skip to main | skip to sidebar
20 commenti

Dopo la truffa del falso innamorato, c’è di peggio

Poco fa ho ricevuto un commento al mio articolo Storia crudele di un amore tradito in Rete di novembre 2015: vi consiglio di leggerlo tutto. Ho asteriscato alcuni dettagli per ovvie ragioni. Ditemi se provate il mio stesso crescendo di stupore e disgusto.

Ho incontrato un uomo, di nome Michel, su Meetic Affinity alla fine di gennaio 2013; ci piacevamo e poi chiacchieravamo su Messenger; si presentò: era un uomo molto buono, educato, intelligente e gradevole; ci siamo scambiati le foto e poi ci siamo apprezzati a mano a mano che i giorni passavano. Ha detto che è stato sedotto da me e poi si è innamorato di me, ha detto parole dolci e piacevoli a me e io ero in paradiso. Poi, otto giorni dopo, mentre viveva a Nantes (44), mi informò che doveva andare in Costa d'Avorio per affari privati; si trattava di recuperare l'eredità della madre defunta; doveva andare lì per sbloccare i fondi. Mi ha chiesto di aprire un conto in modo che il trasferimento ricada su un conto indipendente dalla sua banca personale; Ho aperto un account per lui. Poi mi ha detto che non aveva mezzi di pagamento in loco perché aveva commesso l'errore di portare con sé la sua carta di credito che purtroppo non poteva usare in Africa; e non aveva preso abbastanza soldi. Come mi sono innamorato sempre di più, mi ha ferito e io ero preoccupato per lui così gli ho mandato 8.740,00 euro in contanti mandato da Western Union; mi disse che questo denaro sarebbe stato depositato presso il notaio per il rilascio dell'eredità.

Poi mi ha detto che il governo ivoriano gli ha chiesto di pagare "un francobollo" di 4500 euro per ottenere questo denaro dall'Africa. Michel conosceva la mia situazione finanziaria perché sono stato disoccupato da alcuni mesi e ricevo solo circa 1000 euro di risarcimento, quindi mi ha detto che dovevo aiutarlo, ma aveva trovato un accordo con il governatore, che gli ha chiesto solo un anticipo di 3.250,00 euro; Gli mandai un nuovo vaglia da Western Union di 3.000,00 euro e con ciò ero completamente rovinato perché usavo i miei risparmi direttamente; Avevo raggiunto il soffitto del mio scoperto permesso. Poi mi ha detto che non poteva raggiungere la sua banca a Milano, che non voleva aiutarlo a mandargli dei soldi perché ne aveva bisogno ancora e ancora per poter trasferire i soldi direttamente nel mio conto in Francia ...

Cominciai a non credere più a quello che mi stava dicendo. L'altezza, lui mi ha mandato foto di lui, ho trovato qualcosa di strano: su una delle sue foto è apparso uno striscione dove ha scritto "bandoo / Massimo Leonardi"; Ero impaziente di vedere su Internet chi fosse questo Massimo Leonardi e quale fu la mia sorpresa di vedere diverse foto di "mia cara". Sapevo in quel momento di essere stato truffato dai sentimenti. Ho subito denunciato alla polizia ciò che non ha dato nulla ed è grazie al mio ex che ha contattato il suo amico, il signor B***** F*****, che ha preso i provvedimenti per metterli a fermarsi perché ero sempre in contatto con questo Michel chiamato che ha facilitato le indagini per fermarli. Fortunatamente sono stato rimborsato oltre al risarcimento. Vi lascio il suo indirizzo email: **********@diplomats.com

In ogni caso, ho imparato una grande lezione e un grande ringraziamento al signor B***** F***** perché senza questo signore, sarei certamente sulla strada.

Ho cominciato a leggere pensando che fosse il racconto di una persona truffata, come quello che avevo pubblicato (conoscendolo personalmente) nel mio articolo, ma gli errori grammaticali e altri indizi man mano mi hanno fatto capire che era un truffatore. Un truffatore che prendeva di mira le persone già truffate, con lo scopo di fregarle una seconda volta, offrendo loro l’indirizzo di un falso assistente ai risarcimenti che chiederà alle vittime altri soldi con il pretesto di recuperare quelli che hanno già dato. La feccia della feccia, insomma. State in guardia.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati manualmente da un moderatore a sua discrezione: è scomodo, ma è necessario per mantenere la qualità dei commenti e tenere a bada scocciatori, spammer, troll e stupidi.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui e/o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (20)
Beh, ma se ci sono truffatori che prendono di mira le persone già truffate con lo scopo di fregarle una seconda volta allora ci sono persone già truffate che si fanno fregare una seconda volta, una terza, una quarta... e tu che fai, il badante?
Ho cercato una parte del testo su Google, lo stesso commento appare più e più volte in un dominio specifico, ma andando avanti con i risultati Google, si ritrova anche in altri domini. Sono una serie di commenti spam; in alcuni casi il testo non si trova nella pagina se non aprendo la schermata DevTools con F12, probabilmente perché il commento è stato oscurato.
Si può usare la parolina con la m?
"Avevo raggiunto il soffitto del mio scoperto permesso" e gli importi indicati coi decimali. Fetido.
Da non crederci... Come dicono a napoli: cornuti e mazziati oO
E pure "nu poco fessi" perché se ti fai fregare una volta, ok, ma due sei uno sprovveduto. Non per questo è giusto che tu sia truffato, però ad un certo punto te la cerchi.
@Paolo
Quale può essere la ragione per cui è arrivato come commento alla storia in questione, che parlava proprio della vittima di una truffa analoga? Fa pensare che questi esseri di sterco abbiano sistemi "di ricerca" che consentono loro di gettare la loro rete a segno: che tipo di sistemi?
@Stefano: persone che sono già cadute in simili truffe possono essere particolarmente vulnerabili, anche perché magari si vergognano e non sanno come recuperare il denaro sottratto... Non mi sembra il caso di stigmatizzarli con un non tanto velato "se ci ricascano sono dei c***ni è quindi c***i loro!"
Ma il raggiro in cosa consisterebbe? Il messaggio non fa domande o inviti di alcun tipo, è solo un racconto.
Mi viene in mente il film meno conosciuto di Federico Fellini, "Il bidone", che racconta di tre truffatori che come vittime prendono di mira dei poveracci. Un film molto bello ma tristissimo, che non ebbe successo come il successivo "Le notti di Cabiria", che (Fellini recidivo) inizia e finisce con l'ingenua prostituta Cabiria rapinata e poi truffata in un modo non molto diverso da questi che sembrano "moderni" solo perché si servono del web.
Mars,

ho aggiunto una riga di spiegazione: la truffa consiste nel fatto di metterti in contatto con uno (B* F*@diplomats.com) che tu pensi ti voglia aiutare a recuperare i tuoi soldi. Per aiutarti, ti chiede altri soldi.
Mammi*,

Quale può essere la ragione per cui è arrivato come commento alla storia in questione, che parlava proprio della vittima di una truffa analoga? Fa pensare che questi esseri di sterco abbiano sistemi "di ricerca" che consentono loro di gettare la loro rete a segno: che tipo di sistemi?

Credo che vadano cercando alla cieca, per parole chiave. Il mio articolo sui venditori di reni riceve tantissime offerte di "vuoi vendere il tuo rene?".
Però rileggendo l'articolo di allora, col suo racconto neutro, mi chiedo quali parole chiave possano usare (non ho trovato ricorrenze di termini così forti né per presenza né per attinenza) ed allora mi chiedo se non ci siano altri sistemi, tipo la foto del presunto Ethan/Spot/pincopallo o l'associazione specifica di specifici termini...cerco di spiegarmi: non faccio una ricerca per i termini A, B,C,D,E e poi guardo quello che salta fuori, ma magari cerco che ci siano tutti insieme in un determinato ordine, come fosse una chiave, un identificativo delle vittime di un determinato raggiro. Troppo cervellotico?
Sono d'accordo con Stefano.
Informare si', assolutamente, ma aiutare i fessi, anzi i bi, tri-fessi e' accanimento terapeutico!
Ah ok, quindi si spaccia per avvocato per recupero crediti.
Anch'io dieci anni fa ho dovuto rivolgermi per farmi pagare tre mesi di stipendio+TFR arretrati (parliamo di contratto regolare con buste paga emesse e non saldate, quindi era ovvio che avrebbe perso ma quello st***** voleva solo allungare il brodo il più possibile), però ovviamente la sua parcella l'ho pagata solo alla fine una volta presi i soldi, mica in anticipo e senza nemmeno incontrarlo dal vivo!
smartiz,
A quanto pare le mail di truffa sono fatte sgrammaticate e "male" proprio per pescare sul fondo del barile...
Filtrano la gente "sveglia" che si accorge della truffa e NON risponde, chi risponde è molto più probabile che abbocchi e si fidi nella fase successiva che è quella diciamo "costosa" visto che coinvolge direttamente qualcuno che DEVE stare lì a parlare...
Di conseguenza sono proprio i "fessi" quelli che vanno aiutati.
Trovo affascinante come i truffattori abbiano addattato la storiella alle condizioni sociali italiane di questi ultimi anni: la voce narrante E UN DISOCCUPATO CON 100O EURO AL MESE!!!! Davvero azzeccata la situazione perché ci sono tanti soggetti in cassa integrazione che prendono queste cifre (ancora per poco). Prevedo a breve una valanga di ritardi per Trenitalia dovuta ai disoccupati che per disperazione si getteranno sotto il primo Frecciarossa che passa. Il governo italiano racconta balle per coprire il fenomeno della disoccupazione mentre i truffatori la raccontano giusta. Solo papa Francesco e i truffatori alla ivoriana dicono la verità su questo tema, meditate gente, meditate!
"spariranno i PC fissi e diventeremo tutti fessi"... (Tanto per indicizzare meglio il tema con qualche esempio che ricollegherei tranquillamente ai fatti qui sopra descritti...) Se sì cade in questo genere di truffa sempre più spesso è perché le persone iniziano ad usare sto cz di telefono... Io non lo sopporto
Spero che unknown sia un troll. Perché lo è, vero?
@Il Lupo della Luna

Come disse il famoso poeta Hassan Abdullah Bin Salaam (Questo nome me lo sono inventato, ma non adesso, tipo 155 anni fa.):

"Un the ribaltato per dispetto ed un the ribaltato per sbaglio hanno la stessa identica temperatura, nel momento in cui ti arrivano sul malloppone."
Mi hanno fatto particolarmente disgusto i commenti di chi stigmatizza i cosiddetti fessi a rischio di caderci e ricaderci nelle truffe. Dimostrano davvero poca capacità empatica, poca umanità insomma. L'ennesimo indizio che questo sistema sociale produce violenza gratuita. Negli atti, nelle parole, nelle omissioni, e nei giudizi su chi ci circorda.