skip to main | skip to sidebar
17 commenti

Il Corriere s’inventa un’intera città svizzera inesistente: Tessin, vicino a Lugano

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alla gentile donazione di “gabriele.giamb*” e “robyv73*” e grazie alla segnalazione di Silvano Mar*. Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.

Il presidente russo Putin, secondo quanto scrive il Corriere della Sera in un articolo firmato pudicamente Redazione Online, sarebbe assente dalla cronaca pubblica perché sta seguendo la gravidanza della compagna, che si troverebbe “in una clinica privata di Tessin, in Svizzera, nei pressi di Lugano: per la precisione alla clinica Sant'Anna”.

C'è un piccolo problema nella notizia riportata dal Corriere: a Tessin non c'è una clinica Sant'Anna. Anzi, non c'è proprio nessuna clinica. Non c'è per una ragione molto semplice: nei pressi di Lugano non esiste Tessin. 

Lo so con ragionevole certezza, perché io abito proprio a Lugano da una decina d'anni, e se ci fosse da queste parti una città o un paese di nome Tessin, credo che lo saprei. Lo potrebbe sapere anche l'ineffabile Redazione Online, se solo si degnasse di cercare questa località su una cartina geografica prima di scriverne.

Tessin, infatti, non è altro che la grafia tedesca del nome del Canton Ticino. Il signor o signora Redazione Online ha scritto una castroneria che equivale a scrivere “una clinica privata di Piedmont, in Italia, nei pressi di Torino”.

Complimenti al Corriere per aver affidato il copiaincolla dai quotidiani svizzerotedeschi a un incompetente non solo in geografia, ma anche nel tedesco che sta copiaincollando, e per continuare a spacciare questo metodo di lavoro per giornalismo.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (17)
Hahaha!!!Sapessi quante castronerie sul Corsera online! Grazie ai commenti dei più informati e intelligenti, vengono poi spesso ridimensionati.
La cittadina di Tessin esiste, ma si trova nel Nord della Germania!!!
Hanno copincollato un testo tedesco e si son dimenticati di tradurre o cancellare Tessin! 'Gnurant!!! :-))))
Il giornalismo non dico serio, ma appena decente, e' morto 15-20 anni fa.
Oggi ci sono rimasti solo i cialtroni...
Che pena.
E non vogliamo parlare dei pesantissimi errori di punteggiatura?

Il servizio stampa della presidenza russa ha annunciato tuttavia per il 16 marzo, un incontro di Putin a San Pietroburgo con il presidente del Kirgizistan

Una tesi parzialmente confutata però dal «Corriere del Ticino» per il quale Alina Kabayeva, sarebbe stata effettivamente ospite della clinica Sant’Anna, dove ha realmente dato alla luce una bambina.
Magari invece intendevano davvero la cittadina di Tessin, che però non è in Svizzera... ma in Germania! http://de.wikipedia.org/wiki/Tessin_(bei_Rostock)
Questa è la qualità media dei giornali (e telegiornali) italiani.
In un paese con un minimo di meritocrazia uno che copiaincolla in questa maniera sarebbe licenziato su due piedi.
Se vi piace, potete incoraggiarmi a scrivere ancora.
Eh, io la incoraggio, ma Lei non recepisce!
A proposito di giornalismo spazzatura, è oramai da diverso tempo che la invito ad occuparsi da serio ac-chiappa bufale del caso Powell.
Viviana,

è oramai da diverso tempo che la invito ad occuparsi da serio ac-chiappa bufale del caso Powell.

Ho perso il filo: quale caso Powell?
Per caso Powell intendevo… - sa? - quello della provetta piena di quella sostanza… come si chiama… mostrata in "diretta" mondiale… non ricordo più molto bene i dettagli… PERO' MI RICORDO CHE AI TEMPI FECE MOLTO SCALPORE, EH! Lei che dice, CHEDDICE, è una bufala?
Fosse solo negli articoli che s'inventano la geografia: suggerirei ogni tanto la lettura nelle carte d'identità italiane di cittadini stranieri ovvero italiani nati all'estero come spesso sono riportati i luoghi di nascita.
Al di là delle mancate traduzioni in italiano, è tutt'altro che raro, p.es., che sia riportata non il comune/città ma la provincia o la regione.
Viviana.,

non sono sicuro di capire cosa dovrei indagare. Sì, il 5 febbraio 2003 Colin Powell fece un discorso alle Nazioni Unite mostrando una fialetta e parlando di armi chimiche. Disse che Saddam Hussein le aveva, ma era falso e probabilmente lo sapeva bene. Ma credo che nessuno sia così ingenuo da pensare che abbia davvero portato all'ONU e mostrato una fialetta realmente piena di antrace. Persino Wikipedia scrive chiaramente che si trattava di un _modello_ (foto). O forse non ho capito cosa intendi.
O che Powell fosse così incosciente da portare in giro una cosa tanto pericolosa.. È come girare con una granata armata e senza sicura in tasca...
Ma non potrebbe essere semplicemente un altro abyuso di Google Translate? Nelle lingue altre dall'inglese non è particolarmente forte a discriminare gli usi delle preposizioni, e magari la frase tradotta correttamente sarebbe “in una clinica privata Del Ticino, in Svizzera, nei pressi di Lugano: per la precisione alla clinica Sant'Anna”. Del resto, una clinica Sant'Anna in zona Lugano pare esserci (http://bitly.com/1C2hu2Y). Certo, viene da chiedersi come mai la security di Putin possa aver lasciato passare un'informazione del genere, ma magari è solo un double bluff.
O magari qualcuno sta trollando.
O magari qualcuno sta trollando.
il Corriere farà tanti errori, ma questo di Euronews è spettacolare:

"Incidente ferroviario in Svizzera, dove due treni passeggeri si sono scontrati nei pressi di Schweiz, a nord di Zurigo"

http://it.euronews.com/2015/02/20/svizzera-49-feriti-per-un-incidente-ferroviario-a-nord-di-zurigo/

ciao
@ Paolo @ Marc Torti

Penso che questi errori siano dovuti a traduttori senza titoli non professionali e sottopagati. Credevo che nel frattempo il titolo di traduttore fosse protetto, almeno in Europa. Paolo, anche tu svolgi questo lavoro, vero? Non è ancora così?
In un ente, che dovrebbe essere serio, come un mass-media, i testi tradotti non dovrebbero passare al vaglio di un correttore della redazione?