Cerca nel blog

2013/11/02

Antibufala: il leggendario panico radiofonico per La Guerra dei Mondi

Il 30 ottobre scorso era il settantacinquesimo anniversario di una trasmissione radiofonica diventata mitica: la versione de La Guerra dei Mondi realizzata in America da Orson Welles come finta radiocronaca dell'invasione da parte dei marziani. Secondo leggenda, il programma fu preso per vero
dagli ascoltatori e scatenò il panico nazionale: un esempio classico del potere dei mezzi di comunicazione.

Ma andò davvero così? Ho scritto questo articolo in proposito per la Radiotelevisione svizzera.

4 commenti:

alexandro ha detto...

Nel paese dove ci si trascina in tribunale per ogni cosa, è difficile credere che prima di trasmettere il programma i dirigenti della CBS non abbiano preso misure adeguate consultendo i propri legali, e infatti non ci sono state conseguenze. Probabilmente l'effetto sarebbe stato maggiore in futuro, ma a quei tempi la gente era forse meno suggestionabile a proposito degli alieni e altre corbellerie largamente diffuse in seguito.

Anonimo ha detto...

Anche ilPost ne ha parlato:

http://www.ilpost.it/2013/10/30/guerra-mondi-orson-welles/

E pensare che alle medie (30 anni fa) mi fu proposto un tema sullo sceneggiato e il presunto panico che diffuse...

MR ha detto...

Per la serie "tutto quello che sai è falso" ;)

PS: notevole l'espressione "rivale hertziana"

biggo ha detto...

Curioso che l'articolo appaia sul sito di Rete Tre, la radio che 25 anni fa riuscì a ripetere l'exploit con gli stessi metodi (recitazione e sonorizzazione, per quanto "acerbe"). Telefonate preoccupate alla Ricezione RSI e -incredibile- anche qualche telex all'Informazione Radio. È possibile che tre DJ annoiati abbiano addirittura superato il maestro? .-)