Cerca nel blog

2006/10/29

Disinformatico, arriva il podcast

Pronto il primo podcast scaricabile del Disinformatico

La Radio Svizzera di lingua italiana ha messo online il podcast della prima puntata del Disinformatico, il programma al quale ho il piacere di partecipare ogni martedì mattina su Rete Tre. Il podcast è privo della musica e dura così circa 17 minuti. Potete scaricarlo e ascoltarlo sul computer o con il vostro lettore MP3 visitando l'area podcast della radio (il Disinformatico è in fondo alla pagina: se volete semplicemente scaricarlo, il link diretto è questo).

Per motivi di diritto d'autore e per far capire più chiaramente all'emittente quanti sono gli ascoltatori interessati al servizio podcast, non passatene copia agli amici, ma dite loro di scaricarselo direttamente dal sito della radio. Non occorre software speciale: potete salvare il file sul vostro computer con un clic (destro per chi usa Windows) e riascoltarlo con qualsiasi normale programma di lettura audio. Buon divertimento!

Aggiornamento (2006/10/31)

Sono stati aggiunti anche i podcast delle puntate successive.

19 commenti:

Anonimo ha detto...

bello il podcast, aspetto solo i successivi!

Anonimo ha detto...

Evvai: Spero sia eliminata la musica, chè davvero è orribile.
Piero

Federico Segrate ha detto...

io aspetto i successivi...

PS
peccato Paolo, sabato non sono potuto venire

Andrea Sacchini ha detto...

In un attimo di calma (non c'erano figlie che gironzolavano per casa) ho ascoltato il podcast. Beh, che dire?

La prima impressione è stata una specie di "déjà-vu"; non inteso come banalità, sia chiaro, ma come cose che bene o male si sanno già. In fondo è comprensibile: chi segue abitualmente il servizio antibufala è abbastanza naturale che riconosca nelle cose dette quello che ha già letto sul tuo sito.

Va da sé quindi che la novità verrà percepita maggiormente da chi non segue o non si interessa di certi argomenti (tipo la ragazza che chiedeva via mail lumi sulla questione dei telefonini regalati).

Comunque mi pare che sia un'ottima iniziativa. Aspetto con ansia i prossimi pod.

Ciao Paolo.

Stephen ha detto...

Complimenti per la trasmissione e per il podcast (ah, gli svizzeri fan sempre tutto per bene! :).
Unica nota negativa: la musica! E' invasiva e rimbambente!

Anonimo ha detto...

Subito scaricato!
Certo che la Svizzera sta sempre avanti...

Roberto Interdonato

Anonimo ha detto...

Un anonimo ha detto...
Subito scaricato!
Certo che la Svizzera sta sempre avanti...

Roberto Interdonato

29/10/06 21:57
non è che sei indietro te?

Giovanni ha detto...

Ottimo il servizio podcast, finalmente ora posso ascoltarti anche io.
Però, Paolo, quella musica in sottofondo disturba tantissimo ed è pure inutile (a cosa mai dovrebbe servire?)
Grazie come sempre per tutto!

Anonimo ha detto...

AHA! la parte relativa alla mail dell'11/9 comincia esattamente al minuto 11 del podcast!!! E'UNA PROVA DEL COMPLOTTO GLOBALE!!! è infoc... incofunt... incontuf... inconfutabile (oh!), e ve lo dico io che sono laureato in "gingillometria delle arti e scienze confuse" quindi sono infallibile in queste cose!

...

:-))

complimenti per l'opera di divulgazione! un piccolo, innocente appunto: un pochino piu' di dettagli tecnici (tempo permettendo), senza comunque esagerare...

Marco

Fabietto ha detto...

Ottimo sto ascoltando ora!
Paolo potresti mettere nel tuo sito i links AI TUOI PODCAST in un futuro prossimo no?
Ciao!

Michele ha detto...

Carissimo Paolo, già hai dimenticato il bel dibattito su Creative Commons a Torino qualche anno fa? Perché non rilasciare il podcast sotto Creative Commons eliminando la musica?
Michele

Sheldon Pax ha detto...

Ho sintonizzato iTunes (usare la "porta di servizio" per i podcast non è così immediato) e lo sto ascoltando in modalità radio (lo lascio andare nel locale senza stopparlo). Bello, soprattutto per i clienti che non trovano la radio o gli altoparlanti da cui esce la tua voce :-)). Oggi lo scarico sulla PSP e me lo sento con calma con le cuffie, e la lista dei podcast cresce! (a breve posto sul mio blog a beneficio dei miei amici utontoloni)

silvio ha detto...

mamma mia...
la musica in sottofondo e' INSOPPORTABILE!!!

Anonimo ha detto...

Siamo spiacenti, la pagina richiesta
non esiste o non è più disponibile

Stiamo provando in troppi a scaricarlo o ti censurano (peccato non essere potuto venire al linux day a vederti, ci sarà il filmato di quell'intervento?)

Paolo Attivissimo ha detto...

Un po' di risposte:

>Spero sia eliminata la musica, chè davvero è orribile.

Dillo ai programmisti della RTSI :-)

La musica, comunque, è rimossa dal podcast, resta soltanto quella di sottofondo al parlato.

>La prima impressione è stata una specie di "déjà-vu"

Inevitabile, come hai giustamente notato; chi mi frequenta da un po' già conosce gli argomenti che tratto alla radio. Qui si tratta di far sapere questi argomenti a chi non usa Internet assiduamente ma proprio per questo ha più bisogno di sapersi difendere.

Ma ci saranno novità ed esclusive appena superata la fase di rodaggio.


>Però, Paolo, quella musica in sottofondo disturba tantissimo ed è pure inutile (a cosa mai dovrebbe servire?)

Non sono io che lo decido, è il formato radio che è così. Però lo posso segnalare, fallo anche tu scrivendo alla redazione.
>
AHA! la parte relativa alla mail dell'11/9 comincia esattamente al minuto 11 del podcast!!! E'UNA PROVA DEL COMPLOTTO GLOBALE!!!

Dannazione, mi avete scoperto! :-)
>un pochino piu' di dettagli tecnici (tempo permettendo), senza comunque esagerare...

Tieni presente il pubblico al quale si rivolge, ma faremo il possibile per dare spazi anche più tecnici.

>Paolo potresti mettere nel tuo sito i links AI TUOI PODCAST in un futuro prossimo no?

Certamente! Dammi un attimo e lo faccio.

>Carissimo Paolo, già hai dimenticato il bel dibattito su Creative Commons a Torino qualche anno fa? Perché non rilasciare il podcast sotto Creative Commons eliminando la musica?

Certamente non dimenticato: la licenza, però, non dipende da me. Posso senz'altro proporla ai responsabili, ma tieni presente che le novità vengono recepite con molta flemma.

Ciao da Paolo.

Usu ha detto...

Abbonato subito su itunes, così la mattina prima di andare a scuola ti ascolterò con l'ipod :P

Anonimo ha detto...

Ciao, Paolo.

Hai detto di aver pubblicato i link ai (al, per il momento ;) ) PodCast. Ma sul sito? Perchè qui sul Blog ho visto solo il link alla pagina di RTSI dei podcast... ;)

Poi un appunto tecnico sul podcast: il volume è così elevato da risultare distorto. Non solo la musica, ma anche il parlato. Come tu sai l'orecchio è molto sensibile alla distorsione ed infatti è un po' faticoso ascoltare il podcast. Oltre al fatto che con le cuffie settate ad un volume normale, appena avviato il podcast sono saltato dalla sedia! ;) Puoi segnalare la cosa?

Ciao e grazie: rinnovo i complimenti per il servizio che fai e... finalmente possiamo ascoltare la tua voce!

Guido ha detto...

La svizzera è avanti solo se sei in Italia e stai guardando a nord. Se stai guardando a sud è indietro :))))))

M@rcello;-) ha detto...

fiko, ho provato per la prima volta ad usare il servizio podcast su iTune e il risultato è davvero sorprendente!

certo che l'introduzionde dei feed è stata davvero una genialata; da quando li ho scoperti non ne posso fare più a meno! ;-) (mai più senza!)

è proprio bello vedere come finalmente il web e l'informatica si "piegano" al servizio degli utenti, fornedo accessibilità e fruibilità come mai prima!

... sono davvero commosso ;-)

ciao a tutti,
M@rcello;-)