skip to main | skip to sidebar
9 commenti

Torna il premio “Bufala d’Oro” del CICAP, stavolta dedicato alle false notizie: votate a chi assegnarlo

Si avvicina il XIV Convegno nazionale del CICAP, che si terrà a Cesena dal 29 settembre all’1 ottobre 2017, e fra i vari eventi del Convegno ci sarà anche la consegna di un premio particolare: la Bufala d’Oro.

È un premio satirico, che il CICAP inventò più di vent’anni fa e che viene ripreso quest’anno, dopo un periodo di inattività, in considerazione del boom  del fenomeno delle “fake news”. La Bufala d’Oro verrà assegnata, annuncia il CICAP, “alla più strampalata, falsa, assurda o pericolosa tra le idee pseudoscientifiche (italiane) dell'ultimo anno.”

Potete votare per decidere a chi assegnare questo premio (e anche quello, decisamente più serio, “In difesa della Ragione”) visitando questa pagina entro il 31 marzo. Potete inserirne anche più di una proposta per ogni categoria: il CICAP selezionerà le più ricorrenti e poi aprirà una votazione per individuare i possibili vincitori.

Intanto segnalo una chicca che andrebbe imparata a memoria da tutti i giornali e programmi TV che parlano di “persone magnetiche” capaci di tenere attaccate al petto o alle mani posate, bottiglie, ferri da stiro e altro ancora grazie a “forze misteriose”: il prestigiatore e debunker storico James Randi (grande amico del CICAP e ispiratore della Bufala d’Oro) mostra eloquentemente che la “forza misteriosa” scompare miracolosamente non appena si applica un po’ di borotalco al petto della persona “magnetica”. Lascio a voi le conclusioni.

Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (9)
Facile, a Donald Trump. Quel ragazzo si é impegnato tantissimo.
Piccolo refuso: alle mai posate
Borotalco smagnetizzante, la scoperta del secolo per ripulire gli hard disk 😁
Per i premi del CICAP, in difesa della ragione ho inserito un certo Paolo, per la bufala dell'anno un certo Donald.
Ma non faccio cognomi 😉
è chiaramente un borotalco demagnetizzante, quale altra spiegazione ci potrebbe essere se no ?

:-)
Premio fake news per la repubblica!
per la costanza, che mai viene a meno, con cui sparano fake news.
Propongo la ministra Lorenzin per la sua bufala a per la sua campagna mediatica su epipdemie che provocano milioni di morti, senza specificare che avvengono nei paesi sottosviluppati, e non in Italia. E per la sua (misteriosa?) affermazione di 200 morti di morbillo a Londra su La7 a Piazza Pulita il 22 ottobre 2015.
https://www.youtube.com/watch?v=HFG7krW4IIY
Germanus,

se pensi che un dato errato detto dalla Lorenzin sia più grave e dannoso di (per esempio) Red Ronnie che va in TV a dire stupidaggini anti-vaccini o di un ospedale che invita a fare "vaccinazioni omeopatiche", accomodati. È tuo diritto; così come è mio diritto dirti che non sono d'accordo.
@Paolo Attivissimo

Domanda estremamente ardua.

Non so cosa sia un ministro Lorenzin o quante dita abbia per mano, ma la reputazione di classe limita i danni di una sua svista.

Neanche Red Ronnie so cosa sia, suppongo tipo He-man o Hulk Hogan, che dopo aver calpestato il cattivaccio di turno danno un buon consiglio condivisibile da tutti ai piccoli spettatori. Devastante.

Tuttavia il problema ha un'origine ben chiara nella politicizzazione dell'arte.

Cioè, il modo giusto per valutare un quadro, una canzone o una poesia di un autore che non si conosce è contemplare il pezzo e poi chiedere chi è.

Nel complesso la cultura degli italiani in Italia tende ad insegnare ai bambini prima a chiedere se l'autore vota elefante o leone (I due animali per fare questo esempio li ho presi da Topolinia, non sto parlando di persone reali) ed a giudicare il pezzo unicamente in base a questa informazione.

In definitiva, non so di cosa sia ministro 'sta Lorenzin, ma il fatto che qualcuno prenda Red Ronnie sul serio quando dice 'ste cretinate è una responsabilità del ministro Lorenzin.

Un po' come cambiare windows XP in windows 7 quando si va a lavorare come I.T.dude per un'azienda in quanto l'I.T.dude precedente si è suicidato facendo il bagno nell'acido nitrico.
Il ministro Lorenzin perché fino ad ora con le sue dichiarazioni fake ha sminuito il lavoro dell'AIFA e dell'ISS.