Cerca nel blog

2007/08/07

Linux preinstallato: e con questo sono due

Anche Lenovo offrirà laptop con Linux preinstallato


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "masdemma" e "stellamaris55".

Lenovo ha annunciato alla conferenza LinuxWorld di San Francisco che metterà in vendita computer portatili con Linux preinstallato (a quanto pare, la distribuzione SUSE Linux Enterprise Desktop). Una bella svolta, rispetto al "no" secco di un anno fa. Con quest'annuncio salgono a due le grandi marche che offrono la possibilità di avere un'alternativa a Windows: l'altra è Dell.

Avere Linux preinstallato elimina i problemi d'installazione e garantisce la compatibilità dell'hardware: due limitazioni che finora hanno ostacolato la diffusione di Linux al di fuori della cerchia degli smanettoni.

Secondo dati citati dalla BBC, il numero degli utenti Linux è pari a quello degli utenti Mac, ossia circa il 6% dell'utenza complessiva. Speriamo in bene.

34 commenti:

JohnWayneJr ha detto...

Ok, anche Dell aveva annunciato... io guardando sul sito però trovo solo portatili con Vista o XP... qualcuno ha già trovato quelli con Linux? Io devo comprare un portatile, aspettavo giusto quello con il Pinguino!!!

Unknown ha detto...

In teoria è il secondo in pratica ancora oggi, in Italia, nessuno offre questa opportunità.

Paolo Attivissimo ha detto...

>qualcuno ha già trovato quelli con Linux?

Sul sito di Dell USA ci sono. Ma sono in vendita soltanto in USA.

neoex ha detto...

Senz'altro ottima notizia, nonostante la pessima distro scelta.
Dell ha comunque detto che prevede di lanciare i suoi pc con linux preinstallato anche in europa.

axlman ha detto...

C'è uno straccio di motivo anche solo minimamente logico per una scelta del genere?

Enriquez ha detto...

Peccato che preinstallano linux suse. Io avrei preferito qualche distro basata su debian..... ma almeno inizia a muoversi qualcosa.

Exodus68 ha detto...

E dire che io, dopo un corso aziendale, sono pure "Certificato RedHat"...
...solo che dopo quel corso e dopo quell'esame non ho mai lavorato su Linux per piu di un giorno all'anno.

Dovrei vergognarmi lo so.
Sono stato fagocitato dalla Microsozz.

E dire che provengo dal GEM di Atari... la mia naturale evoluzione sarebbe quanto meno dovuta essere un MAC.


Ivo - Modena

Leonardo Salvaggio ha detto...

Axlman, deduco che non hai la minima idea di cosa sia Linux e che tu non lo abbia mai provato. Altrimenti non c'è uno straccio di motivo anche solo minimamente logico per una domanda del genere.

Enriquez ha detto...

axlman il motivo più logico è perchè al momento ti obbligano a comprare assieme ad un notebook il buon vecchio windows. E windows in questo modo lo paghi e di conseguenza aumenta anche il prezzo del notebook. Con linux preinstallato anche i prezzi dei notebook ``dovrebbero`` abbassarsi. Basta come prima e materiale motivazione??

Paolo Attivissimo ha detto...

Su, su, non cominciate una flame war sulle distro... Per come stanno le cose, qualsiasi Linux preinstallato è una buona notizia. Lamentarsi che non è questa o quella è come offendersi perché ti regalano una Ferrari del colore sbagliato.

JohnWayneJr ha detto...

Axlman io uso Linux. Se non vogliono vendermi Linux preinstallato mi vendano il computer "vergine"", nero, e a installare il SO ci penso io!

Vendono sempre e solo Windows, e sei obbligato a comprartelo! Non é una parte dell'assemblaggio, é un componente insostituibile! Mentre tu puoi giustamente decidere se vuoi o no il CD-ROM (magari usi quello che avevi sul PC che butti!), o di sostituire l'Hard Disk, o montarne 2, non puoi cambiare il SO.

Capisco i dubbi dei produttori a vendere PC nudi (mi immagino il casino ai centri di assistenza se poi un componente hardware non funziona col SO scelto, raddoppierebbe il lavoro solo x capire se il problema é dovuto al SO o a un problema fisico dell'hardware e quindi rientra nella sostituzione in garanzia).

Vendere PC con Linux é un passo avanti nella libertà di scelta al momento dell'acquisto.


PS: quelli che mettono in dubbio la scelta della distro, vergogna! SUSE é la migliore!! Ovviamente é quella che uso io...
Dai non facciamoci la guerra tra di noi! Puoi sempre comprarlo SUSE e poi installare la distro che preferisci, tanto é tutto gratuito (vedi un altro vantaggio di Linux rispetto a Windows? Se tu acquisti Vista e poi vuoi XP, detta fuori dai denti, ti attacchi. Se compri un PC GNU/Linux con SUSE, ci puoi installare Ubuntu, Debian, Fedora, e poi tornare a SUSE senza sborsare un cent!)

Luca ha detto...

Ma la SUSE Linux Enterprise Desktop ogni anno si paga.
O meglio, si paga per avere la possibilità di scaricare gli aggiornamenti (circa 50 euro l'anno)
Secondo me a meno che l'upgrade non sia gratuito per sempre (cioè paga Lenovo in virtù del fatto che gli hai comprato un PC) non è una gran scelta.
Meglio una distro popolare e gratuita (vedi Ubuntu)
In caso il costo degli aggiornamenti siano a carico Lenovo, beh, un'operazione di marketing coi controfiocchi.

Unknown ha detto...

Opensuse e' gratuita (anche gli aggiornamenti)

Del resto i numeri dicono che in europa sia parecchio diffusa (io cmq preferisco ubuntu)

saluti a tutti
stefano

axlman ha detto...

Evidentemente non sono stato chiaro. Evoluzione del discorso:

>qualcuno ha già trovato quelli con Linux?

>Sul sito di Dell USA ci sono. Ma sono in vendita soltanto in USA.

>C'è uno straccio di motivo anche solo minimamente logico per una scelta del genere?



Tradotto: esiste da parte della Dell uno straccio di motivo anche solo minimamente logico per scegliere di vendere i desktop linux dotati solo ed esclusivamente in USA e a Statunitensi?.

Paolo Attivissimo ha detto...

Ora è più chiaro; abbi pazienza, perché avendo sofferto tanto, gli utenti Linux sono sensibili :-)

Credo siano ragioni puramente pratiche: gli USA sono il mercato più significativo, sono quello domestico per Dell, e sono quindi un buon banco di prova. La vera sfida, per Dell e Lenovo, è formare il personale di supporto tecnico in modo che gestisca anche l'assistenza Linux. E' più facile farlo in una sola lingua, per di più molto diffusa.

Enriquez ha detto...

Bravo Paolo hai colto nel segno..... Attendiamo tutti fiduciosi di poter acquistare un laptop col sistema operativo che preferiamo, per il momento ci accontentiamo del dual boot!! e di qualche sudata....

Gabriele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gabriele ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Gabriele ha detto...

gli USA sono sicuramente il mercato piu' significativo ma devo dire, purtroppo, che qua Linux se lo filano davvero poco... :(
a confronto in Europa Linux e' diffusissimo...
Per fare un esempio, io sono in un Campus e la wireless dell'Universita' utilizza un software (creato da loro) che esiste solo per Windows, per gli utenti Mac sul sito dell'Universita' ci sono almeno le istruzioni per configurare il protocollo e i vari criteri di sicurezza (usano WPA2 + PAP mi pare di ricordare) quindi con un po' di sforzo un utente della mela puo' farcela...
Io con Ubuntu e network manager ho provato in tutti i modi ma non sono riuscito, WPA2 sembra avere ancora qualche problema...

Ah, stavo dimenticando la cosa piu' importante, mi sono preso un Dell Inspiron 1505 con Linux preinstallato...devo dire che ho l'impressione che Dell non si impegni piu' di tanto...ho fatto una piccola recensione dei problemini che ho avuto sul mio blog

Stepan Mussorgsky ha detto...

Uhm uhm, proprio suse, la distro "sponsorizzata" da Microsoft :D

Ok sono il solito complottista, ma per quanto mi riguarda "quei" portatili se li possono tenere :P

Leonardo Salvaggio ha detto...

Axlman,
scusami. Avevo ovviamente frainteso il senso del tuo primo intervento.

Ciao

Matz ha detto...

ma la domanda è: quanto costeranno i laptop con linux pre-installato? A quanto ho capito, alcuni rivenditori dell lo fanno pagare lo stesso prezzo del laptop con windows...

Nulla da dire se è così, anche l'installazione e la configurazione di linux ha i suoi costi. Però sarebbe interessante saperlo, perché in tal caso, per alcuni che non hanno paura di smanettare, converrebbe prendersi il laptop con licenza windows...

Luca ha detto...

X STEFANO
> Opensuse e' gratuita (anche gli aggiornamenti)

Vero, ma la enterprise desktop no!
http://shop.novell.com/servlet/ControllerServlet?Action=DisplayPage&Env=BASE&Locale=en_GB&SiteID=novelleu&id=ProductDetailsPage&productID=54574700

E si paga ogni anno per gli aggiornamenti.

Mi chiedevo come viene gestita questa cosa da Lenovo.

Saluti

Dan ha detto...

Sul sito della Lenovo o simili non è specificato?
Forse hanno fatto una convenzione per aggiornamenti gratis, gratis per tempo limitato, oppure a prezzo ridotto... sarebbe veramente stupido da parte loro darti un S.O. che ha bisogno di aggiornamenti, ma che devi pagare tu. Una cosa è farlo con gli aggiornamenti dell'antivirus, (come il mio mcafee, gratis per un anno), ma il sistema operativo...

Dan ha detto...

C'è solo da sperare che, come le crescenti percentuali di utilizzo di Firefox, siano le prime avvisaglie dell'invasione dell'open source...

Dan ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Unknown ha detto...

Ciao Paolo,

vorrei chiederti una fonte di una cosa che hai scritto: Linux ha il 6% dell'utenza mondiale?

Era da vario tempo che cercavo questo dato online, ma non ero riuscito a trovarlo.

Uno dei link che avevo trovato a suo tempo e' questo:

http://en.wikipedia.org/wiki/Linux_adoption

ma non mi dice che percentuale di computer usi Linux nel mondo. Da altre parti trovo statistiche M$ che dicono che Windows ha il 95& e Linux lo 1.2% (purtroppo non ricordo dove adesso).

Ciao

-Francesco

Se hai un link a questa statistica, mi fa piacere vederlo!

PS Io faccio parte di coloro che non sanno quasi nessun comando di Linux, ma da 10 mesi usa Ubuntu sul proprio laptop senza problemi. Almeno nel mio caso, e' andato tutto bene e sono felicissimo della migrazione, ma sono molto interessato a vedere computer con Linux preinstallato perche' so bene che il mio caso e' stato fortunato!

Paolo Attivissimo ha detto...

E' un dato citato dalla BBC nell'articolo che ho linkato, come ho scritto nell'articolo stesso. Altro non so: per questo ho specificato l'origine del dato.

Camicius ha detto...

Tradotto: esiste da parte della Dell uno straccio di motivo anche solo minimamente logico per scegliere di vendere i desktop linux dotati solo ed esclusivamente in USA e a Statunitensi?.

Potrebbe essere anche che Dell abbia, nel contratto di fornitura di windows OEM, una clausola che la obblighi a vendere esclusivamente pc con qindows preinstallato. Una cosa del tipo: "se tu mi garantisci che vendi solo pc con windows, ti faccio il x% di sconto".
Non so se questa cosa è legale, o possibile, ma che dell abbia contratti di fornitura diversi è quasi certo!

Unknown ha detto...

Ooops!

Hai perfettamente ragione. Non avevo ancora letto l'articolo linkato (mipentoemidolgodeimieipeccati!). Mi sono lasciato trascinare dai commenti :P :P

Pero', sono un po' sconvolto. Devo andare a ricercare gli articoli che avevo letto prima. Non ricordo la percentuale esatta, ma ricordo che affermavano che solo l'1% (circa) dei computer mondiali usava Linux (forse mi ricordo male).

Se quello che dice la BBC fosse vero (e non ho modo ne' di confermarlo, ne' di confutarlo), vorrebbe dire che M$ ha meno dell' 88% dei PC mondiali e questo, scusate se mi ripeto, continua a sconvolgermi.

Buonanotte dagli USA.

Dan ha detto...

Ad occhio e croce, quel dato dell'1% di Linux nel mondo proviene da un comunicato stampa della Microsoft... non sono mai granchè obiettivi quando si tratta di dichiarazioni ufficiali riguardo questo tipo di cose.
Come quelle esilaranti pubblicità che stampavano su PCProfessionale (due pagine intere, quindi nemmeno tanto economico), in cui dichiaravano a grandi lettere che "secondo studi effettuati da centri indipendenti, i costi complessivi delle soluzioni open source sono maggiori. Comprate Windows Server con assistenza ecc. ecc..."

mighelone ha detto...

Il dato sulla diffusione di Linux sarà sempre difficile da verificare: in primis quasi tutti i PC vengono venduti con windows pre-installato, cosa che poi non vieta di installare linux in dual-boot...

Per chi sia interessato a comprarsi un PC al 100% compatibile con Linux, può andare su www.essedi.it e seguire la configurazione guidata passo-passo.
Il risparmio rispetto alla versione basic di Vista è di circa 65 euro, per avere un PC con Kubuntu installato.

Unknown ha detto...

Non è una novità, IBM nel 1999 aveva in listino un Thinkpad modello TPA21m Type 2628GLG con preinstallato la versione linux di Caldera.
Credo di essere stato uno dei pochi ad acquistarlo...

Dan ha detto...

"Il dato sulla diffusione di Linux sarà sempre difficile da verificare: in primis quasi tutti i PC vengono venduti con windows pre-installato, cosa che poi non vieta di installare linux in dual-boot..."
Senza contare quelli assemblati a partire da pezzi separati, quelli non collegati alla rete o delegati a compiti "invisibili" come firewall o print server...