Cerca nel blog

2013/02/15

Meteora russa, bufale online e perle dei giornalisti [UPD 2013/02/16]

Questo articolo vi arriva grazie alla gentile donazione di “luigilr” e “franzdh” ed è stato aggiornato dopo la pubblicazione iniziale.

Arriva puntuale la rassegna di strafalcioni giornalistici intorno alla notizia di una meteora che ha solcato il cielo in Russia (chi stesse cercando informazioni tecniche può guardare questo articolo): secondo la Rai i feriti sarebbero stati causati dai “cristalli” della meteora (“Fonti ufficiali russe hanno spiegato che si è trattato di cristalli di un meteorite che "si è disintegrato nella parte bassa dell'atmosfera". La caduta dei cristalli ha causato forti esplosioni”), ma in realtà le lesioni sono state prodotte dai vetri infranti a causa dell'onda di pressione.


Anche il Corriere non era da meno, scrivendo la stessa cretinata dei “cristalli di un meteorite” che avrebbero ferito le persone, poi ha corretto (infilando altri strafalcioni d'italiano che taccio per pietà e per non fare gratis il lavoro che spetterebbe alle redazioni), ma zzzale ha catturato la schermata e me l'ha inviata:


Nel GR2 della RAI delle 12:30, invece, il corrispondente dalla Russia Giovanni Masotti ha detto che la meteora è stata intercettata “dalla difesa aerea russa e colpito da un missile a salve”. Ho la registrazione grazie a ipoismagic.

La storia del “missile a salve” sembra essere il frutto dell'inettitudine linguistica di qualche giornalista italiano, che ha letto la notizia pubblicata in inglese, nella quale si parlava di “a missile salvo” (ossia una salva di missili), e l'ha interpretata come un fantomatico “missile a salve” (che non esiste). Complimenti.

In quanto alla notizia in sé della presunta intercettazione da parte dei militari russi, si tratta di “unconfirmed reports” derivanti da indiscrezioni e non confermati formalmente dai militari, e la tecnologia per intercettare un oggetto che attraversa l'atmosfera a vari chilometri al secondo semplicemente non esiste (e non è neanche pensabile che esista segretamente, perché sarebbe un salto tecnologico enorme rispetto allo stato dell'arte), per cui è da considerare bufala fino a prova contraria.

Come è ormai consueto per ogni evento importante, non mancano le tesi di complotto, come descrive Slate: secondo il politico russo Vladimir Zhirinovsky la meteora sarebbe in realtà un test di una nuova arma americana.

Questo NON è un cratere meteorico.
Stanno circolando delle immagini di un presunto cratere prodotto dalla meteora, ma si tratta di falsi: i crateri meteorici non fiammeggiano (contrariamente a una credenza molto diffusa, le meteore arrivano a terra fredde) e le immagini si riferiscono a una voragine in Turkmenistan che brucia da quarant'anni (da quando fu prodotta dalle trivellazioni) per via delle emissioni di gas naturale dalle cavità sottostanti.

53 commenti:

Giuseppe ha detto...

Oh bella!
Faccio una domanda in un post e mi arriva la risposta qui, anche se a metà. :-)

Ora, so che è vero che le meteoriti arrivano fredde. Ma perché arrivano fredde?

Robyrobot ha detto...

Dovrebbero essere multati ogni volta che raccontano una baggianata. Magari la smettono.

frankbat ha detto...

"Dovrebbero essere multati ogni volta che raccontano una baggianata. Magari la smettono."
Non hai idea di quanto io sia d'accordo! Certi "giornalisti" sono MOLTO piu' pericolosi di una vera meteora che cade sulla terra.

Sbronzo di Riace ha detto...

facci sentire la registrazione del missile a salve che suona più o meno così

Salve sono un missile e mi spiace per te meteora ma ti devo abbattere (in russo ovviamente)

comuqnue se i russi hano dei sistemi missilistici in grado di abbattere una meteora in atmosfera faremmo meglio a lasciare la Nato e amettersi con Putin

marcov ha detto...

Ora, so che è vero che le meteoriti arrivano fredde. Ma perché arrivano fredde?
Banalmente perché arrivano dallo spazio e il breve percorso nell'atmosfera non basta a scaldarle.
intercettata “dalla difesa aerea russa e colpito da un missile a salve”.
Sorbole che mira (cit.)

Riccardo ha detto...

Mi aggiungo alla domanda di Giuseppe: perché le meteore arrivano a terra fredde?

Unknown ha detto...

Questa volta onore a Giacobbo! ;-)

http://youtu.be/hlgJ33dnJF4

Luca Cozzuto ha detto...

Questo potrebbe essere il cratere? http://www.youreporter.it/video_Meteoriti_sito_LifeNews_ru_ecco_il_cratere PS: sembra che il meteorite sia stato fatto esplodere con una fiondata lanciata da un bimbo russo

martinobri ha detto...

perché le meteore arrivano a terra fredde?

La dinamica è più o meno questa. L'alta velocità di ingresso in atmosfera (da 20 a 71 km/sec) effettivamente riscalda per attrito la superficie del meteoroide,e questo avviene già a grandi altezze (50-80 km). Ma quando il meteoroide arriva negli strati bassi dell'atmosfera, la densità dell'aria lo rallenta vistosamente. Gli ultimi chilometri, il periodo di cosiddetto volo silenzioso, vengono percorsi a velocità limite non elevate, dell'ordine di qualche centinaio di km l'ora. Tali velocità non sono sufficienti a generare calore per attrito, ma al contrario il moto dell'aria attorno al corpo lo raffredda in pochi istanti.

Francesco Pontillo ha detto...

"Le porte dell'inferno". Bufala riconoscibilissima...

psionic ha detto...

Il TG 5 nell'edizione dell'una ha detto che si è trattato di un asteroide del diametro di 10 metri. OK che le misure sono stimate, ma a me sembra tantino, la stima riferita da Paolo di un metro mi sembra più plausibile

Claudio ha detto...

Segnalo che purtroppo ad ora di pranzo la versione dei "cristalli" del meteorite è stata riferita anche dal TG3 e, molto più grave, TG Leonardo (che dovrebbe avere una redazione scientifica...).

Posso capire che una testata abbia fatto una traduzione cinofallica dell'agenzia russa con Google Translator, ma che **TUTTE** le altre testate e tiggì riportino la stessa vaccata per una giornata intera, senza nemmeno dare una letta a UN sito in lingua inglese (visto che evidentemente nessuna redazione ha un giornalista che legga il cirillico) o porsi una domanda, è da facepalm nazionale!!!

Claudio Termografia ha detto...

"Nel GR2 della RAI delle 12:30, invece, il corrispondente dalla Russia Giovanni Masotti ha detto che la meteora è stata intercettata “dalla difesa aerea russa e colpito da un missile a salve”. Ho la registrazione grazie a ipoismagic."


HAHAHAH Ma LOL !!! :-DDD

Anonimo ha detto...

Ah, questi giornalisti! Oltre a far che prendere le notizie così... il "missile a salve" è pure un'altra delle traduzioni sgangherate. Quello che ho letto su Russia Today era "a missile salvo" cioè una salva di missili, c'è una bella differenza!

Rorex ha detto...

Anche nel Tg2 delle 13 si parla di cometa intercettata dai missili russi, probabilmente è lo stesso servizio del GR2

balloto ha detto...

Anche ora, 18.25, su Rai 1 un tizio non ben identificato ha CONFERMATO che la meteora (e notare che il sottotitolo era "Asteroide in Russia") è stata colpita da un missile a salve russo!!!

Ma non si possono far licenziare? Così magari la smettono?

Anonimo ha detto...

AH! Eccezionale quella del missile a salve! Me lo vedo il missile che tira fuori una manina robotica e fa "ciao ciao" al meteorite. :)

geo ha detto...

Quella del buco che brucia da quarant'anni non l'avevo mai sentita: si direbbe un leggerissimo errore di valutazione :)

Unknown ha detto...

Tra le varie bufale, vorrei segnalare (credo il corriere ) dove il giornalista scriveva come i russi ancora ricordassero cosa è suggesso a Tunguska agli inizi del '900. Palese che, visto come si è svolto il supposto incidente di Tunguska, nessuno ricordi porprio nulla..

Mr. Lunastorta ha detto...

Per pura curiosità ho appena sentito la notizia al TG4... Allucinante! Qui si tocca proprio l'apice della disinformazione.

zoomx ha detto...

Questa del Turkmenistan non la sapevo.
In Italia c'é un piccolo ex pozzo di metano che pure brucia da decenni: è il Monte Busca nell'appennino romagnolo. Con google trovate un sacco di foto.

Fulvialberto Mazzola ha detto...

>>martinobri
"La dinamica è più o meno questa. L'alta velocità di ingresso in atmosfera (da 20 a 71 km/sec) effettivamente riscalda per attrito la superficie del meteoroide,e questo avviene già a grandi altezze (50-80 km). Ma quando il meteoroide arriva negli strati bassi dell'atmosfera, la densità dell'aria lo rallenta vistosamente. Gli ultimi chilometri, il periodo di cosiddetto volo silenzioso, vengono percorsi a velocità limite non elevate, dell'ordine di qualche centinaio di km l'ora. Tali velocità non sono sufficienti a generare calore per attrito, ma al contrario il moto dell'aria attorno al corpo lo raffredda in pochi istanti."

Non per fare il puntiglioso ma non è corretto.
Le meteore impattano al suolo con velocità nell'ordine dei chilometri al secondo (per avere dati più precisi bisognerebbe sapere dimensioni, densità, angolo di rientro etc..). Non creano un cratere incandescente un po' perché si riscaldano a contatto con l'atmosfera per tempi minimi (e quindi il calore non penetra), un po' perché gli strati più caldi sublimano e non toccano il suolo e un po' perché sono di materiale inerte quindi non producono reazioni in grado di generare fuoco una volta a terra.
Scusate per la lezioncina, spero almeno di essere stato utile.

girovago ha detto...

Adesso non esageriamo. Io ho ascoltato due o tre telegiornali e ho sentito nettamente che i feriti sono stati causati dai vetri infranti e detriti a causa dello scoppio. Ma soprattutto è stato l'urto meccanico seguito allo scoppio e il conseguente spostamento d'aria a causare la maggior parte dei danni. In Rai hanno mostrato qualche spezzone di video con interni di edifici investiti dal'onda d'urto.Riguardo l'aerticolo di Rainews24 da te citato, effettivamente c'è uno frase senza senso. " La caduta dei cristalli ha causato forti esplosioni..."

martinobri ha detto...

Le meteore impattano al suolo con velocità nell'ordine dei chilometri al secondo

Impossibile.
Nei musei e nelle collezioni abbiamo migliaia di meteoriti, anche di decimetri di diametro, e nessuno di essi ha scavato un cratere (se non qualcuno nel fango :-) )
Se fosse come tu dici, ogni sassetto dovrebbe lasciare un cratere di un paio di metri.

Fulvialberto Mazzola ha detto...

Forse non siamo molto in sintonia sulle dimensioni considerate. Io parlo di oggetti dell'ordine dei metri di diametro all'impatto al suolo (come mi viene naturale pensare vista la foto "bufala" nell'articolo). Poi chiaro che i sassi rallentano molto di più e meteore di un chilometro non la sentirebbero nemmeno l'atmosfera.

martinobri ha detto...

Io parlo di oggetti dell'ordine dei metri di diametro all'impatto

Meteoroidi piccoli rallentano.
Meteoroidi grandi si frantumano, e quindi i pezzi piccoli rallentano.
Meteoroidi grandissimi (ma si parla di molte decine di metri di diametro) attraversano l'atmosfera senza rallentare neanche di un epsilon.
Solo questi ultimi arriverebbero a terra con velocità di chilometri al secondo. Nel qual caso, la loro temperatura sarebbe senz'altro l'ultimo dei nostri problemi.

Fulvialberto Mazzola ha detto...

Il cratere nella foto è di circa 70 metri, io dico che ci vuole qualcosa di più di qualche un metro cubo a qualche centinaio di chilometro all'ora. Avevo considerato un meteorite in grado di creare un cratere di quelle dimensioni, necessariamente più grande e veloce di quelli a cui ti riferisci tu (ci si da del tu qui?). Comunque non sono qui per far polemica, mi pare che il concetto sia chiaro e condiviso. Si partiva solo da presupposti diversi.

Guru ha detto...

Lascio il mio piccolo contributo alla discussione scientifica.
Un impatto dell'ordine dei km/s è detto iperveloce, e crea delle dinamiche particolari dovute al fatto che l'onda d'urto è più veloce della velocità del suono nel materiale colpito. In genere, per semplificare, oggetti piccoli, dell'ordine del centimetro a quelle velocità lasciano segni molto più grandi di se, distruggendosi completamente, invece i meteoriti che arrivano sulla terra sull'ordine del centimetro appena appena si conficcano nel terreno, il che ci fa capire che arrivano parecchio piano. Ordine di grandezza? Non vorrei dire scemate ma siamo sul centinaio di km/h. (notare bene, ora, non secondo)

Alle velocità di km/s l'aria risulta comprimibile, per cui l'oggetto dovrebbe bruciare e lasciare la scia di "fumo" fino a terra, invece anche dai filmati visti si vede che a un certo punto smette (e si vede solo un leggero bagliore che continua). Da quel momento in poi l'aria raffredda il corpo per un effetto che si può assimilare a quello di una convezione forzata. Praticamente come un grande ventilatore tiene freschi d'estate (e anche per il motivo per cui in moto si va con la tuta anche a 30 gradi).

Roberta Rera ha detto...

Io sono senza parole. E secondo me non è neanche una meteora!

martinobri ha detto...

E secondo me non è neanche una meteora!

Vero. Infatti è un bolide.

Mariano Tomatis ha detto...

Divertente anche la (esplicita) bufala messa in scena dalle assicurazioni Provinzial di Düsseldorf:
http://www.marianotomatis.it/blog.php?post=blog/20130216

Roberta Rera ha detto...

Boooh secondo me è così.

cmn aka Carlo Maria Nardone ha detto...

Stasera il TG3 Notte ha continuato a propalare la bufala del cratere fiammeggiante ...

Lorenzo ha detto...

Ieri sera al TG2 hanno riparlato dell'abbattimento da parte della Difesa Russa con un missile a salve. E nel servizio è apparso anche il cratere fiammeggiante...

Ma l'Albo dei Giornalisti che ci sta a fare ? non li può "ammonire", "espellere", "multare" ? qualsiasi cosa ma tutelare la categoria da questo sfascio....

Giuseppe Gilardi ha detto...

Ok, abbiamo appurato la disinformazione dei giornalisti, ma a quanto pare la disinformazione è, generalizzando, un po' di tutti.
E' evidente che ci troviamo di fronte a un fenomeno naturale che pochi sono in grado di spiegare, addirittura la Hack nelle ultime ore ha affermato che il fenomeno è molto "strano".
Dico questo perchè sarebbe più costruttivo offrire informazioni che possano aiutare tutti noi a capire meglio questo fenomeno. Altrimenti ci ritroviamo comunque attorniati da forum e blog fuffologici che ripescano la carta dell'Apocalisse (evito di postare almeno una decina di link con discussioni che dire devastanti è poco).


Capodoglio ha detto...

Confermo che anche stamattina 16/02 nel Gr2 delle 7,30 il corrispondente Masotti ha ribadito che il meteorite è stato "intercettato e colpito con un missile a salve dall'aviazione russa", condendo la frase con "qualche tonnellata di metallo sparata a colpire un enorme sasso", o qualcosa di simile.

pipsdiver ha detto...

L'onda d'urto è giunta a Chelyabinks circa dopo due minuti, poiché l'impatto è avvenuto presumibilmente a 45km dal centro abitato.

Cos'ha comportato questo? Che migliaia di persone erano vicino alle finestre (fuori fanno -20° a Chelyabinks, in quel momento, figurati quanti hanno preferito tenere la finestra ben serrata, per ripararsi dal freddo) a ammirare l'enorme scia nel cielo.

Dunque, quando è arrivata l'onda d'urto e i vetri si sono frantumati, il momento era tremendamente propizio al ferimento dei curiosi.

Da qui anche l'assenza di morti.

Non serviva certo il noto sbugiardatore Paolo Attivissimo per capire questa cosa, basta usare la logica. Peccato che, davanti al sensazionalismo, i giornalismi e la logica si trovano spesso agli antipodi.

Ossequi !

Roberto Beltramini ha detto...

Per favore! Lasciamo perdere i copia incolla da traduttori automatici della lingua russa!
Cercare sempre fonti ufficiali! Ma logicamente la fretta di bruciare la concorrenza porta a pubblicare corbellerie stratosferiche!

http://www.jpl.nasa.gov/asteroidwatch/newsfeatures.cfm?release=2013-061

Licia ha detto...

A proposito di strafalcioni e imprecisioni giornalistiche, ho notato che tutti i principali media di lingua inglese hanno chiarito il significato della terminologia usata per descrivere questo evento (asteroid, meteoroid, meteor, meteorite ecc.), mentre i media italiani non si sono preoccupati di spiegare le differenze tra meteoroide, meteora, meteorite e bolide, anzi, li usano come se fossero sinonimi.

luca_rm ha detto...

e che ne dite di quelli che hanno messo in vendita su ebay a migliaia di euro dei pezzi del bolide??:))

Loki ha detto...

Ciao a tutti. Spiegate ad un ignorante perchè i cristalli sono una palese bufala? Cioè, credo di averlo capito, ma vorrei essere sicuro. Grazie!

Anonimo ha detto...

Buonasera, non ho ben capito un paio di cose riguardo a questo evento:
Questo meteorite - o come si chiama - ci è arrivato a colpire il suolo?
L'esplosione che ha fatto rompere tutti questi vetri sarebbe stata causata dall'impatto al suolo o da qualcos'altro tipo l'attraversamento dell'atmosfera?

Il Lupo della Luna ha detto...

La rottura dei vetri (se ho capito bene) è stata causata dall'onda d'urto del bolide che è entrato in atmosfera. Immagina un sasso in una tinozza, fa delle onde che si dipartono dal punto di impatto, insomma la stessa identica cosa.

Impatto al suolo? Può darsi ma non si sa ancora, la zona è grande e da un certo punto in poi la traiettoria del bolide non era più visibile. Sicuramente non è stato l'impatto a rompere i vetri.

PB ha detto...

In giro si sono lette le cose più imbarazzanti... Come Scientificast abbiamo scritto un post in merito all'affascinante argomento della protezione dagli asteroidi: http://www.scientificast.it/2013/02/15/la-protezione-planetaria-dai-meteoriti/

Valentino Pescetelli ha detto...

"Missile a salve"?
Ma chi e' che traduce i testi ai giornalisti, google?

Nel testo inglese di Russia today si parla di "Missile salvo" che e' "una salva di missili", una scarica, una bordata.

Claudio ha detto...

@Valentino Pescetelli.
Sì, gliele traduce proprio Google. E secondo me sarebbe da licenziare chi viene beccato a usare Google translator!

Comunque ho voluto perdere un po' di minuti dietro alla storia della salva di missili: la fonte è il quotidiano locale Znak, citato da Russia Today.
Znak citerebbe le solite "fonti militari anonime" (ovvero: "mio cugggino che lavora ai servizi segreti") che dicono di aver abbattuto il meteorite con una salva di missili.
Non trovo altre fonti oltre a Znak, ma se ritebiamo credibile un giornale locale russo, dovremmo allora rivalutare come fonte credibile anche la rubrica "Padanismo e Vita Extraterrestre" su Radio Padania.

E' proprio vero, anche di fronte ad eventi eccezionali, con una quantità incredibile di filmati eccezionali (scusate la ripetizione), alcuni esemplari di Homo sapiens devono perdere tempo dietro alle boiate.

martinobri ha detto...

Spiegate ad un ignorante perchè i cristalli sono una palese bufala?

Prima di tutto perchè i danni sono stati causati, come detto, dall'onda d'urto e non dal meteorite in sè.
Poi perchè i cristalli sono i costituenti di una roccia. Ciò che rompe un vetro è la roccia, non i cristalli.
Sarebbe come se io dicessi che per ripararmi dal freddo indosso, anzichè un maglione, molti fili di lana.

Carlo ha detto...

Ma Giacobbo cosa dice in proposito...???!! ;-)

oui, c'est moi ha detto...

Carlo ha commentato:
Ma Giacobbo cosa dice in proposito...???!! ;-)


Non gliene frega niente a nessuno :-P

Guido DR ha detto...

una munzione a salve è quella senza la pallottola ma un missile a salve di cosa è privo? :) ROFL

Stupidocane ha detto...

ma un missile a salve di cosa è privo?

Di discernimento nelle amicizie. Dà troppa confidenza a chiunque.

pgc ha detto...

ho appena letto che subito dopo l'evento molti telefoni cellulari (non tutti) sono risultati danneggiati. Qualcuno ha letto qualcosa del genere? Ho cercato fonti su questo ma non ho trovato nulla.

La citazione è parte di un articolo che parla di una possibile ragione per cui molti satelliti improvvisamente si spengono: una possibile causa sarebbe l'impulso elettromagnetico - EMP - generato dal plasma generato dall'urto con microscopici granelli di polvere che viaggiano ad altissima velocità (ero convinto che la spiegazione accettata fosse l'urto con raggi cosmici di alta energia...). Apparentemente l'EMP generato dal bolide di Chelabynsk è stato abbastanza potente da "uccidere" molti telefoni cellulari.

pgc ha detto...

... e se i marziani esistono veramente, vediamo se sono più bravi di noi a difendersi.

http://www.slate.com/blogs/bad_astronomy/2013/02/28/mars_impact_the_red_planet_may_get_hit_by_a_comet_in_october_2014.html?fb_ref=sm_fb_share_toolbar

pgc