Cerca nel blog

2013/11/03

Mavericks, come avere indicatori visibili nel Dock

Lo so che il dogma di Apple è che all'utente non deve più importare se un'applicazione è già in esecuzione o meno e quindi l'indicazione di stato nel Dock è diventata progressivamente impercettibile, ma io sono all'antica, e se siete come me probabilmente volete avere anche in OS X Mavericks degli indicatori chiari dello stato di un'applicazione, per esempio per sapere se per caso s'è piantata o non si è chiusa correttamente. Qualcosa di un po' meno minimalista di quel fantasmino che c'è di default:



Ma a quanto mi risulta le utility di personalizzazione che funzionavano in Mountain Lion e versioni precedenti non vanno sotto Mavericks, per cui ecco come procedere (a vostro rischio e pericolo, s'intende):

– Scaricate la barra o il triangolo, a vostra scelta, e scompattate il file scaricato.

– Nel Finder, andate alla cartella Sistema - Libreria - CoreServices.

– Fate click destro su Dock.app e scegliete Mostra contenuto pacchetto.

– Nella finestra o scheda del Finder che mostra il pacchetto, scegliete Contents - Resources.

– Da qui copiate da un'altra parte, come copia di scorta, i file originali indicator_medium.png e indicator_medium@2x.png.

– Sostituite questi file, nella cartella Resources, con i file omonimi scaricati prima. Vi verrà chiesto di confermare dando la password di amministratore.

– Riavviate il Mac, oppure aprite una finestra di Terminale e date il comando killall dock. Fatto!

Dock con triangolo

Dock con barra


Ringrazio Jrebergen per aver pubblicato questo metodo su Macrumors in inglese.


5 commenti:

Marco Coïsson ha detto...

Se invece il Dock viene visualizzato lungo il bordo destro o sinistro dello schermo, si perde la vista tridimensionale, ma le applicazioni attive vengono evidenziate da una barretta bianca piuttosto visibile (comunque più visibile del puntino che c'era con Mountain Lion).

John Titor ha detto...

Grazie per la notizia. Secondo me però è un'esigenza che rientra più in una logica-linux che in una logica-apple. Nessuna delle due è sbagliata, sono semplicemente diverse. La logica-linux è "Ho sotto controllo tutto", mentre la logica apple è "Non mi preoccupo di niente". Entrambe valide, ma chi, come te, segue più la prima (questo articolo lo testimonia) secondo me è più portato a usare linux, mentre chi, come me, segue più la seconda, è più portato ad usare apple.
(ovviamente tralasciamo la logica wi***ws: "non ho sotto controllo niente e mi preoccupo di tutto", che non mi riguarda).

VDBG ha detto...

@John Titor

Stavi andando bene, poi hai svaccato col flame nell'ultima frase.

Massimo Musante ha detto...

@John Titor
Che la logica di casa Apple sia "Cerchiamo di fare in modo che l'utente don debba preoccuparsi di niente" è cosa nota ma questo non vuol dire che l'utente non debba per forza preoccuparsi se vuole. Di "logiche Linux" poi ce ne sono molte (una per distribuzione probabilmente) e non tutte sono incentrate sul controllo totale.

Tony Bellardi ha detto...

GRAZIE ✔