Cerca nel blog

2007/08/07

Lunacomplottisti, tenetevi forte

In arrivo gli originali ad altissima risoluzione delle foto lunari


Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "zescion" e "zio.pao1".

I lunatici e i disinformati che credono che gli sbarchi umani sulla Luna siano stati una messinscena realizzata in studio hanno prosperato, creandosi un vero e proprio business della bufala, anche grazie al fatto che molte delle loro fantasiose teorie si basavano su versioni sgranate e di quarta mano delle fotografie degli sbarchi.

Le cose stanno per cambiare: la NASA e la Arizona State University stanno procedendo alla nuova scansione e alla pubblicazione delle foto lunari, partendo direttamente dalle pellicole originali e utilizzando una risoluzione mostruosa. Addio, quindi, pelucchi scambiati per lettere di riferimento della scenografia (foto qui accanto).

Questo non fermerà certo i lunacomplottisti, che s'inventeranno rapidamente qualcos'altro; anzi, probabilmente fornirà loro nuovi spunti per l'ennesima bordata di libri e DVD che faranno venire il torcibudella a chi sulla Luna c'è andato davvero per farlo ha rischiato la vita sedendosi in cima a un razzo di oltre 100 metri pieno d'idrogeno e ossigeno liquido, composto da "sei milioni di pezzi, tutti fabbricati dal subappaltatore che ha ha offerto il prezzo più basso", come disse Michael Collins dell'Apollo 11.

Le prime foto del progetto di scansione, che durerà tre anni e comprenderà 36.000 immagini, sono già disponibili su Internet: la versione scaricabile in massima qualità di ciascuna immagine è un TIFF da 1,3 gigabyte (la versione PNG definita "piccola" è di soli 28 megabyte; le foto panoramiche arrivano a 11,8 giga). Per fortuna le foto sono anche esplorabili senza scaricarle, con un sistema simile a Google Maps che si chiama Zoomify e si basa su Flash.

Le foto attualmente disponibili non sono state scattate dagli astronauti sul suolo lunare, ma provengono dalle fotocamere automatiche installate a bordo dei loro veicoli e riprendono la superficie dall'orbita lunare, a scopo di ricognizione: permettono di scorgere oggetti di almeno circa sei metri di diametro, e in alcune immagini anche di un solo metro di grandezza.

Le immagini scattate al suolo promettono di essere una festa per gli occhi. Da quasi quarant'anni, le pellicole originali esposte dagli astronauti giacciono a -18°C in un freezer al Johnson Space Center di Houston e per la prima volta vengono utilizzate per una scansione: tutte le scansioni viste finora, comprese quelle presenti sui siti della NASA, sono tratte da copie realizzate con sistemi analogici, con conseguente calo qualitativo.

Verranno conservate nelle scansioni anche le rigature e gli aloni prodotti dalla finissima polvere lunare che riuscì a introdursi nei caricatori delle pellicole. L'inventario è vasto: 600 foto su pellicola 35 mm, circa 20.000 foto su pellicola 60 mm (a colori e in bianco e nero), oltre 10.000 scatti delle fotocamere di mappatura e circa 4600 foto panoramiche. La scansione arriva a 200 pixel per millimetro nelle immagini in bianco e nero e a 100-120 pixel per millimetro nelle immagini a colori.

Le scansioni, oltre ad avere un indubbio fascino storico, saranno utili per chiarire un fenomeno poco conosciuto: le trasformazioni della superficie lunare. La Luna, infatti, non è affatto un sasso morto come potrebbe sembrare. Nel corso dei secoli sono stati visti più volte fugaci lampi di luce provenire dalla sua superficie: non sono gli abbaglianti delle astronavi Vogon che chiedono strada, ovviamente, ma la loro esatta natura non è nota. Qui ne vedete un esempio in un articolo dedicato a questi Transient Lunar Phenomena.

Il confronto fra le foto di quarant'anni fa e quelle attuali (e anche con quelle delle prossime missioni di ricognizione automatica) permetterà di capire anche quanti meteoriti colpiscono la Luna e quindi valutare meglio i rischi per gli astronauti che vi torneranno.

18 commenti:

iorek ha detto...

Meraviglioso il riferimento agli abbaglianti dei Vogon...
Probabilmente i complottisti leggeranno un piccolo "42" sulla superficie lunare.

Dan ha detto...

Se non altro scaricare e guardare tutte quelle foto gli darà da fare per un po'... ho visto parecchie immagini molto grandi nel mio lavoro, ma un TIFF da un gigabyte è veramente qualcosa di incredibile!
Magari Paolo potevi lasciar perdere i pixel al millimetro e mettere i DPI, che è una misura più diffusa e conosciuta.

boliboop ha detto...

Per la maggior parte dei casi, i fenomeni transienti sono collisioni meteoriche. Gli "effetti ottici" che compaiono sono le turbolenze della flebile atmosfera lunare "sconvolta" dall'impatto e il conseguente innalzamento di polveri (che a causa della bassa gravità lunare stentano a ricadere).

IL_Jolly ha detto...

Ma figurati se non perderanno l'occasione di dire che le foto in alta risoluzione sono state fatte ad hoc in studio con le tecniche attuali, per cercare (malamente) di deviare l'attenzione dagli errori grossolani che la NASA ha fatto in precedenza.

> non sono gli abbaglianti delle astronavi Vogon che chiedono strada, ovviamente

Eh certo che no... I Vogon non chiedono strada lampeggiando con gli abbaglianti: hanno tutta la modulistica necessaria per effettuare il sorpasso senza utilizzaer questi rozzi espedienti ;)

Dan ha detto...

Sì, il modulo chiamato "disintegratore crepagenico senza avvertimento", tanto son conosciuti per il garbo i Vogon...
A quel che ho capito i fenomeni lunari transienti sono ancora molto dibattuti, e le loro origini sono ricondotte a svariate teorie ancora da accertare...
Mentre devo correggermi sulla risoluzione delle foto: sono riportate così anche sul sito che dà la notizia. Strano che proprio nella terra delle miglia, galloni e piedi, usino una misura così inconsueta come i pixel per millimetro, anzichè i pixel per pollice usata anche in Europa.

Uriel ha detto...

Ma nelle foto si vede anche un asciugamani o no?

Uriel

Giambo ha detto...

Al momento i lunacomplottisti sono tutti impegnati con la famosa astronave filmata dall'improbabile Apollo20:
http://www.youtube.com/watch?v=rc7mkHtuLOs

repiazz ha detto...

Fabio ha detto...
> Ma figurati se non perderanno l'occasione di dire che le foto in alta risoluzione sono state fatte ad hoc in studio con le tecniche attuali, per cercare (malamente) di deviare l'attenzione dagli errori grossolani che la NASA ha fatto in precedenza.

già, e non solo
"e hanno avuto bisogno di 40 anni per riuscire a costruire dei falsi credibili..."

Stepan Mussorgsky ha detto...

non avevo mai sentito parlare di questi misteriosi fenomeni luminosi sulla superficie lunare: sarebbe bello se approfondissi l'argomento abbandonando per un attimo sto penoso lunacomplottismo (sì, a mio modo di vedere è farsesco, molto più delle bufale undicisettembrine)

Paolo Attivissimo ha detto...

>sarebbe bello se approfondissi l'argomento abbandonando per un attimo sto penoso lunacomplottismo

Ben volentieri, se vedo che c'è interesse per l'astronomia e i veri misteri dello spazio e dell'astronautica, ne ho qui una vagonata da raccontare... la N-1 e il modulo lunare sovietico, il paracadutismo supersonico, il rientro nell'atmosfera attaccati a un guscio d'emergenza personale, le missioni e i veicoli che non videro mai la luce (di Orion, la nave alimentata a bombe atomiche, ho già parlato)... uuuuhhhh, mi devo trattenere! :-)

Stepan Mussorgsky ha detto...

nono non trattenerti lol

mi intrippano un sacco ste cose:)

Facciamo così: quando sei in ferie ci divaghiamo con ste cose :)

tanto ormai sarai diventato miliardario coi complottisti, un break te lo puoi pure permettere :)

Ahem..premetto che stravedo per gli UFO (nel senso originale del termine), io non ti tocco Star Trek ma tu non osare mai toccarmi X-Files se no ti faccio rapire dai miei compari dell'Area 51, parola! :D

Anonimo ha detto...

un tiff da 1 gb è la normale risoluzione per la stampa in formato 5x5 metri, non è così infrequente.
ne uscirebbero dei bei poster delle foto lunari :)

è difficile vederlo da scansioni di pellicole piccole (35 o 60 mm), ci han dato dentro di scanner eh :DD

Dan ha detto...

"Al momento i lunacomplottisti sono tutti impegnati con la famosa astronave filmata dall'improbabile Apollo20.."
Probabilmente perchè hanno riconosciuto l'astronave dei brain-snatcher che gli hanno rubato il cervello...

"Facciamo così: quando sei in ferie ci divaghiamo con ste cose :)"
Penso che quando è in ferie il computer lo lasci in pace, e pensi abbastanza ai cavoletti propri e ai figli Attivissimi (ma i figli attivissimi danno più da fare dei figli normali, o sono compensati dai genitori attivissimi..?)

"tanto ormai sarai diventato miliardario coi complottisti, un break te lo puoi pure permettere :)"
Sì, se davano soldi per ricevere insulti eravamo tutti più che benestanti... con l'anticomplottismo fai soldi al massimo facendo sparire i complottisti e rivendendo gli organi sul mercato nero. Peccato che neanche questo si può, perchè se ne accorgono subito e gridano alle eliminazioni del Grande Complotto...

"Ahem..premetto che stravedo per gli UFO (nel senso originale del termine), io non ti tocco Star Trek ma tu non osare mai toccarmi X-Files se no ti faccio rapire dai miei compari dell'Area 51, parola!"
Forse non lo sai, ma lui è in contatto diretto con gli agenti federali dell'Area 51... ci è molto più in confidenza di te quindi non lo minaccerei tanto...

"è difficile vederlo da scansioni di pellicole piccole (35 o 60 mm), ci han dato dentro di scanner eh :DD"
L'articolo dice che lo scanner è un modello con software modificato appositamente per avere maggiore profondità di colore, e la risoluzione va oltre la grana della pellicola... sì, ci han dato dentro.

domsky ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Kahless ha detto...

Caro Paolo, apprezzo vivamente il tuo impegno nei confronti dei Lunacomplottisti, ma invece di ripetere fino allo sfinimento cose già dette e assodate perchè non ti occupi di altro, come sbugiardare quella cazzo di teoria della Terra Cava che raccoglie sempre più adepti su Internet?
Grazie

Dan ha detto...

Sei sicuro? Perchè mi pare fin troppo assurda per essere considerata...
Da quel che avevo letto io, il teorista della Terra cava in pratica diceva: ipotizziamo che lo spazio abbia densità che va da estremamente bassa "sotto" la superficie terrestre, e aumenta via via che ci allontaniamo da essa, andando verso il centro... insomma un gran discorso astruso per dire, in pratica, cambiamo la forma considerata convenzionale della "griglia" tridimensionale dello spazio del nostro universo da cartesiana ortogonale a concentrica in modo che gli umani abitino al "interno" della Terra con tutto il resto dell'universo, a densità di spazio altissima. Il che, oltre a ricordarmi molto la teoria dello spazio curvo, non mi sembra che cambi alcunchè per coloro che si trovano all'interno di detto universo, cambia solo la visualizzazione rispetto a un osservatore esterno. Non capisco che dovrebbe avere di tanto particolare questa teoria visionaria...

Anonimo ha detto...

Ciao Paolo, finalmente una bellissima notizia che forse smonterà buona parte delle idiozie cospirazioniste in merito alle missioni Apollo.

Durante la missione 15 dal CM furono scattate delle fotografie del landing site, ma le attuali scansioni disponibili su internet e le immagini di Clementine mostrano solo un vago punto scuro.
Dici che con le nuove scansioni saranno visibili chiaramente il LM e le tracce del rover?

Le nuove immagini chiariranno anche definitivamente la natura dei lens flare, dai CT additate come faretti del soundstage 0.0 e la cosiddetta linea d'orizzonte che sarebbe vicinissima e continua.
Queste cose, già debunkate in lungo e in largo trovano ancora successo presso i più accaniti disinformatori, che forse adesso saranno costretti a cambiare "argomenti".

P.S.: Gli Apollo fans troveranno gradevolissimo il documentario Lunar Legacy ( in 5 parti) creato da Svector e disponibile su Youtube.

Ciao.

Musikele ha detto...

Ed anche con l'ultramega scansione qualitativa ho trovato, per caso, un difettuccio (un pelucco?).

Per replicarlo:
foto AS15-M-0082

fate tutto lo zoom.
poi premete 37 volte il pulsante che va a destra, e poi 14 volte il pulsante che va sopra. Dovrebbe comparirvi.

Saluti! Michele