Cerca nel blog

2006/05/18

Stasera la televisione svizzera spiega le truffe online adescando i truffatori. L’esca sono io

Questo articolo vi arriva grazie alle gentili donazioni di "mb" e "giambattista". Ultimo aggiornamento: 2021/03/08 18:15.

Questa sera il programma d'inchiesta Falò (TSI1, 21.00, in replica e in streaming come indicato qui) parlerà, in uno dei suoi servizi, di truffe perpetrate via Internet. Verranno presentati esempi pratici, casi vissuti raccontati dagli infelici protagonisti e un incontro-candid camera con i truffatori.

Ho partecipato alla realizzazione del programma, offrendomi fra l'altro come esca sotto falso nome (Massimo della Pena) e mettendo in vendita la mia auto su un sito di compravendita online. Un truffatore belga mi ha contattato ed ha accettato senza fiatare il mio prezzo di vendita totalmente fuori mercato (tipico sintomo di acquirente truffaldino), mandandomi un assegno per un importo maggiorato.


Come descritto nella mia pagina antitruffa, il raggiro consiste nel fatto che l'assegno maggiorato è falso, ma la vittima onesta non lo sa (e la banca lo accetta e lo accredita, ma salvo buon fine) e così restituisce al truffatore l'eccedenza dell'importo mandandola tramite Western Union o metodi simili. Cosa che mi sono ben guardato dal fare, ovviamente: ma non è andata altrettanto bene ad alcune delle vittime contattate da Falò, che si sono trovate ad aver mandato irrevocabilmente soldi buoni al truffatore in cambio di un assegno fabbricato in casa (peraltro piuttosto bene).

La redazione ha poi realizzato un appostamento per contattare un altro genere di truffatori: quelli che si spacciano per rappresentanti di funzionari stranieri altolocati e dicono di voler acquistare immobili in Svizzera, pagandoli in parte in contanti. In realtà è solo un pretesto per indurre la vittima a varcare la frontiera (i truffatori operano in territorio italiano) con un sostanzioso importo in contanti che gli verrà scippato o, in alcuni casi, rapinato sotto la minaccia di una pistola.

Può sembrarvi improbabile che qualcuno abbocchi, ma la speranza di un guadagno facile, la pressione psicologica e l'abilità di persuasione di questi truffatori, organizzati in vere e proprie strutture gerarchiche, giocano brutti scherzi anche a chi crede di non essere ingenuo. Persino noi, che eravamo al corrente del raggiro, abbiamo faticato non poco per non cadere nei tranelli mentali confezionati dai criminali.

Abbiamo girato, come sempre, moltissimo materiale, e io stesso vedrò il servizio montato stasera per la prima volta, per cui sarà una sorpresa anche per me. Buona visione, e occhio alle truffe!


2006/05/18 23:50


Ho visto il servizio: è difficile per me valutarlo obiettivamente, perché ho in mente tutto il materiale girato che i tempi televisivi hanno imposto di tagliare (mi spiace in particolare per un gentilissimo direttore d'albergo a Stresa che avevamo intervistato sulle truffe alberghiere), ma spero che il messaggio di stare in guardia contro le offerte troppo allettanti sia passato. Spero vi sia anche piaciuta la scelta del mio nome d'arte :-)


2006/05/22 18:10

La puntata è disponibile in streaming Real qui.



2021/03/08 18:15

Purtroppo la puntata non è più online. Ne ho copia nei miei archivi, ma non posso pubblicarla senza il permesso della (oggi) RSI.

28 commenti:

Vero Programmatore ha detto...

Ti Prego Paolo, dicci che la puntata sarà scaricabile dal sito dell'emittente e non solo in streaming!!!

Anonimo ha detto...

Qualcuno sa se nella zona di Torino si prende la TSI? Con l'antenna normale no, avevo già controllato mesi fa quando avevano trasmesso lo spettacolo di Beppe Grillo.
Forse via satellite?

Anonimo ha detto...

Interessante... Stasera guarderò con attenzione; Falò è un programma che mi piace molto (se poi ci sei tu, non me lo posso perdere). Grazie per la segnalazione!

Ciao.
SYLVY

Anonimo ha detto...

Credo di fare cosa gradita a tutti i fedelissimi di Paolo nel chiedere "pressioni" alla tv svizzera per rendere disponibile per il download la puntata!

Luca ha detto...

Paolo,
sto già preparando i Pop-Corn!
:-D

Anonimo ha detto...

questa è bellissima.... ricevo stamattina:

Gentile Cliente, grazie ancora per aver acquistato presso il nostro sito! Il tuo ordine 264556 é stato spedito.
Potrai controllare lo stato della tua spedizione cliccando sul seguente link :
DETTAGLI ACQUISTO
[link a: http://www.ciritorno.biz/tracking264556]
Questo è l'indirizzo di posta elettronica al quale provvederemo all'invio della fattura: ********@viruspc.it

Distinti saluti
Marco Brescia
Shopping Center


ovviamente non ho fatto acquisti on line su questo fantomatico "shopping center", con una mail così generica poi... però le tecniche si stanno davvero affinando!!!

...e buon lavoro!
byebye
max

Ermanno Donatini ha detto...

Se non mi pianta in asso il sistema "DreamBox + VLC" cercherò di registrare la puntata dal Satellite.

Per "max": ...i soliti cinesi ??!! , leggi qui: http://tinyurl.com/n29oc

Saluti

Anonimo ha detto...

Cito dalla home page di Falò:
"I servizi di Falò saranno disponibili online il lunedì successivo alla trasmissione."

http://www.rtsi.ch/trasm/falo/welcome.cfm?idg=0&ids=0

Anonimo ha detto...

Il servizio che andrà in onda questa sera, dovrebbe, sottolineo dovrebbeforsepensocredospero, essere messo online LUNEDI' per la libera visione a quest'indirizzo:
http://www.rtsi.ch/trasm/falo/

Anonimo ha detto...

Ops ;-) Fregato sul tempo :-D

Anonimo ha detto...

x vero programmatore: se qualcosa e in streaming la puoi scaricare senza problemi con mplayer (io lo faccio x i lunghi viaggi in treno per esempio).

Anonimo ha detto...

la televisione svizzera è trasmessa crittata via satellite, solo i cittadini svizzeri posso richiedere la smart card per vederla.

Anonimo ha detto...

ah ecco, è criptata.
Pazienza, ci affideremo alla Rete, semprechè lo streaming funzioni.

Anonimo ha detto...

Abbiate fede ;)
--
LuX

Anonimo ha detto...

Ciao ti sto vedendo sulla tivù svizzera e sono di Milano! qui si vede benissimo....grazie di questi servizi così utili, non sapevo niente di queste cose...vivo proprio in un altro pianeta!

Anna

Anonimo ha detto...

La RTSI trasmette sul satellite (per la precisione su SKY)? Se si, potreste darmi, PLEASE, le coordinate o eventualmente il canale?

Anonimo ha detto...

Visto il servizio! :-) Complimenti per la serietà con cui Falò, come sempre, riesce a trattare gli argomenti più disparati dando loro un taglio giornalistico molto equilibrato. Bravi!

Ma soprattutto, complimenti a Paolo per essersi messo in prima linea, nonostante i possibili rischi. 'What a brave man!' :-)

SYLVY

Giorgio Loi ha detto...

Grandissimo Massimo Dellapena! :-)
Servizio veramente interessante, forse un po' schiacciato da quello sullo scandalo del calcio.

Devo dire che non mi è piaciuta molto la neutralità con la quale è stato trattato l'atteggiamento strafottente di Banca Migros verso la signora truffata. "Se la signora ci avesse detto da dove veniva l'assegno..." e da quando in qua, di grazia, devo raccontare i fatti miei quando deposito i soldi in banca? Il "campanello d'allarme" non poteva invece suonare nella testa dell'impiegato che si accingeva a incassare un assegno su piazza estera di importo considerevole? Mettere sull'attenti una cliente, no eh? E no! "Salvo buon fine", se non lo incassiamo sono cavolacci tuoi, quindi chi rischia sei solo tu. Tutto perfetto, per carità, ma che bell'atteggiamento verso una cliente, magari di lunga data. Lei si è vista accreditare i soldi e, ingenuamente, si è sentita al sicuro, e ora oltre al danno anche le beffe dalla sua stessa banca!

Ma si sa, in Svizzera mettersi contro le banche è pericoloso.

Anonimo ha detto...

La questione non è "mettersi contro", anche perché in tutti i casi - mi spiace dirlo - la colpa resta da parte della cliente. A causa della presenza del segreto bancario svizzero, di cui clienti e cassieri conoscono bene il peso, se la cliente arriva in tromba ad incassare un assegno non c'è un motivo al mondo per il quale alla cliente venga in mente di dire da dove viene l'assegno e men che meno al cassiere di domandarlo!

Il problema sta "semplicemente" nella vecchia questione di non usare una cosa che non si sa usare. Dato che era la prima volta che incassava un assegno, avrebbe dovuto chiedere informazioni: avrebbe magari detto da dove veniva, e avrebbe comunque avuto delucidazioni sul significato di "salvo buon fine". Da lì sarebbe bastata una breve scossetta al cervello per dare uno stop, o almeno una pausa, all'affare in corso.

Anonimo ha detto...

Non potresti darci comunque dei dettagli sulle "truffe alberghiere"?

Grazie!

Gino Lucrezi ha detto...

A proposito di truffe alberghiere, posso spiegarvele io perche` da qualche mese ne arrivano a iosa ai miei genitori che hanno un'attivita` di turismo rurale in Abruzzo.

Arriva una mail (di solito in francese da una ex colonia francese in africa) di qualcuno che vuole prenotare, pero` dice che deve per forza pagare per carta di credito, inoltre chiede il favore di addebitargli DI PIU` sulla carta di credito, e di mandargli questi soldi di piu` tramite Western Union.

Non ricordo quale fosse la scusa, di solito che gli mancano contanti.

Ovviamente, immagino che appena arrivino i soldi tramite western union facciano un bel reverse charge, e spariscano. Oppure che sia per usare una carta di credito rubata. Oppure una carta appoggiata su un conto corrente senza soldi.

Comunque una truffa, nel migliore dei casi.

Ermanno Donatini ha detto...

Per chi volesse vedere la registrazione della parte della puntata dove c'è Paolo ho pensato di mettere il filmato qui:

http://tinyurl.com/ozawz

Buona visione

Anonimo ha detto...

grazie Ermanno, ho visto il filmato, molto interessante.
Complimenti a Paolo e alla TSI per questa divulgazione.

Giorgio Loi ha detto...

Il problema sta "semplicemente" nella vecchia questione di non usare una cosa che non si sa usare. Dato che era la prima volta che incassava un assegno, avrebbe dovuto chiedere informazioni

D'accordo, ma se tutti fossimo sempre così saggi e razionali non ci sarebbe bisogno di servizi e consulenti, e forse potremmo gestirci i soldi da noi.

Tu metti sullo stesso piano banca e cliente, professionista e neofita, ma non sono la stessa cosa. Certo, il cliente doveva farsi venire il dubbio, ma era molto più facile che venisse al cassiere, che strumenti di quel genere li vede quotidianamente e non gli costa nulla avvertire "Sappia che per questo genere di strumenti l'accredito s'intende Salvo Buon Fine". Bastano poche parole, pochi secondi, per far scattare il famoso "campanello".

Un cliente paga fior di commissioni anche per essere tutelato, consigliato, messo in guardia, non solo per firmare un mucchio di liberatorie che consentono alla banca di lavarsi le mani ogni volta che qualcosa va storto.

Il mondo finanziario è un percorso a ostacoli per tanta gente, e se non ti consigliano gli operatori del settore chi lo deve fare? Paolo Attivissimo? E meno male che c'è lui!

Anonimo ha detto...

"Sappia che per questo genere di strumenti l'accredito s'intende Salvo Buon Fine". Bastano poche parole, pochi secondi, per far scattare il famoso "campanello".

Infatti è per questo che il cassiere rilascia una ricevuta dove c'è scritto a chiare lettere che l'incasso è fatto salvo buon fine.

Possibilità numero 1: la cliente legge la ricevuta e legge le poche parole che fan scattare il famoso campanello di cui parli.

Possibilità numero 2: la cliente non legge la ricevuta e si va a cercare la grana da sola. E a sto punto - scusa la brutalità - tanto peggio per lei.

Avvocato Federico Baglini ha detto...

Hai viaggiato nel tempo per aggiornare questo articolo nel 2005? :P

Paolo Attivissimo ha detto...

Ops, refuso sistemato, grazie!

Paolo Attivissimo ha detto...

Ops, refuso sistemato, grazie!