICAMENTE, cioè tutti i pilastri devono cedere nello stesso istante), la cosa più sensata sarebbe stata che l'edificio si inclinasse, e non che cadesse "ordinatamente", in maniera PERFETTAMENTE VERTICALE, su se stesso! SEnza considerare che la cosiddetta "causa scatenante", cioè l'incendio provocato dall'impatto dell'aereo, non ha potuto svilupparsi in maniera uniforme lungo i piani interessati dall'impatto, perchè l'aereo è penetrato in una zona ben localizzata e periferica dell'edificio, dunque non avrebbe avuto la possibilità di far bruciare in maniera uniforme e continuata il nucleo portante centrale...

>Un'esplosione può essere causata da molte cose oltre che da una bomba: in un edificio ci sono molti oggetti che, se scaldati, esplodono, dalle bombolette spray in su.


una bomboletta spray che esplode può provocare un'onda d'urto tale da spostare un uomo che si trova in una stanza adiacente al luogo dell'esplosione (lol)?
Appena trovo il link ti mando il video di alcuni testimoni che hanno fatto proprio questo tipo di esperienza...

>C'era ben più di una scala al WTC. Possono essere passati da una lontana dall'incendio (un piano del WTC misurava 64 x 64 m).


no! le scale sono ubicate al centro dell'edificio, proprio dove c'è la struttura portante ...dunque se si pensa che l'incendio sia la causa del cedimento strutturale, si deve ammettere che esso si sia sviluppato principalmente nella zona centrale, che è esattamente quella dove alcuni sopravissuti asseriscono di essere transitati (vedi qui: http://xoomer.virgilio.it/911_subito/Immy11settembre/calore.wmv) senza aver subito le conseguenze di un incendio simile (rendiamoci conto che si parla di 800°....L'INFERNO, praticamente, nulla a che vedere con un "normale" incendio!)

>Se i dati vengono presentati in maniera selettiva e distorta (per esempio non mostrando le foto dei frammenti d'aereo al Pentagono), anche lo scienziato ragionerà sulla base dei dati disponibili.


In questo caso non si tratta di vedere/non vedere tutto il materiale a disposizione, basta semplicemente osservare il meccanismo di crollo (sotto gli occhi di tutti).....ed è molto, molto sospetto di per sè!
E poi mi sembra che, se c'è qualcuno restìo a fornire dati che potrebbero chiarire ogni dubbio, quello sia il Governo...tu dici che non lo fanno per "sensibilità" o per non esporre matereiale utile ai fini processuali....ma entrambe le ipotesi non reggono: molti parenti delle vittime del Pentagono hanno avviato delle cause giudiziarie per accertarsi sul reale andamento delle cose: come MINIMO, se il Governo avesse avuto la volontà di dissipare ogni dubbio, sarebbe bastato riunire tutti loro e mostrargli tutti i video "illuminanti" che sono stati sequestrati....ma ciò non è mai avvenuto...perchè? se tu avessi una prova che ti scagiona da un processo, te la terresti per te per non "turbare" le persone (rischiando però di essere vittima di un'accusa fallace)?


>Infatti non accuso nessuno di essere credulone: dico solo che chi crede alle tesi complottiste non ha riflettuto abbastanza sulle loro implicazioni (demolizione controllata? Come fai a minare 2 x 100 piani di nascosto?) e non si è informato a sufficienza.

MOlti qui hanno postato commenti un pò pesanti, in cui il "complottista" viene fatto passare per lo scemo del villaggio....io dico che in questo caso è da persone di buon senso farsi quantomeno delle domande PIU' CHE LECITE, perchè la faccenda non è affatto così chiara come si vorrebbe far credere...inoltre, tu mi dici che l'ipotesi non è credibile perchè, secondo te, sarebbe stato logisticamente impossibile mettere tutto quell'esplosivo nelle Torri....ma lol! Se ammetti la possibilità di implicazioni tipo CIA&Co è un giochetto da ragazzi....per prima cosa le cariche esplosive, come tu stesso hai detto, avrebbero dovuto essere piazzate nella zona centrale dell'edificio (dove è collocata la struttura portante).....posso immaginare che, in un arco molto lungo di tempo, siano state disseminate in punti non facilmente ispezionabili da finti tecnici o che ne so io...tanto per fare un esempio, lungo i numerosi vani ascensore (sfido io ad accorgertene)...ma comunque, considerando la posta in gioco e il "curriculum" degli eventuali "complottatori" (lobby dell'industria militare, servizi segreti e compagnia bella), non mi sembra affatto impensabile che abbiano potuto condurre con precisione chirurgica un'operazione del genere....ne avrebbero avuti sia i mezzi, sia il tempo che la preparazione! A mio avviso (e anche per molti esperti del settore) è molto più improbabile pensare che 4 balordi improvvisatisi esperti piloti (in particolare quello del Pentagono) riescano a condurre un attacco così devastante, in un arco così lungo di tempo senza che nessuno intervenisse per fermarli, facendola in barba a CIA e compagnia bella...allora lasciamelo dire: USA=paese delle banane 2....
Non mi sembra di aver parlato di vaporizzazione. Riduzione a frammenti, sì; combustione delle parti combustibili, sì; ma non vaporizzazione.

Tu magari no, ma nella versione ufficiale è stata avanzata anche questa ipotesi!


Dove? Mi dai una citazione esatta?


in una situazione "normale" il crollo di edifici di quella portata avrebbe potuto (oserei dire: DOVUTO) fare molti, molti più danni

In base a quale competenza tecnica fai quest'affermazione? Sei esperto/a del ramo, o è una semplice sensazione?


ma APPUNTO!!! in una demolizione CONTROLLATA l'edificio non si piega perchè la struttura portante sottostante si disgrega progressivamente e SIMMETRICAMENTE (e non si inclina)

Una foto di inclinazione al WTC:

http://static.flickr.com/43/152426663_0502328236_o.jpg

Ti sembra ancora una demolizione controllata?

una bomboletta spray che esplode può provocare un'onda d'urto tale da spostare un uomo che si trova in una stanza adiacente al luogo dell'esplosione (lol)?

No. Ho detto appunto "da una bomboletta IN SU".

no! le scale sono ubicate al centro dell'edificio, proprio dove c'è la struttura portante

che misura comunque diverse decine di metri. Del resto, ci sono abbondanti testimonianze che indicano che la maggior parte delle scale era interrotta e inaccessibile, cercale.

basta semplicemente osservare il meccanismo di crollo (sotto gli occhi di tutti).....ed è molto, molto sospetto di per sè!

Sei particolarmente esperto/a e competente in materia di crolli per poter dare un giudizio del genere?

sarebbe bastato riunire tutti loro e mostrargli tutti i video "illuminanti" che sono stati sequestrati....ma ciò non è mai avvenuto.

Falso. Al processo Moussaoui sono stati mostrati molti reperti filmati e fotografici non pubblicati. Documentati meglio.

non mi sembra affatto impensabile che abbiano potuto condurre con precisione chirurgica un'operazione del genere

Stai parlando della stessa gente che s'è fatta fregare con l'attentato alla USS Cole, la stessa che non è riuscita a nascondere Abu Ghraib, la stessa che non ha saputo trovare (o inventarsi e piazzare) le armi di distruzione di massa in Iraq... o sono geni, o sono cialtroni, ma non possono essere entrambi.


pensare che 4 balordi improvvisatisi esperti piloti

errore: piloti commerciali certificati, lo dice persino Loose Change.

Scusami, per oggi devo smettere di rispondere ai vari commenti (non c'e' soltanto il tuo. Ne riparliamo domani.
Mi accorgo ora di aver scritto in buona fede una bella bischerata....
Mi pareva strano leggendola, ma non mi ero soffermato a riflettere più di tanto.
La base delle torri non può ovviamente essere 600m x 600m come ho scritto, riportando quanto scritto in un sito che addirittura riportava i "dati tecnici" delle torri (http://www.pernondimenticare.it/dati_tecnici.htm), ma mi pare molto più ragionevole il 64m x 64m dei post precedenti.
Comunque rimane il discorso fatto, anche se non assume proporzioni così assurde come con i 600 metri.
Il tutto a confermare come di cavolate se ne leggano tante in giro.
Occhio!

Luca
Scusa Paolo ma tu sei un'esperto di esplosioni ?
Secondo te uno dovrebbe essere un esperto per poter discutere di qualche cosa ?
allora dovresti immediatamente lasciare perdere tutto il tuo blog ed occuparti SOLO di informatica , e forse neanche quella , visto che non risulta dal tuo curriculum che tu abbia frequentato una scuola.
Quello che serve è solo un pò di buon senso :Un edificio che crolla da solo in modo simmetrico è probabile , due un pò di meno ma con tre siamo nei margini dell'impossibile. No , non sono un esperto statistico , ma ho visto edifici crollati , e ti assicuro che in questi casi qualcosa rimane sempre in piedi .
Alcuni anni fà a Roma un idiota per poter allargare lo spazio della sua tipografia a largo La Loggia ha avuto la bella pensata di tagliare alcune colonne portanti , il palazzo è crollato , ma solo l'ala interessata.
Al wtc7 i detriti hanno tagliato tutte le colonne ?
Non mi sembra , visto che è rimasto in piedi per parecchie ore dopo i crolli , eppure anche questo è crollato in maniera simmetrica.
Fai vedere l'immagine della parte superiore che stà crollando inclinata , bè a me il buon senso dice che quella parte avrebbe dovuto continuare ad inclinarsi e cascare di lato , invece si è polverizzata anche quella , come lo spieghi l'effetto plumcake , visto che non c'erano piani superiori a crollare ?
Ah già , dimenticavo , non sei un'esperto.
Fabrizio A.
Scusa Paolo ma tu sei un'esperto di esplosioni ?

No, ma so distinguere un'esplosione (prodotta da esplosivo) da una palla di fuoco (prodotta da carburante nebulizzato) e da una voluta di fumo (gli "squib").

Secondo te uno dovrebbe essere un esperto per poter discutere di qualche cosa ?

No, però aiuta. Se ho bisogno un parere medico, mi fido più delle idee di un medico che di quelle del mio fruttivendolo.

allora dovresti immediatamente lasciare perdere tutto il tuo blog ed occuparti SOLO di informatica , e forse neanche quella , visto che non risulta dal tuo curriculum che tu abbia frequentato una scuola.

Shhh!! Che non si sappia in giro! I carabinieri hanno speso anni a cercarmi per impormi almeno la frequenza della scuola dell'obbligo :-)


Quello che serve è solo un pò di buon senso :Un edificio che crolla da solo in modo simmetrico è probabile , due un pò di meno ma con tre siamo nei margini dell'impossibile.

Due dei tre sono stati colpiti direttamente da aerei di linea da 100 tonnellate, che hanno aggiunto di botto il loro peso alla struttura; il terzo è stato colpito dai frammenti delle torri. Il crollo è tutt'altro che simmetrico, come puoi vedere dalle foto aeree della zona devastata e dalle foto del crollo della prima torre.

No , non sono un esperto statistico , ma ho visto edifici crollati , e ti assicuro che in questi casi qualcosa rimane sempre in piedi .

Be', in effetti qualcosa del WTC è rimasto in piedi (le cosiddette guglie o "spires", cercale in Google). Comunque confronti crolli di edifici con struttura tradizionale con crolli di torri a struttura tubolare con anima di supporto. Pere con mele.

a me il buon senso dice che quella parte avrebbe dovuto continuare ad inclinarsi e cascare di lato

il buon senso inganna, a volte. Il buon senso dice che il Sole gira intorno alla Terra e che la Terra è piatta. Solo l'osservazione attenta rivela che il buon senso è ingannato.

come lo spieghi l'effetto plumcake

Cos'è l'effetto plumcake? :-)

Ah già , dimenticavo , non sei un'esperto.

No, ma sono goloso di pancake. Vieni a trovarmi, te ne cucino un po' e parliamo di complotti.
>>No, ma so distinguere un'esplosione (prodotta da esplosivo) da una palla di fuoco (prodotta da carburante nebulizzato) e da una voluta di fumo (gli "squib").

Appunto , pur non essendo un esperto ne stai parlando , quindi non vedo che male c'è se lo fanno pure gli altri

>>No, però aiuta. Se ho bisogno un parere medico, mi fido più delle idee di un medico che di quelle del mio fruttivendolo.

Sempre sperando che il tuo medico non si è comprato la laurea , oppure che non sia comprato da qualche multinazionale farmaceutica per vendere medicine inutili.(Il massimo della sfiga? Tutti e due )
Se ho problemi di stomaco vado dal fruttivendolo e prendo due limoni , sono pure dissetanti.

>>Shhh!! Che non si sappia in giro! I carabinieri hanno speso anni a cercarmi per impormi almeno la frequenza della scuola dell'obbligo :-)

C.V.D.

>>Due dei tre sono stati colpiti direttamente da aerei di linea da 100 tonnellate

Che rientrava nel margine di progettazione , visto che gli edifici sono rimasti in piedi

>>che hanno aggiunto di botto il loro peso alla struttura

Dunque vediamo , il contatto cemento - aereo fà sparire l'aereo , il contatto acciaio - aereo non lo fà sparire , ho capito bene ?

>>il terzo è stato colpito dai frammenti delle torri.

Gli altri edifici , che avevano maggiori danni , li hanno demoliti a dicembre

>>Il crollo è tutt'altro che simmetrico, come puoi vedere dalle foto aeree della zona devastata e dalle foto del crollo della prima torre.

Se nel crollo delle torri (esclusa la parte superiore , che sparisce non si sà come) tu ci vedi una qualche inclinazione o deviazione o spostamento della struttura non ci posso fare nulla , non sono medico. Consiglio un oculista

>>Be', in effetti qualcosa del WTC è rimasto in piedi (le cosiddette guglie o "spires", cercale in Google)

Già fatto,quello è tutto ciò che rimane di sette edifici ? mi sembra un pò poco.

>>Comunque confronti crolli di edifici con struttura tradizionale con crolli di torri a struttura tubolare con anima di supporto. Pere con mele.

se le faccio rotolare entrambe dal tavolo si ammaccano , se le lascio cadere da un'aereo si spiaccicano,la fisica è fisica. Come vedi qualche somiglianza c'è , non disperare , puoi trovare di meglio

>>il buon senso inganna, a volte. Il buon senso dice che il Sole gira intorno alla Terra e che la Terra è piatta. Solo l'osservazione attenta rivela che il buon senso è ingannato.

Infatti il giorno dopo che le torri crollarono tutti eravamo convinti che fosse stato bin laden , ma poi in parecchi hanno osservato , ovviamente non tutti osservano

>>No, ma sono goloso di pancake. Vieni a trovarmi, te ne cucino un po' e parliamo di complotti.

A ottobre passo da quelle parti , ti farò sapere



Questo tipo risposte in gergo internet viene chiamato flame , e non porta da nessuna parte.
Come vedi ci sò giocare anche io , quindi o fai qualche discorso serio oppure chiudiamo.
Vuoi parlare dei complotti ?
Sei dentro ?
No , secondo me sei fuori , quindi come puoi parlare dei complotti ?
I complotti li vedi se sei dentro , altrimenti non li chiameresti complotti , non sai che esistono.
Ma sono più complotti quelli conosciuti o quelli sconosciuti ?
se non sai che esistono è giusto chiamarli complotti?
Proviamo ad utilizzare un altro termine , giusto per facilitare la spiegazione.
Ho trovato , compluno , cosa ne pensi ? Compldue non mi piaceva
Dicesi compluno un complotto sconosciuto , mentre per complotto si intende un complotto conosciuto .
Non sarebbe più interessante parlare dei compluni ? esistono sai , alcuni brutti alcuni belli.
Tu li hai mai visti ?
Io si , uno proprio oggi ,bellissimo, l'europa che vuole accusare bush dell'attentato , come finirà ?
Ovviamente ne esistono altri , ma non sai che esistono

Fabrizio A.
Appunto , pur non essendo un esperto ne stai parlando , quindi non vedo che male c'è se lo fanno pure gli altri

Come vedi dai 130 e passa commenti, non nego questo diritto a nessuno.

Due dei tre sono stati colpiti direttamente da aerei di linea da 100 tonnellate

Che rientrava nel margine di progettazione , visto che gli edifici sono rimasti in piedi


WTC 1 e WTC 2 sono crollati.



che hanno aggiunto di botto il loro peso alla struttura

Dunque vediamo , il contatto cemento - aereo fà sparire l'aereo , il contatto acciaio - aereo non lo fà sparire , ho capito bene ?


Aggiungere 100 tonnellate a una torre d'acciaio alta 400 m è cosa diversa dall'aggiungerli a piano terra a una struttura di cemento armato alta poche decine di metri.

il terzo è stato colpito dai frammenti delle torri.

Gli altri edifici , che avevano maggiori danni , li hanno demoliti a dicembre


E' nella natura dei crolli random causare danni disuniformi in strutture differenti.

Se nel crollo delle torri (esclusa la parte superiore , che sparisce non si sà come) tu ci vedi una qualche inclinazione o deviazione o spostamento della struttura non ci posso fare nulla , non sono medico. Consiglio un oculista

Risparmia l'ironia.

Be', in effetti qualcosa del WTC è rimasto in piedi (le cosiddette guglie o "spires", cercale in Google)

Già fatto,quello è tutto ciò che rimane di sette edifici ? mi sembra un pò poco.


Opinione personale.


Questo tipo risposte in gergo internet viene chiamato flame , e non porta da nessuna parte.

Mi dispiace. Ieri notte ho passato una buona mezz'ora a scriverti delle risposte concise ma pacate. Mi rendo conto che ho perso tempo, se questo è il tuo atteggiamento.

Ho trovato , compluno , cosa ne pensi ? Compldue non mi piaceva
Dicesi compluno un complotto sconosciuto


Ok, ho capito. Sei qui per sfottere e non per discutere. In tal caso, scusami ma ho di meglio da fare.
Mi dispiace Paolo, mi dispiace per quanto sei scemo. con rispetto parlando, hai le fette di salame sugli occhi.
ma se agli USA serviva un attentato spettacolare, non gli bastava semplicemente allentare i controlli e aspettare, invece di architettare tutto 'sto casino pieno di buchi e controversie? Mica ci sarebbe voluto molto... Voglio dire, l'attacco con gli aerei di linea mica è sta genialata.

Oltre al fatto che per mantenere credibilità hanno poi dovuto organizzare anche un sacco di altri attentati, nel mondo...
per Anonymous : 25/5/06 13:55

in effetti e ciò che la commissione europea stà studiando sul caso dei rapimenti cia.
lo ha detto chiaramente Giulietto Chiesa , lui è un esperto , ieri sera a matrix .
gli americani hanno RAPITO persone in europa ,perchè quando una persona viene prelevata e non si hanno più notizie viene chiamato rapimento e non arresto , la persona arrestata ha dei diritti , non scompare nel nulla ,ed il tutto giustificato dai fatti dell 11/9 , che non sono andati come li hanno descritti gli americani.
se qualcuno mente non è un pò sospetta la cosa ? Quello che oggi è accaduto all'imam milanese domani potrebbe succedere a noi , a me dà un pò fastidio la cosa , a te no ?


per Paolo

quello che vedi qui sopra si chiama discutere .
Prendere un discorso , farlo a fettine , copiare ed incollare invece si chiama flame .
In due lunghetti post di risposta sei riuscito una sola volta a scrivere di tua iniziativa tre righe di seguito , se per te questa è un discussione...
Se pensi di essere sicuro di tutto ciò che sai non è un mio problema , ma credo che sarà un problema per la conoscenza della Verità, perchè ce ne sono molte di persone come te che davanti all'evidenza dei fatti ,pur di non dover cambiare la loro vita, negheranno la Verità.
Alcune persone hanno bisogno di anni , altre non ci riusciranno per niente , ma alla fine rimane solo la Verità , perche ha basi solide , molto più di quelle delle Twin Tower.

Fabrizio A.
Buongiorno a tutti.
Grazie Paolo per il lavoro che fai, ho beneficiato spesso dei "consigli" tratti dal tuo sito e non dimentico che è tutto gratis: sono genovese e questo per me non è da poco...! ;-)

Mi sono rimasti (per ora) alcuni dubbi sulla tanto sviscerata "911 quaestio" e, pur avendo letto un paio di volte tutti i messaggi non mi sembra di aver visto risposte chiarificatrici. Se mi sono sfuggite mi scuso anticipatamente.

Dubbio 1: secondo alcune formule fisiche esposte in un precedente articolo (Anonymous : 10/3/06 11:18) i tempi di crollo delle torri sono molto vicini a quelli di un peso in caduta libera. Siamo sicuri che le parti degli edifici sottostanti il punto d'impatto non avrebbero dovuto opporre una seppur minima resistenza?

Dubbio 2: Quanto carburante conteneva il velivolo che impattò contro il Pentagono? Appurata la quantità (verosimile, se non esatta) quanto ci mette una tale quantità a bruciare? Quanto calore genera un incendio (rapido o lento che sia) di questo tipo? Vi è compatibilità con le foto (e il filmato) dell'impatto?

Dubbio 3: Che tipo di turbolenza provoca dietro di sé un 757? Tale turbolenza è compatibile con le foto dell'area lungo la quale il velivolo sarebbe passato a volo radente per poi impattare contro il pentagono?

Un grazie anticipato a chi vorrà cimentarsi con i calcoli necessari.
ciao paolo attivissimo
io sono tra quelli convinti che bin laden (quindi il terrorismo islamico) sia una creatura dell'intelligence americano israelita e che i crollo delle torri sia responsabilità diretta delle intelligence suddette (insomma quello che voi definite un cospirazionista :)...

convinzione che si fonda naturalmente non sulla base di prove certe (nessuno che non sia direttamente coinvolto probabilmente ne può avere) ma su una serie di indizi che per la mia mente razionale sono davvero troppi per poterli liquidare come casualità...
ho letto solo parte degli interventi ed ho anche apprezzato molte delle tue spiegazioni, ma...la domanda che mi sorge e che mi inquieta è questa : dal momento che siamo, mi sembra, tutti d'accordo nell'ammettere che entrambe, sia la tesi ufficiale che la tesi dei cospirazionisti, presentano evidenti falle e contraddizioni, perchè ti sforzi di rilevare ed evidenziare quelle di questi ultimi e non fai altrettanto con quelle ufficiali con tanto fervore, puntualità e se mi consenti, accanimento?
perchè a me così sembra e nel caso mi sbagliassi ne sarei ben felice...o forse è che non ne sono al corrente (nel caso ti sarei grato me lo segnalassi) ed invece da qualche parte c'è anche una tua analisi che approfondisce le "falle" ufficiali con uguale perizia e convinzione?
dal momento che siamo, mi sembra, tutti d'accordo nell'ammettere che entrambe, sia la tesi ufficiale che la tesi dei cospirazionisti, presentano evidenti falle e contraddizioni

No, scusami. La tesi ufficiale della dinamica degli attacchi ha dei punti nei quali mancano dati; le tesi dei complottisti hanno falle e contraddizioni.

da qualche parte c'è anche una tua analisi che approfondisce le "falle" ufficiali con uguale perizia e convinzione?

Vorrei tanto che ci fosse: io non l'ho trovata. Trovo soltanto sempre le stesse ipotesi già smontate da tempo.
>>>>> Su un punto sono d'accordo con il presentatore di "In Plane Site": devono esserci altri filmati dell'impatto al Pentagono. Anzi, ci sono, e sono almeno tre, come ho già accennato in uno dei miei articoli sull'argomento. Tuttavia possono esservi altre ragioni più banali e meno drammatiche, oltre al complotto, per averli sequestrati e segretati. Per esempio, si potrebbe ritenere che siano troppo scioccanti per un'opinione pubblica già fortemente scossa come quella statunitense, o che debbano essere tenuti riservati per poterli usare come prove in un eventuale processo contro i mandanti degli attentati.<<<<<<<
viaa paolo che non ci credi nemmeno tu! ;)
cosa ci può essere di scioccante nell'immagine video di un aereo che si schianta contro il pentagono? perchè dovrebbe essere più scioccante delle immagini degli aerei che si sono schiantati sulle torri e che gli americani rivedono ogni giorno?
la verità è opposta : per gli americani, per il popolo americano, sarebbe certo più rassicurante e liberatorio vedere l'immagine dell'aereo che si schianta contro il pentagono piuttosto che sentire (giustamente ed inevitabilmente a questo punto) il sospetto crescere riguardo ad una verità che pare sempre più lontana da quella propinata a livello ufficiale...
tra l'altro diffondere quello spezzone di filmato che non mostra nulla e continuare invece a mantenere nascosti quelli ripresi dalle altre telecamere, non può che alimentare ulteriormente e ragionevolmente i sospetti...ma forse al pentagono ed alla casa bianca pensavano che, come spesso succede, fosse sufficiente mostrare delle immagini confuse e dire "hey quello è il boeig che si è schiantato sul pentagono!" perchè la gente ci potesse credere...stavolta però il trucco pare non abbia funzionato se addirittura nei telegiornali italiani se ne è data notizia come di un tentativo fallito di screditare la tesi cospirazionista! :D
inoltre paolo...non m'intendo di aerei per cui chiedo il tuo aiuto in merito ad un dubbio : i motori mi pare dovrebbero essere la parte dell'aereo che più di ogni altra può penetrare in profondità, sbaglio? perchè allora il foro d'entrata sulla facciata del pentagono è solo uno?
inoltre...quel foro è ad altezza molto bassa, il primo piano...ipotizzando l'impatto del boeing mi sembra si possa pensare a due sole alternative :
il boeing avrebbe dovuto arrivare con volo radente, anzi strisciando sul terreno...ma perchè allora non ci sono segni sul prato antistante?
oppure, per impattare a quella altezza si può ipotizzare che il boeing sia arrivato con traiettoria dall'alto verso il basso (ipotesi per altro che pare smentita dallo stesso filmato diffuso dalle autorità americane), ma non spiegherebbe allora come il foro di uscita dal terzo anello sia più o meno alla stessa altezza di quello di entrata!
i motori mi pare dovrebbero essere la parte dell'aereo che più di ogni altra può penetrare in profondità, sbaglio?

Sono una delle parti più robuste, insieme al carrello. Anche la fusoliera, per quanto fragile, ha molta massa e quindi ha una notevole forza di penetrazione. I motori, o perlomeno le loro parti robuste (alberi), dovrebbero essere altamente penetranti.

perchè allora il foro d'entrata sulla facciata del pentagono è solo uno?

Quello è presumibilmente il foro d'entrata della fusoliera. I fori d'entrata dei motori potrebbero trovarsi nelle brecce al piano terra del Pentagono, ai lati del foro primario, dove hanno presumibilmente impattato le ali.

inoltre...quel foro è ad altezza molto bassa, il primo piano...ipotizzando l'impatto del boeing mi sembra si possa pensare a due sole alternative :
il boeing avrebbe dovuto arrivare con volo radente, anzi strisciando sul terreno...ma perchè allora non ci sono segni sul prato antistante?


Può essersi avvicinato con un angolo molto ridotto (magari uno-due gradi). E' uno degli argomenti ai quali sto lavorando, ma per ora non posso sbilanciarmi.

non spiegherebbe allora come il foro di uscita dal terzo anello sia più o meno alla stessa altezza di quello di entrata!

Una possibilità è che l'aereo, impattando contro l'edificio, sia stato deflesso dalla soletta delle fondazioni. Entra inclinato e poi si raddrizza, guidato dalla struttura dell'edificio.
Se il DVD in questione vi ha "sorpreso" (per usare un eufemismo) guardatevi questo:

http://video.google.com/videoplay?docid=3690639365043316062&q=911+loose+change+italian

E per l'amor di DIO non vivete con certezze e punti esclamativi, ponetevi sempre un DUBBIO, vivete con punti di domanda... le verità non sono cose semplici, non abbiate la presunzione di averla... Se esiste qualcosa di buono nella società in cui viviamo è figlia dei dubbi, di gente che si è chiesta perchè, di persone che sono andate contro i luoghi comuni e le verità omologate...
-Alarik-
Sto guardando Matrix su canale 5, e la domanda, al di là del mare di quesiti e dubbi che COMUNQUE mi rimangono, una domanda prevale su tutte: MA PERCHE' CAVOLO CHIAMANO SIMILI INCOMPETENTI A QUESTE TRASMISSIONI???
Insomma, i dubbi ci sono e sono anche leciti, i punti oscuri ci sono e sono anche leciti, ed io devo sentirmi dire dagli ospiti "da quello che so, non ho avuto tempo di fare una ricerca si internet?" (parola di Vinci). Oppure "un B52 si schiantò sul Emphire State Bulding" (parola di Fracassi) a cui segue "non sono a conoscenza di questo fatto" (parola di Vinci).
Ma siamo fuori di testa?
Io non sono complottista o ufficialista, ma dei punti oscuri li vedo nella vicenda, e mi aspetterei che in una trasmissione simile si provasse quantomeno a chiarirli.
Avrei preferito vedere te, Paolo, ed il buon Jack, che per quanto abbiate battibeccato, almeno mi avete dato qualcosa di intelligente su cui riflettere ed un confronto su degli elementi e non sulle solite chiacchiere.


Luca
Sto guardando Matrix su canale 5, e la domanda, al di là del mare di quesiti e dubbi che COMUNQUE mi rimangono, una domanda prevale su tutte: MA PERCHE' CAVOLO CHIAMANO SIMILI INCOMPETENTI A QUESTE TRASMISSIONI???
Insomma, i dubbi ci sono e sono anche leciti, i punti oscuri ci sono e sono anche leciti, ed io devo sentirmi dire dagli ospiti "da quello che so, non ho avuto tempo di fare una ricerca si internet?" (parola di Vinci). Oppure "un B52 si schiantò sul Emphire State Bulding" (parola di Fracassi) a cui segue "non sono a conoscenza di questo fatto" (parola di Vinci).
Ma siamo fuori di testa?
Io non sono complottista o ufficialista, ma dei punti oscuri li vedo nella vicenda, e mi aspetterei che in una trasmissione simile si provasse quantomeno a chiarirli.
Avrei preferito vedere te, Paolo, ed il buon Jack, che per quanto abbiate battibeccato, almeno mi avete dato qualcosa di intelligente su cui riflettere ed un confronto su degli elementi e non sulle solite chiacchiere.


Luca
Scusatemi,
a causa di un pasticcio con i tasti back e forward ho postato due volte lo stesso commento.
Chiedo venia...
Luca
Leggendo il sito, gli articoli e infine questi commenti mi sono risuonate celebri biscardate quali "E' tuddo un comploddo!" LOL...

Vabbè, a parte gli scherzi... Volevo prima di tutto complimentarmi con Paolo per l'ottimo lavoro da lui svolto nel confutare le bislacche ipotesi complottiste che da anni girano su questi eventi. Che ci siano dei fatti oscuri, che qualche informazione ci sia stata celata, che il Governo USA ne sappia molto di più, è probabilissimo, e posso sospettarlo tranquillamente. Ma francamente i dubbi sollevati da documentari come In Plane Site e altre pubblicazioni simili sono flebili quanto le fantasticherie di Dan Brown nel Codice Da Vinci.

Sottolineo che per diversi anni sono stato un complottista convinto su diversi avvenimenti del passato: il caso Kennedy, il primo sbarco sulla Luna, avvistamenti UFO e tante altre cose... Ma alla fine mi sono detto: "Perché sto dando ascolto a tutte queste informazioni che ci vengono propinate a destra e a sinistra, e non cerco invece di verificarle di persona?" Ed è così che ho fatto per il caso JFK. Beh, dopo ben sei mesi passati a cercare materiale, documenti, informazioni, testimonianze (ovviamente nei limiti che un ventenne di paese come me ha) sono passato dall'essere un convinto sostenitore della tesi della cospirazione a riconoscere invece la fondatezza della tesi ufficiale: Oswald agì da solo. Che poi altri fossero a conoscenza delle sue reali intenzioni, questo non ho modo di saperlo.

So che questa vicenda è completamente diversa, ma ho voluto riportarla come esempio, poiché mi ha insegnato a non dar credito alle cose che mi vengono propinate dai mass-media, da Internet, da documentari a favore di questa o di quell'altra tesi, film (non vi dico che delusione mi ha dato Oliver Stone...), e ad analizzare i fatti DOCUMENTANDOMI, STUDIANDO, CONFRONTANDO... insomma, ad USARE LA MIA TESTA. Ed è una cosa che consiglierei di fare a tutti quegli idioti (si, idioti) che sono entrati qui insultando il povero Paolo (non mi riferisco, ovviamente, a coloro che, pur di idee opposte, hanno esposto i loro pensieri educatamente e con rispetto reciproco delle opinioni espresse).

Concludo questo mio intervento invitando ancora una volta tutti quanti ad esporre le proprie idee in modo tranquillo e sereno.

PS: Lasciatemi dire un'ultima cosa, leggendo tutti le discussioni precedenti vorrei far notare che siamo impelagati in un immenso circolo vizioso che, a parte forse poche eccezioni, non penso avrà mai fine :P

Sid
Salve,
aggiungo alcuni miei modestissimi interrogativi, sorti in me, che ero certissimo della tesi ufficiale dopo aver visionato parecchio - non tutto- del materiale reperibile in rete.

1. come mai l'impero americano si e' lasciato colpire in modo cosi' planetariamente plateale mostrando il fianco docilmente ad un attacco cosi' devastante?
2. La grande esercitazione delle forze aeree di difesa ha obiettivamente sguarnito tutte le difese di intercezione : sfruttata dai terroristi oppure creata ad arte?
3. il governo americano afferma che un attacco di tale portata era inimmaginabile ma ci sono prove che invece non e' cosi: coprono incapacita o dolo?
4. servono davvero tante persone per organizzare una cosa del genere o basta un buon gruppo di agenti specializzati in demolizioni?
5. il fatto che dal 1980 in italia non si sappia nulla su chi ha abbattuto un aereo di linea a ustica basta a spiegare che se si vuol coprire una malefatta e' davvero possibile anche se vengono coinvolte tante persone?
6. un aereo colpi l'empire state building che vennecostruito nel 1930 mentre le torri furono costruite molti anni dopo con tecnologie all'avanguardia perche sono crollate e il primo no?
7. se l'edificio n.7crolla per essere stato colpito da pezzi delle torri perche' non si vede nessun danneggiamento? Incendi vasti non si vedono aerei non lo colpiscono... nessun grattacielo e' mai crollato dopo un anche furioso incendio...


e altri ancora....
Con cio' non voglio affermare che ci sia stato per forza un complotto o chissa che. Certo e' che ci sono parecchi interrogativi senza risposta. Certo e' che in Iraq si e partiti con Bush che urlava alle bombe atomiche e vien fuori non solo che e' una balla ma che per questa balla in gran bretagna un consigliere di blair finisce per suicidarsi per un dossier falso e che i nostri serivizi sono implicati alla fabbricazione di questo dossier. I quali oltre tutto ora sono in mezzo al rapimento di un presunto terrorista a milano.
Con cio aggiungo che se proprio ci dev'essere un impero meglio che sia di stampo occidentale che arabo visto che almeno qui nessuno si sogna di tagliarmi la testa se parlo male di bush.
a proposito di complotti, anche sul tumulto dei ciompi ci sono parecchie cose poco chiare e gravi interrogativi. chissà, forse anche in quel caso dietro c'erano la cia, bush e berlusconi...
e dell'assasinio di giulio cesare? credete ancora alla favola di bruto e cassio?
Washington DC, 17 ottobre (PRWEB)
Amazon ha pubblicato un’affermazione senza precedenti da parte di una figura della comunità dell’intelligence USA che attribuisce le colpe dell’11/9 a Dick Cheney e ad alti membri dell’esecutivo della CIA. Robert Steele, repubblicano da una vita, fondatore del Marine Corps Intelligence Center e il primo fra i recensori della non-fiction di Amazon, ha scritto questa conclusione "con grande rammarico" dopo aver letto 9/11 “Synthetic Terror: Made in USA”, di Webster Tarpley, che egli loda come "senza dubbio, il più importante punto di riferimento moderno sul terrorismo di Stato."

L’autore e il recensore sono esperti di intelligence provenienti da due sponde differenti ma con vedute convergenti (le loro biografie sono sulla Wikipedia). Una caratteristica unica di 9/11 Stnthetic Terror è che Tarpley non imputa le operazioni sotto falsa bandiera, come quelle dell’11/9, a un intero governo o agenzia governativa. Il suo modello della “rete canaglia” mette in evidenza piccole quantità di talpe che infestano nodi cruciali in istituzioni come la CIA e i mass media.
Secondo Robert Steele la missione di intelligence della CIA è stata sovvertita dalle follie delle sezioni dedite alle operazioni segrete, per esempio, le false prove a supporto di una guerra in Iraq. Egli rappresenta la maggioranza degli ufficiali onesti della CIA che sostengono la Costituzione partecipando al movimento per l’intelligence open source.

Quando Steele non è impegnato nella lettura di centinaia di libri di saggistica, si occupa di riportare l’intelligence nella comunità degli esperti di intelligence. Il suo sito web, OSS.net, una Rete di partnership sull’intelligence globale, è un concetto rivoluzionario per l’intelligence del futuro: un’intelligence globale, open source, che si avvale del potere della rete e dei contributi dei cittadini in tutto il mondo.
Webster Tarpley è stato designato come relatore di primo piano alla conferenza di gennaio organizzata da OSS.net nella Virginia del nord. Tarpley è stato borsista Fullbright in Italia, dove fu il primo a presentare le Brigate Rosse come un controgruppo di terroristi organizzato dalla cricca neofascista italiana per tenere gli eurocomunisti fuori del governo (nel suo libro Chi ha ucciso Aldo Moro, pubblicato in italiano nel 1978). Nel 1991 irruppe nell’opinione pubblica con la storia del profondo coinvolgimento della dinastia Bush nel finanziamento del nazismo, in George Bush: The Unauthorized Biography.

Steele, nella sua recensione al libro di Tarpley, intitolata “Fra centinaia di libri, l’approccio più forte alla verità”, scrive:
“E, con grande tristezza, concludo che 9/11 Synthetic Terror di Tarpley è il più forte fra gli oltre 770 libri da me recensiti qui su Amazon, quasi tutti di saggistica. Devo concludere che l’11/9 è stato come minimo lasciato accadere come un pretesto per la guerra […]. Molto affascinante è la connessione, tracciata dall’autore, fra Samuel Huntington, l’autore de Lo scontro delle civiltà, e Leo Strass, l’anello che lega i nazifascisti e i neocon.
Questo, senza dubbio, è il più importante testo di riferimento moderno sul terrorismo di Stato, e anche il testo dove si suggerisce nel modo più puntuale che gli elementi canaglia nel governo USA, guidati verosimilmente da Dick Cheney con l’assistenza di George Tenet, Buzzy Krongard e altri vicini alle gang di Wall Street, sono i più colpevoli di terrorismo di stato […].

Tristemente, l’Esecutivo è ora al servizio di corporation che beneficiano di gravi delitti e nefandezze, anziché al servizio del popolo americano, il quale soffre gravemente per questi terribili misfatti.”
Vi invitiamo a leggere e votare sulla recensione completa in Amazon.com
A proposito dell’11 settembre: chi è il complottista? Quello che accetta la versione ufficiale, secondo cui 19 spostati, guidati da un signore che non sa quasi niente di cosa stanno facendo, e che è a 20 mila chilometri di distanza, in una grotta afghana, riescono a realizzare il 75% dei loro obiettivi (tre aerei su quattro) ammazzando circa 3000 persone e mettendo nel panico più totale la prima e unica superpotenza mondiale? Oppure quello che non crede a una tale fantasiosa, ridicola e insostenibile versione dei fatti e chiede, semplicemente, che gliene venga fornita una migliore, più credibile, corrispondente ai dati di fatto che si vanno accumulando ormai da cinque anni e non possono più essere smentiti?

Nonostante il complotto sia, con ogni evidenza, quello descritto e fornito dall’Amministrazione americana; nonostante si abbia tutti la prova che il presidente degli Stati Uniti, e il suo vice sono dei bugiardi matricolati; nonostante che costoro abbiano già fatto morire (in Irak) mandandoli a combattere sulla base di una serie di clamorose menzogne, almeno tanti americani quanti quelli che morirono negli attentati dell’11 settembre (senza contare i morti civili in Afghanistan e in Irak, che per l’occidente non contano infatti nulla); nonostante tutto questo sia già largamente noto, sono quelli che chiedono la verità a essere definiti «complottisti» e le loro idee «teorie del complotto».

E chi sono gli accusatori? Tutti i più importanti organi d’informazione del mondo. I quali, invece di fare del giornalismo, sottoponendo la versione ufficiale alle normali verifiche che si merita ogni versione ufficiale, sono diventati propagandisti megafoni, addetti stampa del governo statunitense. Da cinque anni una cappa di silenzio pesante come il piombo è calata sulla vicenda che «ha cambiato la storia del mondo». Niente di meno.

Dell’11 settembre si è continuato a parlare, come in un mantra ripetuto all’ossessione; delle sue conseguenze - la guerra contro il terrorismo internazionale - sono piene le pagine e gli schermi del mondo intero. Ma ogni interrogativo è stato taciuto. Anzi, i pochi che cercavano di riproporre qualche timida obiezione, basandosi sulle più gigantesche incongruenze della versione ufficiale, cioè del complotto ufficiale, venivano semplicemente irrisi, quando non squalificati come pazzi, dementi, o pericolosi alleati degli stessi terroristi islamici.

A tal punto il mainstream informativo ha taciuto, mentito, distorto i fatti, intimidito, censurato autocensurandosi, da costringere alla conclusione che se un complotto c’è stato, è stato quello dei grandi media informativi: per impedire che il complotto vero, ufficiale, venisse scoperto e denunciato. Una colossale operazione di stornamento dell’attenzione è stata compiuta e l’inganno è diventato un fatto storico di tale pietrosa possanza da non poter essere non dico demolito, ma nemmeno scalfito dalla minima ombra di dubbio.

Ma, a cinque anni di distanza, le crepe nel muro di silenzio si sono fatte larghe. E tacere non è più possibile, neanche negli Stati Uniti dove parlare equivale a essere bollati come terroristi (in Italia solo un po’ meno). Così si spiega che Matrix abbia deciso di parlare dell’11/9 per ben due volte in pochi giorni . E’ avvenuto dopo che Beppe Grillo, sul suo blog, aveva deciso di pubblicare una mia lettera, con l’invito a «Rompere il muro del silenzio». E come conseguenza non solo il blog è stato invaso di commenti, di sollievo in gran parte, di gente che aspettava da un momento all’altro che saltasse il tappo, ma il sito di Megachip (www.megachip.info) e il suo dossier 9/11 è stato assaltato da oltre 220 mila accessi individuali nello spazio di tre giorni.

Cose italiane, da periferia dell’impero, si dirà. E invece non è così. Perchè pochi giorni prima, precisamente il 23 maggio, il primo sondaggio d’opinione in materia, condotto negli Stati Uniti dall’autorevole Zogby, per conto del gruppo di studio «Verità sul 9/11» (quello che ha organizzato un grande incontro a Chicago che si apre in questi giorni) ha permesso di scoprire che il 45% degli americani pensano che sia accettabile l’idea di riaprire l’inchiesta sugli attacchi dell’11 settembre, mentre il 42% sono dell’opinione che vi sia stato un complotto (cover up), ma che a compierlo, per coprire la verità, sono state le autorità federali. Sono minoranza, quelli che la pensano così, ma non sono più «marginali». Forse è per questa ragione che qualcosa comincia a trapelare, per impedire che il piccolo rivolo diventi un torrente. Così escono filmati misteriosi che prima erano tenuti segreti. E usciranno altre cose, per alzare cortine di fumo, e confondere le piste. Il bello sta per arrivare, basta stare attenti, e con gli occhi aperti.
Giulietto Chiesa
Ho letto un pò di articoli e vostri commenti... devo dire che come sempre abbiamo molto materiale per le mani... come per kennedy, qualcuno monta e altri smontano..il solito tormentone..pultroppo pochi sanno la verità...e ancor di meno quella del '63. Comunque, dopo questa introduzione, vorrei esprimere il mio giudizio. In primis non difenderei mai un'amministrazione come quella di Bush perché è la dimostrazione dell'infamia più totale ( interessi e bugie a ruota) basti vedere le elezioni del 2000, le due guerre fino ad oggi, il patriot act ecc.. Perciò prima ci penserei due volte a escludere un complotto con certa gente!! secondo vorrei sapere certe cose..già che qui son tutti bravi e io sono il solito pirla che gira attorno alle fiabe.. 1: dove stava l'esercito più potente al mondo?? a dormire..si..a fare delle esercitazioni..guarda caso.. 2: Un aereo a 800 kmh raso terra si disintrega in 5 metri di cemento armato.. facendo un forellino di 5m compatibile con la circonferenza del corpo dell'aereo e lascia qalche pezzettino qui e là?? da dimostrare se i rotori sono di quel aereo e ricordo che i motori erano grandicelli.. 3: fuoco che brucia per ore alle torri fino a farle crollare e qui solo un pò di fumo?? (il crollo è dovuto all'instabilità della struttura..)4: filmati che spariscono o vengono sequestrati.. ma mi chiedo come mai sempre questo tempismo... 5: Torri che cadono come per magia.. per il fuoco e l'impatto..ma se ci sono palazzi che hanno bruciato per giorni e nn sono mai crollati (ci sono tecnici che dicono che il calore nn era sufficente per causare problemi alla struttura)!! 6: Strani voci di chiusura delle torri al pubblico ed ecc.. le settimane prima dell'11 settembre.. mah..coincidenze..(come sempre dite voi)7: Mi sono guardato mille documentari sulle demolizioni prima dell'11 sett.. e quando sono crollate quel giorno ho pensato che qualcosa nn tornava!! 8: scatole nere dei velivoli?? (mai trovate ovvio!!) prima volta nella storia 4 aerei 4 scatole nere che nn si trovano!! 9: ma i dirottatori dove sono finiti?? scordate forse che 3/4 sono ancora vivi e nessuno menziona mai sta cosa!! ditemi chi sono quelli che mettono per il TG se sono vivi!! 10: l'aereo che nn è mai arrivato a destinazione finito in pennsylvenia (nn so come si scrive)?? ditemi un pò... ovviamente schianto e nessun oggetto visibile o quasi..scatola nera, pezzi di aereo, sedili, corpi, niente di niente..solo fumo..come il fumo che cercate di buttare negli occhi alla gente.. ! ci sono documenti, pervenuti oggi, del governo americano dove sono descritti interventi sul suolo americano per incitare la popolazione a combattere il comunismo.. ( uno di questi era di usare aerei di linea da dirottare su città americane)!! VERGOGNA!! ma Saddam Hussein chi era (amico dell'america fine anni '80?? e Bin Laden (della CIA)? e le armi di distruzione di massa (aspettiamo ancora le prove)? il Vietnam(una marea di cazzate per il popolo americano)? aiuti di golp in vari paesi del mondo? le elezioni anti-comunismo in italia postsecondaguerra mondiale finaziate dagli americani? allora...!! secondo voi devo cotinuare o qualcuno può avere qualche dubbio in questo mondo infame!! voi dite alla gente di prendendo come esempio la realtà dei fatti o altrimenti di portare prove! invece siete voi che dovreste portare prove..non i complottisti o altri.. perché noi sappiamo in che mondo di merda viviamo!!
Credo che l'approccio critico sia importantissimo, per tutti e per tutto. Ma mi piacerebbe che anche chi cerca di 'smontare' le versioni, lo facesse con sincerità e distacco.
Possiamo discutere su tante cose rispetto alle varie versioni di quello che sia successo l'11 settembre, e mi sono trovato spesso a criticare chi proponeva le ipotesi del complotto arrampicandosi sugli specchi.
Mache rispetto all'aereo che si dovrebbe essere schiantato sul Pentagono, direi che possiamo concordare che non era un aereo di quelel dimensioni, ed è piuttosto probabile che non fosse affatto un aereo. Non tanto per le discussioni su parti bruciate o meno, ma semplicemente perchè 1. all'inizio dell'incendio l'edificio era in piedi, 2. le misure non corrispondono. Allora invece di farci le bucce tra di noi, concentriamoci sugli elementi su cui siamo d'accordo, perchè quelcosa che non torna c'è!
Mi meraviglio che perdiate (perdiamo) così tanto tempo, volontà e sentimenti a dibatterci su questo argomento su cui non si metterà mai la parola fine. E' troppo grosso ciò che sta dietro e troppo potenti i protagonisti, per questo non sono emerse nuove analisi e continua a crescere il dubbio. Ci sono tanti elementi su cui tutti siamo d'accordo, altri su cui ci troviamo discordanti, ma rispettiamo i punti di vista degli altri. Oltretutto rimango infastidito da come certe persone si comportino con superficialità e superiorità davanti alle idee altrui, se diverse. Primo tra tutti Paolo Attivissimo, seguito da quella grande quantità di persone che lo idolano, ciechi e sordi. Aprite gli occhi.
Pensate con la vostra testa.
Basti vedere la superficialità e la superiorità con cui tappa la bocca a chi prova a contraddirlo.
Bee, le analisi nuove sono emerse eccome: forse non ne sei al corrente. Giusto per farti un esempio, le normative edilizie internazionali sono state riscritte per tenere conto della terribile lezione strutturale impartita dal crollo delle Torri Gemelle.

Le tecnologie sull'identificazione del DNA hanno subito un impulso enorme grazie ai finanziamenti derivanti dal lavoro immenso di riconoscimento dei resti delle vittime dell'11/9.

Non sono io a zittire accusando di superficialità gli altri. Sono loro stessi a dimostrare di essere superficiali: appena chiedo dati tecnici, salta fuori che questi interlocutori stanno semplicemente ripetendo a pappagallo le sciocchezze tecniche inventate dai complottisti.

Basta chiedere a un Vigile del Fuoco a che temperatura arde un incendio in un ufficio, senza carburante d'aereo aggiunto, o chiedergli come si comporta l'acciaio in caso d'incendio.

Se hai delle critiche da farmi, falle, Bee, ma falle con in mano dei dati. Altrimenti pecchi della stessa superficialità che mi attribuisci così astiosamente.
Parto dal presupposto che anche io trovo assurdo il discorso dell'oggetto sulla pancia dell'aereo.

In questo articolo si spiega benissimo che non può esserci alcun oggetto ma non si dà una spiegazione a cosa potrebbe essere.

Ok, non è un oggetto attaccato alla pancia del veicolo. Ma cos'è? Anche poter leggere che era un'ombra mi basterebbe.

Che Paolo sia chiaro nel dirci cos'è. Grazie per l'attenzione.
Michele, l'oggetto attaccato alla pancia del velivolo è il rigonfiamento che alloggia il carrello e raccorda la radice delle ali alla fusoliera. E' presente su tutti i Boeing 767 e in molti altri aerei di linea.

Se ti interessano i dettagli, vai su Undicisettembre.info e cerca la parola chiave "pod".
Ho letto il tuo articolo ma resto per il complotto. Con questo non voglio dire che non rispetto la tua opinione. È ovvio e giusto che ognuno si faccia una propria opinione sui fatti ma ritengo che se visto con attenzione il dvd alcune cose sono così eclatanti che non c'è modo di contraddirle. Ricordo che quando ho visto circa un anno fa il dvd in plane site mi è venuta la pelle d'oca, è terrificante credere a cose simili, ma poi viene da pensare visti tutti gli interessi che si celano dietro un tale, se pur orrorifico evento, perchè non credere ad un complotto? Cosa sono poche vittime per risanare l'economia di un intero paese? Ovviamente io non la penso così ma dubito fortemente che gli uomini più potenti siano onesti e leali.
Sigma80,

alcune cose sono così eclatanti che non c'è modo di contraddirle

Quali? Fammi qualche esempio. Finora nessuna delle presunte prove presentate dai teorici della cospirazione ha superato la prova dei fatti.



perchè non credere ad un complotto?

Perché mancano le prove.



dubito fortemente che gli uomini più potenti siano onesti e leali.

Su questo siamo d'accordo, ma per accusarli della morte di 3000 concittadini non basta il sospetto per partito preso.
Allora, mi chiedi quali cose siano eclatanti. Innanzi tutto premetto che le mie sono opinioni personali quindi chiunque può non condividerle o contestarle. Potrei darti ragione sul fatto che il giornalista tira spesso delle conclusioni, mentre afferma di non farlo fin dall'inizio, anche se fa ciò dopo aver mostrato delle prove che non fanno altro che indurre lo spettatore alle stesse conclusioni che lui stesso esprime.
Al decimo minuto del filmato è possibile vedere come tu stesso dici nell'articolo dei fogli di carta, per l'esattezza un libro su uno sgabello di legno ancora aperto e intatto, una scrivania di legno, uno schedario con sopra un monitor e via dicendo, nell'unica zona del pentagono colpita. Colpita però, come le stesse CBS, NBS, CNN, Fox News dicono, da un boeing 757, vale a dire un aereo che compie voli transatlantici e che a quel punto avrebbe dovuto contenere ben 8,600 galloni di carburante, un quantitativo sufficiente, come afferma una specialista ambientale dell'EEA, a ridurre tutta l'ala colpita del pentagono in macerie e a bruciare per giorni oltre che a produrre un grosso cratere. Invece appena dopo l'impatto, a 16:10 del filmato si vede appena un buco nell'edificio di circa 5m , cosa ancora più evidente al minuto 21:45. Considerando che un 757 è lungo 51m e largo 41m non vedo come abbia potuto creare solo un buco di 5m, senza tener conto dell'esplosione di 8,600 galloni di carburante. Essendo poi alto 14 metri i piani superiori sarebbero dovuti crollare mentre addirittura è possibile notare finestre intatte appena dopo l'impatto (18:20). Per di più non c'è ombra di rottami nelle immagini, se non di travi e cemento, cosa assurda considerando che solo i motori di un 757 sono lunghi 4m e alti 3. Inoltre, come emerge dalle simulazioni di una società americana di ingegneri civili, un 757 avrebbe buttato giù oltre 50 pilastri dell'edificio, cosa alquanto improbabile viste le immagini.
Viene spontaneo a questo punto capire perchè tutti i filmati delle innumerevoli telecamere del Pentagono siano stati fatti sparire. Immagino che a vederli l'opinione pubblica serebbe rimasta scossa, ma non dagli eventi così come le sono stati presentati, ma da ciò che le è stato nascosto riguardo ad essi.
Vorrei riguardare anche un attimo la parte che interessa le torri prima di risponderti al riguardo anche perchè alcuni dettagli non me li ricordo.
Vorrei intanto proporti un altro filmato che ho trovato su internet di cui per ora ho visto solo una parte (http://video.google.it/videoplay?docid=6536713546859321156).
Ciao!
Sigma,

tutte le tue apparenti prove sono già state spiegate e sbufalate da anni.

Se vuoi saperne di più, ho predisposto sul blog Undicisettembre.info le FAQ che rispondono proprio a tutte queste tue asserzioni.

Ti invito a leggerle. Se poi ti restano dei dubbi residui, riparliamone.
Io non me ne intendo, ma la questione è di così facile soluzione che mi meraviglio tu non te lo sia chiesto.

Basta porsi pochissime domande:
Il volo che si dice essersi schiantato sul Pentagono aveva (ovviamente) un numero? Diciamo che era il volo XY 001 (non ricordo che volo fosse).

Basta andare a guardare i piani di volo di quel giorno e chiedersi? Il volo XY001 è decollato? Se si, è poi atterrato all'aeroporto di destinazione? Se no, dov'è finito?

Troverei banale una risposta tipo "lo hanno fatto atterrare nell'Area 51 e nascoste tutte le persone sull'aereo". A quel punto avrebbero fatto prima a farlo schiantare ...
Michele,

sei ottimista! Bastasse così poco a convincere i complottisti...

Il volo che si dice essersi schiantato sul Pentagono aveva (ovviamente) un numero?

Certo: AA77 (American Airlines 77).


Basta andare a guardare i piani di volo di quel giorno e chiedersi? Il volo XY001 è decollato? Se si, è poi atterrato all'aeroporto di destinazione? Se no, dov'è finito?

Infatti è decollato e non è mai giunto a destinazione.

Il problema è che chi vuole a tutti i costi credere al complotto risponde, come hai intuito, che sono stati falsificati i dati o che l'aereo è stato fatto atterrare di nascosto.

Non è una discussione razionale, purtroppo. Infatti queste analisi non si fanno per i credenti rabbiosi, ma per le persone normali che hanno dubbi comprensibili su un evento così complesso.
Complimenti per il lavoro che fai, però devi farti un'osservazione: nel terz'ultimo paragrafo del tuo articolo,dici cose ragionevoli, però sembri non tener conto del fatto che il WTC numero 7 è crollato senza aver subito nessun impatto aereo. Non credo che i frammenti provenienti dalle due torri possano aver causato un cedimento strutturale,e non credo che un'incendio possa intaccare quel tipo di struttura.In attesa di una tua spiegazione,ti ringrazio anticipatamente.
Fabio,

perdonami la franchezza, ma se non sei un vigile del fuoco o un ingegnere strutturista esperto in grattacieli con struttura interamente in acciaio, quello che tu credi non conta.

I vigili del fuoco di New York erano lì e hanno visto gli incendi e il crollo. Non vi hanno trovato nulla di anomalo: anzi, lo avevano previsto alcune ore prima.

Gli ingegneri strutturisti hanno studiato minuziosamente il crollo: hanno individuato il punto debole della struttura con precisione. Non c'è stato nulla di anomalo.

Ci sono migliaia di pagine di rapporti tecnici che spiegano come sono andate le cose. C'è un blog, Undicisettembre.info, con tutti i dettagli in italiano. Leggiti le FAQ di quel blog, ti chiariranno molti dei dubbi che è comprensibile che vengano a chi non conosce in dettaglio la materia e gli eventi.
La Sua breve analisi del film "In plane site" oltre ad essere breve è anche significativamente evasiva.
Forse avrebbe fatto meglio a spiegarci come un Boing 757 possa entrare in un buco di 5 metri quadrati senza che le ali, e soprattutto i mastodontici motori, lasciassero alcun segno lateralmente al foro stesso.
Se anche volessimo credere alla doppia bugia di un aereo "vaporizzato", che però incredibilmente ha consentito di "risalire al DNA" dei passeggeri, Lei dovrebbe rispondere comunque alla seguente domanda:
nello foto scattate precedentemente al crollo della facciata dove sono i fori dei due motori?
(e lasciamo stare sulla discutibilissima presenza di rottami)

Riguardo ai lampi sulle torri immediatamente prima degli impatti, invece di perdersi in elogi di cui avrebbe volentieri fatto a meno, perchè non ha neppure tentato di darci una spiegazione di quei flash?

Voglio precisare che sui fatti dell'11 settembre non ho opinioni definitive, ma non credo al 757 nel Pentagono, così come non credo al ridicolo "ritrovamento" della carta d'identità di un dirottatore schiantatosi contro una delle torri.
L'ha forse lanciata dal finestrino prima di arrivare alla torre, o dobbiamo credere che, dopo essere miracolosamente uscita da una tasca, è sopravvissuta alle fiamme e al calore sprigionatosi dopo l'impatto?
Chi crede a una stupidaggine del genere, non solo non è affatto legittimato ad ironizzare sulle cosiddette "bufale" dei cosiddetti "complottisti", ma perde la sua credibilità.

Saluti
Giuseppe
Giuseppe,

Forse avrebbe fatto meglio a spiegarci come un Boing 757 possa entrare in un buco di 5 metri quadrati

Forse dovresti consultare le foto e scoprire che la breccia era larga 38 metri e che i complottisti hanno scelto apposta la foto con il getto degli idranti che la copre.

Ti hanno preso in giro.

Per tutto il resto, basta che vai sul blog Undicisettembre.info e ti leggi le FAQ. Ti si aprirà un mondo e scoprirai chi è che in realtà ti ha voluto fregare.
Signor Attivissimo,
ritengo di essere nelle condizioni di saper distinguere chi cerca di prendermi in giro sull'argomento 11 settembre.
E da quel poco che ho letto nelle FAQ a cui mi ha rimandato, il "chi" potrebbe essere Lei.
Infatti ho trovato nient'affatto illuminanti molte delle sue risposte.
Mostrare un aereo di linea che vola a 10 metri da terra non significa dimostrare che quello stesso aereo potrebbe volare per qualche centinaio di metri a pelo d'erba, come si ritiene abbia fatto il 757 del Pentagono.
E dov'è il punto d'impatto del timone di coda sopra il foro d'entrata?
Nel crash test non vedo alcun flash riconducibile a quelli degli impatti sulle torri. Più esattamente non si vede alcun tipo di flash.
Riguardo al ritrovamento del passaporto del dirottatore, il fatto che questo sia avvenuto prima del crollo, non cambia così tanto le cose. Quel documento è stranamente intatto, e si trovava addosso a una persona il cui cadavere era rimasto all'interno della torre. E davvero complicato riuscire ad immaginare come possa aver fatto quel passaporto a sopravvivere in quelle condizioni all'impatto per poi uscire da una tasca del dirottatore e finire dove fu ritrovato.
E ovviamente è solo una coincidenza che questo prodigio sia capitato proprio al passaporto di un dirottatore tra tutte le persone presenti su quell'aereo.
A volte il caso ....

Saluti
Giuseppe
Signor Attivissimo,
ritengo di essere nelle condizioni di saper distinguere chi cerca di prendermi in giro sull'argomento 11 settembre.


Bene, allora spiegami perché i complottisti per anni ti hanno detto che il foro d'impatto al Pentagono ò largo 5 metri quando in realtà è largo 35.

Il resto delle tue obiezioni trova risposta negli articoli linkati nelle stesse FAQ.
Ciao Paolo, voglio prima di tutto farti i complimenti per il modo in cui scrivi e per l'immane impegno che ti è necessario per ribattere punto su punto ad ogni dubbio o domanda che ti viene presentata da ogni lettore. Io sono convinto che riusciresti anche a convincere i lettori del fatto che il sole ruota intorno alla terra. Veramente! Su nessun altro blog si trovano risposte ad OGNI singola domanda proposta. Complimenti vivissimi. Immagino il tempo, l'impegno e i mal di testa dovuti a questa attività e sinceramente non ti invidio.
Eppure quanto sarebbe più semplice dimostrare la verità. Quanto sarebbe appagante per una persona con le tue capacità smontare pezzo per pezzo tutte le cazzate che girano per l'etere a copertura di fatti gravi ed aberranti che riguardano TUTTI noi. Ci hai mai pensato? Diventeresti un supereroe. Basta con tutti gli insulti, le accuse, le discussioni infinite. Senza parlare di etica o di morale. L'ignoranza è un grosso problema quando viene sfruttata ai danni dell'intera popolazione mondiale, concordi? Potresti essere uno dei tanti che lavorano per contenere quest'emergenza tanto antica quanto attuale visto che sei decisamente bravo nel tuo campo. Certamente non aspetto che questo commento venga pubblicato ma ti chiedo di valutare la possibilità. Pensa a come potrebbe cambiare il tuo futuro. Pensa a cosa potresti raccontare di te ai tuoi figli (non so se ne hai) o a chiunque altro. Buona vita.
Nick,

Certamente non aspetto che questo commento venga pubblicato

Adoro sorprendere.
Beh, l'hai fatto con me.. Ora sorprendi te stesso.
Nick,

Ora sorprendi te stesso.

Non voglio strafare.
Stasera alle ore 20.50 sul canale 124 di Sky (ed in replica alle 21.50 sul canale 125) c'è il TG della CCN : il primo servizio è dedicato alla privacy, il secondo è dedicato al complottismo ( si parla anche di Paolo Attivissimo).