skip to main | skip to sidebar
7 commenti

Regole di sicurezza informatica semiserie per luddisti digitali

SecMeme, un sito dedicato ai memi umoristici riguardanti la sicurezza informatica, ha pubblicato l'immagine di un bizzarro articolo di giornale che propone una serie di regole di sicurezza informatica un po' particolari.

Sembra una di quelle liste classiche di consigli pratici: una “guida su come gestire quel virus informatico letale che ti sta venendo incontro”. Poi la si legge e si capisce che è un po' diversa:

1. Compra una penna e un taccuino.

2. Compra un diario vero e un giornale vero.

3. Vai a fare acquisti in un negozio reale.

4. Comprati un'enciclopedia le cui voci non possono essere cambiate per divertimento dalla gente.

5. Procurati degli amici veri.

6. Vai a un negozio di scommesse e perdi tutti i tuoi soldi.

7. Comprati un po' di riviste per adulti come si deve.

Ovviamente è una presa in giro, ma ha un fondo di verità: in effetti la maggior parte dei problemi informatici deriva dai comportamenti degli utenti, che usano Internet come diario personale, s'informano e fanno acquisti su siti totalmente inattendibili, usano impropriamente Wikipedia come fonte primaria, si confidano con sconosciuti e usano siti discutibili sui computer che poi adoperano anche per lavoro.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (7)
Il punto sei non ho nessuna intenzione di seguirlo, ma gli altri li ho già fatti tutti da tempo (soprattutto il sette).
Uhm... quel luddisti lì... puoi specificare? Luddista dovrebbe già integrare "digitale" ovvero la sua definizione incorpora già il concetto di "essere contro l'innovazione tecnologica" quindi, parlando di computer, dovrebbe essere sottinteso. Credo... :)
@Stupidocane.
Magari accettano la tecnologia analogica.
Ecco, adesso mi stanno venendo in mente immagini un po' steampunk e un po' Pacific Rim.
@ Claudio (l'altro)

O Battleship... Buona visione. ;)
Una volta mia mamma era una luddista digitale. Una volta.

Però danni non ne ha mai fatti!
Tolto il punto 6, tutti gli altri sono assolutamente condivisibili. E anche io li ho fatti tutti.
Dopo che ho preparato una pagina web in html, dopo che l'ho testata sul mio pc e tutto funzionava alla perferzione, dopo che l'ho caricata sul mio sito internet e, quando l'ho aperta dal web, ho visto che era scritta tutta in cinese (!!! O.o !!!), ho deciso di ritornare a penna e taccuino (o tutt'al più colori e album da disegno). :-D
Al massimo chiamerò un esorcista specializzato in computer e reti informatiche...