Cerca nel blog

2018/01/25

Il Mattino di Napoli e i due ani

La lascio qui, ringrazio Scott Brando per la segnalazione, e non dico nient’altro perché non ho più parole.




2018/01/25 15:25. Il titolo è stato finalmente corretto poco fa.


Questo articolo vi arriva gratuitamente e senza pubblicità grazie alle donazioni dei lettori. Se vi è piaciuto, potete incoraggiarmi a scrivere ancora facendo una donazione anche voi, tramite Paypal (paypal.me/disinformatico), Bitcoin (3AN7DscEZN1x6CLR57e1fSA1LC3yQ387Pv) o altri metodi.

17 commenti:

cesare de robertis ha detto...

Una volta c'era il correttore di bozze, ma oggi non va più di moda perché ha il brutto vizio di voler essere pagato. Il correttore di InDesign invece è gratis, ma per lui "ani" o "anni" sono ugualmente plausibili.

Patrick Costa ha detto...

Vabbeh, non la vedo una cosa così grave... reputo decisamente peggio chi scrive bene notizie false... questo, sperando che non l'abbiano fatto apposta per essere indicizzati con parole chiave "sconce"

Turi ha detto...

È solo un refuso!

Dumdumderum ha detto...

La battuta è d'obbligo qui: notizie pubblicate col culo...

LorenzoS ha detto...

Certo che scrivere ani invece di anni è possibile solamente se il giornalista scrive col c..o. Non dico rileggersi l'articolo prima di pubblicarlo, ma almeno il titolo...

Infinity ha detto...

All'ANI...ma de li mort... loro. :-/

giovanni savoldini ha detto...

Manco fosse il titolo di qualche frivolezza televisiva.. un errore così per un tema così delicato, no comment!

Claudio Costerni ha detto...

Dovresti sentire come parlano i giornalisti della (testata giornalistica) TG3 Friuli Venezia Giulia!
"Ani" anziché anni è pressoché la regola e le doppie dove ovviamente non ci devono essere è una costante come in Sardegna.
Ma poi lettura scolastica da bambini delle elementari, timbri vocali e dialettali da incubo, uno è dislessico, l'altra con continui "eeh ... eeh ... eeh" mentre non riesce a leggere col ritmo giusto, un'altro che sembra un manico di scopa, rigido ed antipatico, un'altro ancora con voce da cornacchia effemminata istriana.
Sconcertante, credo sia il peggio dello zoo RAI, ma non lo garantisco!

E poi vuoi che non stampino anche strafalcioni penosi come questi, lì o altrove, pur mettendo in conto tutte le possibilità che vuoi ... quando il diavolo ci mette la coda e la fretta gioca brutti scherzi?

La testa di molti, vedo anche in alcuni gruppi Facebook (dove da relativamente poco tempo ho un account segna posto anch'io, attivato per curiosare e per necessità tecniche, ma con un cognome differente), la testa di molti dicevo, sembra essere perennemente fra le nuvole.
Per la mia mentalità è realmente disperante e mi fa sentire sempre più antisociale.
Ho l'impressione che questo avvenga molto più diffusamente in Italia, dove trovi anche chi ti aggredisce o ti insulta o ti deride se solo gli fai notare le castronerie che ha scritto, concettuali, grammaticali od altri errori inaccettabili come riportare info false o distorte. Pochissimi ringraziano o correggono.

Mi sembra che far stalla sia il leitmotiv di molti, troppi; non vorrei la perfezione che è una chimera, ma nemmeno tanta ignoranza, trascuratezza e infima stupidità.

Christian Franzone ha detto...

Posso condividere la foto sul mio account Facebook? Devo scrivere dei crediti?

Faber ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
martinobri ha detto...

voce da cornacchia effemminata istriana.

Le istriane che voce hanno?

Unknown ha detto...

Per com'è scritto il titolo, ha il pregio di poter essere riciclato all'infinito. L'anno prossimo diventerà: tre ani, l'anno dopo sarà quattro ani... Dei geni!

Claudio Costerni ha detto...

Grazie Faber, non è la prima volta che ci casco.
Caspita, metterò un'altro Postit da qualche parte, se lo vedo fra note tecnologiche ed indirizzi vari, forse che perderò il vizio prima o poi.

Un altro
Un'altra
Una altra

Hai fatto benissimo ad evidenziarmelo, grazie davvero, non servono le scuse. ��

Martinobri, mi ero volutamente trattenuto ed ero rimasto un po' sul vago, avevo scritto cornacchia effeminata, ma visto che me lo chiedi nello specifico, va bene, così tanto per farmi altri amici virtuali ... (ma senza alcuna reale intenzionale offesa), riformulo.
Pensavo ad una vecchia checca istriana, "rancida", con voce da cornacchia (un volatile), quindi con toni acuti e stridenti, ridicoli, una caricatura insomma, buono per vendere in un mercatino, non per fare un programma giornalistico serio di una ex seria RAI.
Soprattutto i triestini, vicino all'Istria, lo sanno e lo possono capire ...
Sarà anche una buona persona, ma per carità, via il microfono, via ad 8 su 10 che stanno lì dentro.

Siii come no ... mai più!

Luigi Rosa ha detto...

Legge di Murphy sui refusi: se è nel database del correttore ortografico non è detto ceh sia la parola che vuoi utilizzare.

contekofflo ha detto...

Forse la "cornacchia effeminata istriana" è una sottospecie di "Corvus corone" tipica della zona.
E certamente in via d'estinzione, dati i suoi comportamenti evoluzionisticamente non favorevoli :-)

puffolottiaccident ha detto...

Cornacchia effemminata istriana?

Uh, ho un quattro sulla maglietta perchè ho fatto il malignani, non perchè lavoro con l'uomo di fuoco, la donna invisibile e l'uomo che a Gemona sarebbe l'idolo di tutte le donne.

@Claudio Costerni

Tranquillo, non mi sono offeso, volevo solo fare una battuta.

Turz ha detto...

@Luigi Rosa:
Legge di Murphy sui refusi: se è nel database del correttore ortografico non è detto ceh sia la parola che vuoi utilizzare.

Ahi proprio ragione.