Cerca nel blog

2017/01/14

Ho chiuso io Lingannodelcreazionismo.com, niente panico

Nel 2010, in risposta a una campagna creazionista avviata in Canton Ticino, avevo creato il sito/blog Lingannodelcreazionismo.com. Purtroppo mi sono dovuto arrendere al fatto che in sei anni (quasi sette ormai) non sono riuscito ad andare oltre una pagina di presentazione (qui accanto) e tanti articoli in bozza mai finiti. Per cui oggi, con la scadenza del pagamento della mia registrazione del dominio, ho cancellato tutto.

Non vi preoccupate: non ho subìto pressioni esterne o attacchi informatici. È semplicemente una chiusura di un sospeso che avevo in mente da tempo e che oggi ho completato. Altri, più bravi di me, possono proseguire questa attività di debunking delle panzane creazioniste. Sul blog Il Disinformatico trovate comunque qualche post e video sul tema.

10 commenti:

angelo ha detto...

Del resto, se ben ricordo, l'avevi fatto per contrastare il sito "l'inganno dell'evoluzione". Quel sito esiste ancora, ma è praticamente morto (ho provato, i link non funzionano), quindi non vale la pena di andarlo a contrastare, si rischia solo di attirare l'attenzione su di esso.

Armando ha detto...

Resta il fatto che la teoria di Darwin oggi non è più sostenibile.
Vedi ad esempio la raccolta di critiche presentate da Fodor e Piattelli Palmarini in "Gli errori di Darwin".
Ovviamente, i due autori non hanno nulla a che fare col creazionismo o con la teoria del disegno intelligente.

dani1967 ha detto...

Per quanto abbia fiducia in Paolo, io credo che un simile blog abbia bisogno di un impegno esclusivo. Difatti se da una parte il creazionismo bigotto lo si falsifica facilmente, esistono tutta una serie di creazionismi sottili riconducibili all'intelligent design molto più impegnativi da contrastare.
Mi spiace comunque, l'idea era buona e appassionante. Tuttavia non sono preoccupato, esiste pikaia che è un bellissimo portale scientifico che leggo spesso e che è un baluardo valido contro i creazionismi, anche se non è propriamente un sito di debunking. Inoltre non sostiene le tesi evoluzioniste in modo rigido ma propone anche tesi contrastanti all'interno della materia. Si perché l'evoluzionismo non è una religione, ma una qualsiasi teoria scientifica soggetta di continuo a revisioni, affinamenti, interpretazioni differenti. Ad esempio il rapporto tra evoluzione culturale e genetica non ha sicuramente visioni omogenee, e sono queste discussioni a rendere la scienza produttiva, stimolante ed interessante.

Paolo Attivissimo ha detto...

Armando,

la teoria di Darwin oggi non è più sostenibile

Se intendi che i meccanismi dell'evoluzione proposti 150 anni fa da Darwin non corrispondono ai dati che abbiamo oggi, posso darti ragione.

Ma se intendi dire che l'evoluzione non esiste, attenzione: l'evoluzione è un fatto assodato oltre ogni ragionevole dubbio.

B'Rat ha detto...

Spero ciò voglia anche dire che le campagne per il Creazionismo hanno fallito miseramente e non necessitano di grande opposizione...

contekofflo ha detto...

Ho sempre trovato molta difficoltà nel capire l'opposizione all'evoluzionismo.
Dopotutto:
- i figli assomigliano ai genitori? sì
- gli animali che più probabilmente si riproducono sono quelli più adatti al loro ambiente? sì
L'evoluzione delle specie è quindi un fatto del tutto ovvio, al di là del meccanismo preciso che lo governa, sul quale le nostre conoscenze si sono molto affinate dai tempi di Darwin.

(Questo non vuole assolutamente mancare di rispetto al buon Charles: tante cose che oggi ci sembrano assolutamente ovvie lo sono perché qualcuno ha avuto l'intuito di capirle ed il coraggio di esporle per primo!)

martinobri ha detto...

Se intendi che i meccanismi dell'evoluzione proposti 150 anni fa da Darwin non corrispondono ai dati che abbiamo oggi, posso darti ragione.

Ehi, calma! ALCUNI meccanismi dell'evoluzione proposti 150 anni fa da Darwin eccetera

Faber ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
martinobri ha detto...

"Non esiste alcuna teoria dell'evoluzione. Esistono solo le specie a cui Chuck Norris permette di vivere." (Cit.)

Turz ha detto...

Bei tempi, quelli in cui un post di Paolo faceva 851 commenti :-)