Cerca nel blog

2010/06/14

Antibufala: se i Maya sbagliano, ci penserà il Sole

2012 fatti da parte: nel 2013 arriverà la Tempesta Solare Fine Di Mondo, garantisce la NASA


Image Credit and copyright: Robert Gendler.

Moriremo tutti: ma nel 2013, non nel 2012. O almeno così vorrebbero farci credere il Daily Telegraph britannico e tutti gli altri giornali che ne scopiazzeranno sicuramente l'incosciente articolo, che preannuncia una "super tempesta" solare: "scienziati esperti dell'agenzia spaziale ritengono che la Terra verrà colpita da livelli senza precedenti di energia magnetica proveniente dai brillamenti solari dopo che il Sole si sarà svegliato 'dal sonno profondo' intorno al 2013".

L'articolo prosegue con un elenco delle catastrofi che ne conseguiranno: la tempesta "potrebbe danneggiare i sistemi dei servizi d'emergenza, le attrezzature degli ospedali, i sistemi bancari e i dispositivi di controllo del traffico aereo, fino agli apparecchi comuni come i computer domestici, gli iPod e i navigatori satellitari". Rabbrividiamo. Soprattutto per gli iPod.

C'è di che spaventarsi, visto che vengono citate le dichiarazioni di Richard Fisher, che essendo direttore della divisione di fisica del Sole della NASA non parrebbe essere uno dei soliti menagramo che non sanno di cosa parlano ma sanno vendere bene i propri libri e programmi TV. Ma poi si va a vedere il link presentato dall'articolo, che porta a una pagina della NASA che spiega che sì, una tempesta solare molto potente, di quelle che càpitano una volta ogni secolo circa (quindi non "senza precedenti" come scrive il Telegraph) può causare gravi danni agli apparati elettronici, ma dice anche (e questo il Telegraph non lo scrive) che "gran parte dei danni è mitigabile se i responsabili sanno che c'è in arrivo una tempesta".

La NASA ha collocato da tempo nello spazio delle sonde scientifiche che permettono di avere un preallarme sufficiente a mettere in sicurezza gran parte degli apparati vitali di una nazione in caso di tempesta solare in arrivo: basta che gli addetti siano consapevoli del problema e preparino le procedure d'emergenza. Proprio per questo sono già quattro anni che si riuniscono nello Space Weather Enterprise Forum a Washington.

La prossima volta che qualcuno si mette a blaterare che andare nello spazio non serve a niente e che ci sono problemi ben più gravi qui sulla Terra, ricordategli che senza sonde come STEREO, SDO e ACE, appostate in modo da rilevare in anticipo macchie, eruzioni e picchi di vento solare che ci potrebbero colpire, gran parte della nostra tecnologia sarebbe letteralmente fritta. Ne abbiamo avuto un assaggio nel 1859, nel 1921 e nel 1989 (ne avevo scritto qui); un ruttino del Sole nel 1997 fece fuori un satellite Telstar.

Abbiamo, insomma, delle vedette di guardia: dobbiamo solo ascoltarle. È anche a questo che serve l'esplorazione spaziale.

71 commenti:

SicilianoEdivad ha detto...

"un ruttino del Sole nel 1997..."
MUAHAHAHAHAHA! Grande Paolo!

Lady Lillina ha detto...

Ma avvertiranno pure per salvare loro, spero!
XDDDDD

santino83 ha detto...

Oh mio dio e il mio iPhone ce la farà??????? e il mio macbook?????? mi ucciderò prima, non posso sopravvivere ad un mondo senza di essi

Gatto del Cheshire ha detto...

Eh, no! Fine della tecnologia non vuol dir certo fine della vita.

Yari Davoglio ha detto...

Fiiico! Ore e ore senza internet!!! ^^

Riccardo Russo ha detto...

no! no! nooo! come farò adesso? niente mp3? niente computer? niente forno a microonde? mamma mia che disastro!
Pazienza tornerò nella mia casetta di campagna col caminetto a legna come ho sempre fatto... altro che tecnologia, li il telefono non prende mai, e a malapena non funziona neanche la TV se non fosse per la parabola che ho montato ultimamente! :) L'unica cosa mi dovrò comprare una macchina d'epoca senza componenti elettrici o computerizzati! hahahaha

Andrea ha detto...

io avvolgo il mio ipod nella carta stagnola e lo salvo!

Aldo Piombino ha detto...

i problemi sono sempre i soliti: il sensazionalismo dei giornalisti e l'ignoranza popolare

cristian ha detto...

Antibufala: se i Maya sbagliano, ci penserà il Sole

Richard Fisher, che essendo direttore della divisione di fisica del Sole della NASA non parrebbe essere uno dei soliti menagramo che non sanno di cosa parlano ma sanno vendere bene i propri libri e programmi TV.


Cena magica il 3 luglio a Rho (UPD 21:30)

Salvo contrattempi, dovrei esserci anch'io con un po' di copie a colori del mio ultimo libro "Luna? Sì, ci siamo andati!".


Richard Fisher = direttore divisione fi fisica della nasa :)

Paolo Attivissimo = ?

Rodri ha detto...

Un'amaca, una buona crema solare, occhiali scuri, e sono pronto ad affrontare la fine del mondo.

Riccardo Russo ha detto...

HAHAHAHA grande rodri!

NetRACE ha detto...

Non vi nascondo che quando madre natura ci ricorda chi è che comanda mi spavento sempre un po'.

lory2k ha detto...

Scusate l'OT, ma Straker ha reso privato il suo blog. Si può accedere solo facendosi riconoscere. E adesso io come faccio?? Ce lo avevo tra i preferiti perchè mi faceva troppo morire dalle risate, con tutti quei suoi amici catastrofisti che commentavano "oggi irrorazioni tremende", "oggi cielo tutto bianco" etc... etc... Se ci mette la burocrazia di mezzo, mi passa la voglia...Mi sembra strano che scelga l'oblio e che si tenga i suoi bambocci creduloni senza tentare di fare proseliti tra i boccaloni del web. Non è che ha un secondo fine? O forse gli è arrivata qualche letterina da qualche avvocato di qualcuno che lo avrà denunciato per procurato allarme. Voi ne sapete qualcosa? Uno dei pochi siti che visitavo tutti i giorni, che pizza. Spinoza è divertente, ma dura troppo poco. Straker era imbattibile e poi i commenti, cioè vogliamo parlare dei vari Arturo e via abboccando??? Se ne vanno sempre i migliori...

Rottweiler Faust ha detto...

@ cristian
"Richard Fisher, che essendo direttore della divisione di fisica del Sole della NASA non parrebbe essere uno dei soliti menagramo che non sanno di cosa parlano ma sanno vendere bene i propri libri e programmi TV.


Cena magica il 3 luglio a Rho (UPD 21:30)

Salvo contrattempi, dovrei esserci anch'io con un po' di copie a colori del mio ultimo libro "Luna? Sì, ci siamo andati!".


Richard Fisher = direttore divisione fi fisica della nasa :)

Paolo Attivissimo = ?"

Paolo Attivissimo = il suo libro gratis: http://www.scribd.com/documents/31134627/Luna-Si-ci-siamo-andati

per colpa della crisi i rettiliani non avevo abbastanza soldi per regalare anche la copia stampata. bisogna accontentarsi :-)

Paolo Attivissimo ha detto...

Richard Fisher = direttore divisione fi fisica della nasa :)

Paolo Attivissimo = ?


Insinuazione un po' stantia, Cristian. Primo, io non vendo fumo ma fatti tecnici ben documentati frutto di ricerche e interviste con gli esperti. Secondo, io non meno gramo.

Terzo, a differenza della paccottiglia venduta da Roberto Giacobbo e soci, i miei libri sono anche scaricabili gratuitamente come PDF.

Riprova, sarai più fortunato.

Hanmar ha detto...

Rodri, io porto anche una cassa di birra, ok? :D

Saluti
Michele

lory2k ha detto...

Mi sa che Straker sta facendo delle prove, ora il sito è tornato visibile senza autenticazione

Tyltyl ha detto...

Le scie chimiche ci proteggeranno anche da questo! Avanti coi tankeroni!

AlbertoGas ha detto...

Anche se ci sono sonde che controllano lo stato del sole, gli scienziati finora non sono mai riusciti a prevedere una C.M.E., anzi sono sempre stati trovati impreparati a questi eventi ed esterrefatti dalla velocita' con cui le particelle hanno raggiunto la Terra (si parla di un tempo compreso fra gli 8 ed i 15 minuti dal momento dell'emissione coronarica). Per cui non credo che saranno molto preparati nel caso in cui effettivamente ci fosse una super C.M.E. e penso purtroppo che tutti questi anni di spese di ricerca non siano serviti a comprendere le dinamiche solari in maniera cosi' precisa da poterci permettere di prevedere con sicurezza l'evento e di attuare una tecnica di difesa efficace.
Che sia il 2012 o il 2013 non fara' molta differenza, non si costruisce una tecnica di difesa planetaria (la tecnologia e l'apparato di difesa) ad eventi di questo tipo e di questa intensita' nel giro di due o tre anni.

Alberto

ProvoliK ha detto...

@alberto gas

esterrefatti dalla velocita' con cui le particelle hanno raggiunto la Terra (si parla di un tempo compreso fra gli 8 ed i 15 minuti dal momento dell'emissione coronarica)

Wikipedia parla di massimo 3200 km/s quindi per coprire la distanza sole terra servirebbero diverse ore.

Puoi documentare questa tua affermazione?

Gatto del Cheshire ha detto...

8 minuti vuol dire velocità pari a quella della luce. Non è assolutamente così.

Gian Piero Biancoli ha detto...

@ Hanmar e Rodri
E un buon libro, no? Potrebbe anche essere una cosa lunga...

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Anonimo ha detto...

Per ora il Sole dorme sonni davvero profondi:

Solar Cycle

Mousse ha detto...

Ma a quanto ho capito il rimedio sarebbe semplicemente scollegare le reti di distribuzione elettrica per evitare sovraccarichi?
Quindi, in sostanza, basta saperlo con un pò di anticipo.. Sempre che non sia esagerato come per il millennium bug: il rischio di problemi c'era ma era più che altro teorico, anche se mi ricordo trasimssioni che fecero previsioni catastrofiche.

Anonimo ha detto...

@Gian Piero Biancoli:
Invece di un buon libro, vanno bene anche i podcast del disinformatico (per finire in bellezza)? :D

Matteo ha detto...

Nel caso di brillamento la velocità è pari a quella della luce essendo costituito in gran parte da raggi X e nei casi eccezionali anche da una parte di luce visibile.Parlando di espulsioni di massa coranale trattandosi di particelle elettricamente cariche(e non di onde elettromagnetiche)si raggiunge velocità di 2400 km/s , un tempo quindi significativamente superiore a 8 minuti per arrivare sulla terra.

Alex ha detto...

Tempesta solare?La tirano fuori da anni,ma alla fine cambia solo la data ma la bufala è sempre la stessa.

Hanmar ha detto...

Gian Piero, dopo la 4/5 birra dubito di essere in grado di leggere alcunche', foss'anche la scritta sull'etichetta della birra... :D

Saluti
Michele

Anonimo ha detto...

Ma dagli "esperti della NASA" non arrivano mai notizie di imminenti tempeste di banconote da 500€??? :D sempre e solo tragedie??? :D

boxbuilder ha detto...

Ho letto che un'enorme eventuale tempesta solare potrebbe causare mutazioni su tutti gli esseri viventi. Ci sono anche delle teorie che cercano di associare l'evoluzione della specie a questi fenomeni già avvenuti in passato.
Rimanendo coi piedi per terra una tempesta solare influenzerebbe molta tecnologia come quella legata alla radiofrequenza e in generale ai campi magnetici.
Gli eventi più interessanti per me sarebbero 2:
Potrebbero saltare gran parte delle reti telefoniche e poi comparirebbero nel celo gigantesche "aurore boreali" come successe nell'859.

La Gekka ha detto...

Prima di tutto chiedo scusa, non dovrei postare il link in un commento di un post che non c'entra nulla ma volevo segnalare questo articolo . Titolo: "USA, Apple indagata sui brevetti HTC"

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Tyltyl ha commentato:
"Le scie chimiche ci proteggeranno anche da questo! Avanti coi tankeroni!"

ROTFL! :D

Anonimo ha detto...

Per boxbuilder

Gli eventi più interessanti per me sarebbero 2:
Potrebbero saltare gran parte delle reti telefoniche e poi comparirebbero nel celo gigantesche "aurore boreali" come successe nell'859.


A me ne basterebbe uno solo: scomparirebbero dal web gli strafalcioni da 1° elementare. Ma forse è troppo aspettarsi dal Sole tanta grazia.

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Io invece volevo segnalare questo articolo, anche se non c'entra una mazza. LOL, beh, almeno l'intento del tizio era lodevole :D

Nicolò ha detto...

@Alberto...
emh...
8-15 minuti... da dove hai preso questi dati?

Le particelle dei brillamenti o CME viaggiano a frazioni della velocità della luce.

Il flare di classe B3 dell'8 aprile 2010 ha raggiunto la Terra solo 3 giorni dopo, l'11 aprile.

Trovi tutte queste informazioni in tempo reale su http://www.spaceweather.com/

boxbuilder ha detto...

@Accademia
scusa, ho scritto velocemente e in modo maldestro, ma qual è l'errore da prima elementare?

Turz ha detto...

@Accademia dei pedanti:
Ce l'hai piu col condizionale o col "celo"?
A me invece dà più fastidio che si confonda l'859 col 1859.

@Paolo Attivissimo:
Riguardo all'argomento dell'articolo: se la tempesta è molto potente, di quelle che capitano una volta ogni secolo, è "senza precedenti" nell'era delle telecomunicazioni satellitari.

@tutti:
Nell'articolo già segnalato da Paolo ("ne ho già scritto qui") la faccenda è ampiamente approfondita (e c'è anche il link allo spiegone della NASA).

Anche in quell'occasione Paolo parlò di "ruttino" :-)

Turz ha detto...

EC: piu -> più

Turz ha detto...

@Nicolò:
Le particelle dei brillamenti o CME viaggiano a frazioni della velocità della luce.

Non frazioni improprie, si spera.

boxbuilder ha detto...

o cielo! cosa ho scirtto

granmarfone ha detto...

- 1° elementare -
forse meglio 1ª elementare

Anonimo ha detto...

Per granmarfone

- 1° elementare -
forse meglio 1ª elementare


In effetti... Complice l'Olivetti Lettera 22 che aveva solo °, e complici i primi caratteri Ascii estesi, che non contemplavano ª ma solo ° (ricordo che era Alt + tastierino numerico + 148), mi sono abituato a scrivere ° anche per i femminili. In ogni caso, l'accordo dei caratteri sovrascritti ha un sapore antiquato, non lo fa più nessuno: è come scrivere weblog.

Anonimo ha detto...

Scusa: Alt + tastierino numerico + 248

Domenico ha detto...

Ho fatto leggere l'articolo di Attivissimo ad alcune persone e non capisco perché si sono spaventate, loro hanno capito che potrebbe davvero avvenire fra poco una cosa del genere...

zio Feng ha detto...

Secondo Brian Dennis del centro spaziale Goddard i brillamenti solari accelererebbero particelle subatomiche a velocita` prossime a quelle della luce:

"One of the most amazing things about solar flares, is the efficient way they accelerate subatomic particles to energies exceeding 109 eV." As much as 50% of the total explosion energy emerges as electrons and atomic nuclei traveling at nearly the speed of light. "Flares operate much more efficiently than any particle accelerator we've been able to build here on Earth."

"How do flares do that?" he asks. We don't know, but terrestrial particle physicists would love to find out.

http://science.nasa.gov/science-news/science-at-nasa/2002/06feb_hessi/

zio Feng ha detto...

109ev sta per 10^9ev

Rodri ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Rodri ha detto...

@ Gian Piero Biancoli

Hai ragione. Io porto questo:
http://tinyurl.com/lx8lco

Benvenute anche le birre di Hanmar. Chi altro si aggiunge al party della fine del mondo?

Turz ha detto...

Già, ma... seriamente, la organizziamo una bella festa Scettica Allegra per il 21 dicembre 2012?

È anche un buon periodo... per il Principio di Babbo Natale gli Scettici Allegri Italofoni sparsi per il mondo tendono ad avvicinarsi temporaneamente all'Italia e quindi spesso anche al Ticino... anzi no, il Principio di Babbo Natale era un'altra cosa, ma fa lo stesso.

Domenico ha detto...

Confermo che la gente a cui faccio leggere l'articolo di Paolo si sta spaventando chiedendomi se è vero che ci sarà questa cosa

Rodri ha detto...

La festa scettica allegra io l'ho già ideata...

20 dicembre: inizio dei festeggiamenti per la fine del mondo, con bevute e mangiate.
21 dicembre: si festeggia la fine del mondo.
22 dicembre: si smaltisce la delusione per la non-fine del mondo.
23 dicembre: si festeggia la seconda fine del mondo (dato che la data non è chiara).
24 dicembre: si smaltisce la delusione per la seconda non-fine del mondo.
25 dicembre: si festeggia Natale (già che ci siamo).
26 dicembre: ultimo giorno di festeggiamenti post-fine del mondo.

Per i più ubriachi e fracassoni è prevista anche una gita a Sanremo.

ha detto...

Per Rodri:
LOL!
Io porto zeppole e panzarotti (slurp!)

Turz ha detto...

@Rodri:
20 dicembre: inizio dei festeggiamenti per la fine del mondo, con bevute e mangiate.
21 dicembre: si festeggia la fine del mondo.
22 dicembre: si smaltisce la delusione per la non-fine del mondo.
23 dicembre: si festeggia la seconda fine del mondo (dato che la data non è chiara).
24 dicembre: si smaltisce la delusione per la seconda non-fine del mondo.
25 dicembre: si festeggia Natale (già che ci siamo).
26 dicembre: ultimo giorno di festeggiamenti post-fine del mondo.


Mi sembra un ottimo programma ;-)

Doduz ha detto...

@Rodri:
>> 26 dicembre: ultimo giorno di festeggiamenti post-fine del mondo.

31 dicembre: veglionissimo di S.Silvestro alla discoteca "Maya" di Gatteo a Mare (DJ "Very Very Active")

Stupidocane ha detto...

Per il veglione "fine del mondo" ci sto anch'io.

Io porto la tonji-patonji.

Mike J. Lardelly ha detto...

Poi quando saltano le luci tutti fuori a vedere l'aurora polare!
Anche se dovesse succedere e fare danni, questo "rutto" del Sole sarebbe uno spettacolo impagabile.

Anonimo ha detto...

Uehh ma allora sto mondo dimmerda finisce o no???
Che 2 coglioni...mai un evento cosmico degno di nota...
sempre le solite cazzate, gli allucinati che vedono gli uffi ma dai fate vedere un alieno vero

Anonimo ha detto...

Mi chiedo perche' devo essere psichiatrizzato per una semplice depressione bipolare quando c'e' gente che se ne va in giro liberamente convinta di essere abdotta una sera si ed una no.Ma un tso niente???
;)

Anonimo ha detto...

Guardate le mie cagate, starete mentalmente piu sereni...
come me ;)))
prrrrr

Anonimo ha detto...

Dimenticavo...scusate l'intrusione


http://www.youtube.com/watch?v=KxbKjU1KnFQ&feature=channel

ǚşå÷₣ŗẻễ ha detto...

Va bene, allora restiamo intesi, il 21 Dicembre 2012 facciamo il Veglione Fine di Mondo. Bipolari accettansi. :D

E ci sarà sicuramente un ragazzino a cui dire "Vammi a prendere al tabacchino due Nazionali esportazione" :D

AlbertoGas ha detto...

Mi ricordo del flare di classe x-7 del 20 Gennaio 2005 espulso dalla macchia 720 che fece strabiliare i fisici per la sua intensita' e velocita' di propagazione dei protoni. Mi sembra di ricordare che ci misero solo 30 minuti a raggiungerci. Qualche mese piu' tardi ricordo di aver letto un articolo in cui qualche fisico cercava di spiegare il fenomeno con l'aiuto del campo elettromagnetico del sole e della terra, ma non ho le basi per capire se la teoria ha un senso o meno: pero' per certo so' che se sincronizziamo due campi magnetici di stessa intensita' nella stessa direzione la forza del campo risultante e' 2 o 4 volte il quadrato dell'intensita' del singolo campo magnetico (se ben mi ricordo..., queste formulette imparate a memoria a scuola). Questo e' quanto ricordo.

Qua un link:

http://www.thunderbolts.info/tpod/2005/arch05/050624protonstorm.htm


Alberto

L'Inetto ha detto...

concordo!!! quando alcuni amici mi dicono che le missioni spaziali sono completamente inutili e che quelle risorse potrebbero essere utilizzate per il pianeta mi inca**o da morire. capisco ciò che vogliano dire loro, ma credo che anche l'esplorazione spaziale abbia la sua importanza ai fini della sicurezza globale. oltre il fatto che mi da fastidio quest'ottica pragmatica all'estremo che esclude la conoscenza fine a se stessa (che poi non lo è mai!!!)...
per il resto... beh... sarebbe una meraviglia se nel 2013 tutta la tecnologia verrebbe rovinata!! ahhh che bello!!! potremmo liberarci di tutte le boiate che ci propinano alla televisione!! mi preoccupano solo le tredicenni arrapate con il cellulare ormai appendice dell'orecchio che potrebbero mostrare qualche sintomo di astinenza...

theDRaKKaR ha detto...

"Vammi a prendere al tabacchino due Nazionali esportazione"

ma che gusti apocalittici

ha detto...

Ucci ucci sento odore di trollucci...

mkb ha detto...

Sembrerebbe strano.... l'attività solare è sui livelli più bassi da inizio registrazioni.
E con il sole non c'è mai una lunga calma prima della tempesta. Ad un lungo minimo segue sempre un debole massimo, che per la nasa si collocherà poco sopra ai cicli del "minimo di Dalton".
Le CME che colpiscono la Terra non sono però strettamente correlate al ciclo dell'attività solare, per esempio il noto "evento di Carrington" avvenne durante il minimo di Damon.

Frankowsky ha detto...

Rimanendo in campo astronomico:
http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplrubriche/giornalisti/grubrica.asp?ID_blog=69&ID_articolo=3096&ID_sezione=&sezione

Non è freschissima ma quando l'ho letta mi è cascata la mandibola sulla tastiera...

"La sonda ha scoperto l'esistenza di organismi che respirano e si cibano di sostanze esistenti sulla superficie di Titano"!!!!

Trattandosi della sezione Anteprime dagli USA si tratta probabilmente di una traduzione errata ma...

franco ha detto...

Un mega scorreggione solare per il 2013 insomma ! :-D

Domenico ha detto...

è singolare che i siti fuffari hanno sfruttato la notizia dicendo che è imminente una tempesta solare catastrofica


http://www.segnidalcielo.it/tempeste_solari_2012.html

Luigi ha detto...

semplice ...
paura della morte --> vivere alla giornata
vivere alla giornata --> spendere soldi
spendere soldi --> creare consumismo
creare consumismo --> arricchiere i soliti corrotti e disonesti

date retta a me ... su ste cazzate usate la comunicazione internazionale (alzate il dito medio)
hahahah :)