skip to main | skip to sidebar
249 commenti (ultimi)

Demolizioni controllate al WTC?

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "stefano.f" e "gmaroso".

Una delle affermazioni predilette dei sostenitori di ipotesi alternative agli attentati dell'11 settembre (non li chiamo "complottisti", perché altrimenti s'arrabbiano) è che le torri del World Trade Center siano state abbattute non dall'impatto degli aerei e dal conseguente incendio, ma da cariche esplosive piazzate precedentemente negli edifici.

Ho evidenziato la parola torri perché in quest'articolo parlo soltanto del WTC 1 e 2; il crollo dell'altro edificio assai controverso, il WTC 7, è un altro paio di maniche da discutere separatamente. Vi pregherei sin d'ora di limitare i commenti al tema specifico delle torri.

La "prova" principale portata a supporto di quest'affermazione è che il crollo delle torri è "troppo veloce": le torri, dicono, sono crollate a velocità simili a quella della caduta libera, senza alcun effetto frenante prodotto dalla resistenza dei piani sottostanti. L'effetto frenante manca, affermano costoro, perché i piani sottostanti non hanno opposto resistenza, e l'unico modo per far sì che non opponessero resistenza era farli saltare progressivamente con delle cariche accuratamente temporizzate.

Si può tentare di obiettare, usando un po' di buon senso, che una demolizione controllata di quelle dimensioni (due grattacieli di 400 metri, larghi 64 metri) non s'improvvisa e che i suoi preparativi non passerebbero inosservati. Oltretutto sarebbe bastato un minimo errore per fare una figuraccia colossale e rivelare il trucco. Ma i sostenitori delle realtà alternative controbattono con pagine su pagine di calcoli di accelerazioni, decelerazioni, resistenze dei materiali, analisi cronometrate dei filmati, reperti sismografici, e quant'altro.

Di fronte alla massa impressionante di calcoli dall'aria molto erudita si può restare intimiditi. Una controanalisi è alla portata di pochi, e comunque lascia il dubbio ed è poco comprensibile. Così molti si lasciano sedurre dall'apparente serietà del metodo matematico utilizzato e accettano la teoria della demolizione controllata. Sarà stato anche difficile minare di nascosto due grattacieli per un totale di oltre duecento piani di 3600 metri quadri ciascuno, ma se i calcoli dimostrano che non poteva cadere così in fretta come tutti abbiamo visto, vuol dire che i geni della CIA (o del Mossad o degli Illuminati, a seconda dei gusti) l'hanno fatto.

Invece di una controanalisi matematica, vorrei proporre un'argomentazione più semplice e diretta, comprensibile a tutti: una foto il cui contenuto mostra così chiaramente l'errore di fondo dei calcoli dei sostenitori della demolizione controllata da dissipare ogni dubbio. Una foto, oserei dire, taurocefalectomica.

Immagine 12.png

Questa foto (e in Rete ne trovate molte altre analoghe) mostra la pioggia di frammenti durante il crollo di una delle due torri. I frammenti che stanno cadendo lateralmente si trovano, in quest'istantanea, molto più in basso della sommità di quel che resta della torre.

Poiché si tratta di frammenti metallici, alcuni dei quali hanno dimensioni notevolissime, possiamo escludere che stiano planando, frenati dall'aria. Vista la forma arcuata delle loro traiettorie (visibile nei filmati e testimoniata dalla forma della nube di polvere), inoltre, possiamo escludere che vengano spinti verso il basso da qualche forza che si aggiunge alla gravità.

Quei frammenti sono, quindi, in caduta libera, e cadono alla velocità e con l'accelerazione imposte dalla forza di gravità, senza sconti (salvo la trascurabile resistenza dell'aria) e senza aiutini. E' inoltre evidente che i frammenti provengono dalla parte della torre che in questa foto si è già sbriciolata, quindi provengono da una quota superiore o perlomeno uguale a quella dell'ultimo piano ancora intero.

Ma se quei frammenti sono in caduta libera e sono partiti da un'altezza superiore alla sommità del moncone della torre, e se si trovano una ventina di piani più in basso del punto più alto di quel che resta della torre, vuol dire che la torre sta crollando a una velocità inferiore a quella di caduta libera.

Pertanto, l'affermazione "le torri sono crollate a velocità di caduta libera" è falsa e non può essere usata come premessa per tentare di dimostrare l'ipotesi della demolizione controllata. Con buona pace di chi ha speso ore a sciorinare calcoli evidentemente basati su premesse fallaci.
Invia un commento
I commenti non appaiono subito, devono essere tutti approvati da un moderatore. Lo so, è scomodo, ma è necessario per tenere lontani scocciatori, spammer, troll e stupidi: siate civili e verrete pubblicati qualunque sia la vostra opinione; gli incivili di qualsiasi orientamento non verranno pubblicati, se non per mostrare il loro squallore.
Inviando un commento date il vostro consenso alla sua pubblicazione, qui o altrove.
Maggiori informazioni riguardanti regole e utilizzo dei commenti sono reperibili nella sezione apposita.
NOTA BENE. L'area sottostante per l'invio dei commenti non è contenuta in questa pagina ma è un iframe, cioè una finestra su una pagina di Blogger esterna a questo blog. Ciò significa che dovete assicurarvi che non venga bloccata da estensioni del vostro browser (tipo quelle che eliminano le pubblicità) e/o da altri programmi di protezione antimalware (tipo Kaspersky). Inoltre è necessario che sia permesso accettare i cookie da terze parti (informativa sulla privacy a riguardo).
Commenti
Commenti (249)
Beh, forse quella che definisco caduta libera è eccessiva, i piani sottostanti qualche forma di resistenza l'avranno opposta...sta il fatto che comunque sono venute giù parecchio in fretta.
E i dati raccolti dai sismografi? Come si spiegano?...bah...
Stai perdendo tempo, Paolo.
Non è facile tagliare la testa a un toro, figuriamoci ad una bufala.

I "calcoli" di quelli che si arrabbierebbero se li chiamassi complottisti prevedono un tempo di crollo di circa 100 secondi.
Qualsiasi tempo inferiore, anche di poco, è prova della demolizione controllata.

mc
Visto che vi interessa questo argomento, date un'occhiata a questo video (spero che il link non si spezzi). Se lo fa bisogna andare su video.google.com e tra i primi 100 trovate "911 loose change"

http://video.google.com/videoplay?docid=-8260059923762628848

Ciao
Mah, comunque sia, non ho capito che senso avrebbe colpire una torre con un aereo e nello stesso tempo far saltare deli esplosivi. E se l'aereo arrivava in ritardo? si gettava sull'Empire?
Prendiamo un esempio di cui il tempo di caduta è ipotizzabile con piu' precisione delle torri.
WTC7 = 6.5 secondi.
Che ne dici Paolo?

ps: un articolo per approfondire.
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/griffin/griffin1.html
Siccome non era mai successo prima che due torri di queste dimensioni venissero colpite di aerei di linea moderni, non esistono dati di paragone. È facile dire che le cadute delle torri erano "troppo veloci" ma rispetto a che cosa ?
Come sempre (JFK, UFO ecc ecc) i complottisti fanno presto ad escludere dati o fatti che non corrispondono a quello che sostengono e simultaneamente si arrampicano sui vetri per difendere le teorie più strane.
Tra diverse spiegazioni, quella più semplice ed ovvia sarà quasi sempre quella giusta.
Va benissimo esaminare, domandare, indagare ma è meglio partire con l'idea "la spiegazione evidente è corretta ma per scrupolo verifico anche qualche alternativa". Purtroppo, il complottista parte dalla sua teoria e cerca le "prove" che la sostengono, ignorando qualsiasi contraprova.
Secondo me, Paolo, dovresti semplicemente lasciare perdere questo argomento, in generale, wtc, pentagono, pennsylvania, e pensare alle tue cose tipo truffe online o catene di sant'antonio. Queste sono cose troppo grandi per te, senza offesa...
Guardati Loose Change Paolo, un consiglio da uno che rispetta la tua meticolosita' e la tua ricerca del vero.
Stavolta, mi sa che stai prendendo un granchio.
aggiungo al tutto il fatto che nei filmeti ( o in molti di essi) si VEDONO molto bene i frammenti che cadono PIU' VELOCEMENTE della torre "disintegranda", che anche il filmato "loose changes" calcola male il tempo di crollo (guardare per credere) e che tra i "dati dei sismografi" portati molte volte come prova ce ne era uno che veniva analizzato come conferma che uno dei due crolli era avvenuto in 8 secondi (palesemente falso, basta guardare i video): come si spiega?

A questo punto potrei dire: "...bah..." come ha fatto Merlin mostrando tutta la sua considerazione verso chi la pensa diversamente da lui, invece dirò che tutti gli argomenti che porta sono già stati dibattuti nei commenti alle precedenti analisi di Paolo. Sono tutti ancora accessibili da questo sito. Io continuo a pensare che sia meglio informarsi prima di riportare di nuovo sul tavolo argomenti ormai così tante volte dibattuti facendo magre ficure e utilizzando un tono che io, nel mio piccolo, non ho potuto fare a meno di percepire come supponente. Sarà anche colpa mia, ma non ci posso fare nulla, io l'ho sentito così.

SirEdward
Il WTC è stato indebolito dall'impatto, ha cominciato a collassare, a partire dal punto d'impatto dell'aereo.
Si è innescato un crollo che ha contemporaneamente fatto traslare i piani superiori verso il punto d'impatto e conseguantemente, questa massa ha gravato sui piani sottostanti.
L'aumento improvviso del carico, ha avuto come conseguenza un'azione veloce, che non ha creato spostamanti significativi di carico dal nocciolo centrale d'inerzia. L'azione che è stata esercitata è quindi rimasta di semplice pressione e non tramutandosi in presso-flessione, ha avuto come risultato la caduta "perfettamente" verticale.
Sulla velocità, semplici calcoli possono dimostrare come di colpo, tutta la struttura abbia superato i valori massimi di carico ammissibile, via via più velocemente, tanto più la struttura collassava verso il basso.
p.s.

l'ho già detto, "loose changes" è molto interessante, e ho avuto la possibilità di guardarne metà, ma è sbagliato definirlo come una specie di "deus ex-machina" che risolve i problemi, perchè anche "loose changes" ha degli errori e delle imprecisioni. E non piccole (cito i due che ho già citato in giro. Le foto del buco mancante con l'acqua davanti e l'errore di calcolo sul crollo delle torri).

Interessante, ma non è la parola di Dio.

SirEdward
Francamente, la cosa che più mi stupisce è che davanti ad un evento del genere pochi si pongono il problema di quanto possa essere valido qualsiasi tipo di calcolo. Un aereo pieno di carburante che ad alcune centinaia di km/h si schianta contro un grattacielo di 400 metri circa mette in ballo tante di quelle variabili (tenuta delle fondamenta, rigidità dei piloni, elasticità dei sistemi antisismici, esplosione dei serbatoi etc.) che qualsiasi calcolo da bar sport, a favore o contro qualsiasi ipotesi, è una semplice presa in giro. Per fare una simulazione adeguata servirebbero a dei tecnici esperti anni di sopralluoghi, analisi, prove, simulazioni sequenziali e simulazioni di un evento per volta e c'è gente che con quattro calcoli si mette l'anima in pace.
Valutazioni molto più banali come quest'ultima di Paolo o quella sugli sbuffi di polvere che si vedono agli angoli valgono molto più di qualsiasi calcolo, perché sono semplici, osservabili da tutti e facilmente confutabili.
Che motivo poi avrebbero avuto i servizi segreti o chi per loro per riempire il Wtc di esplosivo e poi farlo colpire da due aerei di linea e allo stesso tempo usare un missile contro il Pentagono lo sa solo Dio o chi per lui. Per scatenare una guerra non sarebbe bastato un "semplice" attentato con solo i due aerei sul Wtc?
Secondo me Paolo è all'altezza, ed ha tutto il diritto, di esprimere le opinione che più desidera, cercando di supportarle come può e come vuole, e in mezzo al nugolo di stupidaggini che si sento ogni giorno, quelle di Paolo sono tra le riflessioni più lucide che mi capita di sentire. Tu invece chi credi di essere per dire che uno è o non è all'altezza? Puoi concordare o non concordare con l'analisi, ma nemmeno se tu fossi il fondatore del circolo Mensa ti potresti permette un'affermazione del genere.

evil_captivos
Premetto che non sopporto i complottisti, e non mi preoccupa nemmeno se se la prendono quando sentono quel termine. E credo che le torri siano cadute per l'incendio seguito all'impatto degli aerei di linea.

Vorrei però far notare che, a seguito di un'esplosione, dei frammenti vengono lanciati in tutte le direzioni con una certa "velocità iniziale" (che può essere non piccola in caso di esplosioni violente). Quelli scagliati verso il basso (come il pezzettone mostrato nella foto), quindi, arriveranno al suolo prima di un corpo che scende dalla stessa altezza in caduta libera (e che parte con velocità zero).
Cari signori, va bene il complottismo cieco, ma qui sforiamo nella paranoia! Un complotto per essere tale deve avere un obiettivo, un fine: mi spiegate che senso ha per gli ipotetici mandanti dell'attentato caricare di tritolo due grattacieli e poi colpirli con due aerei di linea? Oppure Caricare di tritolo i grattacieli sapendo che da lì a poco sarebbero stati colpiti da due aerei?
I sismografi hanno registrato delle piccole scosse immediatamente prima del crollo? Beh, santo cielo, non bisogna essere ingegneri edili per capire che è più che probabile che il crollo sia iniziato all'interno dei grattacieli: due o tre piani sono collassati uno sull'altro provocando poi il cedimento dello scheletro esterno. Non è forse concepibile che centinaia di metri cubi di pavimento che crollano sul pavimento del piano di sotto possano trasmettere delle piccole onde sismiche? Certo poi che in mala fede si può anche dimostrare che il Sole gira intorno alla Terra e che su Marte ci sono i nostri progenitori!
la soluzione più semplice è anche la più probabile...
io dico che paolo non è all'altezza semplicemente perché, come molti altri, è prevenuto sul fatto che la buona e irreprensibile amministrazione americana attuale non avrebbe mai potuto concepire una simile barbarie, ossia quella di inscenare un attacco che ha sprofondato il mondo in una guerra permanente. Chi dice "ma che motivo potrebbero avere..." o "ma bastava un attentato meno devastante...", ecc., implicitamente, nel suo ragionamento, usa queste frasi come obiezioni serie e fondate, mentre non lo sono. Per questo dico a Paolo di lasciare perdere, qui si tratta anche di politica, e palesemente non è il suo campo. Paolo sa benissimo che per fare certe considerazioni ed analisi bisogna avere la mente libera da condizionamenti di qualsiasi tipo e la fiducia assoluta nella bontà e buona fede della prima potenza mondiale è un condizionamento.
ragazzi, se fosse stato l'esplosivo si sarebbero viste le nuvole uscire dalla base del grattacielo e il palazzo slittare verso il basso. invece e' fermo e il fumo e' solo in alto.
Scusa Paolo ma mi sembra che il tuo commento sia troppo superficiale. Quello che dici non dimostra ne smentisce una fava.
Il discorso è troppo complicato, e data la piega che hanno preso gli eventi dopo l'11/9 non credo che nessuno di noi possa con certezza assoluta affermare o smentire il "complotto" del quale io, per la cronaca, sospetto (sospetto non è certezza, molti dubbi a riguardo).

Pertanto vorrei chiederti di occuparti di cose a te più familiari, lì si che sei inattaccabile. :))

Con affetto
Davide
In tutte le varie teorie di complotto, è molto importante considerare il fatto che prima o poi qualcuno parlerà.
L'operazione di trasporto e piazzamento di quantità di esplosivi sarebbe avrebbe coinvolto decine di persone. Non c'è patriotismo che tiene il silenzio per 5 anni. Più sono le persone coinvolte più aumenta la probabilità che una di queste possa cedere alla tentazione di svuotare il sacco - per sensi di colpa, per guadagno o altro.
Ragazzi, ribadisco quanto già detto un'altra volta. E' impossibile imbottire di esplosivo un palazzo dove migliaia di persone lavorano quotidianamente senza essere scoperti.

Ho esperienza di vita in un palazzone (ci lavoro) e qui non c'è un cm cubo dove piazzare dell'esplosivo senza essere visti.

E poi, secondo il calcolo fatto da Mother un mesetto fa, ne sarebbero servite 12 tonnellate.

Spiegatemi come si fa e vi credo.

Altrimenti non esiste nessun ragionevole motivo per sospettare una demolizione controllata.
Che filmatone loose changes... altro che i poveri mezzi del buon paolo! Fosse stato fatto più semplicemente e con calcoli giusti ci potevo dare un qualche valore: malfatto ma corretto. Invece è curatissimo formalmente (quasi professionale) ma mi cade sui dati: come molti notavano vi sono vari errori... E se sbagliano su ste cose mi perde di credibilità anche il resto.

Poi ci sono troppe informazioni trovate in giro "a campi"... tutto su internet? tutto a disposizione? Han fatto un megacomplottone, ma si trova tutto su 2 piedi??? difficile crederlo...

ciò non vuol dire che siano tutte rose e fiori, ma che le tesi complottiste son sempre le più improbabili e complicate per spiegare i fatti. Non vengono analizzati i fatti e poi tratte le conclusioni, ma si parte subito a cercare precedenti che giustifichino la tesi.
mi dispiace Paolo... ma non sei riuscito a convincermi! Credo proprio che le torri siano state abbattute con delle esplosioni controllate... come peraltro è successo al Pentagono... con un missile! Non possono, e non potranno, continuare a raccontare questa menzogna... prima o poi la verità verrà fuori e sarà un terremoto!
Essendo iscritto all'Ordine mi arriva la rivista degli Ingegneri, su cui poco dopo l'evento apparve un articolo in cui si analizzava la caduta. Se non ricordo male (ma forse riesco a ripescare l'articolo), una volta partito il crollo la cosa procede piuttosto velocemente, soprattutto i pilastri che si rompono offrono poca resistenza. Ammetto che non me lo aspettavo, ma mi ricordo che ne rimasi convinto. La velocita' di caduta quindi doveva essere piuttosto alta, anche se non credo potesse avvicinarsi alla caduta libera.
Comunque, e questo mi sembra abbastanza sicuro, LA VELOCITA' DI CADUTA E' DEL TUTTO INDIPENDENTE DALL'ORIGINE DELLA PRIMA ROTTURA. Cioe' una volta partita (per qualunque ragione, cedimento strutturale dovuto al calore o bomba) va avanti allo stesso modo.
Spero serva. Saluti
ufffff, ma insistono ancora sul fatto che non c'erano tracce davanti al pentagono, quando paolo ha da un pezzo dimostrato che i detriti c'erano! c'era persino il cerchione dell'aereo nella copertina del libro del gran capo complottista...

Non molto affidabile sto loose change, perchè questo semplice fatto dimostra come siano prevenuti. Non han guardato tutte le foto dicendo "toh dei detriti di aereoplano, di fusoliera, coi segni dei rivetti, ed ecco i cerchioni delle ruote..." noooooo, troppo serio! prendiamo le sole foto senza detriti e spiattelliamole lì per dire "visto? niente detriti" wow che professionalità! ma chi è che manipola l'informazione? non dovevano essere bush, rumsfield&Co??? invece per certo lo fanno questi famigerati complottisti... Suvvia, serietà!
no! l'anonimo qui sopra si sbaglia! Prima dicono che non ci sono detriti, ma poi mostrano decine di immagini in cui il prato è pieno zeppo di detriti! Sono immagini che passano quando contestano passo passo i pezzi, scambiandoli approssimativamente l'uno per l'altro.
Un paio di risposte:

Stai perdendo tempo, Paolo.
Non è facile tagliare la testa a un toro, figuriamoci ad una bufala.


Non scrivo queste cose per convincere i complottisti. Quelli non si convincerebbero neppure se fossero stati li' di persona. Scrivo per gli incerti, gli indecisi, per quelli che a furia di sentire soltanto la campana fessa delle ipotesi di complotto si convincono che devono essere vere perché nessuno le controbatte... è il medesimo principio delle accuse di falso per lo sbarco sulla Luna.

io dico che paolo non è all'altezza semplicemente perché, come molti altri, è prevenuto sul fatto che la buona e irreprensibile amministrazione americana attuale non avrebbe mai potuto concepire una simile barbarie

Eccoci al solito ritornello. Chiunque affermi che le teorie dei complottisti fanno acqua viene tacciato di essere filoamericano. Ma cosa c'entra essere filoamericano (ammesso che io lo sia, ma chi mi conosce sa come stanno le cose) con il ragionare? Chiedere di dimostrare affermazioni strampalate tipo il pod, il carrello a discesa automatica, il transponder non spegnibile è essere filoamericani?

E' una tattica squallida quanto vecchia: invece di criticare le idee, si denigra chi le propone. Questo è il peggior vizio dei complottisti.

Vuoi un'ipotesi antiamericana che non tira in ballo aerei inesistenti, pod e demolizioni controllate? Eccotela: il governo USA sapeva dei piani di bin Laden e ha lasciato fare, come pretesto per giustificare leggi nazionali demenziali (Patriot Act) e azioni militari all'estero. Visto? Sono capace anch'io di fare ipotesi contrarie a quella ufficiale. Ma le faccio un po' meno becere, colabrodo e facilone di quelle dei complottisti DOC.

WTC7 = 6.5 secondi.
Che ne dici Paolo?


Se leggi bene l'articolo, ho chiesto esplicitamente di limitare la discussione a WTC 1 e 2. Del 7 ne parliamo altrove.

a seguito di un'esplosione, dei frammenti vengono lanciati in tutte le direzioni con una certa "velocità iniziale" (che può essere non piccola in caso di esplosioni violente). Quelli scagliati verso il basso (come il pezzettone mostrato nella foto)

Se guardi bene le traiettorie dei pezzi, che puoi vedere nei filmati e intuire dalla forma della scia di polvere che si lasciano dietro, sono traiettorie ad arco, che iniziano pressoché orizzontali e poi si inclinano. Non c'è modo di impartire maggiore velocità a un frammento secondo una traiettoria del genere. Immagina di lanciare un sasso dalla finestra in modo da fargli fare un arco: riesci a trovare il modo di fargli avere una velocità maggiore e di cadere prima di quanto farebbe se lo lasciassi semplicemente cadere?
Marco... ma quanto complicata è la tua vita? Quanto snervante deve essere non poter accettare nemmeno le cose più ovvie perché chissà cosa si nasconde dietro...?
Gli Stati Uniti hanno messo in piedi un sacco di guerre più o meno segrete senza per questo dover preventivamente massacrare migliaia di loro cittadini. Secondo me alcuni non accettano che possano aver subito un attentato/smacco di questo tipo, e preferiscono assumere che se lo siano organizzato da soli, perché altrimenti vedrebbero in qualche modo intaccato il mito dell' "America mostro onnipotente", che invece è stata vittima di tanta sicumera e incompetenza, ben sfruttate da chi evidentemente aveva mitizzato meno la sua Potenza.

MT
Ammetto che la teoria del complotto è intrigante, ma forse si prende un granchio.

A chi chiedeva il perché si fosse fatto tutto questo... beh:

- Si dice che dell'oro conservato all'interno dei vari uffici/banche, 200 tonnellate, si sia ritrovato poco o nulla.
- Si dice che nelle aziende (world TRADE center) all'interno delle Torri siano state fatte transazioni illecite e "guadagnose" poco prima del crollo.
- Si dice che le puntate in borsa sul ribasso delle compagnie di volo coinvolte nell'attentato siano state almeno una decina di volte quelle normali.
- Si dice che i vari capoccia dell'amministrazione abbiano interessi nella ziende coinvolte nella guerra e nella ricostruzione per qualche miliardata di dollari.

Ho usato "si dice" proprio perché non ne sono sicuro di nulla, ma qualcuno mi ha insinuato il dubbio mostrandomi dei dati (fasulli?) e delle testimonianze. Credo siano motivi più che sufficienti per provare a mettere in piedi un casino simile.

E poi mi spiegate perché hanno attaccato i grattacieli proprio quando erano vuoti? Mi pare strano.

E poi perché, Paolo, escludi il terzo edificio dal crollo ancor più misterioso degli altri due? Visto che non si può provare (con prove certe) che il crollo sia stato dovuto esclusivamente agli aerei, perché non mettere in analogia i due fatti? Di solito si fa così, no? Oppure in quell'edificio avevano piazzato cariche esplosive per farlo crollare nell'evenienza (diciamo, sarcasticamente, remotissima?) che due palazzi vicino sarebbero stati buttati giù da due aerei civili?

E poi perché ci sono decine di telecamere a immortalare due palazzi e nessuna (nessuna!) che inquadra il Pentagono?

E poi perché chi lavora negli edifici lamenta che nelle settimane precedenti all'attentato venissero fatte fare esecitazioni anti-incendio con una frequenza esasperante che teneva vuoti gli edifici per parecchio tempo (si dice per piazzare le cariche esplosive)?

- Se un aereo "entra" nel Pentagono mi aspetto ben più che due cerchioni o qualche lamiera. Voglio vedere l'aereo intero che viene estratto dalle macerie!

Personalmente non credo all'ipotesi del complotto, però è indubbiamente affascinante...
Ho usato "si dice" proprio perché non ne sono sicuro di nulla

Si dice anche che la signora di Cogne sia parente di Prodi (fa Franzoni di cognome come la moglie di Prodi), ma vuoi lasciarti abbindolare dai "si dice" o cercare di saperne di più prima di farti un'opinione?

Credo siano motivi più che sufficienti per provare a mettere in piedi un casino simile.

Carro, ti presento i buoi. Prima dimostri i "si dice", poi hai i motivi sufficienti.

E poi mi spiegate perché hanno attaccato i grattacieli proprio quando erano vuoti? Mi pare strano.

VUOTI? Tremila morti per te sono un'inezia?

E poi perché, Paolo, escludi il terzo edificio dal crollo ancor più misterioso degli altri due?

Ripeto: ne vorrei parlare a parte per delimitare il tema della discussione.

E poi perché ci sono decine di telecamere a immortalare due palazzi e nessuna (nessuna!) che inquadra il Pentagono?

Se ti prendessi la briga di leggere le altre cose che ho scritto, sapresti che i filmati al Pentagono ci sono ma sono stati segretati.

E poi perché chi lavora negli edifici lamenta che nelle settimane precedenti all'attentato venissero fatte fare esecitazioni anti-incendio con una frequenza esasperante che teneva vuoti gli edifici per parecchio tempo (si dice per piazzare le cariche esplosive)?

Ma hai almeno una vaga idea di come si fa una demolizione controllata? Mica si piazza l'esplosivo in un cantuccio qualsiasi e si va via! bisogna denudare le colonne portanti, indebolirle con tagli, disporre i cavi di innesco... secondo te queste cose si fanno mentre la gente è a spasso e quando rientra in ufficio non s'accorge di nulla?

Scusate, per oggi devo staccare. Vi leggo, ma non potrò rispondere.
Scusate,
vorrei inervenire non nel merito, ma nel metodo.
La regola numero zero di qualsiasi matematica contenente incognite è che quando le variabili tendono all'infinito, l'attendibilità del risultato tende a zero.
Così come sedicenti scienziati hanno trovato qualunque analogia, persino con gli UFO, esaminando una qualsiasi piramide egizia, datemi una qualsiasi oggetto di forma diversa da un solido elementare semplice e vi troverò analogie su ordinazione, qualsiasi cosa vogliate che risulti dalle mie analisi.
Gradite che vi trovi la formula della Coca Cola esaminando un vagone ferroviario? Nessun problema. Niente di più facile. Basta essere disonesti con sè stessi e coi numeri e tutto può essere.
Chi lavora con le strutture ed i telai elastici delle costruzioni sà che qualunque calcolo riguardante il crollo delle torri del WTC non può avere un'incertezza più bassa dell'80%.
Vale a dire "tutto ed il suo contrario".
Occorrerebbe immettere in un programma CAD 3D la matematica della torre, quindi simulare con un CAE l'urto, pilastro per pilastro, in Joule con un'incertezza del 10% (impossibile) ed i relativi effetti sui solai e sui restanti telai.
Poi andrebbe simulato, pilastro per pilastro, lo stress termico assieme a quello statico con un'incertezza del 10% (impossibile).
Ma io sono bastardo e dico che, se anche questo fosse fatto (dopo anni di inserimento dati) la martice di matrici che risulterebbe, impegnerebbe un supercomputer di solo calcolo (diciamo un CRAY recente) per mesi, ad un costo di parecchi trillion of dollars.
Terminando, per valutare se trattasi di bufala o no, occorre rispondere a queste semplici domandine da scuola materna:
1- La fonte complottista possiede le competenze specifiche per inserire dati col 10% di incertezza in un programma?
2- Esiste uno staf di centinaia di ingegneri strutturisti che hanno avuto il tempo (ed il denaro) necessario ad inserire dati?
3- C'è stato il tempo (ed il denaro) per processare i dati? E se sì, dover si trova quel supercomputer che ha lavorato mesi a quei calcoli? Ci sarà pure uno straccio di fattura.
4- Esistono le prove che sono stati fatti calcoli analitici o tutto si è svolto su di un foglio elettronico?
Se la risposta ad una sola (con la "o" chiusa) delle 4 domande è no, mi dispiace ma trattasi di sola (con la "o" aperta).
Enzo
P.S. Qualcuno è interessato a sapere quanto credito ha sul cellulare, facendomi esaminare il sorriso della Gioconda? Niente di più banale... (sapendo la risposta)
Si dice anche che la signora di Cogne sia parente di Prodi (fa Franzoni di cognome come la moglie di Prodi), ma vuoi lasciarti abbindolare dai "si dice" o cercare di saperne di più prima di farti un'opinione?

Anche quello "si dice", è vero. Ma non volevo essere polemico :), solo buttar lì qualche indizio a sostegno delle ipotesi del complotto che mi affascinava perché plausibile.

Così come sono fondate su indizi plausibili alcune teorie aliene per la costruzione delle piramidi. Ovvio che non ci si crede, ma l'abilità di incastrare i dati per fornire una spiegazione apparentemente "solida" è divertente. Nulla di più.

Oltretutto è stimolante cercare la porva e la contro-prova di alcune "cose che apparentemente non quadrano".

E poi, se mi contesti tutto e mi ritrovo nell'angolo in cerca di un appiglio, ti tiro fuori: "Ma credi che l'esercito USA non abbia tecnologie sufficienti per farlo?" ;P

[OT]
Per continuare il divertissment, però davvero non mi spiego perché abbiano secretato i video del Pentagono e non quelli delle Torri. Giuro che questa è la più inspiegabile di tutti.

Nessun turista? Nessuna tv privata? Nessun videofonino? Nessun video-testimone?

Perché anche ammettendo che il WTC sia crollato per i colpi dei due aerei, mi pare strano che, a catena, accada che:

- L'edificio accanto alle torri crolli.
- Il Pentagono venga colpito da un oggetto che non si vede chiaramente e non ci sia nessuna testimonianza video.
- Un altro aereo venga fatto precipitare dai passeggeri che non sapevano (almeno nel quadro generale) cosa fosse avvenuto nel Paese.

Accidenti, pare che sia un "complottista"...
[/OT]
L'unica spiegazione plausibile per il crollo delle torri è quella dell'esplosivo, mi sembra evidente.

Il problema è sapere, giustamente, come hanno fatto a mettere tutto quell'esplosivo nei palazzi, posto che le esercitazioni anti-incendio non sono state sufficienti.

Anche qui l'unica spiegazione logica è che abbiano usato una macchina in grado di fermare il tempo che abbia permesso a una task-force governativa il posizionamento delle cariche esplosive.

La prova principale che una macchina del genere esista è proprio il fatto che non si mai stata rivelata. Se ci pensate avendo una macchina del genere è facile, una volta che sia stata diffusa la notizia al pubblico, fermare il tempo e tornare indietro per nascondere le prove.

Tra l'altro esistono molte altre prove dell'esistenza della macchina, ad esempio basti pensare all'assassinio di Kennedy, dove di tre tiratori se ne trovò solo uno. Bastò fermare il tempo per far scappare gli altri due.

Andiamo in cerca di complicare le cose facendo calcoli e ipotesi, quando l'evidenza è sotto gli occhi di tutti.
Finché la gente continuerà a fidarsi di ciò che gli viene fatto vedere e fatto sentire anziché pensare con la propria testa, vedere con i propri occhi ed ascoltare con le proprie orecchie queste discussioni non avranno mai fine e complotti e complottisti continueranno a spuntare come funghi alla prima occasione.
Come diceva Kierkegaard: "Difficilmente l'uomo fa uso delle libertà che lui ha, per esempio la libertà di pensiero; in compenso insiste a richiedere la libertà di parola."
Per quanto mi riguarda Paolo ha tutta la competenza necessaria, anche perché conosce bene i suoi limiti e non a caso si documenta dove non può arrivare da solo.
Vedo che dopo la figuraccia del video taroccato del pentagono, il nostro Attivissimo cerca di arrampicarsi ulteriormente sugli specchi! il risultato è scontato: scivola!
Vedo che dopo la figuraccia del video taroccato del pentagono, il nostro Attivissimo cerca di arrampicarsi ulteriormente sugli specchi! il risultato è scontato: scivola!
Questo è un commento che fa avanzare la nostra conoscenza in materia....
Se fossero tutti così saremmo messi bene!
quando si leggono commenti come questo

"Vedo che dopo la figuraccia del video taroccato del pentagono, il nostro Attivissimo cerca di arrampicarsi ulteriormente sugli specchi! il risultato è scontato: scivola!"

mi pare chiaro che vi sono persone che vogliono avere ragione e basta. Guai mettere in dubbio la loro fede!

Neanche da pensare che forse la loro teoria sta a mala pena in piedi e si fonda su molte inesattezze.

Poi leggere che gli usa hanno i mezzi per fare chissàcosa non vuol dire che lo abbiano fatto!

Inoltre mi spiegate come hanno fatto a fare una cosa così complicata come mettere l'esplosivo nelle torri senza che nessuno se ne accorgesse? si può ribaltare il vostro ragionamento del pentagono: "Nessun turista? Nessuna tv privata? Nessun videofonino? Nessun video-testimone?"

Perchè vale solo per il pentagono e non per l'esplosivo delle torri??? almeno coerenza!

Insomma ci possono essere tutti i dubbi di questo mondo sull'esplosione, ma non venitemi a dire che l'ipotesi più probabile è aver minato due torri dei due grattacieli più frequentati e trafficati e sorvegliati del mondo. Pensate un po': sono entrate frotte di persone e han messo tonnellate di esplosivo su vari piani e ovviamente nessuno se ne è accorto delle decine di migliaia di persone che stanno nelle torri e tutt'intorno. Turisti, lavoratori, passanti, mezzi della TV, poliziotti, vigilantes, curiosoni,studenti, etc. Tutti d'accordo? Questo sì che è impossibile.
Sono stato nel "palazzo" per trenta anni ed ho visto ed ascoltato cose che voi "umani" non avreste potuto immaginare..
...Prima che si sapesse regolarmente dai giornali, dai libri dalla magistratura.
Signori mi duole informarvi che tutto quello che voi non sapete dei famosi "segreti" di Stato sono stronzatine di bottega appena poco più interessanti di un furtarello o di una cornificazione.
Le pochissime cose che sono sfuggite al rastrello della Storia sono esattamente le stesse che vengono regolarmente riproposte dai media.
E sono sempre eventi accaduti per una volontà occasionale e quindi sfuggita ad una indagine.
Chiunque di voi immagini di fare un atto rilevante e ci pensa per un paio di mesi di seguito.. lascia una mare di tracce in giro.
Se le persone che pensano sono due, praticamente è come telefonare alla questura.
Immaginare un complotto della portata di quelli descritti è semplicemente ridicolo e è fondamentalmente un alibi per le proprie negative pulsioni .. non prendiamo in giro per favore.
E Paolo fa bene ad insistere.. almeno ci contiamo.
L'ultimo intervento con il tipo "da palazzo" è davvero esilarante.

Stiamo appena appena scoprendo la vicenda Moggi, oltre 100.000 telefonate intercettate e chissa quante ancora fatte, la triade in voga da 13 anni e solo ora viene alla luce.

Lo scandalo Parmalat è uscito dopo qualche anno.
E stiamo parlando di fessi che pensano ancora di poter dire certe cose al telefono senza essere beccati.

Dall'altra parte abbiamo la CIA, l'FBI e l'NSA, sappiamo che l'amministrazione Bush ha intercettato milioni di cittadini americani per anni, e qualcuno viene a dire che se si volesse fare un complotto la Sora Lella saprebbe tutto subito?
Paolo ha detto: "Ma hai almeno una vaga idea di come si fa una demolizione controllata? Mica si piazza l'esplosivo in un cantuccio qualsiasi e si va via! bisogna denudare le colonne portanti, indebolirle con tagli, disporre i cavi di innesco... "

beh, l'11 settembre abbiamo imparato che per far crollare un palazzo è sufficiente indebolirlo ai piani alti e poi per l'effetto "pan-cake" viene giù tutto!!! con un bel risparmio di esplosivo!!!
emmm non era + semplice dire che la frantumazione è un fenomeno che deriva da urti e quindi essendoci urti (elastici vedi biliardo anelastici vedi frantumazione degli oggetti) per forza non si può evitare di applicare il moto in caduta libera di un corpo?

Ma magari oggi cominceranno a dire che la polvere che si vede era colpa di chi non faceva la pulizie al WTC....

;)

PS: perchè non scriviamo al filantropo Walter e gli segnaliamo l'errore fisico da 1000000 di dollari? Magari ne viene fuori una cenetta in compagnia...
PICCOLA CORREZIONE: non si può applicare il moto di caduta libera.
Togliete l'evitare nel messaggio precedente.
Attenzione a non dimenticare la testimonianza di William Rodriguez.

http://www.nexusitalia.com/nexus_new/index.php?option=com_content&task=view&id=395&Itemid=100

oppure

http://www.disinformazione.it/groundzero.htm
L'aumento improvviso del carico, ha avuto come conseguenza un'azione veloce, che non ha creato spostamanti significativi di carico dal nocciolo centrale d'inerzia. L'azione che è stata esercitata è quindi rimasta di semplice pressione e non tramutandosi in presso-flessione, ha avuto come risultato la caduta "perfettamente" verticale.
-------------------------------
Basta considerar l'istabilità dell'equilibrio e quindi il crollo di tutte le travi contemporaneamente proprio per la pressoflessione applicata a travi a 550°C temperatura in cui il lavoro di queste si dimezza.
Un po' di calcoli:
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=763
Guarda nei commenti
-------------------------------
tenuta delle fondamenta,
------------------------------
Quindi dici che secondo te non ci son video che mostrano pareti con squarci in diagonale tipici di un forte momento trasmesso alle fondamenta della costruzione?!
hehehe
----------------------------------Vorrei però far notare che, a seguito di un'esplosione, dei frammenti vengono lanciati in tutte le direzioni con una certa "velocità iniziale" (che può essere non piccola in caso di esplosioni violente). Quelli scagliati verso il basso (come il pezzettone mostrato nella foto), quindi, arriveranno al suolo prima di un corpo che scende dalla stessa altezza in caduta libera (e che parte con velocità zero).
--------------------------------
quindi fra una piuma ed una trave chi cade prima (sia nel caso con aria che senza aria)?!
E fra una trave che cade da 3,5 metri sul pavimento ed una trave che cade da 3,5 metri sul tavolo chi raggiunge prima il pavimento?
-------------------------------
Per questo dico a Paolo di lasciare perdere, qui si tratta anche di politica, e palesemente non è il suo campo.
-------------------------------
Tipo non so notare che Meyssan da quando è andato in Iran a aizzare con il suo faccia-libro i pasdaran che oggi si espirmono con l'annientamento di Israele citanto teorie antiolocausto e volontà di armi nucleari ha fondato a parigi un gruppo politico di colettivi (che qui in italia si distinguono per disinformazione e per continuare a spammare la rete con le teorie antibush) esattamente come ha fatto poco tempo fa Chomsky (vedi MEMRITV) altro americano di passaporto che è adato recentemente a spiegare le sue fatateorie in libano aizzando gli Hezbollah (che prossimamente faranno come l'iran) traendo così grande beneficio per quella sottospecie di movimento liberario socialista in america che si è distinto a Seattle e con i Pinkos in varie azione di natura discutibile e che senza l'11 settembre e senza il complottismo iscriveva come adepti si e no qualche individuo diversamente da oggi?
http://onthefencefilms.com/video/unodemayo/
ummmm....hai ragione su una cosa, Paolo non vuol mettere di mezzo la politica e fa bene.
---------------------------------
Se non ricordo male (ma forse riesco a ripescare l'articolo), una volta partito il crollo la cosa procede piuttosto velocemente, soprattutto i pilastri che si rompono offrono poca resistenza. Ammetto che non me lo aspettavo, ma mi ricordo che ne rimasi convinto. La velocita' di caduta quindi doveva essere piuttosto alta, anche se non credo potesse avvicinarsi alla caduta libera.
---------------------------------
Credo che una cifra plausibile di decelerazione a quella di gravità possa essere 0.56 metri al s^2
---------------------------------
Vuoi un'ipotesi antiamericana che non tira in ballo aerei inesistenti, pod e demolizioni controllate? Eccotela: il governo USA sapeva dei piani di bin Laden e ha lasciato fare, come pretesto per giustificare leggi nazionali demenziali (Patriot Act) e azioni militari all'estero. Visto? Sono capace anch'io di fare ipotesi contrarie a quella ufficiale. Ma le faccio un po' meno becere, colabrodo e facilone di quelle dei complottisti DOC.
-----------------------------------
Ne faccio una anch'io: Russia e Francia sapevano di quanto stava per avvenire ma anzi si son date da fare per crear false prove (questione nigergate anno 2000).
Rimango comunque dell'idea che se ti chiami Chavez e vuoi cambiar la costituzione non usi due aerei contro il WTC per farlo. Nemmeno se governi l'algeria e far la carta della "pace"....Certo il paragone non fa onore all'america anche se il patriot act è meglio delle citazioni sopra.
-----------------------------------
- Si dice che le puntate in borsa sul ribasso delle compagnie di volo coinvolte nell'attentato siano state almeno una decina di volte quelle normali.
----------------------------------
Sulla base delle variazioni di borsa hanno provato già due volte a preveder attentati....se non avete mai sentito questo è perchè fu un misero fallimento.
----------------------------------

E poi mi spiegate perché hanno attaccato i grattacieli proprio quando erano vuoti? Mi pare strano.
-----------------------------------
alle 8 del mattino il grattacielo è vuoto? Scusa ma tu a che ora vai a lavorare di solito?!
-----------------------------------
Si dice anche che la signora di Cogne sia parente di Prodi (fa Franzoni di cognome come la moglie di Prodi), ma vuoi lasciarti abbindolare dai "si dice" o cercare di saperne di più prima di farti un'opinione?
----------------------------------
Magari fosse come questa....Prodi è andato per vie legali nei confronti di chi diffondeva questa voce.
Ahhh ma in questo caso poichè il soggetto sarebbe Bush avremmo un imperialista che tenta di nascondere la verità.
Inizio a capire perchè non diffondono nulla. Dal nulla la rete è stata capace di inventarsi l'inverosimile anche oltre la comicità (momenti dalla termodinamica...Jones sei il mio eroe....hahahaa), figuriamoci in altre condizioni (senza contare che fra Meyssan e Chomsky stanno creando grattacapi internazionali peggio che nella guerra fredda...evviva la libertà di stampa che fa bene).
----------------------------------
Occorrerebbe immettere in un programma CAD 3D la matematica della torre, quindi simulare con un CAE l'urto, pilastro per pilastro, in Joule con un'incertezza del 10% (impossibile) ed i relativi effetti sui solai e sui restanti telai.
---------------------------------
Incertezza del 10% che prog usi? optimo.
Comunque serve un'evoluzione del processore per trattare un fenomeno di multifisica. tra l'altro l'istabilità dell'equilibrio non è schematizzabile (per ora) nel calcolatore e quindi si dovrebbe ricorrere a sistemi transitori a brick anzichè a plate o pipes...e la cosa si complicherebbe di parecchio.
-----------------------------------
Stiamo appena appena scoprendo la vicenda Moggi, oltre 100.000 telefonate intercettate e chissa quante ancora fatte, la triade in voga da 13 anni e solo ora viene alla luce.
Lo scandalo Parmalat è uscito dopo qualche anno.
E stiamo parlando di fessi che pensano ancora di poter dire certe cose al telefono senza essere beccati.
----------------------------------
Tipico esempio di processo giudizio e condanna senza doppio grado e senza procedimento penale con magistrato giudici e avvocati.
Molti oggi condannano con tesi imparziale dei giornali(quelli che come l'unità beccano 4000000 di euro all'anno) senza porsi il minimo dubbio.
Comunque l'assassinio di Kennedy è stato dimostrato stradimostrato e ridimostrato...e son 50 anni che continuano e hanno pure fatto un famoso film a riguardo che stravolge TOTALMENTE la realtà a favore del complottismo. Ma così è emozionante semplice e stimolante per i pregiudizi della gente che scarica così la colpa a qualcuno per la realtà che lo circonda.
----------------------------------
beh, l'11 settembre abbiamo imparato che per far crollare un palazzo è sufficiente indebolirlo ai piani alti e poi per l'effetto "pan-cake" viene giù tutto!!! con un bel risparmio di esplosivo!!!
----------------------------------
Infatti è risaputo che esplosivo e fiamme o esplosivo e aerei che vi cozzano contro non fanno nulla per una mezzoretta.
no?!...o forse sarebbe dovuto crollare subito se c'era lì l'esplosivo.
O di punto in bianco i terroristi son diventati bravi a pilotar l'aereo a tal punto da prender proprio il piano superiore a dove c'era l'esplosivo?! a no...sicuramente è stato portato su l'esplosivo mentre la gente scendeva.
Aggiungo anche questo:
http://img487.imageshack.us/img487/3776/0305911graph2lg8xu.jpg
i cercatori di lumache
http://eric.bart.free.fr/iwpb/images/A0079b_FBI_Search.jpg
Sisi son proprio lanciati in tutte le direzioni i detriti
http://img62.imageshack.us/my.php?image=51ww.jpg
Scrivi a Jimmi Walter e segnalagli che sta scrivendo una cavolata con s=1/2*g*t^2 (strano che Jones del BYU non glielo abbia fatto notare)
jwalter@walden3.org
Vi risponderà subito....
Pilastri denudati
http://img416.imageshack.us/img416/5628/foto36mn.jpg
The bellism effect optik
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/911/falsinut/2-3-760o.jpg
Spiegazione di luogocomune
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/911/falsinut/test500o.jpg
Viva la natura http://img420.imageshack.us/img420/904/glistranieffettidelsoleedellum.jpg
Fuoco inesistente sulle torri (ne ho anche altre che comprovano come fosse anche andato salendo nei piani):
http://img420.imageshack.us/img420/3545/site10492rg.jpg
http://img420.imageshack.us/img420/8570/site11001jk.jpg
http://img420.imageshack.us/img420/7205/site11013gi.jpg
Ma era quasi spento...il fumo si generava dal nulla (W Gulmara).
WTC7
http://img433.imageshack.us/img433/6421/wtc7cloud6ol.jpg
emmm scusa Paolo...a chiudo qui con il WTC7

Credo basti.
Notte a tutti.
per chi ha voglia e tempo, a questo link:
http://www.macchiafiles.net/audio/060422sabatonotte.mp3
c'è +o- la traduzione in italiano di quello che si dice in loos change (in google video).
a partire dal minuto 33.28 e va avnto per circa 22 minuti
io penso che sinceramente la verità non ce la diranno mai...

ciao dal Baghino
"Vista la forma arcuata delle loro traiettorie ... possiamo escludere che vengano spinti verso il basso da qualche forza che si aggiunge alla gravità."
Una esplosione lancia gli oggetti con una velocità iniziale diversa da zero (e verso una direzione), dopodichè la caduta è una caduta libera, di un grave sottoposto alla sola forza di gravità. Inoltre proprio per il fatto che i frammenti causati dall'esplosione avrebbero una velocità iniziale non nulla (diretta anche verso il basso) potrebbero trovarsi più in basso dei piani "in caduta libera".

Ciao
Ehmmm
Non è esilarante.. me è significativo il fatto che la massa ragiona come "singolo"..
I fatti che hai citato erano conosciuti da anni.. indovina un po' perchè "escono" proprio in un preciso momento??
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/griffin/griffin1.html

Acciaio fuso: l'undicesima caratteristica che sarebbe lecito aspettarsi solo se degli esplosivi fossero stati utilizzati per tagliare le colonne d'acciaio sarebbe l'acciaio fuso; la sua presenza sul sito del crollo del WTC è stata riportata da molti testimoni, incluse le due figure principali implicate nella procedura di asportazione delle macerie, Peter Tully, presidente della Tully Construction, e Mark Loizeaux, presidente della Controlled Demolition, Inc.

Tully ha detto di aver visto pozze di "acciaio letteralmente fuso" al sito del crollo. Loizeaux ha affermato che molte settimane dopo l'11 settembre, quando si stavano rimuovendo le macerie[...]


Queste affermazioni sembrano in contraddizione con quanto scritto nella parte iniziale dell'articolo:

Fotografie delle torri 15 minuti dopo gli impatti mostrano incendi isolati e molto fumo nero, segno della scarsità di ossigeno. Thomas Eager, a questo proposito, ha detto che le fiamme raggiungevano "Probabilmente solo i 1200° o i 1300° F" (Eager, 2002).

Ci sono motivi per credere, per di più, che le fiamme non fossero neanche così intense. Come mostrano le fotografie, le fiamme non hanno rotto le finestre e non si sono nemmeno propagate molto oltre i punti dove sono cominciate (Hufschmid, 2002, p.40). Questa documentazione fotografica è supportata dagli studi scientifici condotti dal NIST, che ha scoperto che delle 16 colonne perimetrali esaminate, "Solamente tre colonne hanno provato che l'acciaio raggiunse temperature superiori ai 250°C [482°F],"e nessuna prova che alcuna colonna del nucleo centrale avesse raggiunto anche solo quelle temperature (2005, p.88).


Se a distanza di settimane dal crollo c'era ancora dell'acciaio fuso, ciò significa che c'era pure del fuoco.

Questa testimonianza è molto importante, dato che sarebbe difficile immaginare che cosa, oltre agli esplosivi ad alto potenziale, avrebbe potuto causare lo scioglimento dell'acciaio.

?????Quindi se uso dell'esplosivo per tagliare una trave d'acciaio questa rimane liquida per "alcune settimane"?????

[...]Alcuni hanno parlato, come abbiamo visto, del kerosene. Tuttavia la maggior parte è bruciato molto velocemente nelle enormi palle di fuoco che si sono sprigionate dopo l'impatto degli aerei con gli edifici, ed il resto è esaurito nel giro di dieci minuti [...]

Ricapitolando
-È stato trovato acciaio fuso "molte settimane" dopo il crollo;
-Il kerosene degli aerei si è esaurito in un tempo relativamente breve;
Ciò significa che l'acciaio è stato mantenuto liquido dal fuoco prodotto probabilmente da perdite di gas e dai residui del crollo che continuarono a bruciare per giorni; se un po' di carta straccia e mobili "condita" con del gas è riuscita a mantenere l'acciaio liquido per "molte settimane" perchè 24000 galloni (circa 90000 litri) di kerosene non avrebbero dovuto indebolire le travi d'acciao?
a proposito di "si dice", vi segnalo questo link giusto per avere un'idea di cosa rappresentano 200 tonnellate di oro
(più o meno la 20esima riserva al mondo)
certo nulla è impossibile, ma mi pare curioso conservare una tale quantità d'oro in un edificio dove entrano migliaia di persone ogni giorno

http://en.wikipedia.org/wiki/Official_gold_reserves

roberto
http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/griffin/griffin1.html
Acciaio fuso: l'undicesima caratteristica che sarebbe lecito aspettarsi solo se degli esplosivi fossero stati utilizzati per tagliare le colonne d'acciaio sarebbe l'acciaio fuso; la sua presenza sul sito del crollo del WTC è stata riportata da molti testimoni, incluse le due figure principali implicate nella procedura di asportazione delle macerie, Peter Tully, presidente della Tully Construction, e Mark Loizeaux, presidente della Controlled Demolition, Inc.

Tully ha detto di aver visto pozze di "acciaio letteralmente fuso" al sito del crollo. Loizeaux ha affermato che molte settimane dopo l'11 settembre, quando si stavano rimuovendo le macerie[...]
----------------------------------
Capperi bisognerebbe dirlo alle industrie metallurgiche che l'acciaio di fonde con gas fatto esplodere. Sai quanti milioni risparmieremmo(attualmente lo si mette su una specie di silos assieme a coke...carbone e si da fuoco al tutto...un po' come se mettessimo tonnellate di macerie una sopra l'altra con un po' di fessure da cui arriva l'ossigeno e tanta tanta carta e altri materiali facilmente infiammabili a scaldar il forno di acciaio e altro).
In fin dei conti pochi attimi di esplosione fondono l'acciaio molto + che un incendio di 12 giorni documentato da decine e decine di fonti (ovviamente non fonti di disinformazione).
----------------------------------
Fotografie delle torri 15 minuti dopo gli impatti mostrano incendi isolati e molto fumo nero, segno della scarsità di ossigeno. Thomas Eager, a questo proposito, ha detto che le fiamme raggiungevano "Probabilmente solo i 1200° o i 1300° F" (Eager, 2002).
----------------------------------
Incendio de serbatoio di carburante per aereo a Londra qualche mese fa.
Fumo nero per 2 giorni, oscuramento persino delle immagini da satellite.
2 notti di fila su londra e temperature di migliaia di gradi che hanno reso difficile utilizzare l'acqua come mezzo per spegnerlo (a 6000°C l'acqua brucia meglio della benzina per la dissociazione dell'idrogeno con l'ossigeno).
Ma si sa il fumo nero indica che l'incendio sta per spegnersi...
Certi esperti dovrebbero tornare alle medie e far quell'esperimento in cui sul becco bunsen si mettono a bruciare diversi materiali. Sodio Fiamma gialla, Carbonio fumo nero, ecc...
------------------------------------
Ci sono motivi per credere, per di più, che le fiamme non fossero neanche così intense. Come mostrano le fotografie, le fiamme non hanno rotto le finestre e non si sono nemmeno propagate molto oltre i punti dove sono cominciate (Hufschmid, 2002, p.40). Questa documentazione fotografica è supportata dagli studi scientifici condotti dal NIST, che ha scoperto che delle 16 colonne perimetrali esaminate, "Solamente tre colonne hanno provato che l'acciaio raggiunse temperature superiori ai 250°C [482°F],"e nessuna prova che alcuna colonna del nucleo centrale avesse raggiunto anche solo quelle temperature (2005, p.88).
-----------------------------------
Stranamente il NIST invece mostra che le fiamme si son propagate attraverso i cavedi perimetrali fino all'ultimo piano ne WTC1.
La cosa che fa incavolare è che trascurino questo effetto considerandolo come marginale.
Invece la cosa eclatante è che arrivano a stimare una temperatura di 550°C nei tre piani di impatto e non si chiedono minimamente se il loro Adyna sia in grado di seguire l'istabilità dell'equilibrio (calcolata non alla Eulero, ma tralasciando le ipotesi base dei programmi di calcolo, ovvero piccoli grnadienti e piccoli spostamenti) in un fenomeno termico.
D'altra parte non mettono nemmeno in luce che con un quarto delle colonne divelte-lesionate a 550°C il resto delle colonne per quei tre piani segue una capacità di lavoro dimezzata dovuta all'abbassamento del modulo elastico ed a quello della tensione di snervamento.
Si limitano soltanto a verificare la teoria se l'allungamento provocato dal calore avrebbe potuto far allargare le colonne perimetrali arrivando a conclusioni che negano tale possibilità.
Dimenticano quindi le lesioni alle giunture chiodate (quanto di meglio ci sia per render rigido e fragile una collegamrnto trave colonna o trave trave) beh percepite dai testimoni. Dimenticano che un sistema grigliato per ridurre l'istabilità dell'equilibrio e per resistere con rigidezze elevate a forze orizzontali (metodo del cavolo con cui l'ingegneria razionalista ha costruito per un decennio prima di affrontar meglio certi argomenti....tipo il terremoto di San Francisco) è il non plus ultra per verificare cedimenti da stato di coazione indotto da differenti gradienti termici.Mah...
Rimane comunque il fatto che milioni e milioni di fogli di carta son svolazati e stati seppelliti con il WTC....ma si sa la carta non brucia tanto quanto il calore inglobato dalle macerie e disperso in + una settimana non poteva far fondere il metallo (è il quarantesimo ;) principio della termodinamica: il calore si genera dal nulla e scompare nel nulla ma solo se siamo a NY).
Piccola correzione: non Adyna, ma Ansys.

Saluti
Questo non è un post, ma un annuncio commerciale riservato ai signori complottisti ed affini

Al fine di finanziare una teoria che dimostri che l'attuale Papa è un clone di Rin Tin Tin abbiamo deciso di lanciare un'offerta pubblica di vendita, alienando dal nostro pingue portafoglio parti dei nostri pacchetti azionari, quali:
n. 10.000 azioni della Babbo Natale SpA
n. 22.500 azioni della Epifanio Befana snc
n. 7.500 obbligazioni della Babau & Co.
n. 500 bond della "Una Pizza Per Paolo Attivissimo" ONLUS
Gli interessati riceveranno a domicilio i pizzini con le istruzioni di pagamento.
Non si accettano permute.
Immagino che Candido facesse ironia contro i complottisti, quando vaneggiava della macchina del tempo.
Immagino che Candido facesse ironia contro i complottisti, quando vaneggiava della macchina del tempo.

Uhm, scometto che tu sei una spia del governo...
Ok, lo prenderò come un "sì".
scusate, ma volevo capire una cosa.
Non ricordo esattamente quanto tempo è passato tra lo schianto degli aerei ed il crollo degli edifici. Tuttavia sono passati diversi minuti, visto che la maggior parte della gente è riuscita a mettersi in salvo.
Ebbene: se i piani alti degli edifici fossero davvero stati riempiti di esplosivo come si vuol far credere, lo schianto non avrebbe rischiato di far esplodere immediatamente tutto l'edificio?
Anche a me interessa la risposta a questa domanda.

SirEdward
"lo schianto non avrebbe rischiato di far esplodere immediatamente tutto l'edificio?

Infatti la prossima teoria sarà quella che l'esplosivo fu piazzato dai Pompieri di NY...
lo schianto non avrebbe rischiato di far esplodere immediatamente tutto l'edificio?

Io personalmente propongo: "Non c´era esplosivo, ma hanno demolito le torri con un nuovissimo tipo di arma a ultrasuoni, che ha concentrato energia alla base dei piloni di ogni singolo piano, direttamente da Langley".

Ma tanto tra aerei radiocomandati, esplosivi che esplodono "solo quando lo dico io", pompieri kamikaze o altre invenzioni un modo lo trovano!
Per airone76
Dimentichi la causa ufficiale della teoria sull'abbattimento del DC 9 di Ustica:
UN GROSSO PICCIONE
Sono d'accordo con mone, la verità non ce la diranno mai. Possiamo solo fare delle ipotesi, ma nessuno di noi ha la verità in tasca. Abbiamo solo un cervello in grado di ragionare. Paolo, grazie per il tuo lavoro costante ed incessante.
Concordo con quanti finora hanno detto che è impossibile (oltre che inutile) fare qualsiasi tipo di calcolo. Un po' di tempo fa, alla facoltà di Ingegneria di Firenze venne tenuto un seminario sulla dinamica del crollo delle Torri Gemelle, rivolto per gli ingegneri civili. E' chiaro che lezioni come queste possano essere comprese appieno solo dagli "addetti ai lavori", e chiunque tenti calcoli "da bar" possa incorrere in gravi errori e omissioni.
Penso perciò che prove di un eventuale complotto possano venir dimostrate solo da qualcuno esperto del settore (che abbia perciò la qualifica come minimo di ingegnere civile, senza toglier nulla agli altri), e che non riduca la dimostrazione a quella di un punto materiale che cada nel vuoto...
ahhhh Ustica...
Che beio ricordi...
Per esempio: se il missile che ha abbattuto l'aereo italiano era americano per abbattere l'aereo libico che proveniva dalla francia...
Noi (Cossiga) perchè abbiamo lasciato che fosse una ditta francese a ripescar il relitto?!
Misteri.....la prestigiridirizzazione.,.,..emmm si ok, un po' ot.

Vediamo: secondo me il WTC è stato abbattuto con una bomba nucleare a basso potenziale (pensiate che stia scherzando?! c'è chi l'ha sostenuta veramente).
In alternativa prenoto l'esplosivo mescolato con la calce per costruire l'edificio (pensiate che stia scherzando?! c'è chi l'ha sostenuta veramente) oppure con lantimateria di Bob Lazard dell'area 51 (piccola satira nei confronti di nexusitalia).
Tra l'altro questa spiegherebbe anche le distorsioni temporali che ci sono fra chi esamina i video e chi tenta di sostener la teoria complottista.

Saluti
(PS: tanto fra 6 mesi ricomincia tutto con altri nuovi internauti....)
Mai sentito parlare della termite???
Potrebbe essere una bella spiegazione
Gu99
Guardate bene i filmati del crollo: durante lo sgretolamento, appena al di sotto della nube, si vedono getti di materiale fuoriuscire perpendicolarmente dai piani un istante prima che crollino.

Questo può succedere solo se esplode una carica all'interno del piano, non può avvenire per lo "schiacciamento" di un piano sull'altro.

Peraltro non sarebbe stato difficile piazzare cariche esplosive senza dare nell'occhio, infatti le torri del wtc possedevano parecchi tunnel verticali, come le rampe degli ascensori e i condotti per evitare l'effetto camino in caso di incendi.Ovviamente queste condotte non sono visibili, e si può piazzare quanto esplosivo si vuole senza che nessuno se ne accorga.

I tentativi di Paolo sono vani perchè stavolta sta tentando a tutti i costi di smontare qualcosa che non è una bufala.
Anonimo (dotarvi di un nome è sempre troppo difficile?), mi spiegheresti perchè gli sbuffi non possono avvenire per compressione? Hai anche delle valide motivazioni? Io non ci vedo niente di strano.

Secondo, ammettiamo che ci siano dei condotti dove piazzare dell'esplosivo, come ce l'hanno portato fin li senza farsi vedere?

Inoltre, che volume hanno secondo te queste aree? sarebbero bastate a contenere abbastanza esplosivo?

Dai... formula teorie complete e non stupidaggini lacunose. Altrimenti la tua teoria non sta in piedi
BASTA CON STE CRETINATEEE!!!
QUELLA FOTO NON DIMOSTRA UNA CIPPA DI NIENTE!

E CHE SENSO HA DIRE "LASCIAMO PERDERE I CALCOLI E LA FISICA"??
LASCIAMO PERDERE I CALCOLI E LA FISICA?! MA SE SONO L'UNICO MODO PER SAPERE SENZA ERRORI LA VERITA'?!?! E TU COME PRETENDI DI SMONTARLI? CON UNA FOTO?? UNA FOTO????

A CHIUNQUE SI SENTA INSODDISFATTO DI QUELLA FOTO E DA QUESTA COSIDDETTA "ANALISI" GROSSOLANA E MALFATTA, ECCO DUE LINK INTERESSANTI CHE PARLANO DI FISICA ED INGEGNERIA:


1- PERCHE' LA VERSIONE UFFICIALE SUL CROLLO DELLE TORRI E' FALSA (DA UN PUNTO DI VISTA INGEGNERISTICO E FISICO):

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/griffin_crollo.htm


2- TUTTE LE LEGGI FISICHE CHE AVREBBERO DOVUTO SOSPENDERE GLI ATTENTATORI PER FAR CROLLARE IN QUEL MODO LE TORRI GEMELLE:

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/musulmani_fisica.htm


MA A PARTE LA FISICA E L'INGEGNERIA, BASTA IL SEMPLICE BUONSENSO PER CAPIRE CHE SONO STATE DEMOLITE E NON SI E' TRATTATO DI UN CEDIMENTO SPONTANEO, FATEVI QUESTA DOMANDA:

"SE I CROLLI PERFETTAMENTE VERTICALI FOSSERO COSI' FACILI DA OTTENERE, PERCHE' PER DEMOLIRE IN QUELLO STESSO MODO UN EDIFICIO DI SOLITO SERVONO CALCOLI PRECISI E UNA PIANIFICAZIONE DI SETTIMANE?!
E' STATO SOLO UN CASO?
TRE VOLTE IN UN GIORNO SOLO????? ANDIAMO!
LA TORRE SUD ERA ADDIRITTURA STATA COLPITA DI LATO, E INVECE DI CADERE SUL LATO COLPITO E CROLLARE INCLINATA DA QUELLA PARTE, E' VENUTA GIU' DRITTA COME UN FUSO!!!"

SENZA CONTARE IL FATTO CHE POCHI GIORNI PRIMA LE TORRI ERANO STATE PARZIALMENTE EVACUATE PER MOLTE ORE CON LA SCUSA DI SISTEMARE DEI NUOVI CAVI ELETTRICI. NON POTREBBERO AVERNE APPROFITTATO ALLORA?
E DIRE DEL FATTO CHE NON TUTTI I PIANI ERANO OCCUPATI ED ALCUNI ERANO COMPLETAMENTE DESERTI?
SISTEMARE DELLE CARICHE ESPLOSIVE NEL NUCLEO INTERNO DEGLI EDIFICI (DOVE NESSUNO POTEVA VEDERLE PERCHE' GLI UFFICI ERANO INTORNO) VI SEMBRA ANCORA COSI' IMPOSSIBILE?

E COSA DOBBIAMO PENSARE DEL FATTO CHE SILVERSTEIN HA QUADRUPLICATO L'ASSICURAZIONE SULLE TORRI UN MESE PRIMA DEGLI ATTENTATI???
QUADRUPLICATO!!!
UN MESE PRIMA!!!
APPENA IN TEMPO!!!
E COSI' SI E' INTASCATO PIU' DI 5 MILIARDI E MEZZO DI DOLLARI, INVECE DI 2!
CHE COLPO DI FORTUNA, GUARDA UN PO'!

SENZA CONTARE TUTTE LE STRANEZZE TIPICHE DELLE DEMOLIZIONI CHE NEI CROLLI SPONTANEI NON ACCADONO:
- CROLLO PERFETTAMENTE VERTICALE
- CEMENTO POLVERIZZATO IN NUVOLE FINISSIME
- TEMPO DI CADUTA RAPIDISSIMO
- PARECCHI SBUFFI DI FUMO TIPICI DELLE DEMOLIZIONI CONTROLLATE
- TRAVI DI ACCIAIO TAGLIATE DI NETTO ESATTAMENTE COME ACCADE CON L'IMPIEGO DI ESPLOSIVI
- POZZE DI ACCIAIO FUSO RITROVATE TRA LE MACERIE ANCORA INCANDESCENTI DOPO OTTO SETTIMANE DAL CROLLO!!!!!!!

GLI INCENDI NON FANNO FONDERE L'ACCIAIO!!! QUESTO E' UN FATTO!!!

SVEGLIA!!!


ALBION.
Ignoro volutamente 'sto tizio sopra perchè se uno crede che la Torre sud doveva cadere di lato non ha neanche capito che le torri si sono sciolte. E io un oggetto che si scioglie da un lato non l'ho mai visto... quindi non è degno di risposta e torno all'anonimo di prima.

....ti ricordo anche che non si può mettere dell'esplosivo nei condotti dell'ascensore (men che meno nelle rampe dell'ascensore per il semplice fatto che l'ascensore non ha rampe) senza essere scoperti perchè gli ascensori smetterebbero di funzionare con i condotti ostruiti.

Scusa, ma hai mai visto come è fatto un grattacielo?
Dico davvero perchè mi sembri parecchio sprovveduto e improvvisatore nonostante la sicurezza che millanti.
Ho cambiato idea, anche Albion merita risposta.

Dimostrami che l'acciaio non fonde.

Dimmi qual'è la temperature di fusione dell'acciaio e a quale temperatura bruciava il kerosene degli aerei nelle torri.

Aspetto tue notizie...
P.S. Per Albion

Cita le fonti, che siano testi scientifici e non Luogocomune o roba poco seria del genere.
ACCIAIO: FONDE A 1535 GRADI CENTIGRADI.

INCENDIO DEL KEROSENE: TEMPERATURA MASSIMA STIMATA (UFFICIALMENTE) SUGLI 800 GRADI CENTIGRADI, E SOLO PER POCO TEMPO.

LA TORRE SUD INNANZITUTTO NON DOVEVA PROPRIO CROLLARE PERCHE' I DANNI ERANO DI GRAN LUNGA MA DI GRAN LUNGA TROPPO LIEVI PER GIUSTIFICARE UN CROLLO (E NON LO DICO IO, MA IL PROGETTO DELLE TORRI. MA CHE TE LO DICO A FARE CHE NEMMENO LO CONOSCERAI...).
MA AMMETTIAMO CHE IL DANNO DELL'AEREO E DELL'INCENDIO E' STATO TALE DA FARLA CROLLARE. ALLORA DOVEVA CROLLARE DI LATO PERCHE' E' LI' CHE E' STATA COLPITA, LI' E' STATA DANNEGGIATA ED E' IN QUELLA ZONA CHE IL KEROSENE HA BRUCIATO, NON SU TUTTA LA SUPERFICIE DELLA TORRE!!! SOLO SU QUEL LATO HA BRUCIATO IL CARBURANTE!!! SE FOSSE STATO SUFFICIENTE A SCIOGLIERE L'ACCIAIO DELLE TRAVI (BESTEMMIA INGEGNERISTICA MA LASCIAMOLA PASSARE), LA TORRE AVREBBE DOVUTO IN OGNI CASO CEDERE DA UN LATO E CROLLARE INCLINATA.
E' UN FATTO INNEGABILE.

SE MI FAI DOMANDE COSI' IDIOTE SIGNIFICA CHE I LINK CHE TI HO MESSO NEMMENO LI HAI LETTI.

PRIMA DI DIRE ALTRE CRETINATE, LEGGILI. MAGARI COMINCI AD INFORMARTI SULLA QUESTIONE, INVECE DI PARLARE A VANVERA.

C'E' QUALCUNO CHE SAPPIA DI CHE COSA PARLA E NON DICE IDIOZIE? PER FAVORE, NON LASCIATEMI DA SOLO CON QUESTO HAMMER... ANCHE L'OTTUSITA' DEVE AVERE UN LIMITE.


ALBION.
Albion, potresti smettere di urlare?

Non c'è nessun bisogno di usare sempre il maiuscolo quando scrivi, la gente leggerà lo stesso quello che scrivi e si farà lo stesso un'idea di te, e deciderà lo stesso cosa pensare delle tue idee e dei tuoi modi, anche senza che tu ti preoccupi di occupare violentemente l'attenzione delle persone anche con uno stile grafico che il buon senso, prima ancora che la Netiquette, definiscono sguaiato.

SirEdward
prima avevo fatto notare come è molto strano che un edificio imbottito di esplosivo sia crollato parecchi minuti dopo l'impatto degli aerei, e non sia invece esploso subito dopo. mi sembra quasi un miracolo.

adesso rilancio: per piazzare tutte quelle cariche di esplosivo, con precisione ed in gran segreto, ci sarebbe voluto oltre che a moltissimo tempo, anche una grande quantità di personale in grado di svolgere fisicamente il lavoro. Insomma qui non è più coinvolto solamente Bush e gli amici più stretti, ma sono coinvolti migliaia di tecnici, operai, ingegneri... e questi dove sono finiti? non parla nessuno? non c'è nessun pentito? non c'è nessuno che si è tradito? forse bush li ha giustiziati e li ha fatti morire sotto le torri???

può anche esserci qualche stranezza nella versione ufficiale - ma ci sono in gioco migliaia di variabili, spiegare tutto non è sempre possibile. Qualche cosa ci è stata tenuta nascosa? probabile, anzi, sicuro, ma direi anche comprensibile. Ma la versione non ufficiale mi pare sia più un grosso lavoro di fantasia, che parte dal presupposto che "a noi piace pensare che sia andata così, e adesso ve lo dimostriamo..."
fede
ESISTONO MOLTISSIMI ESPLOSIVI (COME GUARDA CASO PROPRIO QUELLO PIU' FREQUENTEMENTE USATO NELLE DEMOLIZIONI CONTROLLATE, IL C-4) CHE ESPLODONO SOLO TRAMITE INNESCO ELETTRICO, E NON TRAMITE CALORE. IL CHE SIGNIFICA CHE SE ANCHE GLI BUTTI UN FIAMMIFERO ACCESO SOPRA, NON ESPLODONO.

PER PIAZZARE LE CARICHE SAREBBE BASTATA UNA SQUADRA DI AGENTI TRAVESTITI DA OPERAI. UNA VENTINA A TORRE, E IN QUALCHE ORA ECCO CHE E' STATA IMBOTTITA DI ESPLOSIVI (RICORDO CHE NEI GIORNI PRECEDENTI L'ATTENTATO LE TORRI FURONO PARZIALMENTE EVACUATE CON LA SCUSA DI INSTALLARE DEI NUOVI CAVI ELETTRICI, UN'OCCASIONE PERFETTA).

NON C'E' NULLA DI IMPOSSIBILE. SE FOSTE GENTE ONESTA CI RAGIONERESTE SERIAMENTE SOPRA, INVECE DI LIQUIDARE TUTTO CON UN "E' ASSURDO".


ALBION.
Albion, le fonti scientifiche sui dati dove sono?

Comunque all'interno di un edificio il calore si diffonde, quindi non è vero che la torre doveva crollare da un lato.
Soprattutto se un edificio fonde si scioglie e quindi cade verticalmente perchè si framtuma.

Parli di bestemmia ingegneristica.

Sei un ingegnere civile? Edile?

Comunque sia dovresti sapere che nei progetti ingegneristici si devono citare le fonti e le tue non le ho viste.

Calmati fenomeno... io non ti ho offeso. Ma ottuso sei tu visto che parli di "fatto innegabile", per eventi così complessi servono simulazioni accurate prima di parlare di innegabilità.

Si vede lontano due miglia che non hai un minino di precisione scientifica.
Sei capace solo di offendere, sparare a caso, scrivere in maiuscolo e mettere un'infinità di punti esclamativi senza senso.

Calmati... ti conviene se vuoi essere preso un po' più sul serio.

E citami le fonti delle tue affermazioni, ovviamente da ingegnere quale sei sai che di acciaio ne esiste più di un tipo.... a che temperatura fonde quello delle Torri?
...voglio le fonti.
Ma vai a nasconderti!


Travestiti da operai!

E secondo te la srorveglianza all'ingresso fa entrare operai senza provarne l'effettiva appartenenza a qualche società di riparazioni.

Scusami, ma qui sei ridicolo e dimostri di vivere in un mondo parallelo.
Ti garantisco che quanto dici è impossibile in un palazzo dove si lavora, garantito per esperienza personale. La sorveglianza è precisa e rigorosa.

Perdonami, ma fai ridere.

Non sai niente. Nè di fisica, nè di chimica, nè di ingegneria, ne di cosa sia un palazzo dove c'è gente che lavora.

Fai ridere.
Per oggi non rispondo più... ma ci tenevo a ringraziare Albion perchè ci ha mostrato come sono fatti i complottisti.
Impreparati, fantasiosi, non citano mai le fonti, senza senso della realtà e nemmeno del ridicolo.

Dobbiamo davvero prenderli in considerazione?
Calma, calma. Anche se a volte il tono di alcuni esagitati fa arrabbiare evitiamo di far degenerare la discussione.

Le offese, anche se dettate dalla rabbia del momento e magari anche giustificate, sono appigli troppo comodi per chi ne vuole lanciare delle altre.

Quanto ad Albion, credo che chiunque lo abbia letto finora abbia capito che persona sia, dato che non ascolta, o non capisce, nemmeno chi gli chiede di premere il pulsante "CAPS LOCK". Alla luce di questo, e prima di rispondergli: sicuri che ascolterà, o capirà, chi gli parlerà di 11 Settembre?

SirEdward
Solo una cosa, gli USA hanno fatto guerre e guerre più o meno segrete, SENZA dover per questo inscenare un attacco a loro danno. Io son dell'idea che non è un complotto per scatenare una guerra. Per il semplice fatto che gli USA NON NE HANNO MAI AVUTO BISOGNO. Tutto qua.
Guido
Son sempre io, volevo dire un'ultima cosa, di esplosivo non ne basta 1kg o 2, (e comunque anche per piazzare 1 singola carica ci vogliono come minimo una 20ina di minuti a fare veloce) ce ne vuole qualche TONNELLATA. Ora mi spieghi come fanno 20 operai a montare qualche TONNELLATA di esplosivo, nei punti giusti (senza contare il lavoro di preparazione di cui parlava Paolo) senza farsi notare ed in poche ore?
Guido
Insomma, uffa, la velocità di caduta è di circa dieci secondi, basta guardare il filmato con l'orologio in mano: è vero o no?
Se è vero SONO cadute con una velocità da caduta libera il che vuol dire che ogni parte componente era senza vincoli, legami, con le altre parti. Vuol dire che le travi d'acciaio che costituivano la struttura delle torri, da terra alla cima saldate e imbullonate, erano senza vincoli, senza bulloni, senza saldature, il che è assurdo.

Che senso ha parlare dei frammenti che svolazzano per dedurre.. cosa?

Guarda il film e conta i secondi, la miseria, cosa ci vuole?

Sembra che uno si voglia a tutti i costi convincere che è tutto è normale (comprensibile).

Ma se le cose, LE COSE, sono quelle, quelle rimangono.

Come diceva Sherlock Holmes quando hai escluso l'impossible (la velocità da caduta libera in questo caso)ciò che rimane, anche se improbabile, è la verità.

Polidoro
http://it.wikipedia.org/wiki/Rasoio_di_Occam

...
Bizzarro l' insieme delle credenze medioevali della popolazione.

Ora sappiamo perche' la Marchi ha potuto, e alcuni consimili possono, vendere acqua fresca a caro prezzo. Sappiamo perche' i concessionari vendono suv con motori e gomme da pista come ottime per le gite in montagna (che si togliessero di mezzo gia' quando piove, quando nevica poi..)

Gia' perche' Paolo ha fatto una considerazione brillante quanto banale: cadono i detriti piu velocemente delle twin: le twin non sono in caduta libera, anzi.

Affermazione necessaria solo per smentire un'altra affermazione dei complot:"le torri sono in caduta libera."

E dei geni che vedendo le traettorie dei detriti che descrivono ampie volute decidono di affermare che stanno accelerando + di 9.8ms^2. Sono gli stessi che comprano i televisori LCD HD-ridi.

Altri che non sanno neppure cosa sia la netiquette URLANO strane teorie, si, si sono quelli che pur non avendo provato null' altro dicono che windows e' PIU' facile da usare.... (de che?)

Dai, fatemi sperare che la popolazione italiana non sia cosi CRETINA, ben diverso dall' ignorante che puo' cercare di comprendere i propri limiti, e, volendo, superarli, il cretino e' convinto che cio' che e' la sua convinzione/fantasia e' sempre la verita.

E' Triste, no?
>> Dai, fatemi sperare che la popolazione italiana non sia cosi CRETINA

A me basterebbe un mondo dove gente supponente come te non esistesse.

Ti senti più figo perchè non usi Windows ? Hai bisogno di pensare che chiunque abbia un SUV sia un cretino ? Che chi compra un set HD-ready sia un deficiente e gongoli nel fatto che il tuo CRT si veda meglio col segnale PAL ?

Tiri pietre e non ti accorgi di essere in una casa di vetro.

Certo, c'è gente che compra il SUV per APPARIRE più ricco. Chi compra il set HD ready per APPARIRE più figo.
Che non è diverso da chi sbandiera ai 4 venti di rifiutare Windows, SUV e LCD solo per APPARIRE più intelligente e scaltro.
Albion,
Se fossimo gente onesta?
e perchè non lo siamo?
perchè non la pensiamo come te?

Diciamo solo delle cretinate?
L'ottusità ha un limite?

e tu, ne hai di limiti?
limiti che comprendono per lo meno l'educazione?

Credo di no.

Altrimenti useresti a tutti la cortesia di non urlare per esporre le tue idee.
Non bisognerebbe risponder alle provocazioni....
Ma non sono perfetto e faccio un' eccezione:

1) Io mi firmo e metto la mia faccia, ciccino! Tu spari nascosto come un v.

2)"Ti senti più figo perchè non usi Windows?" Sai che non ho mai detto questo? Ma forse sei tu che crei il mercato..... (Cmq abitualmente uso: epoc, nt, ms-dos e linux: hai toppato)

3)"Hai bisogno di pensare che chiunque abbia un SUV sia un cretino ?" No, queste distinzioni classiste le fai tu, io penso che sia tale che entra in curva con un suv a velocita' idonee ad un auto sportiva. Cercare il controsterzo e' divertente anche con una berlina, ma entrare a folle velocita' con un furgone in curva e', a parer mio, effettivamete da stupidi

3)"Che chi compra un set HD-ready sia un deficiente e gongoli nel fatto che il tuo CRT si veda meglio col segnale PAL ?" Il supponente dimostri un' altra volta di essere tu: non ho da 3 anni la televisione e sto facendo ora un pensierino su di un tritubo della barco....Quindi non posso gongolarmi di un crt che non ho. Per l' hd-ridi (che non vede ne' il pal ne' il formato 1080i) basta il Teorema di Nyqist degli anni 30, per l' LCD bastano le curve colore e la latenza. Dopo aver venduto per 15 anni TV in casa mia, semplicemente, un pannello lcd non entra. E' cosi' strano?

Ah, dimenticavo, ho percorso anche 40.000Km con un suv (sai, e' un po' piu' maneggevole di un transit e comunque capiente), ne percorrero' altri sulla sabbia con un toyotone...

Ma forse essendo preso da destra-sinistre si-no e proclami... dimentichi una parola

PERCHE'

Questo e' il tutto

Perche' mettere in dubbio cose facilmente spiegabili.

Perche' farci mettere in testa storielle

perche' trovare la fisica una schifezza inguardabile e poi voler avere una parola in proposito?

Perche' MI METTI IN BOCCA CIO' CHE NON HO MAI DETTO?

Potrei fare supposizioni a manetta su di te, ma non posso: non ti conosco.

Comincia a pensare che forse se parlo lo faccio su cio' che CONOSCO e non su cio che IMMAGINO

Supponente, ovvero che si arroga il diritto di supporre e sparare a zero entri di diritto caro anonimo

scusate la sparata

=:-)

Bye
Claudio
Sono sempre convinto che ci stanno prendendo tutti per i fondelli!

Morgan
A PROPOSITO DI QUELLA FOTO...

Rammento anche ai più ingenui che, in caso di esplosione, tutti i vetri sottostanti il crollo dovrebbero essere in frantumi ed in volo...

Allora? A nessuno interessano le Babbo natale SpA?
HAMMER, SEI SOLO UN PEZZO DI MERDA INSIGNIFICANTE.
NON SAI UN CAZZO E PRETENDI DI AVERE RAGIONE! SEI UN CAZZONE! SEI IL TIPICO ESEMPLARE DEL SEGUACE DI ATTIVISSIMO CHE SI CAGA SOTTO DI FRONTE ALLA VERITA' E LA NEGA INVENTANDOSI STRONZATE UNA PEGGIO DELL'ALTRA!

LE FONTI SONO TUTTE NEI LINK CHE TI HO DATO, PEZZO DI MERDA!!! LO VEDI CHE NEMMENO LI HAI LETTI??? ROTTINCULO DEL CAZZO!

SIREDWARD, SEI UN COGLIONCELLO DIARROICO MA SOTTO LA PATINA DI DOTTO SEI SOLO UN MINCHIONE QUALUNQUE.

MANGIATE LA MIA MERDA, VOI E TUTTI QUELLI CHE CREDONO ANCORA ALLE PUTTANATE DI QUESTO DEFICIENTE DI ATTIVISSIMO.
Avevo in mente di cancellare il commento qui sopra, come faccio di solito con quelli che contengono turpiloquio inutile, ma stavolta faccio un'eccezione: è un'ottima dimostrazione di quanti maleducati, ottusi e bigotti ci siano fra i complottisti, e del genere di insulti che chi vuole indagare serenamente si trova a dover sopportare.

Qualcuno, prima o poi, dovrà scrivere un saggio sulla correlazione fra complottismo e sindrome di Tourette.

Complimenti, Anonimo, hai fatto un bel servizio alla tua categoria.

Hammer, Siredward, vi prego di sopportare gl insulti e non dare da mangiare al troll. Grazie per la vostra pazienza.
Raccolgo l'invito di Paolo e non rispondo.

Direi che l'evidenza è sotto gli occhi di tutti.

Ciao
Egregio Paolo,
ci mostri la foto di un edicifio che sta esplodendo e pensi di poter commentare:
"Poiché si tratta di frammenti metallici, alcuni dei quali hanno dimensioni notevolissime, possiamo escludere che stiano planando, frenati dall'aria. Vista la forma arcuata delle loro traiettorie (visibile nei filmati e testimoniata dalla forma della nube di polvere), inoltre, possiamo escludere che vengano spinti verso il basso da qualche forza che si aggiunge alla gravità.
Quei frammenti sono, quindi, in caduta libera, e cadono alla velocità e con l'accelerazione imposte dalla forza di gravità, senza sconti (salvo la trascurabile resistenza dell'aria) e senza aiutini. E' inoltre evidente che i frammenti provengono dalla parte della torre che in questa foto si è già sbriciolata, quindi provengono da una quota superiore o perlomeno uguale a quella dell'ultimo piano ancora intero."
È di tutta evidenza, invece, che ci sono frammenti spinti verso l'alto, spinti di lato e spinti verso il basso. L'esplosione non è in una direzione privilegiata. Alle forze di accelerazione dovute all'esplosione si somma, ovviamente, l'accelerazione di gravità. I frammenti scagliati verso il basso, quindi, sorpassano, nella corsa verso il basso, il resto dell'edificio, anche se si muove esso stesso mosso dalla forza di gravità. È ovvio che l'accelerazione impressa dalla forza dell'esplosione al corpo di massa maggiore (edificio) è inferiore a quella dei frammenti, che sono di massa inferiore.
La contraddizione tra immagine e commenti è stridente.
http://www.911truth.org/article.php?story=20060327100957690
Bella questa discussione tra scienziati...
MAI SENTITO PARLARE di TERMITE???
è la chiave della situazione!!
Dispiace vedere come la discussione si incendi sempre più su questi temi. Interventi come quelli dell'anonimo a mio avviso rivelano una rabbia e un nervosismo che è malposto nella speranza che l'eventuale complotto esploda improvvisamente cambiando radicalmente società e storia. Non credo sarà così.

Però non mi piace nemmeno l'intervento di Attivissimo, che dice "è un'ottima dimostrazione di quanti maleducati, ottusi e bigotti ci siano fra i complottisti, e del genere di insulti che chi vuole indagare serenamente si trova a dover sopportare.
Qualcuno, prima o poi, dovrà scrivere un saggio sulla correlazione fra complottismo e sindrome di Tourette. Complimenti, Anonimo, hai fatto un bel servizio alla tua categoria."

Intanto qui dentro mi pare che siamo tutti complottisti, perchè il più "allineato" dice che gli americani sapevano e hanno lasciato uccidere 3.000 concittadini. Se non è complotto questo! (anzi, approfitto per ricordare a questi complottisti che Al Quaeda è stata finanziata dalla CIA. E allora vuoi che, oltre che lasciarli fare, un qualche aiutino non glielo abbiano dato? Dai, per gli amici si fa questo ed altro...).

Secondo, Attivissimo sembra sostenere che tra chi non crede al complotto (con le difficoltà di delimitazione della categoria di cui sopra) ci sono molti più maleducati di quelli che invece non credono al complotto. Su che basi lo dice? Boh. E' lui il moderatore, a lui la scelta di come comportarsi. Ma se voleva essere coerente eliminava il messaggio e basta, niente eccezioni "perchè è un ottima dimostrazione". Che erroraccio di metodo ha compiuto stavolta. Scade come quei TG che quando c'è un crimine commesso da uno straniero fa il servizio sui campi nomadi e su quanto gli extracomunitari facciano paura, e quando è commesso da connazionali (la maggior parte delle volte) fa solo cronaca.
Nel post precedente la frase "Secondo, Attivissimo sembra sostenere che tra chi non crede al complotto..."

va corretta con "Secondo, Attivissimo sembra sostenere che tra chi crede al complotto..."
Concordo con l'anonimo di poco sopra: la foto postata da Attivissimo, nella parte superiore, mostra chiari segni di proiezioni verso l'alto e l'esterno. Le traiettorie di cui parla Attivissimo sono in gran parte schiacciate dalla prospettiva.
Esiste un dvd con le registrazioni dei crolli del WTC da davanti Manhattan (http://www.911eyewitness.com/) in cui si sentono chiaramente una serie di esplosioni in successione. Non credo si trattino di bombole di gas.
P.S. Se qualcuno non vuole alimentare il fiorentissimo e ricchissimo business dei miliardari complottisti, una copia del DVD gliela posso mandare, l'ho acquistata mentre ero negli USA.
Per mocheffamo?

Per risolvere la questione possiamo chiedere a Paolo la percentuale di commentatori offensivi, nel suo spazio commenti, che appartengono all'uno o all'altro schieramento.
Da parte mia confermo che e' piu' facile vedere una persona che sostiene una tesi alternativa sull'11 settembre perdere la calma e diventare maleducato.
Lo vedo come reazione umana alla paura di essere schiacciato dalla parte avversa.
Questa paura non tiene conto della obiettivita' delle teorie ma deriva da un puro istinto di conservazione.
Ho visto molte persone intelligenti, in conversazioni su argomenti completamente diversi, abbandonare ogni ritegno; le ho viste bloccare il CAPS LOCK, o cosi' sembrava, perche' non riuscivano ad avere un dialogo civile; questo succedeva in alcuni forum e blog diventati oramai una piazza online per le risse: Indymedia Italia sopra tutti.
Detto cio' io concordo con l'atteggiamento di Paolo Attivissimo perche' il suo blog offre spazio a tutti purche' si comportino con educazione e parlino con cognizione di causa.
Una considerazione sulla definizione di "complottista": oramai anche per me il termine indica una persona assolutamente incapace di ragionare, ignorante sugli argomenti di cui parla, senza la volonta' di imparare qualcosa di nuovo; soprattutto il "complottista" tipo passa molto tempo a cercare sostegni alla tesi che difende, proprio il contrario di una persona che vuole conoscere e capire.

Stefano Calzetti
Paolo Attivissimo ha scritto:

Qualcuno, prima o poi, dovrà scrivere un saggio sulla correlazione fra complottismo e sindrome di Tourette.

Ahahahahahahahah! Grande Paolo!

Complimenti, Anonimo, hai fatto un bel servizio alla tua categoria.

Frequentando vari forum ho notato che normalmente i rompiballe sono gli anonimi. E' segno o che che sono dei codardi, oppure che, se si tratta di complottisti, non si firmano neppure con un nickname perché temono che la CIA, in combutta con gli altri membri del forum (che è in realtà il covo segreto degli alieni trasformisti del pianeta Grbloxsfuf della galassia di Pirisgnappus), li tenga d'occhio per impedire che interferiscano con i loro diabolici piani....XD

Hammer, Siredward, vi prego di sopportare gl insulti e non dare da mangiare al troll.

Quella in bold dovrebbe essere messa su un cartello in tutti i forum e blog, tipo zoo...XD
Polidoro wrote:

Insomma, uffa, la velocità di caduta è di circa dieci secondi, basta guardare il filmato con l'orologio in mano: è vero o no?

Sono d'accordo con te che basta un orologio e un filmato non tagliato (come questo, rintraciabile tramite e-mule: WTC - Nbc News - The first four hours special report.mpg)per controllare.

Si scopre così che nel caso della torre sud il tempo di crollo di dieci secondi equivale al tempo impiegato dai primi detriti a toccare terra e a coprire di fumo la scena. MA la torre non è ancora arrivata a terra. Ci mette almeno un secondo in più.

Analogamente la torre nord crolla in un tempo superiore ai dieci secondi.

Tra 9,22 secondi (tempo in caduta libera), 10 secondi e 11 secondi c'è un abisso di tempo. Ogni decimo è importante.

Per questo dire che le torri sono crollate in "circa 10 secondi" ha un margine di errore troppo elevato perché l'affermazione possa avere qualunque valore reale.

SirEdward
Io ho visto loose change 2nd edition......forse non tutto è come dicono i complottisti, ma molte, molte, molte cose sono troppo per essere solo una coincidenza.....
Io mi intendo abbastaza di aerei e aviazione e secondo me se si parla di pantagono e pennsylvania in quei casi c'è qualcosa che non va.....perchè ultimamente gli USA hanno reso pubblico il video di cui parla paolo nel suo blog e non tutti gli altri che provenivano dalle telecamere dello Sheraton e altre costruzioni adiacenti da dove la scena sarebbe stata chiarissima....Mah...
Beh.. Filippo, se ti intendi abbastanza di aerei e di aviazione spiegaci cosa secondo te non quadra.

Dico davvero, se hai buoni spunti tirali fuori. Impariamo tutti qualcosa di nuovo.
Questa teoria sinceramente non è molto convincente, non è facile costruire un modello fisico che possa assicurare al 100% la causa del crollo. Dal canto mio il beneficio del dubbio l'ho avuto spostando l'attenzione alle testimonianze dei pompieri e altre persone che quel giorno udirono strane esplosioni (prima e dopo lo schianto cit. Willy Rodriguez) all'interno delle torri, le finestre rotte al pian terreno, e inoltre alcuni esperti che sostengono ci siano molte similitudini con una demolizione controllata. Quei testimoni quel giorno erano lì, non erano davanti ad un pc come noi a fare ragionamenti coi dati sicuramente insufficienti che abbiamo, e inoltre gli esperti sanno quello che dicono sicuramente meglio di noi. Su quella tragedia ci sono molti lati oscuri e mi sorprende che molti di voi non concedano almeno il beneficio del dubbio. Io sono solo un fesso ma ora voglio cercare di esserlo il meno possibile, quando credevo alle armi di distruzione chimiche di massa di Saddam, all'esportazione della democrazia, e poi si scopre che Saddam non ne aveva e che Colin Powell lo aveva pure annunciato prima di smentirsi e della guerra, e che l'esportazione della democrazia la fanno bombardando militi e civili a colpi di fosforo bianco (arma chimica di distruzione di massa) con la bugia che invece la usano solo per illuminare (rainews24)... Questo non per andare fuori tema ma chi di voi crede alle storie raccontate da un bugiardo? Mi rendo conto che ho creduto a dei bugiardi. Esistono documenti che rilevano piani di di attacchi auto-terroristici (operazione northwoods), o la video-confessione di un bin laden che non assomiglia per niente a bin laden, la strategia del terrore per convincere gli americani e il mondo a fare le guerre... o semplicemente i precedenti storici delle messinscene americane (jfk e quanto altro). Avete mai visto documentari su esperimenti della cia per il controllo della mente tramite elettroshok eseguiti agli stessi americani convinti di andare ad una casa di cura? Se veramente esistesse qualcuno che architetta tutto ciò non si fa scrupoli, è potente, ha molti agganci con molte persone e in molti settori. Che probabilità c'è, dati questi precedenti, date le testimonianze, che questa sia l'ennesima messinscena? Chi conosce la teoria della probabilità non è certo al 100% ma la probabilità è così terribilmente alta da farci cagare addosso e prendere in seria considerazione il caso . Documentatevi su come agiscono queste persone assetate di potere, americani, multinazionali, e poi decidete da che parte pende la spiegazione più semplice..Dalla parte dei petro-money forse?
Un caro saluto. emorex
visto che nessuno risponde sulla termite devo dedurre che nessuno la conosca...
quindi come potete parlare senza conoscere la probabile causa del crollo??
Io evito di fare ragionamenti politici, anche perchè sono, a mio parere, fuorvianti in casi come questi.
In molti continuano a ripetere che guardando i filmati, contanto i secondi e applicando la fisica si riesca a stabilire con assoluta sicurezza che si è trattato di demolizione controllata.
E' incredibile quanti fisici esperti si riescano a trovare, nonostante le facoltà di fisica siano tra le meno affollate...
Eppure, poco tempo fa sono stati abbattuti due palazzi abusivi, che a confronto con le torri gemelle erano poco più che due caccole.
Le immagini sono state mandate in onda su tutti i TG.
Ebbene, ci sono voluti mesi di preparazione per piazzare le cariche e l'effetto finale non somiglia neanche lontanamente al crollo delle Twin Towers.
Inoltre vorrei sapere dai fisici qui presenti: come sarebbero dovute cadere le torri per dimostrare l'assenza di esplosivi?
anonymouse wrote:

visto che nessuno risponde sulla termite devo dedurre che nessuno la conosca...
quindi come potete parlare senza conoscere la probabile causa del crollo??


la termite è l'esplosivo che i pro-complotto affermano essere stato usato.

Gli interrogativi sulla questione hanno superato questo argomento.

Prima di rispondere alla domanda "quale esplosivo" è necessario sapere, tra le altre cose, come è stato fatto entrare l'esplosivo, perché ce ne era bisogno, come ha fatto a non esplodere all'impatto e come hanno fatto a scagliare l'aereo proprio nel punto giusto della torre, come mai nessuno se ne è accorto, come mai nessuno ha ancora tradito, come mai l'edificio NON cade in caduta libera.

Prima di parlare (e/o durante la discussione a proposito) di termite o chissà cos'altro bisogna rispondere a queste domande, se no è come cercare di scoprire se una immagine della gioconda è falsa basandosi solo sull'ordito della tela senza guardare se ha i capelli neri o no.

Tra l'altro, io ammetto di non sapere nulla di "Thermite". Mi puoi dire qualcosa tu? Se la usi regolarmente, magari per lavoro o l'hai studiata, o ci hai fatto delle ricerche. Perché sei un esperto, giusto? Se puoi spiegarci come funziona la cosa, confermare o smentire le ipotesi da bar che circolano qua in giro e magari consigliarci qualche libro o articolo sull'argomento potremmo finalmente mettere dei punti fermi.
--- Essendo iscritto all'Ordine mi arriva la rivista degli Ingegneri, ... ---
Sarebbe molto interesante rintracciarla. Magari ci fosse pure una versione elettronica!
Ti ricordi come consideravano che fossero state costruite le Torri? Allora, anche in ambienti tecnici, correva voce che fossero in cemento armato. Successivamente è saltato fuori che erano rette da un'anima centrale totalmente in acciaio.
Questo è importante. Se ci fosse stato solo il calore dell'incendio, infatti, ad agire, le torri si sarebbero lentamente schiacciate sui piani interessati all'incendio o, assai più probabilemte, si sarebbero piegate finché non si fosse raggiunto lo snervamento delle colonne in trazione. La parte sopra gli incendi sarebbe arrivata a terra in caduta libera, mentre la parte inferiore avrebbe retto perfettamente. Per l'incendio, però, non sarebbe bastato il kerosene perché la temperatura della fiamma,in ambiente confinato, non avrebbe raggiunto gli 800°C. L'enorme massa di acciaio, conduttore del calore, non avrebbe potuto nemmeno avvicinarsi a quella tempratura, vuoi per l'entità della massa stessa, vuoi perchè ha un'elevata copacità di trasmettere e di disperdere il calore.
ritorno su di un concetto che avevo espresso un po' più in alto, perchè mi pare non sia stato recepito a sufficienza.

Sono perfettamente in grado di credere che bush ed i collaboratori più stretti siano in grado di mantenere per anni un segreto anche scottante; ma per organizzare un complotto del genere non bastano 10 persone: qui sarebbero coinvolti in migliaia tra politici, tecnici, ingegneri, operai, agenti... come è possibile organizzare un piano di una tale gravità coinvolgendo persone delle quali non sai se potersi fidare o meno? si sa, l'anello più debole della catena è sempre il lato umano: come mai non c'è nessuno che confessa? che ammette di aver partecipato al complotto? certo il proprietario delle torri rischerebbe di perdere i soldi delle assicurazioni: non sarà di certo lui il primo a confessare! ma tutti gli altri? non hanno che da guadagnarci...

la logica dei complottisti mi sembra molto debole: si sono sentite delle esplosioni (distribuite in luoghi ed in tempi abbastanza casuali... ma non era una demolizione controllata?!?) QUINDI è un complotto di bush... ehm si bush avrà anche le sue responsabilità, ma qui mi pare che ci sia un salto enorme!

non so se interverrò ancora su questo argomento: i complottisti girano film, documentari, gestiscono siti internet, fanno tanto casino, ma nella vita reale sono davvero pochi! :)
fede
E' piuttosto illuminante notare che nessuno si sia preso la briga di leggere e commentare l'articolo postato poco sopra da 911truth.org...
Perchè è la lettera di Kevin Ryan degli Underwriters Laboratories, la compagnia che ha cretificato l'acciaio utilizzato nel WTC.
Interessa?
Intanto qui dentro mi pare che siamo tutti complottisti, perchè il più "allineato" dice che gli americani sapevano e hanno lasciato uccidere 3.000 concittadini.

Ehm, se ti riferisci a me, guarda che era una battuta, scritta per dire a un complottista "guarda che se si vuole ipotizzare un complotto, non c'è bisogno di tirare in ballo ipotesi strampalate".



Attivissimo sembra sostenere che tra chi non crede al complotto (con le difficoltà di delimitazione della categoria di cui sopra) ci sono molti più maleducati di quelli che invece non credono al complotto. Su che basi lo dice?

Tutti i commenti beceri postati dai complottisti in questo blog. Fai un giro su Luogocomune e vedrai con che finezza e fair play trovi trattato il mio cognome. Vai a 11settembre.subito.cc e guarda quanti insulti (qualche esempio: "Attivissimo è soltanto un ignorantello scarsamente documentato che vuole fare il saccente pur non potendoselo permettere". "Secondo Cretinissimo, quella macchia è un buco nel muro."). Poi guarda se trovi qualcosa di analogo fra i non-complottisti.
Premessa: sono super partes, sono venuto a conoscenza ieri dell'ipotesi di complotto, da ieri ho raccolto e visionato tutto ciò che è disponibile in questa direzione (siti, filmati, testimonianze, precedenti storici, ecc), perchè ritengo davvero troppo importante la questione al punto da non potermi permettere il lusso di dire semplicemente "è così!" oppure "non è possibile".

In questo momento, non trovando risposte ad alcune domande che in me sorgono guardando i fatti come ci sono stati mostrati, mentre ho abbondantemente esaminato tutte le presunte spiegazioni pro-cospirazione, voglio calarmi dalla parte dei "complottisti" per fare una domanda agli "anti-complottisti": perchè difendete così a spada tratta la versione ufficiale?

Io per primo so che la reazione di rifiuto è quella più normale, ed è la prima che ho avuto anch'io. Poi però ho pensato: ma per gente senza scrupoli, che mira solo al potere politico ed economico, qual è la vera differenza tra far ammazzare persone straniere o del proprio paese? Ve lo siete chiesti?

Ed ora mi calo dalla parte degli anti-complottisti e chiedo agli eretici: perchè difendete a tutti i costi una versione dei fatti diversa da quella ufficiale?
Però in questo caso e in questo momento, una risposta la posso dare anche io: perchè non sopporto di essere preso per il culo da chi si può permettere di perpretare un crimine così abnorme ed efferato basandosi solo sull'effetto shock e sul potere ipnotico delle immagini televisive.

Ora vi prego, ditemi che c'è davvero il terrorismo dietro l'11 settembre perchè l'ipotesi della cospirazione mi fa troppo male, e datemi un buon motivo per cui la migliore difesa aerea militare del mondo non abbia mosso un dito per opporsi a quello che ormai era chiaro che stesse accadendo.

Spero di non aver offeso nessuno.
In realtà il vero piano dei talebani era quello di costruire un GRANDE CAVALLO pieno di terroristi ma qualcuno ha detto a BinLaden:va bene Bin, Bush è scemo ma non fino a questo punto...
Anche se c'è chi dice che costruendo il cavallo molto grande..... (Satiricon)

Gu99
Purtroppo non posso dirti chi c'è dietro all'11 Settembre, né potrò mai, probabilmente.

Tutto quello che posso dirti è che gli attentati si sono svolti "più o meno" con la meccanica della versione ufficiale, ma non posso dirti nulla su chi li ha progettati, realizzati, finanziati, etc.

è molto importante, ancora una volta ripetere che non esiste una divisione bianco/nero, per cui se le torri non sono state demolite con esplosivi allora Bush è un santo. Nulla di tutto questo. E nessuno qui ha mai detto che Bush(o chi per lui) è un angioletto. Qui si parla dei due attentati e di come si sono svolti, ed è qui che la divisione è netta.
Ritorno su questi commenti, davvero interessanti (a parte qualcuno che ha un po' esagerato) con una piccola considerazione.

Molti (chiedo scusa ma non mi sono segnato i nick) si chiedono come è possibile che una tale cospirazione sia possibile tenerla segreta pur coinvolgendo (presumibilmente) centinaia di persone.

Prendo ad esempio lo scandalo Moggiopoli: erano coinvolte centinaia di persone e nessuno hai mai saputo nulla? Eppure alcuni erano fuori dal giro da anni ma non hanno spiattellato tutto: perché? C'erano molte chiacchere da bar, è vero, ma quelle ci sono anche su questo caso. Eppure non c'era nessuna costrizione al silenzio, o per lo meno (sicuramente) molto meno aggressiva di quella che una task force militare segreta (ho usato dei paroloni, ma mettiamola così) costituita dal governo per far chiudere la bocca a tutti i coinvolti.

Paolo, innanzitutto mi spiace essere stato accusato di considerare ininfluente la morte di 3.000 persone. Non è così, è un'immane tragedia in ogni caso. Per pensavo: se il WTC contiene in orario lavorativo 20.000 persone, perché attaccarlo la mattina quando non c'era il "tutto esaurito"?
Scusa Limo, ma mi pare che il caso Moggi sia venuto fuori, o no?
Se consideri poi che le intercettazioni telefoniche sono di mesi e mesi fa...
Vorrei anche ricordare che al momento degli attentati erano circa le otto, quindi in orario di ufficio, ma i piani inferiori a quelli dell'impatto sono stati completamente evacuati prima del crollo (che è avvenuto tempo dopo).
Ho dato un'occhiata ai siti complottisti citati da Paolo.
Debbo dire che ho sentito meno cazzate durante la recente campagna elettorale, ed è quanto dire.
Per non parlare del loro livello estremo di cafonaggine e aggressività - gli insulti sono le argomentazioni di chi non ha argomentazioni.
Prendo ad esempio lo scandalo Moggiopoli: erano coinvolte centinaia di persone e nessuno hai mai saputo nulla?

Il paragone è un po' blasfemo, ma comunque c'è una differenza importante, anzi ce ne sono due: nel caso del calcio, era interesse di tutti tacere (tutti ci guadagnavano) e in ogni caso lo scandalo è venuto a galla perché qualcuno che ne faceva parte l'ha denunciato. Nessuna di queste due cose vale nell'ipotesi di complotto dell'11 settembre.

Fra l'altro, i complottisti citano spesso il progetto Northwood o altri piani segreti USA, ma non considerano una cosa importantissima: quei piani non sono più segreti perché qualcuno li ha divulgati. Il segreto, insomma, è caduto. Come mai non succede per l'ipotetico complotto dell'11/9?

se il WTC contiene in orario lavorativo 20.000 persone, perché attaccarlo la mattina quando non c'era il "tutto esaurito"?

Indubbiamente un attacco sferrato un'ora più tardi avrebbe fatto molte migliaia di vittime in più. Può darsi sia stato un semplice errore di valutazione degli attentatori, o può darsi che abbiano detto "chi se ne frega, tremila o ventimila, comunque sia facciamo un'azione indimenticabile". Considera che non è detto che gli attentatori prevedessero il crollo degli edifici: si aspettavano forse semplicemente di lasciare una cicatrice molto vistosa e di fare comunque carneficina con i passeggeri degli aerei.
Fra l'altro, i complottisti citano spesso il progetto Northwood o altri piani segreti USA, ma non considerano una cosa importantissima: quei piani non sono più segreti perché qualcuno li ha divulgati. Il segreto, insomma, è caduto. Come mai non succede per l'ipotetico complotto dell'11/9?

Come è accaduto in molti altri casi il segreto è stato divulgato 40 anni dopo, il che sfrutta la fantastica abilità delle masse di dimenticare tutto.
Cosa sarebbe successo secondo te se i documenti del progetto Northwoods fossero stati scoperti nel 1962?
Se mai l'11 settembre fosse davvero opera di un complotto certamente non lo sapremo ora. Dovrebbero passare almeno 30 anni, un cambio di generazione, e allora nessuno si scandalizzerebbe più di tanto (vedi Pearl Harbour).
Attivissimo, non sono d'accordo sulla tua affermazione cioè diciamo che non la capisco.
Penso (vedi che sono prudente), penso che i decimi non siano affatto importanti poiché l'oggetto (la torre) è molto alto (410 metri se non ricordo male). Avresti ragione se il percorso, per così dire, fosse breve.

Se mi spieghi perché siano importanti i decimi, beh, può essere utile. L'impressione che ebbi quando, mesi fa, casualmente, rividi il filmato del crollo (quattro anni dopo averlo visto, stupefatto in diretta), fu di assurdità, mi dissi: ma sono proprio scemo, vedere una cosa così assurda e non capire.
Dirai, direte: si sei scemo, ma non per il motivo che pensi.
Beh, non credo, posso sbagliare, come tutti, ma guardare il film e vedere quel coso di 400 metri che viene giù in un attimo e si dissolve per capire che non può essere normale.

Dimmi perché sbaglio a ritenere che i decimi non sono importanti.

E' l'ordine di grandezza del fenomeno che conta, mi sembra, non l'esatta velocità. E l'ordine di grandezza è quello della caduta libera, senza un minimo di resistenza.

Polidoro
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/

guardate questi secondi di video e cercate, senza pregiudizi, di riflettere!
Salve a tutti,
faccio solo alcuni commenti...

- Non è mai stato detto che le travi in acciaio si sono fuse: dopo l'esposizione alle fiamme il metallo può perdere oltre il 50/70% della sua resistenza, quindi su una struttura già "fiaccata" dalle collisioni può essere fatale. Altri 2 indizi ci portano a questa spiegazione: la torre sud è durata meno perchè il peso di 15/20 piani in più sopra l'impatto ha fiaccato prima la struttura. E durante il crollo si vede chiaramente il troncone superiore che si inclina verso il lato più danneggiato, per poi scomparire nella nube di polvere del crollo.

- In un video del crollo della torre nord si vede chiaramente l'effetto della compressione sulle strutture, infatti si notano interi gruppi di finestre che vengono spaccati verso l'esterno già alcuni piani sotto il centro del crollo, ma senza esplosione con fumo e fiamme. Di conseguenza il calcolo della "caduta libera", oltre ad essere fatto dal punto d'impatto (quindi dal 94° piano per la torre nord), deve tenere conto anche del fatto che una volta innescato il crollo la massa in discesa è progressivamente aumentata scardinando completamente la resistenza della struttura e scardinando inoltre il reticolo del nucleo.

- quando gli aerei hanno impattato le torri il carburante si è distribuito in almeno una mezza dozzina di piani oltre a invadere i cavedii centrali e le trombe degli ascensori (che ricordiamolo hanno sempre fatto da camino). In questo modo ha incendiato centinaia di uffici con schedari, mobilio, rivestimenti. Certamente il carburante è durato relativamente poco, ma il fuoco è sicuramente continuato. Il fumo nero prima dei crolli mi ricorda molto quando al termine di un grosso falò, la brace continua a consumare gli ultimi tizzoni sotto la cenere (poco ossigeno che comunque arrivava dalle colonne centrali). Infatti durante gli istanti iniziali del crollo della torre nord si notano ampie fiamme uscire dai piani che stanno collassando, evidenziando che all'interno vi era ancora in corso un incendio non indifferente. Superata questa zona iniziale, come detto prima, non si sono più viste fiamme, ma solo la polvere delle strutture che si sfondavano progressivamente.

- Le demolizioni controllate non partono dalla cima, ma dalla base degli edifici, proprio per la necessità di farli implodere sbriciolando il centro e facendo crollare il perimetro proprio verso l'interno. Inoltre per le torri avrebbero dovuto minare tutta l'altezza non sapendo a che quota gli aerei avrebbero colpito. E cosa non da poco, avrebbero dovuto fare partire la demolizione proprio da quel piano non conosciuto a priori e con il (grosso) rischio che le cariche e le sequenze potessero essere danneggiate dagli impatti.

- L'impatto dei velivoli sulle facciate ha indebolito la struttura esterna, mentre le fusoliere, ma ancorpiù i motori (che sono la parte più massiccia dell'aereo) hanno colpito in modo devastante il nucleo degli edifici. Comunque le torri dovevano resistere all'impatto, ed hanno resistito. Un tempo sufficiente ad evacuare l'edificio.

- I sismografi hanno rilevato i crolli esattamente come una catena di onde d'urto successive dovute alla frantumazione dei solai su cui, mano a mano che scendevano, cadevano le macerie della torre.

- I detriti sono stati rimossi molto rapidamente? La rimozione degli oltre 1,8 milioni di tonnellate è terminata il 30 maggio 2002...

- Sono convinto che l'intenzione dei terroristi non fosse di abbattere le torri, ma semplicemente di fare un'azione eclatante. Purtroppo sono stati più efficienti di quanto potessero prevedere loro stessi.

Scusate se sono stato prolisso, ma mi stupisco sempre per come il "rasoio di Occam" venga utilizzato molto raramente da certe persone.

Infine un bravissimo a Paolo che riesce sempre a "cogliere nel segno".
visto che nessuno risponde sulla termite devo dedurre che nessuno la conosca...
quindi come potete parlare senza conoscere la probabile causa del crollo??


Come "captatio malevolentia" ti chiedo, retoricamente, se sei un complottista.
Infatti, tra le varie possibilità che si offrono, ne deduci una sola (quella più congeniale ai tuoi fini) trascurando le
altre (ad esempio: che se qualcuno non risponde pur conoscendo la termite, è perché è lontano dal pc e non più leggere
la domanda, o non ha tempo per rispondere...)

Si dà il caso che conosca la termite (da non confondersi con la tèrmite, che è l'insetto).
L'ho preparata (preciso: è cosa banale se se ne ha la possibilità), so che aspetto abbia, e so anche che è difficilissimo innescarla. (ovviamente la situazione è analoga allo spegnimento del transponder: difficile non significa impossibile).
Inoltre mi risulta che ne esistano variazioni nella composizione (si aggiungono nitrati o altri ossidanti) che dovrebbero facilitare l'innesco, ma non ho fatto prove in merito.

Ebbene: non credo che la termite possa essere stata usata per la demolizione controllata.
L'unica ammissione che posso fare è che la termite avrebbe potuto essere usata (che non significa che è stata usata per iniziare il crollo tagliando inizialmente la struttura. Il crollo che sarebbe proseguito per cause diverse e indipendenti dall'uso della termite.

Ovviamente motivo questa idea, e lo faccio senza richiamarmi all'autorità di Jones, o Griffith o chissà chi altro.

Iniziamo con una precisazione.
La termite non è un esplosivo, a meno che si sia tanto generosi da attribuire questo termine anche alla cocacola+mentos.
Gli esplosivi propriamente detti sono sostanze (o miscele) che si reagiscono molto rapidamente liberando grandi quantità di gas ad elevata temperatura. L'azione dell'esplosivo è dato dall'azione meccanica di questi gas in rapida espansione.

La termite è invece una miscela incendiaria. Una volta innescata la reazione, si raggiungono temperature di oltre 2000-2500 °C, forse 3000.
Ma la reazione è tutt'altro che rapida.
Intendiamoci: una manciata di termite fa una reazione luminosissima e fumosissima (chiamiamola fiammata, anche se il termine è improprio) che dura da qualche decimo di secondo a qualche secondo (dipende da quanto è compressa... dalla granulometria dei componenti ecc,); però se la confrontiamo con un esplosivo vero (tnt, nitroglicerina) che reagiscono in frazioni di millisecondo, abbiamo lo stesso rapporto (1000:1) che c'è tra un aereo di linea (1000 km/h) e un pedone indolente (1-2 km/h).
Che i "tempi di reazione" della termite siano di quest'ordine di grandezza, lo si può rilevare da alcuni filmati (complottistici) che girano in rete sull'effetto della miscela, e che forse sono ben conosciuti; ma se me li chiedete vedrò di farvi avere l'indirizzo (se lo trovo).

Inoltre la termite non libera dei gas (salvo la piccola quantità d'aria intrappolata negli interstizi).
L'aggiunta di qualche altro componente (nitrati, perclorati, zolfo ecc) aumenta la quantità di gas liberati, ma la quantità di questi additivi, minoritaria, la lascia sempre al di sotto come efficacia esplosiva, (ad esempio), della polvere da sparo che è composta per circa il 70% di carbone che si trasforma integralmente in ossido di carbonio (gas).

L'azione della termite è quella di portare la superficie con cui viene in contatto ad altissima temperatura. Dato che a 2000°C solo una manciata di sostanze riescono ancora a mantenersi solide (ferro e acciaio NON sono tra queste), si capisce l'azione distruttiva del prodotto.

In un solido il calore si trasmette per conduzione. Il fatto, come è di comune esperienza, non è istantaneo, ma richiede del tempo. E questo tempo dipende dalla natura del materiale (il ferro si scalda prima della pietra), dal tragitto che il calore deve fare e dalla temperatura della parte più calda (immaginando l'altra a temperatura ambiente).
Per vedere che tale principio vale anche in condizioni di meno usuali, con temperatura di migliaia di gradi, basta far "mente locale" a qualche documentario (o ricordo diretto) del taglio con la fiamma ossidrica di qualche lastra metallica. La fiamma (e siamo sui 3000°C) dev'essere appoggiata alla lastra per qualche secondo prima che sprizzino, dall'altra parte, le scintille che provano il buco.
Questo significa che per riscaldare fino a danneggiare una trave di circa 2-3 cm come quelle della struttura del wtc, è richiesto anche qui un tempo di alcuni decimi di secondo (risparmio i calcoli, ma che ho già presentato in altro thread).

Il crollo delle torri è avvenuto con tempi di circa 10 secondi.
Secondo la teoria della demolizione controllata, sarebbe stata necessaria una coordinazione molto precisa: ciascun piano avrebbe dovuto cedere al momento giusto. Visto che abbiamo, grossomodo, 100 piani, sarebbe stato necessario predisporre il cedimento di ciascun piano con almeno una precisione di 1/10 di secondo (più lentamente nei primi momenti, più velocemente poi).
Ma, visto che i tempi di intervento (reazione + trasmissione del calore) della termite sono proprio di quest'ordine di grandezza, come si fa a credere VERAMENTE che con questi mezzi si possa raggiungere la precisione richiesta nei tempi per una perfetta sincronizzazione del crollo dei piani? Sarebbe come attendersi che un'auto si arresti al semaforo diventato rosso senza che ci sia, neanche per un istante, il giallo: i tempi di reazione non lo consentono.

D'altra parte quali sarebbero le "prove" dell'uso della termite?

Il filmato delle "scintille" che provengono da un piano delle torri incendiate?
Ma quelle durano MOLTI secondi, mentre gli stessi filmato mostrano che la reazione della termite si esaurisce in due-tre secondi.

La presenza di ossido di alluminio tra i detriti?
Ma lo stesso aereo era principalmente fatto di leghe d'alluminio; inoltre gli infissi del wtc erano di questo metallo, così come molti arredi. Sarebbe così strano trovare alluminio ossidato quando quantità di questo metallo sono state sottoposte all'azione del calore di un incendio?

Il fumo grigiastro che si leva dell'incendio, uguale a quello della reazione della termite?
Questa (purtroppo qualcuno l'ha citata) è una sciocchezza enorme. Qualsiasi incendio dove possano comparire acqua o materiali umidi (e nel wtc c'erano, come minimo, gli impianti igienici) solleva nuvole di vapore biancastre, magari scurite da altri fumi. Personalmente mi vergognerei di citarla come prova. Purtroppo altri non condividono questo sentimento.

La presenza di metallo liquido giorni dopo il crollo, indice di alte temperature?
Qui bisognerebbe dedicare un intervento a parte; perché la demenza della deduzione è troppo grande per esaurirla in un capoverso.
Mi limiterò a riprendere un semplice passaggio:
Dato che la presenza di acciaio fuso sarebbe un indizio dell'uso di "esplosivi" nel crollo del wtc, la pagina"http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/griffin/griffin1.html" riporta la testimonianza:
O'Toole ricorda di aver visto, in febbraio, una gru sollevare verticalmente una trave d'acciaio dalle profondità delle catacombe di Ground Zero. 'Gocciolava acciaio fuso' ha detto" (Lin, 2002).
Dato che l'acciaio è un discreto conduttore del calore, questa volta veramente per la seconda legge della termodinamica ci si dovrebbe aspettare che in cinque mesi il calore (oltre che a disperdersi) avrebbe dovuto omogeneizzarsi lungo tutta la trave.
Se ancora gocciolava acciaio fuso (suppongo da una estremità) dopo tanto tempo, non sarebbe lecito attendersi che cinque mesi prima la temperatura sarebbe stata tanto alta da fondere completamente il metallo?
Credo, quindi, che Sarebbe stato impossibile dire che su trattava di una trave d'acciaio ma al massimo si poteva parlare di "massa di metallo fuso".
Una parziale spiegazione ci sarebbe: quelle testimonianze (e anche fotografie di frammenti arroventati) si riferiscono a pezzi di metallo tagliato con la fiamma ossidrica (o anche la famosa termite) solo pochi minuti prima, durante le operazioni di sgombero.
Io non ho mai visto un sito complottista prendere in esame questa ipotesi.
Forse m'è sfuggito (è possibile).
Vorrebbero gentilmente, i complottisti che sono arrivati a leggermi fino qui, indicami dove questa ipotesi sia stata considerata (e confutata, se è ancora leggibile su LC), per dimostrami che le loro affermazioni abbiano un minimo di serietà?

Rimango, ovviamente a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento o obiezione, e chiedo scusa per la lunghezza e la pedanteria.

mastrocigliegia@yahoo.it
Ho visto il video
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/
segnalato dall'anonimo precedente.

Quando il secondo aereo ha colpito la torre sud c'è stato un forte spostamento d'aria, infatti si vedono tutte le nuvole di fumo sussultare...

Dov'è il problema?
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
HAMMER, SEI SOLO UN PEZZO DI MERDA INSIGNIFICANTE.
...
SIREDWARD, SEI UN COGLIONCELLO DIARROICO...


Egregio complottista anonimo.
Spero che l'omissione dal novero dei miei stimati colleghi del mio nickname sia dovuta a semplice dimenticanza, magari favorita da un mio temporaneo allontanamento dal forum.
Non negarmi, ti prego, l'onore della tua apprezzata considerazione e permettimi di sentirmi associato ai sunnominati personaggi.

Sperando in un rapido accoglimento della mia preghiera
devotamente e rispettosamente saluto

mastrocigliegia
Monzi ha detto...
Ho visto il video
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/
segnalato dall'anonimo precedente.

Quando il secondo aereo ha colpito la torre sud c'è stato un forte spostamento d'aria, infatti si vedono tutte le nuvole di fumo sussultare...

Dov'è il problema?

21/5/06 01:10
---------------------------
Caro Monzi, ma di cosa parli?
in quel video si vedo chiaramenti gli "sbuffi" tipici delle demolizioni controllate! Infatti avvengono poco prima del crollo...
Spostamento d'aria? Aereo? Mi sa che ti sei confuso...
Il paragone è un po' blasfemo, ma comunque c'è una differenza importante, anzi ce ne sono due: nel caso del calcio, era interesse di tutti tacere (tutti ci guadagnavano) e in ogni caso lo scandalo è venuto a galla perché qualcuno che ne faceva parte l'ha denunciato. Nessuna di queste due cose vale nell'ipotesi di complotto dell'11 settembre.

Mi rendo conto che sia blasfemo e, probabilmente, poco calzante, ma le tue due conclusioni non mi paiono corrette.
era interesse di tutti tacere (tutti ci guadagnavano): beh, direi proprio di no visto che alcune squadre sono state retrocesse per venialità o hanno (verosimilmente) perduto partite importanti perché deciso da altri. Ci guadagnava qualcuno (pochi e i ricchi e potenti) e qualcuno ci perdeva (le pedine meno importanti): direi che l'accostamento con l'11 settembre ci sta tutto.

in ogni caso lo scandalo è venuto a galla perché qualcuno che ne faceva parte l'ha denunciato.: come ti hanno già risposto ciò è avvenuto quando Moggi sono 12 anni che dirige la Juventus e dopo anni di dominio al Napoli. Direi che da almeno 20 anni le cose vanno avanti così. E ribadisco che un sistema militare che tocchi le corde giuste ha infinitamente più peso che non quattro balordi che si vantavano tra loro al telefono. Inoltre la vicenda è emersa in tutto il suo spl... squallore per intercettazioni dei magistrati. Se si aspettava una denuncia dall'interno del sistema... buonanotte. Quindi anche qui accordo perfetto con l'11 settembre.

Tutte le risposte interessanti mi convincono sempre più che il crollo sia stato dovuto agli aerei, ma troppi punti oscuri rimangono nella vicenda.

Perché non organizziamo una giornata anti-pro-complottisti-911? Magari a Milano, per chiarirci le idee con un confronto sereno e aperto.
Mastrociliegia, è meglio se citi le parti intere degli articoli, non frasi isolate. Così è più corretto, visto che la testimonianza che segnali non è l'unica. Andrebbero verificate tutte e tre, e credo spetti a chi non accetta i lavori di Griffin.

"Inoltre Leslie Robertson, ingegnere strutturale capo per le Torri Gemelle, ha affermato: "21 giorni dopo l'attacco, gli incendi stavano ancora bruciando e l'acciaio fuso scorreva ancora" (Williams, 2001). La giornalista del Knight-Ridder Jennifer Lin, citando Joe "Toolie" O'Toole, un vigile del fuoco del Bronx che ha lavorato per molti mesi prestando soccorso e rimuovendo le macerie, ha scritto: "Gli incendi sotterranei hanno imperversato per mesi. O'Toole ricorda di aver visto, in febbraio, una gru sollevare verticalmente una trave d'acciaio dalle profondità delle catacombe di Ground Zero. 'Gocciolava acciaio fuso' ha detto" (Lin, 2002). Greg Fuchek, vice presidente del settore vendite della LinksPoint, Inc., che ha fornito parte delle attrezzature informatiche usate per identificare i resti umani ritrovati, ha descritto le condizioni lavorative come "infernali", in parte perchè per sei mesi la temperatura del suolo variava tra 600 e più di 1500 gradi Fahrenheit. Fuchek ha aggiunto che "a volte, quando un lavoratore estraeva una trave d'acciaio dalle macerie, dall'estremità gocciolava acciaio fuso." [34]"

Questo è l'indirizzo del video del metallo fuso (non scintille) che cola dal WTC. Se non è l'effetto della termite, cosa potrebbe essere?
http://video.google.com/videoplay?docid=-2991254740145858863&q=cameraplanet+9%2F11
Mai sentito parlare della termite???
Potrebbe essere una bella spiegazione
Gu99
---------------------------------
Hai voglia...
Riassunto per chi non ha letto le puntate precedenti:
Jones dice
1)thermite perchè il materiale acciaio era fuso
Piccolo problema il materiale era fuso a 12 giorno...come faccia la termite a fonder l'acciaio e conservarlo per 12 giorni fuso è un mistero...molto probabilmente il calore dell'incendio che han impiegato 12 a spegnere ha contribuito....ma a questo punto vien da chiedersi: un incendio delle macerie che dura 12 giorni con idranti sopra che cercano di spegnerle mentre si spostan travi per cercar superstiti è proprio così possibile che non abbia fuso lui alcuni pezzi situati nei punti + caldi?!
2) I pezzi considerati erano ossidati-avevano strati di ruggine, ergo è stata la tipica reazione della thermite.
Purtroppo Jones dimentica che l'acciaio a alte temperature>500-600°C aumenta la sua capacità di sviluppare ruggine se a contatto con acqua(quella per spegnere l'incendio) e ossigeno proprio a causa delle alte temperature (qualsiasi operaio del settore metallurgico dovrebbe saperlo).
a ciò si aggiunge:
3) La reazione della thermite mostrata sempre con materiale in polvere è lenta. Per superfici specifiche elevate come ferro ridotto in granuli di polvere-limatura di ferro(di certo non una trave compatta) impiega vari secondi a reagire. Applicarla quindi a una colonna che è compatta richiede svariati minuti per corrodere di strato in strato e una notevole quantità di thermite. Non si spiega poi come dovrebbe essere applicata visto che è evidente dai vido essere le colonne perimetrali del WTC2 a metà altezza a collassare e piegarsi al momento del cedimento.
Ma magari hanno applicato un campo di gravità orizzontale no?!
Ancora + curioso è immaginare di realizzare un effetto esplosioni a catena con la thermite che impiega diversi secondi per la reazione(diversamente dagli esplosivi).
Infine la thermite produce una quantità di luce molto elevata non riscontrabile nei video (se non quelli di laboratorio con cui Jones tenta di convincervi).
-----------------------------------
Guardate bene i filmati del crollo: durante lo sgretolamento, appena al di sotto della nube, si vedono getti di materiale fuoriuscire perpendicolarmente dai piani un istante prima che crollino.
Questo può succedere solo se esplode una carica all'interno del piano, non può avvenire per lo "schiacciamento" di un piano sull'altro.
----------------------------------
In tutti i video che ho visto il materiale son pezzi del piano superiore che mentre cadevano nello scatto vengon bloccati come se espulsi dal piano inferiore.
Gli sbuffi che si vedono sono la naturale conseguenza di migliaia di tonnellate che premono cadendo e che spingono al di fuori l'aria ed il fumo prodotti dall'incendio in decine e decine di minuti e tra l'altro le giunture iperstatiche o chiodate avevano già cominciato a plasticizzarsi non stupisce quindi che al minimo innesco del crollo le vibrazioni possano aver distaccato vari solai nella struttura.
------------------------------------

Peraltro non sarebbe stato difficile piazzare cariche esplosive senza dare nell'occhio, infatti le torri del wtc possedevano parecchi tunnel verticali, come le rampe degli ascensori e i condotti per evitare l'effetto camino in caso di incendi.Ovviamente queste condotte non sono visibili, e si può piazzare quanto esplosivo si vuole senza che nessuno se ne accorga.
----------------------------------
Nei megapalazzi in genere tutto quello che è inutile in fase di progettazione viene scartato perchè costoso. I cavedi (che non sono poi così larghi come magari potrebbero apparire nel tuo discorso) ci sono e sono utilizzati per far passare tubazioni impianti e quant'altro.
Insomma non son buchi vuoti facilmente raggiungibili. Inoltre posizionare esplosivi sui cavedi fa posizionare esplosivi non sulle colonne, il che implica che servono maggiori quantità di esplosivo. Se poi consideriamo gli impianti presenti che assorbirebbero parte dell'esplosione, ancora + esplosivo
-----------------------------------
All'incacchiato che scrive in maiuscolo. Quando parli di resistenza al variare della temperatura potresti anche specificare di che resistenza stai parlando. Postresti anche accennare alle prove del NIST sul riscaldamento dei tre piani nel rapporto del 2005 eseguito con prova reale e potrasti anche guardarti i video e notare che la donna che si affaccia dal nuovo balcone dopo che la parte posteriore da cui proviene è stata spazzata via da un boeing salutando il pubblico da un'altezza di 300 metri con fumo tutto intorno e il bordo da cui si sporge distorto è un fotomontaggio e non prova che il fuoco fosse spento come dimostrato dalla vasta presenza di fumo.
-----------------------------------
"SE I CROLLI PERFETTAMENTE VERTICALI FOSSERO COSI' FACILI DA OTTENERE, PERCHE' PER DEMOLIRE IN QUELLO STESSO MODO UN EDIFICIO DI SOLITO SERVONO CALCOLI PRECISI E UNA PIANIFICAZIONE DI SETTIMANE?!
E' STATO SOLO UN CASO?
TRE VOLTE IN UN GIORNO SOLO????? ANDIAMO!
LA TORRE SUD ERA ADDIRITTURA STATA COLPITA DI LATO, E INVECE DI CADERE SUL LATO COLPITO E CROLLARE INCLINATA DA QUELLA PARTE, E' VENUTA GIU' DRITTA COME UN FUSO!!!"
--------------------------------
prima fai il saccentone dal punto di vista dell'ingegneria e poi dici na tal stronza..? Scusa ma da quale momento dovrebbe aver una struttura per essere scaraventata fuori?Che forze orizzontali sono tali da spingere all'esterno un blocco con inerzia di migliaia di tonnellate in così pochi secondi? com'è possibile che l'area colpita dalle macerie sia così vasta se il crollo è stato così verticale?
-----------------------------------
SENZA CONTARE IL FATTO CHE POCHI GIORNI PRIMA LE TORRI ERANO STATE PARZIALMENTE EVACUATE PER MOLTE ORE CON LA SCUSA DI SISTEMARE DEI NUOVI CAVI ELETTRICI. NON POTREBBERO AVERNE APPROFITTATO ALLORA?
------------------------------------
Si certo ed il capo della sicurezza del WTC era il fratello di Bush.
Ma te le bevi proprio tutte.
-----------------------------------
SENZA CONTARE TUTTE LE STRANEZZE TIPICHE DELLE DEMOLIZIONI CHE NEI CROLLI SPONTANEI NON ACCADONO:
- CROLLO PERFETTAMENTE VERTICALE
Infatti la zona colpita dalle macerie è vasta come confermato da foto satellitari
- CEMENTO POLVERIZZATO IN NUVOLE FINISSIME
Cavoli il cemento si polverizza solo con esplosivi. Questa me la devo segnare.
- TEMPO DI CADUTA RAPIDISSIMO
e per fortuna che sopra parli di calcoli di ingegneria. Non sai nemmeno che gli esplosivi non accelerano il tempo di caduta.
- PARECCHI SBUFFI DI FUMO TIPICI DELLE DEMOLIZIONI CONTROLLATE
Precchie migliaia di tonnellate di macerie in caduta libera che premevano?!
- TRAVI DI ACCIAIO TAGLIATE DI NETTO ESATTAMENTE COME ACCADE CON L'IMPIEGO DI ESPLOSIVI
Sai si chiara rottura della giunzione per frattura fragile tipica dei fenomeni di urto di migliaia di tonnellate accelerate per tot metri contro una base fissa.
A ma aspetta sei tu l'ingegnere che sa queste cose.
- POZZE DI ACCIAIO FUSO RITROVATE TRA LE MACERIE ANCORA INCANDESCENTI DOPO OTTO SETTIMANE DAL CROLLO!!!!!!!Casomai dopo 12 giorni.
Otto settimane non te lo confermo anche se lasciar seppellito materiale fuso genera una minore dispersione di calore.
Beh certo ovviamente è stata una espansione termica di gas provocata da una forte reazione esplosiva a procurar energia sia per frantumare che per riscaldar per otto settimane. Pochi microsecondi valgono + di ore di incendio. Ovvio?!
GLI INCENDI NON FANNO FONDERE L'ACCIAIO!!! QUESTO E' UN FATTO!!!
Noooooooooooo.......
E risaluto che in metallurgia facciamo esplodere i silos di coke e ferro per far acciaio che ci mette 12 mesi per raffreddarsi dopo!?
....si ok la butto in ridere...
-------------------------------
INCENDIO DEL KEROSENE: TEMPERATURA MASSIMA STIMATA (UFFICIALMENTE) SUGLI 800 GRADI CENTIGRADI, E SOLO PER POCO TEMPO.
-------------------------------
Sisi 800 gradi centigradi. Poi mi spieghi perchè sei fissato con la fusione e non consideri l'austenitizzazione. Ahhhh ma ti fai scudo dei tuoi saperi di fisica ingegneristica....
Piccolo consiglio: dai una ripassatina.
----------------------------------
LA TORRE SUD INNANZITUTTO NON DOVEVA PROPRIO CROLLARE PERCHE' I DANNI ERANO DI GRAN LUNGA MA DI GRAN LUNGA TROPPO LIEVI PER GIUSTIFICARE UN CROLLO (E NON LO DICO IO, MA IL PROGETTO DELLE TORRI. MA CHE TE LO DICO A FARE CHE NEMMENO LO CONOSCERAI...).
----------------------------------
sisi dai mettici i calcoli della torre come eseguti negli anni 70.
Dai voglio proprio vederli. Ma non mettere quelle menate discorsive dei giornalisti complottisti americani. Metti calcoli ingegneristici veri. Mostrami il cross con cui è stata risolta la torre.
non vedo l'ora...
----------------------------------
MA AMMETTIAMO CHE IL DANNO DELL'AEREO E DELL'INCENDIO E' STATO TALE DA FARLA CROLLARE. ALLORA DOVEVA CROLLARE DI LATO PERCHE' E' LI' CHE E' STATA COLPITA, LI' E' STATA DANNEGGIATA ED E' IN QUELLA ZONA CHE IL KEROSENE HA BRUCIATO, NON SU TUTTA LA SUPERFICIE DELLA TORRE!!! SOLO SU QUEL LATO HA BRUCIATO IL CARBURANTE!!! SE FOSSE STATO SUFFICIENTE A SCIOGLIERE L'ACCIAIO DELLE TRAVI (BESTEMMIA INGEGNERISTICA MA LASCIAMOLA PASSARE), LA TORRE AVREBBE DOVUTO IN OGNI CASO CEDERE DA UN LATO E CROLLARE INCLINATA.
E' UN FATTO INNEGABILE.
----------------------------------
Interessante teoria: quindi a casa tua la compensazione degli sforzi non porta a far innescare il crollo laddove le ultime colonne cedono ma è fenomeno locale scevro dalle altre strutture portanti che secondo il tuo modo di ragionare non mette in trazione travi compresse. Ma a casa tua il max degli sforzi se lo prende l'aria a rigidezza nulla o l'acciaio(EJ)? No perchè sto notando che fai parte di una branca di ingegneria a me proprio sconosciuta proveniente da un'altro universo.
-----------------------------------
ESISTONO MOLTISSIMI ESPLOSIVI (COME GUARDA CASO PROPRIO QUELLO PIU' FREQUENTEMENTE USATO NELLE DEMOLIZIONI CONTROLLATE, IL C-4) CHE ESPLODONO SOLO TRAMITE INNESCO ELETTRICO, E NON TRAMITE CALORE. IL CHE SIGNIFICA CHE SE ANCHE GLI BUTTI UN FIAMMIFERO ACCESO SOPRA, NON ESPLODONO.
----------------------------------
Il C4 con il calore non si deperisce?!....[bocca aperta]
Inizi veramente a stupirmi e non solo per l'ottusità con cui usi il maiuscolo.
------------------------------------
PER PIAZZARE LE CARICHE SAREBBE BASTATA UNA SQUADRA DI AGENTI TRAVESTITI DA OPERAI. UNA VENTINA A TORRE, E IN QUALCHE ORA ECCO CHE E' STATA IMBOTTITA DI ESPLOSIVI (RICORDO CHE NEI GIORNI PRECEDENTI L'ATTENTATO LE TORRI FURONO PARZIALMENTE EVACUATE CON LA SCUSA DI INSTALLARE DEI NUOVI CAVI ELETTRICI, UN'OCCASIONE PERFETTA).
--------------------------------
+ una camionata di esplosivo a torre...anzi anche + di una camionata.
Son curioso visto che sai tante cose tutte di una realtà parallela: fermare il WTC ovvero l'organismo del commercio internazionale dell'america con decine di contratti quanto costa all'ora? mi par ovvio che per installar due cavi abbiano bloccato l'edificio.
-----------------------------------
SIREDWARD, SEI UN COGLIONCELLO DIARROICO MA SOTTO LA PATINA DI DOTTO SEI SOLO UN MINCHIONE QUALUNQUE.
MANGIATE LA MIA MERDA, VOI E TUTTI QUELLI CHE CREDONO ANCORA ALLE PUTTANATE DI QUESTO DEFICIENTE DI ATTIVISSIMO.
----------------------------------
Crisi da astinenza da Cannabinoidi ovvero incapacità di controllare il proprio umore se non grazie sostanze esterne che rilassano e fanno sorridere portando a far credere ad una cultura del maligno interra (vedi complotti sulla cannabis dove stranamente viene incolpata l'america).
Dite un problema....è io vi trovo il complotto per cui è colpa dell'america. This Is Internet NOW.

Bon m'è passata la voglia di commentar notizie visto come reagisce certa gente e la quantità di boiate che ripete.
Fra 6 mesi nuovi internauti per fare un tema in classe per la prof memorialista cercheranno in inertnet e troveranno la vasta sapienza di Walter luogocomune e company che quando confutati non modificano una mazza di conoscenza e lasciano tutto lì (vedi per essmpio considerazioni test sandia o effetti ottici sulle immagini del pentagono).
Ergo entro 6 mesi arriva qualche altro esaltato che scrive in maiuscolo o che ha letto parte delle prove e si sente il nuovo donchisciotte dei novelli Jones...indiana.
Questo è internet....un creatore di continuità a qualsiasi conoscenza indipendentemente che sia giusta ma strettamente correlata alla nostra capacità di pregiudizio.
Intanto vi segnalo che chi segue il sito di luogocomune i vari implanesite e video fisica-assurda iniziano a notar che la loro terra cede sotto i loro piedi-credenze e si stanno organizzando per spammare la rete.

Evviva le guerre di informazione fatte appositamente per diffondere conoscenze scientifiche di universi paralleli....(momento torcente che genera incendio che provoca spostamento asse terrestre che ha raddrizzato il crollo della torre che come si può non vedere dalle foto satellitari ha non sparso macerie su una vastissima area colpendo altri 4-5 edifici intorno...)
D'altra parte quali sarebbero le "prove" dell'uso della termite?

Il filmato delle "scintille" che provengono da un piano delle torri incendiate?
Ma quelle durano MOLTI secondi, mentre gli stessi filmato mostrano che la reazione della termite si esaurisce in due-tre secondi.
------------------------------------
Sto leggendo la tua analisi. Veramente ben fatta.
Ci tengo a far notare che nel WTC è entrato un aereo. Questo è indubbio. Ciò significa che le parti dell'aereo, di certo non in ferro-acciaio battuto son rimaste nell'edificio (la materia non si crea ne si distrugge) E' presumibile quindi che a meno di 1500 gradi centigradi le parti che si vedon colare dal buco della finestra e non dalle travi (avete notato che non cade dalla trave dalla superficie ma cade dalla venatura fra due travi) sia proprio altro metallo come il rivestimento dell'aereo proprio in alluminio o gli scaffali-archivio che dalle mie parti vengon costruiti o in legno o in alluminio.
Con questo non sto dicendo che tali elementi sono stati quelli che hanno provocato il cedimento, ma sto affermando che nell'esempio mostrato di materiale che cola dalla finestra non ripetuto per tutta la fila di finestre dei tre lati o di un lato non è detto sia necessariamente ferro.Curioso è il fatto che si verifichi tale aspetto proprio dove è arrivato l'aereo poichè tale aspetto non ah provocato problemi al meccanismo complottistico basato sulla thermite.
La colonna poi caricata maggiormente non sembra subir effetti dalla thermite. Mi spiego meglio: se io carico un provino circolare lo metto in trazione e applico la thermite, all'avanzare della riduzione della sezione si verifica un aumento della tensione. Ergo ne deriva un aumento della deformazione (tipico caso ri rottura duttile che non porta al tanto paventato taglio delle lamiere paventato dai complottisti).
Dai filmati si vede netto invece lo scatto con cui si mette in moto tutto il blocco di pilastri dei piani colpiti dall'aereo (a cui si aggiungono i tagli delle lamiere per strappo e frattura fragile riscontrati nelle macerie) e non un abbassamento nel tempo dovuto alla riduzione delle sezioni poichè la thermite smangiava di minuto in minuto la colonna (tra l'altro oltre che in verticale per verificare l'effetto crollo a catena sarebbe dovuto essere tarato al decimo di secondo anche in orizzontale per far cedere tutti i pilastri al medesimo momento con una situazione tensionale difficilmente prevedibile a priori in situazioni di urto di un aereo contro un non ben precisato piano).
Ergo la thermite non è solo non comprovata temporalmente, ma lo è anche sulla base di altre affermazioni dei complottisti sulle macerie.
Altro aspetto è poi l'applicazione della termite a pareti delle colonne verticali.
Oltre a questo sarei proprio curioso di capire quanta thermite andava applicata per fondere un centinaio di colonne sul perimetro della colonna(mentre appare che non c'è azione sul perimetro della colonna ma solo sulla finestra) poichè mi pare dai video di google che per forare una macchina serve una quantità notevole ( http://video.google.com/videoplay?docid=-7231843493488769585&q=thermite ) un secchiello e credo non serva farvi notare che gli spessori delle colonne portanti non son paragonabili con quelli delle lamiere della carrozzeria di un auto.

Saluti bis

Saluti
***********************************************

EVIDENZA DELL'USO DI ESPLOSIVI ALLE TORRI GEMELLE:

http://www.youtube.com/watch?v=D7BnTaWMyoc

IN QUESTO FILMATO SI POSSONO VEDERE BEN DUE SERIE DI ESPLOSIONI CON CONSEGUENTI "SQUIBS" SULLA TORRE NORD.

LA COSA NUOVA E' CHE QUESTI SQUIBS SONO APPARSI SULLA TORRE NORD UN ATTIMO PRIMA E UN ATTIMO DOPO LO SCHIANTO DELL'AEREO SULLA TORRE SUD.

COME ME LI SPIEGHI ADESSO CON QUELLA BAGGIANATA DELL'EFFETTO STANTUFFO, ATTIVISSIMO?

COSA HA CAUSATO QUESTE DUE SERIE DI ESPLOSIONI?

CORAGGIO, DAI SFOGO ALLA FANTASIA. VEDIAMO COSA INVENTI STAVOLTA.

***********************************************
Sarei lieto di dare sfogo alla fantasia, ma basta il buon senso. Il filmato mostra dei momentanei sbuffi estremamente circoscritti. Confronta questi minisbuffi con quelli di una DC vera, che interessano tutto il perimetro di un edificio. Come fanno questi minisbuffi a far cedere l'intera struttura?

A me sembra molto più plausibile che si tratti di semplici sfoghi dell'incendio simili a quelli che vedi nel resto della struttura. Gli uffici vanno a fuoco, si rompono alcune finestre, il fumo si sfiata all'esterno attraverso queste finestre, tutto qui.
Il mio commento da perfetto ignorante in faccende politiche, ingegneristiche e complottistiche.

Ma se i cosiddetti complottisti hanno ragione e le demolizioni sono state in effetti delle demolizioni controllate, ciò significa che l'amministrazione Bush o chi c'è dietro alla tragedia è stata così brava da non far trapelare nulla, da far sì che l'opinione ufficiale del mondo intero sia che la colpa è tutta e solo di bin Laden, e che nessuno degli implicati cantasse a sufficienza da mandare all'aria il segreto.

E allora perché questi geni del crimine permettono ad un paio di pirla qualunque di diffondere su Internet il loro diabolico piano per filo e per segno?! Cazzo, hanno fatto un casino della madonna per tenere il segreto, e poi lasciano che tale segreto venga completamente spiattellato su Internet?! Dico, è l'equivalente di costruire un bunker che ha l'ingresso principale con la porta in titanio spessa 6 chilometri a 200 metri sottoterra e la porta sul retro di legno, aperta ed in superificie.
MA ANCORA STATE A DARE RETTA ALLE BALLE DI QUESTO PERSONAGGIO??

GAURDATE CHE ATTIVISSIMO E' GIA' STATO COMPLETAMENTE SMENTITO, PAROLA PER PAROLA:

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/attivissimo_ignorante.htm

E C'E' ANCORA GENTE CHE SI BEVE QUELLO CHE DICE?? FATE CADERE LE BRACCIA.
Dopo che ho dato la spiegazione degli sbuffi, ben 2 anonimi hanno ripetuto (anche alzando inutilmente la voce) delle stupidaggini che confermano quanto vadano per partito preso senza analizzare neanche le loro stesse parole.
Il filmato degli sbuffi è ripreso nel momento dell'impatto del 2° aereo sulla torre sud.
Infatti quando lo sbuffo ha una specie di "riflusso" si vede distintamente la fiammata che sale e "aspira" dalle aperture della torre nord altro fumo nero.
L'esplosione del carburante ha creato uno spostamento d'aria impressionante ed è normale che gli sbalzi di pressione provochino degli ondeggiamenti nel fumo.
Il primo anonimo non ha neanche capito che non siamo poco prima del crollo della torre nord, ma al momento del secondo impatto...
E dire che è anche scritto nel filmato!

E' difficile contrastare la stupidità...

Saluti.
Vorrei suggerire a Paolo, e soprattutto al blogger mother, che a giudicare dalla sua attenta analisi dovrebbe essere un ingegnere, di guardare per intero questo video:

http://video.google.com/videoplay?docid=1951610169657809939&q=9%2F11

Tra l'altro vi è contenuta una interessante analisi di Jeff King, ingegnere del MIT.

Il video è in inglese, per i bloggers che trovassero difficoltà con questa lingua riassumo qui alcune "stranezze" connesse all'evento del 9/11.

Sono solo alcune, se me ne vengono in mente altre le posterò.

1) Le torri gemelle, data la loro mole, erano costruite per avere una grande resistenza: il nucleo portante era costituito da ben 47 colonne di acciaio, questa struttura era poi interconnessa a 240 travature esterne. Ciò consentiva di avere una distribuzione dei carichi estremamente efficiente; in caso di sollecitazioni meccaniche (pensate ad esempio a forti venti laterali), la forza applicata su una parte della struttura si redistribuiva su tutta la struttura, garantendo un'elevata stabilità.Tanto è vero che le torri furono progettate e dichiarate capaci di sostenere l'impatto con un Boeing 707, l'aereo più massicio al tempo della costruzione. Gli aerei che le hanno colpite hanno una massa leggermente superiore al 707, tuttavia secondo la teoria ufficiale sono stati in grado di abbattere totalmente entrambe le torri.
2)La teoria ufficiale vuole che il surriscaldamento nel punto d'impatto abbia fatto "sciogliere" tutte o buona parte di queste 47 travi d'acciao: il peso della parte sovrastante ha fatto il resto, producendo il collasso a catena di un piano sull'altro.Gli sbuffi di materiale che si vedono durante il collasso sarebbero quindi dovuti alla compressione.
Se fosse andata così, le torri sarebbero dovute implodere trascinando la gabbia esterna (240 travature) verso l'interno, mentre dai video si vede chiaramente che lo sgretolamento è avvenuto dall'interno verso l'esterno, con proiezione di enormi porzioni a notevole distanza. In più nel video si vede chiaramente uno sbuffo di materiale molto potente avvenire una decina di piani sotto alla zona di sgretolamento, quindi non può essere originato dal crollo di un piano sull'altro (effetto pancake)
3)Le torri si sono completamente sbriciolate: volendo dare per buono l'effetto pancake, i piani si sarebbero dovuti distaccare dalla gabbia esterna e dalle 47 colonne interne, ma almeno parte della struttura portante sarebbe dovuta rimanere integra; invece praticamente tutto il cemento si è polverizzato, mentre in un crollo solitamente ci sono sì polveri, ma anche pezzi più grossolani ed enormi blocchi, in più non è rimasto nemmeno un piano dell'enorme core metallico delle 47 colonne, davvero strano:avrete visto crolli di edifici, di solito il risultato è un enorme cumulo, con parti rimaste ancora in piedi, qui invece è tutto raso al suolo e si sviluppa una nube piroclastica gigantesca
3)Subito dopo il crollo, gran parte della struttura metallica è stata rimossa, portata via e rifusa.Strano, dato che le parti in acciaio erano le uniche rimaste integre e su di esse potevano essere condotte analisi accurate.Nel video viene portato l'esempio del volo TWA 800, mi sembra si fosse schiantato in mare e c'era il sospetto di dirottamento: è stato completamente recuperato e ricostruito, come per l'aereo di Ustica.Qui invece viene rimosso tutto, e dire che ci sono stati quasi 3000 morti...2 pesi e 2 misure
4) 2 pesi e 2 misure anche nei fondi per le indagini: pare che per investigare su Clinton siano stati spesi 40 milioni di dollari, mentre per investigare sul 9/11 meno di 1 milione
5) negli US c'è il NORAD North American Aerospace Defense Command (www.norad.mil) un sistema avanzato di difesa aerea, se un aereo viene dirottato o non è nella giusta posizione e non risponde alle comunicazioni via terra, nel giro di massimo 20 minuti si ritrova attaccati al culo 2 o più caccia armati di tutto punto pronti ad abbatterlo. Stranamente fra il decollo del primo aereo e il suo schianto sono passati più di 50 minuti, e l'aereo non rispondeva alle comunicazioni da terra da 40 minuti
6)Il calore generato subito dopo l'impatto e nell'incendio susseguente non era sufficiente a sciogliere la struttura.L'ingegnere Jeff King fa notare che, nella peggiore delle ipotesi, si sarebbe sprigionata una temperatura di 1800° F, mentre per sciogliere l'acciaio occorrono 2500 ° F. Inoltre come si vede dagli impatti, la quasi totalità del cherosene si è incendiata subito, quindi la maggior parte del calore sarebbe stata prodotta dalle strutture incendiatesi all'interno dei piani colpiti: tuttavia poco prima dei crolli si vedono dense nubi di fumo molto scuro, di solito questo tipo di fumo viene prodotto da un incendio con temperature poco elevate e con elevata carenza di ossigeno.
7)Come è mostrato nel video, gli spaccati della struttura rivelano che all'interno dell'intelaiatura delle 47 colonne vi erano parechie condotte, non solo i cavedi citati da mother ma anche le rampe degli ascensori e un complesso sistema di condutture a segmenti stagni progettate per evitare l'effetto camino, ovvero il rapido propagarsi di un incendio a causa del flusso d'aria ascensionale provocato dallo stesso.Zone relativamente ampie,estese per tutta l'altezza dell'edificio, accessibili solo da parte degli addetti ai lavori e sufficienti a contenere "camionate" di esplosivo ad alto potenziale.Naturalmente è impensabile piazzare "al volo" tutto quell'esplosivo, ci vorrebbero settimane, e stranamente nelle settimane precedenti l'evento erano state effettuate manutanzioni straordinarie all'impianto elettrico.Nel video si parla anche di "Evacuation Drills" ma non saprei tradurlo
7)la parte più massiccia delle torri era dunque questo nucleo rettangolare di 47 colonne d'acciaio, dunque ipotizando un normale crollo e supponendo che anche questa struttura massiccia crolli insieme al resto dell'edificio, è lecito pensare che queste parti, dato il loro peso, crollino all'incirca sulla loro verticale, invece nei video si vede chiaramente che alcune di queste travi vengono proiettate verso l'esterno, seguendo una traiettoria di caduta parabolica.Una simile traiettoria lascia presupporre che una forza notevole si sia sprigionata dall'interno della struttura, come avverrebbe ad esempio in caso di esplosione.Aggiungo che all'interno di questo rettangolo portante non era depositato alcun carburante o sostanza infiammabile, per cui se vi sono state esplosioni, non provengono dall'incendio dei materiali delle torri.

E questo solo per le 2 torri, lasciamo perdere il WTC7 e il Pentagono dove i dubbi e le stranezze sono ancora maggiori.

Chiaramente queste stranezze non bastano a dimostrare un complotto, e anche in quel caso sarebbe difficile individuare gli attori del complotto: Bush e la Cia-Nsa? anche i sauditi? impossibile saperlo per noi comuni mortali.
Ma una cosa secondo me è certa: qualcosa, anzi molto, non quadra rispetto alle conclusioni raggiunte dalla commissione di indagine sul 9/11, e la politica militare ed estera degli Stati Uniti è costellata di ombre poco rassicuranti.

Stefano
Hehehe...
Ho guardato il dialogo in cui "Jack" smentirebbe Paolo...

EHEHEHEHHEHEHEHEHE!

E' la cosa più idiota che abbia mai letto.

Punto numero uno: in un dibattito civile non si insulta l'avversario. Questo Jack è un incivile, che cerca di far colpo sul lettore con gli insulti - lo stolto guarderà quanto è bravo ad usare espressioni colorite, non espressioni sensate;

Punto numero due: NON SI TAGLIANO MAI le risposte dell'avversario, come ha fatto "Jack". Non mi frega niente se lui dice che erano "cose assolutamente insignificanti (da bambini dell'asilo, come avevo previsto)": per quello che ne so io, visto che non li ho potuti leggere, quelle risposte di Paolo potevano essere il fulcro che scardina l'intera teoria complottista come potevano essere un delirio. E' chiaro che, uno che si comporta come l'autore di quel sito da quattro soldi, non può non destare sospetti se si mette a censurare le risposte
del suo avversario.

Punto numero tre: due foto su tre di quelle citate sono fuffa (o almeno lo erano quando ci ho cliccato io). Un link porta su http://home.altervista.org/site/, dove in primo piano c'è "Un gruppo di ragazze che si incontra e si racconta"...Un secondo link porta ad un immagine 1x1 pixel bianca.
Che sito serio, ragazzi.
L'unica foto decente è quella del pentagono col cerchio giallo, e a parte che dentro il cerchio bianco l'unica cosa che non riesco a vederci è proprio un buco di qualsivoglia grandezza, fuori dal cerchio ci sono danni ben più evidenti - ma a mio giudizio da quella foto non si capisce se ci è passato un aereo o una mandria di rinoceronti su quella parete.

Cari complottisti, imparate due cose:

1)Non si parte dal fatto che la propria opinione sia vera e si trova il modo di dimostrarla: al contrario, si parte dai fatti e si capisce qual'è la verità.

2)Un dialogo non si fa insultando l'avversario. Già quello basta, a mio giudizio, a far perdere tutta la credibilità a tale "Jack".

PS per anonimo: perché non la pianti di urlare? Ci sentiamo tutti benissimo. E mettere uno straccio di nickname, no eh? Vabbe' che non c'è rischio di confonderti con altri...
Siccome hammer mi ha chiesto info io gli faccio una domanda , che rivolgo a coloro che non sostengono la tesi complottista: mi spiegate come sia stato capace prima un 767 poi un 757 a far crollare due torri alte 415 e 417 metri....ed invece un'altro 757 sia stato solo capace solo di abbattere mezza facciata del pentagono?? ammette che qualcosa non funziona....
Poi il fatto dei rottami al Pentagono....in tutti le sciagure aeree rimangono detriti più o meno grandi bagagli,e purtroppo corpi e pezzi di essi, ricordate il 737 Helios caduto nel 2005 ad Atene, io in televisione ho visto sia pezzi molto piccoli che altri molto grandi(coda, motori che tra l'altro sono costruiti in lega di titanio che ha un punto di fusione intorno a 1600 gradi celsius). Boh ,io non dico che sia stato un complotto ma sicuramnete e lo ribadisco qualcosa non quadra...!
Per Stefano: Le stranezze sono meno di quello che sembra.

1)tuttavia secondo la teoria ufficiale [i due aerei] sono stati in grado di abbattere totalmente entrambe le torri.

No. Gli aerei hanno danneggiato le torri, che hanno resistito all'impatto. Poco, ma hanno resistito.

2)Se fosse andata così, le torri sarebbero dovute implodere trascinando la gabbia esterna (240 travature) verso l'interno, mentre dai video si vede chiaramente che lo sgretolamento è avvenuto dall'interno verso l'esterno

Non è esatto. Osservando i filmati del crollo della torre Nord si nota molto bene che parte della struttura esterna resiste in piedi, proiettata verso l'alto come un dito monco, per qualche secondo dopo il crollo della torre. Una parte alta come metà dell'edificio.

volendo dare per buono l'effetto pancake, i piani si sarebbero dovuti distaccare dalla gabbia esterna e dalle 47 colonne interne, ma almeno parte della struttura portante sarebbe dovuta rimanere integra

Come nella risposta prima. è esattamente quello che è successo

3)Subito dopo il crollo, gran parte della struttura metallica è stata rimossa, portata via e rifusa.

ci hanno messo dei mesi per portare via tutto. In più, dopo l'urto, l'incendio, il crollo, e un altro incendio lunghissimo, penso fosse difficile trovare i pezzi di un aereoplano dispersi tra le macerie di un edificio di massa almeno un migliaio di volte superiore.

4)pare che per investigare su Clinton siano stati spesi 40 milioni di dollari, mentre per investigare sul 9/11 meno di 1 milione

Ammetto di non saperti rispondere su questo, però penso che nemmeno tu abbia un quadro davvero chiaro. "Pare" non è una prova.

5)negli US c'è il NORAD North American Aerospace Defense Command (www.norad.mil) un sistema avanzato di difesa aerea

Questo è un punto interessante, almeno per me che non so come funzioni il NORAD. Ciononostante non bisogna correre il rischio di dimenticarsi che gli errori umani esistono. Non è una giustificazione, però servono delle prove, perché questo è un indizio, non una conclusione.

6) Non mi esprimo. Ci sono persone molto più qualificate di me che stanno già parlando di questo argomento. Ma dai discorsi sembra che la questione fumo non sia una "evidenza" così schiacciante.

7) Come sopra. Mi limito a riprendere il discorso sulla quantità di persone implicate, sull'organizzazione dello spazio nei grattacieli, sulla quantità di esplosivo necessaria e sui problemi legati ell'esecuzione degli scoppi temporizzati.

7(bis)la parte più massiccia delle torri era dunque questo nucleo rettangolare di 47 colonne d'acciaio, dunque ipotizando un normale crollo e supponendo che anche questa struttura massiccia crolli insieme al resto dell'edificio, è lecito pensare che queste parti, dato il loro peso, crollino all'incirca sulla loro verticale, invece nei video si vede chiaramente che alcune di queste travi vengono proiettate verso l'esterno

Anche l'esterno delle torri era di acciaio. Anche la copertura protettiva era metallica. Sei sicuro che i detriti che crollano con moto parabolico facciano parte proprio del "core" della torre e non della parte esterna?

Chiaramente tutti questi discorsi non risolvono la questione, però possono essere sufficienti a ridimensionare la validità dell'ipotesi complottistica, perché le variabili da prendere in considerazione sono molte di più di quelle che si crede all'inizio da "inesperti" (in questa discussione ho scoperto cose che non avrei mai sospettato. E più mi addentravo nel dettaglio e meno l'ipotesi del crollo mi pareva plausibile).

Per finire:

e la politica militare ed estera degli Stati Uniti è costellata di ombre poco rassicuranti.

Non c'è bisogno di un finto attentato per creare queste ombre, né basta un vero attentato per cancellarle.
Sir Edward, per quanto riguarda il Norad, c'è un protocollo operativo tra l'aviazione civile e quella militare americana tale che se per qualsiasi motivo ci sono problemi o tecnici o di altra natura con un aereo il comando civile chiama quello militare che interviene entro brevissimo tempo (avevo letto 7/10 minuti). So che quell'anno erano stati effettuati circa 60 interventi secondo questa prassi

Polidoro
Caro Filippo,
credo che tu abbia frainteso in tono del mio post, non era polemico e nemmeno di sfida.

Hai detto tu che ti intendi abbastanza di aerei e di aviazione. E allora ti avevo chiesto di approfondire gli argomenti dato che sei un esperto.

...mi è sembrato strano fin da subito che uno che dice di intendersene non approfondisce gli argomenti.... data la tua risposta mi viene da pensare che forse non è tanto vero che te ne intendi abbastanza.

Se mi sbaglio ti prego di smentirmi con argomentazioni valide.

Ma non mi fraintedere, non è una sfida nè una calunnia. Ti sto parlando molto serenamente.
Caro Paolo ti dico soltanto che il giorno in cui ti dovrai pentire amaramente per la stupidità e la superficialità della tua crociata a difesa del PNAC si sta avvicinando a grandi passi...
chissà perché quelli che insultano restano sempre anonimi...magari è irrilevante, ma io me lo chiedo lo stesso.
E allora perché questi geni del crimine permettono ad un paio di pirla qualunque di diffondere su Internet il loro diabolico piano per filo e per segno?! Cazzo, hanno fatto un casino della madonna per tenere il segreto, e poi lasciano che tale segreto venga completamente spiattellato su Internet?!

Se complottista vuol dire uno che si fa delle domande, allora chiamatemi pure tale.

Al di là di cosa sia vero e cosa no, non è mio fine quello di difendere la verità o le teorie, lascio all'autore del blog questa gravosa missione.
Ciò che più di tutto mi interessa è rispondere al perchè la verità non viene a galla, e perchè tanta gente si affanna a contrastare chi si fa delle domande.
Più passa il tempo, più vedo nella metafora di Matrix una eccellente rappresentazione del nostro modo di pensare ed opporci l'uno contro l'altro.
Anche se fosse più che evidente che gli attentati siano stati "favoriti" dal governo USA, non ci sarebbe alcun bisogno di occultare alcunchè, il livello di sonno medio delle masse di uomini è più che sufficiente per creare contrasti tra complottisti e anti-complottisti anzichè far convergere tutti verso la ricerca di vere risposte alle domande.

"Devi capire che la maggior parte di loro non è pronta per essere scollegata. Tanti di loro sono così assuefatti, così disperatamente dipendenti dal sistema, che combatterebbero per difenderlo."
anonymous wrote:

Ciò che più di tutto mi interessa è rispondere al perchè la verità non viene a galla, e perchè tanta gente si affanna a contrastare chi si fa delle domande.

Non riesco a seguire del tutto il tuo ragionamento. Tu assumi che ci sia una verità che non viene a galla e che ci siano delle persone che si affannano a contrastare chi si fa delle domande, ma dal mio punto di vista è diverso: C'è una verità, e per parlare di verità bisogna eliminare tutto quello che non è vero, tutte le congetture false, tutti gli errori, le false certezze e i pregiudizi. Non importa chi le abbia dette.

Non c'è nessuna lotta fra il "bene" che vuole scoprire la verità e il "male" che fa di tutto per nasconderla. Questa è una antropomorfizzazione del bene e del male, due concetti che non hanno alcuna volontà propria. La volontà è degli uomini, e le loro azioni e omissioni sono il reale punto di riferimento con il quale conforntarci. Nessuno è solo buono o solo malvagio, solo giusto o sbagliato.
Un anonimo (quando mai si firmeranno anche con Rossi Mario, dico io) ha detto:

Se complottista vuol dire uno che si fa delle domande, allora chiamatemi pure tale.


No. Complottista significa che uno vuole per forza vedere il marcio e lo scandalo dovunque, perché lo scandalo, il mistero ed il complotto fa notizia, mentre dire che tutto è chiaro, limpido e pulito non la fa.

Non condivido affatto la tua visione in stile Matrix, e senza offesa mi sa di paranoia. Non mi stupisce che, se del materiale è stato occultato, ciò sia accaduto, perché nessuno ha mai detto che gli USA siano dei candidi agnellini - bin Laden lo hanno "inventato" gli USA, e come se ciò non bastasse pare (ma non sono sicuro) che il Mossad avesse detto agli Stati Uniti di stare in guardia perché stava per capitare qualcosa di grosso, ma questi se ne sarebbero sbattuti le balle.

Il problema è che il modo di fare dei cosiddetti complottisti è assolutamente antiscientifico (e antisociale), soprattutto perché chi porta prove concrete non ha bisogno di urlare e fare il cafone e l'idiota per farsi sentire.
E per continuare nella tua analogia, ti è possibile dimostrare che la Matrice non sia il mondo dei complottisti? Oppure la verità è costituita sempre e solo da tradimento ed inganno da parte di tutto e tutti?
Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio, non essere paranoici è ancora meglio.
E' singolare come le "risposte" alle domande debbano essere in una sola direzione.
Se qualcuno trova risposte semplici si è assorbiti dal sistema.
OK gente.
Allora preferisco essere una persona qualunque e credere che le torri siano crollate per "eccesso di attentato" che ha preso la mano a chi lo ha perpetrato (senza considerare che comunque ci possano essere grosse negligenze, forse anche volute, nella difesa americana).

Oltretutto ogni prova di demolizione portata dai complottisti, una volta analizzata con il mio cervello, mi convince sempre di più che non sia andata così.

Non si aspettava nessuno che sarebbero crollate, anche se c'erano dei sospetti che le avrebbero attaccate...

Basta un po' di logica e vedrete che quadra tutto...
Se poi sono un povero illuso, allora consideratemi tale.

Sono pronto a rivedere le mie posizioni, ma per farmi cambiare idea dovrete portare delle prove vere.

Saluti.
@siredward
Ti ringrazio innanzitutto per la civiltà della tua risposta, ad oggi non è più scontato che sia così, ed è difficile portare avanti un confronto costruttivo.

Non riesco a seguire del tutto il tuo ragionamento. Tu assumi che ci sia una verità che non viene a galla e che ci siano delle persone che si affannano a contrastare chi si fa delle domande, ma dal mio punto di vista è diverso: C'è una verità, e per parlare di verità bisogna eliminare tutto quello che non è vero, tutte le congetture false, tutti gli errori, le false certezze e i pregiudizi. Non importa chi le abbia dette.

Esatto, perfetto, abbiamo la stessa idea. La ricerca della verità è la cosa più importante di tutto, più importante di fazioni e campanilismi.

Il mio ragionamento è questo: ci sono dei punti oscuri nello svolgersi degli attentati. Ad una visione superficiale, complice lo sgomento, la paura per l'efferatezza di ciò che abbiamo visto, non verrebbe da porsi alcuna domanda, e se pure così fosse il nostro senso di umanità ci farebbe dire "non è possibile, deve essere stato per forza così".

Ad uno sguardo più distaccato (lasciamo per un momento da parte complottisti e anti), è innegabile che ci siano delle questioni per le quali è difficile far collimare la versione dei fatti che tutti conosciamo con le prove documentate che ci sono state fornite.
Prendiamo un esempio su tutti: il recente filmato rilasciato dalla difesa sullo schianto del Boeing sul Pentagono. Non sembra anche a te un controsenso far vedere un filmato in cui non si vede praticamente nulla anzichè mostrare un filmato chiaro ed esplicativo che sicuramente una delle centinaia di telecamere installate attorno al Pentagono avranno ripreso?
Sinceramente, io mi sento preso in giro: o continui sulla linea del "non ci sono altre prove" o "il mondo non ha bisogno di altre prove", oppure se davvero decidi di mostrare un filmato per mettere a tacere tutti i dubbi (così è stato dichiarato), mostri un documento inedito in cui si vede chiaramente l'aereo, il suo approssimarsi al Pentagono e la dinamica della collisione. Allora finalmente dirò "ok, è andata così come ci hanno raccontato", salvo poi chiedermi: ma perchè il paese militarmente più forte ed organizzato del mondo, non ha fatto nulla per difendere il centro nevralgico della sua difesa? Non un solo caccia ha quantomeno tentato di fermare l'aereo dirottato, almeno per quanto ne so io per i fatti che ci sono giunti.

Quindi la mia attenzione non è nella direzione di ciò che afferma darkzero:
No. Complottista significa che uno vuole per forza vedere il marcio e lo scandalo dovunque, perché lo scandalo, il mistero ed il complotto fa notizia, mentre dire che tutto è chiaro, limpido e pulito non la fa.

Non ho bisogno di altri scandali, ce ne sono già abbastanza per tutti i gusti in tutte le epoche.
Voglio solo fugare i miei dubbi, perchè trovo assolutamente lecito farmi delle domande quando tante coincidenze non trovano risposta.

Perchè se guardo ciò che abbiamo appreso dalla scoperta dell'"operazione Northwoods", se sommo a questo vari altri casi di documenti segreti assolutamente scandalosi che vengono a galla decenni dopo, allora mi sento in dovere di indagare perchè forse qualcuno, per portare avanti i propri interessi, sta nascondendo qualcosa.

A questo punto viene la parte che mi interessa di più. Come ho scritto in un commento precedente, sono quasi certo che semmai davvero si celasse una cospirazione dietro l'11/9, lo verremo a sapere solo fra una trentina d'anni. Quindi non vedo perchè dovrei farmi il sangue acido per affermare ora a tutti i costi una teoria formata solo da una nube di dubbi senza risposta, o al contrario difendere a spada tratta la versione ufficiale che i media hanno confezionato per noi.

Quello che mi interessa è capire la dinamica delle masse. Capire perchè se c'è un dubbio ed io lo esprimo, c'è qualcuno che mette a tacere il dubbio. Nè io nè lui abbiamo prove davvero certe di come siano andate le cose.

Davvero qualcuno può affermare con assoluta certezza il motivo del crollo delle torri? E' il primo caso nella storia, non ci sono precedenti a quanto ho letto.
Perchè allora prendere una posizione così rigida?
E' stata la termite! No, è l'effetto di un implosione. Non ci sono i resti dell'aereo sul Pentagono! Non è vero, ci sono le foto che lo dimostrano.

Da qui la mia provocazione con la citazione di Matrix. Perchè difendere ciecamente un'ipotesi o al contrario un'immagine televisiva?
Se qualcuno avesse voluto davvero perpetrare un crimine all'insaputa di tutti, non avrebbe potuto avere miglior alleato che noi stessi, le masse, i popoli, chi crede che sia impossibile mettere in atto qualcosa di così cinico in modo così spietato, e lotterebbe fino alla morte pur di difendere la verità e tacitare ogni dubbio.
Ecco, questo è tutto, questo è il mio pensiero.
Caro anonimo... anzitutto una richiesta: ti prego, dotati di un nome altrimenti è un macello risponderti.

Io concordo con SirEdward nel senso che secondo me non è vero che c'è una verità che non emerge; semplicemente c'è una verità e qualcuno che non l'accetta.
Se domani qualcuno si inventasse che la terra è al centro dell'universo, questo non mi farebbe pensare che la realtà sulla rotazione dei pianeti non emerge.

In realtà sulla vicenda 9 11 c'è davvero qualcosa di poco chiaro, ma in gran parte il motivo è che non siamo esperti di aviazione, ingegneria civile, esplosioni, crolli e quant'altro e quindi alcuni aspetti ci sfuggono. Se a ciò aggiungi che data l'entità del disastro commesso quel giorno vorremmo capirne tutto, allora il nostro cervello si ribella all'idea che qualche punto oscuro rimanga.

Esempio: il filmato del Pentagono. Dici che è strano che venga diffuso un video che non mostra chiaramente l'aeromobile. Dici: perchè? Qualcosa non quadra? Qualcosa da nascondere?

Tutto ciò perchè istintivamente vorremmo un video tanto chiaro quanto quelli delle torri gemelle.
Eppure a me viene in mente un dettaglio: sbaglio o le telecamere di sorveglianza di norma riprendono a una frequenza più bassa di quella normale? Tutte, da quelle degli alberghi a quelle del pentagono. Basta guardare un filmato di sorveglianza per vedere le persone muoversi a scatti.
E a tale frequenza è possibile inquadrare un aereomobile che viaggia a circa 700kmh per un tempo sufficiente? Forse no.... ed acco che uno degli apparenti misteri quadra.
Potrei sbagliarmi, ma forse esiste una spiegazione ragionevole a tutto.
Basta saperne di più di questi argomenti, ma o si fa questo di lavoro o è impossibile.
Ciao
Hamer
le altre telecamere di sorveglianza, anche se registrano a scatti, hanno un campo visivo molto più largo (distributore di benzina, Hotel Sheraton, Highway). Se quelle del Pentagono hanno ripreso il velivolo una volta sola, le altre sicuramente lo hanno fatto almeno un paio di volte. Perchè non vengono rilasciate?
mocheffamo?, non ho capito la tua osservazione.

Perchè avrebbero un campo visivo più largo?

E comunque non essere superficiale. Prima di dire che "le altre sicuramente lo hanno fatto almeno un paio di volte" fai dei conti... considera la frequenza della videocamera, il campo visivo della stessa, velocità e dimensione dell'aereo. Altrimenti gabelli per certezze cose che non hai verificato.
Piu' di 150 commenti su temi pseudotecnici come lo studio delle traiettorie dei pezzi di grattacielo e' un'assurdita'. E' chiaro che le dinamiche degli attentati hanno un'importanza minima. Sia stata l'amministrazione Usa a organizzare tutto o abbia lasciato fare, che differenza fa ai fini della valutazione politica dell'evento, della sua gravita' e dele sue ripercussioni? In una della sue repliche Paolo butta li' quasi di passaggio la tesi "gli americani hanno lasciato fare", per dimostrare che anche lui puo' concepire prospettive di piu' largo respiro. Se davvero la considera una tesi plausibile, allora dovrebbe utilizzare il tuo tempo prezioso per approfondirla (il che vuol dire prima di tutto passare parecchio tempo a studiare noiosi temi di geopolitica, altro che il parere dell'amico pilota). In alternativa, meglio tacere su tutto l'argomento e occuparsi d'altro.
Caro anonimo... anzitutto una richiesta: ti prego, dotati di un nome altrimenti è un macello risponderti.
Ok, metterò il nick in calce. Perdonami se non mi registro, è una scelta il cui motivo non credo sia interessante da condividere.

Io concordo con SirEdward nel senso che secondo me non è vero che c'è una verità che non emerge; semplicemente c'è una verità e qualcuno che non l'accetta.

Esatto, benissimo. Tutto sta a capire dove sta la verità.

Vorrei provare a fare un piccolo gioco. Mettiamo caso che il giorno 11/9/01 avessimo acceso la televisione tenendo a zero il volume. Cosa avremmo pensato guardando solamente le immagini? Non scherzo, è solo un esercizio di pensiero, non voglio essere fazioso. Provate per un attimo a pensare.

Bene, ora immaginiamo che il governo all'epoca avesse diffuso la notizia in questo modo: 4 piloti di 4 aerei di linea hanno improvvisamente perso il controllo del mezzo e sono precipitati rispettivamente su entrambe le torri gemelle, uno sul Pentagono e l'ultimo in una campagna della Pennsylvania.
Avreste trovato difficoltà a crederci?

Non voglio portarvi a dire "si" o "no", voglio soltanto che pensiamo insieme. Di fatto non è importante la risposta, ma applicarsi per un attimo seriamente e calarsi nella situazione, anche se inventata.

Ok, ora torniamo alla realtà. Ci hanno detto che gli incidenti sono il frutto di un attacco terroristico portato a compimento da Al-Qaida per volontà di Bin Laden.
Questa è la realtà, la verità. Giusto?

Attenzione: ripeto che non ho alcun desiderio o pretesto per affermare che qualcosa sia vero o falso, giusto o sbagliato.

Ora vado su Wikipedia e cerco Osama Bin Laden.
A un certo punto leggo: "Bin Laden non ha mai ammesso un suo diretto coinvolgimento negli atti terroristici dell' 11 settembre 2001, fino al famoso videotape mandato in onda dalla Tv Al Jazeera il 29 ottobre 2004, pochi giorni prima le elezioni americane." (ovviamente non sto dicendo che wikipedia sia la bibbia, ma se avete seguito il filo del discorso ciò dovrebbe essere chiaro)

A questo punto mi viene da pensare: ma è sempre vero, cioè sempre corrispondente alla vera pura realtà dei fatti, ciò che ci viene trasmesso da televisione e giornali?

Perchè quello che a noi arriva, le notizie di cui ci nutriamo, ci vengono veicolate attraverso questi mezzi.
Quindi, se da una parte è innegabile che gli aerei abbiano centrato le torri perchè ciò è avvenuto sotto gli occhi di tutti, dall'altra non possiamo avere la stessa certezza che quegli aerei fossero effettivamente pilotati da terroristi al primo volo non virtuale della loro vita.
Siete d'accordo?

Tornando al giochino fantasioso di prima, alla domanda "avreste trovato difficoltà a crederci?", io mi sono risposto: beh, però che coincidenza...

Pare che:
Fra il 6 e il 7 settembre 2001 qualcuno acquista 4.744 opzioni "put" della United Airlines. Chi acquista opzioni "put" si impegna a vendere un determinato numero di azioni, a un prezzo convenuto, entro un termine stabilito; in pratica, scommette sul ribasso di quel titolo, per guadagnarci. Il 10 settembre, vengono parimenti acquistate 4.516 opzioni "put" della American Airlines. Ciò fa stranamente impennare i grafici delle compravendita giornaliere, l'acquisto di opzioni "put" sulle due compagnie aeree in quei giorni è del 600 per cento superiore al normale. E nessun'altra compagnia aerea è oggetto di una simile speculazione al ribasso.

1) Beh, che coincidenza... :)
2) I familiari dei terroristi avevano dei capitali investiti in borsa e, sapendo tutto, hanno opportunamente speculato. Ciò spiegherebbe il fatto.
3) ...

A voi la parola.

Trinity
Riprendo una voce saltata da SerEdward.

6)Il calore generato subito dopo l'impatto e nell'incendio susseguente non era sufficiente a sciogliere la struttura.
Spero che per "sciogliere" si intenda "rammollire" e non "fondere".
Chi ha detto che in quelle condizioni l'acciaio sarebbe fuso, s'è sbagliato per inesperienza o approssimazione. Chi continua a ripeterlo, anche se per contestarlo, dimostra inesperienza o approssimazione o scarso comprendonio, visto che l'errore è stato corretto.

L'ingegnere Jeff King fa notare che...
Detto così sembra che sia importante che la cosa l'abbia detto lui, mentre se l'avesse detta qualcun altro (ugualmente sconosciuto) avrebbe potuto essere presa sottogamba.
Poi sembra strano che su LC si contestino degli anticomplottisti (d'altro genere su altri temi) tacciandoli di pretendere titoli accademici, quando poi gli stessi complottisti non ne lesinano l'esibizione quando sembrano a loro favorevoli.
Evidentemente la coerenza è merce rara...

..nella peggiore delle ipotesi, si sarebbe sprigionata una temperatura di 1800° F, mentre per sciogliere l'acciaio occorrono 2500 ° F. Inoltre come si vede dagli impatti, la quasi totalità del cherosene si è incendiata subito, quindi la maggior parte del calore sarebbe stata prodotta dalle strutture incendiatesi all'interno dei piani colpiti:
Può darsi che la quasi totalità del cherosene si sia incendiata subito, ma la rimanente parte non avrebbe potuto bastare? Come si fa a sapere? Lo sa Jeff King?

...tuttavia poco prima dei crolli si vedono dense nubi di fumo molto scuro, di solito questo tipo di fumo viene prodotto da un incendio con temperature poco elevate e con elevata carenza di ossigeno.
A parte che del fumo nero si può avere anche senza alcuna carenza di ossigeno (http://www.newfields.com/imgs/enviroStudy4.gif), mi pare che dietro questa osservazione ci sia una discreta superficialità.
Credi VERAMENTE che gli incendi all'interno delle torri si svolgessero come nel bruciatore del fornello (fumo nero a parte), con tutte le fiammelle bene ordinate l'una accanto all'altra e uguali fra loro? Non credi che sia più verosimile che nei punti in cui l'aria arrivava (e non c'era solo uno spiffero aperto) le fiamme potessero essere più vive e con poco fumo, e che si vedesse SOLO il fumo prodotto dalle zone meno aereate, che altrettanto verosimilmente ci dovevano essere?


-------------


Ciò che più di tutto mi interessa è rispondere al perché la verità non viene a galla, e perché tanta gente si affanna a contrastare chi si fa delle domande.
In realtà non ho visto nessuno contrastare chi si fa domande, ma solo chi dà risposte.
Non c'è alcun mistero su come sia proseguito il crollo una volta iniziato, ma qualcuno ha dato la risposta della demolizione controllata. Non solo: per completezza ha anche aggiunto che per questa è stata usata la termite.

Farsi domande è sacrosanto. Prendere in giro il prossimo, alimentando fantasmi, un po' meno.

mc
jo ha detto:
E' chiaro che le dinamiche degli attentati hanno un'importanza minima. Sia stata l'amministrazione Usa a organizzare tutto o abbia lasciato fare, che differenza fa ai fini della valutazione politica dell'evento, della sua gravita' e dele sue ripercussioni?

Personalmente penso che faccia una grande, anzi enorme differenza, e qualcosa mi dice che forse non sono l'unico a pensarla così.
Se un organizzazione terroristica commette un attentato di quelle dimensioni, allora possiamo essere d'accordo con Bush che il terrorismo sia il male assoluto e che vada estirpato a suon di guerre.
Se gli USA hanno lasciato fare... non so, ma mi sembra superfluo commentare.
Se, invece, addirittura gli Stati Uniti avessero ideato coordinato e realizzato il tutto, a guisa di Operazione Northwoods, il mondo come reagirebbe? Io penso che mi incazzerei più di quanto non lo sia con i terroristi, e i familiari delle vittime pure, non credi?

Trinity
mastrociliegia ha detto:
Farsi domande è sacrosanto. Prendere in giro il prossimo, alimentando fantasmi, un po' meno.

Scusami, potresti dettagliare meglio cosa intendi con "prendere in giro il prossimo alimentando fantasmi"?
Grazie

Trinity
Hammer
intendo dire che essendo le videocamere piazzate più distanti, riprendevano una visuale più ampia. Per conferma puoi vedere qui il campo visivo delle varie videocamere

http://www.luogocomune.net/site/modules/911/index.php?filename=911/blackout/blackout.html

Ora, visto che al massimo l'aereo percorreva 236 metri al secondo, ma forse anche meno, e il campo di visuale delle telecamere dello Sheraton e soprattutto del Virginia Department of Transportation è certamente più ampio di 236 metri, a meno di considerare frame da più di un secondo l'uno, almeno due volte il velivolo è stato inquadrato (personalmente credo che le telecamere sull'autostrada registrino parecchi frame al secondo). Ora sono chiaro?
Scusami, potresti dettagliare meglio cosa intendi con "prendere in giro il prossimo alimentando fantasmi"?
Si tratta di far credere che esistano cose che non esistono (i fantasmi, appunto).
Una di queste cose è la demolizione controllata, ad esempio.
Un'altra sarebbe l'assurdo meccanismo innescato dal lampo prima dell'incontro degli aerei con le torri.
Un'altro ancora è la presenza di metallo fuso giorni e giorni dopo i crolli delle torri.
Un'altro ancora è prendere le dichiarazioni di Bush come assolutamente veritiere, senza tener conto dell'evento traumatizzante che potrebbe averle provocate (che poi l' evento traumatizzante fosse il crollo delle torri, o la sua stessa nascita, lo lascio decidere ad altri).
Sono cose di una assurdità tale che non dovrebbero neanche essere prese in considerazione, se non da "striscia la notizia" nei suoi siparietti.
Invece queste assurdità vengono fatte passare come fatti probanti, almeno da quanto si vede da certi siti, e si vuole (o si vorrebbe) che la gente ci creda incondizionatamente, senza contradditorio, altrimenti
Caro Paolo ti dico soltanto che il giorno in cui ti dovrai pentire amaramente per la stupidità e la superficialità della tua crociata a difesa del PNAC si sta avvicinando a grandi passi...
21/5/06 12:56


Allargandosi in off-topics, si potrebbero aggiungere le allucinazioni sulle "scie chimiche", di fronte alle quali le fantasie sull' 11/9 farebbero la figura di certezze cartesiane (quest'ultime, perlomeno, presuppongono una finalità chiara e definita).
Ma questa è un'altra storia.

mc
Mocheffamo? ciò che dici è chiaro ma è sbagliato e continui a non citare le fonti.

Anzitutto: il campo visivo di una fotocamera si misura in gradi o radianti; si tratta infatti di un angolo. Quindi la tua affermazione in base alla quale il campo visivo delle citate videocamere è superiore a 236 metri è priva di senso perchè l'unità di misura è sbagliata. Come se chiedessi a qualcuno "quanti chilometri pesi?".
Per sapere se un oggetto entra o meno nel campo visivo di una videocamera devi anche conoscerne la distanza (cosa che ho volutamente omesso nel mio post precedente per vedere se te ne saresti accorto e la cosa ti è sfuggita del tutto).

Quindi, prima di parlare di campo visivo di 236 metri devi avere i dati veri sul campo della videocamera (in gradi o radianti, ribadisco) e la distanza videocamera-aereo.

Poi, non vedo fonti sulla frequenza di registrazione della videocamere che sono indispensabili nel sostenere la tesi che sostieni.

Insomma Mocheffamo?, sbaglio o non hai la minima conoscienza di trigonometria? Francamente mi sembri molto approssimativo e poco preparato.
Ma cosa pensi di dimostrare con questo post? Hai forse dimostrato che l'acciao fonde a temperature inferiori agli 800°C? (base della teoria che vuole le torri cadute per lo scioglimento della struttura portante)
Se iniziassi a dimostrare qualcosa, invece che provare a smentire senza prove le tesi altrui, allora magari qualcuno ti crederà. Ma tanto ciò è impossibile...
BEPPE GRILLO SUL SUO BLOG SCRIVE DELL'11 SETTEMBRE:

http://www.beppegrillo.it/2006/05/911_senza_verit.html

LA VERITA' SI STA DIFFONDENDO! LE IDIOZIE ATTIVISSIME ORMAI NON REGGONO PIU'.
++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++


E' RISAPUTO ORMAI CHE ATTIVISSIMO E' UN COMPLETO IGNORANTE!!!
E' STATO COMPLETAMENTE SMENTITO, FINO ALL'ULTIMA SILLABA:


http://xoomer.virgilio.it/911_subito/attivissimo_ignorante.htm


SMETTETELA DI BERVI LE SUE CRETINATE!!!


++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++++
Ciao,
per chi voglia _seriamente_ approfondire l'argomento consiglio

http://911research.wtc7.net/


Ciao
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
anonymous wrote:

E' RISAPUTO ORMAI CHE ATTIVISSIMO E' UN COMPLETO IGNORANTE!!!

E' uno spammer. Il sito di Beppe Grillo è stato spammato da 3 messaggi identici. E il primo di essi parla di Paolo senza che né l'articolo pubblicato né alcun commento ne abbia mai parlato in precedenza.
Il fatto che un parassita della società come Bebbe Grillo avalli la tesi complottistica è la definitiva conferma che tale tesi sia da scartare.

Non ricordo una sola cosa sensata o completa di fonti e spiegazioni che esca dal blog di quell'uomo inutile.
Bravo grisu'...
Non so da che parte stai, ma il sito che citi mi pare pro-complotto.
Se però osservate attentamente il video
http://www.911research.com/wtc/evidence/videos/docs/wtc2_from_south_a.mpg
si vede esattamente l'inizio del crollo della torre sud.

Questi sono fatti, e si vedono chiaramente.

Si vede il denso fumo che esce dalla torre e quindi l'incendio NON era assolutamente terminato.
Si vede la struttura esterna della torre che inizia a sfaldarsi insieme ai segmenti di solaio che cominciano a cadere.
Infine si vede chiaramente che il piano da dove esce il fumo, probabilmente sovraccaricato dalle macerie dell'impatto (l'aereo è entrato inclinato e quindi ha devastato almeno 3 piani) ed indebolito (attenzione: non FUSO) dal fuoco, cade sul piano inferiore innescando il crollo.
Inoltre mentre la sommità precipita, la si vede chiaramente rovesciarsi all'esterno del perimetro della torre.

Con 1 video solo ho chiuso la discussione.
C'è l'incendio, non ci sono esplosioni e non c'è controllo nel crollo...
Con buona pace di chi insulta inutilmente Paolo.

Le immagini sono quelle: non mi pare che si possano commentare diversamente.

Saluti.
MONZI L'UNICA COSA CHE DOVRESTI CHIUDERE E' IL CULO, COSI' LA PIANTI DI SPARARE CAGATE SIMILI.

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/attivissimo_ignorante.htm
Complimenti!
Mi pare un'argomentazione valida...
In questo modo riuscirai a convincermi sicuramente.

Se per cortesia tornassi nella caverna le discussioni potrebbero continuare, grazie!

Saluti.
SirEdward wrote:
"Il fatto che un parassita della società come Bebbe Grillo avalli la tesi complottistica è la definitiva conferma che tale tesi sia da scartare."

Beppe Grillo ti fa vedere i furgoni che vanno ad idrogeno, (forse ti è sfuggito), ti informa quali criminali siano i tuoi parlamentari, ti fa conoscere cosa siano le nano-polveri, dello strapotere delle case farmaceutiche, SI BECCA LE QUERELE dalla telecom per far vedere a degli ignoranti come te come come ti frega i soldi dalle bollette perciò non ti permettere di accusare Beppe Grillo soprattutto per difendere Paolo Attivissimo.
Beppe Grillo con coraggio fa informazione sfidando i potenti che ti prendono per il culo, Paolo Attivissimo invece ti fa conoscere le bufale della nonna o ti fa vedere come crasha il tuo internet explorer, mi pare ci sia una differenza abissale sul tipo di notizie trattate.
Quando Cristoro Colombo partì per vedere se la terra fosse veramente rotonda, se voi foste esistiti a quei tempi avreste pensato: "E' impossibile che sia rotonda altrimenti tutte le persone che non stanno al vertice della palla cascherebbero tutti giu".
emorex
Caro Hammer,
non ho la minima conoscienza di trigonometria. Scusami tanto se mi sono permesso di intervenire e dire la mia. Non ne ho diritto, non sono un tuttologo, sono solo un semplice cittadino e quindi meglio che me ne stia zitto.

Credo che tu abbia capito bene cosa intendevo, di solito non faccio le pulci agli interventi degli altri per scovare eventuali tranelli, la frequenza dei frame non l'ho cercata, non saprei dove guardare, ricordo solo certe riprese dalle telecamere delle autostrade italiane, che solitamente hanno parecchi frame al secondo. Sulla base della mia "esperienza" credo molto probabile che ci siano dei video che hanno ripreso l'aereo, perche' le telecamere erano piu' distanti e riprendevano un'area piu' vasta. Ma e' solo la mia opinione.

In una discussione civile mi aspetto un'interazione con gli altri, e un contributo di chi ne sa piu' di me. Mi pare che qui invece ci sia un certo nervosismo e una certa maleducazione.
Le torri gemelle, data la loro mole, erano costruite per avere una grande resistenza: il nucleo portante era costituito da ben 47 colonne di acciaio, questa struttura era poi interconnessa a 240 travature esterne. Ciò consentiva di avere una distribuzione dei carichi estremamente efficiente; in caso di sollecitazioni meccaniche (pensate ad esempio a forti venti laterali), la forza applicata su una parte della struttura si redistribuiva su tutta la struttura, garantendo un'elevata stabilità.
---------------------------------
Basata su una grande rigidità. Questo non te lo dicono ed in effetti è questo il problema assieme all'instabilità dell'equilibrio.
Alcuni aspetti in effetti han indebolito la grigliatura orrizontale che ripartiva i carichi ed il risultato è stato il crollo di un piano sull'altro.
La domanda è: un piano viene progettato per sostenere il peso dell'altro? no.
Le colonne vengon progettate per ricevere i pesi dei piani. I piani sono progettati per sostener solo i pesi di quello che metti dentro il vano.
Tutti i materiali hanno una certa problema di rottura fragile con gli urti i cui risultati sono quelli di taglio per strappo o taglio netto della sezione. Un ingegnere che non sa questo ha la i minuscola.
Il colpo è stato dato da almeno 19 piani. diciannove piani lanciati a 9.8 per 3,5 metri farebbero cagare sotto pure Hercules soprattutto se è seduto su un solaio progettato per carichi normali.
A ciò si agiungono varie regole di calcolo che negli anni 80 permettevano semplificazioni tali da ridurre il peso che si scaricava piano per piano(tipica regola degli architetti del carico sfalsato...questo anche perchè a quel tempo erano sprovvisti di programmi di calcolo e dovevano farsi il CROSS...un tumore di calcolo da far perder le staffe anche a Eistein su 110 piani di edificio). Nulla di + a sfavore della sicurezza per quanto riguarda situazioni di crollo dinamico di un piano sull'altro (anche se permette di ridurre il coefficiente di sicurezza nel caso statico dando di conseguenza minori pesi alle colonne che così alla base assumono dimensioni ridotte).
Se a ciò aggiungi le chiodature e casomai qualche palsticizzazione per la storia di carico della struttura in 20 anni di vita il quadro è bello e che completo. Stranamente gli ingegneri citati dalla disinformazione o del MIT tali cose non le spiegano nè le escludono....semplicemente le evitano(sarà la sindrome di Nexus).
Oltre a questo:
Il WTC è stato progettato per resistere all'urto di un aereo, ma non è stato progettato ad un incendio dei serbatoi dell'aereo, ma solo ad un incendio standard.
E' stato progettato ad un incendio standard. Il metodo delle TA(appicato qui in europa però...in america dovrebbe esser uguale ma purtroppo la professionalità degli ingegneri del MIT non permette di spiegar tali questioni) impone di prender le azioni accidentali con unaa fondamentale e le altre con minor probabilità di avvenire. Purtroppo per le azioni eccezionali ciò non avviene.
In questo caso abbiamo avuto un evento eccezionale Fuoco con un evento eccezionale Urto aereo contemporaneamente con verifica soltanto di solo evento eccezionale fuoco (minore e pure con un sistema costruttivo pazzoide per questo tipo di evento) o solo evento eccezionale Urto cosa che ovviamente è sottostimata.
Tuttavia le torri han retto per ben 45 minuti.
Per farsi un'idea, la normativa sugli incendi (poichè gli incendi non son un problema esiste una normativa di dimensionamento a riguardo....strano vero?!) impone l'adozione di tutte le misure idonee per garantire il mantenimento del coefficiente di sicurezza a seconda di tre classi (a cui si arriva in dipendenza di vari aspetti) di cui quella + restrittiva impone 45 minuti. Una delle torri gemelle han resistito 40-50 minuti, cioè molto prossimo al livello + restrittivo (poichè dopo 45 minuti c'è stato il crollo). Ciò significa che none erano distanti da una classe inferiore o media (vicino a quella restrittiva) ed in effetti svariate persone son uscite dalle torri salvandosi la vita.

PS: chi è che mi paga per ste consulenze?!perchè stiamo veramente arrivando al livello della consulenza.
-------------------------------
Se fosse andata così, le torri sarebbero dovute implodere trascinando la gabbia esterna (240 travature) verso l'interno, mentre dai video si
--------------------------------
Dici?!
http://img416.imageshack.us/img416/5628/foto36mn.jpg
---------------------------------
vede chiaramente che lo sgretolamento è avvenuto dall'interno verso l'esterno, con proiezione di enormi porzioni a notevole distanza.
---------------------------------
Ok prova a fare questo esperimento: fai un budino o una torta di gelato con millefoglie o similare grande come la tua mano.
Poi prendi la tua mano che rappresenta il blocco superiore e lo fai cadere sulla torta (la tua mano dovrebbe pesare forse 100 volte + della torta e cadere da vicino...in realtà la fai cadere da distante e pesa poco...sarebbe da eguagliare le energie).
Prova a vedere la massa che schiacci se scende e si compatta o se schizza fuori (fenomeno tra l'altro tipico dell'istabilità dell'equilibrio...simile a quando ti siedi sul cofano della tua macchina e questo stock scatta di colpo dall'altra parte e si piega verso il basso).
----------------------------------
Subito dopo il crollo, gran parte della struttura metallica è stata rimossa, portata via e rifusa.Strano, dato che le parti in acciaio erano le uniche rimaste integre e su di esse potevano essere condotte analisi accurate
----------------------------------
12 giorni per spegnere l'incendio e 8-9 mesi per ripulire il cantiere. Le macerie dove dovevano essere messe? facevano dietro l'angolo una discarica apposita? Strano comunque han rivenduto l'acciaio alla cina che ci ha fatto qualche milione di biciclette. Considerando il peso da trasportare e che un camion porta solo 35 tonnellate massime...secondo me ci han messo dei mesi solo per spostare di qualche migliaio di km le travi. Svcariati mesi per estrarle e svariati mesi per farle attraversar il pacifico. Ma questo non te lo dice nessuno è un segreto.
-----------------------------------
4) 2 pesi e 2 misure anche nei fondi per le indagini: pare che per investigare su Clinton siano stati spesi 40 milioni di dollari, mentre per investigare sul 9/11 meno di 1 milione
------------------------------------
Quella di clinton fu una saggia spesa di Algore (se non ricordo male era algore quando ancora procuratore) che vole rivolle stravolle incolparlo.
Quella del milione di dollari non l'ho mai verificata, ma mi par na gran strunzata soprattutto quando vedi un pilastro in video piegarsi di punto in bianco con tipico effetto di instabilità(non trovo comunque mai accenni a tale fenomeno nè da ing della teo ufficiale nè da ing della teo non ufficiale..il che conferma la mia idea della ing americana...katrina docet).
---------------------------------
NORAD ..... nel giro di massimo 20 minuti si ritrova attaccati al culo 2 o più caccia armati di tutto punto pronti ad abbatterlo.
---------------------------------
Stiamo andando OT. guarda gli aerei sotto una certa quota non sono + rilevati.
Dalla seconda guerra mondiale a oggi in america le uniche guerre che ci son state son quelle di quartiere.
Il decollo degli aerei è documentato ed è avvenuto quando son crollate le torri ed in effetti probabilmente in pensylvania il ricordino ce l'han lasciato.
Il problema di un dirottamento è attentato p che:
1) cerchi di verificare e non è come nei film che mandi il caccia ad affiancarsi all'aereo a sbirciar dal finestrino
2) metti in sicurezza prima presidente and co. di modo tale che non appaia dove viene portato, senza che gli attentatori lo sappiano
3) a questo punto vai a metter mano al caso dirottamento attentatori col rischio connesso.
Purtroppo che io sappia la gerarchia è questa.
"Evitare l'effetto camino," che invece si è verificato come da immagini.
Rimane comunque che i piani itneressati erano intorno a 550°C che i fissati complottomani dicono essere temperatura ben inferiore a quella di fusione dimostrando che non ne capiscono un cazzo di acciaio.
-----------------------------------
per cui se vi sono state esplosioni, non provengono dall'incendio dei materiali delle torri.
----------------------------------
No anche da materiale (da urto di un aereo contro tre piani e solaio non progettato per sostener il peso di un boeing) caduto sui tanto paventati vani ascensore che cozzava con una camera rimbombante come è l'ascensore.
-----------------------------------
E questo solo per le 2 torri, lasciamo perdere il WTC7 e il Pentagono dove i dubbi e le stranezze sono ancora maggiori.
---------------------------------
Già ampiamente smentiti in altri messaggi e topic
----------------------------------
la politica militare ed estera degli Stati Uniti è costellata di ombre poco rassicuranti.
-----------------------------------
Come un seguace di Abu shayaf che pronunciando i versetti fondamentalisti del corano che dicono "ci ciberemo delle vostre carni" e mette in pratica con carne umana in gesto?
----------------------------------
mi spiegate come sia stato capace prima un 767 poi un 757 a far crollare due torri alte 415 e 417 metri....ed invece un'altro 757 sia stato solo capace solo di abbattere mezza facciata del pentagono??
----------------------------------
Presto spiegato: le torri son crollate per 19 piani(centinaia di tonnellate) lanciati a 9,8m/s^2, mentre il boeing son 10 tonnellate lanciate a 800 metri al sec.
Al pentagono c'è CLS, ma il CLS ha.
1) spessore maggiore
2) pochi fori diversamente dalle travi
Il che rende la differenza fra sfascio delle colonne con segno delle ali da una parte e non dall'altra.
Tra l'altro le ali non son la parte + resistente dei voli civili, ma la carlinga al contrario degli aerei sopra mach 1,5-2

Tosi non vi sto più dietro....troppi messaggi da leggere poco tempo disponibile, sempre le stesse domande.
Vi saluto .
Ci tengo a precisare che in un commento di un anonimo SirEdward si è preso degli insulti che erano invece destinati a me. Sono infatti io ad aver detto che Grillo è un parassita.

Caro Mocheffamo?, ti ho solo fatto notare che le tue certezza millantate (sei stato tu a dire che le altre telecamere hanno "sicuramente" ripreso l'aereo) si basano su considerazioni approssimative, poca conoscienza e scarsa precisione.
Non volevo offenderti nè essere maleducato (ti chiedo scusa se ti ho offeso), ma solo mostrare che le tesi strampalate possono sopravvivere fino a quando non vengono analizzate con un minimo di precisione.
Ciao
Caro mother,
mi rivolgo a te perchè ho letto diversi tuoi post in giro per internet ed ho apprezzato la tua competenza ed il tuo punto di vista.
Non mi interessa difendere una tesi o un'altra, mi faccio solo domande alle quali sarei felice di trovare risposte.
L'ho già postato prima, ma lo ripeto indirizzandolo alla tua attenzione:

Fra il 6 e il 7 settembre 2001 qualcuno acquista 4.744 opzioni "put" della United Airlines. Chi acquista opzioni "put" si impegna a vendere un determinato numero di azioni, a un prezzo convenuto, entro un termine stabilito; in pratica, scommette sul ribasso di quel titolo, per guadagnarci. Il 10 settembre, vengono parimenti acquistate 4.516 opzioni "put" della American Airlines. Ciò fa stranamente impennare i grafici delle compravendita giornaliere, l'acquisto di opzioni "put" sulle due compagnie aeree in quei giorni è del 600 per cento superiore al normale. E nessun'altra compagnia aerea è oggetto di una simile speculazione al ribasso.

Ripeto che non ho alcun interesse a difendere cocciutamente o sostenere qualsivoglia tipo di ipotesi in un senso o nell'altro.

Quei movimenti del mercato finanziario sembrerebbero indicare che qualcuno sapesse già quello che stava per accadere.
Chi potrebbe essere secondo te? Possiamo far ricadere questa coincidenza nelle normali attività degli scambi di borsa?
Ciao, grazie.

Trinity
Permettimi Paolo,
ma proprio da quella foto che posti sembra che la torre stia cadendo alla stessa velocità della velocità media dei frammenti che stanno crollando, non sei d'accordo??

Poi diciamo, l'insieme dei frammenti ha non una velocità univoca, ma una distribuzione di varie velocità di caduta, ovvero alcuni frammenti cadono più velocemente, presumibilmente accelerati dall'esplosione, o crollo improvviso (come un ramo che si spezza e "schizza via") a seconda delle preferenze.

Paolo

Quei movimenti del mercato finanziario sembrerebbero indicare che qualcuno sapesse già quello che stava per accadere.

Non sono mother ma ti rispondo con una altra domanda: quante volte è successo che si comprassero parecchie di quelle opzioni verso una azienda e poi non è successo niente? Forse che qualcuno ha avuto semplicemente una fortuna sfacciata?
Per Tinity:

Se qualcuno avesse saputo prima degli attacchi (possibile), questo non significa automaticamente che le torri sono state demolite. è un punto che sento sempre il bisogno di risottolineare.

Per Paolo (omonimo commentatore)

La velocità di caduta non si può calcolare con una foto. c'è bisogno di una sequenza, come un filmato, ad esempio, per rendersene conto.

Cerca i filmati in cui si vedono le torri che crollano in tutta la loro interezza, soprattutto quando arrivano nella metà più vicina a terra, e ti accorgerai in maniera evidente che i frammenti cadono più velocemente della torre stessa.
Quei movimenti del mercato finanziario sembrerebbero indicare che qualcuno sapesse già quello che stava per accadere.
Volendo,si potrebbe anche dire che e` stato un investitore che sapeva dell`attentato (chissa` magari un parente di Bin Laden) e ne ha approfittato... e` un`ipotesi fantasiosa, ma e` solo per dire che gli investimenti non provano che l`attentato fosse "Made in USA".
Se vogliamo i veri "punti oscuri" non sono tanto gli investimenti, o le fotografie (dove gli elementi dati come "certi" sono quasi sempre dalla scientificita` dubbia), ma la reazione dell` aereonautica americana. Punti oscuri, ma che non sono prove certe di un complotto.
Truthsearcher.
siredward ha detto:
Se qualcuno avesse saputo prima degli attacchi (possibile), questo non significa automaticamente che le torri sono state demolite. è un punto che sento sempre il bisogno di risottolineare.

Perfettamente d'accordo.

Truthsearcher ha detto:
Volendo,si potrebbe anche dire che e` stato un investitore che sapeva dell`attentato (chissa` magari un parente di Bin Laden) e ne ha approfittato... e` un`ipotesi fantasiosa, ma e` solo per dire che gli investimenti non provano che l`attentato fosse "Made in USA".

Certo, non provano che sia made in USA. Non credo che da una sola piccola constatazione si possa giungere ad un'affermazione così avventata. Per carità, non era quello che volevo dire.

Pare che questi investimenti coinvolgessero cifre (si parla di milioni di $) che non sono alla portata di tutti.
Voglio dire: sul crollo delle torri nessuno di noi può essere certo che il motivo che sostiene sia assolutamente e certamente quello giusto.
Però vedendo tanti investimenti così ingenti che puntano al ribasso dell'American Airlines pochi giorni prima, qualche dubbio lo crea no? Non dubbio del tipo "è tutto un complotto", ma dubbio che qualcuno già sapesse quello che stava per accadere. In base a questo non vale la pena farsi delle domande?

A meno che...
Non sono mother ma ti rispondo con una altra domanda: quante volte è successo che si comprassero parecchie di quelle opzioni verso una azienda e poi non è successo niente?

Quante volte? Io non lo so, non ci capisco di borsa, ma sarei felice se tu, con la giusta cognizione di causa, mi dicessi che simili movimenti con così tanti soldi in gioco capitano spesso, e che quindi possiamo ritenere un gran colpo di fortuna quello di chi c'ha imbroccato.
Non sono mica attaccato all'idea che ci sia per forza qualcosa sotto! Se ad una circostanza così particolare ed annessa agli eventi, tu mi dai una spiegazione logica e probante, allora abbandono il dubbio.

Truthsearcher ha detto:
Se vogliamo i veri "punti oscuri" non sono tanto gli investimenti, o le fotografie (dove gli elementi dati come "certi" sono quasi sempre dalla scientificita` dubbia), ma la reazione dell` aereonautica americana

Sono d'accordo con te, ho già espresso anche questo dubbio. Sembra paradossale che, pur avendone la possibilità, non sia stato fatto nulla, nemmeno un tentativo di intercettazione.

Trinity
Quante volte? Io non lo so, non ci capisco di borsa, ma sarei felice se tu, con la giusta cognizione di causa, mi dicessi che simili movimenti con così tanti soldi in gioco capitano spesso, e che quindi possiamo ritenere un gran colpo di fortuna quello di chi c'ha imbroccato.
Non sono mica attaccato all'idea che ci sia per forza qualcosa sotto! Se ad una circostanza così particolare ed annessa agli eventi, tu mi dai una spiegazione logica e probante, allora abbandono il dubbio.


Qui c'è un altro punto fondamentale.

Nemmeno io so se quei movimenti finanziari sono la norma o se sono un fatto strano.

Anche a me interessa, e anche io ho dei dubbi su questo argomento.

Anche a me piacerebbe vederlo risolto.

E, soprattutto, nemmeno io, come te, mi sto sbattendo a capirlo. Proprio come te sto aspettando la pappa pronta su questo argomento (lo ammetto).

MA... e qui arrivano le differenze. Se un filmato mi porta come prova questo movimento finanziario io lo ritengo interessante ma ancora incerto, e mi rendo conto che il filmato stesso non fa nessuna affermazione proprio sulla normalità o la stranezza di questo picco di movimenti, cosa che non depone moltissimo a favore dell'autorevolezza del filmato stesso.

Soprattutto, però, secondo me è sbagliato portare questo argomento all'interno di una discussione già caotica associandola in partenza ad una conclusione (cito liberamente: "questa operazione sembra indicare trame oscure: me la potete smentire?"). Io penso che sarebbe meglio fare la stessa domanda in maniera più neutra.

P.S. sembra che il tono del mio messaggio possa essere frainteso. A scanso di equivoci vorrei rassicurare Trinity che questo messaggio rappresenta una proposta di confronto, non un attacco.

Quante volte? Io non lo so, non ci capisco di borsa, ma sarei felice se tu, con la giusta cognizione di causa, mi dicessi che simili movimenti con così tanti soldi in gioco
Quante volte? Io non lo so, non ci capisco di borsa, ma sarei felice se tu, con la giusta cognizione di causa, mi dicessi che simili movimenti con così tanti soldi in gioco

Purtroppo non sono in grado di dare una risposta, non lavorando nel campo. Magari chiedo ad alcuni amici e mi documento un po' e poi riferisco, qui se passa poco tempo (ma dubito), sul mio blog altrimenti.

Sono d'accordo con te, ho già espresso anche questo dubbio. Sembra paradossale che, pur avendone la possibilità, non sia stato fatto nulla, nemmeno un tentativo di intercettazione.

La cronologia e una analisi che a prima vista sembra accurata e "super partes" si può trovare qua: http://www.aereimilitari.org/Crono911.pdf.
L'ho letto quasi tutto ed è molto interessante.
I "calcoli" di quelli che si arrabbierebbero se li chiamassi complottisti prevedono un tempo di crollo di circa 100 secondi.

Ragazzo mio, è fisica, non la teoria di qualche mente distorta.

Tempo di caduta nel vuoto = radice quadrata di ( 2 x altezza in metri / 9,81).

Considerato che le torri erano alte 415 metri o giù di lì, il tempo di caduta libera nel vuoto è 9,2 secondi.

Ci sono valori diversi per i tempi di caduta delle torri, alcuni dicono 8-10 secondi, altri dicono anche 16.

Ad ogni modo, calcolando 16 secondi, la velocità è di quasi 7 piani al secondo, ed in perfetta simmetria.

Se questo per voi è un "crollo spontaneo", beh, almeno dite dove prendete l'erba.. :-D

Sempre parlando di fisica, come mai il vostro beniamino non "debunka" il principio di conservazione del momento angolare, che da solo smentisce la teoria ufficiale?

Meditate gente.

Perlomeno riflettete su quello che costui dice, bisogna avere dei problemi per seguirne e condividerne i percorsi mentali..

Steven Jones nn sarebbe credibile per il suo credo religioso.. E' un professore di fisica ma a lui poco importa.. :-D

http://video.google.com/videoplay?docid=-4574366633014832928&q=bombs+clearing

Al link trovate i pompieri che parlano di bombe che cominciano ad esplodere nell'edificio..

Per attivissimo: datti all'ippica.

Ascoltare te sul 9/11 è come ascoltare Flavia Vento parlare di fisica nucleare.
La cronologia e una analisi che a prima vista sembra accurata e "super partes" si può trovare qua: http://www.aereimilitari.org/Crono911.pdf.
L'ho letto quasi tutto ed è molto interessante.


Interessante lo è di certo, ma super partes direi proprio di no...

Contiene parecchi spunti di approfondimento. Cito una frase che mi ha fatto divertire e riflettere:

non è possibile nemmeno immaginare che si possa mettere in piedi una messinscena così elaborata, senza coinvolgere migliaia e migliaia di persone nel complotto. E non è possibile immaginare che nelle democrazie occidentali sia possibile zittire così tante persone

Come no! A questo scopo la televisione basta e avanza! E mi fermo qui, altrimenti inevitabilmente si finisce a parlare di politica e interessi commerciali.

Un altro punto mi ha colpito:

16 Settembre 2001
Bin Laden nega che Al Qaida sia coinvolta negli attentati.

28 Settembre 2001
Ancora una volta Bin Laden nega di essere coinvolto in attentati: "La mia organizzazione non colpisce donne e bambini".

7 Ottobre 2001
Gli USA iniziano i bombardamenti in Afghanistan.
Su questo punto si potrebbe dire: ci sarà da fidarsi della parola di un fanatico terrorista? Secondo me, non più di quella di un presidente lobbysta e disonesto, dall'elezione (quella sì!) assai sospetta. Sopratutto se poi si comporta da invasore e guerrafondaio al pari di suddetto "terrorista"... a me sembrano terroristi entrambi.

Disattivare Attivissimo said...
I "calcoli" di quelli che si arrabbierebbero se li chiamassi complottisti prevedono un tempo di crollo di circa 100 secondi.

Ragazzo mio, è fisica, non la teoria di qualche mente distorta.

La Fisica, così come la Verità, sono una cosa. È la mente distorta che poi piega le cose come più gli piacciono.

Tempo di caduta nel vuoto = radice quadrata di ( 2 x altezza in metri / 9,81).
Considerato che le torri erano alte 415 metri o giù di lì, il tempo di caduta libera nel vuoto è 9,2 secondi.
Ci sono valori diversi per i tempi di caduta delle torri, alcuni dicono 8-10 secondi, altri dicono anche 16.
Ad ogni modo, calcolando 16 secondi, la velocità è di quasi 7 piani al secondo, ed in perfetta simmetria.
Se questo per voi è un "crollo spontaneo", beh, almeno dite dove prendete l'erba.. :-D

Vogio provare a metterti sette piani di cemento e acciaio sulle spalle, e cronometrare in quanti millisecondi le gambe ti fanno giacomo giacomo... secondo te le travi portanti avranno opposto grande resistenza quando gli è piombato sopra (con rincorsa, pure) un carico decine di volte superiore a quello per cui erano state progettate?

Sempre parlando di fisica, come mai il vostro beniamino non "debunka" il principio di conservazione del momento angolare, che da solo smentisce la teoria ufficiale?
Se volessi avere la cortesia di spiegarci cosa intendi, e sopratutto cosa c'incastra il momento angolare con un moto rettilineo accelerato, te ne saremmo grati.

Meditate gente.
Mai avuto bisogno che qualcuno mi invitasse a farlo.
Perlomeno riflettete su quello che costui dice, bisogna avere dei problemi per seguirne e condividerne i percorsi mentali..
Grazie e altrettanto! Per me vale lo stesso discorso per quelli che stanno dietro alle fantasiose teorie di un branco di paranoici sgrammaticati...

Steven Jones nn sarebbe credibile per il suo credo religioso.. E' un professore di fisica ma a lui poco importa.. :-D
Il "professor" Steve Jones è il nostro fornitore dell'erba di cui sopra. Se uno fa discorsi strampalati sui viaggi di Cristo, non so quanto affidamento possiamo fare su altri suoi ragionamenti e teorie, fisiche o meno. La mente umana non è fatta a compartimenti stagni...

http://video.google.com/videoplay?docid=-4574366633014832928&q=bombs+clearing
Al link trovate i pompieri che parlano di bombe che cominciano ad esplodere nell'edificio..

Come quell'altro eroe della patria che afferma di aver sentito esplosioni dai sotterranei poco prima del secondo impatto d'aereo? Ma le torri non sono crollate un pò dopo, e partendo DALL'ALTO? Cos'erano, indebolimenti preventivi, così intanto quelli che erano al piano terra avevano tutto il tempo di raccontare di aver visto esplosioni? Ma andiamo...

Per attivissimo: datti all'ippica.
Ascoltare te sul 9/11 è come ascoltare Flavia Vento parlare di fisica nucleare.

Più o meno la sensazione che mi dà sentir parlare i "teorici del complotto" di logica consequenziale , fisica, edilizia.
Quando avrete degli argomenti seri, fateci sapere...
Un altro appunto per quelli che dicono che è stato demolito perchè è venuto giù troppo diritto e preciso mentre l'aereo ha colpito da un lato..
Primo, il calore che indeboliva le travi, come anche da voi osservato, si propaga velocemente nell'acciaio, inoltre gli incendi erano estesi a tutto il piano per tre e più piani. L'indebolimento quindi è stato più o meno uniforme.
Secondo, avete idea di cosa ci voglia per far inclinare e spostare significativamente il baricentro di un palazzo largo 60 metri? A forza di vederlo piccolo nei filmati forse ve ne siete scordati, ma era un palazzo enorme, e la massa dei piani al di sopra dell'impatto pure. Avrebbe dovuto esserci un danno unilaterale della struttura portante che arrivasse quasi alla metà della larghezza dell'edificio perchè venisse giù inclinandosi. Infatti in uno dei crolli la parte superiore si inclina, ma solo dopo essere sprofondata per qualche decina di piani. Avete presente l'incisione che fa il boscaiolo quando vuole abbattere l'albero? Il principio è lo stesso.
Ragazzo mio, è fisica, non la teoria di qualche mente distorta.

Tempo di caduta nel vuoto = radice quadrata di ( 2 x altezza in metri / 9,81).

Considerato che le torri erano alte 415 metri o giù di lì, il tempo di caduta libera nel vuoto è 9,2 secondi.

Ci sono valori diversi per i tempi di caduta delle torri, alcuni dicono 8-10 secondi, altri dicono anche 16.

Ad ogni modo, calcolando 16 secondi, la velocità è di quasi 7 piani al secondo, ed in perfetta simmetria.

...

Sempre parlando di fisica, come mai il vostro beniamino non "debunka" il principio di conservazione del momento angolare, che da solo smentisce la teoria ufficiale?



A parte che non ci tengo neanche un po' ad essere "il tuo ragazzo", non è usando vocaboli letti su un libro (o su wikipedia) che si parla di fisica.
L'aver specificato che il tempo di caduta è "nel vuoto" delle torri, ricorda la mancaza di esperienza tipica di chi le cose le ha appena lette ma non assimilate: acciaio e muratura cadono alla stessa velocità, sia nel vuoto che nell'aria. Soprattutto quando c'è una incertezza di una manciata di secondi nei tempi.

I "7 piani al secondo" non hanno senso, trattandosi di moto accelerato. Saranno di meno prima, di più poi. In ogni caso non so cosa vuoi dimostrare, se non che sai fare le divisioni.

Mi sfugge come si faccia a debunkare il principio di conservazione del momento angolare e come questo smentisca la teoria ufficiale. Comunque mi pare un approccio nuovo e interessante: ad esempio: l'accelerazione centripeta smentisce o conferma la teoria ufficiale? E la legge di Coulomb? Come si situa? E l'equazione di Schroedinger?

Prima di scomodare la fisica, fatti un piccolo autoesame (non mi interessa il risultato, che potrebbe essere copiato da qualsiasi parte). Rispondi tra te e te senza sbirciare altrove: sai la differenza tra forza, potenza, energia e lavoro? E l'attrito è un caso particolare di uno di questi quattro concetti o un'altro ancora? E la quantità di moto? C'è differenza tra massa, peso e densità?
Sono domandine semplici ma fondamentali. Se però non sai rispondere a tutte, non parlare di fisica. Semmai studiala.

Per inciso: sul tema dei tempi di crollo avevo fatto un intervento (piuttosto pesante, lo ammetto) in "pentatracce d'aereo" in data "12/3/06 17:04".
Avevo commesso un errore in una formula (sia nella descrizione sia nel programma) che, pur non pregiudicando il succo del discorso, è pur sempre un errore.
Sei capace di trovarlo? (o trovarne altri, se ci sono?)

buon lavoro
mastrocigliegia
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
Vorrei ricordare che Steven Jones è anche il protagonista del mistero della termodinamica.

Quel mistero per cui o lui (professore di fisica) si è sbagliato parlando a sprposito di termodinamica nel suo più famoso articolo sull'11/9 (poi corretto), oppure il suo articolo è stato modificato da qualcuno che lo ha riportato, e continua a essere riproposto, nella versione clamorosamente sbagliata, nella maggior parte dei siti che trattano di "complotti" dietro l'11/9.

insomma, quello che o è stupido lui o sono superficiali quelli che lo ripropongono senza sosta in versione errata.
Vedo che si fa presto a buttarla sul personale, per voi teorici della cospirazione ufficiale..

Ad ogni modo, la mia era una precisazione alla frase "I "calcoli" di quelli che si arrabbierebbero se li chiamassi complottisti prevedono un tempo di crollo di circa 100 secondi.
Qualsiasi tempo inferiore, anche di poco, è prova della demolizione controllata.", senza nessuna polemica. Se si cerca il dialogo, si accettano anche le precisazioni dovute.

Non credo di aver insultato nessuno per tale errore, mentre mi son sentito dire di essere un "male informato". Si dal caso che al terzo anno di Ing. Aerospaziale certe cose le conosca, essendo alla base dei miei studi. Sebbene questo possa comunque avere un significato relativo, si dal caso anche che questi argomenti li abbia trattati con prof di Fisica e di Ing. Strutturale della mia facoltà, e tutti hanno sistematicamente smentito le "leggerezze" che ho letto qui dentro, confermando le impossibilità fisiche e le tesi di demolizione controllata. Non so dirvi le idee religiose di questi prof, ma credo che le leggi fisiche non cambino secondo il credo. E, sinceramente, credo molto di più a loro, o a gente con Jones o Fetzer, piuttosto che ad uno pseudogiornalista qualsiasi..

MOMENTO ANGOLARE

Questo fenomeno è visibile anche nel crollo della Torre Nord, ma prenderemo qui in considerazione soltanto quello della Torre Sud, dove la violazione delle leggi fisiche è più evidente. In questo filmato, ripreso da Est, si nota come il movimento della cima della torre si comporti in modo molto strano. Prima il movimento consiste nel distacco di una sezione di circa 30 piani al di sopra della zona d'impatto, che si staccano in blocco, con fulcro sulla zona d'impatto. Questo movimento di caduta accelera per circa 2.5. secondi. Poi, in prossimità dell'inizio dei primi sbuffi di polvere, il movimento cambia improvvisamente. Il blocco comincia a cadere precipistosamente, e la sua rotazione (impartita dalla parte superiore) decelera rapidamente per cessare entro il secondo.

La rapida caduta indica che il fulcro è stato distrutto, e questo non si concilia con la teoria del crollo spontaneo. Dal momento che la parte superiore aveva abbondantemente superato i 15°, la forza verso il basso, sul fulcro, stava già decrescendo. Uno si aspetterebbe di vedere la parte superiore continuare il movimento di rotazione sul lato, continuando fino a cadere di lato, come succederebbe ad un albero.

La decelerazione nella rotazione della cima è la cosa che più discredita l'idea di crollo spontaneo, che non può spiegare il cambio di momento d'inerzia. La conservazione del momento d'inerzia è la tendenza di un solido in rotazione di continuare nella propria rotazione allo stesso ritmo in assenza di coppia di torsione. Inizialmente il corpo si è comportato come un oggetto solido, ruotando sul proprio fulcro, in prossimità della zona d'impatto. Dal momento che il fulcro era l'asse di rotazione, il blocco aveva due tipi di momento. Il momento angolare del blocco sul proprio centro di gravità, e il momento lineare del suo centro di gravità che si allontanava dall'asse verticale della torre. Quando la porzione di edificio sottostante la zona del crollo si è disintegrata, il blocco avrebbe dovuto conservare il proprio momento angolare continuando a ruotare allo stesso rateo (ma l'accelerazione della rotazione avrebbe cessato di esservi a causa della rimozione della coppia di torsione applicata dalle colonne intatte nella zona del fulcro). Ma, in realtà, si è visto come la rotazione del blocco abbia decelerato bruscamente proprio nell'istante in cui i piani sottostanti iniziarono a saltare. Una volta iniziato il crollo, ogni restistenza incontrata dalle parti di edificio sottostante avrebbe aggiunto coppia di torsione al blocco nella stessa direzione del fulcro originale, accelerandone la rotazione.

Data l'assenza apparente di ogni coppia di torsione contraria alla rotazione del blocco, il rallentamento della rotazione può essere spiegato unicamente dalla rottura del blocco stesso, che avrebbe in questo modo annullato il momento d'inerzia del blocco stesso.

---

Riguardo alla teoria della "propagazione termica", ho letto un'altra enorme castroneria qui dentro. Qui non si parla di calore che si propaga, rimanendo alla stessa temperatura, ma si parla di calore DISPERSO e DISSIPATO dalla struttura.

A questo riguardo, NIST e UNDERWRITERS LABS hanno verificato che nn son stati superati i 260°C in nessun punto della struttura.

Per chi pensa anche che la stuttura della torre non avrebbe potuto resistere, vi invito a fare una piccola ricerca su come erano fatte le torri, e poi pensarci un po' su.

La questione dei 7 piani/s è un'ovvia considerazione "media".

Chi dice anche che si è trattato di moto rettilineo uniforme ammette intrinsecamente che non può essere crollo spontaneo. Il moto caratteristico di un crollo spontaneo è il moto smorzato esponenzialmente, dal momento che una resistenza, seppure minima, i piani sottostanti la forniscono. Il tipo di struttura determina se il crollo prosegua o meno.

Il punto è: 16 secondi???

Guardatevi la struttura delle torri, pensate a quello che dicono NIST e U.L. riguardo la temperatura, e chiedetevi: crollo spontaneo?

Come si conciliano testimonianze, sismografi, fisica, squibbs (al 20° piano quando il crollo è appena iniziato dal 96°).

Certo, è inutile che ne stiamo a discutere, è solo una questione psicologica.

O si è disposti a credere, con mente aperta, che qualcosa non è andato come ci è stato detto, oppure ci si inventerà di tutto pur di non credervi.

Se si arriva a dire che i pompieri e la polizia non sono credibili quando parlano di bombe nell'edificio, beh allora discutere è inutile.

C'è un filmato in rete che mostra delle esplosioni al WTC1 mentre il WTC2 viene colpito.

Immagino che qualcuno di voi possa pure riuscire a spiegarlo con qualche strano giochetto, pur di non vedere le cose come stanno..

Le contorsioni mentali che vedo per scivolare attraverso tutte le prove contro la versione ufficiale sono spettacolari, e questo è l'unico motivo per cui ancora leggo questo buco di rete, dove chi parla attraverso leggi della fisica, avendo diritto e titolo di farlo, viene smentito da persone che, da quel che dicono, non hanno nemmeno mai analizzato la questione in modo analitico e onesto.

Dopotutto, se si pretende di seguire l'opinione di un "giornalista autocertificato", piuttosto che guardarsi le registrazioni in diretta di quel giorno e farsi la propria, incondizionata idea, non è che si possa pretendere molto.

Sul 9/11 ci sono molte teorie, la maggior parte son cazzate. Le uniche cose certe sono le impossibilità fisiche e sistematiche di quel giorno.

Ma il problema, stringi stringi, è sempre quello:

Essere disposti a mettere in discussione tutto quello che è parte del nostro modo di pensare.

E non tutti ne sono capaci.

Passerò di qua a vedere cosa dirà attivissimo quando Morgan Reynolds, ministro del lavoro per il primo mandato bush, fornirà le prove che di "Inside Job" si trattò. Già ha dichiarato pubblicamente tale tesi, son curioso di vedere come le prove che fornirà saranno ignorate dai fanboy di attivissimo..

:-D
Paolo perchè continui a citare quello che ti conviene ed ad omettere tutto il resto???
La caduta libera è soltanto la meno significativa delle incongruenze nel crollo delle towers!! A parte il fatto che dovresti spiegarmi la provenienza di tutti quei detriti in volo... Visto che la torre non è ancora crollata tutti quei detriti sparati a destra e a manca da dove dovrebbero arrivare?!?! Che cosa mi dici a riguardo delle eslosioni avvertite da molti testimoni pochi istanti prima del crollo, delle scosse sismische registrate PRIMA dell'orrore, di capi dei pompieri che parlano di flash di colore arancione e poi rosso lungo tutto il perimetro della torre qualche secondo prima dell'inevitabile e sopratutto come ti spieghi che un grattacielo progettato per "resistere a tutto" a detta del suo progettista crolli come un mazzo di carte causa l'ammorbidimento dell'acciao della sua struttura avvenuto tramite un incendio divampato al suo interno che fisicamente non poteva raggiungere nemmeno la metà della temperatura di fusione dell'acciaio (l'acciao fonde a 1300° mentre il kerosene, ammesso che a bruciare all'interno della torre ne sia rimasto una quantità degna di considerazione visto che molto deve essere necessariamente andato in fiamme all'impatto vista la tremenda esplosione, non può sviluppare temperature superiori agli 800°)?!?! Non stiamo parlendo necessariamente di un complotto planetario (anche se ce ne sarebbero i presupposti) stiamo parlando di incongruenze, omissioni e insabbiamento... A quale fine?!? Perchè le autorità americane non hanno mai dato una spiegazione ragionevole e plausibile a quello che è successo quel terribile giorno!! Chi ha il diritto di calpestare il mio diritto di sapere la verità?!? Perchè io cittadino del mondo e con gli stessi diritti civili e morali di Bush e compagnia bella devo essere tenuto all'oscuro di quello che realmente succede nel mondo in cui vivo?!?! I REGIMI SONO SEMPRE ESISTITI; NEL CORSO DELLA STORIA SI SONO SOLTANTO ADEGUATI E HANNO USATO TUTTI I MEZZI CONGENIALI AI PROPRI FINI
Infido wrote:

Paolo perchè continui a citare quello che ti conviene ed ad omettere tutto il resto???

-------------------

Normalmente non mi va di entrare nei dettagli tecnici, dato che non sono un esperto e rischio di dire delle vaccate, ma in queste righe vorrei sostenere l'ipotesi che non è Paolo, o non solo, a citare solo quello che gli conviene.

Ti spiego...

Per prima cosa sgombriamo il campo dagli errori:

----------------------

La caduta libera è soltanto la meno significativa delle incongruenze nel crollo delle towers!! A parte il fatto che dovresti spiegarmi la provenienza di tutti quei detriti in volo... Visto che la torre non è ancora crollata tutti quei detriti sparati a destra e a manca da dove dovrebbero arrivare?!?!

----------------------

La torre non stava crollando? Forse abbiamo visto due filmati diversi, ma io la torre la vedo venire giù velocemente sbriciolandosi (almeno il muro esterno). Tutto quello che si trova fra il punto di inizio del crollo e il punto in cui il crollo è arrivato, in ogni dato momento, non esiste più. Ecco, quella è l'origine dei detriti in volo.

--------------------

Che cosa mi dici a riguardo delle eslosioni avvertite da molti testimoni pochi istanti prima del crollo, delle scosse sismische registrate PRIMA dell'orrore

--------------------

Un edificio sul punto di crollare, o comunque molto danneggiato (per citare entrambe le teorie) risente di movimenti e assestamenti anche notevoli della struttura, che possono provocare rumori anche molto forti. Quando ero piccolo io ho sentito scricchiolare una torre fatta di mattoncini lego alta due metri e mezzo appena prima che si schiantasse rovinosamente al suolo da sola (giuro). Perdonami il paragone poco ortodosso, ma non mi meraviglierei se anche il WTC avesse "scricchiolato" un po'... Se ipotizziamo un crollo spontaneo, poi, è ancora più credibile che ci fossero "esplosioni".

Inoltre, essendo palazzi di massa notevole può ben darsi che i sismografi registrino degli assestamenti.

-------------------------

di capi dei pompieri che parlano di flash di colore arancione e poi rosso lungo tutto il perimetro della torre qualche secondo prima dell'inevitabile

----------------------

Questo è interessante, per me, perché io non so rispondere. Ciò non toglie che, sapendo di non essere un esperto, non escludo la possibilità di una spiegazione più prosaica rispetto ad un finto attentato.

---------------------

e sopratutto come ti spieghi che un grattacielo progettato per "resistere a tutto" a detta del suo progettista crolli come un mazzo di carte causa l'ammorbidimento dell'acciao della sua struttura avvenuto tramite un incendio divampato al suo interno che fisicamente non poteva raggiungere nemmeno la metà della temperatura di fusione dell'acciaio (l'acciao fonde a 1300° mentre il kerosene, ammesso che a bruciare all'interno della torre ne sia rimasto una quantità degna di considerazione visto che molto deve essere necessariamente andato in fiamme all'impatto vista la tremenda esplosione, non può sviluppare temperature superiori agli 800°)?!?!

-----------------------

Un altro fatto interessante, per un non esperto. Ma è davvero così? Tante cose, anche sulla resistenza dell'acciaio ho scoperto durante queste discussioni, per esempio che la sua resistenza cala di molto a temperature ben più basse di quelle di fusione, che gli incendi all'interno non sono di solo carburante ma anche di suppellettili da ufficio e che l'edificio non è venuto giù SOLO a causa degli incendi, ma anche dei danni strutturali provocati dall'aeroplano (che, a proposito, ha aumentato di un'ottantina di tonnellate il peso della parte di torre che già aveva danneggiato).

Inoltre anche tu fai asserzioni plausibili ma non verificate sul comportamento del carburante dopo l'impatto. Davvero è andata così?

Infine, se una cosa è "progettata" per resistere a tutto, non vuol dire che sia "davvero" capace di resistere a tutto. Anche il Titanic era chiamato l'inaffondabile.

------------------------------

Non stiamo parlendo necessariamente di un complotto planetario (anche se ce ne sarebbero i presupposti) stiamo parlando di incongruenze, omissioni e insabbiamento... A quale fine?!? Perchè le autorità americane non hanno mai dato una spiegazione ragionevole e plausibile a quello che è successo quel terribile giorno!!

------------------------

Ma sì che l'hanno data. Hanno dato una spiegazione molto più plausibile della demolizione controllata e molto più ragionevole della sostituzione degli aerei in volo o dei missili sul Pentagono. Sei tu che non la consideri ragionevole né plausibile.

-----------------------

Chi ha il diritto di calpestare il mio diritto di sapere la verità?!? Perchè io cittadino del mondo e con gli stessi diritti civili e morali di Bush e compagnia bella devo essere tenuto all'oscuro di quello che realmente succede nel mondo in cui vivo?!?! I REGIMI SONO SEMPRE ESISTITI; NEL CORSO DELLA STORIA SI SONO SOLTANTO ADEGUATI E HANNO USATO TUTTI I MEZZI CONGENIALI AI PROPRI FINI

------------------------

Senza offesa, ma tu chi sei? Se tu hai gli stessi diritti di Bush o di chiunque altro anche la tua parola vale quanto la loro (e saresti già fortunato, se fosse vero).

Questo implica che se vuoi che la tua parola abbia più valore devi dimostrare che davvero vale di più. Cioè devi provare e dimostrare che quello che dici èp vero, non lamentarti che le cose non vanno come si deve.

Invece accusi Paolo di non rispondere alle domande mentre da un lato compi anche tu errori o imprecisioni gravi e non dimostri nulla di quello che dici e dall'altro ti dimentichi delle questioni ancora irrisolte che pesano sulla teoria del complotto: estrema complessità tecnica, costituita da tonnellate di esplosivo da piazzare nei punti giusti mentre decine di migliaia di persone ti girano attorno, di proteggerli dall'esplosione dell'aereo e dal danneggiamento pur permettendo loro di esplodere in una sequenza praticamente perfetta senza che niente vada storto. Estrema complessità organizzativa, come trovare il personale, addestrarlo, mantenerlo zitto dopo ed evitare errori minimi che possono costare carissimo, unita alla chiara deficienza dell'amministrazione Bush nel nascondere anche i semplici carceri per prigionieri; e unita anche a errori madornali come il doppio attentato, il WTC7, gli eventuali danni non plausibili al Pentagono, etc.

Tutte queste cose come si spiegano? E servon delle prove, non basta un "facendo così si sarebbe riusciti, quindi è andata così". Qui non interessa il "plausibile", ma il "reale". Se Paolo ti rispondess che "evidentemente" il WTC non era progettato bene perché è crollato miseramente, tu risponderesti che Paolo ti prende in giro.

Allo stesso modo se ti si chiede ad esempio, chi comandava gli aereeplani, è giusto rispondere con prove certe, non con frasi tipo: "è stato un aereo radiocomandato".

A proposito: Chi guidava gli aeroplani che si sono schiantati sulle torri?
Ciao vi fornisco la relazione sul crollo delle torri effettuata da 300 (DICO TRECENTO) ingegneri tratta da "Popular Mechanics" che è la rivista di tecnologia più quotata e qualificata del mondo.

http://www.popularmechanics.com/sci...html?page=1&c=y

Il documentario How the Twin Towers Collapsed, trasmesso dalla televisione inglese Channel 4 a proposito del crollo delle torri gemelle, per sentire le parole di uno degli esperti in metallurgia e fatica dei metalli che hanno analizzato i rottami.

http://www.channel4.com/science/mic...ews_towers.html

E l'analisi metallurgica dell'acciaio e le sue caratteristiche prima e dopo l'attentato discusse in estremo dettaglio nel World Trade Center Building Performance Study, liberamente scaricabile da Internet e contenente numerosissime foto degli elementi metallici della struttura e discussioni sulla natura e maniera del suo cedimento.

http://www.house.gov/science/hot/wtc/wtcreport.htm


Paolo se puoi dacci un occhio, sono fatte da persone QUALIFICATE.

Spero di esserti stato utile e apprezzo tantissimo il tuo lavoro.

Ciao!
fate sventrare
1)velocità PROSSIMA a quella di caduta libera(ha già tutto un altro significato vero paolo)
2)tutti gli altri filmati,le rilevazioni dei sismografi,gli squibs etc etc li eludi sempre vero?
è impressionante come Larry Silverstein abbia ammesso pubblicamente di aver demolito il wtc7.gli esplosivi quando li hanno messi?(perchè lui nel video dice che l'hanno demolito perchè gli incendi erano troppo grossi,ma ci vogliono giorni per piazzare gli esplosivi)
e se li hanno messi li non possono averli messi nelle torri?
mmm impossibile..e tutto il resto?glissi sempre sulle obiezioni,oppure non rispondi.tutto il resto è un bel lavoro ma sull'11 sett toppi alla grande..e purtroppo la gente ti ascolta.rispondi io ti aspetto
A tutti quelli che non hanno capito l'affermazione di Jones riguardo al SECONDO PRINCIPIO DELLA TERMODINAMICA, a cosa c'entra nei crolli delle Torri e perchè smentisce la versione ufficiale, è tutto spiegato qui con tanto di formule:

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/seconda_termodinamica.htm

Prendete un libro di fisica del liceo e verificate pure l'esattezza della spiegazione.
Willy rodrigez, inserviente al wtc da 20 anni, eroe nazionale visto che rientrò diverse volte x guidare le squadre di pompieri nell'edificio dopo che fu colpito, disse che quel giorno, mentre si trovava al sottolivello 1, sentì un boom ai livelli sotterranei e qualche secondo dopo senti un boom molto piu distante che fu quello dell'aereo quando colpi la torre. C'è un video che fa vedere come finestre e marmi sulle pareti del pianterreno fossero danneggiati. Come si spiega un'esplosione prima che l'aereo colpisse la torre? Non servono formule di fisica per pensare che ci sia qualcosa di strano, basta questa testimonianza e tutte le stranezze che udirono pompieri, che di esplosioni ne conoscono e ne hanno sentito piu di noi che stiamo qui a dire questo e quello.
emorex
Caro siredward, sono felice che tu abbia cercato di confutare le mie tesi; scusami tanto se

ho omesso le fonti dalle quali scaturiscono le mie perplessità ma l'ho fatto soltanto perchè

il mio scorso post voleva essere un semplice sfogo in merito alla questione 11 Settembre e

alla bruttissima piega che ha preso la politica mondiale; non avevo infatti certo la pretesa

di essere il dententore della verità unica e sola, a me piace soltanto vederci chiaro, c'è

forse qualcosa di male in questo?!? Fondamentalmente non credo nemmeno io alla teoria

dell'autoattentato americano (anche se ci sono dei precedenti; se vuoi dà un'occhiata a

questo http://xoomer.virgilio.it/911_subito/brutto_vizio.htm) ma alcuni dei fatti successi

quel giorno lasciano quantomeno dei dubbi e ciò basta per pensare che qualche persona

coinvolta nei fatti ha agito in malafede ed è questo e soltanto questo che mi turba, perchè

nascondere delle verità se le cose sono andate così come il governo americano sostiene che

siano andate!

Sorvolo sul fatto della caduta libera visto che mi penso di essermi espresso già pienamente

nel dichiarare che è uno degli aspetti meno rilevanti della questione....


Veniamo alle esplosioni avverite dai testimoni oculari (ci tenengo a farti sapere quanto mi

abbia divertito il tuo paragone col tuo castello di lego che hai costruito da bambino,

davvero molto tenero, ma anch'io da profano in materia immagino che parlando di una

struttura indebolita su di una lato è più logico pensare che venga giù su un fianco

piuttosto che dritta come succede nelle demolizioni controllate per salvaguardare gli

adifici adiacenti a quello da demolire (tra l'altro un crollo veritcale è già difficile da

realizzare con cariche esplisive posizionate ad hoc da specialisti pensa se 3 grattaccieli

debbano crollare in quella "strana" maniera tutti nello stesso giorno) e poi non penso, al

contrario di te, che un un castello di lego si possa assimilare con tanta facilità ad un un

grattacielo delle dimendioni del WTC, (se vuoi guarda qui

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/Immy11settembre/torre.jpg), FORSE il WTC era un pò più

robusto del tuo castello di Lego... Assestamenti, scricciolii e rumori vari causati da

cedimenti strutturali effettivamente a mio avviso sono giustificazioni plausibili, anche se

non avvalorate da nessuna prova, non la pensano però alla stessa maniera molte delle persone

che erano lì quel giorno...

In seguito cito le testimonianze raccolte e pubblicate dal NEW YORK TIMES che penso possa

essere una fonte vagamente attendibile:

-------------------------------------------------------------------------------------------
John Sudnik, comandante dei vigili del fuoco, ha affermato: "abbiamo sentito... qualcosa che

dal rumore sembrava un'esplosione molto rumorosa, quindi ho guardato verso l'alto e ho visto

la torre due che cominciava a crollare" (NYT, Sudnick, p.4).

Il paramedico Kevin Darnowski ha detto: "Ho sentito tre esplosioni, poi... la torre due ha

iniziato a venir giù" (NYT, Darnowski, p.8).

Il vigile del fuoco Thomas Turilli ha detto: "sembrava quasi il rumore di bombe che

esplodevano, tipo boom, boom, boom, circa sette o otto" (NYT, Turilli, p.4).

Craig Carlsen ha affermato che lui e altri vigili del fuoco sentirono "esplosioni

provenienti da... la torre sud. ... Ci sono state circa dieci esplosioni. ... Abbiamo quindi

capito che l'edificio aveva iniziato a crollare" (NYT, Carlsen, pp.5-6).

Il vigile del fuoco Joseph Meola ha detto: "sembrava che l'edificio stesse esplodendo su

tutti e quattro i lati. Abbiamo proprio sentito gli scoppi" (NYT, Meola, p.5).

Anche il paramedico Daniel Rivera ha menzionato gli "scoppi". Quando gli è stato chiesto

come avesse saputo che la torre sud stava crollando, ha detto:
"Era un rumore del diavolo. All'inizio ho pensato che fosse – avete mai visto le demolizioni

controllate, dove piazzano delle cariche su certi piani e poi sentite "Pop, pop, pop, pop,

pop"? ... Pensavo fosse quello." (NYT, Rivera, p.9)

Timothy Burke ha detto che "l'edificio è scoppiato, più in basso dell'incendio... Ho pensato

'o mio dio, c'è un congegno secondario' per il modo in cui l'edificio è esploso. Ho pensato

che fosse un'esplosione" (NYT, Burke, pp. 8-9).

Il vigile del fuoco Edward Cachia ha affermato: "Ha ceduto ad un piano più basso, non in

corrispondenza del piano dove ha l'aereo ha colpito... All'inizio abbiamo pensato che ci

fosse qualcosa tipo una detonazione interna, perché c'è stata una successione, boom, boom,

boom, boom, poi la torre è venuta giù" (NYT, Cachia, p.5).

L'Assistente Commissario Stephen Gregory ha affermato: "Pensavo... prima... che la n°2

crollasse, di aver visto dei lampi nella parte inferiore ... Ho... visto come un flash,

flash, flash ... in corrispondenza dei livelli bassi dell'edificio. Sapete, come quando

demoliscono un edificio." (NYT, Gregory, pp. 14-16).

Il Capitano Karin Deshore ha detto: "Circa nella zona centrale... c'è stato questo lampo

rosso e arancione. Inizialmente era solo uno. Poi questo lampo ha iniziato a scoppiare lungo

tutto il perimetro dell'edificio, che ha cominciato ad esplodere... Ad ogni scoppio era

associato un lampo, prima arancione e poi rosso, che usciva dall'edificio e ne percorreva il

bordo in entrambi i sensi, per quanto potevo vedere. Questi scoppi e le esplosioni

diventavano sempre più grandi e si muovevano sia verso l'alto che verso il basso, poi tutto

intorno all'edificio" (NYT, Deshore, p.15).

Il vigile del fuoco Richard Banaciski ha affermato: "C'è stata un'esplosione. Sembrava come

alla televisione, [quando] fanno saltare gli edifici. Sembrava che si muovesse tutto intorno

come una cintura, tutte quelle esplosioni" (NYT, Banaciski, pp. 3-4).

Il vice commissario Thomas Fitzpatrick ha dichiarato: "Sembrava ci fossero dei lampi intorno

ad certo livello dell'edificio... La mia prima reazione fu di paragonarla a quelle

implosioni che si vedono in TV" (NYT, Fitzpatrick, pp. 13-14)

l Comandante Frank Cruthers ha detto: "C'è stata quella che sembrava... un'esplosione. E'

apparsa in cima, simultaneamente da tutti i quattro lati, i materiali sono stati sparati

fuori orizzontalmente. Poi sembrò ci fosse un ritardo momentaneo prima di poter vedere

l'inizio del crollo" (NYT, Cruthers, p.4).

il vigile del fuoco James Curran, che ha detto: "Ho guardato indietro e ... ho sentito come

se ogni piano si fosse schiantato. Ho guardato indietro e tutto era stato sparato fuori dai

piani per la pressione prima che si verificasse effettivamente il crollo" (NYT, Curran, pp.

10-11).

Il comandante Brian Dixon ha affermato: "sembrava che qualcuno avesse piazzato degli

esplosivi tutto intorno al piano più basso dell'incendio nella torre sud... tutto è stato

sparato fuori da quel piano" (NYT, Dixon, p. 15). [44]

il vigile del fuoco Kenneth Rogers ha detto: "c'è stata un'esplosione nella torre sud... ho

continuato a guardare. Piano dopo piano dopo piano. Un piano sotto l'altro dopo l'altro...

sembrava una cosa deliberatamente sincronizzata" (NYT, Rogers, pp. 3-4). [45]

-------------------------------------------------------------------------------------------

Secondo me ci sono tutti i presupposti per avere dei dubbi.....

Veniamo alle temperature troppo basse per causare il crollo di un grattacielo progettato per

resistere a tutto (CHE non vuol dire indistruttibile ma quantomeno ABBASTANZA resistente)

sono felice che tu abbia appreso che l'acciaio subbisce deformazioni a temperature più basse

di quella di fusione, è bello apprendere cose nuove vero!??!, E' quasi riconosciuto da tutti

in questo blog e nei siti vari specialistici che ho visitato che era IMPOSSIBILE che in

quelle condizioni si sviluppassero temperature nemmeno prossime a quella di fusione

dell'acciaio si è stimato che la temperatura fosse molto minore, stiamo parlando dei famosi

800°, che avrebbero dovuto dar luogo ad un'incendio molto appariscente e vistoso invece ci

sono motivi per credere che le fiamme non fossero per niente così intense. Come mostrano le

fotografie, le fiamme non hanno rotto le finestre e non si sono nemmeno propagate molto

oltre i punti dove sono cominciate (Hufschmid, 2002, p.40). Questa documentazione

fotografica è supportata dagli studi scientifici condotti dal NIST, che ha scoperto che

delle 16 colonne perimetrali esaminate, "Solamente tre colonne hanno provato che l'acciaio

raggiunse temperature superiori ai 250°C [482°F],"e nessuna prova che alcuna colonna del

nucleo centrale avesse raggiunto anche solo quelle temperature... Ok ok non dovrebbe voler

dir nulla visto che l'acciaio cede a temperature più basse, giusto?!?! Il problema caro mio

è che l'acciaio del WTC invece è fuso, cosa che è stata definita fisicamente impossibile, e

ve ne sono varie prove fotografiche (guarda qui

http://xoomer.virgilio.it/911_subito/wtc7_crollato.htm) cosa ha fatto fondere allora

l'acciaio se la temperatura di fusione non è stata nemmeno sfiorata, forse degli ordigni

usati per una produrre una demolizione controllata?!?!? Io non ci credo ma è un fatto che

dopo una demolizione controllata si posso osservare dei "punti caldi" di acciaio fuso simili

a quelli ritrovati tra le macerie del WTC che in genere mantengono il loro calore

(mantenendo l'acciao allo stato fuso) anche per un decina di giorni cosa che si è verificata

acnhe al WTC e molte testimoni hanno confermato!

E poi per ritornare ai fatti rari se non unici succesi quel giorno; altri grattacieli hanno

subito nel corso della storia incendi ben più devastanti del WTC senza nè incrinarsi nè

tantomeno crollare e per comprendere quanto sia ridicola la teoria che i brevi incendi nelle

torri abbiano potuto portarle al crollo strutturale, possiamo confrontarle con degli altri

esempi. Nel 1988, un incendio nel First Interstate Bank Building a Los Angeles è divampato

per 3.5 ore ed ha distrutto 5 dei 62 piani dell'edificio, ma non sono stati registrati

significativi danni strutturali (FEMA, 1988). Nel 1991, un enorme incendio al Philadelphia's

One Meridian Plaza è durato 18 ore ed ha distrutto 8 dei 38 piani dell'edificio, ma, secondo

il rapporto della FEMA, anche se "travi e putrelle si piegarono e torsero ... a causa della

pesante esposizione al fuoco... , le colonne continuarono a supportare il loro carico senza

danni evidenti " (FEMA,1991). A Caracas, nel 2004, un incendio in un edificio di 50 piani è

durato 17 ore, devastandone completamente i 20 piani della parte superiore, tuttavia non è

crollato (Nieto, 2004). E noi dovremmo credere che un incendio durato 56 minuti abbia

portato al crollo della torre sud.
Non mettere di mezzo l'impatto del boeing che avrebbe indebolito la struttura per

cortesia.... Da analisi è emerso che l'impatto ha ridotto del 10% la struttura esterna e del

5% quella interna considerando che la strutture del WTC poteva sopportare 6 volte il suo

peso mi sembrano valori davvero trascurabili!

A già un altro punto che mi ha davvero colpito ed interessato del tuo post è la tua

asserzione che è stata resa nota una versione dei fatti plausibile ed attendibile; dov'è?!?!

Per cortesia perchè io avrei tanta voglia di leggerla.....

Se poi per te è plausibile che 19 arabi armati di pericolosissimi tagliacarte, abbiano

potuto prender il controllo di 4 aerei e senza avere nemmeno la più pallida idea di come si

pilota un boeing (era per tutti il loro primo volo su di un aereo di quelle dimensioni) si

siano riuscita a lanciare con precisione millimetrica sugli unici grattacieli "progettati

male", come da te asserito.... BAH io quantomeno stento a crederci e per riprendere una tua

insunuazione onestamente e in tutta sincerità penso che sia molto più semplice per un

governo pianificare un'azione del genere piuttosto che da 19 ARABI senza nè arte e nè

parte.... Già ARABI dell'ARABIA SAUDITA mi spieghi cosa c'entrava l'Afganistan nella storia

nè tantomeno Bin Laden che nelle sue interviste non ha mai rivendicato gli Attentati in

questione!?!?

Chi sono io!?!? Sono un cittadino di un paese DEMOCRATICO in cui il potere dovrebbe essere del popolo cioè anche mio! Non penso che quell'idiota di Bush o chiuque altro abbia il diritto di nascondermi la verità o di plasmarla a suo uso e consumo, usando media e tutto quello che gli è congeniale, per i suoi subdoli scopi economici....

Caccia a BIn Laden (per quale motivo visto che si trattava di arabi e non di afgani) ricerca delle armi di massa prima in Iraq (mai trovate anche se è strano a Saddam non si rimaso nulla di quelle che Bush senior gli fornì per lo sterminio dei Curdi)e democratizzazzione del paese (con quale diritto e quale autorità?!?) e adesso denuclearizzazione dell'Iran (l'America!? Quante testate nucleari possiede l'America?!?! e poi quale problema dovrebbe creare un paese che vuole servirsi dell'energia nucleare per il solo scopo civile e che non ha mai infranto nessun accordo internazionale sulla questione?!?!) sono soltanto alcuni dei deliri di un uomo o di una politica che fà sentire offese la moralità e il senso civico delle persone con un minimo di intelligenza!