Cerca nel blog

2007/10/02

Nuovo album Radiohead, il prezzo lo decide chi compra

Radiohead, download a offerta dal 10 ottobre



Non correte: per ora il nuovo album dei Radiohead, In Rainbows, non si può scaricare o comperare. Sono aperte le prevendite, e con una formula che sicuramente causerà incubi ai discografici che non sanno stare al passo con i tempi e la tecnologia.

L'intero album sarà infatti scaricabile a offerta dal sito apposito (decisamente psichedelico). Niente prezzo fisso: sono gli acquirenti a decidere quanto vale la musica della band. Ma si potrà scaricare soltanto la musica nuda e cruda, senza tutti quegli oggetti di contorno che fanno la gioia un po' feticista dei veri fan (ah, come mi manca il profumo del vinile dei dischi appena arrivati in radio...).

Chi vuole un oggetto fisico potrà acquistarlo dal 3 dicembre prossimo (o forse prima, secondo il sito) a 80 dollari, in cambio dei quali riceverà una confezione di lusso, con tanto di doppio album in vinile da 12 pollici più un CD "enhanced" e sette canzoni in più, foto, illustrazioni e testi confezionati in una custodia rigida.

Questo è il settimo album dei Radiohead ed è il primo senza l'appoggio di una casa discografica, dato che il loro contratto con la EMI è terminato nel 2003. Ed è una differenza importante. Ora che sono famosi e liberi dalle restrizioni di un contratto, possono mettere in pratica quello che molti artisti stanno cominciando a capire: il modello commerciale tradizionale dell'industria del disco non funziona. Le case discografiche e tutti gli altri componenti della filiera che porta il CD nei negozi (Fisco compreso) si mangiano una proporzione eccessiva del prezzo che paghiamo per i CD (e in molti casi anche per i download). Allora conviene mettersi in proprio e scavalcare questi intermediari, che grazie a Internet non hanno più ragione di esistere.

Ma al tempo stesso i Radiohead hanno capito che c'è una parte del loro "prodotto" che è per definizione protetto da un sistema anticopia pressoché invalicabile: la confezione. La musica si copia; il libretto, le foto, l'album in vinile no. O meglio, si possono copiare, ma a un costo talmente alto da rendere inutile l'impresa.

Invece di lucchettare le canzoni e scocciare gli utenti onesti, insomma, gli artisti hanno capito che conviene dare all'acquirente un oggetto che aggiunga valore alla musica. Sicuramente è più efficace che far causa ai fan.

Se questo modello commerciale ha successo, a che cosa serviranno i discografici?

Va chiarito che i Radiohead non sono i primi a proporre questa formula: siti come Magnatune, Jamendo o Quoteunquoterecords già seguono il principio che si può scaricare liberamente e si paga quel che si ritiene opportuno. Ma i Radiohead sono il primo nome di spicco a farlo, ed è questo che inquieta chi finora si è opposto al buon senso e ha cercato di mantenere un monopolio obsoleto credendo che si trattasse di un diritto immortale.

16 commenti:

JohnWayneJr ha detto...

Scommetto 1000 paperdollari che i nostri politici paleolitici troveranno il modo di far pagare l'accesso ai siti in cui si vende musica sotto forma di qualche gabella strana, un modo che adesso non ci possiamo neanche sognare! d'altronde a noi comuni mortali certe str...upidaggini non vengono enanche in emnte: di chi é stata la magnifica idea di far pagare la SIAE sui CD vergini? Un po' mi fanno schifo, un po' pena...

arizona69 ha detto...

Ciao Paolo. Ho provato più volte a prenotare una copia del "cofanetto". Al momento non riesco a valicare la fase di registrazione. Sembrerebbe che i server siano intasati. Gran bel segnale, se confermato, per la band e per la formula scelta.
Buon divertimento per il concerto dei Police.
alex

arizona69 ha detto...

aggiornamento 12.19: la prenotazione per il semplice download sembra ora funzionare

arizona69 ha detto...

aggiornamento 12.30: successo per il preordine Discbox. Dal codice potremmo già essere sopra quota 6500

Michelangelo ha detto...

Peccato per la mancanza di una offerta di mezzo: tra i vituperati (dal sottoscritto, almeno) mp3 e il cofanettone di lusso non c'è una via di mezzo.

Comunque, bravi Radiohead, almeno il tentativo lo hanno fatto.

Davide ha detto...

Secondo me la scelta è azzeccatissima: da fan dei Radiohead, inutile dire che ho scelto il cofanetto.

Il prezzo non credo sia neanche eccessivo: 40 sterline sono circa 57 euro. Tenendo conto che certi cofanetti in negozio vengono venduti anche a 80 euro, non mi sembra neanche una cifra eccessiva.

Non ho trovato informazioni invece sulla qualità dei file per il download: sarebbe interessante se offrissero un formato lossless oppure MP3 a 256kbit ...

Zage ha detto...

E' bello come questa iniziativa mi porta a volergli dare soldi.

Th3-Fly1ng-Pumpk1n ha detto...

iniziativa a dir poco pregevole. Come già stato detto da qualcuno, peccato non ci sia la possibilità del solo CD originale.
Per il resto una notizia del genere non può che farmi piacere !! :)

Saluti
Corrado

fred ha detto...

Pienamente daccordo con te Paolo, il profumo dei vinili appena arrivati in radio e' INDIMENTICABILE continuo a chiedermi come facciano ora a sopportare l'odore di pesce vecchio che hanno i CD :(

tcp-ip ha detto...

A proposito di contenuti speciali che non possono essere presenti nelle versioni piratate, credo che il nuovo videogioco "World in Conflict" ha superato tutti con il suo pezzo originale del Muro Di Berlino.

Anghelos ha detto...

I Radiohead sono sempre stati avanti a tutti, impossibile negarlo.
Vero, sarebbe bello avere la via di mezzo, ma può darsi che se gli altri musicisti seguiranno questa strada presto succederà, con una diversificazione delle possibilità di scelta

oscar ha detto...

anche gli oasis useranno

http://www.lorddontslowmedown.com/

per una specie di lancio via internet del loro prossimo dvd e canzone

Davide ha detto...

A proposito della qualità del download, questa è la loro mail appena ricevuta:

THANK YOU FOR ORDERING IN RAINBOWS. THIS IS AN UPDATE.

YOUR UNIQUE ACTIVATION CODE(S) WILL BE SENT OUT TOMORROW MORNING (UK TIME). THIS WILL TAKE YOU STRAIGHT TO THE DOWNLOAD AREA.

HERE IS SOME INFORMATION ABOUT THE DOWNLOAD:

THE ALBUM WILL COME AS A 48.4MB ZIP FILE CONTAINING 10 X 160KBPS DRM FREE MP3s.

MOST COMPUTERS NOW HAVE ZIP SOFTWARE AS PART OF THE OPERATING SYSTEM; IF YOUR COMPUTER DOES NOT, YOU NEED TO GET WINZIP OR ZIPIT INSTALLED PRIOR.

Andrea Sacchini ha detto...

Volevo segnalare che i Radiohead non sono più soli.

Unknown ha detto...

Sarebbe bello sapere come vanno le vendite, quant'è la media delle offerte...

Inchiostro Simpatico ha detto...

Segnalo che RadioHead hanno siglato un accordo con l'etichetta indipendente XL Recordings.

La strada delle band senza nessun rappresentante commerciale è ancora lunga.