skip to main | skip to sidebar
172 commenti

Antibufala: scovato il transponder “impossibile da spegnere” dell’11 settembre

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "giordanof", "antonio.giustin****" e "gombi".

Nei commenti a un articolo recente sulle ipotesi di complotto riguardanti gli attentati dell'11 settembre 2001, alcuni dei sostenitori della tesi del complotto hanno dichiarato che una della ragioni per credervi è che i transponder che identificano i velivoli di linea non possono essere spenti in volo o sono al massimo spegnibili con un'"operazione tutt'altro che semplice". E siccome i dirottatori (secondo la versione ufficiale) hanno spento i transponder per rendere più difficoltosa la loro identificazione e localizzazione, devono avere avuto aiuto dall'esterno (a terra), oppure la versione ufficiale mente. In ogni caso, è un complotto e qualcuno ci nasconde una terribile verità.

Ho la fortuna di avere un parente che è pilota intercontinentale per l'Alitalia, e stasera gli ho chiesto se si può spegnere il transponder su un aereo di linea mentre è in volo. La risposta, lapidaria, è stata "sì, allunghi la mano e giri la manopola su OFF". Su qualsiasi aereo di linea, compresi i Boeing 757 dell'11 settembre.

Mi ha poi mostrato, giusto a titolo di esempio generico di com'è fatto e gestito un transponder, un poster della cabina di un aereo di linea (un Fokker), nel quale ha indicato col dito la posizione della manopola. La vedete in alto a sinistra in questo articolo: cliccatevi sopra per ingrandire l'immagine. La foto non è sublime, è scattata col telefonino in condizioni di luce molto fioca, ma credo sia comunque comprensibile.

Tanti saluti all'"operazione tutt'altro che semplice" e a tutte le altre critiche che mi sono arrivate quando ho chiesto di documentare quest'affermazione del transponder impossibile da spegnere in volo.

Se i complottisti si documentassero prima di spararle grosse, invece di ripetere a pappagallo e senza senso critico quello che viene propinato loro da siti senza scrupoli, ci sarebbe un silenzio assordante intorno agli attentati dell'11 settembre. E magari, in questo silenzio, potremmo lavorare tutti meglio per capire e scoprire i punti poco chiari di questa tragedia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (172)
Che onore!!! Posto per primo!!

Ancora una volta "GRAZIE PAOLO" delle tue preziose indagini.
Comunque ho fatto anche io un'interessante scoperta. Quando i complottisti vengono rimpinzati di cretinate dai loro siti preferiti, spengono il cervello con un operazione molto semplice "allungano la mano e spostano la leva su OFF". Si può fare anche in volo: garantito!
Non posso che unirmi a hammer per ringraziarti! Ci vorrebbe molta + gente con i neuroni collegati al posto giusto....! Buona giornata a tutti.
Grande Hammer :-) e sempre complimenti a Paolo!! comunque non credo ci sia speranza: non c'è peggior sordo di chi non vuole sentire... e se poi oltre che non voler sentire è un'arrogante col cervello in OFF..

Fabrizio
grande Paolo, come al solito sei lucido e pacato su queste cose.

a leggere invece i commenti di certe persone...pur di far passare la loro idea..bah non val neanche la pena di parlarne.
Allora posto la mia ipotesi di complotto: i dirottatori erano monchi (mancavano delle mani) e per loro era un'operazione tutt'altro che facile. Quindi, per abbassare la levetta su OFF, qualcuno deve:
1) aver amputato le mani a tutti i dirottatori
2) aiutato loro nell'abbassare le levette
3) ha poi guidato gli aerei dato che loro non potevano più guidarli
4) sono diventati loro i dirottatori
5) se sei arrivato al quinto punto per leggere questo commento, hai stomaco; però devo avvertirti che il tuo cervello sta andando su OFF.

Cmq è ufficiale: Paolo ha un parente pilota.
Ma:
1) Paolo ha un parente pilota
2) Paolo smaschera tutti i piani dei complottisti
3) Il parente pilota di Paolo sa come spegnere il trasponder...
Paolo ti sei smascherato: il tuo parente è in realtà uno dei piloti kamikaze che non sono morti nell´attentato (come sanno bene i complottisti)! E quindi tu sei pagato dalla CIA per nascondere il tutto...
Scherzi a parte... come ho sempre detto: prove e documentazione... e l´unico che li porta realmente è Paolo...
Ah una domanda: come mai i complottisti non si fanno sentire su questo post? Eppure dovrebbero avere una teoria anche per demolire questo...
zitti tutti
I complottisti non si fanno vedere perchè sono impegnati a dimostrare che l'attacco alle torri è opera di Gargamella e Freddy Krueger.
Ciao!
mah, ogni volta che ne smonti una i complottisti ne inventano altre tre... ma d'altra parte, dire che e' inutile sarebbe come dire che e' inutile lavarsi i denti perche' la placca si riforma.

vorrei dire a michele, onore a paolo
mi permetto di segnalare che cerco di prenderlo ad esempio e fare qualcosina nel mio piccolo (l'interminabile conflitto).
Beh...
Forse una fonte attendibile sulla difficoltà di disattivare un transponder esiste:
"Franco Falcioni, uno dei più anziani comandanti dell'Alitalia, da pochi mesi in pensione, spiega: "Disattivare un trasponder non è semplice. Significa conoscere alla perfezione l'aeroplano, sapere che cosa è una traccia radar primaria e secondaria. Significa soprattutto aver calcolato in anticipo i tempi dal momento in cui ci si rende invisibili a quelli dell'impatto. E, soprattutto, soltanto chi ha volato per ore ed ore su un Boeing e conosce i corridoi e le aerovie civili americane è in grado di sostituirsi ad un pilota, portare l'aereo dove vuole senza lasciare il tempo di essere individuato in posizione anomala rispetto al piano di volo previsto, centrare esattamente nel mezzo una struttura come le torri gemelle".

http://www.repubblica.it/online/mondo/perquisizioni/perquisizioni/radar/radar.html

Ciao

Emanuela
Ahh... ecco perchè Paolo se la è presa tanto con Repubblica quando un po´di tempo fa ha detto che aveva vissuto per un certo tempo negli USA (confondendo probabilmente York con New York...) dicendo che non era vero... perchè vuole nascondere di essere stato assoldato dalla CIA...
;-)

Beh... tutto sommato è facile fare i complottisti, anche con dati che possono sembrare validi... più difficile, come sempre, è capire e scoprire la verità, a causa di quelli che confondono le acque creando assurdi complotti e fanno il gioco di chi alcune cose vuole davvero lasciarle coperte... (in questo caso ad esempio: qualcuno sapeva qualcosa prima? E se si, non ha fatto nulla per errore o per calcolo?... Che sono domande che perdono significato nell´idea assurda di un complotto e coprono chi, se esistesse, ha davvero qualcosa da nascondere)...
Beh...Pensandoci bene...
La foto di Paolo è interessante se pensiamo che i presunti dirottatori si erano allenati su Cessna, Piper o cose del genere di scuole di volo private...

Come dire... adesso anche io dopo aver visto il poster di Paolo posso salire su un aereo e spegnere il trasponder, che ce vole, basta spingere un pulsantino a caso..

Emanuela
Scusa Emanuela,
la foto postata da Paolo è di un Fokker come chiaramente scritto. Un Fokker ha la leva per spegnere il transponder così come altro aereo, ed è quella mostrata.

Cosa vuoi dimostrare dicendo che i dirottatori si sono allenati su Cessna e Piper? Tu su che macchina hai imparato a guidare??? Poi salendo su una macchina diversa hai avuto problemi a trovare il cambio e l'acceleratore?

E poi vuoi farci credere che per tirare una leva uno deve conoscere le aerovie civili e le piste radar? Tu credi che serva un ingegnere a cambiare una lampadina? Certo, vero? Bisogna conoscere i campi elettromagnetici.

Se non capisci questi concetti lapalissiani non so come spiegarteli in altre parole perchè è fin troppo ovvio. Comunque i tuoi vaneggiamenti ti fanno perdere credibilità con ogni sillaba che aggiungi.
Ciao
Dimenticavo...
...se dall'articolo di Paolo capisci che per spegnere il transponder devi spingere un pulsante "a caso" ci sono due possibilità:
a) la tua è una battuta, e in tal caso mi spiace smontarti ma non fa ridere neanche da lontano
b) ti conviene rileggere perchè non hai capito niente.
Hammer. leggi bene, non l'ho scritto io: era un virgolettato di Repubblica.

Leggi bene anche che cosa vuol dire Fokker:
"Mi ha poi mostrato un poster della cabina di un aereo di linea (un Fokker), nel quale ha indicato col dito la posizione della manopola"

Emanuela
Grazie, molte grazie... non ci sarei mai arrivato da solo che era una citazione da Reppublica. Grazie davvero.

Peccato che io non abbia mai sostenuto che lo hai scritto tu, ma semplicemente che tu hai tentato di farci credere ciò che è palesemente contrario al comune buon senso. Evidentemente prendi per oro colato ciò che scrive Repubblica.
Sarebbe invece interessante sapere che referenze ha questo comandante dell'Alitalia e soprattutto come gli è stata formulata la domanda e in quale contesto... o no?
Ovviamente, l'informazione del cugino vale piu' dell'articolo che David Ray Griffin ha suggerito (due volte) di leggere negli scorsi commenti...e poi sono i "complottisti" quelli che si fidano solo delle loro fonti.
Vediamo cosa diceva il Washington Post.
http://www.washingtonpost.com/ac2/wp-dyn?pagename=article&node=&contentId=A14365-2001Sep11¬Found=true
Aviation sources said the plane was flown with extraordinary skill, making it highly likely that a trained pilot was at the helm, possibly one of the hijackers. Someone even knew how to turn off the transponder, a move that is considerably less than obvious.
TRADOTTO, fonti dell'aviazione hanno dichiarato che "Qualcuno [dei piloti,ndt] sapeva anche come disattivare il trasponder, una mossa che e' molto meno che ovvia."
Io mi fido piu' delle fonti del Washington Post, che di mio cuggino.
Voi no?
Attivissimo oltretutto non dice che il transponder nasconde l'aereo solo all'aviazione CIVILE, e glissa sugli orari in cui sono stati spenti... Chi li sa? A qualcuno interessano?
Eppure dovrebbero: sono assai piu' rilevanti delle dichiarazioni di mio cuggino.
Non saprei caro hammer
(piuttosto che bel nome :-)
Ma la stessa domanda la si potrebbe rivolgere anche a Paolo.
Caro ParenteDiPaolo pilota di Boeing:
secondo te, uno studente (anche scarsino, ma lasciamo perdere) di scuole di volo per piloti da aeroplanini da turismo, riuscirebbe a trovare facilmente il transponder in un Boeing su cui verosimilmente non è mai salito? Considerando per di più che si trova nel bel mezzo di un dirottamento e che ha i secondi contati?

Chi ha iniziato a parlare di transponder nei commenti non lo ha fatto sulla base di sue allucinazioni. Precise o meno le sue informazioni avevano un fondamento.

La risposta di Paolo per certi versi è ok, ma per altri mi pare un po' ingenua..

Le regole sulla correttezza del ragionamento devono valere per tutti. Come dice Paolo non poassiamo fare i faciloni...

Emanuela

ps
ora devo andare,
non risponderò oltre
Emanuela, se leggi questo post domani fa niente... tanto adesso me ne vado anche io.

Comunque apprezzo molto il fatto che rispondi civilmente ai miei post duri (troppo, lo ammetto) e questo ti fa onore:-)

Il mio nickname è preso in prestito da un rapper degli anni 80/90.
Ciao
direi che e' pacifico,

gli analisti partono dalle immissioni e con i dati elaborano delle restituzioni, la domanda e' se il metodo e' adeguato.

filosofi e poeti formulano la restituzione appena accade l'evento, poi selezionano le immissioni, collezionando quelle che corrispondono alla restituzione e scartando quelle che la confutano.

tuttavia una dichiarazione e' tappata da una inesattezza.
vediamo un po' di sistemare l'ambaradàn:

complottista: e'[tecnicamente]impossibile farlo.
analista: e' persino facile farlo.
complottista: PENSO sia difficile.

La fonte citata da emanuela sulla difficolta' di spegnere un transponder trascura un dettaglio.

la spiegazione che ci fornisce _parte dal presupposto che il pilota voglia far atterrare l'aereo felicemente._

un pilota di linea impegnato in un volo normale probabilmente non attiverebbe o disattiverebbe mai parte dell' avionica a casaccio, rischierebbe di cannare il corridoio or such

ma al terrorista che glie ne frega?
Commento veloce.
Non sono un pilota, non ho cugini, zii o nipoti piloti.
Pero' ho flight simulator e lo so usare. Io vi suggerirei di andare da qualcuno che ce l'abbia. I cockpit di qualsiasi aereo di linea sono riprodotti alla perfezione, con TUTTI i controlli ed interruttori e il simulatore (non gioco, simulatore) si comporta di conseguenza.
E spegnere il transponder e' banale.
E ci sono anche i manuali.
Io ho il modello di un 737 e (dopo aver letto il manuale) so anche accendere l'APU (e so anche cosa sia un APU)

Sono d'accordo che una volta che sai cosa vogliono dire i bottoni non sai pilotare un aereo e sono altrettanto sicuro che chi ha fatto quel macello non fosse uno sprovveduto, l'abilita' tecnica richiesta secondo me era notevole (anche solo trovare la strada...)

Ma questo e' un altro discorso. La pratica non e' semplice, ma la teoria la puo' conoscere chiunque
bene, mk, mi hai tolto le parole di bocca (anzi le dita dalla tastiera). Anch'io ho flight sim, e sicuramente c'è una bella differenza tra la strumentazione di un piper/cessna o che altro e un aereo di linea. L'articolo riportato da zakheim diceva appunto che spegnere il transpondere "è moltro meno che ovvio". Non impossibile per carità, soprattutto se ti sei allenato un po' con flight sim e conosci abbastanza bene il cruscotto dell'aereo che stai per dirottare.
Non so se la confusione sull'aereo, vista la situazione, abbia potuto complicare le cose, ma nell'articolo riportato da zakheim si dice anche che "Aviation sources said the plane was flown with extraordinary skill, making it highly likely that a trained pilot was at the helm" (fonti dell'aviazione hanno detto che l'aereo era pilotato con straordinaria abilità, come se al timone ci fosse un pilota addestrato). Io non ho mai volato davvero, ma vi assicuro che c'è notevole differenza, oltre il pannello di controllo, nel guidare un aeroplanino e un aereo di linea...
A mio parere chi era al timone non era una persona che aveva fatto unicamente qualche volo con un cessna e un po' di flight sim.
Quindi (in funzione unicamente di quanto detto in questi discorsi) le ipotesi che si possono fare per me risultano essere due:
1) il/i dirottatori erano dei piloti provetti e qualcuno della CIA (?) ci nasconde (o non sa) qualcosa (ad esempio, ipotesi ridicola, che i dirott fossero stati assunti erroneamente dalla NASA per il prossimo volo spaziale facendogli frequentare corsi di specializzazione al volo) ;
2) il/i dirottatori non erano dirottatori, e tutto potrebbe essere una montatura (ad esempio, ipotesi ridicola, che l'aereo fosse telepilotato, e che, peggio mi sento, l'aereo sulle torri fosse una manovra degli americani per scatenare una guerra contro gli arabi, vendere armi, presidiare un territorio sul quale avrebbe potuto passare un oleodotto, e tutte quelle altre brutte cose che dicono i compottisti).

In tutti e due i casi qualcuno (l'america?) sta giocando sporco e quello che mi preoccupa di questa faccenda è che non riesco a trovare giustificazioni o motivazioni per cui avrebbero dovuto mentire sulla vera qualificazione dei piloti dirottatori.
Ognuno è poi libero di pensarla come vuole.
Tutti gli aspetti devono essere approfonditi, le confutazioni fatte per essere smentite. D'altro canto se Colombo non avesse sostenuto che la terra era tonda.....ma questa è un'altra storia (che i veri complottisti conoscono forse troppo bene)
Ok, accetto che un flight simulator possa aiutare. Ovviamente non può sostituirsi alla pratica, perchè altrimenti voi possessori di quel software dovreste già avere il brevetto di volo...

Una domanda: la posizione "OFF" del transponder corrisponde allo spegnimento di quest'ultimo?
http://www.meriweather.com/777/ped/atc.html#
(transponder di un 777)
La posizione standby "stby" invece a che cosa corrisponde?
Quand'è che un transponder smette effettivamente di inviare ogni segnale?

Emanuela
Esattamente...bisogna sapere come funziona...e quindi aver almeno studiato un po' (un po' tanto vista la quantità di pulsanti e levette che ci sono su un aereo di linea), credo che non sia facile orientarsi con tutti quei comandi.
Alle domande sul transponder non ti so rispondere (devo ancora cimentarmi in questi dettagli con il flight sim) ma la questione rimane quella:
CI HANNO MENTITO (e probabilmente continuano a farlo).
Il problema è: perchè, cosa ci nascondono?

Per quanto ne so io George e Bin potrebbero essere amiconi e aver organizzato tutto come manovra finanziaria o altro....non lo so. So solo che la fazenda non è chiara abbastanza per i miei occhi e a mio parere chi ci mente in questo momento sono gli Ammmericani (Bin d'altonde ha rivendicato l'attacco, no?).
In ogni caso l'ipotesi di complotto è una ipotesi valida (ai miei occhi) almeno tanto quanto quella del l'attacco; almeno fintanto che qualcuno non mi riesce a convincere....
Mark
Ma che c'entra il transponder e se si può spegnere o no, è un falso problema. Le cose succedono quando a tutti va bene che succedano, e gli attentati dell'11 settembre andavano bene a tutti: governo USA, ebrei, musulmani, petrolieri, armaioli, cattolici, speculatori finanziari, militari, fornitori di militari...eccetera...tutti avevano da guadagnare.
Se volete chiamarlo con un termine diverso da "complotto" si può usare "accordo", ma la sostanza cambia?
Certo che se nessuno capisce queste cose sarà sempre molto facile farle accadere.
Popolo bue quanto ti odio.

Saluti a tutti
Complimenti Paolo!
Il problema dei complottisti è che sono accecati dalla voglia di trovare qualcosa che non va, finendo così per mescolare faziosamente gli argomenti.
Ad esempio, appena si scopre che usare il trasponder è semplice, ci si mette a dire che però gli aerei sono diversi etc... ma insomma, un po' di rispetto per il nostro cervello!
Se siamo capaci noi, in un paio di giorni, a trovare il metodo per spegnere un transponder pensate che dei terroristi non riescano a farlo?
Inoltre non dimentichiamo una cosa: e se gli americani avessero mentito sull'aver scoperto o meno l'identità dei dirottatori? Questo secondo voi dovrebbe per forza dire che gli attentati sono organizzati? Magari, come ha anche suggerito Paolo, gli attentati sono stati strumentalizzati al massimo, e si è fornito un volto ai dirottatori tanto per non fare la figura dei fessi completi.
Spesso si sentono ragionamenti assurdi, tipo: i dirottatori sapevano appena virare (e se questa informazione, ma solo questa, non fosse vera? tutte le altre sarebbero fantasie...), quindi non sanno spegnere il transponder (e perchè, io quasi lo saprei fare, e l'ho studiato per 10 minuti, non l'ho pianificato per mesi, forse anni), quindi non saprebbero virare (e perchè ne siete sicuri? ci fidiamo dell'istruttore di volo?), quindi era tutto organizzato e gli aerei erano telecomandati!
Tanto per chiarire, se uno volesse creare una procedura complessa per il transponder non ci sarebbero problemi: basterebbe dover digitare un codice (che magari cambia spesso) che prevere anche la possibilità (nel caso un pilota fosse minacciato) di inserirne uno leggermente diverso che apparentemente sembra funzionare ma in realtà manda l'allarme.
Forse allora dovremmo dedurne che la boeing non ha previsto uno spegnimento più difficile perchè era d'accordo con la CIA, che prima o poi l'avrebbe sfruttato...
oppure più semplicemente i sistemi di allarme sono altri ed un transponder.
Manderò una foto a Paolo della plancia di un 757.
Ciao
ci hanno mentito, i cioccolatini su quel volo erano di marca diversa da quelli serviti normalmente sulla linea in questione, perche'una linea aerea dovrebbe ordinare un cargo specifico per un volo ordinario?
come spiegate i cioccolatini?

scusate, i was making a funny joke.

no, direi di più: le provo tutte nella speranza che qualche complottista, forse 1 su 1000 si becchi il fulmine di efesto e dica:

"ma alla fine, che caspio sto facendo??"

lancio una provocazione:

non vi pare una strana strategia per conquistare il mondo, quella di far fuori 3/4 del proprio fronte?

e ci metto pure una riflessione cogente:

ma in afghanistan, emirati, yemen, tunisia, GLI AEROPLANI CHI LI GUIDA?
non mi verrete mica a dire che in tutti e 23 i paesi islamici (Imperialista a moii? senti chi parla!!)
gli aerei di linea sono pilotati da agenti CIA...

anche i complottisti dovrebbero rispondere, di tanto in tanto.
Io non sono un complottista, però con tutte le domande che potevi fare al tuo parente mi sembra che hai scelto la più comoda, o una tra le più semplici da smentire. Rimarrà semplice spegnerli questi transponder, ma se è vero che sono andati in successione come hanno fatto a sapere quando era il momento?

io chiedere al tuo parente quanto segue:
Uno che non ha mai guidato un aereo di linea in realtà ma solo sul simulatore è in grado di:
Beccare due torri a 500 o più Km/h?
E' in grado di entrare piatto nel pentagono?
Siamo onesti, era molto più semplice e disastroso atterrare sul tetto dell'edificio.

(Ripeto non sono un complottista)
Emanuela, hai effettivamente ragione.... come ho fatto a non pensarci prima!! La posizione OFF non corrisponde allo spegnimento del transponder, semplicemente chi ci ha messo la scritta OFF è un buontempone che voleva burlarsi di tutti.

A parte ciò è ovvio che OFF sta per SPENTO e STBY per STANDBY. Non so proprio quale dubbio tu voglia sollevare e sono convinto che non lo sappia neanche tu.

Ho una domanda anche per zakheim: mi spieghi in base a quale criterio (comunque sbagliato) un pilota interpellato da Paolo è meno attendibile di uno interpellato dal Washington Post? ...fammi capire, essere parenti di Paolo è un crimine o squalifica la gente?

A tutti i complottisti chiedo invece di fornire la procedura dettagliata dello spegnimento del transponder del Boeing utilizzato quella mattina. Solo così sarete credibile; per adesso vi state solo lanciando in un puerile "io ho ragione e voi no" e, francamente, non sembrate molto seri come interlocutori.

Ciao
"Rimarrà semplice spegnerli questi transponder, ma se è vero che sono andati in successione come hanno fatto a sapere quando era il momento?"
Mai sentito parlare di orologi? Io mi metto daccordo di trovarmi alle 5 con i miei amici: come ho fatto a farli trovare tutti insieme a quell´ora? È forse un complotto della CIA? Inoltre esistono pure i telefoni cellulari (ci sono persone che hanno chiamato i propri cari dagli aerei, perchè i terroristi non possono essersi chiamati a vicenda prima degli schianti?)

"Uno che non ha mai guidato un aereo di linea in realtà ma solo sul simulatore è in grado di:
Beccare due torri a 500 o più Km/h?"
Buona domanda, ma visto che di solito anche nei simulatori il problema è sempre decollare o atterrare mi sembra possibile (ricordiamoci che le torri erano larghe almeno come le ali dei boeing, quindi non certo dei francobolli!)

"E' in grado di entrare piatto nel pentagono? Siamo onesti, era molto più semplice e disastroso atterrare sul tetto dell'edificio."
Questa è la ricostruzione che ne fanno i complottisti... ma se invece la sua idea era proprio atterrare piatto e proprio perchè non era capace di "atterrare" c´é finito in quel modo?? Penso che si dovrebbe partire dal ragionamento: volevano fare più danni possibile: al pentagono è entrato male -> dimostrazione che non sapeva guidare bene. Nella vita esiste anche il caso, non solo il complotto... Comunque queste sono mie idee, chiaro, ma mi sembra più plausibile che inventare un enorme complotto con spie e geniali piloti che prima di schiantarsi dimostrano tutta la loro bravura!
Ho chiesto al mio parente pilota la domanda che mi premeva sul momento, semplicemente perché era quella di cui si dibatteva nei commenti all'articolo precedente, non certo perché era la più comoda.

Riguardo le tue domande:

Uno che non ha mai guidato un aereo di linea in realtà ma solo sul simulatore è in grado di:
Beccare due torri a 500 o più Km/h?


Direi di sì. Non so se hai presente com'era il WTC. Era ENORME. Lo si vedeva da decine di km di distanza (lo so, ci sono stato e ci ho volato intorno, sia con l'aereo di linea, sia in elicottero). E ovviamente sporgeva di centinaia di metri rispetto a ogni edificio circostante. La giornata dell'11/9 era limpidissima. Dirigere un aereo di linea in volo orizzontale è fondamentalmente facile come guidare un'auto: correggi la direzione spostando la cloche. Una volta che hai avvistato il bersaglio, devi solo manovrare la cloche.

Tieni presente che specialmente nel caso del primo aereo, il bersaglio era particolarmente ampio: bastava che centrasse una QUALSIASI delle due torri. Il secondo pilota aveva già un compito leggermente più impegnativo: doveva centrare una sola, e una specifica, delle due torri. E guarda caso, il secondo aereo l'ha quasi mancata (presa di spigolo). Tieni presente, inoltre, che non aveva importanza a che altezza venivano colpite le torri. Il bersaglio era insomma molto ampio. Non è insomma implausibile che un pilota dilettante possa compiere un gesto del genere.

E' in grado di entrare piatto nel pentagono?

Qui bisogna stare attenti a non confondere i risultati con le intenzioni. Colpire il Pentagono in qualsiasi punto sarebbe stato un successo: anche qui, quindi, il bersaglio era amplissimo. Quindi non è affatto detto che fosse nelle intenzioni del dirottatore entrare piatto: l'entrata piatta potrebbe essere dovuta a un errore di manovra. I colpi di fortuna capitano anche ai terroristi: quando non capitano, non ce ne accorgiamo, perché l'attentato fallisce.

Le parole di Falcioni contrastano con quanto mostratomi da un pilota Alitalia in servizio attivo. Inoltre non sembra volerci molta esperienza per trovare i comandi del transponder di un 757: basta cercare i manuali, che sono pubblicamente disponibili.

A proposito del Washington Post, l'articolo dice che si tratta di "piloti addestrati". Questo non contrasta con i fatti noti: significa semplicemente che i dirottatori si erano (ovviamente) preparati prima, in modo da essere pronti a pilotare l'aereo. Quindi sapevano dov'era il comando del transponder.

E' chiaro che lo spegnimento del transponder e' tutt'altro che ovvia per un profano che entra in cabina per la prima volta. Ma se un terrorista pianifica di dirottare e pilotare un 757, pare abbastanza logico che s'informi sul funzionamento e sull'ubicazione degli strumenti che gli serviranno durante l'azione.

Attivissimo oltretutto non dice che il transponder nasconde l'aereo solo all'aviazione CIVILE, e glissa sugli orari in cui sono stati spenti... Chi li sa? A qualcuno interessano?

Non so se sono attinenti all'argomento: la domanda era "è possibile spegnere un transponder dalla cabina?"

Ovviamente spegnendo il transponder non sparisce la traccia radar dell'aereo. Ma è molto più difficile identificarlo in mezzo a tutto l'altro traffico. Visti i tempi ristretti dell'attacco, questa maggiore difficoltà potrebbe aver dato tempo sufficiente a confondere i controllori di volo quanto basta per arrivare sui bersagli.

Ciao da Paolo.
ma in afghanistan, emirati, yemen, tunisia, GLI AEROPLANI CHI LI GUIDA?
non mi verrete mica a dire che in tutti e 23 i paesi islamici
gli aerei di linea sono pilotati da agenti CIA...
------------------
No solo quelli che fanno comodo.
Mica si può notare le decine di imam che in medioriente incitano all'odio e credere che qualcuno di loro non sia un agente CIA (ti crollerebbe un mondo addosso).
O che in egitto lo Tsunami per i commentatori televisivi è successo a causa dell'america operando così una disinformazione totale.
E quando bruciano le bandiere americane ed israeliane? Ovviamente è autocombustione per il caldo.
E perchè nessuno si ricorda delle notizie che davano le scuole coraniche pachistane che esultavano il 12 settembre? perchè ovviamente erano agenti CIA.
Ed amadinejad è un agente CIA? c'è stato chi mi ha risposto di si.
Ma se gli chiedevo: e Chavez è un agente CIA (per le stesse motivazioni di Ama-boy)?risposta...beh no.

Accentuo, sono intollerante, o sono realista?!
Fatevi la vostra idea.
Io ho ben capito che in democrazia domina il pregiudizio nella mente della maggioranza delle persone (soprattutto laddove non ci sia una conoscenza del mezzo o della fisica per credere per valutare quanto scritto), quindi trovate tutte le scuse che preferite per dissentire.
Solo nei regimi si può trasmettere in prima serata una serie televisiva come Holocaust nella tv di stato e nessuno dice niente.
quello che non capisco io:

esiste gente che non ha mia pilotato un aereo, che non è mai stata nella cabine o addirittura che non ha mai volato. nulla di male in questo, figuriamoci.
esiste gente che non ha minima idea delle regole e dei problemi che regolano il controllo aereo civile/militare. Soprattutto quando - come a newyork e washington, o a roma, se è per questo - l'aereoporto più vicino è a meno di 10 minuti di volo dalla città. anche in questo nulla di male, non è obbligatorio.

MA, se manca questa conoscenza, come pretendono di prendere posizione ("sputare sentenze" è forte per molti, ma non per tutti) soltanto sulla base di quello che hanno "letto per sentito dire" in uno o più siti? non sarebbe meglio prima documentarsi su un tasto serio (come, ad esempio le procedure di controllo aereo)?

saluti a tutti.
giulio
Strano vedere che c'è ancora qualcuno che raccoglie al volo delle mezze verità come oro colato.......verità distorte!
piccolo esempio!
Un giornalista sportivo tifoso dei bianchi deve scrivere un'articolo su di una gara di troveo tra bianchi e neri.i neri vincono 3-0.Il giornalista scrive che i bianchi sono arrivati secondi e i neri penultimi!
Può sembrare assurdo!
se si omette di dire che le squadre sono solo 2!
ciao! ;P
ma la teoria di bin laden still agente cia:

una volta che ho piazzato bin laden in afghanistan, perche' dovrei abbassare la mia popolarità in america
facendo una guerra con stradiotti che ha addestrato per far fuori gli americani?

cioe' perche' dovrei addestrare parte del mio fronte a far fuori un' altra parte del mio fronte quando posso semplicemente ordinare al mio agente di fare un take over??

Se bush e bin laden fossero amicicci l'america gli avrebbe dato appoggio contro il governo afghano come ha dato una mano a saccodiare i russi.

tanto per risparmiare qualche soldo.
Caro Paolo,
Ammesso pure che il pulsante sia facile da trovare per chi non ha mai guidato davvero un Boeing ...

Sei sicuro che il transponder in modalità OFF e/o StandBY non invii più alcun tipo di segnale utile a far rintracciare l’aereo..?


Emanuela
non e' questione di averlo pilotato o meno: se hai una foto della cabina e ti indicano sulla foto dov'e' il comando del transponder e ti dicono come si spegne, non ti serve altro. Se riesci a entrare in cabina, sai cosa fare.

Per la tua domanda: dai un'occhiata a questa pagina della Wikipedia, spiega brevemente come funziona un transponder.

http://en.wikipedia.org/wiki/Transponder_code

Se è OFF, da quello che ho capito, non emette alcun segnale. L'aereo è comunque tracciabile dai radar di terra (nelle zone coperte dai radar), ma con precisione minore e senza dati di identificazione (è un puntino sullo schermo e basta).
D: un transponder emette segnali quando e' spento?

R:
-se un transponder e' passivo emette sempre segnali,
-se un transponder e' attivo, quando lo spegni non emette il benchè' minimo segnale.

D: come si riconosce un transponder attivo da uno passivo?

R: dalla presenza dell' interruttore

D: a cosa puo' essere utile un transponder attivo sull' aeroplano?

R: un transponder passivo non sarebbe programmabile

...
tanto per portarsi avanti col lavoro
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Qui c'è lo stesso pannello centrale (pedestal) dello stesso fokker mostratoci da Paolo.
Ultimo pannellino a destra con il numero di "squawk" 5127; non c'è un tasto Off assoluto, ma quello relativo al dato dell'altitudine (ALT OFF) in alto a sinistra del pannellino.

http://www.myaviation.net/search/photo_search.php?id=00315035&size=large#

Quindi in questo caso si può dire che il transponder non mandi più alcun segnale? Oppure smette solo di dare notizie sull'altitudine?


Emanuela
Non so perchè il post di prima non lo ha preso...

il problema è che non si vede quali scritte copre la manopola... e se coprisse un OFF? Non hai altre foto del pannello da un'altra angolazione???

Aggiungo pagine su spegnimento di transponder, da un checklist emergenze:
http://www.traffico-aereo.it/pages/sic/sic02/sic02_0.htm

E dalla comissione Ustica che ha riprodotto lo spegnimento del trasponder dopo l´esplosione del DC9 con un altro DC9:
http://64.233.183.104/search?q=cache:iMJQcv71sXMJ:www.bietti.it/images/docs/LE%2520MOTIVAZIONI.doc
emanuela, sai cos'e' un radome?

no, domanda sbagliata, adesso vai a cercarlo su google

ma e' evidente che al momento non lo sai.

la domanda e' questa: ho indovinato?
Non ho trovato una foto di un'altra angolazione del Pedestal del Fokker.
Provate però a confrontarlo con transponder del 777 che restituisce le visione completa:

http://www.meriweather.com/777/ped/
atc.html#

Accertato che OFF si riferisce solo all'altitudine (ALT OFF)

Non è fuorviante la frase del cuggino-pilota:
"sì, allunghi la mano e giri la manopola su OFF", visto che chiaramente nel Fokker c'è scritto "ALT OFF" e che nel transponder non compaiono altre opzioni "OFF"..?

Emanuela
emanuela, mi pare che hai completamente ignorato la mia domanda.

questo non e' mai indice di buona fede, in un processo cognitivo,
di fronte ad una domanda si puo' rispondere o spiegare perche' la domanda non sarebbe pertinente.

quando hai postato la foto della plancia, sapevi cosa e' un radome?
O onnipotente Attivissimo, allungami la mano qui e spegnimi il trasponder se ne sei capace.

http://www.meriweather.com/767/767-fd.html

scegliere control pedestal----> Tcas-atc

Occhio a non barare, im miracoli non valgono.
Puffolotti non so te, ma io so leggere:
Questo non è un sito complottista, ma un sito tra l'avioamatoriale e lo specialistico:
http://www.myaviation.net/search/photo_search.php?id=00315035&size=large#

E nella dida sotto la foto c'è scritto:
Aircraft Taken at
More: Germania Express
More: Fokker 100 (F-28-0100)
More: Berlin - Tegel (TXL / EDDT)
More: Germany More: February 23, 2005

Rimani sul pezzo, please..

Emanuela
Puffolotti:

il radome è il contenitore posto davanti al muso di un aereo che contiene il radar per la rice-trasmissione dei segnali riguardante la sua posizione e quella degli altri aerei.

E' come se emanuela ti avesse chiesto:
"Che ore sono?" e tu gli avresti risposto "Che tempo fa?".

Sempicemente assurdo.
Scusate la mia ignoranza, ma che differenza c´é tra Standby e Off? Mi spiego quando il mio computer va in standby io sullo schermo non vedo nulla, come se fosse off, cambia solo che per accendersi ci mette meno tempo. Come funzona con questo trasponder? Se è in standby trasmette o no? Se trasmette allora è On e non capisco a cosa serve una posizione on, e se è spento è off, o comunque uguale a off.
sono rimasto sul pezzo.

come puo' emanuela parlare di avionica se non sa neanche come si chiama la sede dell' avionica?

ha detto che sa leggere.
come puo' aver accertato che il pulsante in questione spegne solo le info sull'altitudine?

e se cosi' fosse, come puo' garantire che non ci siano altri tasti cogenti, dal momento che non conosce minimamente il meccanismo?

che non lo conosca si evince dal rifiuto di rispondere alla domanda, tant'e' vero che altri hanno dovuto farlo per lei.
facciamo un paragone: e' come se emanuela avesse detto:

"quando in una macchina a cambio manuale cambi la marcia devi mollare l'acceleratore"

e io avessi risposto:

"scusa, ma sai cos'e' la frizione?"
______
lo stand by serve per risparmiare energia mantenendo uno stato dinamico.
ad esempio un televisore in stand by puo' ricordarsi il canale, il volume e la compensazione che aveva quando e' passato in stand by
http://www.faa.gov/ATpubs/AIM/Chap4/aim0401.html

Qui ci sono le operazioni col transponder della FAA... è chiaro che la posizione Standby è equivalente a quella OFF, ovvero il transponder non risponde alle richieste (logico: stby - non risponde, ALT OFF - risponde ma senza l´altitudine, ON - funziona tutto)... altrimenti, come dice Erminio, che senso ha lo STBY?

per ulteriore conferma ecco le operazioni fatte dall´operatore a terra del radar: http://www.faa.gov/ATPUBS/ATC/Chp5/atc0503.html
"PARAGRAFO 5.3.3
c) Request the aircraft to change transponder to "standby." After you observe the target disappear for sufficient scans to assure that loss of target resulted from placing the transponder in "standby" position, request the aircraft to return transponder to normal operation and then observe the reappearance of the target. "

O sono cretini che chiedono agli aerei operazioni quasi impossibili, oppure è facile da fare...
Saluti
(P.S. spero che i complottisti ora non mettano in dubbio la FAA!)
Certo Airone, riprendo da dove scrivi:
“and then observe the target or code display change”
Che cosa è il code di cui si parla..?
E’ il codice a 4 cifre, il "tag" cioe' l'etichetta dove sono scritte le informazioni riguardanti la prua, la velocita', l'altitudine; per il resto la traccia radar (traccia secondaria) viene comunque vista dal controllore. (vedi commento di Paolo tratto da Wikipedia)
Quindi questo non significa che mettendolo in questa posizione la traccia dell'aereo scompaia del tutto sullo schermo radar.
A questo punto, torno alle dichiarazioni di Franco Falcioni comparse su Repubblica e Washintgont Post, già citate e qui mi fermo:
http://www.repubblica.it/online/mondo/perquisizioni/perquisizioni/radar/radar.html
- Se per “transponder disattivato” si intende transponder in standby:
Gli aerei dirottati non sono mai del tutto scomparsi dai radar, come anche scrive Paolo nei commenti (quindi perché non raggiungerli..?)
- Se per transponder disattivato si intende transponder manomesso che non invia il minimo segnale.
Si capisce perché gli aerei dirottati (diventati invisibili) non sono stati intercettati, ma allora chi ha manomesso il transponder..?

Emanuela

ps
Per oggi ho finito..
A domani.:!!
Mettere i riefirmenti, altrimenti non si sa che pesci pigliare... ad esempio questo è un caso che dimostra chiaramente la cosa: la frase citata è nel paragrafo precedente
Paragrafo 5.3.3 B)“and then observe the target or code display change”

Si riferisce al paragrafo precedente, un altro e diverso metodo di indentificazione che si ottiene cambiando il code e identificando quale aereo ha cambiato il code...
Leggi con attenzione:
Paragrafo 5.3.3:
Metodi per l´identificazione ("...one of the following"):
A - chiedere di attivare l´IDENT,
B - chiedere di cambirare il code,
C - spegnere e riaccendere il transponder...
è chiaro che il b e il c non c´entrano nulla l´uno con l´altro ed è pure chiaro che spento il transponder la traccia dell´aereo scompare dal radar (almeno quello dell´aereoporto civile)... Emanuela, non ti fare accecare dalle tue idee e leggi bene... e visto che sei una persona intelligente, non buttare frasi a caso sperando di convincere perchè tanto nessuno va a controllare...
E non mettere in bocca ad altri, cose che puoi pensare tu, facendo credere che siano dette da esperti: Falcioni non ha mai detto che in standby gli aerei si vedono ancora o che qualche traccia (primaria o secondaria) rimane! E nemmeno Wikipedia! E per dirla tutta non capisco da dove, negli articoli che citi, tu possa estrapolarlo... forse perchè ci sono due tracce una deve essere sempre accesa?
Buon week-end!
I complottisti hanno un vizio ORRENDO per quanto riguarda la wikipedia.

come dei ragnetti ci scrivono sopra quello che torna loro utile e poi la citano...
il risultato e' talvolta grottesco

-"l'acciaio e' un metallo, Egregio. e' scritto su wikipedia"
-"no, l'acciaio e' una lega ferrosa, Sir. e' scritto su wikipedia"
-"o poffarre, mi ricordero' cosa ho scritto, Esimio"
-"senza meno, Milord, ma io l'ho scritto dopo"
Scusate.
Ci facciamo trascinare dai complottisti sul loro terreno, cioè parlare di cose che (senza offesa per nessuno) non conosciamo se non per sentito dire o desunto da citazioni qua e la in rete.
Il discorso dei trasponder, mi pare, è qualcosa di altamente tecnico. Sappiamo solo vagamente a che possono servire.
Poichè che la dichiarata impossibilità di disattivare il trasponder avanzata dai complottisti s'è rivelata l'ennesima fantasia, visto che qualcuno lo fa, che importanza hanno i particolari ulteriori? (a che serve, una o due o quindici tracce radar ecc. ecc.)
Si solleva un inutile polverone, e si perde di vista l'osservazione iniziale.

Così parla della foglia, e non si vede la foresta, cioè che tutta la costruzione dei complottisti è basata sull'interpretazione arbitraria a senso unico di particolari poco chiari (e che si badano bene dal chiarire).
Lasciatemi terminare con una citazione manzoniana:
"Tra tanti appassionati, c'eran pure alcuni più di sangue freddo, i quali stavano osservando con molto piacere, che l'acqua s'andava intorbidando; e s'ingegnavano d'intorbidarla di più, con que' ragionamenti, e con quelle storie che i furbi sanno comporre, e che gli animi alterati sanno credere; e si proponevano di non lasciarla posare, quell'acqua, senza farci un po' di pesca."

saluti a tutti

mastrocigliegia
@Paolo. Ho presente quanto sono grandi le torri, 11 Settembre ero a NY, sono uscito dal metrò che erano appena state colpite, poi sono rimasto li (Circa 500mt) a guardare un pò come tutti, quando è crollata sono scappato a Times Sqaure.

Come già detto non penso sia stato un complotto, però per onesta mi sono letto tutto il report su www.luogocomune.net Dovremmo farlo tutti e essere obbiettivi. Non credo che se lo siano fatti da soli, ma sul fatto che sapevano ho forti dubbi. Nessuno tra pro e complottisti avrà mai le prove per aver ragione al 100%. Quello che non mi piace di luogocomune e il non lasciare spazio a tesi contro quelle evidenziate da loro, in molti casi valide. Resta il fatto che 3000 poveri cristi sono morti. Ho visto tempo fà un documentario su SKY, la persona più vicina alla rete di BinL è stata intralciata più volte e poi licenziata, per sua sfiga quel giorno era alle torri.

Io non la farei così facile guidare un aereo, se giocate a GP4 per anni e potreste anche guidare un F1, volete farmi credere che la prima volta il primo giro arrivate già a un ottimo livello?

Ripeto leggete luogocomune, e non date per scontato che dicano cazzate, provate a ragionarci su molte cose, se quel che dice luogocomune è vero ci sono molte cose strane, ne cito 4.

1 Rischi di mandare a monte un piano durato 5 anni e te ne vai a portland rischiando di perdere l'aereo?

2 I passaporti dei terroristi hanno avuto il culo di trovarli sogli gli agenti FBI

3 Dove sono stati per un'ora tutta la difesa americana? Uno bello tranquillo è arrivato al pentagono (di cui strano ma vero non esisto immagini, quelle che c'erano sono state sequestrate)

4 Come mai i corpi del'aereo del pentagono sono stati tutti ritrovati e non c'è un minimo particolare dell'aereo?

OT perchè se c'è un atto di terrorismo muoiono sempre i poveri cristi e non si ataccano mai tra di loro?

Difendiamoci noi e non loro o i nostri ideali
Poichè che la dichiarata impossibilità di disattivare il trasponder avanzata dai complottisti s'è rivelata l'ennesima fantasia, visto che qualcuno lo fa, che importanza hanno i particolari ulteriori? (a che serve, una o due o quindici tracce radar ecc. ecc.)

Non avrei saputo dirlo meglio, grazie.


1 Rischi di mandare a monte un piano durato 5 anni e te ne vai a portland rischiando di perdere l'aereo?

Anche i terroristi sbagliano. Sono esseri umani (anche se non sembra, da quello che fanno). Figurati, gli agenti dell'MI5 lasciano i laptop pieni di dati segreti nei pub di Londra (ti posso dare le fonti se vuoi), gli errori possono capitare. In ogni caso, il piano era concepito sulla base di cellule indipendenti, per cui anche il fallimento di un singolo aereo non avrebbe influito sull'effetto desiderato.

2 I passaporti dei terroristi hanno avuto il culo di trovarli sogli gli agenti FBI

La notizia, a quanto mi risulta, era stata data inizialmente ma poi è stata smentita. Dovrei però riprendere i miei appunti. Tu puoi darmi delle fonti per questa tua affermazione?

3 Dove sono stati per un'ora tutta la difesa americana? Uno bello tranquillo è arrivato al pentagono (di cui strano ma vero non esisto immagini, quelle che c'erano sono state sequestrate)

"Tutta la difesa americana"? Documentati sulle procedure pre-11/9 di intercettazione e assistenza per i voli interni. Non è che ci sono migliaia di caccia pronti a zompare. Suggerimento: Googla Payne Stewart:

http://www.airsafe.com/stewart.htm

4 Come mai i corpi del'aereo del pentagono sono stati tutti ritrovati e non c'è un minimo particolare dell'aereo?

Questa domanda andrebbe cancellata, perché ci sono foto a iosa di pezzi d'aereo al Pentagono. L'argomento è già stato discusso in questo blog, per cui scusami se non ti ripeto tutta la serie di immagini. Le ho a disposizione sul mio sito www.attivissimo.net, comunque.

OT perchè se c'è un atto di terrorismo muoiono sempre i poveri cristi e non si ataccano mai tra di loro?

Dipende cosa intendi per "loro". L'11 settembre sono morti anche molti militari, oltre ai civili. Se per "loro" intendi i capi di governo o i capi delle associazioni terroristiche, non sono mica scemi. Mandano al macello qualcun altro, è sempre stato così.
A proposito di quanto sia facile per un pilota dilettante manovrare in volo un 767 o 757:

http://www.airsafe.com/journal/v1num16.htm

Un pilota statunitense con poco meno di 100 ore di volo in monomotori (tipo Cessna) ha seguito un corso che comprendeva cinque ore in un simulatore di volo per 757. Non ha avuto nessun problema a pilotare; altro paio di maniche, dice, sarebbe decollare o atterrare.

Guarda caso, i terroristi hanno lasciato che i piloti di linea eseguissero il decollo prima di dirottare gli aerei.
Qui qualcuno bara, tu o luogocomune.net? Per loro in base a dimensioni, foto, suolo del pentagono non era un aereo.

"Tutta la difesa americana"? Documentati sulle procedure pre-11/9 di intercettazione e assistenza per i voli interni. Non è che ci sono migliaia di caccia pronti a zompare. Suggerimento: Googla Payne Stewart:

Qui nonquadra qualcosa, ho letto di persona l'intervista sul corriere della sera che un pilota di caccia non è riuscito a abbattere il secondo aereo sulle torri per 2/3 minuti, ha ancora i rimorsi per questo fatto.

Io non so cosa pensare, qui ci raccontano solo quello che gli fà comodo. Parto dal fatto che se ciò che ho letto è vero, un caccia da NY a Washington ci arriva in tempi brevissimi, e non vedo perchè ci deva andare un caccia di NY quando a Washington ci sono le loro basi. Io posso accettare un buco per le due torri, ma sul pentagono hanno dormito. Tu hai letto tutto l'articolo di luogocomune (Tu sei tra i loro link). Sarebbe bello analizzare sezione su sezione. Io ho trovato che alcune cose che dicono loro sono forzate e lasciano il tempo che trovano, però alcune cose fanno riflettere.

Come dici tu, possono anche aver guidato bene un aere in volo, ma atterrare è un'altra cosa. Quello al Pentagono c'è riuscito, vedendo come è entrato. Possimao stare qui ore, la vertà non la sparemo mai. Ripeto molte cose sono perlomeno dubbie.
Scusa un attimo: o hai seri problemi di vista o sei in malafede.

Ti prego di aprire la pagina del sito di Paolo che mostra le immagini dei frammenti dell'aereo al pentagono. E' lampante che ce ne siano.

Guarda e giudica da solo.

E perdonami, ma se luogocomune dicesse prenderesti in considerazione questa teoria??
Dichiarano il falso, e puoi vederlo dalle foto. Forse apposta, forse a causa della loro ristrettezza mentale. Ma è ora che smettiamo di dare credito a qualsiasi malato di mente che scrive qualcosa su un sito.

Dai... siamo seri!
Scusate ho sbagliato a scrievere.....
...la frase giusta era "se luogocomune dicesse che il sole sorge a ovest, prenderesti in considerazione questa teoria??"

Sorry
Io sto neutro, per te è vero ciò che dice Paolo, per altri quelli di Luogocomune.

Fosse vero quello che gli USA dicono perchè non sputtanare quella marea di fissati che fanno tutte queste domande? Tu, io, Paolo non sappiamo tutto. Io non sò se è vero quano luogocmune dice sul sito (prendo loro come riferimento perchè è in italiano).Sul sito segnalano 100 domande senza risposta ufficiale (http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/100dom/100dom2.html)
Perchè? se è tutto chiaro diano una risposta, il silenzio aumenta i sospetti, verò che i sospetti non fanno una prova. Secondo me non è un autocomplotto per un solo semplice motivo:

Sai quanta gente doveva sapere e lasciar correre? Corri il rischio che poi qualcuno parli o li fai fuori tutti?

Secondo me, ripeto, l'unica ipotesi che potrebbe essere vera è che ai piani alti sapevano e hanno lasciato correre. Chi conta non è di sicuro morto.

PS Questa storia è come quando fanno una finaziaria, per chi la fà è valida, per chi è all'opposizione non vale nulla. La varità quale è? hanno due calcolatrici diverse? I conti sono conti, non si trovano d'accordo neanche lì, figurati.
No.
Sei assolutamente fuori strada.

E scusami se non sono diplomatico, ma te lo dico chiaro.
Se tu non credi a una foto che mostra frammenti di aereo vicino al pentagono la questione non è credere a Paolo a o Luogocomune. La questione è che anche davanti alle foto e alle immagini chiare c'è chi non si vergogna di dire che al pentagono non si è schiantato nessun aereo.

Ci sono delle *FOTO* che documentano questo fatto.

Mi spieghi quale parte della frase sovrastante non ti è chiara?
Se ci sono delle foto e luogocomune dice che nessun aereo si è schiantato sul pentagono o sono malati di mente o sono orbi oppure sono in malafede.
E la tua posizione neutrale non è condivisibile, perchè dai 50% di credito a chi dice palesemente il contrario di ciò che è documentato da foto.

A questo punto ti faccio una domanda alla quale ti prego di rispondere: oltre alle foto che mostrano frammenti di aereo cosa caspita vuoi vedere???
Chi ha il coraggio di controbattere alle foto ha il paraocchi.
Scusate, sono qui per fare la figura dell'idiota disinformato rispetto a tutti quelli che sono intervenuti documentandosi - in discussione magari è la validità delle fonti, ma sul fatto che siano state consultate non ci sono dubbi.
Mi perdonerete se cito dalla mia memoria: sbaglio o al tempo si diceva che alcuni fra i dirottatori avevano frequentato per alcuni mesi non già un corso per imparare a pilotare un cessna, ma un corso per pilota di linea? A quanto so, negli Stati Uniti esistono grandi scuole di pilotaggio, a cui si rivolgono anche le linee aeree, che offrono liberamente questi corsi a chiunque abbia i requisiti fisici necessari e i soldi per pagarsi il training. Se ricordo bene la cosa venne fuori con un certo scandalo, proprio perché i terroristi frequentarono questi corsi negli Stati Uniti; se non che, sempre se ricordo bene, i loro profili personali destavano pochi sospetti: relativamente benestanti, in USA da tempo e senza mai aver dimostrato posizioni estreme di alcun tipo. Tornando al corso di pilotaggio: uno che esca da un corso del genere, anche senza concluderlo, dovrebbe saperne abbastanza per spegnere un transponder e dirigere un aereo verso un grattacielo.
Quello che ho detto non è sicuramente conclusivo: chi crede al complotto - non è il mio caso - potrebbe giustamente fare altre domande. Ma non dovrebbe quanto meno togliere dubbi sul fatto che sì, a bordo degli aerei c'erano delle persone con le competenze necessarie a fare il non molto che restava da fare senza grossi aiuti esterni, e su come queste competenze possano essere accumulate in un tempo relativamente breve purché si possa pagarle?
@Hammer,

Sono neutro, Le foto le ho viste, però allora le foto di luogocomune sono ritoccate o quei pezzi non sono di un boing come dicono loro. Tu mi dici cosa vuoi di più? se leggi quel che loro insinuano più di un presidente della nazione che dice di aver detto di aver visto il primo aereo cosa vuoi? Come faceva a saperlo, come facevano ad esserci le telcamere? (Molti dicono che è una dell sue tante cavolate dette). Perchè buttare giù il WTC7 già evacuato ed costruito in cemento armato? Io non so se queste affermazioni sono vere, le ho lette e voglio discuterle. , ma c'è ne sono a decin di cose poco chiare.

Io la verià non la so, neanche tu, nella vita prendiamo la verità che ci fà comodo. Di far polemica non si finisce mai, solo chi sà, come FBI, Cia, Casa Bainca può mettere a tacere certa gente.

Io non credo a quanto luogocomune dice, non credo che se lo siano fatti da soli. I mie dubbi PERSONALI sono:

1 Che sul pentagono non era un aereo di linea

2 Che ai vertici alti sapevano che sarebbe potuto accadere, ma gli ha fatto comodo
maurizio, sai cos'e' l'ergal?

perchammai voi complottisti arrivate sempre coi compitini da fare??

cioe' quando chiedi: "come mai l'aereo non ha lasciato una sagoma come wile edward coyote?"

questa e' la domanda?

perche' le ali si son sbriciolate come grissini e son rimbalzate come palle da biliardo,

ora, quale e' la tua domanda?
Maurizio, ho un serio problema a risponderti perchè devo ammettere che di quello che hai scritto non si capisce quasi niente. Sarà un problema mio....

Mi spieghi cosa c'è di strano nel fatto che Bush ha visto il primo aereo?
Dici di aver visto le foto sul sito di Paolo che mostrano tracce di un aereo di linea però fingi di non averle viste.

In ultimo spiegami una cosa: perchè gli avrebbe fatto comodo?
Se abbatto casa tua ti faccio un favore??

Mah....
brevemente all'ultimo messaggio:
1)forse perchè ha detto "ho visto l'aereo entrare dentro" o qualcs del generte e i filmati non erano ancora stati trasmessi...
2)Se abbatti casa mia e io ci ho fatto una bbbbella assicurazione contro gli abbattimenti e per di più è quasi da demolire perchè vecchia credo di si....magari io quel giorno sono alle maldive, ma la mia colf, che povera non c'entra nulla, è in casa...peccato...

Comunque è inutile stare a discutere di transponder on o transponder off....non sono queste le domande che un complottista deve fare.
Se si vuole parlare di complotto ben altri sono gli argomenti....e quelle foto che riportano i rottami del pentagono....qualcuno ha per caso fatto un confronto tra i rottami e l'aereo intero? veramente, ho sentito dire che i rottami non coincidono in dimensioni e forma con i pezzi reali dell'aereo....
Hammer ha scritto: "A questo punto ti faccio una domanda alla quale ti prego di rispondere: oltre alle foto che mostrano frammenti di aereo cosa caspita vuoi vedere???"

Boh, i motori ad esempio?
Scusa se te lo chiedo eh, probabilmente l'orbo sono io, ho gia' un po' di miopia..
Per Anonimo: ti ripeto la domanda perchè la tua risposta è priva di significato. Cosa c'è di strano nel fatto che Bush hai visto l'aereo entrare?
I filmati sono stati trasmessi subito.

X Engine Man: hai perfettamente ragione nel fire che hai problemi di vista. Le foto dei motori ci sono e le trovi senza ombra di dubbio nelle indagini di Paolo.
AAA cercasi questo
http://www.freestickers.net/Photos/757engine.jpg
Io forse sono miope, ma qualcuno qui vede solo le figure come un bimbo che legge i cartoni animati..
occielo, mai sentito parlare di computer palmari?

"chiedo venia a tutti voi cavalieri, ranger e paladini, chè non convien i pargoli allarmare.
in dettaglio, cosa e' successo, mio buon scudiero?"

"ecco qui, sir george, guardi nello specchio magico, un mirabile nazgul abbattiede una torre, trattasi forse di cabana party in cabina di pilotaggio"

ci sono 1000 modi in cui puo' aver visto il filmato.
La cosa più bella di tutta la situazione è che, smontata la tesi del transponder impossibile da spegnere, ora tornano a parlare di altro e improvvisamente il transponder (argomento di questo post) non è più importante: le cose importanti sono altre, non certo sciocchezze come spegnere un trasponder... ma allora tutte le discussioni che hanno portato prima, per cui il transponder era una base fondamentale? Almeno ammettete che avete preso una grossa cantonata e passiamo ad altro... di solito a stretto rigore scientifico se si fa un errore si ammette e si passa a discutere altro... ed è pure un metodo onesto, invece di nascondere l´errore dicendo che non è importante ai fini della tesi.
Questione transponder:

Il transponder serve, per i radar a terra, ad aggiungere ulteriori dati alla traccia primaria di un aereo.
Quindi con o senza transponder ogni radar a terra che si rispetti vede comunque l'oggetto non identificato dirigersi verso una certa direzione potendone stimare persino la velocita'.
(Altro che le stupidaggini dette da Attivissimo)
Questo a meno che l'oggetto volante non voli a bassissima quota ( e sfido chiunque a farlo con dei Boeing).

Domanda:
a che pro mettere in stand-by un transponder visto che si viene tracciati comunque? Pure da un radar primario?
Soprattutto, visto che lo stand-by equivale a spegnere comunque il T-CAS rendendosi, (questo si),invisibili ai radar secondari degli altri aerei, a che pro rischiare di collidere come dei pirla con il traffico aereo circostante, sapendo che, specie quella parte di America, è piu' affollata di una Mecca nei giorni del pellegrinaggio?

Come vedete non serve avere un "cugggino" pilota per porsi delle domande sensate.

------------
Questione Bush:

Chi afferma che le immagini del primo schianto quel giorno furono viste in diretta mente sapendo di mentire, perche' furono trasmesse (filmato Naudet) 3 giorni dopo dalla CNN.

A presto miei cari con altre questioni piu'impegantive.
@Airone76. ok, l'oggetto è il trasponder, allora? Non si può uscire dal seminato? Parliamo del 11 setembre, vespa su Cogne ci fa un puntata al mese. Basta un transponder per acusare o annullare le prove?
Io, tu, e molti che ci sono qui non sono in grado di provare la verità. Dovresti fare un dibattito con gente competetente. Io parlo per letto, prendendo per buono ch sia tutto vero, potrei pensare è vero quelo che scrive Paolo e gli altri sono stolti, potrei prendere per buono quel che scrive luogocumene e pensare ch gli altri sono ciechi. No, voglio capire e discutere, senza offendere nessuno. La certezz è che più di 3000 poveri cristi sono morti, e molti hanno la vita rovinata da quel giorno.

Ho solo qualche domanda:

Le foto di pro USA mostrano i motori, i complottisti no. X te è vero quelle dei motori, per altri sono reali quelle dei complottisti.

Uno dei due dice il falso? Chi e perchè e come provarlo? Dovrebbere essere fotomontaggi chi ha tolti i pezzi.

Chi di voi ha letto sia tutti il documentario di Paolo che quello di luogocomune?

Sono il primo a dire che su luogocomune molte cose sono forzate e ridicole, però alcune cose fanno pensare. Quello che è ridicolo al 100% è che se lo siano fatti da soli.

Non è vero che il primo aereo è stato trasmesso subito.

Ultima cosa, mi piacerebbe discutere punto punto le accuse dei complottisi, con calma e tranquillità. i pic capire le cose, non farmi un idea e non cambairla perchè devo sempre aver ragione.
Questo a meno che l'oggetto volante non voli a bassissima quota

e le torri gemelle, sì, sono alte ma non e' che stanno sulle nuvole.
________
Chi afferma che le immagini del primo schianto quel giorno furono viste in diretta mente sapendo di mentire, perche' furono trasmesse (filmato Naudet) 3 giorni dopo dalla CNN.

Questo su quali basi??
cioe', stai dicendo che per 3 giorni non son state trasmesse?
Questo a meno che l'oggetto volante non voli a bassissima quota

e le torri gemelle, sì, sono alte ma non e' che stanno sulle nuvole.
________
Chi afferma che le immagini del primo schianto quel giorno furono viste in diretta mente sapendo di mentire, perche' furono trasmesse (filmato Naudet) 3 giorni dopo dalla CNN.

Questo su quali basi??
cioe', stai dicendo che per 3 giorni non son state trasmesse?
Il transponder serve, per i radar a terra, ad aggiungere ulteriori dati alla traccia primaria di un aereo.
Quindi con o senza transponder ogni radar a terra che si rispetti vede comunque l'oggetto non identificato dirigersi verso una certa direzione potendone stimare persino la velocita'.
(Altro che le stupidaggini dette da Attivissimo)


Prego? Io ho detto esattamente questo: "Ovviamente spegnendo il transponder non sparisce la traccia radar dell'aereo. Ma è molto più difficile identificarlo in mezzo a tutto l'altro traffico".

Questo a meno che l'oggetto volante non voli a bassissima quota (e sfido chiunque a farlo con dei Boeing).

A giudicare dai filmati degli impatti al WTC, qualcuno c'è riuscito, non ti pare?

a che pro mettere in stand-by un transponder visto che si viene tracciati comunque? Pure da un radar primario?

Per rendere più difficile localizzare l'aereo dirottato, come ho già detto e ridetto. Invece di avere un bel puntino con su l'identificativo dell'aereo, hai un puntino. Sarà il Boeing dirottato? Sarà un altro aereo? Un disturbo radar?

a che pro rischiare di collidere come dei pirla con il traffico aereo circostante, sapendo che, specie quella parte di America, è piu' affollata di una Mecca nei giorni del pellegrinaggio?

A parte il fatto che una collisione è abbastanza improbabile, era un rischio accettabile. Un impatto in volo, con conseguente disastrosa perdita di vite, avrebbe comunque prodotto l'effetto terroristico desiderato.

Come vedete non serve avere un "cugggino" pilota per porsi delle domande sensate.

Non capisco il tono di derisione del citare il "cuggino". Avrebbe senso se io citassi fonti di terza mano (come fanno i complottisti) o addirittura imprecisate, ma qui ho chiesto direttamente a un esperto.

Chi afferma che le immagini del primo schianto quel giorno furono viste in diretta mente sapendo di mentire

Non t'arrabbiare. Magari sta semplicemente sbagliando per ignoranza, come capita anche ai complottisti (pod, transponder, rottami, lista passeggeri...).

perche' furono trasmesse (filmato Naudet) 3 giorni dopo dalla CNN.

Per quel che mi ricordo, furono trasmesse la prima volta l'11 settembre sera, ma comunque in effetti non risulta che le immagini dei Naudet fossero disponibili a Bush la mattina degli attentati.
Engine Man, hai problemi ad esprimerti?

Linki la foto di un motore di Boieng seguita da una tua frase fuori contesto e senza senso. Cosa dovrei evincere dalla foto? Spiegamelo, perchè (sarà un limite mio) ma non ci arrivo.

Invece io ti consiglio di dare un occhio qua:
http://www.attivissimo.net/antibufala/11settembre/11settembre_p01.htm
e guarda l'immagine dei rottami di motore al pentagono.

Ciao
Ciao Hammer: quello della mia foto e' un motore di un 757, mentre nelle tue non ne vedo nemmeno uno dei due.
Chi dei due ha problemi?
Comunque, visto che stiamo ospiti di chi qualifica il Washington Post "fonte di terza mano", mentre il parente anonimo che passa l'immagine di un altro aereo viene preso come bibbia, non mi sembra il caso di continuare, anche visto che si continua ad ignorare tutti gli altri aspetti della questione.
A ciascuno le sue fonti, e tanti saluti.
Mah... Engine Man, ti dirò che nelle foto postate da Paolo il motore del Boieng si vede chiaramente. Se non lo vedi i problemi li hai tu.

Non so proprio perchè tu ritenga che un pilota professionista non sia attendibile solo perchè è parente di Paolo. Mi piacerebbe saperlo, ma visto che to sottrai alla discussione (e di questo devi darmi atto) non avrò il piacere di conoscere questa ulteriore tua assurdità.

Ciao
Domanda per Emanuela:
non vai più sul forum di Luogocomune a chiedere cosa devi rispondere ad Attivissimo sulla questione del trasponder?

Appena ho letto il tuo post su Luogocomune sono scoppiato in una sonora risata e credo di aver disturbato i vicini... però adesso che so che ciò che hai scritto non è farina del tuo sacco ma ti è stata propinata da quelli di Luogocome capisco perchè non rispondevi alle domande oppure perchè davi risposte evasive.... forse non avevi le risposte perchè nessuna anima pia su Luogocomune ti dava le risposte in tempo.

Per chi volesse approfondire la faccenda, andate su luogocomune e ricercate nel sito la parola Attivissimo e vedete cosa vi esce nella sezione forum.
"Ma è molto più difficile identificarlo in mezzo a tutto l'altro traffico".

Falso per due motivi.

1)Specie nelle zona ad alta intensita' di traffico anche i voli VFR devono avere il TRSD acceso. Ergo nessun tipo di confusione, quando c'è una traccia non "marcata" il controllore lo sa immmediatamente e tramite la calibrazione del primario (guadagni, tilt ecc.) puo'seguire il segnale calcolandone la direzione ed il segnale.

2)quando un aereo spegne il suo transponder in volo, i sistemi computerizzati del centro radar avvertono il controllore della "anomalia" il quale innesca le procedure di emergenza (contatto con aereo--->contatto con aerei vicino per stabilire se qualcuno lo vede-----> contatto con NORAD e centri d'emergenza.)

"A giudicare dai filmati degli impatti al WTC, qualcuno c'è riuscito, non ti pare?"

No. la quota dimpatto del WTC non è da considerarsi bassissima. Inoltre a New York ci sono due grandi aereoporti dotati di radar per l'avvicinamento che potevano tracciarli.

"A parte il fatto che una collisione è abbastanza improbabile, era un rischio accettabile. Un impatto in volo, con conseguente disastrosa perdita di vite, avrebbe comunque prodotto l'effetto terroristico desiderato."

Improbabile dove? In America? In una zona, quella, a piu' alta densita' di traffico?

Quindi secondo te la FAA ha richiesto l'utilizzo dei TCAS solo per far arricchire le aziende produttrici fottendo le compagnie aeree che fino a pochi anni fa se l'erano cavata solo coi radar di terra?

Inventane un'altra, perchè questa risposta non convince proprio nessuno.

"Avrebbe senso se io citassi fonti di terza mano (come fanno i complottisti) o addirittura imprecisate, ma qui ho chiesto direttamente a un esperto."

Come non ha senso ribattere con risposte grossolanamente ipotetiche ed inesatte su questioni di cui non sei esperto; cito:

"Dirigere un aereo di linea in volo orizzontale è fondamentalmente facile come guidare un'auto: correggi la direzione spostando la cloche. Una volta che hai avvistato il bersaglio, devi solo manovrare la cloche."

Falso: il primo aereo non ha approcciato in orizzontale. Lo testimonia il fatto che la forma di intrusione del veivolo forma un angolo con la orizzontale di piu' di 20° a sx se guardiamo da Nord a Sud.
Piuttosto, data la velocita' col quale ha approcciato l'aereo, si è trattato di una lunga e costante virata verso sinistra con correzione finale ed impatto (un po' come è avvenuto per il secondo aereo), che non puo' essere stata fatta da un qualsiasi studente di Cessna, o peggio ancora, da un amante di Flight Simulator. Le fisiche, inerzie, modo di virare sono diverse e non paragonabili.
Perche' virare, specie con un 767 o un 757 e specie a 700-800 Km/h ()velocita' stimata dal report 9/11) non vuol dire solo girare la cloche, bisogna saper agire anche sulla pedaliera, altrimenti l'aereo non va dove vorresti che andasse, ma scivola da un lato e si imbarda.

Sei ancora sicuro che sia cosi' facile?.
Se quello che potrei dire e' gia' etichettato come "assurdita'", mi sembra giusta la decisione di sottrarmi al dibattito, e non ho detto che una testimonianza non e' attendibile ne' ho fornito quel motivo, rileggi meglio.
http://www.physics911.net/missingwings.htm
Qui ci sono le foto di Attivissimo, ma anche dimensioni, foto ed esplosi di un motore di un 757.
Il mio commento e' superfluo dato che e' gia' stato etichettato come "assurdo", a voi le interpretazioni, e nel caso siate interessati buona lettura.
Engine Man, ammetto di avere poco tempo e quindi a breve non ti rispondo più.
Se non hai detto che la testimonianza del parente di Paolo non è valida allora non sai neanche tu quello che dici.
Comunque se ti aspettavi che le ali dell'aereo lasciassero una sagoma come nei cartoni di Bugs Bunny direi che hai confuso i cartoni animati con la realtà.
Non ci arrivi da solo che le ali si sono accartocciate nell'impatto???

Dai... sii serio!
Allora, hammer, avevo scritto: "Comunque, visto che stiamo ospiti di chi qualifica il Washington Post "fonte di terza mano", mentre il parente anonimo che passa l'immagine di un altro aereo viene preso come bibbia"
Da questo hai desunto che non la reputo attendibile: se hai dei problemi con la lingua italiana e' un tuo problema, ma evita perlomeno di fare dell'ironia.
Hai anche detto una inesattezza a proposito del post di Emanuela in luogocomune, sono appena andato a leggere, e lei ha scritto per avvertire che forse c'era un'inesattezza nella sezione 9/11.
Se la differenza tra questo ed il sito di Attivissimo, dove cio' non si puo' fare, sembra una scorrettezza, non so davvero cosa dire.
Poi ho detto: "http://www.physics911.net/missingwings.htm
Qui ci sono le foto di Attivissimo, ma anche dimensioni, foto ed esplosi di un motore di un 757."ù
E te hai risposto parlando di ali e cartoni animati..
Risposte un po' per tutti:

visto che stiamo ospiti di chi qualifica il Washington Post "fonte di terza mano"

Per favore smetti di mettermi in bocca cose che non ho detto. Chiunque rilegga i commenti si rende conto che stai distorcendo quello che ho scritto.

mentre il parente anonimo che passa l'immagine di un altro aereo viene preso come bibbia

E' anonimo semplicemente perché non mi sembra corretto coinvolgerlo in una discussione alla quale non partecipa. Questo inficia forse le sue affermazioni? O siamo arrivati al punto che chi è mio parente è automaticamente squalificato dai complottisti, a prescindere dalle sue credenziali (ripeto, è un pilota Alitalia in servizio attivo)?

A scanso di dubbi "ma il Fokker ce l'ha li' il transponder e il B757 no": io gli ho chiesto se e come spegnere il transponder su un aereo di linea in genere: aveva il poster di un Fokker e mi ha indicato l'interruttore. Gli ho chiesto, per maggiore scrupolo, se è così su tutti gli aerei, e in particolare sui 757 e 767. Mi ha confermato di sì.

Specie nelle zona ad alta intensita' di traffico anche i voli VFR devono avere il TRSD acceso.

Devono, anche se li pilota un terrorista che non vuole farsi scovare?

Usi un gergo da pilota. Posso chiederti come mai? Sei del mestiere?

la quota dimpatto del WTC non è da considerarsi bassissima. Inoltre a New York ci sono due grandi aereoporti dotati di radar per l'avvicinamento che potevano tracciarli.

Tracciarli sì, ma identificarli no. Comunque ricordo a tutti che l'argomento era "il transponder è impossibile da spegnere". Vedo che si sta glissando, vista la figuraccia.

lei ha scritto per avvertire che forse c'era un'inesattezza nella sezione 9/11.
Se la differenza tra questo ed il sito di Attivissimo, dove cio' non si puo' fare...


Scusa, chi ti ha detto che non si può fare? Trovami un errore, documentamelo, e lo correggerò. Mi sembri un po' prevenuto.
>Poi ho detto: "http://www.physics911.net/missingwings.htm
>Qui ci sono le foto di Attivissimo, ma anche dimensioni,
>foto ed esplosi di un motore di un 757.

Ottimo esempio del complottista-pensiero.
Sul sito citato c'è scritto "The image below shows what appears to be part of the rotor element bearing the stubs of vanes."
WHAT APPEARS to be part..., CIO' CHE SEMBRA essere parte...
Lo stesso sito esprime il concetto in forma dubitativa, e ad un tratto il dubbio scopare.
Ci si dilunga su forma e dimensioni della turbina per dimostrare ciò che non richiederebbe nessuna dimostrazione.

E' la strategia complottista: il nocciolo del problema scompare seppellito dal polverone di particolari ininfluenti.
In sostanza i complottisti applicano questo sillogismo:
1) "Si dice che questo [della foto] è il motore del 757"
2) "Dimostriamo che non può essere il motore del 757"
3) "Quindi chi dice che era un 757 dice il falso.

Come i prestigiatori, si attrae l'attenzione su una mano in modo che non si veda il trucco nascosto nell'altra.
L'affermazione 1) l'hanno fatta i complottisti stessi, e anche in forma dubitativa,
Fanno una brillante esposizione della affermazione 2 (in modo che non ci si concentri sulla 1) e tirano fuori la carta truccata della conclusione
Che però non regge ad un minimo di senso critico, visto che quello della foto potrebbe essere (dico per dire) parte del sistema d'aereazione o di chissà quale altro dispositivo (magari il fatale trasponder, perché no?).
A meno che non ci sia una dichiarazione ufficiale che quello della foto *E'* il motore (ma in tal caso la vorrei vedere citata, oltre che riportata) le conclusioni dei complottisti sono senza senso.

>E te hai risposto parlando di ali e cartoni animati.
Scusatemi la cattiveria, ma mi viene da rispondere che certe persone è meglio che si interessino di cartoni animanti e non vadano oltre.


saluti
mastrocigliegia
Da un "appears to be", "sembra che", si e' filosofeggiato sul "sillogismo del complottista"... minchia.

"l'argomento era "il transponder è impossibile da spegnere". Vedo che si sta glissando, vista la figuraccia."

Io non ho capito chi e' che ha scritto quella frase, nessuno la puo' sostenere, una cosa o e' difficile o facile, nulla e' impossibile.
Ci si diverte a smontare frasi illogiche...

"Scusa, chi ti ha detto che non si può fare? Trovami un errore, documentamelo, e lo correggerò. Mi sembri un po' prevenuto."

Una volta preparata la documentazione, dove si pubblica?
Da un "appears to be", "sembra che", si e' filosofeggiato sul "sillogismo del complottista"... minchia.

Ha fatto bene, è un ottimo esempio di comportamento tipico dei complottisti. Mentre gli scettici sono cauti, i complottisti sparano certezze.

Io non ho capito chi e' che ha scritto quella frase, nessuno la puo' sostenere, una cosa o e' difficile o facile, nulla e' impossibile.
Ci si diverte a smontare frasi illogiche...


Per sapere chi ha scritto quella frase, leggiti i commenti all'articolo su "In Plane Site", linkato per chiarezza all'inizio di questo articolo che stai commentando.

Una volta preparata la documentazione, dove si pubblica?

Puoi pubblicarla nei commenti, se vuoi, oppure mettere nei commenti un link, oppure mandarmela e io la vaglierò, oppure mandala a Luogocomune.

Ciao da Paolo.
Devono, anche se li pilota un terrorista che non vuole farsi scovare?

Non so se scrivo male io o capisci male te. Propendo per la seconda ipotesi visto che ho spiegato come funziona la procedura dopo la perdita del segnale secondario.
Chiedi al parente no? Poi chiedi dove ha visto il tasto OFF sui TRSD dei Boeing cortesemente.

Usi un gergo da pilota. Posso chiederti come mai? Sei del mestiere?

Si, sono del mestiere. Ma questo non ha importanza. Importante è capire che non si prende in mano un 757 o un 767 dall'oggi al domani, foss'anche ti fossi studiato a memoria un manuale in arabo, per poi pilotarlo come un caccia spadroneggiando senza cognizione di causa, nelle areovie piu' incasinate del mondo.

Tracciarli sì, ma identificarli no.

La differenza quale sarebbe? Che non c'è scritto AA o UA sul segnale di posizione dell'aereo?
O che non c'è scritto HDG090 o FL250? che non c'è scritto il codice identificativo di 4 cifre?

Ma fino a poco tempo prima c'erano, poiche' impostati dal pilota dopo il decollo, per cui lo spegnimento dei codici ha per forza fatto scattare l'allarme nei centri di controllo e da questo punto in poi, visto il pauroso fuori rotta del segnale in questione è compito del NORAD intercettarlo (disponendo di tecnologie di intercettazioni radar molto piu' sofisticati), ma stranamente è andato in bambola completa, inviando dei caccia a temporeggiare.....sull'oceano atlantico. Ma guarda un po' cosa ci avranno trovato? Forse dei segnali primari di aerei affondati nel triangolo delle bermude?

"Comunque ricordo a tutti che l'argomento era "il transponder è impossibile da spegnere". Vedo che si sta glissando, vista la figuraccia."

Io invece ricordo che quando si ribatte ad un affermazione non chiara e/o erronea, e si vuole offrire un servizio, bisogna raccontare bene come stanno le cose perchè dire "allunghi la mano e giri la manopola su OFF" (invece di stby) è errato e grossolano altrettanto.
Se il tuo parente è un pilota intercontinentale Alitalia , deve avere in consegna o un 777 o un 767 della tipologia ER. In quei due aerei (ed anche per il Fokker 100) non esistono modalita' OFF per il TRSD ma solo STDBY per siattivare la traccia secondaria di un radar. Ed in ogni caso esiste una primaria......ed in ogni caso dopo lo spegnimento succede questo, bla, bla.....

Omettere di raccontare cio' che succede dopo descrivendo le problematiche relative al volo con dei liner per "sacrificarle " alla sterile polemica con i complottisti equivale a fare della disinformazione.

Hasta la vista.

AIRman.
Ecco, questo (quello qui sopra) è un commento costruttivo sul quale lavoro volentieri.

Giro le domande al parente pilota appena lo rivedo, poi pubblico i risultati nel blog (magari apro un altro articolo, perché spazzolarsi chilometri di commenti è pesante).

Ciao da Paolo.
C'e' una cosa che i complottisti non prendono MAI in considerazione.
il fatto che uffici, torri di controllo, laboratori e piattaforme, sono si' ragionevolmente efficienti, ma certo non come nei film catastrofici.

spero di non insultare nessuno se faccio notare che nel mondo reale una procedura non sempre viene seguita scrupolosamente, un marconista perde la traccia, non e' che segua pedissequamente & indefessamente il manuale, il "tanto, che vuoi che succeda" tipico dell' operaio al trapano che toglie la protezione e mantiene premuto "il tasto del vile" con del nastro adesivo, e' completamente vietato nelle tesi complottistiche.

pertanto, nell' analizzare un evento, la tesi con la pretesa che in una "forse emergenza" tutti i preposti (salvo Bush che e' nella tesi un povero bietolone) si muovano alla perfezione come un un balletto russo, non e' realistica;

prima ancora di analizzare le evidenze.
Puffolotti:

Certo che siamo umani e possiamo sbagliare, ma un conto è l'operaio che sbaglia ed è responsabile per se stesso (se si fa male sono affari suoi), ed un'altro è che a sbagliare siano stati piu' centri di controllo, piu' persone allo stesso modo. Non dimentichiamo che una volta scattato l'allarme del "fuori rotta" , piu' controllori si tengono informati fra loro e, una volta passata la patata bollente al NORAD, devono fare in modo che il traffico circostante sia il piu' possibile separato dall'aereo dirottato. Ora questo puo' essere relativamente facile se il dirottamento avviene nei modi classici con un piano di volo studiato ad oc con il dirottatore, ma diventerebbe difficile gestirlo nel caso del 9/11 in quanto i veivilo tracciati sui radar civili hanno seguito strane rotte senza un apparente motivo fin quando non sono andati a bersaglio.
Fuori di questo doveva essere il NORAD a gestire la cosa allertando tutte le basi delle zone interessate. I caccia sono in grado di alzarsi in volo nel giro di qualche minuto e di raggiungere velocita' doppie a quelle stimate per gli aerei coinvolti quel giorno. Ma la storia ci ha insegnato che non è andata esattamente cosi', e per un Paese organizzato come gli Stati Uniti una sequenza di errori cosi' evidenti e madornali richiederebbe l'allontamento immediato dei responsabili. Cosa che non si è mai verificata. Nessuno ha pagato per questo. Perchè? Perchè per esempio Clinton per una stupida bugia fu sbattuto fuori dalla Casa Bianca ed invece i responsabili del NORAD sono ancora al loro posto? E "at last but not least" perchè l'entourage Bush è ancora al suo posto visto che......

http://www.indicius.it/usa_911_2.htm

AIRman
Ciao Engine Man,
continuo a ritenere che i problemi con la lingua siano tutti tuoi. Senza ironia.
Se contesti a Paolo il fatto di dare pieno credito a un parente pilota ma al contempo dici di non aver mai detto che il parente pilota non è attendibile, allora ti contraddici. Nessuno ha capito cosa volessi dire con quella frase e forse non lo hai capito nemmeno tu.

Su Emanuela non ho mai detto che la sua è una scorrettezza. Ciò che ha fatto è ridicolo, non scorretto.
In assenza di idee valide con cui controbattere se le è fatte suggerire da Luocomune. Quindi è venuta qui e ha postato cose che le sono state raccontate e quindi non è mai stata capace di rispondere a tema o di approfondire la questione.

Ti faccio notare che l'assurdità in base alla quale OFF non sta per Spento, Emanuela l'ha letta su Luogocomune e l'ha riportata qui.
Non è nemmeno stata capace (come invece sei tu) di inventare fantasie sfrenate. Se le è fatte suggerire e ciò che scriveva perdeva senso di sillaba in sillaba.

Invece, ciò che posti tu è farina del tuo sacco o lo hai letto altrove?

Ciao (sempre senza ironia)
Ciao Hammer
contrariarmente a quello che credi, ho dichiarato a Luogocomune che avrei postato alcune questioni qui, (e uso sempre il mio nome!)

Nel caso del transponder in stanby la posizione "OFF" etc, http://www.meriweather.com/777/ped/atc.html# (transponder di un 777)
Se leggi bene nella pagina, ti dice come far comparire tutte le spiegazioni sulle funzioni strumento.
Ecco dove l'ho verificato.
Il mio unico errore è stato di confondere la traccia primaria, causata dalla massa dell'aereo, con l'eventuale emissione di segnali da parte del transponder in standby.
Ma a parte questo, l'intervento di airman coincide perfettamente con il virgolettato di Repubblica del comandante Falcioni già citato e ignorato da Paolo:
"Disattivare un trasponder non è semplice. Significa conoscere alla perfezione l'aeroplano, sapere che cosa è una traccia radar primaria e secondaria..."

E' stata citata anche una fonte del Washington Post, ma nonostante questo Paolo ha parlato di complottisti che si inventano le cose di sana pianta...
Insomma, io non sono una complottista sfegatata, ma l'atteggiamento di Paolo non mi sembra proprio il massimo della razionalità..

Ecco come da parte mia riassumerei tutta la situazione:

1)Disattivare un transponder richiede una perfetta conoscenza dell'aereo (in ogni caso si tratta di metterlo in stanby e non di spegnerlo) ma in sè non è una manovra complessa: si tratta di muovere una levetta

2) Disattivare il transponder in volo richiede un'enorme abilità nel gestire le immediate conseguenze che questo atto comporta, perchè non si è del tutto invisibili, si rimane comunque rintracciabili per pagare le conseguenze di un tale gesto sconsiderato.

Emanuela
Emanuela, ignori due cose:
1)Chi disattiva un transpoder per compiere un attentato non si fa tanti scrupoli. Non deve conoscere una mazza e non deve gestire nessuna conseguenza. Deve solo andare a schiantarsi in pochi minuti e non credo che si metta a fare troppi calcoli o considerazioni.
2) Non hai risposto alla mia osservazione. Sei andata su Luogocomune e hai postato qui, senza nemmeno troppo capire, le due o tre fesserie che ti sono state propinate. Salvo poi ignorare ogni critica che ti veniva mossa perchè non eri in grado di controbattere.

Ed è la stessa cosa che stai facendo ora. Ti faccio notare che hai fatto una figura da "peracottara" e glissi, rispondi altro.

Mah...
A me invece sembra chiarissimo che:
1) Il transponder è facilissimo da spegnere (al contrario di quello che era stato detto dai complottisti) e non richiede di avere una "conoscenza approfondita dell´aereo": se cercate nel sito che linka Emanuela qui sopra, notate che tantissimi aerei hanno il transponder nello stesso punto e fatto all´incirca allo stesso modo... al limite una "buona conoscenza delle procedure dell´aviazione" può essere utile per sapere cosa succede quando si spegne, ma come già detto ai dirottatori non interessava.
2) Sulle conseguenze di questa operazione nessuno (Paolo in primis) ha mai detto che l´aereo scompare dalla faccia della terra... questo è un esempio di come perdendo tempo a discutere di stupidate si perdano di vista le cose importanti...
3) Ogni volta che si dice che sia difficilissimo pilotare un Boeing per favore non dimentichiamo che chi pilotava quegli aerei non aveva intenzione di atterrare sano e salvo (come era praticamente sempre accaduto ai dirottatori precedenti) o evitare problemi o inchieste... Nessuno dice che sia facile pilotare un Boeing, ma gli anni che servono per imparare a pilotare servono anche ad imparare come gestire i dati di volo, saper trasmettere dati alle torri, saper gestire le emergenze, atterraggi di fortuna, decollo e procedure, atterraggio e procedure... cose che ai terroristi non servivano e chiaramente non hanno mai imparato. Se ad un quiz televisivo una persona sa rispondere a tutte le domande sulla fisica Newtoniana non pensiamo subito che sia un fisico laureato, ma solo uno che ha studiato bene l´argomento (magari anche per un paio di settimane)... e chiunque potrebbe farlo anche senza conoscere l´esistenza delle teorie successive. Per i complottisti non è cosi: se hanno saputo dirigere un aereo verso le torri dovevano saper pilotare e conoscere a fondo l´aereo (e quindi aver studiato per anni)!
4) Chi può dire, pur sapendo guidare l´auto benissimo, di conoscere a fondo il mezzo che sta guidando o come funziona il servosterzo? Per saper usare una cosa non serve sapere esattamente come funziona. Io non so come funziona il servo sterzo, ma se dovessi guidare la mia auto e colpire un palo della luce (ben più piccolo delle torri in proporzione), anche ai cento all´ora non avrei grossi problemi, ed ancora più facilmente se sapessi prima di partire esattamente quale palo e dove si trova.

Scusate la lunghezza
hammer said:

"1)Chi disattiva un transpoder per compiere un attentato non si fa tanti scrupoli. Non deve conoscere una mazza e non deve gestire nessuna conseguenza. Deve solo andare a schiantarsi in pochi minuti e non credo che si metta a fare troppi calcoli o considerazioni."

Considerazioni superficiali errate che portano totalmente fuori strada rispetto al problema 9/11.

Forse non vi è ancora chiaro un concetto: disattivare un TRSD non serve a nulla ai fini di un tracciamento radar.
Le procedure sono precise ed indiscutibili, persino qui in Italia (pensate un po). Dove non arriva il controllo "civile" ci pensa il controllo militare e ,da questo punto in poi, non esistono teorie che tengano considerate le tecnologie di cui sono in possesso per i tracciamenti radar.
Questa è solo una gran scusa di FAA e NORAD da far bere al popolino, per giustificare il fatto che possano essere sfuggiti di mano.

Ma la realta' è altra cosa.

Cioe' il problema primario non è tanto che
dei terroristi possano avere o no degli scrupoli o possano aver fatto o meno tutto cio'(questo va valutato a bene a parte alla luce di quanto detto sul pilotaggio di un liner), ma che possano essere sfuggiti, con facilita'e modalita' palesemente sospetta, alla piu' grande ed organizzata rete di controllo aereo militare (Stati Uniti e Canada).

AIRman.
Secondo me chi accusa un complotto per un semplice trasponder è fuori strada, tutte cazzatine, e su luogocomune di cazzatine e forzamenti c'è ne sono tanti.

Se si vuole discute all'infinito le domande (IHMO) sono queste:

Tutti concordi che erano in grado di volare e beccare due torri. Però atterrare è tutta un'latra cosa. Il terzo aereo ha fatto ancora una cosa più difficile. è entrato nel pentagono quasi orizzontale.

Frammenti di aerei c'è ne sono pochi, per vari motivi. Però sono riusciti a riconoscere tutti i corpi eccetto 5. Si vede che siamo molto più resistenti di due motori di un boeing.

Perchè sequestrare le immagini di tutte le telecamere intorno al pentagono. (Immagini magari chiare, poche ci sono e sono confuse)

L'unica foto degli imbarchi è quella di Atta a Portland, fa schifo farci vedere anche le altre? Si saranno mica rotte tutte le cassette. D'altronde se in 48 ore avevano già l'identikit di tutti i dirottatori da qualche nastro saranno stati ripresi.

cosa si vede esattamente nel video del World Trade Center ripreso dal gruppo di ebrei dal New Jersey [dall'altra parte del fiume Hudson] che sono stati poi arrestati e interrogati. Dove si trova ora quel video?

Dove sono le scatole nere e le trascrizioni delle trasmissioni radio di tutti e 4 gli incidenti?

Non sono in grado di dimostrare se quanto scritto sopra sia vero, e come la solito nessuno su alcune cose è in grado di dimostrare la verità, che rimane sempre e solo 1, più di 3000 persone sono morte, e altrettante da quel giorno hanno la vita rovinata.
Caro Hammer, mi spiace ammetterlo ma la mia sintesi non fa una piega. Il fatto che alcuni utenti appassionati di aviazione nel sito di luogocomune mi abbiano suggerito siti specializzati in avionica in cui trovare documentazione affidabile (e neutrale rispetto al contendere)che io personalmente ho letto (a differenza di molti commentatori, qui) mi pare una metodologia inattaccabile. Quando non si ha una competenza specifica si chiedono fonti alle persone competenti, poi si verifica con la forza del proprio ragionamento. Quindi nel mio riassunto finale ogni riga è stata verificata su siti specializzati, senza chiedere a cuggini e parenti vari e tutt'ora la confermo.

Ora mi propongo di controllare quanto tempo esattamente è passato dallo spegnimento dei transponder agli schianti. Considerando che ammutolire un transponder di un volo di linea nei cieli è come entrare in banca con un passamontagna in testa...
Ops.. la firma..

Emanuela
"ma gli anni che servono per imparare a pilotare servono anche ad imparare come gestire i dati di volo, saper trasmettere dati alle torri, saper gestire le emergenze, atterraggi di fortuna, decollo e procedure, atterraggio e procedure..."

Ti sei dimenticato quelle ore passate ai simulatori....che non è flight simulator. Specie per le procedure e manovre manuali.

Per cui secondo te centrare degli obiettivi terrestri in volo non orizzontale e livellato con un 757 e/o un 767 ad 800 Km./h
è alla portata di chiunque vada in aeroclub e si fa mettere in mano un Cessna? Brrrrrr......


"cose che ai terroristi non servivano e chiaramente non hanno mai imparato.2"

Ai dirottatori, in teoria, serviva colpire quei simboli perchè qualsiasi altro "svarione" o incidente minore avrebbe invalidato il disegno "divino", catalogando il giorno come la piu' grave sciagura aerea degli Stati Uniti....ma nulla piu'. La gente avrebbe digerito il tutto in un anno. Non ci sarebbero stati i presupposti per dichiarare guerra all'intero medioriente ed alla loro cultura.
Per fare questo non potevano essere solo 4 gruppi di semplici fanatici islamici (che bevevano vodka?). Ci deve esser stata una regia superiore e ben piu' raffinata, altro che gente casinista , che nel loro soggiorno negli Stati Uniti si sono lasciati dietro piu' prove che fazzoletti Kleenex.

"questo è un esempio di come perdendo tempo a discutere di stupidate si perdano di vista le cose importanti..."

....esatto.

"Io non so come funziona il servo sterzo, ma se dovessi guidare la mia auto e colpire un palo della luce (ben più piccolo delle torri in proporzione), anche ai cento all´ora non avrei grossi problemi, ed ancora più facilmente se sapessi prima di partire esattamente quale palo e dove si trova."

Pero' che paragone.... Perchè non provi allora con un Ferrari a 300 su pista? Te lo dico io: non risuciresti neanche a staccare la frizione, caro mio.

AIRman.
Il problema è proprio questo, per fare quello che hanno fatto loro non avrei bisogno di staccare la frizione, ma solo di tenere schiacciato l´acceleratore e girare il volante...

E per le ore ai simulatori: se sei del settore puoi dirci quante sono le ore passate al simulatore per imparare a "girare la cloche" e quante quelle a fare cose che ai terroristi non sarebbero servite?

P.s. Specifico per chi non avesse capito: è chiaro che qui stiamo riducendo il problema a semplici paragoni, non intendo certo dire che pilotare un boeing sia come guidare una macchina...
P.p.s. piuttosto tu AIRman dici di essere del settore, ma non dici cosa, puoi svelarci il mistero? Pilota di Boeing, pilota di Cessna, ingegnere aeronautico...? Almeno sapremmo come accreditare la tua fonte... un conto è se sei pilota di aerei di linea, un conto se sei pilota di simulatore su Pc (Non dico che dici questo, ma convieni che il peso delle parole dette da uno sia ben diverse da quelle dette dall´altro).
P.p.p.s. Concludo dicendo che neanche a me le cose sono chiare e probabilmente qualcuno nasconde qualcosa, ma mi sembra stupido proporre tesi come "le torri erano foderate di esplosivo" o "gli aerei erano radiocomandati" soprattutto senza prove concrete. Ah un filmato singolo che manca non significa nulla... come ho detto in un altro post, a livello scientifico una singola prova non in linea con una tesi accertata è cosiderata un errore; più esperimenti che riproducono lo stesso risultato anomalo diventano una prova, ma per ora in questo caso nessuna cosa del genere è comparsa.
Ai dirottatori, in teoria, serviva colpire quei simboli perchè qualsiasi altro "svarione" o incidente minore avrebbe invalidato il disegno "divino", catalogando il giorno come la piu' grave sciagura aerea degli Stati Uniti....ma nulla piu'. La gente avrebbe digerito il tutto in un anno. Non ci sarebbero stati i presupposti per dichiarare guerra all'intero medioriente ed alla loro cultura.

Farneticante! Riepilogo:
a) i dirottatori dovevano colpire quei simboli e non fare un errore oppure non avrebbe avuto senso il loro gesto: non hanno fatto errori, li hanno colpiti e quindi è un complotto. ?!?

Per fare questo non potevano essere solo 4 gruppi di semplici fanatici islamici (che bevevano vodka?). Ci deve esser stata una regia superiore e ben piu' raffinata, altro che gente casinista

Riepilogo: c´era una regia superiore -> complotto USA. ?!?

Ma certo che c´era una "regia superiore"! I terroristi sono sempre molto ben organizzati (guarda l´IRA o l´ETA solo per fare esempi qui in Europa) con un direttivo e gente che elabora piani e da ordini. Nessuno ha mai ipotizzato che fossero casinisti e nemmeno ragazzi che han detto: "che facciamo domani? Andiamo a buttare giù le torri!" L´organizzazione dietro c´era eccome e chissà quante persone hanno lavorato alla cosa oltre a quelli conosciuti e/o morti nell´attentato. Ma da qui a dire che erano gli USA ce ne passa abbastanza.

...altro che gente casinista , che nel loro soggiorno negli Stati Uniti si sono lasciati dietro piu' prove che fazzoletti Kleenex


Casinisti perchè si lasciano dietro prove? Cosa gliene fregava? Tanto loro morivano e volevano anche far sapere chi era stata la mano dietro gli attentati, perchè coprirsi?
AIRONE '76

"Il problema è proprio questo, per fare quello che hanno fatto loro non avrei bisogno di staccare la frizione, ma solo di tenere schiacciato l´acceleratore e girare il volante..."

Allora mettiamola cosi': sei in sella con Shumacker su un biposto da formula uno; si parte dalla pit lane di SPA in Belgio e si arriva a meta' circuito, ad un tratto Micheal si ferma e ti dice di continuare tu perchè egli è impossibilitato per via di un attacco di diarrea fulminante. Soprattutto ti chiede di correre come un forsennato altrimenti.....
Occhio pero' perchè siccome non è un giorno di gara, la pista è aperta agli altri automobilisti.

Va meglio cosi'?

"Pilota di Boeing, pilota di Cessna, ingegnere aeronautico...? Almeno sapremmo come accreditare la tua fonte... "

Lavoro per una importante compagnia aerea italiana.
Sono 2° ufficiale, volo con MD 82. E sono in ferie, se ti puo' essere d'aiuto, per questo fra un paio di giorni non avro' piu' il tempo da dedicare al web, almeno fino alle prossime vacanze.

Sono un pilota complottista, insomma.

Ti avverto da subito che non digerisco i simmers.....quindi non mi parlare di Flight Simulator e/o facezie simili.

Dal nome tu invece dovresti essere un dipendente della famiglia TOTO o mi sbaglio?

"Ah un filmato singolo che manca non significa nulla... "

Se ti riferisci al Pentagono, nemmeno il filmato ufficiale ci dice che quello sia un 757....anzi non lo è per un semplice calcolo di prospettive, distanze, dimensioni.
Non è forse una prova?

----------------------
Anonimo:

"a) i dirottatori dovevano colpire quei simboli e non fare un errore oppure non avrebbe avuto senso il loro gesto: non hanno fatto errori, li hanno colpiti e quindi è un complotto. ?!?"

Gia' il fatto di non aver commesso nessun errore dovrebbe puzzare lontano un miglio.
Ma la cosa piu' strana e che non hanno avuto nessuno a mettergli fretta......e questo potrebbe chiamarsi complotto a casa mia.


"guarda l´IRA o l´ETA solo per fare esempi qui in Europa"

Perchè mi sono perso qualcosa forse?
L'IRA ha buttato giu' il Big Ben? Eppure il mese scorso c'era l'ho visto coi miei occhi.

Oppure l'ETA, ha fatto saltare il museo del Prado?
Oppure ha bruciato il Windsor? (Che per la cronaca è rimasto in piedi nonostante i 1000 e passa gradi).

Dài, non fare esempi di cui non sei padrone.


"Casinisti perchè si lasciano dietro prove? Cosa gliene fregava? Tanto loro morivano e volevano anche far sapere chi era stata la mano dietro gli attentati, perchè coprirsi?"

Gia'....perchè? Bella domanda.

Forse perchè negli Stati Uniti FBI e CIA erano tutti in ferie in quel periodo, o forse perchè erano impegnati nello sttudiare un piano per il rapimento degli Imam in giro per il mondo.....
nemmeno il filmato ufficiale ci dice che quello sia un 757....anzi non lo è per un semplice calcolo di prospettive, distanze, dimensioni.
Non è forse una prova?


Dipende. Il calcolo al quale alludi (e che non so quale sia, da verificare) ha tenuto conto della lente grandangolare della telecamera, che aumenta la prospettiva e rende minuscoli gli oggetti lontani?

Io ho letto numerosi siti (li cito nelle mie mini-indagini) che hanno calcolato le prospettive tenendo conto di questo effetto, pur con il margine di errore di un filmato sgranatissimo, e i risultati sono dimensionalmente compatibili con un aereo di linea. Sottolineo il *compatibili*: non si dice che quello è *sicuramente* un aereo di linea.

Gia' il fatto di non aver commesso nessun errore dovrebbe puzzare lontano un miglio.

Nessun errore? Un aereo su quattro non ha colpito il bersaglio. Tasso di errore: 25%.

Gli aerei hanno colpito le torri troppo in alto, consentendo a molti degli occupanti di evacuarle (è morto chi si trovata ai piani situati sopra i punti d'impatto).

Gli aerei hanno colpito le torri troppo presto, prima che si riempissero di lavoratori.

A me questi sembrano errori (cinicamente parlando).

Ma la cosa piu' strana e che non hanno avuto nessuno a mettergli fretta......e questo potrebbe chiamarsi complotto a casa mia.

Rileggi la cronologia, confrontala per esempio con gli incidenti di Payne Stewart (pre-11 settembre) e del Pirellone (post-11 settembre), e valuta tu se la differenza di tempo da scoperta del dirottamento a richiesta di intercettazione è eccessiva. Quantificala.

Visto l'interesse del tema, ho rispulciato il mio archivio di foto del Pentagono dell'11/9, scaricate di corsa dai vari siti nei mesi post-attentato. Ho trovato molte più foto di rottami d'aereo di quel che mi ricordavo. Pensavo bastassero quelle che ho già pubblicato, ma se a qualcuno viene ancora il dubbio del Boeing mancante al Pentagono, magari queste faranno cambiare idea.

Le pubblicherò prossimamente.
Paolo A.

"Io ho letto numerosi siti (li cito nelle mie mini-indagini)"

Io te ne posso citare uno anch'esso ben attendibile in quanto a calcoli e roba varia:

http://www.earth-citizens.net/english.html

da cui cito: " a French explosives expert, indicates the presence of a very fast moving explosion fireball, caused by a solid explosive and not the burning of kerosene. Compared with the orange/black explosion cloud produced by the planes on the wtc towers, or with this image of a crash test by the NASA, this explosion appears much different."

"Nessun errore? Un aereo su quattro non ha colpito il bersaglio. Tasso di errore: 25%."

Per come la vedo io l' UA93 non ha colpito perchè....non doveva colpire.
La versione ufficiale parla di "sommossa" interna, e tutti che si buttavano sulla cloche per far precipitare l'aereo.

Ma un 757 non riuscira' mai a cadere in perfetta verticale facendo poi un buco da Willie il coyote.
Per quanto vuoi tirare giu' la cloche e farlo schiantare in quel modo, l'acquisto impressionante di velocita' aumenta la portanza dell'aereo e questi tendera' ad alzare il muso. Per farlo tornare in verticale occorrera' forzare violentemente la cloche ed a quel punto puo' avvenire la rottura delle appendici ed il piano di coda (che controlla il beccheggio) per "overstress" meccanico rendendolo incontrollabile.
Quindi quella fossa è incompatibile con la dinamica di una caduta verticale del genere, non solo, ma chi l'ha disegnata si è dimenticato le impronte dei due motori.

L'aereo potrebbe essere stato verosimilmente abbattuto visto che i detriti furono trovati per oltre 8 miglia dal punto presunto di impatto.


"Gli aerei hanno colpito le torri troppo in alto, consentendo a molti degli occupanti di evacuarle (è morto chi si trovata ai piani situati sopra i punti d'impatto)."


Secondo l'ottica della versione ufficiale , possono essere considerati degli errori "temporali".
Ma secondo l'ottica di un complotto no.
Non serviva fare piu' morti quel giorno, l'importante era colpire i simboli. Della finanza e della difesa.
Quanti,per esempio, si ricordano di quei poveri morti del personale della Marina al Pentagono?
Inoltre chi ha pilotato quegli aerei contro le Torri conosceva perfettamente gli effetti delle correnti acensioanli che si formano a bassa quota con presenza di ostacoli (palazzi). Le masse d'aria tendono a salire lungo le facciate dei palazzi stessi creando fastidiose turbolenze che possono inficiare un pilotaggio manuale. Nel caso del secondo aereo il problema era relativo visto che si approcciava da sud di Long Island, quindi vicino all'atlantico e con poche costruzioni, potendo scendere amggiormente di quota come abbiamo avuto modo di vedere.


Non ho i dati teporali per payne stewart.
Ma se non ricordo male l'aereo privato di Stewart era gia' in quota di crociera quando subi' la decompressione e probabilmente aveva il Pilota automatico inserito con la sua rotta (per esempio un VOR to VOR od una tratta di rotta con l'heading impostato) ed il transponder a posto. Quindi è probabile che l'intercettazione sia avvenuta piu' tardi perchè l'aereo ha proseguito su quel tratto di rotta, andando lungo o entrando in un altro spazio aereo controllato senza dare segnalazione. Al momento, per esperienza, sento di dare questa versione non conoscendo l'esatto timetable.

Il caso del pirellone non si pone in quanto trattasi di segnalazione di avaria al carrello e non un sospetto dirottamento. Il veivolo era gia' nella zona dell'aeroporto di Linate alle 17.15, ma non pote' atterrare subito. Gli fu chiesto di fare "un altro giro" visto che evidentemente la 35L (la pista piu' piccola che in taluni casi si sua per le emergenze di quel tipo).
Evidentemente deve essere successo qualcosa al pilota (prob un malore) per cui non ha risposto alle chiamate sucessive, ma ormai era troppo tardi perchè alle 17.50 si schianto' contro il palazzo.
Dal Corriere:
http://www.corriere.it/Primo_Piano/Cronache/2003/02_Febbraio/05/pirellone.shtml
” Le cause dell'incidente, hanno detto gli investigatori, sono contenute tutte negli ultimi due minuti di volo, quando il pilota è uscito dalla copertura radar perché era sceso ad una quota troppo bassa ed ha iniziato a sorvolare il centro abitato di Milano.”
Nel link che ho inviato sono contenute le conclusioni finali dell’incidente. Ho sottolineato questo pezzo perché mostra che per sfuggire alla copertura radar occorre volare a bassa quota. Quindi se non erro, un pilota che vuole disattivare un transponder e provare a farla franca dovrebbe provare a volare a bassa quota per sfuggire ai radar primari… (cosa per nulla semplice, credo, con aereo grande come il Boeing,..)


Cambiando discorso, non è detto che i complottisti non possano cambiare idea. Quando ho visto il filmato di reopen911 ho trovato plausibile l’ipotesi di un Global Hawk sul Pentagono. Ma da quando ho letto indagini dettagliate dei debunker, come questa:
http://www.abovetopsecret.com/pages/911_pentagon_757_plane_evidence.html

comincio a ritenere che un Boeing sul Pentagono ci sia davvero caduto..


Emanuela
"guarda l´IRA o l´ETA solo per fare esempi qui in Europa"

Perchè mi sono perso qualcosa forse?
L'IRA ha buttato giu' il Big Ben? Eppure il mese scorso c'era l'ho visto coi miei occhi.

Oppure l'ETA, ha fatto saltare il museo del Prado?
Oppure ha bruciato il Windsor? (Che per la cronaca è rimasto in piedi nonostante i 1000 e passa gradi).

Dài, non fare esempi di cui non sei padrone.


Ma li leggi i post??? L´esempio dell´ETA e dell´IRA è per dimostrarti come l´idea di un regia occulta sia assurda, perchè ESISTE una regia occulta: i capi e le persone che fanno parte del direttorio dell´organizzazione terroristica. Ora non venirmi a dire che in queste organizzazioni non esistono dei capi che progettano gli attentati (e che sono ben più scaltri di quelli che fanno poi materialmente il lavoro)!?. Ho voluto solo dimostrarti come per invocare una regia oscura intelligente non serva per niente tirare in ballo servizi segreti o la difesa USA.
Forse perchè negli Stati Uniti FBI e CIA erano tutti in ferie in quel periodo, o forse perchè erano impegnati nello sttudiare un piano per il rapimento degli Imam in giro per il mondo.....


Ma consideri che la CIA e l´FBI siano dei geni? Innanzitutto ci vuole tempo a seguire e trovare persone già quando si sa più o meno cosa vogliono fare, se poi non si sa è certo che la CIA e l´FBI non gli stavano dietro! Scusami ma col senno di poi è facile chiedersi perchè gli sia stato dato tanto spazio... perchè nessuno sospettava di loro! Oppure tu quando hai un collega arabo sospetti subito che sia un terrorista e lo denunci? Mi sembra che per molte cose tu parti dal senno di poi per giustificare le cose... prova a pensare invece a quello che sapevano o potevano sapere o intuire prima del decollo e vedi chiaramente che hanno lasciato indizi perchè nessuno gli stava dietro, ma è pure assolutamente logico! Altra cosa se mi parli degli aerei in volo, ma qui entriamo in un altro discorso.
Rispondo ai due anonimi (non so se siano la stessa persona):

"Ho voluto solo dimostrarti come per invocare una regia oscura intelligente non serva per niente tirare in ballo servizi segreti o la difesa USA."

No, no...ho capito benissimo invece. Ti ho dimostrato che per quanto una teppa di terrosisti "professionisti" siano organizzato bene e "lavorano" da ormai un sacco di anni, non sono e non riusciranno mai ad organizzare le operazioni dell'11 settembre. MAIIIIII (giusto per scimmiottare un noto idiota televisivo). Le ragioni te le lascio intendere alla luce dei fatti storici.

Ora tu dici: "regia oscura intelligente", bene.

Pongo delle domande tra il serio ed il faceto:

Quale intelligenza suprema puo' organizzare un simile attentato sapendo di aver dato un calcio sul muso ad un Rottwailer senza catena e guinzaglio al collo?

Dove sono gli "organizzatori"?

Quale risultato hanno ottenuto?

Chi ne ha "beneficiato"?

"se poi non si sa è certo che la CIA e l´FBI non gli stavano dietro!"

Questo è smentito dai fatti poichè, gia' due giorni dopo (o comunque subito dopo l'11) l'FBI sapeva pure quello che avevavo mangiato, anzi bevuto, mesi prima.
Nonostante che sulle liste passeggeri non risultavano neanche sotto falso nome......

Credi a me.....l'FBI e la CIA sapevano, sapevano...ehhhh se sapevano.

Domani è il mio ultimo giorno di riposo, poi se posso, vi seguiro' sbirciando sul portatile del mio comandante.....

E' stato un piacere farvi compagnia.

AIRman
>Pongo delle domande tra il serio ed il faceto:
>Credi a me.....l'FBI e la CIA sapevano, sapevano...ehhhh se sapevano.

Non perdiamo di vista il punto di partenza.
Il problema non è chi ne ha "beneficiato": si potrebbe rispondere la Cina (per esempio) che grazie alla tensione occidente-mediooriente, ha un rapporto privilegiato con l'Iran (e un PIL che sale del 9%).
Per decidere questo è necessaria una analisi politica, economica, militare e chissà cos'altro, o almeno l'idea di saperla fare e poter arrivare alle conclusioni giuste o credute tali.
Il punto non è chi abbia organizzato l'attentato o se ci sia un complotto.
La domanda originale era se le prove addotte dai complottisti (in particolare quelle mostrate sul DVD) siano logiche, coerenti e soprattutto oneste.
Credo che sia stato questo l'intento originario di Paolo, e non altri.
Invece si è fatto polemica su una manopola girata o no, dimenticando la coerenza logica di particolari come il far sparire nel nulla un aereo di linea per sostiturlo con un missile sul pentagono, o di mettere una bombetta sulla punta di un aereo (non di linea, questo!) che avrebbe potuto essere pieno di esplosivo fino a far fatica a volare.
Ho visto anch'io il famoso DVD, anche se di fretta e a pezzi, e come risultato mi sono sentito insultato e preso in giro dalla (non) logica mostrata.
E, in più, mi preoccupa la faciloneria con cui queste "prove" vengono accolte: è desolante vedere come, per trovare seguaci, basti fare un po' di scena: non importa quanto ridicola o squallida sia

L'ultima perla che non conoscevo (mi pare che non fosse sul dvd) è il filmato degli "ebrei" arrestati e interrogati. Si sa che gli ebrei fanno complotti da secoli, da quando spargevano la peste, a quando sgozzavano bambini per Pasqua: "L'Ebreo è colui che avvelena tutto il mondo" (A. Hitler). Gli ebrei sono i consulenti ideali per qualsiasi complotto. Infatti nessun ebreo è rimasto vittima del crollo delle torri, no?

Per fortuna ci sono persone come Paolo che aiutano a pensare e complottisti come Emanuela che si mettono a pensare.

>Domani è il mio ultimo giorno di riposo, poi se posso, vi
>seguiro' sbirciando sul portatile del mio comandante.....
Attento, quando sbirci, a non spegnere accidentalmente il trasponder.
anzi: a metterlo in standby.

mastrocigliegia
A quanto ne so, caro Mastro, nessun israeliano è rimasto coivolto nel 9/11 (come vittima). Gli ebrei sono un gruppo più ampio. E' come dire cattolici ed italiani: i cattolici sono più di 1 miliardo, gli italiani 60 milioni. Non confondiamo le due cose. Personalmente conosco ebrei che non amano Israele, nè ci andrebbero a vivere (conoscono troppo bene i giochetti d'intelligence e non), sebbene quello Stato sia la cd. Terra Promessa (e quindi un caposaldo della religione ebraica). Se si inizia a mischiare ebrei e israeliani, si fa solo il gioco (molto pesante) di chi identifica gli Ebrei con Israele e collega il tutto alla politica medio-orientale degli USA. Quindi, per favore, teniamo distinte le tre cose...
Cordialità
K
Scusami, k.
Volevo essere ironico e provocante facendo il verso a certe posizioni complottiste. Se sono sembrato irriverente chiedo ancora scusa.
Conosco *molto* bene la differenza tra ebreo e israeliano, anche per ragioni personali.

E' per questo che mi ha irritato ancor di più (se possibile) la citazione (mi pare) da luogocomune
"cosa si vede esattamente nel video del World Trade Center ripreso dal gruppo di ebrei dal New Jersey [...] che sono stati poi arrestati e interrogati. Dove si trova ora quel video?"
Ammesso che non sia una invenzione di sana pianta, c'è una profonda malafede. Un gruppo di turisti riprende il panorama di NewYork l'11/9.
La polizia chiede se nei loro filmati ci sia qualche qualche immagine che potrebbe essere utile. Non c'è nulla, e vengono congedati. Chissà a quanti è accaduto (specie ai giapponesi).
Da un'episodio banale la malafede complottista ne ha fatto un caso denso di
mistero. Una strizzatina d'occhio anche ai razzisti antisemiti non guasta mai. Anche loro possono comperare video e libri.

saluti

mastroc.
Caro Mastroc.
La prima versione del racconto sul filmato "incriminato" parlava di israeliani. d'altronde, non avrebbe senso di includere le loro coperture (studenti d'arte, a quanto mi ricordo) se erano semplicemente "ebrei". Da qui si potrebbe aprire un thread sulle situazioni di spionaggio tra Paesi amici (USA e Israele appunto), ma preferisco evitare (se ti interessa, su Luogocomune c'è un'esauriente scheda su Jonathan Pollard).
Per ciò che riguarda i filmati, mi ricordo la storia dei due documentaristi francesi che ripresero il primo aereo: nel 2003 buona parte del materiale filmato quell'11/09 finì trasmesso su Rai3... Peccato per l'orario antelucano, perchè di cose interessanti ce n'erano parecchie!

Cordiali saluti
K
Sempre a proposito del'11 settembre, in questo sito si è accumulata una gran quantità di dati che suportano le teorie del complotto
http://www.11settembre.subito.cc/
>_<
Paolo, invece di aspettarti delle focacce dai lettori, potresti attivamente partecipare a questo concorso (http://reopen911.org/Contest.htm) e portarti tranquillamente a casa $1,000,000 dollari, cosi' con una parte di essi fai il dvd anti-complotto sul 9-11 (visto che lamentavi la mancanza di pecunia), e con gli altri potresti ritirarti a vita privata, che ne dici?

[1]
potresti spiegarmi perche' i familiari delle vittime del 9-11 chiedono a gran voce la riapertura delle indagini e una commissione d'inchiesta indipendente?

[2]
dici che ci sono comunque "aspetti poco chiari" in questa vicenda: bene, potremmo saperli una buona volta? io vedo solo sterili confutazioni riguardo a dettagli insignificanti (il pod, il transponder, etc..) tralasciando il contesto generale nel quale ci troviamo; mi spiego meglio: confutare (o meglio, dubitare) di ogni singolo episodio preso singolarmente e slegato dal contesto equivale ad avere tutto il contesto confutato?

ciao
Paolo, invece di aspettarti delle focacce dai lettori, potresti attivamente partecipare a questo concorso (http://reopen911.org/Contest.htm) e portarti tranquillamente a casa $1,000,000 dollari

Partecipare a un concorso indetto da gente che non sa neppure scrivere correttamente in inglese? Si scrive "principle", non "principal" (uno è il principio, l'altro è il principale o preside), e si scrive "Heisenb_e_rg", non "Heisenburg". Ah, e la "termodimanica" cos'è?

Sai com'è, temo che il concorso sarebbe un tantinello truccato: chi giudica? Loro?

L'unico video che prometteva bene, nel senso che doveva mostrare sbuffi _prima_ del crollo delle torri, è un link a un altro sito che non funziona.

potresti spiegarmi perche' i familiari delle vittime del 9-11 chiedono a gran voce la riapertura delle indagini e una commissione d'inchiesta indipendente?

Da quando l'accusa è diventata prova di colpevolezza? E' legittimo dubitare e chiedere chiarezza, ma questo non comporta automaticamente che ci sia davvero un complotto.

dici che ci sono comunque "aspetti poco chiari" in questa vicenda: bene, potremmo saperli una buona volta?

Già detti altrove, ma li ripeto: volo 93 abbattuto o caduto? Attentati orditi esternamente ma "lasciati accadere" intenzionalmente , per tornaconto politico, o per semplice incompetenza? Come vedi sono domande un po' piu' serie di "c'era un pod sotto l'aeroplano e speravano non lo vedesse nessuno".

confutare (o meglio, dubitare) di ogni singolo episodio preso singolarmente e slegato dal contesto equivale ad avere tutto il contesto confutato?

No, assolutamente: è semplicemente un lavoro di prima scrematura. L'idea è levare di mezzo queste panzane trite di pod e transponder e dedichiamoci alle cose piu' interessanti.
Metto un commento con ampio ritardo. Ma ci tengo a far notare che qui c'è un problema di metodo. Il discorso della cospirazione e del complotto può essere fattibilissimo, ma non lo si può supportare pseudo-prove spacciate per prove. Le prove sono cosa ben diversa dagli indizi, e ancora diverse dagli argomenti di prova.

Sembra quasi che la teoria del complotto sia a tal punto giusta da poterla sostenere con tesi tremolanti e non verificate, o recepite da fonti di seconda mano.

Già il fatto che il transponder sia disattivabile (o piazzabile su stand by) dimostra che chi diceva il contrario non si era curato di verificare i fatti.

Il "fatto transponder" sembrava importante nelle tesi del complotto, ma qui cade facilmente.
Insomma ci si poteva pensare con un minimo di conoscenza del mondo dell'aeronautica, e realizzarlo facilmente dal punto di vista pratico.

Quella che sembrava una prova del complotto ("non era disattivabile, quindi mentono, quindi c'è un complotto") risulta essere una prova falsa. Perchè questo si diceva, pur partendo da un presupposto diverso ("per pensare al transponder bisognava avere almeno in mente un minimo di conoscenze aeronautiche" cosa che di sicuro i terroristi avevano). Eccolo il problema di metodo. L'uso di falsi dati e informazioni, rischia di inficiare l'intera tesi in via riflessa. L'onere della prova è in capo a chi asserisce una tesi, non si può certo invocare la mancanza di prova contraria. E la prova va costruita! non nasce così dal nulla.

L'esistenza di tale affermazione apparsa sul Washington Post "Qualcuno [dei piloti,ndt] sapeva anche come disattivare il trasponder, una mossa che e' molto meno che ovvia." Non signifca nè che non si potesse fare, nè che non fosse possibile disattivarlo. Dice solo che bisognava averci pensato bene per fare una cosa del genere. Visto che i terroristi se sapevano guidare l'aereo non erano dei semideficienti, e qualche piano lo avranno pur avuto. Mi sembra che la prima cosa da fare se ho studiato un minimo il piano è proprio disattivare il transponder. Meno identificabilità meglio è...

La tesi complotto può restare aperta, ma di certo il "fatto-transponder" non la supporta in alcun modo.
L'USAF avrebbe potuto benissimo individuare ed abbattere gli aerei sospetti in tempo. Ma gli interessi prevaricano ogni morale...
Non posso leggere tutti i commenti, comunque ho capito che avete dimenticato che tra i complottisti ci sono anche i parenti delle vittime, non ne avete rispetto. Ma certo, voi siete più intelligenti, e credete che per esempio noi dobbiamo bere la panzana del passaporto di un dirottatore svolazzato a isolati di distanza dalle Torri. Bravi, continuate a farvi prendere per i fondelli.
ANDY
Cosiglio a chi voglia veramente approfondire l'argomento i siti

http://911research.wtc7.net/

e ad affrontare argomenti piu' significativi di qualche "straw man" trovato chissa' dove.
Per esempio, cosa ne pensate del crollo del WTC 7?

Per chi ha fretta vi consiglio i video

Loose Change 9-11 2nd ed
911 Eyewitness

li trovate su google video.

Ciao
Volevo dirvi che a questo link

http://www.aereimilitari.org/Crono911.pdf

potrete scaricare una bella ricostruzione dei fatti dell'11 settembre con analisi approfondite. Le teorie cospirazioniste sono trattate e liquidate in maniera sintetica ed efficace.
Allora. In questo blog ci sono molti cervelloni che valutano, confutano, affermano, chi più chi meno a ragion veduta pero'.... nessuno usa a pieno le proprie capacità intellettive.
Oggetto del contendere è il transponder? Ok. Se spengo il transponder divento invisibile?
Si, no, forse, ho letto di tutto. Ora vi chiedo di rispondere a queste due semplici domande:

1) i caccia della seconda guerra mondiale avevano il transponder? La risposta è naturalmente no. Allora come facevano ad essere intercettati dal radar? Già il radar intercetta un oggetto anche se non ha il transponder acceso! Ma va?

2) che bisogno c'e' di sviluppare la tecnologia Stelth se bastava spegnere o non dotare di transponder i caccia Stelth per renderli invisibili?

Avanti siamo seri. Paolo ha ragione quando dice che il transponder è facile da spegnere, ma sbagliano di grosso coloro che affermano che gli aerei erano invisibili perchè i terroristi avevano spento il transponder!

Buona serata.

Wax74
>1) i caccia della seconda guerra mondiale avevano il transponder? La risposta è naturalmente no. Allora come facevano ad essere intercettati dal radar? Già il radar intercetta un oggetto anche se non ha il transponder acceso! Ma va?

Infatti non si dice che l'aereo scompare dai radar se spegne il TP. Si dice semplicemente che diventa più difficile da seguire. E' un puntino anonimo in mezzo a una selva di altri puntini:

http://www.attivissimo.net/11settembre/recensioni/mappa_voli_faa.png

Se il puntino è anonimo e scompare e ricompare sul radar, come fa il controllore a sapere che il puntino ricomparso è il volo di prima o è un altro volo? Rende difficile il tracciamento.

>2) che bisogno c'e' di sviluppare la tecnologia Stelth se bastava spegnere o non dotare di transponder i caccia Stelth per renderli invisibili?

La tecnologia Stealth _riduce_, non elimina, l'eco radar, rendendo pù difficile il tracciamento e l'identificazione, ma l'invisibilità copre anche altri fattori, tipo le scie di condensazione (il B-2 aggiunge additivi specifici agli scarichi per non creare scie) e il calore dei motori (che attira i missili a ricerca infrarossa).
Grazie Paolo per avermi risposto subito.
Io comunque non capisco dove sia il problema di non avere una traccia chiara e codificata. Ti ho fatto l'esempio della seconda guerra mondiale proprio per far capire che a quell'epoca, nonostante l'assenza di transponder, gli aerei nemici venivano visti ed intercettati ugualmente. Quindi oggi non capisco proprio quale sia il problema nel rintracciare un volo che fino ad un attimo fa aveva il transponder acceso e subito dopo non più. E' evidente che siamo in presenza di un'anomalia e non credo che in tal caso le procedure di emergenza non prevedano un qualche tipo di allarme. Se tutti i voli commerciali sono dotati di transponder e questo deve essere acceso per ovvie ragioni di traffico e di identificazione allora dovrebbe balzare all'occhio in maniera molto evidente che una traccia radar priva di queste codifiche e di queste identificazioni, sia un qualcosa di anomalo. Quindi o è un disco volante marziano oppure è un aereo con il transponder spento. Se il transponder è stato spento vuol dire che prima era acceso quindi scartiamo l'ipotesi del disco marziano. Ergo un controllore di volo che si rispetti dovrebbe insospettirsi quanto un aereo spegne il transponder. E seguendo sul radar la traccia anonima si fa in fretta ad arrivare all'aereo dirottato.
Capisci, sarebbe diverso il discorso se si dovesse trovare un aereo in particolare in mezzo a mille tracce anonime, ma una traccia anonima in mezzo a mille tracce codificate è un gioco da ragazzi. Non credi?

Ciao e grazie.

Wax74
>Ti ho fatto l'esempio della seconda guerra mondiale proprio per far capire che a quell'epoca, nonostante l'assenza di transponder, gli aerei nemici venivano visti ed intercettati ugualmente.

Vero: ma in tempo di guerra, durante la II GM, il cielo non era pieno di aerei di linea.

>Quindi oggi non capisco proprio quale sia il problema nel rintracciare un volo che fino ad un attimo fa aveva il transponder acceso e subito dopo non più.

Prova a guardare l'immagine che ti ho linkato prima e ora immagina che tutti quei puntini si muovano, siano pieni di persone che dipendono per la vita su di te, e che uno di quei puntini perda improvvisamente la scritta che lo identifica. Non sarà facile accorgersene. E una volta notato, il puntino anonimo è un puntino e basta: sarà un riflesso spurio? Se scompare e poi ricompare altrove, come fa il controllore a sapere che è lo stesso aereo?

> E' evidente che siamo in presenza di un'anomalia e non credo che in tal caso le procedure di emergenza non prevedano un qualche tipo di allarme.

Le procedure lo prevedono certamente. E' che tutto dipende da quando il controllore si accorge del problema. Se non se ne accorge, non scatta la notifica.
Scusa Paolo ma non vedo il link completo che hai inserito, me lo puoi reinserire?
Grazie.

Wax74
Ecco il link a una schermata radar da un documento della FAA sull'11 settembre.
Ottimo, grazie Paolo.
Quindi se uno di questi aerei avesse spento il transponder non si sarebbero più viste le tre righe di codici identificativi presenti sopra le tracce radar, giusto? Ma si sarebbe visto soltanto l'aereo senza codifica alcuna. E' corretto cio' che ho scritto?

Grazie.

Wax74
>se uno di questi aerei avesse spento il transponder non si sarebbero più viste le tre righe di codici identificativi presenti sopra le tracce radar, giusto? Ma si sarebbe visto soltanto l'aereo senza codifica alcuna. E' corretto cio' che ho scritto?

Dovresti parlarne con un controllore di volo, ma credo che sparisca anche la sagoma dell'aeroplano mostrata sullo schermo e che al suo posto compaia un semplice puntino. La sagoma, infatti, è generata dai computer del traffico aereo, non è il risultato diretto dell'eco radar.
Salve a tutti!

Sono un pilota professionista, con esperienza DIRETTA di controllo del traffico aereo civile e militare.
Vi annoierò con una (non breve)spiegazione di come funzionano le cose.
Primo: il sistema di controllo del traffico aereo italiano ed americano sono molto diversi, ed erano diversissimi prima del 11 settembre.
Detto questo, passiamo alle basi: il radar emette energia elettromagnetica che rimbalza sul bersaglio e torna indietro al ricevitore,viene analizzata da un computer che, in base ad un algoritmo, decide se il segnale riflesso ricevuto è "monnezza" o è qualcosa che cinematicamente ha senso. Se il computer decide che il segnale ha senso, lo invia allo schermo, e compare il blip verdolino tipico dei film. Questo è ciò che i primi radar, stile seconda guerra, vedevano. Tanti blip verdolini, che si cercava di identificare in base a ragionamenti logici (tipo: se viene verso di noi è probabilmente nemico, se è sopra berlino è un caccia della difesa aerea tedesca, ecc...)
Poi è nato il transponder, una scatoletta che, sollecitata da un impulso da terra (proveniente da un'antenna posta sopra quelle a "rete di pollaio" tipiche dei radar)risponde fornendo una serie di informazioni al controllore a terra. Questi, vedendo accanto al blip verdolino una serie di dati, identifica l'aereo.
L'evoluzione della tecnica ha fatto si che i radar DEL CONTROLLO CIVILE mostrassero SOLO le informazioni testuali del transponder, e NON PIU' IL BLIP.
Questo per una questione di chiarezza di visione da parte del controllore. Non più schemi pieni di puntini e macchie bianche, ma solo una pulitissima rappresentazione sintetica con numeretti e letterine.
Il blip si chiama "primario", la rappresentazione sintetica "secondario".
Se il controllore vuole vedere il blip relativo ad un simbolo sintetico, smanazza i controlli della sua console, esclude tutta una serie di filtri, riporta "in superfice" la rappresentazione grezza e così ha sia il primario che il secondario, oltre ad una serie di schifezze (disturbi, falsi echi, ecc) che inevitabilmente emergono escludendo i filtri.
Ma di solito non si fa mai. Il traffico civile viene seguito attraverso i segnali del transponder, al punto che se decolli e ti va in avaria il transponder stesso, ti possono costringere a deviazioni mostruose o vietarti l'ingresso in certi spazi aerei, perchè non ti vedrebbero più, a meno di modificare le rappresentazioni sulle loro console, cosa che incasinerebbe di molto il loro lavoro.
I militari operano con radar diversi, perchè devono vedere bersagli "non cooperativi", che ovviamente non andrebbero in giro dicendo ad alta voce elettronica: sono un bombardiere sovietico, quota e velocità X!
Sono in grado di leggere i transponder, però; questo al fine di scremare il più possibile i bersagli amici da quelli sospetti.
Il problema sta nella integrazione dei due servizi, quello civile e quello militare.
Se il civile perde il contatto transponder, NON VEDE PIù NULLA DI QUELL'AEREO. Allora il controllore potrebbe cercare la traccia primaria escludendo i filtri, ma non sempre ciò è possibile, in USA molte console erano solo dei ripetitori di segnali secondari, e non erano FISICAMENTE collegati ad antenne radar "tradizionali".
Ma anche ammettendo che sia possibile cercare il primario,ci vuole tempo, deve esere una procedura approvata (per cercarne uno ne perdi cento...) e ti compaiono TUTTE le tracce che LEGITTIMAMENTE possono viaggiare senza transponder, tipo aeroplanetti ecc.
Allora il controllore deve mettersi a fare la caccia al blip, andando a logica ed esclusione, quello è diretto di là e non va bene, quell'altro va troppo piano e forse non è lui, ecc...
Ci vuole tempo!!
Il radar della difesa aerea é esattamente nelle stesse condizioni, anzi peggio, perchè non ha nemmeno la situazione fresca di dove l'aereo in questione era l'ultima volta che è stato visto.
Allora telefonate, scambi di deduzioni, guarda quì, guarda li...

Ci vuole tempo, il sistema non è congegnato per acchiappare aerei suicidi.
In Italia i controllori civili siedono a fianco dei colleghi militari, ed il coordinamento è strettissimo, in confronto a quello che c'era negli USA pre 11 settembre.
Ma comunque il tracciare un aereo che spegne il transponder non è cosa istantanea.

Adesso le cose sono organizzate in maniera diversa in USA, ma oggettivamente prima dell'11 settembre CHIUNQUE sarebbe stato preso in contropiede.
I terroristi ci conoscevano molto di più di quanto noi conosceremo mai loro.

Scusate la lunghezza del post.

Giulio
Ringrazio Giulio per il suo prezioso e lucido intervento.

A riprova che i fatti si sono svolti effettivamente come descritti da Giulio e secondo la prassi consolidata del controllo aereo usa civile e militare pre 11 settembre, voglio segnalare la trascrizione delle conversazioni registrate
al NEADS, (Northeast Air Defense Sector)in cui si evince chiaramente che nè i controllori di volo civili e militari nè l'organizzazione era pronta a gestire un attacco dall'interno del paese sfruttando vettori civili come veicoli di offesa.

Contrariamente a quanto affermato nella trasmissione di Minoli sull' 11 settembre, in queste conversazioni viene evidenziato che i militari non ebbero il permesso presidenziale di abbattere gli aerei civili ma soli di intercettarli e farli divergere dal loro obiettivo.

http://www.vanityfair.com/features/general/060801fege01

Saluti scettici

Nasoblu5
Io apprezzo molto il lavoro di Paolo, ma Alitalia non ha alcun Fokker nella flotta :-), questo non significa nulla ovviamente, solo una precisazione.
Luca (il parente pilota) aveva sotto mano in quel momento soltanto un poster di un Fokker, così ha usato quello, giusto per farmi un esempio generale di come si usa un transponder.
Quando facevo paracadutismo e volevamo “fregare” qualche centinaio i metri di quota in più senza dover chiedere l’autorizzazione al controllo traffico, era prassi normale disattivare il trasponder. Se tuttavia non sapessi come spegnerlo, credo non avrei molta difficoltà a convincere il pilota a farlo per me. Considerando due cose: un coltello alla gola è un validissimo sistema di persuasione; Prima dell’11 settembre fra le procedure per il personale di volo in casso di dirottamento c’era anche quella di assecondare i dirottatori. Credo che (il parente pilota) di Paolo potrà confermare o smentire queste mie considerazioni.
scusate...

ma mentre vi becchettate su come spengere un trasponder xchè non spendete un pò di parole su chi quel giorno ci è rimasto e quelli morti dopo....

vi ricordo che ai pompieri di NY non importava un fico secco di chi era la colpa, sopratutto a quelli rimasti nella 2° torre mentre la prima crollava....

....anche all'impiegato che fino a un'ora prima faceva il suo lavoro, per ritrovarsi fuori dalla finestra e scegliere se morire carbonizzato, o sfracellarsi al suolo?...

...e l'elenco è lungo: pensate che il soldato morto in afganistan ha gridato "god bless america" prima di morire, mentre gli afgani sotto i tunnel di tora bora sfidavano le bombe gridando "allah akbar"?. credete veramente che tutti quei genitori che hanno perso il figlio in guerra siano fiere o orgogliose (o forse si domandano perchè proprio il mio?),pensate veramente che ritrovarsi la casa aperta da una cannonata in iraq sia il primo passo verso la democrazia?...

..o forse sono tutti uguali perchè accumunati dalla paura di morire?

l'11/9 deve essere un giorno di lutto e rispetto; per chi è morto durante e per chi è morto dopo
Siete davvero ridicoli. Sempre con gli occhi chiusi per non apprendere la verità. Perchè voi avete PAURA della verità ... rifiutate il fatto che l'11 Settembre sia stata uno sterminio programmato. E' merito di gente come voi se il mondo va a puttXne ... !! Per la cronaca: i complottisti (o i miei colleghi,fate voi) non si fanno vivi in questo sito perchè non c'è assolutamente nulla da ribattervi...siete semplicemente delle bambole di pezza,incapaci di ragionare o semplicemente ascoltare. Io vi invito a guardare i filmati della commissione per l'11 Settembre. Vorrei proprio metterVi di fronte tutti i parenti delle vittime che non hanno MAI ricevuto risposta su questo o quel trasponder ... ma meno male che voi avete ATTIVISSSSSIMO che ha risposte a tutto sull'11 Settembre. Ma che ci fa ancora quì ?? Dovrebbe correre in America a esporre il tutto, visto che neanche gli organi competenti riescono a farlo seriamente.
Continuate così,bravi ...
Ma la sezione che riguarda l'aereo fantasma che ha colpito l'edificio 7 con conseguente crollo..... dove sta ? Sicuramente è in fase di preparazione. Sono sicuro che attivissssimo ha addirittura qualche foto dell'aereo in questione. E se lo dice lui....TUTTI APPRESSO COME PECORE ,olè !!!
Mmmhhh... Ma veramente, quello nella foto è il cockpit di un Fokker, che non ha nulla a che vedere con il cockpit di un Boeing.
>Ma veramente, quello nella foto è il cockpit di un Fokker, che non ha nulla a che vedere con il cockpit di un Boeing.

Infatti l'articolo dice testualmente Mi ha poi mostrato, giusto a titolo di esempio generico di com'è fatto e gestito un transponder, un poster della cabina di un aereo di linea (un Fokker)

I 757 e 767 hanno comunque il transponder disposto e funzionante in modo analogo, perlomeno per quanto riguarda i comandi a disposizione del pilota.
Come al solito, anche sul transponder ci si ostina su dettagli risibili dimenticando di inquadrare il problema e cioe' cosa avviene subito prima e subito dopo il suo spegnimento.

Il dirottamento del volo 11 si ritiene abbia avuto inizio attorno alle 8:13.
L'aereo devia dalla sua rotta virando verso destra (nord-ovest). Pochissimi minuti dopo viene spento il transponder (8:17, 8:20).

Domande iniziali:

1) Perche' il pilota non ha trasmesso il codice di emergenza che indica dirottamento in corso 7500? Se come si dice, i dirottatori armati di taglierino minacciavano di tagliare la gola ad una hostess e in questo modo sono riusciti a farsi aprire la porta, come ha fatto il pilota a non trovare il mezzo secondo necessario a digitarlo.
E questo su tutti e 4 gli aerei! Forse perche' i dirottatori erano gia' nella cabina, magari camuffati con uniformi dell'american airlines come quella rubata in un hotel di roma alcuni mesi prima, con tanto di tesserino magnetico di riconoscimento? Forse perche' hanno esibito falsi documenti che davano loro quest'autorita'?

2) L'aereo ha appena deviato dalla sua rotta e interrogato dalla torre non risponde. In piu', i dirottatori sbagliano continuamente pulsante e invece di parlare ai passeggeri fanno sapere tutto al mondo intero. Ammettiamo che pensino di guadagnare tempo se lo spengono.
Ma allora perche' perdono tempo e deviano in direzione opposta a New York, a nord invece che a sud, perdendo circa 24 minuti, 12 a salire e altrettanti a scendere?
Forse perche' avevano un appuntamento con l'altro aereo, il volo 175 quasi sulla verticale della base militare-aereoporto civile Internation Stewart intorno alle 8:37-8:40?

Tra le 8:37 e le 8:42 avviene il dirottamento del volo 175. Intorno alle 8:40-8:42 il transponder cambia di frequenza.

3) Perche' non spegnerlo, come l'altro? Siamo ancora piu' vicini a New York e dalla base mcguire potrebbero partire dei caccia.In ogni caso, entrambi gli aerei hanno sorvolato le uniche due basi militari della zona compresa tra il massachuttes e NY: westover air reserve, sopra il cui cielo tutto ha avuto inizio, e lo Stewart.

I controllori sostengono di non aver mai perso di vista la traccia primaria. Alcuni dicono di aver avvistato per un breve istante due segnali del volo 11, altri (non identificati, a quanto ne so) dicono di che si trovasse in volo persino dopo l'impatto e diretto verso est, in aperto atlantico. Forse un depistaggio dice Ruppert nel suo libro Crossing the Rubicon (un caccia gia' nella zona viene mandato a inseguirlo invece che proteggere new york: sarebbe arrivato prima del volo 175). Qualcuno dice che ci sia molta confusione al NORAD perche' i loro radar erano impegnati in varie simulazioni e wargames, alcuni dei quali includevano falsi blips sugli schermi, aerei che schermavano altri aerei e in almeno un caso un dirottamento simulato.

(vedi http://www.cooperativeresearch.org/timeline.jsp?before_9/11=militaryExercises&timeline=complete_911_timeline
per le referenze in merito)

Di caccia non ne arrivano molti, forse perche' non sono tanti ma sicuramente anche perche' quel giorno sono superimpegnati: settimane prima ne hanno spediti in islanda, giorni prima ne hanno mandati in alaska e nel north carolina. Alcuni dell'unita' antiterrorismo dell'fbi sono appena atterrati in california.

Coincidenze? Sfiga? Puo' essere, ma andiamo avanti.

Il volo 77 decolla alle 8:20 da washington e alle 8:37-8:40, a circa 120 miglia dalla citta', devia improvvisamente dalla sua rotta andando verso nord. Nel giro di 4-5 minuti ritorna a sud sulla propria rotta iniziale, verso ovest. Percorre almeno altrettanto spazio e dopo circa un quarto d'ora raggiunge il confine tra west virginia, kentucky e ohio, spegne il transponder, devia leggermente verso sud e si abbassa cosi' tanto che i controllori di indianapolis lo danno per precipitato in kentucky.

domanda:

4) Se il dirottamento inizia attorno alle 8:40, perche' non fanno marcia indietro e puntano sul Pentagono ma vanno avanti? Perche' almeno non spengono il transponder?

5) Se il dirottamento inizia dopo, quando viene spento il transponder, come fa l'aereo a sparire anche dai radar primari, come confermato dalla commissione che attribuisce questo alla scarsita' di aereoporti nella zona? Ma quest'ultima giustificazione non puo' essere vera, data la presenza di almeno una base militare in WV, proprio sulla rotta del volo, all'andata e al ritorno, vicino alla deviazione iniziale, camp dawson.

6) Come mai all'improvviso l'aereo compare sugli schermi a circa 100 miglia da washington? Come ha percorso la distanza tra il punto in cui e' sparito e quello in cui e' riapparso dopo circa 20 minuti? Dov'e' la traccia primaria del volo 77 tra quando se ne perdono le tracce e quando riappare? Perche' ci mostrano solo gli ultimi km di aereo che in controllori presenti scambiarono per un caccia?

I transponder servono a fornire informazioni sull'identita' degli aerei e sulla loro quota.
un blip sul radar primario non vi dira' mai se l'aereo e' lo stesso o se e' stato sostituito.
E se si abbassa di quota, senza transponder non lo saprete.
>Come al solito, anche sul transponder ci si ostina su dettagli risibili dimenticando di inquadrare il problema

Davide, guarda che se non fosse per il "dettaglio risibile", i complottisti sarebbero ancora lì in coro a dire che i transponder non si possono spegnere in volo e tutto il tuo discorso verrebbe ignorato.

>Perche' il pilota non ha trasmesso il codice di emergenza che indica dirottamento in corso 7500?

Perché i dirottatori hanno fatto irruzione in cabina prima che avesse tempo di farlo, per esempio.

>Se come si dice, i dirottatori armati di taglierino minacciavano di tagliare la gola ad una hostess e in questo modo sono riusciti a farsi aprire la porta,

"si dice"? Fonte? Le porte di cabina, all'epoca, erano lasciate aperte (non chiuse a chiave).
> Forse perche' i dirottatori erano gia' nella cabina, magari camuffati con uniformi dell'american airlines come quella rubata in un hotel di roma alcuni mesi prima, con tanto di tesserino magnetico di riconoscimento? Forse perche' hanno esibito falsi documenti che davano loro quest'autorita'?

Forse. Ma di tutto questo non c'è prova, e senza prove, una teoria vale l'altra.


>Forse perche' avevano un appuntamento con l'altro aereo, il volo 175 quasi sulla verticale della base militare-aereoporto civile Internation Stewart intorno alle 8:37-8:40?

A cosa servirebbe un appuntamento, a sostituire un aereo con un altro? E a che pro tutta questa complicazione? Come far arrivare i passeggeri e i loro effetti personali sui bersagli, se sono su un altro aereo? E' semplicemente un piano stupido. Di cui, tanto per cambiare, non c'è la benché minima prova a supporto.

>dalla base mcguire potrebbero partire dei caccia.

E' molto difficile capire che i caccia non sono utilitarie che partono appena metti le chiavi nel cruscotto? Scusami ma sarà la centesima volta che lo spiego: i caccia vanno armati, riforniti, preparati. Mica parte il primo che c'è. Per questo i militari tengono un numero ristretto di caccia pronti a partire. Si chiama scramble, o decollo su allarme.
>Forse un depistaggio dice Ruppert nel suo libro Crossing the Rubicon

di cui non c'è alcuna prova se non le fantasie di un complottista.

>Di caccia non ne arrivano molti, forse perche' non sono tanti ma sicuramente anche perche' quel giorno sono superimpegnati: settimane prima ne hanno spediti in islanda, giorni prima ne hanno mandati in alaska e nel north carolina.

Questo, mi spiace, è semplicemente falso. I 14 caccia preposti al pattugliamento ADIZ erano al loro posto esattamente come tutti gli altri giorni.

>Se il dirottamento inizia attorno alle 8:40, perche' non fanno marcia indietro e puntano sul Pentagono ma vanno avanti? Perche' almeno non spengono il transponder?

La tua ricostruzione mi sembra basata su dati di pura fantasia. Il transponder di AA77 è stato spento alle 8:56. Questo è un fatto.

>
5) Se il dirottamento inizia dopo, quando viene spento il transponder, come fa l'aereo a sparire anche dai radar primari, come confermato dalla commissione che attribuisce questo alla scarsita' di aereoporti nella zona?

No, non lo attribuisce affatto a questo. Leggi il documento Crono911, leggi la spiegazione di come funziona il controllo del traffico aereo di Giulio Bernacchia, e leggi un po' meno la paccottiglia complottista di Ruppert. Scoprirai un mondo molto interessante.
>Le porte di cabina, all'epoca, erano lasciate aperte (non chiuse a chiave).

Fonte? Aperte su tutti e 4 gli aerei? E i dirottatori sono arrivati in silenzio e armati solo di armi bianche e hanno impedito a piloti esperti di digitare 7500?

>A cosa servirebbe un appuntamento, a sostituire un aereo con un altro? E a che pro tutta questa complicazione? Come far arrivare i passeggeri e i loro effetti personali sui bersagli, se sono su un altro aereo?

Hai ragione, non sono stato volutamente chiaro: non a sostituire il volo 11 con il volo 175 ma a impallare il volo 175 mentre veniva sostituito da un drone. Il volo 11 era impallato da un md80 (vedi il sito team8+ per una simulazione grafica: preciso, io non credo alla versione proposta da quel sito ma l'idea della sostituzione in stile northwood non la escludo a priori)
Di quali effetti personali stiamo parlando? Per i voli 11 e 175 sono state trovate solo tracce di dna settimane e mesi dopo e solo di alcuni passeggeri. Ammettiamo pure la statistica, ma davvero potrebbero essere morti ovunque.
L'unico corpo identificabile e' stato trovato a ottobre, incredibilmente intatto. L'articolo che ne parla sostiene che incredibilmente sia stato scaraventato fuori da una porta al momento dell'impatto e non sia bruciato per questo.
SI tratta di peter gay, tecnico e dirigente raytheon: uno dei 4 presenti sui voli quel mattino.
http://www.nd.edu/~ndmag/w2001-02/9-11deaths.html

Dove sono questi effetti personali?

>I 14 caccia preposti al pattugliamento ADIZ erano al loro posto esattamente come tutti gli altri giorni.

Scusami tu, ma e' da dimostrare, viceversa si puo' provare che alcune delle esercitazioni di quella mattina coinvolgevano proprio caccia della base andrews ad esempio. Vedi la pagina di cooperative che ho linkato per le referenze alle simulazioni.

>La tua ricostruzione mi sembra basata su dati di pura fantasia. Il transponder di AA77 è stato spento alle 8:56. Questo è un fatto.

Sono d'accordo sull'ora del transponder ma non credo di aver inventato nulla. La breve deviazione dalla rotta interno all'ora da me indicata e' registrata e la possiamo controllare. L'ho segnalata come possibile indizio di inizio dirottamento, ma come vedi la mia argomentazione non ne ha bisogno: sia che sia iniziato prima o dopo, gli interrogativi restano.

>No, non lo attribuisce affatto a questo.

Invece si' e ti smentisco citandola:

"The failure to find a primary radar return for American 77 led us to investigate this issue further. Radar reconstructions performed after 9/11 reveal that FAA radar equipment tracked the flight from the moment its transponder was turned off at 8:56. But for eight minutes and thirteen seconds, between 8:56 and 9:05, this primary radar information on American 77 was not displayed to controllers at Indianapolis Center. The reasons are technical, arising from the way the software processed radar information, as well as from poor primary radar coverage where American 77 was flying. "

Troverei interessante avere una risposta ad alcune mie domande: perche' dirigersi in direzione opposta e perdere tempo? Perche' cambiare la frequenza e non spegnerlo? Perche' il volo 77 e' andato tanto lontano, si e' abbassato tanto da far credere che fosse precipitato e poi sparisce dai radar primari senza che una base militare lo veda? Dov'e' la prova che i due aerei, il volo 77 partito da washington e il volo apparso attorno alle 9.20 a 100 miglia dal pentagono siano lo stesso?
Sono comunque d'accordo con te sull'utilita' di ripulire dettagli fuorvianti come la difficolta' di spegnimento di un transponder o simili. Ma ini ogni caso, questi dilettanti che pilotano da dio e confondono sempre gli interfoni coi microfoni a terra mi danno fastidio...

Poi c'e' la storia dei fratelli bukhari che dovrebbe farci sospettare della autenticita' delle liste passeggeri ufficiali.
E non mi riferisco alla noiosa discussione sulle identita' dei dirottatori vivi e morti che davvero trovo poco interessante.
Ovviamente sto sostenendo un'ipotesi e non affermo di provare nulla.
Ma vorrei sottolineare che lo scambio di aerei veri con droni e' l'unica ipotesi compatibile con un complotto ordito dall'interno ed eseguito da professionisti ed ex-agenti che certamente non avrebbero immolato se stessi per il piacere di qualche industriale o politico folle.
Quello che intendo e' che se si vuole vagliare la possibilita' di un inside job, allora la sostituzione di aerei e' l'unica possibilita' compatibile con il resto.
Tutto qui. Ma allora diverse stranezze troverebbero un loro posto
>Fonte? Aperte su tutti e 4 gli aerei?

la fonte sono io (volavo spesso negli USA) e mio cognato, pilota Alitalia. Ovviamente non mi riferisco alle condizioni dei voli dirottati, ma alla prassi generale.

>E i dirottatori sono arrivati in silenzio e armati solo di armi bianche e hanno impedito a piloti esperti di digitare 7500?

Chiedi a un qualsiasi pilota come si vivono quei momenti e quali sono le direttive (o meglio erano). Capirai che digitare 7500 sarebbe stata l'ultima delle priorità.

>non a sostituire il volo 11 con il volo 175 ma a impallare il volo 175 mentre veniva sostituito da un drone.

Scusami ma se vuoi lanciarti in queste fantasie, io non ho tempo di seguirti. E' un gioco d'ipotesi dentro ipotesi, il tutto senza la benché minima prova, e con una complicazione demenzialmente assurda.

http://www.nd.edu/~ndmag/w2001-02/9-11deaths.html

Il link che citi non dice nulla su corpi ritrovati conservati o gente uscita dal portellone...

>Dov'e' la prova che i due aerei, il volo 77 partito da washington e il volo apparso attorno alle 9.20 a 100 miglia dal pentagono siano lo stesso?

E dove sono le prove delle teorie alternative? Mi spiace, ma siete voi a dover documentare quello che dite, con la stessa quantità di dati che confermano la ricostruzione comunemente accettata.

Scusami, ma in questa fantasia ti devo lasciar da solo. Il tempo è troppo poco.
>E dove sono le prove delle teorie alternative? Mi spiace, ma siete voi a dover documentare quello che dite, con la stessa quantità di dati che confermano la ricostruzione comunemente accettata.

Qui c'e' proprio il nocciolo dell'incomprensione.
Io non ho mai affermato di poter dimostrare una teoria alternativa.
Diverso e' avanzare ipotesi di lavoro capaci di coprire aspetti altrimenti inspiegati dalla versione ufficiale.

Ti ricordo che a demolire la credibilita' della versione ufficiale basta anche una sola prova o una contraddizione.
Questo non proverebbe comunque automaticamente le centinaia di teorie alternative proposte ma spingerebbe a considerare piu' da vicino le ipotesi a cui alludo.

Ci sono parecchie "prove" che la versione ufficiale sia incompleta o incoerente.
Ecco un primo esempio.

1) Le liste passeggeri sono state manipolate dall'fbi:
(Sottolineo: mi riferisco ai nomi presentati dall'FBI e non al
dibattuto argomento sulle identita' rubate...)

Prima una breve premessa.
Come sicuramente saprete, l' FBI il primo giorno comunica una lista di
nomi dei dirottatori a bordo del volo 11:
i nomi sono Atta, Alomari, Adnan Bukhari, Ameer Bukhari e Ameer Kamfar.

http://english.people...
http://www.firstcoast...
Bukahris name on the manifest

Come si puo' notare, gli ultimi 3 nomi non sono quelli della lista
definitiva (al Sheri, al Sheri e Satam al Suqami), la quale verra'
pubblicata dopo qualche giorno e non sara' piu' modificata
successivamente.

I nomi dei dirottatori sugli altri voli non subiscono alterazioni (se
si eccettua l'aggiunta di Hani Hanjour al secondo giorno...).

Alle 5 del mattino del 12 settembre gli agenti dell'FBI fanno
irruzione nella casa di Adnan Bukhari, a Vero Beach, Florida e lo
trovano vivo e a letto con la moglie.

L' altro Bukhari, Ameer (che non e' suo fratello) e' morto nello
schianto di un piccolo aereo, nel suo primo volo da neo-pilota,
esattamente un anno prima, l'11 settembre del
2000, sempre a Vero Beach.
Mentre l' FBI e' li' a casa di Adnan squilla il telefono: e' Kamfar
che chiama Adnan e dice agli agenti sul posto di essere vivo e
innocente.

Un vicino di casa di Bukhari e convivente di Kamfar e' tornato in
Arabia Saudita dieci giorni prima con tutta la famiglia: si chiama
Abdulrahman Alomari, ingegnere di volo e pilota:lavora per la saudi
airlines.
Il nome del quarto dirottatore del volo 11 posseduto dall'FBI era
Abdulrahman Alomari.

L' FBI non capisce piu' nulla: dal biglietto aereo la compagnia gli
dice che il passeggero insieme ad Atta si chiama Abdulaziz Alomari, ma
il dipartimento di giustizia gli fornisce Abdulrahman e l'indirizzo di
Vero Beach...

Tutti queste persone vivono o vivevano a Vero Beach e hanno
frequentato o sono stati istruttori di volo alla scuola Flighsafety
dove si sarebbero addestrati alcuni dirottatori.

Dopo questa premessa, l'argomentazione: da dove ha preso quella prima
lista di nomi l' FBI?

A) Se l'ha presa dalla lista passeggeri i conti non tornano.

Vuol dire che i nomi dei 2 Alsheri e di Satam al Suqami non c'erano e
la lista che ci sbandierano ora e' un falso.
E allora addio anche al passaporto di Suqami ritrovato miracolosamente
intatto... Mica uno si imbarca con il nome di Kamfar e con in tasca un
altro passaporto a nome Suqami e solo quest'ultimo si salva...

B) Ma anche se l' FBI ha preso quel primo elenco di nomi da un'altra
fonte (tipo l'automobile affittata da Atta e ritrovata nel parcheggio
a Portland) non quadra affatto.

Questo vorrebbe dire che nell'elenco passeggeri c'erano i nomi dei due
alSheri e di Suqami ma che per qualche motivo non sono stati
considerati dirottatori in un primo tempo.
Ma questo contraddice quanto ci hanno detto sull'indicazione data
dalla hostess Betty Ong nella
telefonata in cui dice che i dirottatori erano nei posti 2A2B 9A9B e
il passeggero ucciso nel posto 10B, si suppone Daniel Levin (per la
precisione Betty Ong dice "shot", "sparato" e avrebbe commesso un
errore nella fila di Levin ma adesso non ci interessa... come non ci
interessa che Levin fosse un ex-ufficiale di un reparto di elite dei
servizi israeliani, Sayeret Metkal, specializzato nel neutralizzare i
dirottamenti...).

Quello che importa e' che da questa indicazione sui posti a sedere,
leggendo il manifesto, sarebbero risaliti all'identita' dei
dirottatori e cioe' a Suqami, se fosse stato sul manifesto
originale...
Dunque, avrebbero dovuto includerlo nella lista iniziale...

Come si vede, questa storia semplicemente non sta in piedi...

Qui c'e' un articolo e un elenco di fonti:
http://www.democraticunderground.com/discuss/duboard.php?az=view_all&address=125x25378
http://www.whatreallyhappened.com/bukhari_hijackers.html

Poi ci sono due esempi sui crolli dellle torri e del wtc7: non provano le demolizioni ma provano che in realta' non esiste una seria spiegazione scientifica di quanto avvenuto...

2) Alta temperatura nelle torri: il rapporto ufficiale contraddice se stesso.

Il rapporto del NIST si basa in gran parte sull'alta temperatura che avrebbe indebolito i giunti d'acciaio dei piani colpiti.
In particolare, l'ipotesi del NIST e' che l'impatto degli aerei abbia eliminato la protezione anti-incendio lasciando l'acciaio nudo esposto al calore del fuoco per circa un'ora (torre sud) e un'ora e mezza (torre nord), rispettivamente.
L'esposizione ad una temperatura compresa fra i 600 e gli 800 gradi avrebbe indebolito i giunti di acciaio che si sarebbero poi piegati sotto il peso dei piani soprastanti, provocando cosi' l'inizio dei crolli.

Il problema e' che l'alta temperatura e' solo ipotizzata dal NIST ed e' lo stesso rapporto ad ammettere che dalle analisi effettuate emerge il contrario:

"...delle 16 colonne perimetrali esaminate, solo tre colonne mostrano l'evidenza che l'acciaio abbia raggiunto temperature sopra i 250°C [482°F]," e nessuna evidenza che alcuna delle colonne centrali "abbia raggiunto 250 °C" (2005, p. 88).

"...on 16 perimeter column panels, only three columns had evidence that the steel reached temperatures above 250 ° C: east face, floor 98, inner web; east face, floor 92, inner web; and north face, floor 98, floor truss connector. Only two core column specimens had sufficient paint remaining to make such an analysis, and their temperatures did not reach 250 °C."

Ma allora come fa il NIST a utilizzare l'ipotesi di lavoro delle alte temperature (1300-1800 F)?

Il NIST a questo punto si giustifica dicendo che "non ha generalizzato questi risultati dal momento che le colonne esaminate rappresentano solo il 3 percento delle colonne perimetrali e l'1 percento delle colonne centrali dei piani incendiati".

"NIST did not generalize these results, since the examined columns represented only 3 percent of the perimeter columns and 1 percent of the core columns from the fire floors."

Ma perche' non hanno analizzato piu' acciaio?

Perche' i funzionari del governo ne hanno rifuso, venduto e spedito all'estero via gran parte: prima di qualsivoglia analisi.
http://911research.wtc7.net/wtc/groundzero/cleanup.html#ref2

Dunque, lo stesso rapporto del NIST ammette che le alte temperature richieste per giustificare il cedimento e' basato su una speculazione, priva di supporto empirico.

3) Presenza di acciaio fuso e zolfo nelle macerie del wtc7 e delle torri

Riviste scientifiche (tra cui il Journal of the Minerals, Metals and Materials Society), nonche' la stessa FEMA, riportano la presenza di acciaio fuso fra le macerie e di zolfo liquido infiltrato nel metallo.
Entrambi questi elementi non trovano giustificazione nella spiegazione ufficiale e la FEMA invita il NIST ad approfondire la ricerca.
L'acciaio fuso non si spiega in alcun modo con le temperature raggiungibili da un incendio da idrocarburi.
La presenza di zolfo, inoltre, abbassa il punto di fusione dell'acciaio e puo' aver contribuito ad accelerare il cedimento delle strutture.
Il NIST non ne terra' piu' conto nel suo rapporto finale.

Ecco un paio di fonti:

A1) http://cooperativeresearch.org/context.jsp?item=a050102noconclusion

December 2001: Scientific Journal Describes ‘Eutectic Mixture’ in WTC Steel

A sample of WTC steel eroded and corroded due to eutectic formations. [Source: FEMA]
The Journal of the Minerals, Metals and Materials Society (JOM) reports that the examination of a beam from the remains of WTC Building 7—which collapsed late in the afternoon of 9/11 (see (5:20 p.m.))—has revealed “unexpected erosion” of the steel.
The article states: “The formation of the eutectic mixture of iron oxide and iron sulfide lowers the temperature at which liquid can form in this steel. This strongly suggests that the temperatures in this region of the steel beam approached around 1,000 C, forming the eutectic liquid by a process similar to making a ‘blacksmith’s weld’ in a hand forge.” [Barnett, Biederman, and Sisson, 12/2001]

The New York Times will call this “perhaps the deepest mystery uncovered in the investigation.” [New York Times, 2/2/2002]

FEMA’s World Trade Center Building Performance Study, released in May 2002 (see May 1, 2002), will add that the same “unusual erosion patterns” have been observed in a sample of the remaining structural steel from one of the twin towers.
It will state, “This sulfur-rich liquid penetrated preferentially down grain boundaries of the steel, severely weakening the beam and making it susceptible to erosion.
”FEMA is unable to explain this phenomenon, saying, “The severe corrosion and subsequent erosion ... are a very unusual event. No clear explanation for the source of the sulfur has been identified. ... It is possible that this is the result of long-term heating in the ground following the collapse of the buildings. It is also possible that the phenomenon started prior to collapse and accelerated the weakening of the steel structure.” [Federal Emergency Management Agency, 5/1/2002, pp. C-1 - C-13]

Despite FEMA’s call for further research, the National Institute of Standards and Technology (NIST) will make no mention of the eutectic formations in its final report into the WTC collapses, released in late 2005, following its three-year investigation. [National Institute of Standards and Technology, 9/2005 pdf file]

A2) Ecco un 'estratto del servizio di report che ne parla (si puo' vedere e leggere integralmente sul sito)

http://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%5E1068103,00.html

E poi c'e' altro, tra cui le domande a cui non vuoi dare risposta.
Perche' i dirottatori del volo 11 non virano subito verso NY?
Chi mi assicura dell'identita' del volo 77 col volo apparso dal nulla piu tardi?

>Il link che citi non dice nulla su corpi ritrovati conservati o gente uscita dal portellone...

Scusa ma nel caso degli altri passeggeri sono stati recuperati solo resti infinitesimi e parecchio tempo dopo...
"In late October, against all odds, his body was discovered at Ground Zero, apparently thrown from the exploding airliner."

In ogni caso non vedo evidenza della presenza dei passeggeri negli aerei che colpirono le torri...
Ah... ci sarebbe ancora una cosa... le presunte liste passeggeri le cui foto sono presenti su crono911 ... sono un falso. E fatto anche male...

Ecco perche':

-Nella lista 93 manca Mark Bingham, uno dei protagonisti della storiella
della rivolta...

-Nella lista 175 mancano 5 nomi: Grogan, Macfarlane, Sanchez e i due
coniugi Shearer...

Inoltre,

-Nelle liste 11, 175 e 93 appare in alto a sinistra la data del 4 ottobre
2002...

Allora, queste liste passeggeri tanto chiare e limpide dove sono?
>Ti ricordo che a demolire la credibilita' della versione ufficiale basta anche una sola prova o una contraddizione

No, è proprio questo il concetto che i complottisti non hanno capito. La ricostruzione di un evento storico non è un esperimento di laboratorio. Avrà sempre degli aspetti non chiari, delle aree di incertezza, delle testimonianze contrastanti. Un evento storico è fatto di uomini, che come tali sono fallibili, smemorati, bugiardi e imprecisi; non da molecole che seguono ineluttabilmente le leggi della fisica.

Per questo non basta trovare una contraddizione o un'ombra in una ricostruzione storica per invalidarla. Ci vuole una serie di prove massiccia e clamorosa, e mille spiegazioni alternative non fanno una prova.

Trovami un Mohammed Atta ancora vivo, con la faccia e il DNA corrispondente a quelli indicati dall'FBI: _quella_ è una prova. Trovami un passeggero che gli inquirenti dicono essere stato sui voli dirottati.

E poi -- perché l'onere della prova richiede anche questo, vista la massa di dati a supporto della versione "ufficiale" -- ricostruisci una versione che spieghi tutti i fatti noti più quella prova.

>1) Le liste passeggeri sono state manipolate dall'fbi:

Stai copiaincollando dalle "ricerche" altrui (Google è potente, ho trovato il tuo post parola per parola). Prova a fare della ricerca per conto tuo. Scoprirai che i link che citano spiegano molto chiaramente che i Bukhari non c'entrano nulla e furono sospettati semplicemente perché presero il volo 5930 e quindi si pensò facessero parte di un altro commando.

E poi è un classico del metodo complottista quello di prendere le notizie frammentarie del primo giorno e dimenticarsi di tutti gli aggiornamenti successivi.


Per il resto:

>Il problema e' che l'alta temperatura e' solo ipotizzata dal NIST ed e' lo stesso rapporto ad ammettere che dalle analisi effettuate emerge il contrario:

Stai manipolando le dichiarazioni del NIST e le stai falsificando (o meglio l'ha fatto chi ha scritto il discorsetto che stai citando). Traduci bene quella frase e scoprirai che è stata tradotta con malizia.

>L'acciaio fuso non si spiega in alcun modo con le temperature raggiungibili da un incendio da idrocarburi.

Perché un edificio che brucia non è un incendio da idrocarburi. Il carburante da' fuoco a tutto quello che c'è nel palazzo, ed è quello che determina la temperatura. Chiedi a un qualunque vigile del fuoco a che temperatura brucia una casa.

>La presenza di zolfo, inoltre, abbassa il punto di fusione dell'acciaio e puo' aver contribuito ad accelerare il cedimento delle strutture.

Lo zolfo è presente nei materiali da costruzione.

>This strongly suggests that the temperatures in this region of the steel beam approached around 1,000 C,

Ma non avevi detto che il NIST negava le alte temperature?

>Chi mi assicura dell'identita' del volo 77 col volo apparso dal nulla piu tardi?

Fammi pensare... il DNA dei passeggeri trovato al Pentagono? La scatola nera del Volo 77 trovata dentro il Pentagono? La mancanza di un aereo siglato AA77 da qualche altra parte?

>Il link che citi non dice nulla su corpi ritrovati conservati o gente uscita dal portellone...

>"In late October, against all odds, his body was discovered at Ground Zero, apparently thrown from the exploding airliner."

In ogni caso non vedo evidenza della presenza dei passeggeri negli aerei che colpirono le torri...

Ma scusa, hai appena citato una fonte che dice che è stato trovato il cadavere di uno dei passeggeri. A Ground Zero. C'è arrivato per posta?
>Ah... ci sarebbe ancora una cosa... le presunte liste passeggeri le cui foto sono presenti su crono911 ... sono un falso. E fatto anche male...

Certo! Perché è evidente che i cospiratori che hanno ordito un piano così sofisticato sono contemporaneamente così cretini da redigere delle liste false mettendoci i nomi sbagliati.

Cos'è, il complotto di Stanlio e Ollio?

Non ti passa per la mente che ci potrebbero essere delle spiegazioni assolutamente banali (e ci sono) per le discrepanze?

Non ti viene il dubbio che se le liste fossero sbagliate, allora le persone mancanti dovrebbero essere ancora vive? Mi spieghi dove sarebbe secondo te, allora, Mark Bingham insieme a tutti i "mancanti"?
>Stai copiaincollando dalle "ricerche" altrui (Google è potente, ho trovato il tuo post parola per parola). Prova a fare della ricerca per conto tuo.

Scusami ma questo esemplifica molto il mio giudizioi su voi debunker e mi fa anche molto ridere.
Non ho copiaincollato ricerche altrui: il post a cui ti riferisci l'ho scritto io, in collaborazione con uno dei meetup di beppegrillo che l'ha postato a nome suo ma che mi cita. Alex lo sento ogni giorno, se vuoi te lo presento.
Viceversa i nostri interlocutori non ci hanno piu' risposto...

Mi sembra proprio che viviate con il pregiudizio che invoca il complotto sia una persona disonesta da un punto di vista intellettuale e prima o poi voglia solo fregarvi. Oppure che sia pigra e si accontenti di copiare iinvece che fare ricerche per conto proprio e verificare le fonti proprio come voi dite di fare.

>i Bukhari non c'entrano nulla e furono sospettati semplicemente perché presero il volo 5930 e quindi si pensò facessero parte di un altro commando.

Qui, scusa, sei proprio tu che non controlli i link citati e ricordi proprio male scambiando voli e nomi.

Il volo colgan 5930 era quello da portland a boston e lo presero atta e alomari. Nessun altro arabo noto.
I due che ricordi tu, scambioandoli per i bukhari sono azmath e l'altro, sul volo 43: un elemento interessante come il volo delta di quel giorno ma ora non ci riguarda.

I Bukhari non presero nessun volo quel giorno: uno era morto l'anno prima (11 settembre 2000), l'altro si faceva gli affari suoi a vero beach.
Non furono i giornali a sbagliare i nomi nella fretta.
La lista coi loro nomi venne presentata dall'fbi, come si evince dai link

http://english.peopledaily.com.cn/200109/13/eng20010913_80131.html
http://www.firstcoastnews.com/news/2001-09-14/usw_nosuspect.asp

Seguono le argomentazione che, evidentemente, non hai ritenuto di dover leggere perche' credevi di averle gia' considerate.
C'era il nome di suqami o di kamfar sulla lista? C'erano gli al-sheri o i bukhari?
>Stai manipolando le dichiarazioni del NIST e le stai falsificando

Si, le sto falsificando, ma nel senso popperiano del termine.
Gli uomini del NIST non fanno parte del complotto ma devono redigere un rapporto. Come tutti gli studi scientifici, uno parte da una ipotesi di lavoro e poi presenta le analisi oggettive che corroborano quella ipotesi.
In questo caso il NIST ha effettuato delle scrupolose analisi sugli effetti dovuti alla temperatura sulle colonne perimetrali e centrali immaginando di trovare i segni delle alte temperature ipotizzate.
E invece ha trovato l'opposto.
A questo punto, un qualunque referee scientifico avrebbe rimandato indietro il lavoro chiedendo un approfondimento maggiore. "Fate altre analisi" oppure trovate altre ipotesi, qualcosa che avete trascurato.
Il NIST non e' disonesto: dice di non aver trovato traccia delle temperature superiori ai 250 gradi.
Perche' allora non ha generalizzato questo dato e ha riscritto il rapporto?
Perche' non avrebbe avuto in mano nessuna prova definitiva.
Perche' il materiale a disposizione per le analisi era inferiore al 3 per cento e questo toglieva credibilita' allo studio statistico.
Eppure alcune riviste dei pompieri e di ingegneri strutturali lo avevano detto che non si doveva buttare via tutto quell'acciaio prima che fossero concluse le indagini e invece lo hanno rifuso e spedito all'estero in fretta e furia.

>Il carburante da' fuoco a tutto quello che c'è nel palazzo, ed è quello che determina la temperatura.

Questo e' da dimostrare e nemmeno il NIST ci prova, in modo quantitativo.

>Lo zolfo è presente nei materiali da costruzione.

Non nell'acciaio, proprio perche' ne abbassa il punto di fusione e invece nelle macerie appariva fuso con l'acciaio in formazioni difficili da spiegare, citate dalle riviste di scienza dei materiali da me citate e dalla fema stessa che invitava il NIST a tenerne conto e approfindire le indagini, sottolineando che tale insolita presenza avrebbe potuto essere una delle cause che ha accelrato i crolli.
>This strongly suggests that the temperatures in this region of the steel beam approached around 1,000 C,

>Ma non avevi detto che il NIST negava le alte temperature?

No, ho detto che le analisi del NIST negano che sperimentalmente le colonne interne e perimetrali delle torri abbiano raggiunto temperature superiori ai 250-300 gradi.
Viceversa, il NIST non possiede una spiegazione per le formazioni scoperte dalla fema e riportate dalle fonti citate e che richiedono una temperatura almeno intorno ai 1000 gradi e anche piu' nei casi di fusione dell'acciaio, molto isolati evidentemente.

>il DNA dei passeggeri trovato al Pentagono?

Eccolo il tuo DNA (autocito i miei stessi post che mi vengono rinfacciati, scusa)
Chi si e' occupato dell'autopsia e' un ente militare Armed Forces
Institute of Pathology (AFIP).

E' stata piu' volte rifiutata un'analisi indipendente dei resti di DNA
trovati, anche quando a chiederla erano i parenti delle vittime stesse.
Non hanno avuto indietro i resti dei loro cari, come si evince da queste
dichiarzioni di una parente, Calley:

"Even though it's four years after 9/11, I still understand that family
members can still be grieving. But wouldn't they want positive independent
DNA testing done to prove their loved ones actually died in the crash,"
said on family member who lost a loved one 9/11 but wanted to remain
anonymous.

"I never received any remains or evidence of the person I lost on 9/11,
but if there were any remains, I surely would have had them independently
tested instead of relying on the word of the government.

And that's exactly what transpired in the strange and unexplainable
autopsy investigation of the Flight 77 passengers, conducted essentially
in the cover of darkness by the Armed Forces Institute of Pathology
(AFIP).

C'erano dei corpi nel pentagono ma di chi erano?
C'era una delle numerose esercitazioni anti-terrorismo di quella mattina all'ospedale vicino al pentagono: chi vuoi che noti ambulanze che vanno e vengono?

>La scatola nera del Volo 77 trovata dentro il Pentagono?

Trovata nel cuore della notte?

>La mancanza di un aereo siglato AA77 da qualche altra parte?

Distrutto?
E se per il pentagono avessero utilizzato un drone teleguidato abbastanza simile ad un boeing, magari previsto per una simulazione tipo quella che doveva aver luogo a pochi km dal pentagono, quella mattina alle 9, alle sede dell'NRO, condotta da john fulton, simulante l'arrivo e il crash di un aereo sulla loro sede?
Cosi per ridere, dico eh.

>Ma scusa, hai appena citato una fonte che dice che è stato trovato il cadavere di uno dei passeggeri. A Ground Zero. C'è arrivato per posta?

Si', pacco recapitato con qualche settimana di ritardo da ex-operativi delle forze speciali all'epoca gia' al soldo di qualche corporation privata della sicurezza, ad esempio. Gente in grado di muoversi liberamente con tesserini falsi come quello nel portafogli di un certo sakher hammad che gironzolava nei sotterranei delle torri il 6 settembre 2001.

>Certo! Perché è evidente che i cospiratori che hanno ordito un piano così sofisticato sono contemporaneamente così cretini da redigere delle liste false mettendoci i nomi sbagliati.

Certo che no! Il falso in questione lo ha fabbricato probabilmente l'FBI ma non perche' faccia parte del complotto. Come il NIST si e' trovata una gatta da pelare: qualcosa che non tornava e che non si poteva ammettere. Forse alcuni nomi dei terroristi sulla lista non c'erano e si sono intrufolati in modo diverso. forse, come per le 28 pagine della commissione secretate, hanno detto all'fbi di tacere qualcosa per non dover entrare in guerra con sauditi e pachistani. (ci sono indizi del coinvolgimento di entrambi: io ammetto l'intervento della mafia, ma non ad alto livello, per parafrasare Jim garrison).

Il mondo dell'intelligence americana sa che la versione ufficiale e' una bufala, secondo me.E infatti hanno gia' punito, a modo loro, quelli che credevano i veri colpevoli:
http://www.cooperativeresearch.org/entity.jsp?entity=mushaf_ali_mir

>Mi spieghi dove sarebbe secondo te, allora, Mark Bingham insieme a tutti i "mancanti"?

Io non dico che alcuni dei passeggeri siano vivi, ne' so dirti perche' ci sia stata tanta segretezza sull'elenco completo, divulgato alla spicciolata nel corso degli anni.
Io credo che non tutti i passeggeri presenti sulle liste fossero davvero presenti su quei voli, nel senso che qualcuno potrebbe essere stato ucciso per vari motivi e al suo posto si sia imbarcato un professionista con dei compiti precisi.
Dove sono le immagini delle telecamere negli aereoporti?
Solo a Portland funzionavano?
Crono911 dice che non c'erano ma sbaglia: ad esempio newark aveva le telecamere

Michael Taylor, president of American International Security Corp, says Newark and Dulles had cameras and the FBI confiscated them. FBI spokesman know nothing about this.

However, Michael Taylor, the president of a security company, who has done consulting work for the New York Port Authority (which operates the airport), claims that Newark does employ security cameras. [Boston Herald, 9/29/2001]
All of the screeners on duty at the checkpoint are subsequently interviewed, and none report anything unusual or suspicious having occurred. [9/11 Commission DUPLICATE, 7/24/2004, pp. 4; DUPLICATE 6922 9/11 Commission, 8/26/2004, pp. 35

e mi rifiuto di credere che non le avesse boston cosi' come trovo indigesto che i filmati di dulles non presentino l'ora e la data e siano sfocati...
Davide:

>Non ho copiaincollato ricerche altrui: il post a cui ti riferisci l'ho scritto io,

meglio ancora: speravo nell'attenuante generica del "ho copiato quello che ha scritto qualcun altro e mi son fidato". E' farina del tuo sacco? Magnifico.





>Qui, scusa, sei proprio tu che non controlli i link citati e ricordi proprio male scambiando voli e nomi.

Cito dal tuo link:

Police and law enforcement sources said the two brothers suspected in the Boston hijackings were Adnan Bukhari and Ameer Abbas Bukhari, who up until recent days had lived in Vero Beach, Florida. Both of their homes have been searched, the sources said.

The two rented a car, a silver-blue Nissan Altima, from an Alamo car rental at Boston's Logan Airport and drove to an airport in Portland, Maine, where they got on US Airways Flight 5930 at 6 a.m. Tuesday headed back to Boston, the sources said.


I Bukhari hanno quindi preso il volo 5930, che è quello che ho detto. Un'impresa difficile per uno che secondo te è morto un anno prima, ma lasciamo stare. Io sto facendo un semplice controllo di coerenza fra le tue affermazioni e i link che (a tuo dire) le supportano.

>Il NIST non e' disonesto: dice di non aver trovato traccia delle temperature superiori ai 250 gradi.
Perche' allora non ha generalizzato questo dato e ha riscritto il rapporto?
Perche' non avrebbe avuto in mano nessuna prova definitiva.

Ma ti pare che il NIST debba perdersi in queste cose? Non ti basta la semplice osservazione, confermabile da qualsiasi pompiere, che nel WTC c'erano degli incendi multipiano e che questi hanno scaldato la struttura abbastanza da causarne l'ammorbidimento? Cosa che è perfettamente normale negli incendi di edifici in acciaio (vedi Windsor Tower eccetera)?

Francamente non capisco tutto quest'accanimento nell'attaccarsi a un microdettaglio tolto dal suo contesto e sparato ignorando totalmente tutte le altre informazioni. C'era un grande incendio del WTC, Davide. La gente si buttava già, da tanto era grande e caldo. Che te ne importa se il NIST non ha trovato temperature alte in quegli specifici campioni? Questo fa forse sparire gli incendi?

Ma andiamo avanti con le tue obiezioni:

>Chi si e' occupato dell'autopsia e' un ente militare Armed Forces
Institute of Pathology (AFIP).

>C'erano dei corpi nel pentagono ma di chi erano?
C'era una delle numerose esercitazioni anti-terrorismo di quella mattina all'ospedale vicino al pentagono: chi vuoi che noti ambulanze che vanno e vengono?

>>La scatola nera del Volo 77 trovata dentro il Pentagono?

>Trovata nel cuore della notte?

>>La mancanza di un aereo siglato AA77 da qualche altra parte?

>Distrutto? E se per il pentagono avessero utilizzato un drone teleguidato abbastanza simile ad un boeing

>pacco recapitato con qualche settimana di ritardo da ex-operativi delle forze speciali all'epoca gia' al soldo di qualche corporation privata della sicurezza, ad esempio.

>Il falso in questione lo ha fabbricato probabilmente l'FBI ma non perche' faccia parte del complotto.

>Io credo che non tutti i passeggeri presenti sulle liste fossero davvero presenti su quei voli, nel senso che qualcuno potrebbe essere stato ucciso per vari motivi

Allora facciamo due conticini di quanto sarebbe grande questa cospirazione secondo le tue fantasiose teorie (per le quali non ha nemmeno una singola, logora, stracciatissima prova, ma lasciamo stare per ora):

-- i patologi e tutti gli esecutori dei test del DNA e tutti gli incaricati della custodia dei reperti;

-- gli addetti alle "ambulanze che vanno e vengono" e che spostano cadaveri avanti e indietro, carbonizzandoli strada facendo, sotto gli occhi di tutti ("scusi mi dà una mano a piazzare questo cadavere sotto la trave?")

-- qualcuno che piazzi la scatola nera di nascosto nel Pentagono

-- qualcuno che distrugga il volo AA77 (ci vuole una bella squadra di operai, sono 76 tonnellate di metallo e compositi)

-- qualcuno che costruisca il "drone teleguidato abbastanza simile ad un boeing", lo piloti, ne coordini la magica sostituzione con il volo AA77

-- qualcuno che vada a ficcare cadaveri al WTC

-- qualcuni che falsifichi le liste dei passeggeri

-- qualcuno che uccida i passeggeri "per vari motivi"

Un bel po' di gente, vero? E nessuno parla, nessuno confessa, nessuno si lascia scappare un accenno...

Se credi che tutta questa messinscena ridicolmente complicata sia davvero plausibile, allora il tuo senso della realtà ha bisogno una profonda riflessione.

Nella quale io, francamente, non ti posso aiutare. Visto che il concetto di "prova" come necessario supporto a una teoria ti sfugge e che hai dimostrato che crederesti a qualsiasi cosa, sarebbe fatica sprecata.

Mi permetto di consigliarti Luogocomune.net, dove le tue fantasie saranno accolte ben volentieri da gente che non ha niente di meglio da fare che dare sfogo alla propria immaginazione. Di' che ti mando io.
>I Bukhari hanno quindi preso il volo 5930, che è quello che ho detto. Un'impresa difficile per uno che secondo te è morto un anno prima, ma lasciamo stare. Io sto facendo un semplice controllo di coerenza fra le tue affermazioni e i link che (a tuo dire) le supportano.

Fai bene ma dovresti leggere tutto o forse non ti ho citato un ulteriore link che spiega meglio la cosa e in tal caso mi scuso io.
I due bukhari del link sono in realta' atta e alomari che hanno affittato la nissan, sono andati a portland e hanno preso il volo 5930. Provo a copiare l'altro link ma non e' difficile trovare tutta la storia su democraticunderground ad esempio.

Confermo che uno dei 2, adnan credo oppure ameer, e' morto l'anno prima in un incidente in pista con un aereo a vero beach.
La cnn dava gia' la notizia che il presunto fratello (in realta' non lo sono) lo avrebbe vendicato partecipando all'attentato e scegliendo il giorno... eblabla non ci interessa sappiamo che sono errori e panzane giornalistiche nella concitazione del momento...

Uno potrebbe credere che atta abbia affittato l'auto con un falso nome ma l'affare si complicherebbe ulteriormente, perche' ovviamente non potevano esserci atta e alomari piu' le loro presunte false identita' sulla iniziale lista passeggeri presentata dall'fbi.
Contraddizione. Questa storia non sta in piedi e la racconta l'fbi.
http://team8plus.org/e107_plugins/forum/forum_viewtopic.php?983
http://www.whatreallyhappened.com/bukhari_hijackers.html
http://www.democraticunderground.com/discuss/duboard.php?az=view_all&address=125x25378
>Che te ne importa se il NIST non ha trovato temperature alte in quegli specifici campioni? Questo fa forse sparire gli incendi?

A me importa perche' amo la coerenza scientifica supportata da dati oggettivi: qualunque referee avrebbe rimandato indietro il lavoro.
Secondo, questo non fa sparire gli incendi ma pone se aggiungiamo le parole del capitano dei pompieri orio palmer giunto al 78esimo piano e che dice pochi secondi prima del crollo della torre sud che si tratta di incendi isolati facilemte controllabili allora si' che i miei dubbi aumentano...
E continuo: la gente si buttava giu' per il fuoco o perche' veniva spinta accidentalemtne dalla calca affumicata in cerca di ossigeno ma non in diretto pericolo immediato?
Leggi "102 minuti" da cui ho tratto queste considerazioni: non e' un libro complottista.

>Allora facciamo due conticini di quanto sarebbe grande questa cospirazione secondo le tue fantasiose teorie
-- i patologi e tutti gli esecutori dei test del DNA e tutti gli incaricati della custodia dei reperti;

Falso: i patologi esaminano quello che gli viene portato. Una squadra puo' aver portato i corpi all'ente preposto e i patologi esaminano quello. Pero' in caso di problemi o dubbi sono tenuti al silenzio e ad obbedire ai superiori.
Perche' tanti problemi coi parenti ad esempio? Boh, non prova nulla lo ripeto ma tu ti ostini a rinfacciarmelo...

>gli addetti alle "ambulanze che vanno e vengono" e che spostano cadaveri avanti e indietro, carbonizzandoli strada facendo, sotto gli occhi di tutti

No, dei corpi carbonizzati nel pentagono c'erano: ma di chi? Gli addetti a trasportarli come vedi non li includiamo neppure.

>-- qualcuno che piazzi la scatola nera di nascosto nel Pentagono

Penso non richieda poi tanti uomini.

>- qualcuno che distrugga il volo AA77 (ci vuole una bella squadra di operai, sono 76 tonnellate di metallo e compositi)

Non sei obbligato a farlo subito se lavori per gli interessi di chi possiede qualche piccolo aereoporto, hangar sperduto in cui parcheggiarlo per un po'...

>-- qualcuno che costruisca il "drone teleguidato abbastanza simile ad un boeing", lo piloti, ne coordini la magica sostituzione con il volo AA77

Chiedi a qualche oscuro dirigente di raytheon, northrop, lockheed e boeing: non al consiglio di amministrazione, eh. A qualcuno. Sai nel 1934 la dupont produceva polvere da sparo, la remington arms fucili, la goodyear pneumatici e la jp morgan soldi...
Qualcuno che ti costruisce un drone o che te ne presta uno lo trovi...

>-- qualcuno che vada a ficcare cadaveri al WTC

Probabilmente stiamo parlando delle stesse 20 persone dell'inizio: un cadavere quasi un mese dopo... non e' tutto 'sto sbattimento, su...

>-- qualcuni che falsifichi le liste dei passeggeri

No, questo no. Ci pensa l'fbi per non dover ammettere di non sapere come abbiano fatto i terroristi a fare quel che hanno fatto. Oppure per un motivo che ancora non sappiamo. Comunque sono loro a contraddirsi, non e' una mia ipotesi.

>-- qualcuno che uccida i passeggeri "per vari motivi"

Le stesse 20 persone dell'inizio?
invisibili. Non membri dell'esercito ma con le competenze e le conoscenze per muoversi bene.
Forse mi sbaglio e sono 10. Ma come vedi non c'e' bisogno che siano molti per questo particolare lavoro.

Io osservo solo che non hai dato risposta ai miei interrogativi sulla versione proposta dal NIST e sulle lacune nelle sue stesse analisi, ne' sullo strano comportamento dei dirottatori che prima si allontanano da nY e poi tornano indietro, sulla mancanza di copertura radar che dimostri innegabilmente l'identita' del volo 77, ne' sulla coerenza delle liste presentate dall'fbi.
Ma di quest'ultima ti scuso perche' forse il link che ti ho citato non era il piu' chiaro e completo dei 3.

In ogni caso e scusa la ripetizione, io non affermo di provare nulla e pongo importanza UNICAMENTE sulle lacune della teoria ufficiale che tu mi confermi persistono.
Le mie aggiunte ipotetiche valgono quel che valgono solo a livello di ipotesi, giusto per sottolineare che altri scenari sarebbero possibili e non tutti incoerenti fra loro.
grazie
http://english.peopledaily.com.cn/200109/13/eng20010913_80131.html
Sono molto deluso.
Dopo aver letto e visto i documenti dei "complottisti" ho voluto analizzare le tesi ufficiali. Infatti sono sospettoso di natura e come non credo a tutto quello che ci vien quotidianamente proposto dagli organi d'informazione non credo neppure a tutto quello che dicono gli organi di disinformazione...
In altre parole cerco spesso di documentarmi da solo...e trovando questo blog ho pensato di esser nel posto giusto.
E la mia delusione vien proprio da qui: dopo l'eccellente premessa dell'indice del blog che condivido in tutta la sua intierezza, ho cliccato sul capitolo "20. E' davvero impossibile spegnere il transponder in volo?". Pensavo di trovare diversi documenti e testimonianze attendibili, invece ahimé ecco un solo testo che di attendibile ha molto molto poco.
Che delusione...non posso far altro che esternarla. Anticomplottisti: è solo su questo che si basano le vostre tesi relative al capitolo "trasponder"? Per favore cercate di far di meglio perché in questo modo cadete nell'ipocrisia.
In altre parole, è difficile se non impossibile confutare la tesi dei "complottisti" con l'articolo proposto.
Disarm:

>Pensavo di trovare diversi documenti e testimonianze attendibili, invece ahimé ecco un solo testo che di attendibile ha molto molto poco.

Scusami ma non capisco il problema. Hai la dichiarazione di un pilota italiano di linea, che lavora per Alitalia, e che ti dice chiaro e tondo che il transponder non solo si può spegnere e riprogrammare in volo, ma che questo si fa abitualmente.

Cosa vuoi di più?

Non ti fidi? Vai su MD80.it e chiedi. Non ti fidi neanche di loro? Procurati i manuali di procedure di volo e studiateli.

Rifiutarsi di accettare i fatti nonostante le affermazioni inequivocabili di un addetto ai lavori su un dato pubblicamente verificabile mi pare francamente un po' ridicolo.
Ma io mi chiedo (e chiedo a Paolo): tutte queste controprove come possono dimostrare che gli eventi dell'11 settembre siano "puramente casuali"?
Per fare degli attentati dell'11 settembre un "complotto" basta semplicemente pensare che il Presidente Bush abbia fatto in modo di lasciare che quegli aerei si potessero schiantare contro gli obiettivi prescelti.
Tutti tranne "casa sua". Ovvio.

Bye!
Per fare degli attentati dell'11 settembre un "complotto" basta semplicemente pensare che il Presidente Bush abbia fatto in modo di lasciare che quegli aerei si potessero schiantare contro gli obiettivi prescelti.

Sono perfettamente d'accordo.

Se i complottisti si limitassero a fare quest'ipotesi, non ci sarebbe alcuna critica da fare. E' per definizione pressoché impossibile da dimostrare o da smentire.

Il problema è che i complottisti affermano di avere prove concrete di scenari assolutamente surreali, con aerei fatti sparire, grattacieli demoliti di nascosto e compagnia bella.

Ed è lì che cascano. Del resto, se non ci fossero "prove" su cui discutere e scrivere fiumi di libri e DVD, il complottismo avrebbe già finito il suo corso per mancanza di argomenti da trattare e non sarebbe il business che è.
Ma i complottisti si sono mai presi la briga di visitare un cockpit o perlomeno di informarsi sui suoi componenti? Perché tra transponder che non si possono spegnere e carrelli ad abbassamento automatico non dovrebbero esserci più incidenti...
A proposito del transponder, cito il caso del volo Gol 1907, un Boeing 737-800 entrato in collisione con un Legacy 600 (un aereo executive) durante un volo sulla foresta del Brasile. Ebbene, saltò fuori che il TCAS (il sistema anti-collisione degli aerei) non funzionò perché il pilota del Legacy aveva distrattamente disinserito il transponder appoggiandosi alla pedaliera...
Per il carrello, beh, di sicuro non scende da solo. Esiste un allarme chiamato GPWS (Ground Proximity Warning System) che, tra le varie funzioni, è in grado di rilevare il mancato abbassamento dei carrelli. Rimane comunque il fatto che i piloti devono azionare manualmente la leva che alza/abbassa i carrelli...

P.S. Sono un semplice appassionato di aviazione...
ovviamente tu hai parenti da tutte le parti e che fanno qualsiasi professione,comunque i trasponder non sono stati spenti,semplicemente il loro squak era stato cambiato,e comunaque anche se fossero stati spenti il puntino sul radar non sparisce ma rimane un puntino non indentificato(se è attivo il radar primario)in caso il radar primario non lo fosse il puntino sparirebbe ma stai sicuro che se un aereo sparisce attivano il radar primario e ti ritrovano in 2 secondi non come dici tu,"è pieno di puntini senza nome e non si può identificare un aereo con quel radar",e vero che il radar primario non dice informazioni sull'aereo ma stando alle ultime cose viste sul quello che si basa sul trasponder sanno gia dove cercarti e chi sei.
i trasponder non sono stati spenti,hanno cambiato semplicemente il loro squak,anche se fossero stati spenti,se il radar primario è attivo il puntino resta ma senza dati relativi al volo le lo affiancano,in caso il radar primario fosse spento allora sì che il puntino sparisce,ma stai sicuro attivissimo,che se un aereo sparisce dal radar,accendono il radar priario e ti trovano in 2 secondi,e vero che il radar primario no fornisce dati relativi all'aereo ma è anche vero che i controllori sanno già dove sei e chi sei siccome 2 secondi fa ti stavano guardando sul radar secondario dove vengono mostrati tutti i dati.In poche parole non si può volare in uno spazio aereo protetto per più 5 minuti(e sto esagerando col tempo)senza essere riconosciuti,sia con che senza trasponder.Chiedi al tuo amico pilota Attivissimo
i trasponder non sono stati spenti,hanno cambiato semplicemente il loro squak,anche se fossero stati spenti,se il radar primario è attivo il puntino resta ma senza dati relativi al volo le lo affiancano,in caso il radar primario fosse spento allora sì che il puntino sparisce,ma stai sicuro attivissimo,che se un aereo sparisce dal radar,accendono il radar priario e ti trovano in 2 secondi,e vero che il radar primario no fornisce dati relativi all'aereo ma è anche vero che i controllori sanno già dove sei e chi sei siccome 2 secondi fa ti stavano guardando sul radar secondario dove vengono mostrati tutti i dati.In poche parole non si può volare in uno spazio aereo protetto per più 5 minuti(e sto esagerando col tempo)senza essere riconosciuti,sia con che senza trasponder.Chiedi al tuo amico pilota Attivissimo
Distruzione5000,

non sai neanche usare la punteggiatura di base ma pretendi di saperne di più di un pilota di linea in materia di aviazione.

Davvero i complottisti li fabbricano con lo stampino, in serie.

Pubblico qui i tuoi commenti come promemoria della pretenziosità dei complottomani. Grazie del divertimento e buona giornata.
Non so sei si può spegnere facilmente un transponder ma credo che poterlo fare facilmente, se servono a qualcosa , sarebbe stupido...visto che esistono i dirottatori. Comunque sia...spegnerlo non rende impossibile e neanche difficile individuare un aereo (radar), la sua posizione (radar), la sua velocita (radar), al sua quota (radar). E non rende neanche impossibile capire di quale volo si tratta. Infatti se ci sono 10 aerei sul radar ma solo 9 col transponder attivo e tu conosci (per forza di cose) quali aerei si sono alzati in volo (gli aerei passeggeri non decollano segretamente)...per esclusione trovi subito qual'è quello che ha spento il transponder! E' questione di logica!
Il transpoder è sicuramente un dispositivo che, insieme ad altri, rende piu facili le comunicazioni con le varie centrali di controllo a terra, per assistere il pilota. Ma tu puoi pure essere una pietra che solca il cielo, un meteorite: i radar sempre ti vedono!
Quelli che scrivono per la tesi del complotto hanno interesse a scrivere libri.
Anche quelli che scrivono contro la tesi del complotto devono "campare" per scrivere libri ma...
Uno prima di confutare grandi questioni...dovrebbe, non dico documentarsi ma, cazzo! connettere il cervello.
Questa è la mia opinione, grazie dello spazio offertomi per esprimerla :)
L'11 settembre è morta tanta gente, ed in modo orribile. Non speculiamoci sopra. Chi ha la possibilità di parlare al pubblico..aiuti a capire cosa è successo.
In generale sono sempre dalla parte di chi avanza dubbi. Sempre bisogna dubitare perchè la realtà può essere peggio di un film.
E noi siamo troppo abituati ai film ed agli effetti speciali, tanto da credere anche all'11 settembre.
Sappiamo tutti che qualcosa "non torna" ma qualcun altro sa che miliardi di persone possono avere questo dubbio senza che un certo equilibrio venga necessariamente...sovvertito. Voglio dire che i potenti non si preoccupano che la gente abbia dei dubbi.
Lo sanno che alla fine "metabolizzano tutto". Lo sapevano i potenti dietro l'11 settembre, i potenti dietro la "stagione delle bombe" in Italia, i potenti dietro le "brigate rosse" e in tante altre situazioni.
Per fortuna con internet diventiamo piu potenti di loro!!
Distruzione5000: ovvio che ti trovano! Il radar per fortuna lo accendono o spengono a terra, non è nella facoltà del pilota.
E non è vero che col radar non ottieni dati sul volo: ma scusate..pensate che in guerra i caccia nemici attivino i transponder?
Eppure li trovano e ne stimano velocità (tempo a percorrere distanza tra due punti), altitudine e altro.
Io francamente non ne so nulla di transpoder e aerei ma...vado per regola!
Il transponder è probabilmente solo uno dei tanti dispositivi che un aereo civile deve avere per scambiare informazioni con i controllori a terra e volare con la sicurezza dei passeggeri. L'aereo non "sparisce" se staccano il transponder.
E allora dovevamo venire noi altri a dirlo? Sono stupidi quelli che hanno inventato l'aviazione civile? Aspettavano noi per svegliarsi?
Vuoi vedere che due campagnoli in serbia abbattevano lo stealth e nientedimeno che su territorio USA...un terrorista che dirotta un aereo...è capace pure di farlo sparire?
Quello che non mi spiego è che l'11 settembre...è stata la giornata degli eventi eccezionali.
E' eccezionale che 4 aerei vengano dirottati in modo sincronizzato.
E' eccezionale che nessuno li fermi e nessun caccia si alzi in volo.
E' eccezionale che proprio quel giorno tutta la difesa area fosse occupata in esercitazioni ed eccezionalmente proprio simulanti dirottamenti.
E' eccezionale che un aereo colpisca il pentagono ed eccezionalmente con una traiettoria "eccezziunal".
E' eccezionale che un aereo cada in un prato? MMmm no! Ma che ci cada scomparendo...si!
E' eccezionale la devastazione causata a New York! I dirottatori sono morti ...ma l'avessero visto cosa hanno combinato!
Tutto la sequenza di fatti sembrava voluta, studiata, perfetta. Gli schianti, la gente che si butta,e poi i crolli!.
Era qualcosa di strano, una scena da castigo divino, da apocalisse.
Se è eccezionale che un aereo faccia crollare un grattacielo (per me è anche possibile che accada)...certo è incredibile che questa circostanza si realizzi, nella stessa mattinata, due volte! E' incredibile che siano cadute ambedue.
Ed è incredibile che le persone siano rimaste intrappolate, che parlavano di "forte calore", che testimoni attendibili ed esperti (pompieri ed agenti) parlassero di detonazioni, magari al momento, non dopo, per diventare famosi: ma quando ancora avevano la faccia sporca di sangue!
L'11 settembre è stata una maialata che ha precipitato il mondo in una crisi senza precedenti.
Abbiamo aperto il nuovo secolo macchiandolo subito. Nel 1900 i lager nazisti e le guerre ed ora, nel nuovo millennio, gia abbiamo un'altra macchia!
Sul 11 settembre...ne ho sentite di tutti i colori.
Fossi stato lì...non avrei dubbi su cosa è accaduto. Tutti questi video, tutte queste testimonianze o racconti...tutti si prestano a facili manipolazioni. Ma sappiamo che gli americani stannno sempre a creare pretesti. Che sono piu fanatici dei kamikaze e vanno sempre impicciandosi in casa d'altri.
Anche la faccenda del sottomarino russo: lo affondarono gli americani!
Quel razzo russo che faceva concorrenza al Saturn V: lo fecero esplodere sulla rampa gli americani!
Le bombe in italia, negli anni di piombo: le mettevano gli americani.
Le BR che rapirono Moro: erano agenti della cia o cmq addestrati dalla cia. Il loro scopo era eliminare un uomo aperto al dialogo con i comunisti e gli americani questo non potevano tollerarlo. Decisero allora di creare le BR, che potevano tornare utili in "lavori simili". Ma le BR furono inventate per ALDO MORO!
E tante altre cose, molte delle quali sono storia.
Oliviero,

E' eccezionale che 4 aerei vengano dirottati in modo sincronizzato.
E' eccezionale che nessuno li fermi e nessun caccia si alzi in volo.
E' eccezionale che proprio quel giorno tutta la difesa area fosse occupata in esercitazioni ed eccezionalmente proprio simulanti dirottamenti.


Quelli che descrivi sono miti. Le cose non sono affatto andate così. Se vuoi informarti sui fatti reali verificati, invece di accontentarti delle mitologie inventate dai cospirazionisti, prova a leggere almeno le FAQ di Undicisettembre.info.



Uno prima di confutare grandi questioni...dovrebbe, non dico documentarsi ma, cazzo! connettere il cervello.

Qui sta il tuo errore. Per confutare non basta connettere il cervello. Bisogna anche conoscere la materia di cui si parla. Bisogna documentarsi.

Su Undicisettembre.info trovi la documentazione e le interviste agli esperti che ti spiegano perché la tua idea che "per esclusione trovi subito qual'è quello che ha spento il transponder" è sbagliata.

Informati su radar primario e secondario. Informati su come funzionava il controllo del traffico aereo USA nel 2001. Poi prova a farti di nuovo un'opinione.