Cerca nel blog

2017/09/01

Ecco quanto sono carogne i truffatori online

Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi piace, potete farne una anche voi per incoraggiarmi a scrivere ancora.

I truffatori di Internet possono sembrare ridicoli nelle loro proposte di affari improbabili con principi africani che hanno eredità da sdoganare, ma non bisogna dimenticare che sono criminali a tutti gli effetti, che non esitano a spillare soldi alle proprie vittime anche quando le hanno portate alla disperazione economica.

Questa versione, però, non l’avevo mai vista: nei commenti a un mio vecchio articolo è arrivato un commento che ho iniziato a leggere pensando che fosse lo sfogo di una vittima che proponeva soluzioni antitruffa:

Sono stata vittima di una grande truffa. Il colpevole dietro il profilo utilizzato è stato un uomo che si era nascosto dietro l'immagine di una donna, mi ha detto di essere una donna d'affari nel settore petrolifero che stava andando in Africa con urgenza.
Al suo arrivo in Africa, mi ha fatto un segno di vita e abbiamo parlato in skype per alcune settimane. Dopo che mi ha detto che era stata vittima di un assalto e mi ha chiesto aiuto, è da questo momento che ho iniziato il mio calvario, ho perso fino a 23.600 euro .
Data la situazione, ho presentato una denuncia alla gendarmeria nella mia località, ma non è stato fatto perché i colpevoli sono in africa, quindi sono più vicino al servizio interpol che combatte le truffe su internet in africa che ha Ha preso il mio file in mano e questa persona che ha presentato come un francese è stato arrestato e poi ho recuperato i miei soldi così come compenso.
Cerchiamo di essere vigili su Internet e soprattutto sulle reti sociali, quindi se pensi di essere una vittima di una truffa, tu
Può contattare il servizio Interpol e ti aiuterà a fermare il tuo scammer, ecco i loro indirizzi:

Poi mi è caduto l’occhio sugli indirizzi proposti:

interpol.police.antiarnaque [chiocciola] gmail.com

Sito web: www.interpol-inter[]hol[]es

Apriamo gli occhi e facciamo attenzione ai profili falsi

In altre parole, questa carogna è un truffatore che si finge vittima e sta cercando nuove vittime fra le persone che sono già state truffate dai suoi colleghi e che probabilmente hanno già perso migliaia di euro oltre a subire imbarazzo e umiliazione.

Fortunatamente gli anticorpi della Rete sono già intervenuti: il sito in questione risulta bloccato dai software di protezione della navigazione e il suo provider lo ha già rimosso. Siate prudenti.

Il mio SAFE di F-Secure blocca l’accesso al sito.
Archive.is mostra così il sito dei truffatori.

12 commenti:

Massimo ha detto...

Piccolo sfogo personale: a me più dei truffatori online fanno paura quelli offline. Mi è successa in questi giorni una vicenda con l'operatore telefonico Tre, di cui sono stato cliente fino a qualche mese fa, che del tutto legalmente pretende da me 100€ per... nulla! Non morirò per 100€ in meno, ma anche chi sfrutta i cavilli legali anteponendoli al buon senso mi sembra non meno carogna di sti poveracci che cercano di fregare il prossimo senza alcuna dignità e alcun riguardo.

bombarda ha detto...

Questo potrebbe essere definito un meta-truffatore.

Unknown ha detto...

Dipende dal perché ti chiedono 100 euro (che tu ritieni "per nulla"). Se hai firmato un contratto che a fine rapporto per il distacco/sospensione della linea devi pagare 100 euro, lo trovo normale. Deve uscire un tecnico che deve "chiudere" la tua utenza e va pagato come se facesse un allaccio. Poi che 100euro sembrano troppi, nei possiamo discutere.

puffolottiaccident ha detto...

@Unknown
(commento #3 )

Chiamami pure forcaiolo, se ti va, ma c'è un problema a monte.

Le istituzioni che dovrebbero difendere il cittadino da queste not-quisquillie sono impantanate in una palude di garantismo generale.

Di fronte a queste cose, a tentare di ottenere... non già che il malandrino venga punito, ma anche solo l'annullamento di un negozio giuridico viziato, ci si ritrova a remare contro una corrente di: "Ma non vorrai mica rovinare la vita a qualcuno per una ragazzata."

La situazione somiglia all'episodio dell'azzeccagarbugli ne "I promessi sposi.", nel senso che se pigli i codici civili e penali ci son delle cose che son vietate, ma se denunci uno che te le fa, ti fan passare la voglia di portare avanti la denuncia in mille modi...

Se a rendere impossibile la vita al cittadino che vuol far valere diritti chiaramente sanciti dalla legislazione ci pensassero gli amici delinquenti del malandrino di turno si potrebbe anche accettarlo, ma il fatto che a prospettare più rogne che a infilarsi vespe vive nelle mutande siano i meccanismi dello stato, lo stesso ente che ha scritto le leggi, annulla i divieti.

Massimo ha detto...

@Unknown
Pretendono 100€ perché dopo aver modificato unilateralmente il contratto (aumentando di molto i costi mensili) si aspettavano che inviassi loro una raccomandata A/R in cui davo disdetta (la legge prevede che possano farlo), quando per logica il cambio operatore dovrebbe già di suo equivalere a una disdetta (me lo suggerisce il buon senso). Quindi da un lato dicono che puoi recedere senza penali, dall'altro stanno bene attenti dal dirti cosa fare per recedere, è scritto tutto nelle 30 pagine di contratto con font dimensione 8 che hai firmato anni fa...

Mal comune mezzo gaudio (mica tanto), cercando su Google trovo tanta altra gente che in questi giorni è stata colta di sorpresa (diciamo così, per non scomodare parti del corpo tondeggianti) allo stesso modo.

Quanto meno i truffatori online sono più semplici da riconoscere, tante volte non c'è neanche bisogno di leggere per capire che è una fregatura. Gli altri invece DEVI leggere, perché le "sorprese" si nascondono proprio tra le righe.

Nuvolotta Nuvi ha detto...

la chiamano ingegneria sociale, io le chiamo porcate sociali... in ogni caso chiunque mi chieda soldi che io non conosca già da tempo, da me non li avrà. Mi è capitato di aiutare persone in difficoltà, ma persone che conoscevo da anni di cui conoscevo nome e cognome reali, mi è capitato di partecipare a collette online create da una persona garante di fiducia che raccoglieva per persone in difficoltà che conoscevano nome e cognome e di persona...

paolo ha detto...

Gli strafalcioni di italiano (e di ceco e probabilmente di tutte le lingue), l'uso approssimato di photoshop, l'improbabilità delle storie, non sono casuali. Chi organizza queste truffe è certamente una persona intelligente che saprebbe usare correttamente photoshop, trovare un bravo traduttore e escogitare situazioni più realistiche. Queste grossolanità sono volute e servono ad escludere le persone abbastanza sgamate da capire rapidamente che è una truffa. Chi non si accorge di nulla è più pronto a credergli, è più probabile che accetti la truffa. Non ridiamo di loro, sono più in gamba di quanto crediamo e quindi molto più pericolosi

Maurizio ha detto...

@Massimo (Commento #1)

Qualora si ritenga che da parte di un operatore telefonico o di pay tv vengano richiesti esborsi di somme non dovute, esite un ente di tutela regionale, il CO.RE.COM., delegato direttamente dall'autorità per le garanzie nelle comunicazioni (Agcom) che si occupa delle controversie tra utenti ed operatori di comunicazioni elettroniche ed a titolo completamente gratuito. Le domande di conciliazione vanno presentate presso il corecom competente per territorio regionale, l'elenco dei corecom in italia è disponibile nel sito Agcom.

Massimo ha detto...

@Maurizio
Purtroppo per legge hanno ragione a chiedere quei soldi. La legge dice che devono limitarsi a mandare un SMS, dicendo dove reperire ulteriori informazioni.

Il problema è che li chiedano
1) per nulla, non ho usufruito di alcun servizio oltre al traffico pagato regolarmente. Non ho preso alcunché in comodato o leasing, né devono pagare qualcuno per chiudere forniture o robe del genere: NULLA
2) dopo che LORO hanno modificato unilateralmente il contratto
3) dopo aver detto "recesso senza penali" ma nascondendo bene che il recesso, per essere senza penali, andava effettuato per mezzo di un raccomandata (il cambio di operatore non sembra essere abbastanza come recesso...)

Di fatto non c'è nessuna truffa (legalmente parlando). Non saprei come chiamarlo: raggiro, rispetto minimo della legge, mancanza di buon senso, volontà di far scappare i clienti presso altri lidi.

Mammiiiinaaa?! ha detto...

@Paolo(utente)
Non ci avevo mai pensato che strafalcioni ed errori grossolani potessero essere voluti, pensavo fossero originati dall'ignoranza e trascuratezza degli autori di tali truffe... Ma la tua ipotesi che, invece, possano essere un mezzo per scremare la platea delle posdibili vittime è interessante ed inquietante insieme: stesso metodo, quindi, delle "supercazzole" infarcite di termini scientifici (usati "ad mentula canis") o pseudoscientifici che vengono usati per promuovere la fuffa miracolosa di turno

paolo ha detto...

Mammina, anche tu mi hai dato da pensare. Vorrebbe dire che è inutile cercare di far capire agli omeopati, ai sostenitori della terra piatta, agli hameristi, a MM, che dicono delle ca**zate. Lo sanno benissimo. E' il metodo che coscientemente usano per truffare gli ingenui. Bastardi.

Mammiiiinaaa?! ha detto...

@Paolo (utente)
Qualcuno potrà anche essere in buona fede, qualcuno è uno psicopatico paranoide con deliri di onnipotenza. il resto invece è proprio come tu dici una manica di st***i, bast***i, figli di p***na, ahem volevo dire "bruttissime persone, di incerti natali, con madre particolarmente socievole ed espansiva verso estranei che remunerano con pecunia questa sua espansività"