skip to main | skip to sidebar
5 commenti

Antibufala: l’UFO triangolare sulla Luna

L'articolo è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale. Ultimo aggiornamento: 2014/02/01.

Da qualche giorno circola in Rete, e viene segnalata acriticamente da numerose testate giornalistiche, un'immagine (quella qui accanto) che sembra mostrare un enorme oggetto artificiale sulla Luna: una serie di punti luminosi disposti secondo una V molto regolare e situati nella zona in ombra di un cratere.

La scoperta è attribuita a un ufologo, Wowforreeel, che l'ha descritta in un video su Youtube [aggiornamento: in realtà esistono segnalazioni precedenti di questa anomalia].

Ma prima di affermare categoricamente che si tratta di una base aliena o di un veicolo extraterrestre, come hanno fatto in molti, sarebbe opportuno informarsi bene sull'origine dell'immagine. Infatti l'avvistamento non è stato fatto con un telescopio puntato verso la Luna, come ci si potrebbe logicamente aspettare, ma semplicemente guardando su Google Moon (l'opzione lunare di Google Earth) alle coordinate 22°42'42.18"N 142°34'52.70"E (link), che si trovano sulla faccia nascosta della Luna, vicino al Mare Moscoviense.

In effetti la formazione a V c'è davvero in Google Moon, ma questo non vuol dire che sia realmente presente sulla Luna. Infatti chi si è lanciato ad annunciare la scoperta di una base extraterrestre non ha considerato che le immagini pubblicate da Google Moon provengono sì dagli archivi delle sonde spaziali (in questo caso la sonda giapponese Kaguya), ma quando vengono cucite insieme per formare le viste tridimensionali di Google Moon vengono pesantemente elaborate per farle sembrare più nitide, e quest'elaborazione genera spesso quelli che in gergo si chiamano artefatti: dettagli che non esistono nella realtà.

Guardando con occhio spassionato questo presunto oggetto artificiale si nota infatti che segue esattamente i contorni dell'ombra del cratere in cui si trova. Coincidenza? No, è un fenomeno tipico del filtro di sharpening che migliora la nitidezza apparente di una foto. Tant'è vero che nei crateri vicini si notano altri puntini luminosi situati allo stesso modo al margine dell'ombra in cui si trovano. Inoltre riducendo leggermente lo zoom i puntini scompaiono. Non solo: la formazione di punti luminosi è allineata esattamente con la griglia dei pixel che compongono l'immagine.

Tutti sintomi di un semplice artefatto digitale, insomma, come confermato del resto da altre immagini a maggiore risoluzione della stessa zona acquisite da altre sonde, nelle quali la formazione a V non c'è.

Lo stesso cratere ripreso dalla sonda LROC.

Come al solito, prima di precipitarsi a pensare a un invasore spaziale triangolare sarebbe sempre opportuno interpellare chi è esperto in analisi delle immagini astronomiche, come ha fatto per esempio Discover, e dare meno credito ai dilettanti. Comunque sia, l'episodio è una buona occasione per ripassare il funzionamento delle immagini digitali in astronomia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (5)
Arrivato ad "invasore spaziale triangolare" quasi cadevo dalla sedia dalle risate :)
Parlando di dilettanti, ho sentito una notizia flash stamane alla radio che riportava ilf atto che la NASA è stata denunciata dallo scienziato Rhawn Joseph per non aver indagato a fondo il sasso "apparso" davanti ad Opportunity. Secondo lui è senza ombra di dubbio un fungo.

Naturalmente le redazioni dei giornali E le agenzie di stampa, non si sono minimamente curate di verificare CHI fosse questo "scienziato" (un neurobiologo antidarwinista ma anche anticreazionista... informarsi per credere), che la FONTE su cui ha pubblicato la notizia della denuncia è un sito di cosmologia ALTERNATIVA (???), ma soprattutto senza andare a VERIFICARE se davvero la NASA non ha studiato quel sasso e pubblicato materiale a riguardo (cosa che invece è stata fatta, dimostrando che si tratta senza ombra di dubbio che è un sasso).

Ora, capisco tutte le rimostranze che potranno essere fatte da chi lavora nell'editoria (tempi tiranni, smania di uscire per primi con la notizia, redattori furiosi, "giornalisti" sottopagati ed alle prime armi, che non capisco, che meglio se me ne sto zitto, cazzi&mazzi) MA...

Per "scoprire" la realtà delel cose, chi è questo sedicente "astrobiologo" (almeno stando al Messaggero), dove ha pubblicato e soprattutto cosa dice la NASA, ci ho messo 5 minuti 5 con Google...

Se queste sono le notizie che servono per fare click e sopravvivere nello spietato mondo dell'editoria, ebbene, che chiudano i battenti. Basta con i finanziamenti ai giornali. Chi non ce la fa a dare buone notizie, meglio che se ne vada al macero.
Ho paura che, come per la faccia e le piramidi di marte, ci sorbiremo questa foto per anni senza che i "ricercatori della verità" si preoccupino di cercare quella ad alta risoluzione.
mmh.. il triangolo.. non lo avevo considerato!!! :)
Sull'argomento, consiglio anche questo post su Metabunk.org: https://www.metabunk.org/threads/debunked-alien-base-on-the-moon-triangle-of-dots-photo-artifact.2965/


Comunque, questa volta siam stati più veloci noi a sbufalare la notizia: http://bit.ly/1dTU9iP
:P