Cerca nel blog

2008/03/19

Addio, Arthur Clarke

Ci ha lasciati Arthur C. Clarke


Uno dei colossi della divulgazione scientifica e della fantascienza ci ha lasciati a novant'anni. Sir Arthur C. Clarke, coautore del film 2001: Odissea nello spazio, principale promotore dell'idea dei satelliti geostazionari per telecomunicazione e grande scrittore di narrativa scientifica, è morto oggi in Sri Lanka, dove risiedeva dalla fine degli anni Cinquanta. La notizia è riportata dalla BBC.

E' impossibile descrivere l'influsso che le sue opere hanno avuto su tanti ricercatori scientifici, piloti e astronauti (e, nel mio piccolo, anche su di me). Sono davvero poche le persone che con le loro opere letterarie e cinematografiche sanno coniugare il rigore scientifico con l'entusiasmo e la passione e ispirare gli altri a non dire mai "non si può fare". La Wikipedia lo ricorda qui in italiano; qui trovate la traduzione italiana del suo video di commiato, registrato a dicembre 2007.

Ci mancherà.

22 commenti:

psionic ha detto...

:(

Era proprio un video testamento, quello rilasciato al suo compleanno.

Penso che lui lo sapesse bene...
Tristezza.

psionic

psionic ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
markogts ha detto...

Ma come fa ad andarsene proprio ora che abbiamo tanto bisogno di visionari per superare le sfide ambientali che ci si prospettano?

Addio Arthur.

Hanmar ha detto...

Addio, Arthur.
Ma rimarrai per sempre con me, nella mia libreria.

Hanmar

Lanf ha detto...

"Mio Dio... è pieno di stelle!"

E' partito per l'ultimo viaggio.
Oppure il primo del Bambino Celeste.

R.I.P.

Lanfranco

Unknown ha detto...

Ciao Arthur, tanta gente ti ha voluto bene, senza sapere neppure chi eri.

archivit ha detto...

Buon viaggio, Sir

Unknown ha detto...

Non il mio scrittore di fantascienza preferito, ma sicuramente uno dei migliori.

R.I.P.

Anonimo ha detto...

riporto il link dell'argomento video messaggio:
http://attivissimo.blogspot.com/2007/12/tanti-auguri-arthur-clarke.html


era proprio un addio, con tempismo terribile
un inchino

Rodri ha detto...

:'-((

Qui c'è una bella foto del suo compleanno:

http://bp3.blogger.com/_i0RpWissa-0/R-CAiNWZ1EI/AAAAAAAAAJ8/1TXmGPz8o2A/s1600-h/dayover80.jpg

E qui l'annuncio da parte di colui che aprì il blog per fargli gli auguri:

http://thilinaheenatigala.blogspot.com/

LastHope ha detto...

Grazie...i tuoi libri mi hanno fatto sognare...

Iilaiel ha detto...

Abbiamo perso uno dei pochi giaganti della SF rimasti. :'(

OrboVeggente ha detto...

Grande Arthur...
Grazie per averci lasciato l'intera tua vita, prima ancora delle tue opere, a testimonianza di te.

Cloish ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
axlman ha detto...

Addio. E grazie.

logan7 ha detto...

Grazie di tutto, Arthur. E' stato bello conoscerti. So long.

Gwilbor ha detto...

Paolo, ho visto su un paio di newsgroup che è ricominciata a circolare la notizia (poi smentita) della presunta pedofilia di Clarke. Come qui. Purtroppo anche in queste occasioni le bufale continuano ad apparire... :-(

Jean Lafitte ha detto...

perchè bufala?

logan7 ha detto...

Jean Lafitte ha detto...

perchè bufala?

Perché la notizia è stata smentita.

Il Sessista ha detto...

Un grande ci ha lasciati.

Dan ha detto...

Devo ammettere che non ho letto molto di suo, ma so bene che grande figura della fantascienza è stato. Addio Sir Clarke, e grazie per tutti i sogni.

Se c'è qualcuno che merita di diventare il primo Bambino delle Stelle, è lui.
Quanto al suo profetico "testamento" ideologico... è sempre stato uno "avanti".

Giuliano47 ha detto...

Ullalla`.
Notizia del 21 marzo su "La gazzetta del mezzogiorno":

Esplosione cosmica visibile ad occhio nudo.
Si è verificata 7,5 miliardi di anni luce fa, ad una distanza di più della metà dell’universo visibile. Si tratta del «sussulto gamma» più potente mai asservato

«La morte di Arthur C. Clarke sembra aver illuminato l'universo di sussulti gamma», ha dichiarato Judith Racusin, membro del gruppo scientifico responsabile del satellite Swift.
-------------------
Fonte originale:
http://www.nasa.gov/mission_pages/swift/bursts/brightest_grb.html